MINNESOTA TIMBERWOLVES – PHILADELPHIA 76ers  94  –  103

I Sixers vincono la seconda partita di fila al Wells Fargo Center, raggiungendo la doppia cifra di vittorie in stagione. Phila tira con il 50% dal campo, e si impone grazie ad un quarto quarto da 25-17. Michele Carter-Williams mette a referto una tripla doppia da 14 punti,10 rimbalzi e 10 assist, mentre Mbah a Moute mette a segno 18 punti. I due lunghi Pekovic e Dieng segnano per i Twolves 18 e 14 punti, mentre Kevin Martin ne aggiunge 19 dalla panchina tirando però 5-18. Phila penultima ad Est, Twolves sempre ultimi ad Ovest.

PORTLAND TRAIL BLAZERS – ATLANTA HAWKS  99  –  105

La striscia di Atlanta raggiunge le 18 vittorie consecutive, con gli Hawks che battono i Blazers alla Philips Arena. Atlanta tira con il 47% sia dal campo che da 3, e vince la gara grazie ad un quarto periodo in volata (36-25). I due big-men All Star degli Hawks, Horford e Millsap, segnano rispettivamente 17 e 21 punti, aggiungendo entrambi 8 rimbalzi. LaMarcus Aldridge va per la seconda gara consecutiva oltre i 30 punti, segnandone 37 con 11 rimbalzi, ma Damian Lillard (snobbato all’All Star Game) tira 6-20 segnando solo 13 punti. Atlanta rimane saldamente in testa ad Est e conferma il momento magico, mentre Portland perde la seconda di fila scendendo al quarto posto ad Est.

HOUSTON ROCKETS – BOSTON CELTICS  93  –  87

I Rockets vincono la quarta gara di fila, espugnando il TD Garden di Boston. Dopo aver accumulato nel primo tempo un consistente vantaggio, Houston ha un blackout nel terzo quarto (9-22) ma i Celtics non riescono nel quarto periodo a ricucire lo strappo. Il man of the match è Motiejunas che realizza una doppia doppia da 26 punti e 12 rimbalzi, mentre James Harden segna 14 punti tirando però 4-21. Per Boston Brandon Bass segna 17 punti, con Marcus Thornton che apporta un’ importante contributo dalla panchina, segnando 17 punti. Houston sorpassa Portland ad Ovest, Boston rimane undicesima ad Est.

TORONTO RAPTORS – BROOKLYN NETS  127  –  122

Toronto vince la quinta partita consecutiva nella sfida contro i Nets, confermandosi seconda ad Est. Dopo un primo tempo in cui Raps si trovano avanti, Brooklyn riesce a recuperare e la partita va all’overtime, dove Toronto riesce ad imporsi per 14-9. DeRozan e Amir Johnson combinano per 50 punti, con il primo che ne mette 26 con 9 assist, e il secondo che ne infila 24. Jarrett Jack e Brook Lopez segnano entrambi 35 punti per i Nets, conditi da 13 assist per il primo e 12 rimbalzi per il secondo. Toronto seconda ad Est, Brooklyn nona dietro Charlotte.

SACRAMENTO KINGS – CLEVELAND CAVALIERS  90  –  101

I Cavs confermano il grande periodo di forma, ottenendo la nona vittoria di fila a discapito dei Kings alla Quicken Loans. Cleveland tira con il 47% dal campo collezionando 22 assist. Love segna 23 punti con 10 rimbalzi, mentre i  due All-Star LeBron e Irving segnano 19 e 21 punti. Rudy Gay segna 21 punti per i californiani, con il neo All-Star Cousins che ne mette 21 con 13 rimbalzi. Ottava sconfitta consecutiva per i Kings, Cavs quinti e sempre più vicini a Chicago.

LOS ANGELES CLIPPERS – NEW ORLEANS PELICANS  103  –  108

Nonostante l’assenza di Anthony Davis, fuori per un dolore addominale, i Pelicans interrompono la striscia dei Clippers vincendo allo Smoothie King Center. I padroni di casa mettono il solco decisivo nel terzo quarto (35-22) e vanno meglio a rimbalzo (51-38). Eric Gordon segna 28 punti e Ryan Anderson ne mette 24. Chris Paul é il top scorer dei Clips con 24 punti, mentre Griffin ne infila 19. Pelicans noni ad Ovest, Clippers quinti.

DALLAS MAVERICKS – MIAMI HEAT  93  –  72

Dallas torna alla vittoria vincendo in trasferta alla Triple A contro i Miami Heat. Dopo un primo tempo a favore della squadra della Florida, i Mavs infilano un parziale nel secondo tempo di 60-27. Villanueva segna 20 punti in uscita dalla panchina, con Chandler che realizza la solita doppia doppia da 11 punti e 13 rimbalzi. Whiteside continua a stupire Miami, collezionando una doppia doppia mostruosa da 16 punti e 24 rimbalzi (di cui 14 nel primo quarto, record di franchigia). Bosh tira però 5-18 segnando 12 punti e gli altri tirano complessivamente male. Miami sempre settima ad Est, Dallas sesta ad Ovest.

GOLDEN STATE WARRIORS – UTAH JAZZ  100  –  110

I Warriors perdono la seconda gara di fila, cadendo in trasferta per mano dei Jazz. Utah va meglio a rimbalzo, catturandone 14 in più dei Dubs, di cui 17 offensivi. Curry segna 32 punti ma é poco supportato dai compagni, con Thompson che ne mette solo 12 e Barnes che segna solo 4 punti. Hayward trascina i Jazz con 26 punti e 15 rimbalzi, con Favors e Booker che contribuiscono con 15 e 17 punti. Utah undicesima ad Ovest, Warriors sempre primi ma ora il miglior record della lega spetta agli Hawks.

CHICAGO BULLS – PHOENIX SUNS  93 –  99

Phoenix infligge ai Bulls la seconda sconfitta consecutiva, vincendo la sfida allo US Airways Center. Dopo un primo tempo chiuso con un vantaggio in doppia cifra, Phoenix si fa raggiungere nel terzo quarto ma riesce a prevalere nel quarto periodo vincendo il match. Bledsoe e Dragic segnano 23 e 21 punti, mentre Markieff Morris ne mette 12 catturando 14 rimbalzi. Per quanto riguarda i Bulls, Rose e Butler combinano per 45 punti tirando però male dal campo, e Brooks ne mette 21 dalla panchina. Suns ottavi ad Ovest, Bulls quarti ad Est.

Post By danielec (31 Posts)

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta