A centoventi minuti dal termine della regular season i Saints ipotecano la complicatissima NFC South, balzando in vetta alla classifica divisionale dopo la vittoria ottenuta nel Monday Night di Chicago, nel quale hanno ulteriormente dimostrato di essere una squadra completamente diversa lontano dalle mura “amiche” del Superdome.

Solida e quadrata fin dalle prime battute del match, New Orleans impiega poco più di un quarto di gioco a segnare, sfruttando i primi quindici minuti della sfida per prendere le misure ai Bears, fermati già nel loro primo drive offensivo da Patrick Robinson, che mette le proprie mani su un lancio indirizzato a Martellus Bennett.

Errore che per fortuna dei padroni di casa non si traduce subito in un vantaggio Saints, grazie ad una bella giocata di Jared Allen, che recupera il fumble forzato dal compagno di squadra Brock Vereen, rimandando, complice anche il field goal da 51 yards fallito dal kicker, fino ad inizio secondo periodo il primo TD ospite della partita.

A realizzarlo Josh Hill, su ricezione da 8 yds, uno dei bersagli preferiti nelle ultime settimane da Drew Brees, 29 su 36 per 375 yards, che prima dell’intervallo regala il bis, servendo Marques Colston con un lancio da 9 yds che consente al team della Louisiana di chiudere con un doppio vantaggio il primo tempo, anche grazie ad un nuovo errore dell’attacco di Chicago, nuovamente fermato da un pick della defense avversaria.

Dopo la pausa il trend della sfida non cambia, e il tight end alla seconda stagione da Idaho State si conferma un’arma letale in endzone, completando la seconda presa vincente della serata su un pass da 7 yds del proprio quarterback; 2 ricezioni per 2 touchdowns, sfruttando anche i raddoppi e le attenzioni cui è costantemente sottoposto il compagno di reparto Jimmy Graham, 5 ricezioni per 87 yards.

Sempre nel terzo periodo New Orleans allunga ancora con Shayne Graham, che centra i pali da 25 yds di distanza, mentre Chicago continua a sbagliare, con Jay Cutler, 17 su 31 per 194 yards, che si fa pizzicare per la terza volta in partita, consegnando ancora a Pierre Warren, che lo aveva già intercettato in precedenza, il pallone destinato a Jeffery.

Il quarterback dei Bears riesce però a riscattare, almeno parzialmente, la sua pessima prestazione nell’ultimo quarto, aperto con il passaggio da 1 yd per Marquess Wilson, che non serve a riportare in partita il team della Windy City ma salva almeno la faccia ai padroni di casa, che prima della fine trovano anche un secondo touchdown, con il già citato Alshon Jeffery che completa una ricezione da 7 yards.

Nel mezzo altra meta ospite firmata da Mark Ingram, che con una corsa da 15 yds fissa il risultato finale sul 31 a 15 in favore dei Saints, giunti alla sesta affermazione stagionale utile per riprendersi la testa della South; la nuova standing divisionale recita infatti il seguente copione, Saints a guidare il gruppo con 6 vittorie e 8 sconfitte, davanti a Panthers, 5-8-1, Falcons, 5-9, e Buccaneers, 2-12, team con cui chiuderanno la regular season, dopo la sfida decisiva, quella del dentro-fuori, in programma la prossima settimana contro Atlanta.

Post By Andrea Cresta (367 Posts)

Folgorato sulla via del football dai vecchi Guerin Sportivo negli anni ’80, ho riscoperto la NFL nel mio sperduto angolo tra le Langhe piemontesi tramite Telepiù, prima, e SKY, poi; fans dei Minnesota Vikings e della gloriosa Notre Dame ho conosciuto il mondo di Playitusa, con cui ho l’onore di collaborare dal 2004, in un freddo giorno dell’inverno 2003. Da allora non faccio altro che ringraziare Max GIordan…

Website: → FootballNation.it

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

2 thoughts on “NFL – I Saints vincono e si riprendono la NFC South

  1. “nocomment”, Chicago una stagione completamente in anonimato, hanno ulteriormente dimostrato di essere una squadra completamente diversa lontano. mi aspetto un po’ di pulizia per anno prossimo …

Commenta