Philadelphia 76ers – San Antonio Spurs 103 – 109

Con un Leonard ed il Ritorno di Coach Pop gli Spurs sembrano ormai inarrestabili

Con un Leonard ed il Ritorno di Coach Pop gli Spurs sembrano ormai inarrestabili

Passeggiata di salute per San Antonio, che, senza neanche ingranare la terza, porta a casa la tredicesima vittoria stagionale, la settima in trasferta, continuando così la propria crescita di rendimento stagionale. Un Belinelli da 31 minuti con 11 punti ed una schiacciata da top ten, ma soprattutto un Kawi Leonard in formato MVP (26 punti, 10 rimbalzi e 4 assist) espugnano – per modo di dire – il Wells Fargo Center. Dall’altra parte veramente poco da commentare. Phila si sta realmente impegnando per perderle tutte, e lo sta facendo con ottimi risultati. Unica nota il solito Carter-Williams da 24 punti, 11 rimbalzi e 7 assist.

Washington Wizards – Miami Heat 107 – 86

Gli Heat non reggono il back-to-back e, dopo la bella vittoria a New York city, cadono per la terza volta in trasferta in stagione e lo fanno nella capitale degli States. Nonostante la presenza di Wade (20 punti a referto) ed un Bosh ormai sempre più padrone offensivo della squadra (21 punti, 8 rimbalzi e 3 assist), Miami non regge fisicamente i Wizards e va subito sotto, senza mai riuscire a reagire. Per  Washington il solito John Wall da 18 punti e 13 assist, insieme ad un Gortat da 15 punti e 10 rimbalzi ed uno straordinario Rasual Butler da 23 punti dominano una partita mai in discussione.

Utah Jazz – Denver Nuggets 101 – 103

La partita più tirata della notte che si risolve alla fine grazie ad una magata di Lawson (15 punti, 4 rimbalzi e 12 assist). Jazz che perdono in casa nonostante un cuore immenso ed una rimonta dal terzo quarto in poi da -14. Utah porta 5 uomini in doppia cifra con Burks da 22 punti, 8 rimbalzi e 3 assist, Hayward da 25 punti e 5 rimbalzi e Kanter da 17 punti e 15 rimbalzi. Denver chiude con 7 uomini in doppia cifra con un Mozgov da 10 punti e 10 rimbalzi.

Los Angeles Clippers – Minnesota Timberwolves 127 – 101

I Clippers guidati da un Paul un po sottotono (12 punti e 8 assist), ma da un Griffin in grande spolvero (23 punti e 8 rimbalzi) vincono facilmente l’ultima partita della notte contro i Wolves, che tirano con un imbarazzante 16,7% da tre punti. Per Minnesota inizio di stagione in salita a cui si aggiunge l’assenza di Rubio che potrebbe essere più lunga del previsto. Unica nota positiva un Muhammad da 18 punti e 10 rimbalzi

Post By Guido Bergamo (16 Posts)

Guido Bergamo è un avvocato. Grandissimo appassionato di basket fin da bambino. Segue la NBA da quando gattonava. Inoltre è stato un cestista anche a livello semi-professionistico, dove ha giocato come play-guardia. Ora gioca per puro divertimento ed amore per la palla spicchi. Ma quella per l’NBA è una vera malattia!

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta