Tonalist_2014_Belmont_Stakes_Winner_top_story_615x400_origLe speranze di una Triple Crown dopo 36 anni di attesa si sono infrante ieri sera al Belmont Park di New York. California Chrome, il grande favorito della vigilia, ha chiuso il Belmont Stakes al quarto posto, lasciando molta amarezza tra i 102.199 spettatori presenti sugli spalti e il resto degli appassionati in tutta la nazione.

Ancora una volta, la lunghezza del Test of Champions (12 furlongs – contro i 10 del Kentucky Derby e i 9.5 del Preakness Stakes) ha presentato il suo conto. Così, invece, di essere il dodicesimo trionfatore della Triple Crown, California Chrome è diventato il 23° cavallo a fallire l’appuntamento del Belmont Stakes (il 13° dal 1979).

Un furlong equivale a circa 200 metri, mentre 8 furlongs equivalgono esattamente ad un miglio. Il Kentucky Derby e il Preakness Stakes hanno una distanza di circa 2.000 e 1.900 metri; il Belmont Stakes, invece, è lungo circa 2.400 metri, una distanza cui i cavalli di tre anni non sono abituati a correre.

Nonostante una buona partenza, California Chrome è rimasto chiuso da tre avversari, quali Commissioner (leader nelle fasi iniziali della corsa), General a Rod e Tonalist; in questa posizione insolita, California Chrome è stato costretto ad allargarsi all’esterno, sprecando preziose energie.

All’ultima curva, il fantino Victor Espinoza ha cercato l’attacco decisivo, ma California Chrome non è riuscito ad esprimere la sua solita potenza. La vittoria, quindi, è andata a Tonalist, che ha superato Commissioner di una testa; il terzo posto è andato a Medal Count. California Chrome ha chiuso in quarta posizione, a pari merito con Wicked Strong.

 

Finita la corsa, sono iniziate subito le discussioni. Victor Espinoza ha confessato che California Chrome non era lo stesso cavallo di qualche settimana prima: già dalla partenza, aveva intuito che la corsa sarebbe stata complessa; sul rettilineo finale, California Chrome non aveva più energie.

Deluso dal risultato, il suo proprietario Steve Coburn ha pesantemente criticato il sistema della Triple Crown: Tonalist, non avendo preso parte né al Kentucky Derby, né al Preakness Stakes, era molto più fresco; ha anche affermato che la partecipazione al Belmont Stakes dovrebbe essere permessa soltanto ai cavalli che corrono sia il Kentucky Derby, sia il Preakness Stakes. Ovviamente, queste parole sono cariche di delusione.

Molti osservatori si sono chiesti se la Triple Crown sarà mai completata in futuro, tanto che alcuni di loro auspicherebbero addirittura un cambio di formato. Tuttavia, il fascino di questa competizione è la sua estrema difficoltà, visto che soltanto undici eccezionali cavalli hanno trionfato in tutte e tre le prove.

Vincitori della Triple Crown:

  • 1919 – Sir Barton
  • 1930 – Gallant Fox
  • 1935 – Omaha
  • 1937 – War Admiral
  • 1941 – Whirlaway
  • 1943 – Count Fleet
  • 1946 – Assault
  • 1948 – Citation
  • 1973 – Secreteriat
  • 1977 – Seattle Slew
  • 1978 – Affirmed

 

Post By Stefano Quaino (30 Posts)

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta