OKLAHOMA CITY THUNDER 117 – LOS ANGELES CLIPPERS 125
Il big match di giornata va in scena ad OklaHoma City dove i Thunder dopo la batosta subita giovedì ad opera di Miami perdono ancora contro una diretta concorrente. Partita dominata dagli attacchi dove le due squadre non hanno mai provato a difendere e alla fine a spuntarla sono i Clippers guidati da un sontuoso Jamal Crawford(36 pt.). Decisivo anche Barnes con i suoi 24 punti(6/10 da 3) e tripla doppia sfiorata per CP3(18, 12 assist e 8 rimbalzi). Ai Thunder non basta il solito mostruoso Durant(42 con 10 assist) che è arrivato in affanno al rush finale e non è stato aiutato da un Westbrook parso nervoso e troppo impulsivo che ha chiuso con un orrendo 3/13 al tiro, 20 punti per il terzo violino Ibaka.

 

MIAMI HEAT 93 – CHICAGO BULLS 79
 

Anche priva di James, Miami, continua la sua rincorsa al primo posto della estern conference vincendo con una grande prova corale contro una delle squadre più “hot” del mese. Partita tattica dove alla fine è venuta fuori la maggiore qualità degli uomini di Spolestra. Quasi tripla doppia per D-Wade che mette a referto 23 punti con 10 rimbalzi e 7 assist, sugli scudi anche Bosh che fa registrare una doppia-doppia di 23 punti con 10 rimbalzi, 12 i punti di Mario Chalmers a cui vanno aggiunti anche 9 assist e 5+5 di Oden che è partito in quintetto pur giocando solo 15’. Per i Bulls, sempre sul pezzo e disposti a sputare sangue c’è la consueta prestazione pazzesca di Noah(20+15) coadiuvato da un ottimo Gibson(20+10), serata nera invece per Augustin che chiude con 0/10 dal campo.

 

CLEVELAND CAVALIERS 83 – WASHINGTON WIZARDS 96
 

Brutta sconfitta per Cleveland che vede allontanarsi sempre di più il treno per i playoff. La squadra di Brown paga a caro prezzo un orrenda percentuale dalla lunga distanza(11%) e cede il passo a Washington che consolida sempre di più il proprio piazzamento tra le primo 8 della Eastern conference. A dominare la scena è John Wall che chiude con 21 punti e 9 assist, 17 sono quelli di Beal, 15 di di Ariza e 13 di Gortat a completare il quadro degli uomini in doppia cifra per i maghi. Prestazione opaca per Irving che 15 punti ma con ben 17 tiri presi, 17 per Deng ma frutto di un poco invidiabile 4/13, il più positivo è l’ultimo arrivato Hawes che chiude con una doppia-doppia fatta da 16 punti e 12 rimbalzi.

 

TORONTO RAPTORS 105 – ORLANDO MAGIC 90
 

Vittoria doveva essere e vittoria è stata per i canadesi che senza particolari affanni regolano i Magic rimangono saldi alla terza posizione della eastern Conference. Grandi protagonisti gli uomini del backcourt con Lowry che mette a segno 28 punti e Derozan che ne mette a referto 24. Bene anche Ross(15) e Johson(12). Per i Magic il miglior marcatore è un ottimo Harris(28) seguito dai 15 di Moore in uscita dalla panchina.

 

DENVER NUGGETS 95 – SACRAMENTO KINGS 108
 

Guidata dalle sue stelle i Kings dominano il terzo periodo(39-18 il parziale) e ottengono una buona in vittoria in casa di Denver che continua a scendere sempre più in basso. 33 punti per il piccolo Thomas, 31 con 11 rimbalzi per Rudy Gay e 27 per il big man Cousins che combinano per 92 dei 108 punti totali dei Kings. Per Denver si fanno notare Foye e Fournier che chiudono con 28 punti ciascuno.

 

PHOENIX SUNS 112 – HOSTOUN ROCKETS 115
 

Il secondo big match di giornata non delude le aspettative e regala agli appassionati un match divertente e ricco di capovolgimenti di fronte. Houston prova subito a far suo il match chiudendo il primo quarto avanti di 14 punti ma subisce la furiosa rimonta dei padroni di casa che chiudono i quarti centrali con un parziale di 77-53! Ma quando il match sembra ormai deciso Harden e soci mettono in campo il miglior basket della loro squadra raggiungendo un’ottima vittoria che gli permette di ripartite dopo la striscia di 8 vittorie consecutive interrotta giovedì nella trasferta di San Francisco. 25 per Howard, 23 per Harden, 20 per Beverly, 15 per Jones e 12 per Parsons che sono gli starters ma anche gli unici ad andare in doppia cifra tra i texani. Per Phoenix i migliori si confermano Dragic(35! Career high per lui) e Gerald Green(23), 21 anche per Kieff Morris in uscita dal pino.

 

LOS ANGELES LAKERS 102 – BROOKLYN NETS 108
 

I Lakers sprofondano all’ultimo posto della western mentre Brooklyn allunga su Cleveland e vede i play-off sempre più vicini. Primi due quarti controllati agevolmente dai Nets che poi riescono a spegnere i tentativi di rimonta dei giallo-viola. Prestazione d’altri tempi per D-Will che mette a segno 30 punti con 7 assist e 6 rubate, 25 per Pierce e 0 per Collisn che fa la storia essendo il primo giocatore omosessuale(dichiarato) della lega. Ai lakers non basta il losing effort di Gasol(22 e 11), Meeks(19) e Bazemore(17) partito  titolare per la prima volta in 3 anni di carriera.

 

PORTLAND TRAIL BLAZERS 108 – MINNESSOTA TIMBERWOLVES 97
 

Super Lillard guida Portland ad una gran rimonta ed infligge ai T-Wolves la sconfitta numero 29 in stagione. L’ex Weber State chiude con 32 punti, 22 e 10 rimbalzi per Batum e 14 con 18 rimbalzi per Robinson che si produce anche in quella che potrebbe essere la stoppata dell’anno. Per i Wolves solita aliena prestazione di Love che chiude con 31 punti e 10 rimbalzi ma poco aiutato dai compagni, con Barea(21) l’unico ad essere in grado di togliere pressione al 42.

Post By francescop (76 Posts)

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta