OKLAHOMA CITY THUNDER 112 – NEW YORK KNICKS 100

Kevin Durant continua a dominare la scena in assenza di Westbrook e così OKC ha la meglio su dei Knicks comunque combattivi ma traditi dalla pessima serata della loro stella. Partita combattuta per due quarti e mezzo, ma da fine terzo periodo OKC comincia ad allungare e i Knicks non riescono più a rispondere colpo su colpo. KD sfiora la tripla doppia chiudendo con 41 punti, 10 rimbalzi e 9 assist, 19 per un positivo Jackson, 16 per Ibaka e 12 per un Sefolosha in versione cecchino. Per New York 16 a testa di Stoudermire e Felton, 15(con 5/19 al tiro) per Anthony e 12 per un buon Chandler. 

LOS ANGELES LAKERS 86 – CHICAGO BULLS 92

 Chicago comanda dall’inizio alla fine e viola il campo dei Lakers che sembravano essersi ripresi con i ritorni di Nash e Blake. Partenza furiosa di Chicago che segna 34 punti nel primo quarto costringendo i Lakers a soli 23 punti, secondo periodo a basso punteggio e più equilibrato ma nel terzo quarto i Bulls piazzano l’affondo decisivo rendendo vano il tentativo di rimonta dei giallo-viola. Altra prova da vero leader di Noah che chiude con 20 punti e 13 rimbalzi, 18 per Gibson partito in quintetto al posto dell’infortunato Boozer, 17 di Hinrich e 15 di Augustin a chiudere il quadro degli uomini in doppia cifra di Chicago. In casa Lakers spicca la grande prova offensiva di Kaman che mette a referto 27 punti con 10 carambole, in doppia cifra anche Marshall(13 + 11 assit) e Jordan Hill(15 con 9 rimbalzi). 

BOSTON CELTICS 91 – DALLAS MAVERICKS 102 

5 vittoria consecutiva per Dallas che domina i quarti centrali e porta a casa una preziosissima vittoria in ottica PO. Ben 6 giocatori in doppia cifra per la squadra di Carlise. Il top-scorer è il solito Nowitzki(20), seguito da Calderon(18), Carter(14), Harris(12) e Ellis e Marion con 11 a testa. 37’ in campo per Rondo che flirta con la tripla doppia(15, 12 assist e 8 rimbalzi) e fa registrare l’assist numero 4000 della sua carriera, 18 per Jeff Green, 11 +12 per un impreciso Sullinger e 14 per la sorpresa Johnson. 

BROOKLYN NETS 93 – NEW ORLEANS PELLICANS 81 

Brooklyn ha la meglio in una brutta partita. Partenza forta degli uomini di kidd che vanno all’intervallo con ben 23 lunghezze di vantaggio, nel terzo periodo c’è , però, la reazione dei Pellicans che guidati da un furioso Davis si portano sul -11, ma nell’ultimo quarto i Nets controllano con esperienza e portano a casa una vittoria che consolida ulteriormente la loro settimana posizione ad est. Brilla il rookie Plumlee che segna 22 punti con 12 carambole coadiuvato da Anderson e Teletovic (13 a testa per loro). Ai Pellicans non serve l’ennesima grande prova di Davis (24 + 9), né i 12 di Roberts e nemmeno i 10 del partente Rivers. 

CLEVELAND CAVALIERS 91 – MEMPHIS GRIZZLIES 81 

Con un grande Overtime i Cavs hanno ragione di Memphis facendo registrare la seconda vittoria consecutiva dopo quella a sorpresa ottenuta venerdì sul campo di Washington. Attacchi arrugginiti e difese che la fanno da padrone per tutto il corso del match. A dominare la scena è un Kyrie Irving che sta tornando ai livelli che gli competono, il play ex-Duke chiude con 28 punti a referto coadiuvato dai Waiters e Miles che in uscita dalla panchina ne mettono, rispettivamente, 18 e 14. In casa Memphis buona prova di Calathes(17) e del sempre più sorprendente Johson(15), in chiaro scuro le prove di Gasol e Randolph. 

ORLANDO MAGIC 93 – INDIANA PACERS 92 

Orlando diventa l’ammazzagrandi della stagione, e dopo aver battuto i migliori della western(OKC) si ripetono a portando a casa una grande vittoria contro gli Indiana Pacers. George & Co. controllano agevolmente i primi 3 quarti di gioco ma a sopresa calano incredibilmente nell’ultimo periodo e subiscono un parziale di 29-18 che risulta fatale agli uomini di Voglel. Non bastano i 27 di George e i 16 di Stephenson ad oscurare un apporto nullo della panchina, dall’altra parte a farla da padrone è Victor Oladipo che chiude con 23 punti e risulta decisivo per la vittoria insieme a Vucevic (19 e 13 rimbalzi) che da quando è rientrato ha cambiato il volto dei Magic. 

WASHINGTON WIZARDS 93 – SACRAMENTO KINGS 84 

Dopo lo scivolone interno contro i Cavs, Washington si riprende subito e ottiene un importante vittoria contro i Kings. Wall e soci chiudono il primto tempo avanti di 12 e controllano agevolmente fino alla fine contro dei Kings parsi troppo imprecisi per poter impensierire la squadra della capitale. In doppia cifra per Washington ci vanno Nene(18), Gortat(17), Beal(16), Wall(12) e Seraphin(10). Per i King prova pazzesca di Thomas che chiude con 30 punti ma che non viene accompagnato da Gay e Cousins che insieme tirano 5/27 dal campo. 

LOS ANGELES CLIPPERS 123 – PHILADELPHIA 78 

Nel giorno del ritorno di CP3 i Clippers massacrano Philadelphia dominando sotto ogni punto di vista gli avversari. Primo quarto clamoroso con Los Angeles che chiude sul 46-15 mettendo già in ghiaccio la vittoria. Per il resto sarà solo garbage time con gli uomini di Rivers ch si divertono e fanno divertire arrivando a toccare anche i 56 punti di vantaggio. Il miglior marcatore è il solito Blake Griffin che chiude con 26 punti, 21 per Crawford e 12 per Collinson. Per i pessimi 76ers i “migliori” sono Young con 15 e Carter-Williams con 14.

Post By francescop (76 Posts)

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta