Pocket

dm_131215_Kings_Rockets_HighlightSACRAMENTO KINGS 106 – HOUSTON ROCKETS 91 

Grande prova di Rudy Gay, nella prima partita davanti ai suoi nuovi tifosi, che consente ai Kings di ottenere una vittoria prestigiosa contro i Rockets che arrivavano al match in grande forma dopo la vittoria di venerdì sul campo dei Warriors. Partita combattuta fino all’infortunio di Harden che, all’inizio del quarto periodo, soffre una leggera distorsione alla caviglia che lo costringe ad abbandonare temporaneamente la contesa. Al ritorno in campo l’ex-OKC ha difficoltà a rientrare nel match e segna solo 3 punti a fronte dei 22 messi a segno nella prima parte di gara. Per i Kings, oltre ai 26 di Gay, ci sono anche i 21 con 10 rimbalzi di Cosins e i 19 con 8 assist per Thomas. Per i texani buona prova di Parsons che chiude con 19 punti mentre non brilla Howard(13 e 10 rimbalzi per lui).

MEMPHIS GRIZZLIES 93 – MINNESOTA TIMBERWOLVES 101

Minnesota rompe la serie di 11 sconfitte consecutive contro i Grizzlies andando a vincere al fed-ex forum in una partita che ha visto assoluto protagoista, ancora una volta, Kevin Love. L’ex-UCLA domina la scena segnando 30 punti conditi da 9 rimbalzi e 4 assist. Primo tempo dominato dai T’Wolves che arrivano anche a 19 punti di vantaggio prima di subire la rimonta di Memphis che ad inizio quarto periodo si fa sotto ricucendo e arrivando a 2 punti di svantaggio. Decisivo ai fini del risultato finale l’infortunio di Conley(28 per lui) con poco meno di 4’ da giocare che taglia definitivamente le gambe a Memphis che vede allontanarsi sempre più un posto tra le prime 8. Ottima prestazione per Pekovic(19), discreto anche Rubio con 13 punti, dall’altra sponda ancora super Z-Bo che chiude con 20 punti e 12 assit. Ancora positivo l’apporto dalla panca di Leuer(15).

DETROIT PISTONS 109 – PORTLAND TRAILBLAZERS 111 

Portland continua a vincere e si conferma al comando della Western Conference. Nella partita più frizzante della domenica notte a prendersi tutti gli applausi è ancora Lamarcus Aldrige. Il lungo di Portland fa registrare l’ennesima doppia-doppia andando a referto con 27 punti e 12 rimbalzi. Match combattuto dall’inizio alla fine con le due squadre che non riescono a prendere un vantaggio significativo sull’altra, la logica conclusione di tutto ciò è l’overtime con un finale trhilling dove una gran giocata di Lillard sulla sirena regala ai Blazers un importante successo. 23 per il ROY e 18 per Batum a completare il terzetto dei Blazers, in casa Detroit straordinaria prova di Smitch che mette a referto 31 punti, 17 per Monroe e Stuckey mentre Jennings flirta con la tripla-doppia, 15 punti, 8 rimbalzi e 10 assist per lui.

OKLAOMA CITY THUNDER 101 – ORLANDO MAGIC 98

I Thunder restano perfetti tra le mura amiche vincendo la loro 12a partita consecutiva alla Chesapeake Energy Arena. Thunder che dominano per larghi tratti del match costruendo un vantaggio di ben 16 punti ad inizio quarto periodo. Da qui in poi però, sarà un monologo dei Magic, che tirano fuori l’orgoglio e mettono tanta paura a KD & Co. Ma una grande stoppata di Ibaka su Vucevic a 2’’ dal termine permette a Oklaoma di continuare la rincorsa alla vetta delle western conference. 28 e 9 rimbalzi per Durant, 20 e 12 assist per Westbrook e 16 di Lamb in uscita dalla panchina per OKC. Per i Magic oltre ai 25 di Afflalo , ci sono i 15 del rookie Oladipo e i 13 con 16 rimbalzi per Vucevic.

DENVER NUGGETS 102 – NEW ORLEANS PELLICANS 93

Dopo la shoccante sconfitta subita in casa ad opera degli Utah jazz durante la notte di venerdì, i Nuggets si riprendono subito e hanno ragione dei Pellicans grazie ad un terzo quarto in cui hanno costretto gli avversari a soli 16 punti segnati. Dopo un periodo di appannamento ritorna alla ribalta J.J. Hickson che chiude con 19 punti e 11 rimbalzi, stessi punti per Chandler, 12 con 8 assist per Ty Lawson e 14 di Nate Robinsons in uscita dalla panchina. Ai Pellicans non bastano i 26 di Anderson e i 17 di un Austin Rivers finalmente all’altezza della situazione.

PHOENIX SUNS 106 – GOLDEN STATE WARRIORS 102 

5a vittoria consecutiva per i Suns che continuano a stupire e, in una partita dagli alti contenuti tecnici, vincono anche contro i Warriors confermandosi come seri pretendenti ad un posto tra le prime 8. Partita bella dove a farla da padroni sono due dei migliori backcourt della lega. Bledsoe-Dragic e Curry-Thompson battagliano colpo su colpo regalando un gran finale agli amanti del gioco, questa volta però a Curry non riesce la magia già risucita contro Dallas e i Warriors vedono sfumare una vittoria che li avrebbe rimessi in carreggiata dopo la brutta sconfitta casalinga contro Houston. 24 con 8 rimbalzi e 8 assist per Bledose, 21 per Dragic e 20(5/7 da 3) per Frye in casa Suns. Per i Warriors altri 30 punti di Curry che non bastano, così come non bastano i 19 di Thompson ei 18 con 13 rimbalzi di David Lee.

Post By francescop (76 Posts)

Connect

One thought on “NBA – Sorpresa Kings contro i Rockets, Blazers inarrestabili

Commenta