Pocket

2-old-dog-new-tricks_pg_600Denver 51 at Dallas 48

Continua l’invincibile cavalcata dei Broncos ieri quasi ingabbiati dalla strepitosa prestazione offensiva dei Cowboys, ma un maledetto lancio di Tony Romo a due minuti dalla fine termina nelle braccia del LB Banny Trevathan regalando così una semplice posizione a Matt Prater per calciare il field goal che decide la partita.

Tony Romo gioca una partita fantascientifica fino a quando non commette l’errore fatale per i suoi: lancia 36 volte completando 25 passaggi, 506 yards e 5 td pass. Il rookie WR Terrance Williams riceve 151 yards e un td in appena 4 prese, Dez Bryant ben 2 e 141 yards, Jason Witten altre 121 con una marcatura e Cole Beasley mette a segno il quinto score aereo che a sette minuti dal termine poneva i Boys avanti 48 a 41. DeMarco Murray ottiene 43 yards e un rush td; la difesa subisce l’offense avversaria seppure Morris Claiborne abbia rimesso in corsa i suoi recuperando un fumble e piazzando un intercetto.

Peyton Manning non ferma la sua voglia di vincere lanciando 414 yards, 4 td e un intercetto: le marcature sono di Erick Decker, Wes Welker e due del sempre più decisivo Julius Thomas, autore pure di 122 yards in 9 prese. Il running game sostiene il passing game producendo con Knowshon Moreno 93 yards e uno score, poi ci pensa Prater a rimettere a posto le cose piazzando tre calci decisivi per l’esito della partita.

Denver continua la sua marcia, la musica non cambierà neppure settimana prossima contro i Jaguars. Dallas perde un’importante occasione per mettersi davanti alle rivali oltre a dimostrare di potersela giocare con avversari lanciatissimi come sono ora i Broncos; peccato che alla fine si debba fare sempre i conti con Romo, sfortunato a perdere l’equilibrio inciampando nel piede di un suo lineman, però ormai è diventato un fattore troppo negativo nelle partite che contano.

Houston 3 at San Francisco 34

Nel Golden State i Niners giocano una partita delle loro: concretezza e difesa. Colin Kaepernick lancia solo 15 volte con 6 completi per 113 yards e un importante td a Vernon Davis da 64 yards. Utilizzato prepotentemente il back field il quale produce 177 yards e due td: Frank Gore ne corre 81 con una marcatura e Anthony Dixon dà una mano andando a segno pure lui una volta. Tramaine Brock intercetta un passaggio e lo riporta in end zone e le secondarie svolgono un diligente operato in copertura.

Matt Schaub continua un momento non troppo allegro: completa solo 19 passaggi su 35 per 173 yards e ben 3 intercetti. Ci prova Arian Foster a salvare la baracca correndo 98 yards in 21 portate ma gli unici punti che arrivano sono del kicker Randy Bullock. Owen Daniels riceve 60 yards e la difesa concede troppo al duro gioco delle corse dei Niners, ieri assolutamente devastante. I Texans sono sul 2-3 e arrivano da tre sconfitte consecutive; sarà importante trovare forma e morale perché ora i Colts sono più di una preoccupazione.

San Diego 17 at Oakland 27

I Raiders cogliono una vittoria importante alle spese dei rivali Chargers. Terrelle Pryor gioca una buona partita lanciando 221 yards in un preciso 18/23, aggiungendo 2 td pass messi a segno da Rod Streater e Denarius Moore, quest’ultimo capace di ricevere 84 yards in 5 ricezioni. A chiudere la conversazione il piede di Sebastian Janikowski e l’intercetto riportato in touchdown da Charles Woodson.

I Chargers provano a ribaltare il 17 a zero del primo tempo seppure senza successo nonostante le 411 yards e 2 td di Philip Rivers, che però paga caro i 3 intercetti lanciati. Vincent Brown e Keenan Allen si fanno notare raccogliendo entrambi 115 yards più un td per il secondo, mentre Danny Woodhead, annullato nel running game, compensa ricevendo un td e 58 yards. Difesa sufficiente con 4 sacks messi a segno ma gli allenatori hanno ancora molto su cui lavorare.

Kansas City 26 at Tennessee 17

Alla pari dei Broncos ci sono i Chiefs nella Afc, ieri vincenti in casa dei Titans con un buon ultimo quarto dove hanno piazzato l’allungo decisivo. Alex Smith non gioca una gran partita lanciando 245 yards e un intercetto, ma ricambia dando una mano nel momento chiave dell’incontro; a trascinare l’attacco ci pensa Jamaal Charles, capace di correre 108 yards e un td in 22 portare, poi la difesa fa il resto recuperando un fumble nella end zone avversaria e piazzando due intercetti. Decisivo ancora una volta Ryan Succop con quattro field goal, due importantissimi alla fine.

Ryan Fitzpatrick non è di certo ai livelli di Jake Locker: completa 21 passaggi su 41, lancia 247 yards, un td e due intercetti oltre a correre 50 yards segnando una marcatura personale. Chris Johnson, reso inoffensivo dalla difesa Chiefs, piazza il guizzo che nel terzo quarto ha rimesso in gioco i suoi portando oltre la goal line un passaggio da 49 yards. Continua a crescere il talento di Kendall Wright con 74 yards in 6 prese mentre la difesa fa la sua parte però si paga la maggior concretezza offensiva dei Chiefs.

Jacksonville 20 at St Louis 34

Un ottimo secondo quarto dei padroni di casa porta il successo ai Rams, benedetti da una buona prova del QB Sam Bradford che lancia 222 yards e 3 td. Austin Pettis ne riceve due, l’altro lo sigla Lance Kendricks mentre gioca bene anche il running game che tra Zac Stacy e Darly Richardson porta a casa 143 yards seppure rimanga a secco di marcature. Importantissimo l’intercetto riportato in td da 82 yards da Matt Giordano nel momento in cui i Jaguars sembravano poter allungare.

Blaine Gabbert parte titolare lanciando 181 yards, un td e due intercetti, poi lascia spazio a Chad Henne che in 7 completi su 13 ottiene 89 yards e la soddisfazione di una marcatura. Torna dopo la squalifica Justin Blackmon e in sole 5 ricezioni guadagna 136 yards e un td, l’altro lo realizza Cecil Short III e nel back field si rivede Maurice Jones-Drew, il quale corre 70 yards in 14 portate. La difesa prova a contenere gli avversari, peccato che alla fine gli errori dell’attaccano siano troppi e il risultato scivoli in mano ai Rams lasciando a zero il casellino delle vittorie.

Carolina 6 at Arizona 22

I Panthers crollano in Arizona quando nel secondo tempo la difesa avversaria prende il sopravvento forzando quattro turnovers in totale permettendo così di compensare una brutta prova dell’attacco. Carson Palmer completa 19 passaggi su 28, lancia 175 yards, un td e subisce tre intercetti.

A spingere l’attacco dei Cardinals è il rookie RB Andre Ellington che tra corse e ricezioni porta a casa 86 yards; Jim Dray realizza il td su ricezione a partita ormai chiusa e Jay Feely realizza il field goal che spezza le speranze di rimonta avversarie. La difesa si galvanizza con il rientro di Daryl Washington, questo autore dell’intercetto che chiude la gara, piazzando anche 7 sacks.

Dopo un ottimo primo drive l’attacco dei Panthers non concretizza più niente e se non fosse stato per la difesa la partita si sarebbe chiusa ben prima del quarto periodo. Cam Newton lancia 308 yards e ne corre 25, ma commette 3 intercetti e perde un fumble anche se gran colpa va alla linea offensiva, apparsa in grave difficoltà specialmente sul lato sinistro. Greg Olsen riceve 79 yards e il back field ne produce 70 ma l’attacco rimane ancora troppo sterile.

In difesa l’intercetto di Luke Kuechly aveva aperto le speranze di sorpasso, Washington dall’altro lato le ha chiuse. In Carolina c’è poco da essere sereni.

Post By Federico Vedovelli (550 Posts)

Student, rugby referee, Carolina Panthers, NCAA Football, NBA, Radio Play.it. Affascinato da Twitter: CamFederico

Connect

4 thoughts on “NFL – Week 5 Results (1/2)

  1. I Jaguars sinceramente stanno falsando il campionato, andranno quasi certamente 0-16 e danno una vittoria automatica a ogni squadra che li affronta… settimana prossima Denver potrebbe anche segnare 100 punti

  2. E pensare che l’attacco dei Niners non ha brillato nonostante i 34 punti messi a segno, questo la dice lunga sulle potenzialità di questa squadra.
    Se la miglior difesa è l’attacco, beh i Broncos hanno capito tutto, ma quando si troveranno di fronte un offensive in forma (vedi Cowboys ieri) la vedo dura dato che la difesa è da rivedere.

  3. Sicuro, se la difesa resta questa appena trovano qualcuno che segna di più e li limita offensivamente potrebbero perdere. Diciamo che per ora sono della filosofia “chi segna di pi” ma questa non va bene nei play off

Commenta