Pocket

Washington vince gara1Rivalità vera tra Washington e New York. Comincia con un primo periodo giocato alla grande dai Capitals con un Ovechkin spettacolare a cui solo il palo nega il goal. Washington domina, crea di più e tira di più, ma come spesso succede in questi casi verso la fine del periodo sono i Rangers che insaccano grazie ad un tiro di Hagelin che non aveva nulla di pericoloso, ma che con una deviazione ha spiazzato un bravissimo Holtby.

All’intervallo forse Tortorella si fa sentire, perché i Rangers sul ghiaccio si sono trasformati e giocano a mille. Le parti si sono invertite e Washington subisce il gioco imposto da Nash & Co. Complici svarioni difensivi dei Capitals, il solito Holtby in serata salva le chiappe alla squadra. Poi un guizzo di Ovechkin in power play e’ servito a risvegliare i suoi, cattura un disco rimbalzante e lo manda alle spalle di Lundqvist: 31-esimo goal ai playoff della sua carriera, record di franchigia. Chiudono la partita due goal in 46 secondi  di Johansson e Chimera che fissano il risultato sul 3-1. Nulla cambierà nel terzo nonostante i Rangers ci provino fino alla fine.

Sembra che la parola all’ordine del giorno per Montreal fosse: Tirate. E i Canadiens hanno tirato, visto che 50 tiri di solito bastano per vincere una partita. Peccato che in porta per Ottawa ci fosse Anderson, che ha parato 48 di quei tiri, e ha ben protetto la sua porta per garantire la vittoria dei Senators. Senators che si portano in vantaggio nel primo periodo con Karlsson (tanto per ribadire che lui è un giocatore chiave in questa squadra e la sua assenza ha influito molto sulla posizione finale in classifica del team), vengono raggiunti e sorpassati nel secondo periodo da Bourque e Gallagher, e poi serrande abbassate nella porta di Anderson. Con questa sicurezza, i tre gol di Silfverberg, Methot e Latendresse traghettano Ottawa alla seconda partita con una vittoria.

Terminati il ciclo delle gare1 è tempo di tornare sul ghiaccio per gara2 per St.Louis, Los Angeles, Anaheim e Detroit.

A St.Louis i Blues confermano il fattore casa e si impongono nuovamente su dei Los Angeles Kings che non sono neanche la metà di quelli dello scorso anno. Durante il warm-up Quick esce dal ghiaccio e si teme per un infortunio, poi si presenta in porta al drop the puck. Che è successo? A quanto pare il giovane portiere dei Kings non se ne era andato per infortunio ma perchè era stizzito visto che non riusciva a parare i tiri di riscaldamento dei compagni. Un pagliaccio.

Anaheim e Detroit se la giocano a viso aperto. I Red Wings si portano avanti di 3 goal nel terzo e chi pensava che ormai fosse finita si è sbagliato di grosso. Comeback pazzesco dei Ducks che con Getzlaf, Palmieri e Ryan pareggiano e portano la partita all’overtime. Sarà poi Gustav Nyquist a fare la differenza al primo power play dell’extra-time e a chiudere la partita in favore di Detroit. Serie pareggiata e adesso si va nella bolgia della Joe Louis Arena. Sara’ dura per Anaheim recuperare quel punticino perso in casa.

Risultati 2 maggio 2013

Washington – NY Rangers 3-1 Serie: 1-0 Washington
Montreal – Ottawa 2-4 Serie: 1-0 Ottawa
St. Louis – Los Angeles 1-2 Serie: 2-0 St. Louis
Anaheim – Detroit 4-5 (OT) Serie in parità 1-1

 

Continua a seguire Hockey Night in Cividale su Twitter, su Facebook e da oggi anche su Flipboard.

Post By Hockey Night in Cividale (470 Posts)

HNC è il canale di Play.it interamente dedicato al mondo della NHL.
Podcast, news e cinguettii [ @RadioHNC ] per tenervi sempre aggiornati sull’hockey nordamericano e non solo.

Website: → Hockey Night in Cividale

Connect

Commenta