Pocket

Ancora tantissima carne al fuoco nel mercato estivo NBA: cominciamo con i fatti, a seguire i rumors.

Gli Houston Rockets hanno ceduto Kyle Lowry ai Raptors per una futura prima scelta: il giocatore, nonostante l’ottima stagione disputata, era caratterialmente incompatibile con coach McHale e gli è stata fatta cambiare aria. Avendo già perso anche Dragic, i Rockets hanno offerto a Jeremy Lin un quadriennale da 28 milioni, che però i Knicks quasi sicuramente pareggeranno.

Brandon Roy intanto, dopo aver ricevuto nuove ed innovative terapie per il ginocchio, sarebbe pronto a tornare: non a Portland però, bensi a Minneapolis. 2 anni di contratto per 10 milioni complessivi. I Twolves hanno anche fatto un’offerta per Nicolas Batum, restricted free agent sempre dei Blazers, per 4 anni e ben 45 milioni di dollari. Il giocatore ha già fatto sapere al GM dei Blazers che a Portland non vuole tornare, consigliando alla società di non pareggiare l’offerta, per altro elevatissimo se confrontata con quanto dimostrato finora dal giocatore in campo.

Infine, voci darebbero Jason Kidd – agente libero di 39 anni – in uscita da Dallas e in arrivo a New York, dove fra l’altro è di casa. Sarebbe una aggiunta molto interessante per una squadra disfunzionale come i Knicks, e un ottimo mentore per Lin.

Post By Max Giordan (990 Posts)

Max Giordan segue l'NBA dal 1989, naviga in Internet dal 1996. Play.it USA nasce dalla voglia di unire le 2 passioni e riunire in un'unico luogo "virtuale" i tanti appassionati di Sport Americani in Italia. Email: giordan@playitusa.com

Connect

One thought on “NBA – Houston cede Lowry e fa un’offerta per Lin, Roy e Batum verso i Wolves, Kidd verso i Knicks

  1. DUBITO CHE I BLAZERS NON PAREGGINO L’OFFERTA, CERTO è CHE SE LO FACESSERE SI TIREREBBERO IN CASA UNA BELLA GRANA E NON PER DUE SOLDI…VOI COME VEDETE IL FRANCESE NEL SISTEMA DI ADELMAN?

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.