Oklahoma City 98 – Miami 104

Con una tripla in isolamento contro Sefolosha a 2’54” dal termine, nonostante fosse evidentemente claudicante per un problema alla gamba (o al ginocchio?) Lebron James (26p 12 9a) trascina i suoi Heat ad un passo dal titolo, nonostante la prestazione monstre di Russell Westbrook (43p con 20/32 al tiro, 7r 5a).

Decisivi nel finale anche Wade e Chalmers, con 25p a testa, mentre deludono Durant (28p ma 9/19 al tiro) e soprattutto Harden (8p con 2/10 al tiro) che nel finale sbaglia tutto lo sbagliabile, incluso un layup in contropiede.

La serie sembra segnata, anche se c’è apprensione sulle condizioni fisiche di Lebron James, apparso molto dolorante a fine partita.

 

Post By Max Giordan (984 Posts)

Max Giordan
segue l’NBA dal 1989, naviga in Internet dal 1996.
Play.it USA nasce dalla voglia di unire le 2 passioni e riunire in un’unico luogo “virtuale” i tanti appassionati di Sport Americani in Italia.
Email: giordan@playitusa.com

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

27 thoughts on “NBA – Lebron eroico, l’anello è ad un passo!

  1. Serie segnata da fischi arbitrali a senso unico. Anche ieri notte, i grigi hanno invertito una quantità incredibile di fischi a favore di Lebron e compagni

  2. bravo gabriè. continuala a guardare con gli occhi italiani… il resto del mondo si gode un altro spettacolo…

    • Lo spettacolo onestamente io non l’ho visto. A me sembra una serie mediocre dal punto di vista della qualità del gioco.
      Le due squadre non hanno uno straccio di gioco offensivo, sono solo grandi individualità e grandissimi atleti.

      • Guido, perdonalo perchè non sa quel che dice!
        Scusa Gabriele… ma se fosse vera sto storia che queste due squadre giocano male, perchè arrivano in finale?
        Il problema è molto semplice, giocando in questo modo, nessuno è in grado di fermarli! Giocare una pallacanestro di squadra senza un leader, porta Milano a perdere contro Siena! Servono eccome i go to guy! Forse l’America ne abusa fin troppo, ma qui non parliamo di Gentile, parliamo di Lebron James, una forza della natura con il tocco di un ballerino!

        Le Finals sono uno spettacolo!
        Non perdetevi nel guardare altro… guardate l’essenza!

      • e da quando in qua le Finals sono sinonimo di bel gioco? suppongo tu abbia già visto altre finali di qualsiasi altro sport, suppongo anche che tu sappia che qualsiasi finale è sempre più tattica che spettacolare. i punteggi sono bassi e la partita spesso in equilibrio visto che si affrontano le più forti.
        ok c’è qualche eccezione ma in generale una finale non è esteticamente bella.

  3. Partite tutto sommato in equilibrio, la differenza la stanno facendo le piccole (non tanto piccole) cose nei momenti importanti, che determinano poi l’esito di una partita; e i Thunder stanno facendo troppi errori.
    Solo stanotte mi vengono in mente contropiede 4 vs 5 malgestito da Fisher, Westbrook che si palleggia sul piede sul +2, canestro di Chalmers che secondo me non si deve concedere con Lebron in panca, fallo si Chalmers quando mancano 4 secondi alla fine dell’azione. E poi schiacciata sbagliata da Harden, ecc ecc.

  4. La mia impressione è che entrambe le squadre hanno grossi limiti e che se di fronte avessero avuto altri avversari (o meglio, avversari di qualche anno fa), queste finali sarebbero già state archiviate…sui fischi arbitrali, io sinceramente mi reputo uno sportivo…non è che se uno critica un metro arbitrale allora deve essere per forza “italiano”…che James sia tutelato come superstar e anche di più non è una cosa nuova (basti ricordare la serie con Washington di qualche anno fa)…è ovvio che non c’è complotto, è ovvio che nessuno “si compra gli arbitri”, è ovvio che arbitrare la pallacanestro è difficilissimo, è ovvio che ci sono fischi e fischi (una cosa è un fischio dopo 20″ dall’inizio, una cosa è a 20″ dalla fine)…però secondo me è anche ovvio che in gara 2 James aggancia Durant e quello è fallo netto, così come in gara 3 il fallo che ha condizionato la partita di Durant è avvenuto su un tentativo di sfondamento su una penetrazione di James che aveva fatto quattro passi, due terzi tempi…ripeto, nessun complotto, è la tutela delle superstar che è una regola non scritta dell’NBA (e poi secondo me, anche in quel caso, c’è superstar e superstar)…però non è che si possono chiudere gli occhi altrimenti si è “italiani”…

    Aggiungo: non ho capito perchè i Thunder, con James zoppo in campo, non lo hanno attaccato una volta che fosse una…non dico che Sefolosha doveva prendersi tutti i tiri (e l’unico che si è preso era forse quello “sbagliato”), ma perlomeno essere coinvolto, farlo muovere in modo che anche James fosse costretto a muoversi…invece niente…inesperienza dei Thunder? Incapacità di lettura di Brooks? O di Westbrook?

    • allora caro mio mettiamo subito le cose in chiaro: o tu sei Flavio Tranquillo, o ti sei studiato la sua dialettica, perchè leggere questo commento è stato come sentire una telecronaca del suddetto, stesse parole, stesso tono….

  5. Ma basta dai… noi abbiamo socato quando Dallas ci ha massacrato lo scorso anno!
    Socate un po’ voi, perchè quest’anno tra LeBron e compagni non ce n’è!

    Maturità doppia rispetto a Okc e Durant che ha sempre fatto la voce grossa contro tutti negli ultimi quarti, viene soffocato da una difesa di Miami in modo incredibile!
    Harden è fuori giri da almeno un paio di partite…
    Ibaka non domina più l’area pitturata…
    Perkins è pressochè inutile…
    Westbrook fa le sue sfuriate ma perde sempre lucidità nei finali…

    MIAMI E’ PIU’ FORTE !!!
    Ha trovato quelle soluzioni “di squadra” che lo scorso anno non aveva…
    Chalmers con 25 punti
    Battier con le sue bombe
    Stanotte è entrato nella storia pure Norris Cole
    E poi nessuno ne parla… ma Bosh ha giocato delle Finali incredibili
    Lo scorso anno nell’ultimo quarto dovevi cercarlo perchè non sapevi nemmeno se era in campo
    Quest’anno nei momenti chiave, esegue pick and roll con Wade e Lebron… avercene!

    Socate gente… socate!

    • Ecco…l’atteggiamento del “socate”, questo sì è molto italiano…ridurre tutte le discussioni allo stile “ultras del calcio”…io non ho niente da “socare”…sto vedendo le partita da sportivo, chi vince vince a me non cambia niente, mi sto godendo alla grande queste finali…onore a Miami e a James (che, a parte qualche battuta a vuoto, sta giocando alla grande…non alla grandissima, perchè ancora certe scelte di tiro sono un pò “forzate”) quando vinceranno questo titolo…perchè dovrei “socare”?

      Che Miami sia più forte non lo so, forse sì forse no…che stia giocando meglio e con più maturità è evidente: sono avanti 3-1!!! Nel basket chi è avanti ha evidentemente giocato meglio, non siamo il calcio che può buttare una pedata da 20 metri, fai 1-0 e poi ti barrichi in area…anche questo atteggiamento è figlio della cultura calcistica: non c’è bisogno di sottolineare che una squadra sta giocando meglio quando è avanti 3-1…

  6. Tu hai scritto questo articolo stamattina dopo aver visto highlights e boxscore sul sito nba…parere mio..

  7. Io mi sono alzato alle 3 per vederla e sottoscrivo quello che ha detto Marco. A me non frega niente se vince Miami o OKC. Le guardo perchè mi piace il basket. Punto.
    Se poi volete dire che Miami è all’altezza di squadre che hanno vinto l’anello nel recente passato (senza scomodare Bulls, Lakers e Celtics negli anni ’80 e ’90) liberissimi di crederlo…

    • Non interpretate male il mio “socate”… intendo dure che è dura mandar giu,,, l’abbiamo fatto noi tifosi Heat lo scorso anno, fatelo voi tifosi OKC quest’anno, senza dire che giochiamo peggio o che gli arbitri hanno fatto male! tutto qui…

      Come si può capire dal mio Nick, anch’io sono amante della pallacanestro Showtime di Lakers o Celtics anni ’80… ma poi è arrivato Jordan!
      Dicevamo che senza play non si può vincere, e Phil jackson ci ha insegnato che con la triple offense, non serviva un play che mettesse in ritmo qualcuno… bastava giocare il sistema e vedere come si adeguava la difesa. Da allora sono folgorato dalla triangolo dei vecchi bulls e di quella dei nuovi Lakers…

      Ma poi è arrivato LeBron… è un altro decennio nuovamente… un’altra era.

      Ora per vincere, si deve fermare lui… per vincere contro OKC, San Antonio ha fatto cose stupende: le avete viste le finali di conference? San Antonio ha giocato una pallacanestro corale incredibile, ma poi nel quarto quarto, Durant usciva dalla cabina telefonica con il mantello e non c’era verso di fermarlo! 15, 16, 18 punti nell’ultimo quarto quando tutti erano stanchi! Allucinante!

      Miami invece gli ha chiuso la porta in faccia!
      E’ stata in grado di fermare questo suo dominio fisico… come? mettendogli contro un fisico ancor più forte!
      Per questo dico, guardate l’essenza! Lebron con i crampi? Vuol dire che anche lui ha dovuto dare tutto per fermare Durant!

      Certo è che se Phil Jackson allenasse Lebron e i Miami giocassero la triangolo, tutti saremmo più felici!

      Forse sarà la nuova evoluzione…

      E poi adesso smettetela: pensare a Magic in contropiede che serve Worthy mi mette ancora la lacrima al cuore!

      :-)

  8. nell’attuale NBA nn c’è squadra piu forte di Miami. OKC senza un secondo violino serio nn vincera mai l’anello.. il vero scandalo è che vince l’anello una delle squadre peggio allenate della lega,a differenza che siamo in una lega dove la tattica è a dir poco secondaria.. se poi hai lebron diventa terziaria,quartaria e quintaria..

    • Quoto in pieno… anzi rilancio!
      Titolo o non titolo, Spoelstra è da cambiare.

      Con un signor allenatore, questi fanno un balzo in avanti che gli permetterà di arrivare alle Finals per i prossimi 6/7 anni… forse non le vinceranno tutte, ma questi non smettono più se vengono coadiuvati da una panchina di livello!

  9. Miami non è più forte di OKC non diciamo minchiate, è solo più esperta, i Thunder sono la squadra che se così rimane dominerà i prossimi dieci anni di NBA, ma prima deve fare esperienza, il che vuol dire anche perdere le finals da favoriti.

  10. Io penso che Oklahoma City, per essere davvero la grande favorita, avrebbe bisogno che uno dei due lunghi sia più consistente…Ibaka e Perkins stanno mostrando i loro limiti…sembra banale dire che con X o Y al posto di uno dei due probabilmente vincerebbe Oklahoma City, ma secondo me è vero…

  11. Wade dwayne Wade!! Se gira lui non ce ne’, ne per KD WESTB….. o Barba. -1 ( F T F R T) LBJ

  12. Westbrook ne ha fatti 43 perchè Miami voleva che ne facesse 43.. Ha preferito limitare Harden, il vero playmaker dei Thunder, lasciando gli 1 contro 1 a Westbrook, evitando però che OKC arrivasse a canestri semplici o mettesse in ritmo i lunghi

  13. A mio parere la vera differenza di Miami rispetto alle finali dell’anno scorso é il fatto che nei finali di partita é Wade ha portare palla.
    Sugli arbitraggi concordo con Marco sul fatto che ci sono stati degli errori decisivi che hanno sicuramente influito anche se nel complesso di queste prime 4 partite ritengo che Miami abbia giocato meglio e letto meglio le varie situazioni presentatesi in partita.

  14. Dai ragazzi. Piantiamola. Che siate haters o lovers, pro miami o contro miami, è inutile. Anche io sono un haters, di quelli pesanti, ma Lebron sta giocando dei playoff da panico. Ed è un dato di fatto. Che le finals facciano storicamente cagare come spettacolo non è una novità. Si vuole vincere, non fare una bella cosa. Ci si diverte sempre se la serie è in equilibrio, ma a meno che non ci sia una palese differenza su ogni piano (finals cavs spurs del 2005), le finals non danno spettacolo. Sono partite tattiche, vinte più in pre partita che altro. E che ci siano sproporzioni arbitrali è normale. I grigi hanno sempre fischiato più verso un lato o un altro, è il brutto del gioco, ma di esempi ce ne sono, e sono palesi (finals di conference a ovest del 2002 anyone?). Quindi non meniamola troppo. Magic ha ragione su una cosa, il gioco d’oltreoceano si modifica. Quindi basta menarla. Godetevi i miracoli di uno che odio.

    • “Godetevi i miracoli di uno che odio”
      Diamogli un riconoscimento a questo ragazzo… “Miglior frase in un post” ?!?

      Grande Dicko… hai perfettamente capito cosa intendevo… e se lo hai fatto da Hater vale doppio!

  15. grande miami, immenso lebron, grandi le due support stars, grandi gli altri del supporting cast minore, grande pat, e grande erik…
    lebron mvp + mvp finals…
    difesa miami scioccante

Commenta