Boston @ Miami 115-107
Cosa vi avrebbe detto un appassionato medio se gli aveste pronosticato dei C’s simili a questo punto della stagione pochi mesi fa? Improbabile. I verdi continuano a rimandare la loro data di scadenza ed espugnano meritatamente l’American Airlines arena. Il parziale decisivo è il primo, in cui Garnett e soci vanno addirittura sul +17, merito di una corta ma proficua rotazione. Allen off the bench lascia spazio ad un buon Bradley ed al solito Rondo (d-d da 18+15), mentre Pierce e KG combinano per 51 punti tirando con percentuali illegali.
Miami si affida as usual ai “two and a half man” (69 in 3) e ad un buon Chalmers (18 con 3/5 dal perimetro) ma la panchina dà sempre un apporto troppo marginale.

Orlando @ Washington 85-93
Se Howard non c’è i Wizards ballano. Senza il numero 12 e un sempre più acciaccato Turkoglu i Magic perdono anche nella capitale. La gara è combattuta fino alla sirena ma Orlando non pare mai veramente in grado di poter vincere, anche perchè a Washington gli addii di McGee e Young sembrano aver spalancato le porte a Seraphin (d-d da 24+13) e Crawford (21 con 18 tentativi). Big baby Davis piazza una doppia doppia da 12+10 ma l’accoppiata con Anderson è troppo soft anche per la NBDL..

Charlotte @ Cleveland 90-103
I Bobcats suonano la tredicesima terribile sinfonia consecutiva in una gara VM18 alla Quicken Loans.
Sostanziale equilibrio per i primi tre quarti, poi i Cavs mettono il turbo e il parziale (21-6) di inizio ultimo quarto decide la gara. Un super Lester Hudson riesce a non far rimpiangere Irving, coadiuvato dal redivivo Parker. A Charlotte non bastano al solito gli assoli dei suoi tre violini ( 57 dei 90 totali per Augustin, Walker e Henderson).

Philadelphia @ New Jersey 107-88
I Sixers risorgono dalla crisi (L4) e tengono coi denti l’ottava piazza (per loro fortuna sui non entusiasmanti Bucks).
Il breve wind of change nella New Jersey post-trade aveva probabilmente illuso i tifosi Nets, ma Williams continua a predicare nel deserto (solo Humphries risponde presente con la solita d-d da 20+10) e basta una super prova della panchina ospite per decidere la gara: Lou Will (20+8+5 e sempre più Sixth man of the Year), il redivivo Hawes e Taddeus Young (19+8 per entrambi) combinano per 58! punti e indirizzano il match a cavallo dell’intervallo.

Sacramento @ Dallas 100-110
Dallas si risveglia dal torpore e affossa i derelitti Kings. 6 uomini in doppia cifra e una rotazione lunghissima (12 attivi) bastano a sopperire alla non entusiasmante prestazione di Nowitzki (15 con 4/14 al tiro). Marion si candida a MVP della gara con una solida d-d da 10+14, ma dall’altra parte continua a dimostrare lampi dominanti un sempre più concreto Cousins (altra spaventosa doppia doppia da 25+18). Thornton,Thomas e Evans si spartiscono equamente 58 punti ma i Mavs vincono la gara a rimbalzo (56-40) e sulle seconde occasioni (20-10).

New York @ Chicago 86-98
I Bulls si prendono una rivincita dopo il Melo-show domenicale e consolidano la prima piazza assoluta.
Le assenze da ambo i lati (Rose, Lin e Stoud) azzoppano la gara: a Chicago è decisivo il ritorno di Hamilton (20 con 7/14 dal campo) e un lampo di vero Deng (d-d da 19+10). Per i Knicks ancora inarrestabile Anthony (29 con 19 tentativi) ma c’è poco oltre la solita doppia doppia (10+15) di Chandler. Turning point della gara nel secondo quarto, quando NY tira malissimo dal campo (4/22) e Chicago scappa con un 11-2 firmato Brewer e Lucas.

Post By Niccolò Coveri (44 Posts)

“It’s just giving people opportunities..”

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

80 thoughts on “NBA – Boston corsara a Miami, Chicago si vendica sui Knicks

  1. Wade non era al meglio, comunque fa sempre piacere batterli, e dopo aver giocato una pallacanestro corale di squisita fattura ( ho visto solo i primi due quarti). Stiemsma ormai sta diventando un signor giocatore come del resto Bradley, miracoli alla Popovych per il Doc e pure Pavlovic sembra rinato. Non spremiamoci troppo in queste ultime partite, tanto ormai il quarto posto e’ assicurato e nei playoff potremo divertirci un po’. Let’s go Celtics.

    • Ciao Michele tu che segui molto + di me i verdi come vedi Garnet ultimamente??? dalle poche immagini che vedo e dai reseconti che leggo sembra tornato discretamete in forma

  2. Sempre più convinto che ai playoffs questi celtics è meglio non incontrarli. L’ho detto qualche settimana fa ed ora sono sempre più convinto. La mia sensazione è che nessuna sfida sia ad est che ad ovest possa finire con uno sweep, ma che anzi ci possa essere qualche colpo di scena.

    Ad est oggi sarebbe:
    Bulls – Knicks
    Miami – Phila
    Indiana – orlando
    Boston – Atlanta

    Non vedo nessuno sweep in arrivo, poi chiaro che le cose possono cambiare molto da oggi, fino all’ultima gara di rs: i 76ers possono riprendere i giri, e i magic potrebbero rimettere la testa a posto, forse facendo in modo che howard e svg finiscano la stagione in modo professionale.

    • ho la sensazione che i celtici arrivino almeno in finale di conference…gli vedo in forma come non li vedevo dal 2010….. occhi ai verdi

  3. Ho visto Heat-C’s! come giocano i verdi… Rondo è semplicemente pazzesco… ha una visione di gioco e una facilità di arrivare all’assist che NESSUNO, nemmeno CP3 e Nash in questo momento hanno… è un piacere vederli giocare ora come ora!
    A Est sembrava già data per scontata una finale Heat-Bulls e per quanto allo stato attuale delle cose sia una possibilità assolutamente concreta non credo che Indiana,NY e Boston si lascino asfaltare… sarà una battaglia arrivare fino in fondo… sarà quel che sarà ma questi PO promettono davvero alla grande!

  4. da tifoso lakers ammiro i verdi e spero facciano strada nei playoff.. a differenza dei lakers quasti anche quando hanno eprso mi han sempre dato la sensazione di aver dato quanto avevano in corpo… a differenza dei lakers..

  5. C’è stata una differenza di fondo in questa partita, la testa con cui sono entrati in campo i verdi ha fatto nettamente la differenza al di là dei valori tecnici.

    Grandissimo Rondo.

  6. Ora non è il caso di sbilanciarsi troppo ma se penso a come sono arrivati i Celtics ai playoff l’anno scorso qualcosa mi dice che quest’anno le cose andranno molto diversamente. Non è solo la vittoria di stanotte (partita sostanzialmente dominata come quella di due settimane fa), è dal dopo ASG che stanno giocando benissimo, hanno battuto squadre in salute come Indiana, appunto due volte Miami e con gli Spurs al completo hanno perso solo di 1. Garnett sembra ringiovanito di due anni ed è interessante la mossa di Allen in uscita dalla panca alla Terry. Bradley da loro ottima difesa e riesce a star dietro a Rondo in campo aperto.

  7. Immagino i 3 di Miami che fanno la sigla di “2 and 1/2 men” :p

    Qualche nota sparsa sulla nottata:

    1) Non dirò mai più mezza parola su Evan Turner: adesso è stato messo in panca con la giustificazione di “fargli portare palla maggiormente con la second unit”, ormai si fatica a dargli una dimensione;

    2) Orlando senza Howard è più che penosa! Con quale coraggio si nomina la parola “championship” quando senza di lui non si batte manco Washington? Terribili…;

    3) Di Avery Bradley si pensava che difendesse molto meglio di quanto attacca: forse gli hanno chiesto pure di attaccare, visto che lo fa benino (l’inverso di Roberto Carlos nel post-Inter) e adesso i C’s si possono permettere Ray Allen come sesto fin quando gli andrà. Peccato per il nulla totale come riserva dei lunghi (Stiensma a parte);

    4) Una franchigia con D. Williams – M. Brooks – Wallace – Hunphries – B. Lopez come starting five quanto è scalcagnata davvero??

  8. Ma Noah cos’ha? Zero esplosività, zero intensità…boh? Non fosse per i capelli si faticherebbe a riconoscerlo.

  9. Nella western gli accoppiamenti sarebbero questi:

    OKL – DEN
    SAS – DAL
    LAL – HOU
    LAC – MEM

    A parte i thunders e in parte i lakers, è davvero difficile fare pronostici.

    I celtics stanno arrivando ai playoffs con pierce, garnett e rondo in super tiro:

    KG nelle ultime 30 gare ha viaggiato a circa 17+9, ovvero i numeri più alti dalla sua prima stagione a boston.

    Rondo nelle ultime 24 gare ha viaggiato a 13 ast di media ed è tornato a dettare i ritmi come nessun altro sa fare. Il problema di rondo è il tiro. Lo è stato, lo è ora e temo che lo sarà in futuro. Il problema è che un paul può fare se vuole gli stessi assit di rondo, ma con % nettamente superiori da ogni parte del campo. Nash idem, e stiamo parlando di un 38enne. Per deron vale lo stesso discorso. Poi a me il senso di dominio che riesce a dare rondo, non me lo da nessun dei citati, ma l’incapacità al tiro la paghi carissima quando conta. Potrebbe divantare vittima di una sorta di hack a shaq, dato che le sue % ai liberi sono simili.

    Paul pierce: anche lui dal dopo all-star game sta registrando le migliori stats dal 2008, il che fa ben sperare per i playoffs. Non teme nessuno e con lui+kg+rondo+allen dalla panca questi celtics sinceramente possono arrivare molto in alto.

  10. hai visto tu che casualità?? quando i C’s vincono michele è sempre qui pronto a commentare e compiacersi,un consiglio: magari quando dibatti con gli altri leggiti bene quello che viene scritto al posto di polemizzare per ore sostenendo le stesse cose della persona che confronti….devo dire che mi aspettavo la vendetta di Chicago nel re-match….

  11. Presto per fare certi discorsi, ma ci sono un paio di opzioni per le finals che mi piacerebbe vedere:

    Heat vs Thunders (KD vs james – westbrook vs wade)
    Boston vs Spurs (Sì, un sogno vedere in finale Kg vs Duncan, gino vs allen e rondo vs parker)
    Lakers vs Boston ( un classico)
    Heat vs Lakers ( Lebron vs Kobe, ovvero Il più grande duello mai andato in scena)

    Spero almeno una di queste, ma come tutti sappiamo, niente e nessuno potrà evitarci Hawks vs Houston. Pazienza…

  12. Qualcuno mi può aiutare a chiarirmi in dubbio in ottica PO?

    Ho ben chiaro che le posizioni dalla 1 alla 4 nella griglia vengono date alle 3 vincitrici di division più la non-vincitrice di division col miglior record, e che queste 4 squadre vengono poi ordinate in base al record complessivo; ma per il fattore campo nelle serie come funziona??

    Perché per esempio, allo stato attuale, Boston, che entrerebbe nella griglia PO col numero 4, ha un record peggiore di Atlanta, numero 5: chi avrebbe il fattore campo a favore? Boston che ha un numero migliore come ranking per la griglia PO, o Atlanta che ha un miglior record di stagione regolare? E poi, nei turni successivi, come funziona??

    • le posizioni nella griglia dipendono soprattutto da chi vince le division,hanno sempre la priorità e una posizione più alta rispetto anche a chi con più vittorie è secondo o terzo nella propria divisione…

  13. Ieri siamo stati mangiati da Chicago a rimbalzo, ne hanno preso una miriade in attacco e a me Noah è piaciuto.
    Chandler era un po soletto sotto canestro. A fine primo tempo ho visto Amare allenarsi bene, spero in un rientro repentino.
    Più che in un Melo stratosferico (che sono fini a se stessi tutti sti punti che fa) per battere chicago bisogna sperare di avere una percentuale da 3 oltre il 40% e un JR SMith che non faccia schifo quando entrano le seconde linee.
    Il barone è alla frutta.
    Nei playoffs sarebbe meglio trovare Miami secondo me.

    • New York può pescare chi vuole, Miami o Chicago non fa grossa differenza. 4-0 o 4-1 (se Melo infila un quarantello e Rose non è al meglio come l’altra sera).

      • no no cambia tutto tra chicago e miami, la prima è squadra e ci demolisce dove siamo tendenzialmente forti…con miami si farebbe una serie piu competitiva.

  14. Boston è d stopicciarsi gli occhi per come gioca. E se Garnett resta questo, io un pensierino per le finals ce lo farei.
    @ Maicol Filips delle finali proposte io vorrei tanto Celtics-Spurs.

  15. Boston vs San Antonio, sarebbe la degna chiusura di un ciclo per tanti “vecchiatti” che hanno fatto la storia della nba nell’ultima decade.

    Garnett – 35 anni
    Ray Allen – 36 anni
    Paul Pierce – 34 anni
    Tim Duncan – 35 anni
    Manu Ginobili – 34 anni
    Tony Parker – 29 anni
    Stephen Jackson – 34 anni

    Penso sopratutto a Garnett vs Duncan, personalmente ha quasi lo stesso appeal di un Kobe vs Lebron.

    • Boston-Spurs sarebbe una finale veramente bella da vedere,tra 2 squadre che esprimono una pallacanestro di squadra ottima,chiaramente il peso dei solisti è indiscutibile ma vedendo come giocano certe altre squadre questa sarebbe un lusso,eccellente chiusura (o quasi) di carriera per alcuni di questi giocatori…comunque vedo messi molto meglio gli Spurs rispetto ai verdi come chances di andarci davvero in finale…

  16. Kobe bryant è un giocatore finito.
    anche dwayne wade è un giocatore finito.
    shaq è un giocatore finito.

  17. KEVIN GARNETT…..CHE PARTITA ECCEZIONALE DI UNA CARRIERA ECCEZIONALE DI UN GIOCATORE ECCEZIONALE….GRINTA, TECNICA, ATTACCO, DIFESA,STILE, CUORE E FREDDEZZA QUANDO CONTA….STREPITOSO

  18. 1vs1 Duncan-Garnett…. è il Basket. Sarebbe veramente favoloso. Ci credo poco per entrambe

  19. Prova 2

    Bravi Celtics.
    Vittoria Mavs col fiatone.
    Knicks che perdono, sai che novità.
    Stasera Bucks-Knicks
    Sixers con una W importante

    Postare diventa difficile.

  20. Oggi non si può postare un commento decente. Pazienza. Quella volta che volevo elogiare i Celtics e Korver, niet, nada.

  21. x conto mio i celtics in una ipotetica serie playoff se la potrebbero giocare giusto con i bulls ma non con gl’heat.. in un area presidiata da stiensma (!) lebron e wade ci entrano quando e come vogliono.. anzi nell’accoppiamento attuale con atlanta darei x favoriti gl’hawks..

    spero che anche quest’anno qualcuno si prenda la briga di raccogliere i pronostici x i playoff.. sarebbe un peccato..

  22. alert, come fai a essere così superficiale? Knicks che perdono sai che novità, neanche fossimo i bobcats….non mi pare che ultimamente l’associazione ny sconfitta fosse così di moda…proprio superficiale e prevenuto.

    • Non sono superficiale. Semplicemente i Knicks sono una squadra che gioca allo stesso modo. Che sia D’Antoni o Woodson a guidarli non cambia molto. Perchè, se pensi che questi siano migliorati nel gioco, ti sbagli. Se oggi vincono un pò di gare di fila, come accadeva anche con Mike, è solo perchè non stanno giocando contro il coach.

      Squadra fatta male, che ha un allenatore come Woodson, che non può far altro che farli correre e dare a Melo carta bianca. Se difendono è solo per Chandler e Shumpert. Il resto sono dei telepass imbarazzanti. Ieri hanno perso facendo fare il fenomeno ad Hamilton (giocatore che apprezzo) e a Korver. Il tutto senza Rose che è pieno di acciacchi.

  23. continuo a pensare che x le finals dall’est uscirà al 99% MIAMI mentre x quanto riguarda l’ovest la cosa è un po più complicata.. in ordine di preferenza vedo THUNDER,SPURS,GRIZZLIES,LAKERS le candidate x vincere la conference..

  24. pronostici della serata
    Phi-Tor – Phi
    Ind- Cle – Indiana
    Atl – Celtics – Atlanta
    Ny – Mil – Ny (gara fondamentale per i PO)
    Suns – Men – Men
    Kings – Nola – Kings
    Jazz – Hou – Jazz
    Lac – Okc – Okc
    Lal – Sas – Sas
    Min – Denver – Denver
    Gsw – Portland – Gsw

    • pronostici della serata
      Phi-Tor – Phi
      Ind- Cle – Indiana
      Atl – Celtics – Celtics
      Ny – Mil – Ny
      Suns – Mem – Mem
      Kings – Nola – Nola
      Jazz – Hou – Hou
      Lac – Okc – Okc
      Lal – Sas – Sas
      Min – Denver – Denver
      Gsw – Portland – Portland

      San Antonio-Lakers prevedo un +30 per i neroargento dato che Kobe sarà ancora out. Non hanno mezza chance di vincere con la sua assenza e con i tre amigos belli riposati.

  25. che tristezza vedere VC avere campo libero,andare su fiacchissimo per il layup e non prendere manco il ferro (!!)…qualche anno fa avrebbe preso il volo dalla linea del tiro libero e devastato il ferro…vabbè il tempo passa per tutti

  26. Scusate l’off topic… Devo comprare la maglia di Nash.. Che colore mi consigliate: arancione, purple o bianca??….

  27. Miami se incontra chicago nella semifinale rischia di non arrivare nemmeno in finale…malissimo la panchina degli heat e non hanno un centro decente, li vedo abbastanza male sempre che i tre amiconi non siano al top e sparino percentuali illegali per buona parte dei PO.

    Boston potrebbe essere la sopresa della conference i vegliardi sembrano finalmente ver ingranto e sta trovando dalla panchina molte forze nuove che sinceramente non mi sarei mai aspettato

    • Come fà Miami a incontrare Chicago in semifinale se sono dalle parti opposte del tabellone?!!

      • infatti miami e chicago sono gia’ certe di essere le prime due teste di serie, non si incontrano prima della finale di conf…e chi vuole arrivare alle finals dovra’ eliminare entrambe.

  28. @onic76

    e’ un ottimo garnett, lo spostamento a pivot sembra avergli fatto bene e ha pure trovato un cambio affidabile in stiemsma ( chi l’avrebbe mai detto che un ventisettenne alla prima stagione NBA avrebbe fatto cosi bene).

    in generale celtics molto positivi, penso che ai playoff faremo molto bene. ringrazio chi vede i verdi in finale, ma secondo me miami e chicago in una serie best of seven partirebbero favoriti. pensiamo intanto a passare il primo turno e a non stancarci troppo in questo finale di rs ( gia’ stanotte b2b con atlanta)

  29. sempre pieno di simpaticoni sto blog?? guarda caso il frillo ha preso TD e il mio giocatore preferito…

  30. l’nba è popolata da giocatori finiti.

  31. Eheheheh +30 per i nero-argento.. Che gioco era 2k11 o 2k12 ?
    Bando agli scherzi, bynum non sarà un giocatore continuo ed ha poca testa ma se non fosse per le ginocchia di cristallo questo in campo si sente eccome..
    Ora e’ da vedere se gli spurs erano in sciopero o no ma subire in casa un passivo di 30 rodmans dovrebbe far preoccupare un attimino il pop.

    • damn, mi hai rubato le parole di bocca!

      cmq sicuramente serata particolare, TP 2-12..ciò non toglie che tra i due team non ci sia poi un abisso (ammesso che a LA accendano tutti il cervello, cosa tutt’altro che scontata)

  32. Bhe’ zotal stavolta il frillo c’ha colto… Senz’altro duncan e garnett sono molto più finiti di me.

  33. non male arrivare in ufficio aprire il sito nba immaginando una sonora sconfitta e invece leggere del tuo centro che prende 30 rimb e che vinci a san antonio senza kobe…
    ne dovremo giocare altre due contro di loro a brevissimo,vediamo un pò come va,queste partite ti fanno venir voglia di crederci a qualcosa di bello anche perchè credo che nella testa dei losangelini ci sia da rimediare uno sweep quanto mai vergognoso dello scorso anno.
    ora si inizierà a dire ma con kobe come sarebbe andata?

  34. La vittoria dei lakers si può riassumere con una statisticha: Andrew Bynum 30 rimbalzi vs San Antonio Spurs 33. Non la puoi vincere MAI se un giocatore prende gli stessi rimbalzi dell’intero roster avversario.

    Altre gare importanti, i knicks vincono una gara assolutamente importante contro i bucks, e ancora una volta melo si mette in luce.

    Okl-Lac: Paul finisce la gara con un canestro nel finale. Gara in cui durant e westbrook tirano male, non so se a causa delle difesa o per una questione di giornata storta.

  35. Beh, io dico che la W Lakers è molto, mooolto merito di un Artest versione Kobe (anzi meglio, viste le percentuali di tiro…)

Commenta