Utah 96 – 105 LA CLIPPERS

Jazz: Al Jefferson 26p.; PAul Millsap 18p. 9r. 5a.

Clippers: Chris Paul 26p. 6a. (10-14); Blake Griffin 24p. 8r. 6a. (10-16)

 

New Orleans 85 – 88 LA LAKERS

Hornets: Jarret Jack 18p. 10a. (7-20, 1-3 3pt.); Jason Smith 17p. 10r. (8-17); Marco Belinelli 8p. 3r. 3a. (3-12, 1-4 3pt)

Lakers: Pau Gasol 21p. 11r. 3a. 2st. (8-14); Andrew Bynum 19p. 10r. 2st. (7-10); Ramon Sessions 10p. 10a. (4-8); Kobe Bryant 11p. 3r. 5a. 3rub. (3-21, 1-8 3pt. con la tripla della vittoria a 20 secondi dal termine).

 

Charlotte 107 – 110 DETROIT (1OT)

Bobcats: Byron Mulles 20p. 10r.; Reggie Williams 17p.; D.J Augustin 16p. 8a.

Pistons: Tayshaun Prince 24p. 8r. 4a. (11-21); Jonas Jerebko 18p. 6r.; Greg Monroe 16p. 10a.

 

Cleveland 75 – 91 NEW YORK

Cavaliers: Antawn Jamison 13p. 7r. (5-15); Alonzo Gee 12p. 7r.

Knicks: J.R. Smith 20p. 9r. 5rub. (8-15, 3-7 3pt); Carmelo Anthony 19p. (7-14); Tyson Chandler 14p. 12r. 3st

 

Atlanta 90 – 95 PHILADELPHIA

Hawks: Josh Smith 34p. 9r. 5a. (12-18); Joe Johnson 15p. 5r. (7-13)

76ers: Elton Brand 25p. 10r. 5a. 3st. (10-12); Andre Iguodala 18p. 8r. 4a.; Jrue Holiday 9p. 8r. 6a.

 

MEMPHIS 99 – 95 Milwaukee

Grizzlies: O.J. Mayo 24p. (6-15, 10-10ft); Rudy Gay 17p. 10r.; Marc Gasol 13p. 15r.; Marrese Speights 10p. 10r.

Bucks: Brandon Jennings 24p. (9-19); Ersan Ilyasova 20p. 16r.; Monta Ellis 8p. 4r. 5a. (2-12)

 

Indiana 103 – 112 SAN ANTONIO

Pacers: Danny Granger e Paul George 18p., David West e Roy Hibbert 15p.

Spurs: Tim Duncan 23p. 11r. 2st. (7-16); Tony Parker e Manu Ginobili 18p. e 5a. a testa

 

NEW JERSEY 111 – 99 Sacramento

Nets: Anthony Morrow 24p. 5r. (6-11 3pt); Deron Williams 19p. 15a.; Gerald Wallace 18p.; Kris Humpries 14p. 12r.

Kings: Tyreke Evans 23p. 6r. 5a. 4rub.; DeMarcus Cousins 14p. 9r.

 


Post By Giuseppe TJ Vallone (46 Posts)

Laureato in Legge, appassionato di basket e fotografia, guardo la vita attraverso un obiettivo e con la palla a spicchi in mano…

Twitter: @peppevallo
Facebook: www.facebook.com/PHeppevallo

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

92 thoughts on “NBA – Vincono Spurs, Knicks e le due losangeline

  1. I Nets vincono! Secondo il GM loro erano interessati a Davis, Gilchrist e Robinson. Quindi non avendo la possibilità di arrivare alle prime tre scelte, vincono per dare ai Blazers la peggiore possibile. Quindi il loro intendimento è quello di avere spazio salariale, Wallace e una scelta dai Rockets per convincere Deron Williams a rimanere a Brooklin. Un’azzardo niente male.

    Bucks perdono facendosi del male anche se dall’altra parte c’erano i Grizzlies in cerca disperata di vittoria. Spurs non fanno una piega mentre i Clipper battendo i Jazz fanno un favore a se stessi e al duo Rockets-Nuggets che ringraziano sentitamente.

    Capitolo Kobe
    Sta calando. Tira un eoquente 3/21 dal campo segnando a 7.32 del quarto finale alla tripla della vittoria. Non l’ho mai visto così, spadellare alla grande con percentuali ridicole. Fortunatamente per loro dall’altra parte c’erano i modestissimi Hornets che non ne hanno approfittato.

    In questo vedo il suo calo: la frequenza di prestazioni balistiche pessime che prima erano veramente casuali.

  2. secondo me le cifre di kobe sono figlie anche dell’allenatore che non capisce nulla. questo giustifica, in parte, il motivo per cui lbj non ha mai vinto nulla. brown è un pessimo allenatore.

    qualcun osa perché diaw non ha giocato stanotte? infortunato? scelta del pop?

    • Ne ho elencate 8 nell’ultimo mese. 6 pessime a febbraio, 4 a gennaio. Pensi che sia tutta colpa del coach?

    • Sta tirando (.421) un filino meglio rispetto all’anno da rookie (.417) e peggio dell’anno da sophomore (.428).

  3. Nell’ultimo mese Kobe è stato protagonista delle seguenti prestazioni: 3-21 vs Hornets, 7-25 vs Thunder, 9-24 vs Warriors, 5-17 vs Blazers, 10-27 vs Rockets, 3-20 vs Jazz, 9-31 vs Wizard e 8-26 vs Pistons. Un pò troppe.

  4. Kobe ultimamente dovrebbe fare l’Horry della situazione, ovvero entrare solo allo scadere.

    Da notare Memphis che senza Conley fanno entrare dalla panca Mayo, Randolph, Arenas, Pondexter. Aggiungete Pargo ed è comunque un quintetto che vince con un po’ di squadre. Assurdo.

  5. Gli hornets hanno “deciso” di perderla concedendo 1850 isolamenti offensivi a jack nel finale, il che è tutto dire.

    La Legge della Causa e dell’Effetto: ieri, notizia dell’infortunio che farà perdere a lin il resto della rs. Sempre ieri, per la prima volta dopo mesi credo, rivedo melo sorridere e giocare con più voglia.

    • Lin e Melo non sono camopagni di merende? O l’ascesa di Lin tra gli sponsor lo ha un filino “irretito”?

  6. Brown ovviamente è un idiota, ma kobe ha le sue responsabilità. Per dire l’anno scorso phil lo ha fatto giocare mi pare 33 minuti a gara invece di 38, per farlo arrivare ai playoffs riposato, senonchè kobe ha giocato proprio la passata stagione i suoi peggiori playoffs da anni.

    Il problema del 24 è che se lo lasci in campo 32 o 38 minuti lui tira, sempre e comunque, che entrino o no, e guardate che l’esito della gara di ieri non farà altro che dargli più fiducia a continuare a far così. Lui tira, che sia in giornata o no, prima o poi qualcosa entrerà. L’ho detto ieri, si ricordano solo le gare in cui questa tattica è stata vincente, ma credo che se si controllano quelle perse, e di brutto, proprio a causa di questa “tattica” beh non credo sia un record positivo.

    • Concordo, il problema è che il buon Kobe ha la mano piena di sbrilluccicanti anelli, quindi a questo punto della carriera può fare quello che vuole. Fosse stato solo un eccellente giocatore penso che qualsiasi allenatore gli avrebbe fatto il culo per un mese di 3/20, mentre probabilmente Brown negli spogliatoi gli avrà detto soltanto “grazie”.

    • Possiamo dire anche il fatto che fa 38 minuti invece che 33 dipenda soprattutto dalla panchina Lakers? Con questa panchina e con la partenza di Odom e Fisher (le due cose sono collegate) lui è innervosito e costretto a giocare 38 minuti. Non che siano da giustificazione al 3/21 o alle sue ultime sparacchiate ma capiamo la situazione che sta vivendo. E dire che il roster titolare Lakers sarebbe più che valido. Il problema è che non vengono tutti coinvolti e in questo Kobe ha forti responsabilità.

      • Sono partiti loro ma è arrivato Session (meglio di niente). Quest’uomo è malato. Poche storie. Sa di avere poco tempo a disposizione e invece di fare quadrato spara dal campo tutto quello che passa, ben sapendo che Brown si metterà la lingua in culo. Il ragazzo dovrebbe sapere che ai po non si vince con un bel 8/30 dal campo ma coinvolgendo tutti, anche quelli palesemente sotto il par. Poi se non si fida del prossimo peggio per lui, perchè sarà un’altra stagione col rospo bello grosso da ingoiare. Senza dimenticare che il cap non sorride neanche un pò, salvo cedendo Bynum. Contento lui.

  7. Guardati la classifica per minutaggio a partita, Kobe è terzo in assoluto, è l’unico ultratrentenne tra i primi TRENTA. Ora dimmi se tutto ciò è normale, dimmi se è normale che un 34enne con il chilometraggio più alto tra i giocatori in attività debba giocare 100 e passa minuti in un back to back come successo poche settimane fa. A me sembra che sia una gestione folle da parte di Brown. Ma secondo voi è normale che da due-tre settimane tiri con percentuali imbarazzanti? Ieri sbagliava pure open shot con metri di spazio, avesse forzato come con i Thunder potevo capire, sta proprio alla frutta fisicamente.

    Quanto all’anno scorso, fa poco testo, tutta la squadra è implosa e Kobe aveva acciacchi vari tant’è che manco si allenava, per me è semplicemente FOLLIA che un 34enne giochi 38 minuti a partita.

  8. Anche Duncan ha le mani che sbrilluccicano di anelli (vinti da 1° violino, non da spalla di Shaq), però in panca ci si siede quando dice il Pop, e non necessita di 20 tiri tutte le sere. Si tratta di capire il proprio ruolo, uno allena, uno gioca

    • Duncan infatti è la tipica guardia che porta palla. La definirei una power shootin guard. Che commento idiota…

  9. credo che Bryant stia risentendo dei minutaggi altissimi per uno che non dovrebbe giocare per me più di 30 minuti ogni sera in RS,i LAkers hanno un vantaggio sensibile sotto canestro contro un sacco di squadre con la strana coppia Pau-Bynum invece si prende una marea di tiri ed è chiaro che il calendario pazzo non faccia che amplificare le difficoltà,dubito che vedremo Bryant così ai poff,poi magari mi sbaglio…i Nets non hanno mai fatto tanking erano una squadra pessima e le prendevano quasi sempre,ora hanno firmato Gerald Green e sta dando una mano,Wallace è uno che gioca sempre impegnandosi e per una squadra come i Nets attuali è un addizione non da poco,anche se per me mollare una scelta top10 per Geraldo 29nne è un pò rischioso,poi magari hanno la botta di culo e pescano la scelta numero 3,chissà….ora riescono a portare a casa vittorie contro squadre mediocri,non è difficilissimo quando il tuo play è Deron Williams..

  10. Qualcuno sa dove si può vedere la finale NCAA? Ovviamente escluso i canali SKY-ESPN. Grazie.

  11. Più che altro se i Nets nn pescano una delle prime 3 (nel qual caso la faccenda si farebbe interessante), Portland si troverebbe con due scelte tra le prime 10, che in questo draft significa tanta roba…portarsi a casa un play alla Marshall, ed un lungo da affiancare a LaMarcus, significherebbe dare un bell’upgrade ad un roster comunque giovane, e di discreto livello

  12. alert70

    Ma di che parli, a parte il fatto che questi Lakers non vanno da nessuna parte sia che Kobe giochi per la squadra sia che faccia i cazzi suoi, parli come se facesse così anche nei playoff quando lo sanno anche i muri che in post season queste partite le ha sempre limitate al massimo, ora va bene tutto ma ricordatevi sempre di chi state parlando perchè a volte ho come la sensazione che ve lo dimenticate.

  13. Alert

    Io stanotte mi sono visto una semifinale con ATDHE, ovviamente in streaming…si vedeva molto bene…

  14. io vedo un sacco di roba su first row sports,hanno tanti eventi in streaming…credo che sia possibile beccarla là..

  15. Mi sembra ovvio che un giocatore che ha fatto la storia, vinto 5 anelli, segnato oltre 29000 punti debba cambiare il suo stile di gioco a 34 anni… dai è da anni che si dice che deve tirare di meno ed essere meno egoista e lui continuerà a giocare sempre così, facciamocene una ragione!!!
    I Nets senza una buona scelta (in un draft del genere un buon giocatore lo trovi nella top 10) o firmano un buon FA oppure possono salutare D-Will, visto che Wallace e Lopez non sono proprio Wade e Bosh…
    Da evidenziare lo schema per l’ultimo tiro degli Hornets contro LA, anti-basket allo stato puro!!!

  16. Qualcuno conosce Drummond di Connecticut? Potrebbe giocare centro al fianco di Cousins, o perlomeno convivere?

    • partite intere di lui non ne ho viste, ho visto alcuni highlights e in generale le opinioni sul web.. pare sia una sorta di Amar’e/Dwight per tipologia di giocatore. La coppia potrebbe essere interessante, ma non so se la convivenza funzionerebbe.
      Piuttosto, se i Kings andassero sugli scambi per prendere sia Marshall che Barnes per coprire i buchi in PG e SF? che ne pensi?

  17. First row sport mi pare che sia stato chiuso dall’equivalente della finanza USA…se invece è ancora attivo, datemi il link che il mio nn è più valido…

    Drummond viene paragonato a DH12 o Stat, fisicamente ed atleticamente è un mostro, però secondo me fa una cazzata enorme se esce da UConn dopo 1 solo anno…tecnicamente è una scimmia, sembra DeAndre J, non ha movimenti sicuri, fa falli cretini…

    Di sicuro è un 5 puro, da 4 neanche un Don Nelson se lo rischierebbe…quindi se Cousins fa il PF fisso, bene, altrimenti non possono convivere…poi accanto a DeMarcus vedo bene un lungo verticale, alla Chandler, di quelli che chiedono poco palla, difendono, ed in attacco vivono di scarichi e rimbalzi offensivi

    • De Andre neanche morto….eheheheheh.
      Firstrow.eu e non .tv che è stato bloccato.

      IHE
      Le priorità dei Kings sono due: PG e SF. Il centro o PF come terza/quarta ipotesi legato al ruolo che Cousins dovrebbe ricoprire.

      Poi c’è la cessione di Evans prima di rinnovargli il contratto/estensione. Se facessero la cazzata di tenerlo avremmo un problemone niente male.

      • credo che i Kings avrebbero bisogno affianco a Cousins di un giocatore forte in difesa,visto che non mi è mai sembrato una cima in quel settore DMC,uno buono a prendere rimbalzi e mollare qualche stoppata qua e là visto che lui è uno che in attacco può far male sia dai 5 metri che sotto canestro,quindi per non pestarsi i piedi credo sia necessario un giocatore che non chiede molto sulla metà campo offensiva..

  18. Con tutto l’amore che ho per Duncan, non è che stiamo parlando di un giocatore nella stessa situazione di Bryant. è più vecchio e messo molto peggio di Bryant, confrontarli è stupido.

    Questo non toglie che Kobe stia giocando un cesso ultimamente e che sia stanchissimo. Brown si dovrebbe accorgere da solo che lo sta logorando, invece lo tratta come un ventottenne.

  19. Eheh discorso duncan e violini vari.. Timoteo si sto riprendendo da poco perché se non sbaglio fino a prima dell’all star game giocava anche piuttosto male e in molti lo definivamo all’ammazza caffè.. In secondo luogo in casa spurs al completo ovviamente se duncan stecca ci sono Gino e parker che possono farne 30 a sera o giu di li e una panca più che decente.. Kobe ha le sue colpe e il suo naturale calo fisiologico ma mike brown e’ in idiota a tutti gli effetti..

  20. Il discorso tra kobe è duncan nn centra nulla..c’è un dispendio di energia assai diversa tra i 2 e nn solo x il minutaggio…se lo stesso James o wade hanno o hanno avuto un momento di appannamento vuol dire ke questa stagione logora parecchio,figuriamoci x uno ke ha 34 anni e 1300 partite giocate con i ritmi alti a cui è abituato…è normale ke soffra più di ogni altro questa stagione..i lakers devono secondo me farlo riposare nelle ultime 3-4 partite e sperare ke recuperi

  21. A me questo kobe fa pensare all’ultimo iverson che non accettò mai farsi un minimo da parte nonostante l’età. Non ha senso prendersi 23 tiri(!) quando hai gasol bynum e ora anche sessions. Bynum non segna 20 o più solo perchè non viene servito abbastanza. Un kobe un filino più furbo metterebbe in gioco bynum per poi prendersi i suoi tiri nel 4/4. Andrew garantisce 18pts con quasi il 60%, kobe tra un pò pareggerà i pts di media con i tiri di media presi. Brown ha le sue colpe, ma se kobe nonostante i 34 e le 200 stagioni nba non vuole fare un passo indietro allora beh, ‘zzi suoi.

  22. ma secondo voi che deve fare bryant dopo che non li entrano i primi 10 tiri? arrendersi e non tirare più? non può essere condizionato il suo gioco e NON DEVE essere condizionato. è peggio quando fa 30 tiri con percentuali discrete. 20 tiri rientrano nella sua media, e che non dovrebbero condizioanre la squadra. invece quando fa 35 allora la questione è diversa.

    stiamo parlando di uno dei giocatori più vincenti della storia del gioco e voi ancora che vi fate le pippe per una partita di regular season dove ha messo anche il tiro della vittoria.

    e poi i suoi tiri non mi sembravano forzature, lui li deve prendere punto e basta. i giocatori non devono tirarsi mai indietro

    • Le pippe non ce le facciamo. Ho messo l’elenco delle gare dell’ultimo mese nella quale ha soparacchiato all’inverosimile.

      Dal mio punto di vista il suo problema si chiama testa. Se a Duncan gli dici che è calato, che non è più il giocatore dominante lo accetta ben sapendo che è la verità. Per cui lavora col gruppo ben sapendo quale deve essere il suo ruolo.

      Kobe non è nelle condizioni di Timoteo, sta abbastanza bene pur collezionando una serie di gare no (tra le 15/20) che suonano molto ma molto strano. Non credo che si possa andare da lui e dirgli di mettersi un filino da parte per il bene del team. Stare da parte significherebbe meno tiri, meno forzature e più disponibilità nel sfruttare il duo di lungagnoni che ha. Invece guai, perchè deve sparare 18 tiri prendendo ferri o facendo airball al punto che il pubblico gli ha tributato un’ovazione di giubilo al primo centro. Cazzarola parliamo di Bryant. Ieri lo sciroccato ha tirato 21 volte mentre il duo 24. Solo che i due compagni segnavano col 70% dal campo lui col 14! Per fortuna la classe non è acqua e quando è servito il buzzer lo ha messo.

      Quindi la questione è: perchè non gli entra nel cervello che lui serve solo quando si limita, e non quando fa il one man show, specie ora che sta un filino calando e la squadra non è una corazzata? Ai posteri l’ardua sentenza.

  23. brown lo può far riposare di più, certamente. ma adesso che non c’è la triangolo è ancora più difficile levare quelli che creano dal palleggio. non credo che kobe alzi la voce perché lo fanno giocare 5 min di meno. infatti l’anno scorso giocava di meno senza dire nulla. o voi pensate che jackson era più importante di kobe? bryant è tutto per i lakers. gli allenatori servono solo per fare le cose di contorno

  24. mark85

    3/21 vs noh, 3/20 vs uta, 6/28 vs denver, 5/18 vs hawks, 7/25 vs okl, 9/31 vs was, e c’è ne almeno un’altra dozzina di gare con il 30% o meno. Del resto in stagione viaggia con il 42% dal campo e il 28% da 3, e ciò nonostante ne prova 5 a gara. Chiaro che poi entrano pure, ma voglio dire, forse se lasciasse più tiri a bynum(18.3 pts su 12.5 tiri con 583%) forse i lakers le gare le chiuderebbero molto prima. Ma lui vuole essere l’assoluto protagonista, nonostante abbia a disposizione la miglior coppia di lunghi della lega.

  25. Mark

    Me lo immagino Kobe dire a Phil “ehi io gioco quanto cazzo mi pare, non mi metti in panca, capito?” Già.

  26. come gia detto questa stagione e massacrante dal punto di vista fisico per tutti e lo e ancora di piu per gente come bryant che gioca da oltre un decennio in questa lega.
    qua si sta parlando di giocare 66 partite in 123 giorni quindi e una stagione piu difficile della normale rs di 82 partite.
    se poi consideriamo il fatto che bryant sia terzo in termini di minutaggio assieme a durant e dietro solo a love e deng(quasi 39 mn a partita) allora si spiega il calo fisico di bryant che tutto sommato ieri non ha forzato piu di tanto anzi ha preso dei buoni tiri solo che non era giornata.
    la gestione del tempo di gioco di bryant da parte di brown e piu che discutibile anzi dovrebbe dare piu riposo a kobe anche se la panchina losangelina e dire poco scandalosa o peggio hanno la panchina meno produttiva della lega.
    cmq tra mille problemi i lakers hanno il quinto record complessivo della lega assieme ai magic e forse non stanno andando cosi male come si pensa.

  27. yaya

    hai kobe, gasol bynu ed ora sessions, ci mancherebbe se avessero anche un cattivo record. Il problema è che il 24 prende troppi tiri, la terza media più alta in carriera, e questo non ha senso quando hai altre due bocche da fuoco da 18pts. Sta tirando male in generale, non solo ieri, non facciamola passare come una giornata storta, o meglio è stato molto sfortunato, ma le sue % stagionali fanno schifo, poco da dire.

  28. Premetto che quando tira piu’ di 20-25 volte forzando e specifico forzando, perche’ se e’ la partita che gli entra tutto può farlo, sbaglia e nn si può negare ciò, quest’anno i lakers nn sono una squadra competitiva per l’anello come l’anno scorso ad esempio; quindi secondo me nn e’ che se kobe tira meno e coinvolge di piu’ i compagni allora sono un team da titolo, assolutamente no. Innanzitutto bynum e gasol secondo me si pestano troppo i piedi cioè: in difesa gasol su un 4 agile anche solo come bosh o con un raggio di tiro ampio vedasi dirk va in difficoltà estrema, infatti gli anni scorsi c’era lamarvellous su questi tipi di 4 e il catalano da 5, in generale poi mai stato un mostro in difesa. In attacco poi riescono a segnare perche sono forti ma se intasi l’area bene o male riesci a bloccarli nn avendo ampio raggio di tiro. I lakers hanno poi il buco nello spot di ala piccola e una panchina pressoché nulla, quindi nn vedo come possano ambire a qualcosa anche solo servendo di piu’ i lunghi e facendo tirare meno bryant, al massimo possono evitare sconfitte contro squadre ridicole in regular season e migliorare il record ma ai play off la strada e’ sbarrata; felice di sbagliarmi.

  29. Dr Dre

    Bynum e Gasol sono due lunghi che creano problemi a chiunque, data la carenza nel ruolo, L.A. ha due dei pochi centri buoni, già questo basta a rendere l’idea. Darla a loro significa avere punti con % migliori di Kobe, che dovrebbe imparare a selezionare i tiri. Le gare poi le risolve Kobe, ovvio, ma se imparasse a non sparacchiare i lakers non arriverebbero sempre punto a punto.

    Tra poco inizierà la sfida tra OKL e i BULLS. Non so se Rose ci sarà, ma sarebbe un peccato perdere il duello con l’amico russel. Curioso di vedere boozer contro ibaka, che lo stopperà diverse volte, ma ciò nonostante credo che boozer giocarà bene. Poi deng contro durant. Vedremo…

  30. Verissimo dei due lunghi e di conseguenza delle % migliori ma anche iniziasse a tirare meno e meglio nn vedo i lakers da titolo e neanche da finale NBA. Quindi nella sua testa e’ tutto inutile…

  31. Voi parlate di tiri presi gioco più dispendioso (non capisco poi perchè, che i lunghi non corrono? Anzi, prendono pure un sacco di botte in più, e spesso difendono per 2, con gli aiuti difensivi…), io parlo di ruolo

    E’ un dato di fatto che il ruolo di Duncan per gli Spurs è similare a quello di Kobe ad L.A. Titoli a iosa, leadership, 15 anni con lo stesso club, entrambi tra i primi 10-15 giocatori di sempre. Poi ovvio con responsabilità diverse, stili diversi, e quello che volete. E dire che se TD non gioca bene allora ci sono Parker o Ginobili, mi dovreste spiegare allora perchè se Kobe gioca male, Gasol e Bynum non dovrebbero togliergli peso dalle spalle

    Se poi gli Spurs riescono a rendere produttivi pure giocatori presi a fine draft, in Kazakistan, o dall’ospizio, mentre i Lakers quest’anno hanno delle comparse di cartone in panchina, merito del Pop, e demerito di un front office che imbastisce squadre da titolo solo se può andare 50 milioni di dollari sopra il cap

    TD per la franchigia Spurs vale quanto e più di Kobe ad L.A.. Però com’è come non è, ha sempre mantenuto un profilo basso, è sempre stato capace di rinunciare ad un tiro per il bene della squadra. Parker e Manu sono due vincenti anche perchè Duncan ha permesso loro di diventarlo, dandogli responsabilità, tiri, incoraggiamento, senza frignare se veniva messo in panca, o non poteva avere il tiro della W

    Ma vi rendete conto che Kobe è attorno al 30% dei tiri decisivi in carriera, e che ne ha presi quanto Jordan e Miller messi assieme? Questo significa che lui neanche lo concepisce di passare la palla nei secondi finali, significa che o sei Horry (quindi uno che aveva già vinto prima di arrivare in California), o da Fish, o altrimenti la palla non la vedi…come potrebbe mai responsabilizzarsi un Gasol o un Bynum, se i palloni decisivi li vedono col binocolo, se non gli viene data minima fiducia?

    In 15 anni, TD non ha mai criticato un compagno, il front office, l’allenatore. Lo avrà fatto, ma in privato, non pubblicamente. Non c’è nessun Andrew “Fuckin” Bynum nel suo scheletro, nè le storielle che raccontava Buffa qualche anno fa, in cui diceva che Kobe neanche conoscesse il nome di un paio di panchinari L.A.

    Quando è stato panchinato contro Memphis, Kobe non ha detto “scelta dell’allenatore”, ha detto “non vi darò alcuna polemica, non dirò niente”. Cavolo, hai sempre fatto il bello ed il cattivo tempo, e neanche puoi accettare 4 minuti di panca? Qua non si tratta di ruoli, età o dispendio di energie, si tratta di atteggiamenti diversi, a parità di ruoli di leader. Ed in questo Duncan è sempre stato anni luce davanti a Kobe

    • quoto,alla sua età,con quello che ha vinto,con i soldi che gli danno i Lakers (sia che giochi 25 min o 48) non capisco questo atteggiamento che non si discosta molto dai tempi in cui si facevano i dispettucci con Shaq o faceva le bizze perchè voleva essere a tutti i costi il numero uno indiscusso della squadra,fortuna sua che ha un talento sconfinato,gente con lo stesso atteggiamento è stata mollata dalla NBA dopo un paio di stagioni…grandissimo giocatore,un all time great senza dubbio ma come testa,giocatore di squadra,ascoltare e rispettare un coach Duncan è un altra cosa,e non li sto comparando come giocatori non è possibile per me,ma l analogia come giocatori franchigia è azzeccatissima

  32. Siamo sicuri che l’MVP deve andare per forza a Durant e non Westbrook? Siamo sicuri che nell’economia di squadra il 1° valga più del 2°? Nella striscia di W di OKC, per quanto sia difficile dividere i meriti, direi che il play è stato assolutamente il giocatore più decisivo…

  33. Non mi sta piacendo l’arbitraggio, troppo casalingo, a favore di un team che davvero non ha bisogno di alcun aiuto. Ad ora +20 thunders.

    Westbrook fa quello che fa con durant in squadra, non voglio sapere cosa farebbe da primo violino.

  34. Thunders ingiocabili westbrook 25(9-15), durant 23(10-13). Mercoledì non mi perderò la seconda sfida contro gli heat che le presero poco tempo fa in oklahoma.

  35. Le cronache parlano di un Kobe ingestibile per il gruppo.
    Se è fuori di testa, non accetta la panca, non dialoga con i compagni è difficile sperare di raccogliere risultati positivi. Ai po verranno spazzati via e vedrete quanti mal di pancia ci saranno ad LA.

    OKC spazza i Bulls privi di Rose. Più li vedo e più penso che solo tante congetture astrali possono impedire ai Thunder di raggiungere le finals. Il duo Wesbrook/Durant illegale.

  36. Durant 28,7 – 8 – 3,5 col 50% dal campo e il 37 dal perimetro

    Westbrook 24,4 – 4,4 – 5,5 col 47% dal campo e il 32 dal perimetro

    P.S. Durant cifre alla mano è nettamente il miglior closer della lega, si, siamo sicuri, l’MVP è Durant, manco da discuterne

  37. Duncan ha sempre avuto un comportamento esemplare, dentro e fuori dal campo, questo è indubbio.
    Ma non lascia neanche dubbi il fatto che ad oggi il suo valore sia ben differente da quello di Bryant. Il secondo è ancora molto forte, il primo è un buon giocatore, ma non più una stella.
    Storicamente parlando invece, è vero, si equivalgono. Da notare però che Duncan è il giocatore più rappresentativo di San Antonio, mentre i Lakers, oltre a Kobe, ne hanno avuti parecchi altri del suo calibro; il fatto però che Magic abbia vinto 5 titoli, non vedo però perchè possa sminuire Bryant nella storia recente. Mica colpa dei Lakers se San Antonio non è quasi mai contato nulla nella storia al di fuori di grandi individualismi ( Gervin e Robinson).

    • Secondo me il fatto che siamo “contemporanei” di Kobe ci fa vedere le cose nel modo sbagliato. Ammetto di non essere obiettivo, ma stiamo parlando del miglior laker DI SEMPRE. Per stessa ammissione dei vari West, Magic e Kareem. Basta guardare i record di franchigia, nelle categorie in cui non è primo è comunque nel podio o nella top5. Anche in stats che non gli dovrebbero appartenere, tipo i rimbalzi. Ovviamente statistiche “pompate” dalle gare e dal minutaggio totale, ma ragazzi io sono cresciuto col poster di Magic in cameretta, ma Kobe è la faccia della franchigia oggi e lo sarà per sempre.

  38. JVG forse e dico forse ha ragione quando diceva che Westbrook è il migliore pg della lega. Da quando ha firmato il contrattone è un altro. Una belva.

  39. io non ho ancora capito perché bryant debba prendere esempio da duncan! cosa ha da invidiare a lui?
    caratterialmente sono due modi diversi di essere leader, che non potete dire ne voi ne io qual’è il modo migliore. sono due vincenti che hanno vinto quasi uguale (bryant qualcosa in più).
    duncan gioca però con altri due giocatori vincenti che sono gino e parker ed ha anche un allenatore con le palle e molto credibile agli occhi dei giocatori. invece brown non ha un minimo di credibilità perché non ha mai dimostrato niente. sono cose normali in uno spogliatoio, di qualsiasi sport.

    duncan l’anno scorso si è tirato parecchio indietro in stagione regolare ed alla fine si è ritrovato sulla stessa falsariga nei playoffs. cioé, a giocare in modo mediocre. a mio parere doveva prendersi più responsabilità anche l’anno scorso, a costo di perdere qualche partita. infatti quest’anno si sta facendo sentire di più, anche perché sta meglio forse. ma tanto se dai fiducia a blair e compagni in regular season qualche partita la vinci. ma nei playoffs vengono fuori solo i giocatori che hanno talento e personalità, non centra niente la fiducia. infatti, gli spurs, casualmente, in postseason, dipendono sempre dai soliti tre.

    a me l’atteggiamento di kobe mi piace. non si tira indietro, va avanti, non si butta giù di fronte a qualche partita brutta. quando non sarà più capace capirà. poi atleticamente quest’anno non mi sembra messo male, anzi.
    spesso fa pure da parafulmine alla sua squadra, che come in questa partita, se avessero perso, avrebbe tolto tutte le colpe dai suoi compagni e fatto da parafulmine alla squadra.

    certo, anche lui esagera certe volte, però ha dimostrato di saper vincere in carriera.
    così come duncan.

    spesso l’ha fatto tirare l’ultimo pallone a fisher, sapendo che lui non delude, invece le volte che ha dato fiducia a gente come odom facevano airball… ah, a proposito di odom, non mi pare che bryant abbia condizionato le sue prestazioni…

    maicol filips

    dai perfavore, si vedeva chiaramente che phil jackson negli ultimi anni chiamava solo i timeouts. da quando i lakers hanno assimilato la triangolo, phil non ha fatto granché. tutto ciò si vedeva nei vari video col microfono. in preseason stava seduto accanto a jackson, kobe

  40. Mark

    Finiamola con queste storie, phil non sarà stato la mente tattica di quei lakers, anche perché non aveva più tanto da dire, ma a livello di gestione dei giocatori, phil ha sempre saputo come fare cn kobe, e non credo proprio che phil si sia mai fatto mettere i piedi in testa, fosse kobe, shaq, rodman jordan, pippe, o perfino vujacic (…)

  41. Circa la dirigenza dei Lakers che nel doppio titolo hanno speso 30 milioni sopra il cap, non è un problema di Buss se gli altri non vogliono farlo.

    E ricordiamo anche che lui ha i Lakers come unica attività ( almeno a quanto ho letto), se non arriva alla fine del mese, a me che me ne frega? Spende soldi miei? Lo finanziamo con soldi pubblici? No, quindi liberissimo di andare sul lastrico per quanto mi riguarda.

    Come liberissimi sono tutti gli altri; se non lo fo fanno, affar loro. E questo contando che ci stanno proprietari come Allen o Prokorov che sono estremamente più ricchi di Buss.
    Anche lo stesso Dolan è strapieno di soldi; azionista dei Nets è Jay-z, rapper e produttore più ricco di tutti i tempi.
    Il proprietario degli Heat è il maggior azionista della più grande compagnia statunitense di crocere, nonchè a.d.

    Ricordo anche che ogni proprietario è sottoposto a procedure finanziarie per l’accertamento dei propri patrimoni, affinchè ci siano solide basi economiche dietro una squadra.

    A conclusione del discorso, auguro felici condolianze ai Don Chisciotte di turno; fate una battaglia persa oltre che stupida e puerile.

  42. I Thunder non si stanno regolando…. Mettono il luce tutti i difetti di Chicago che senza Rose è piccola piccola.
    Sul discorso MVP non c’è da discutere. Westbrook sta uscendo fuori alla grandissima nell’ultimo mese. Sta facendo tutto quelle che deve fare e alla grande. Durant è dall’inizio della stagione che si smazza. Mette più punti, mette tiri decisivi, prende rimbalzi, sforna assist, prende per mano la squadra quando serve. Anche oggi devastante. Di che cosa stiamo parlando? Il problema è per gli altri. In questo momento OKC ha il probabile MVP e forse top scorer (Durant), miglior sesto uomo (Harden), forse miglior difensore o comunque fra i primi (Ibaka) e Westbrook che Dio solo lo sa cosa può esser. E se prima Miami e poi Chicago vengono spazzate via sono davvero problemi.

  43. Per quanto riguarda la leadership, tra Duncan e Bryant, ma che andate dicendo?
    Perchè uno sta zitto e bravo e l’altro sbraita ed è incazzoso, allora è più leader il primo? Dio mio, mi sto sbracando dalle risate!
    Ma da quali psico-balle l’avete tirata fuori questa cosa? Vi prego, ditemelo, che almeno ho un nuovo idolo da deridere giornalmente.
    Vi scongiuro di dirmi con quali basi tecnico-scientifiche dite una cosa del genere; probabilmente non ce ne è neanche una. Ho letto parecchia roba a riguardo e non ricordo nulla di neanche vagamente simile, perchè è semplicemente assurdo sotto ogni logica. In caso contrario citatemi i testi, perchè sono curiosissimo. Ma che dico… Questi testi non esistono… Vi siete inventati tutto, accreditandovi conoscenze che non possedete…
    Per cortesia, parliamo di quello che conosciamo, e non spacciatevi per tuttologi del cazzo con teorie e casi totalmente errati…

    Se invece è farina del vostro sacco, allora mi complimento direttamente con voi, siete dei grandi! Continuate così! E se non fate gli psicologi, allora avete sbagliato tutto nella vostra vita!

  44. simpatizzo per i thunder e non posso che essere contento per la partita, ma credo che bisogna restare un attimo con i piedi per terra: per quanto siano molto forti, non possono sempre tirare con le percentuali di stasera, specialmente all’interno di una serie di 7 partite con tutti gli adeguamenti difensivi che ne conseguono… quest’anno ho visto le 2 partite perse con gli spurs, ed in entrambe il loro gioco è stato completamente distrutto dagli spurs, che in più nella loro metà campo offensivo hanno fatto un po’ quello che volevano…
    a proposito degli spurs, nessuno pensa che questo potrebbe essere l’anno buono (ovviamente salvo infortuni)? duncan fisicamente non stava così bene da almeno 3 anni, parker è al massimo delle sue potenzialità, hanno aggiunto giocatori già importantissimi nel loro gioco come leonard, jackson, neal e green… e diaw nei playoff potrebbe essere decisivo se blair ancora una volta non reggerà il livello…

    • Io ;) nonostante li abbia sportivamente detestati (ma sempre rispettati) a inizio 2000 per la rivalità con LA io sono convinto che questo sia il loro anno. Uno splendido canto del cigno da lockout a lockout.. e sfateranno il tabù anno pari !! E poi Pop è un GENIO ! Non solo del basket dico.. è proprio un genio a tutto tondo !

  45. Davvero irritanti gli heat, quando uno tra wade e lebron prendono palla devono sempre prendersi 4-5 secondi prima di fare qualsiasi cosa, assurdo. Molto meglio il fare istintivo del duo dei thunders.

  46. per quanto riguarda il discorso di kobe concordo con Ammiraglio quando parla dei proprietari,ci sono owner più ricchi di Buss in NBA,se lui spende più di altri è perchè lo può fare,se mai (non succederà mai credo) si introdurrà il salary cap fisso allora le cose cambierebbero ma nè Kobe nè Buss hanno colpa alcune se altri owner non vogliono investire lo stesso nei loro teams,poi io dicevo solo Duncan ha sempre avuti dei comportamenti esemplari,Kobe no,questo è oggettivo,non ho parlato di vincere titoli o essere dei vincenti o meno,stiano tranquillissimi tutti i superfan di Kobe qua dentro

  47. Differenze tra wade e james:

    Nell’ultimo mese il primo ha sistematicamente preso il controllo della gara nel 4/4 mettendo spesso dei parziali spezza-gambe. Il secondo è sembrato assolutamente fuori giri: cammina per il campo, una volta trovata la posizione in attacco difficilmente si schioda da li, e non mi ha mai, e sottolineo MAI, dato la sensazione di poter segnare a comando, quando servono punti “sicuri”, cosa che invece mi sta dando wade. James in questo momento, non in poche gare, per tutto marzo non è sembrato assolutamente quel giocatore dominante al quale si è abituati.

  48. Quoto Peco. Siamo in RS. I playoff saranno altra cosa. I Thunder devono temere soprattutto gli Spurs. Certo però che stanno dando un bel segnale. Magari però perdono mercoledì e di brutto con gli Heat.

  49. Questi heat non vanno da nessuna parte. James ha la stessa agilità e velocità di pierce, e ho detto tutto. Tutto il gioco di miami è basato sul penetra e scarica, stop. Wade e jbj perdono secondi e secondi senza far nulla. Il filippino rischia seriamente di essere ricordato come il coach che pur avendo james+wade+bosh non ha vinto nulla.

    • Maicol attento però, il gioco non si discosta molto (anzi per nulla) da quello che hanno attuato con estremo successo fino ad adesso. C’è un particolare. Mancano o stanno conservando le energie. Senza energia e intensità il loro gioco perde l’80% dell’efficacia. C’è poi un fattore importante che sta venendo meno. La difesa. Era assolutamente un loro punto di forza. Adesso sembrano senza energie e poco attenti. Ma il gioco è lo stesso di 2 mesi fa quando dovevano spaccare il mondo.

  50. Mamma mia Heat completamente fuori fase. Sintomatico l’alley oop facile facile sbagliato da James. Questa stagione è stressante anche per loro ma soprattutto fanno bene a conservare le energie per quando conterà davvero. Sembra stiano davvero giocando col freno a mano tirato a prescindere dagli errori in marcatura, poca lucidità in attacco e varie. Certo è che Rondo per loro è una brutta gatta da pelare. E poi gli stessi Celtics molto probabilmente dovranno incontrarli al primo turno. Sarà quasi sicuramente un dejavu dello scorso anno ma non devono sottovalutarli. Sono sempre i Celtics.

  51. i Celtics non sono una squadretta,assenze o meno…ma di certo vedere gli Heat giocare in questo modo mi lascia abbastanza perplesso,non è una partita a cui dare tutto sto peso però una squadra con i giocatori di cui gli Heat dispongono non può giocare così,semplicemente non può

  52. i celtics con i big four sani possono sbattere fuori chiunque. troppo forti, e uomini con le palle. però dipende molto dalla salute di garnett

  53. Stiesma sta prendendo lezioni di aggressività da KG,è uno che è arrivato in NBA per le sue capacità di stoppatore,ma si sta guadagnando la riconferma…si può notare che KG se sta bene è ancora in grado di ancorare una difesa..Rondo è un gran giocatore,quasi unico..

  54. ma qualcuno era stamattina a giocare a san lorenzo a roma? io ho giocato con un po’ di gente e solo ora sto pensando che alcuni del blog vanno lì. magari c’era qualcuno.

  55. Non male per un giocare finito, come lo definisce qualcuno un 40ello con oltre il 50% al tiro…

  56. semplicemente un saluto… alla caviglia di Bynum.

    Pareva strano non gli succedesse nulla quest’ anno.

  57. “X-rays came back negative, however, allowing the Lakers to classify the injury as “moderate.” Bynum will be re-evaluated on Monday, with the team’s next game coming on Tuesday evening against New Jersey.”

    Vediamo questi giorni se migliora.. spero lo lascino a riposo qualche gare, sempre che i Clips non si rifacciano sotto per vincere la division.

  58. Kobe dopo una gara ben al di sotto del suo standard, ne gioca una al di sopra. Ultimamente lunatico come pochi. Bynum non credo si grave per fortuna.

    Personalmente spero che gli heat ne perdano 10 di fila se questo dovesse servire a mandare a casa il filippino.

  59. a chi ha visto la partita, ma che è successo agli Heat? Non si possono essere rincretiniti tutti d’un botto.

  60. Giocano con il freno a mano tirato. James cammina per il campo, non torna in difesa e atleticamente ieri è sembrato un filino peggio di paul pierce, direi che rende l’idea.

    Spolestra non è capace di gestire il team, non sa come gestire i due leader, cosa difficile sì, ma credo che un riley verrebbe ascoltato con più entusiasmo. Ormai non danno più l’impressione di essere una seria contender, poi magari si riprendono, ma con quel roster non è possibile avere un record simile e prendere simili batoste, a meno che sul pino non ci sia uno come il filippino(uno tipo mike brown per intenderci)

  61. Sarà una ricaduta momentanea, come accadono a parecchi quest’anno ( Bryant in primis). Fossi un loro tifoso, non mi preoccuperei più di tanto, nonostante risultati altalenanti ultimamente, per me restano i più forti.

    Indubbio che con Riley ( uno dei più grandi allenatori di tutti i tempi) la situazione sarebbe differente. Ma magari a quell’età non ha più voglia di allenare, di viaggiare e di farsi un culo tanto rispetto a quello che fa tutt’oggi, e lo posso pure capire.

  62. Se Miami avesse Rivers, che è solo un gran motivatore e abbastanza poco allenatoere, avrebbe un record quasi storico.
    Miami sembra una grande incompiuta, poi vinceranno lo stesso, ma non convincono mai!

  63. Pure Riley rischia di fare la figura del fesso, dato che è stata sua l’idea e l’impegno di portare il miglior giocatore della lega + un’eccellente ala grande in florida, e tutta questa fatica l’ha fatta per poi lasciare tutto nelle mani di spolestra? Continuo a rimanere sorpreso.

  64. Resurrezione Kobe. Dalle stalle alle stelle. Non cambia la mia opinione su di lui. Giocatore schizofrenico, a questo punto della carriera.

    Boston fa uno scalpo eccellente con un Rondo eccezionale. Giocatore completo. Peccato sia ondivago al tiro.

    OKC ingiocabile per i Bulls orfani di Rose. Non so se con il numero 1 sarebbero cambiate le cose.

    La tonnara ad ovest ha visto sorridere i Nuggets, meno i Rockets.

    Vittoria agrodolce dei Rapts. Teoricamente vogliono vincerne più dello scorso anno (22 su 82) accettando di ridursi le chance di prendere un pick veramente alto. Curioso di vedere se il tanking prevarrà sul desiderio di Casey di chiudere al meglio.

  65. Come al solito rondo nelle partite importanti si esalta. Gran bel giocatore. Ho letto che la maggior parte delle triple doppie le ha fatte in diretta nazionale. Lakers che dopo una vita tornano a segnare parecchio.

  66. Alekhine

    Io a San Lollo ci sono andato dopo le 4 a giocare, tu eri ancora lì? Comunque il pomeriggio c’è sempre gente, io credo di andare domani…

Commenta