Boston 102 @ Charlotte 95

I Celtics bersagliati dagli infortuni continuano a dover schierare Avery Bradley da SG al posto di Ray Allen e una second unit quantomeno improvvisata, ma contro i derelitti Bobcats basta e avanza; un paio di parziali nel primo e terzo periodo permettono ai trifogli di prendere il largo, e i tentativi di Charlotte di ridurre il gap sfruttando i minuti che Rivers è costretto a concedere a Hollins, Pavlovic  e compagnia non riescono mai ad impensierire veramente gli ospiti: solida prestazione delle stelle di Boston, impreziosita dal season-high di Pierce con 36 punti.
Denver 108 @ Chicago 91

Se gli infortuni hanno svuotato la panchina di Boston, Nuggets e Bulls sono stati ancora più sfortunati in questo periodo, dovendo rinunciare a lungo alle rispettive stelle: Chicago ha dimostrato di poter sopperire all’assenza di Rose grazie al gioco ormai memorizzato e al salto di qualità di Boozer e Deng, che si sono caricati la squadra sulle spalle al posto dell’MVP in carica, ma questa notte la squadra di Karl si è dimostrata troppo profonda ed atletica per loro.  Dopo un primo tempo equilibrato, Denver piazza subito un parziale di 10-0 per iniziare il secondo tempo e non si guarda più indietro. Ancora significativo l’apporto di McGee, che parte in quintetto e non delude, travolgendo insieme a “Manimal” Faried i lunghi dei Bulls: +13 il differenziale complessivo a rimbalzo tra le due squadre.

 

Detroit 79 @ Washington 77

Un bel canestro di Stuckey a fil di sirena regala la W in trasferta ai Pistons in una dimenticabilissima partita in cui Washington riesce “misteriosamente” a dilapidare un apparentemente comodo vantaggio di 13 punti negli ultimi minuti, ed è la terza volta consecutiva che i Wizards si lasciano sfuggire un vantaggio in doppia cifra nel secondo tempo: Wittman rilascia le solite dichiarazioni di facciata sull’inesperienza e la mancanza di cattiveria, ma si sente chiaramente odore di tanking.

 

Miami 90 @ Indiana 105

Sorprendente seconda sconfitta consecutiva per gli Heat, che per tutto l’anno hanno mostrato qualche difficoltà a difendere i play veloci e aggressivi, e capitolano sotto la “combo” Collison-Barbosa (14 in 14′ per il brasiliano) e la precisione dei Pacers dalla lunga distanza (7/11 per il terzetto Granger-Collison-George, compresa una “ave maria” di quest’ultimo da metà campo). Per gli Heat una di quelle serate in cui va tutto storto, con James e Wade che tirano malissimo, il supporting cast che non produce alcunché e Bosh che si distingue per i soli 2 rimbalzi in 36′.
Milwaukee 80 @ New York 89

Importante vittoria casalinga per i Knicks contro la loro più seria avversaria diretta nella lotta per i playoffs: senza Stoudemire (per cui si teme un possibile intervento chirurgico alla schiena che ne chiuderebbe anzitempo la stagione) e Lin, ‘Melo sale finalmente in cattedra e trascina i suoi con 28 punti, dopo due mesi in cui non aveva mai superato i 20; i Bucks tengono botta grazie ad uno straordinario primo tempo da 24 punti di Dunleavy Jr, ma nella seconda metà di gara il 7/24 complessivo dal campo per la coppia Jennings-Ellis (con due assist e quattro palle perse in tutto) li getta in una fossa da cui è impossibile uscire.
New Orleans 85 @ LA Clippers 97

Resta ancora alta la tensione tra Hornets e Clippers dopo il fallaccio di Smith a Griffin della settimana scorsa: questa volta è Blake a farsi giustizia sommaria, abbattendo Ariza con un flagrant di tipo 1 che accende gli animi degli ospiti. La grinta di New Orleans per questa curiosa ed inattesa “rivalry” non si traduce però in una partita equilibrata, visto che un Paul troppo forte per i suoi ex compagni guida i padroni di casa ad una W tranquilla, con i Clippers mai sotto nel punteggio per tutti i 48 minuti. 4/8 da tre per Nick Young, che almeno in questa occasione dimostra di poter regalare ai Clips quella dimensione perimetrale che hanno cercato disperatamente da tutta la stagione.

 

Orlando 117 @Toronto 101

I Magic triturano i Raptors a domicilio senza nemmeno bisogno del miglior Howard, cancellando Bargnani dalla partita e a cavalcando i loro tiratori nell’altra metà campo (season high con 8/13 dalla lunga per il solito, straordinario Ryan Anderson). Gara in ghiaccio sin dall’inizio del secondo quarto, e poco altro da sottolineare (oltre alle ormai classiche, nella loro bruttezza, divise mimetiche da squadra di paintball dei padroni di casa).
Sacramento 106 @ Houston 113

I Kings si “autodistruggono”, per usare le parole di coach Smart, dopo essere stati in vantaggio per quasi tutta la partita, e cedono una W ampiamente alla loro portata ai Rockets, che per parte loro sembrano trovare ogni volta un determinante contributo da qualche panchinaro, che questa volta si identifica in Patrick Patterson (24 con 10/16). Ma l’eroe di giornata è il piccolo grande uomo Earl Boykins: fresco fresco di contratto decadale, si aggrega alla squadra letteralmente un’ora prima della palla a due e chiude con 10 punti, 5 assist e il 4/4 ai liberi nell’ultimo minuto di supplementare che chiude la gara. La gioia di Houston è però mitigata da un brutto infortunio alla caviglia per Dragic, che si spera essere solo una forte distorsione e non qualcosa di più grave.

Utah 105@ New Jersey 84

Non si arresa la parabola discendente dei Nets, massacrati a domicilio da Utah in una gara già chiusa dopo tre quarti. I Jazz, guidati ancora dalla coppia Millsapp-Jefferson, continuano a battersi come leoni in una lotta per i playoffs della Western Conference sempre più appassionante, mentre dall’altra parte solo Gerald Green, non proprio un notorio cuor di leone, sembra mettercela tutta: e non c’è nient’altro da aggiungere per una squadra che nutriva (o meglio millantava) addirittura ambizioni da ottavo posto dopo la trade, e invece accusa la sesta sconfitta nelle ultime sette gare, mentre la valigia di Deron Williams è probabilmente già pronta accanto alla porta di casa.

Post By FletcherLynd (19 Posts)

Siamo tutti nella fogna, ma alcuni di noi guardano alle stelle. O. Wilde

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

98 thoughts on “NBA – Chicago cade in casa, ma Miami non ne approfitta. Sempre più calda la lotta per l’ottavo posto ad Ovest.

  1. Altra partita persa…e in malo modo!
    Wade tira malissimo???50% da tre complessivo 43% dovuto a 2 minuti finali alla ricerca della rimonta impossibile…visto il resto della squadra!
    Ripeto ciò che ho postato ieri, con Lbj in queste condizioni non può continuare a monopolizzare i possessi!!tira piùdi tutti tocca più palloni…il risultato 6 TO tutti nei primi 3 quarti, nell’ultimo si limita a tirare male!
    Bosh sono più le partite che sbaglia che quelle in cui è utile!
    Problema maggiore la difesa collettiva è crollata da un pò ci bucano dapertutto…

    • Gli Heat sanno di arrivare secondi ad est. Ora per loro è fondamentale arrivare ai po sani.

      Secondo real gm Stat ha un problema ad un disco vertebrale che è sporgente. Non si sa se dovrà operarsi oppure no.

  2. lebron nelle ultime 10 partite ha tirato 190 volte
    wade 184

    se andiamo a considerare i tiri per minuto
    lebron 0.47
    wade 0.49

    l’idea che lebron tiri di più di wade non la condivido proprio
    e wade contro okc ha perso 6 palle pure lui
    bosh zitto zitto sta segnando 18 punti a partita con 49% dal campo. il tanto (giustamente) osannato bynum da 2° violino ne fa 18, bosh ne fa 18 da 3° violino per distacco

    nelle ultime 10 hanno preso 92,2 punti di media; di media in stagione ne concedono 93,3

    inutile dire che dissento più o meno al 100% da quello che hai detto

    • mi sembri leggermente di parte rui
      sembra che vuoi sminuire james solo per mostrare quanto è forte il tuo wade
      se per questo stanotte anche lebron 43% dal campo con 50% da 3 (quindi valori perfettamente uguali) ma tu hai fatto notare solo wade

      premetto che non reputo buono il 43% (soprattutto da due che ci stanno abituando a stare sopra il 50% di media) e che lebron è in un’evidente flessione rispetto a 2 mesi fa.. però obiettività

      • Io mostro che James è in calo e che sarebbe giusto dare più spazio a wade visto che quando lui è stato male nessuno si è permesso di parlare di quanto lui era isolato nel gioco.
        James contro OKC ha fatto male e ha commesso 4 TO nonstante wade neabbia fatti 6 ha giocato sicuramente maglio… e mi pare che ieri non ho scritto niente in merito. Questo per dire che non sto sempre lì a dire bene del 3 o male del 6

        P.S. Io non sminuisco il 6…ci pensa Hibbert

  3. non si può dire che i Knicks siano fortunati. Tra l’altro sembrava tornato lo stat dell’anno scorso.
    pazienza. adesso deve salire in cattera melo ma sotto i tabelloni soffriremo nonostante uno stratosferico chandler

  4. @shaq4ever Quei due stentano ed iniziano a tirare “male” (se si può chiamare male 43%) perché ci sono squadre che non gli fanno attaccare il canestro. Quando non possono farlo devono affidarsi ai loro tiri dalla distanza e le stat scendono inesorabilmente e inevitabilmente. Finché non cambiano modo di giocare troveranno sempre un’ostacolo prima o poi che li frenerà. Wade e James iniziassero a giocare più lontano dal canestro perché pur essendo lontani dai top player in quella categoria, di certo scarsi non sarebbero affatto… Se attacchi solo il canestro, è vero che tirerai sempre sopra il 50% ma non vinci mai con squadre che riempiono l’area.
    Poi vabbè Lebron ora è in netta flessione. Caspita ieri l’ho visto lento ed impacciato. Avrà capito che non sarebbe potuto arrivare ai PO sano giocando come 2 mesi fa. Lo aspetto più che in forma quando conterà davvero.

  5. Non hai scritto niente appunto perché wade ne ha fatte 6 di perse… E non è la prima volta che tenti di dire che wade è meglio… Io ho portato dei dati a comprovare il fatto che non è che lebron “tira molto più degli altri”, visto che wade tira di più… Quanti tiri vuoi dargli ancora?
    Non è certo una squadra perfetta, anzi; lebron non è certo perfetto e ci può stare tranquillamente che si dica che nei momenti decisivi la palla deve andare a wade (che per inciso non è poi sto fenomeno come a volte lo si dipinge nei momenti decisivi tanto che di errori e di vaccate ne ha fatte anche lui)
    La chicca finale su lebron guarda è perfetta: sai wade non è mai stato stoppato in vita sua

    • ne ha perse sei ma ha giocato complessivamente meglio se hai visto la partita
      la chicca finale era una battuta…ma in questo forum sembrate tutte checche isteriche

  6. Quindi potremmo vedere una ventita di partite con Melo in quintetto da 4 ? Oppure Jeffries ? O pescano qualche FA ?

  7. Piove sul bagnato per New york….addio stat e fuori anche Lin….però puo essere la foruna per Melo….cmq l’importante è aver vinto stanotte.
    Su Wade, a parte aver azzeccato una delle finali nba piu anomale della storia, spiegatemi cosa ha combinato nel resto della sua carriera, visto che lo mettete sempre sul piano dei piu grandi giocatori di questo sport e tra i top 3 attuali e francamente non lo capisco…..per me è un buon giocatore e stop.

    • va be dai se dici che wade è un giocatore normale vuol dire che di basket capisci proprio poco!

  8. Ah beh allora bella battuta
    Ah
    Ah
    Ah

    Se per te siamo tutte checche isteriche puoi anche scrivere da un’altra parte… Non mi sembra di averti offeso..

  9. auhauhauh bellissime ! quella di google è da top classifica, insieme a quella su Chuck Norris.

  10. mad-mel

    Buon giocatore adesso stai esagerando; Wade è stato ed è attualmente un gran bel giocatore. Negli ultimi anni, all’infuori di Bryant, dove la trovi un’altra guardia come lui?
    Basta vedere ciò che ha fatto e i numeri che ha per capire che proprio di una sega non stiamo parlando.

    Che poi non sia al livello di LBJ sono, se condividi, perfettamente d’accordo, ma è un altro discorso.

    Poi che può stare sui coglioni questo è un altro discorso ( a me sta pesantemente sul cazzo), ma non dobbiamo confondere simpatie-antipatie con il valore effettivo che un giocatore ha.

  11. si doveva vincere e per fortuna si è vinto contro i cerbiatti anche senza Lin e Amar’è ma…
    anche al completo mancava cmq un cambio dei lunghi affidabile (oltre al buon Jarred visto che il rookie Harrellson non può dare ampie garanzie) e ora che abbiamo bisogno di gente sotto almeno dalla panca ne siamo tremendamente sprovvisti. Melo ora si responsabilizzerà per forza ina ttacco e speriamo in un’impennata delle percentuali.

    giusto per ricordare: i play-off scorsi Melo ha giocato praticamente da solo e due le abbiamo perse per poco

  12. Appena finito di vedere Heat-Pacers…. Heat che passeggiavano… C’era Tranquillo in telecronaca che continuava a dire: ” quanto hanno intenzione di andare avanti così gli heat?”… Li ho trovati molto sottotono, forse pagavano la gara della sera precendente… James, meno frizzante atleticamente e un po’ anche Wade. E James dovrebbe finirla di fermare il gioco… La nota positiva, secondo me, è che Turiaf si sta dannando per guadagnarsi il rispetto dei nuovi compagni e qualche cosa buon l’ha fatta…

  13. Ammiraglio :

    premesso che considero Wade un ottimo giocatore, ma come guardia vedo anche Ray Allen davanti a lui in un ipotetica classifica degli ultimi 10 anni, per continuità soprattutto. Se mi dicessero che c’è solo un posto libero nella HoF tra i due prenderei Allen, sempre.

  14. Wade in tre anni ha avuto una squadra all’altezza

    2005 fuori coi Pistons in gara 7 dopo aver giocato una serie mostruosa contro il miglior sistema difensivo dell’ultima decade (per me, per qualcuno sarà dei Celtics ma siamo lì) con un infortunio alle costole altrimenti andava alle finals già quell’anno

    2006 sappiamo tutti come è andata, miglior singola perfomance in finale dal dopo Jordan

    2010 finale persa con Dallas nonostante una grande serie

    Ora farlo passare come l’ultimo dei coglioni mi sembra davvero ridicolo, è a mani basse la secona SG più forte degli ultimi 15 anni da quando si è ritirato Jordan, ha giocato stagioni clamorose quando era circondato dal nulla, buon giocatore? Buon giocatore è Deng, è Gallinari non Wade non scherziamo

  15. no no wade mi piace….non mi sta antipatico…quandoo dico buon giocatore non intendendo mediocre ma neanche il campione assoluto. Io Wade te lo paragono al Carter dei tempi d’oro, al mcgrady, possono piacervi quanto volete..ma sono un livello sotto dei campioni assoluti, con Wade l’unica differenza che ha vinto un mvp delle finals.
    Quoto che Lebron sia un altro livello, altrimenti meglio commentare un altro sport.

    • Io preferisco Wade a James e non penso assolutamente di dover cambiare sport. Lebron non è il bene assoluto e il resto niente, fino a prova contraria, ve lo dovete stampare in testa! Questi 10 anni di James in Nba non vi hanno insegnato nulla? Perché altrimenti penso davvero abbiate sbagliato VOI sport!

  16. Wade

    temo si confonda il Wade attuale con quello pre infortunio, che non vedo altre spiegazioni a un “allen è meglio”..dai ragazzi, siamo seri. stante che per il gioco che ha aver perso l’esplosività dei bei tempi è un bell’handicap non lo considererei un semplice “buon” giocatore

    • O forse si sta confondendo con il Wade suo vicino di casa..non c’ è altra spiegazione.

  17. Appunto, ha vinto un MVP delle finals, ribaltando una serie quasi chiusa, e segnandone quasi 40 a partita…hai detto cazzo. Nè mi pare che il resto della carriera il suo livello sia stato così lontano da quello del 2006…

    E se non bastassero le statistiche ed il titolo vinto, mettiamoci anche una caterva di tiri decisivi, ed una difesa spesso superba. No, proprio non si può dire che Ray Allen sia stato, è o sarà mai più forte del prodotto di Chicago…

    L’Harrelson dei Knicks chi è, quello che stava con Wesley Snipes a “White man can’t jump”?

    Comunque fossi tifoso Knicks non mi preoccuperei, è evidente che questi giocano molto meglio quando hanno degli infortunati, così l’allenatore non deve scegliere, e tutti hanno i loro bei tiri e minuti…

    • ma quello era al massimo una guardia… ehhehh
      ai Knicks serve un lungo.
      sicuro si dividono i tiri di Amr’è ma Melo deve ri-iniziare a segnare con costanza, come sa fara.

  18. @ abitato

    ho detto ottimo giocatore infatti, quelli che stanno un gradino sotto i fenomeni. Per Intenderci, tra 20/30 anni (ovviamente considerando quello che hanno fatto ad oggi, quindi Wade ha ancora margine di sorpasso) non credo che sarebbe visto (neanche Allen sia chiaro) ai livelli di Magic, MJ ecc..

    • ovviamente, pareri personali. Pronto a offrire una birra a tutti se Wade verrà indotto e Allen no, teniamoci in contatto.

  19. Veramente c’è gente che non considera wade un fenomeno??? Sarò di parte ma non pur cercandomi di sforzare non riesco a trovare spiegazioni.
    Oltre al MVP del 2006… ricordo che è stato il miglior realizzatore della spedizione olimpica delle super star!
    nel 2009 a mio avviso meriterebbe il titolo mvp RS per statisttiche per le prestazioni che hanno portato una squadra di merda al 5° posto nella conference.
    Queste cose non le fanno i giocatori fortissimi ma solo i fenomeni

  20. Togli wade e lascia lebron e vedi che il record di miami non cambia piu di tanto….fa il contrario e avrei seri dubbi per l’ottavo posto…..ti conviene veramente parlare di un altro sport….

    • togli wade ai PO e lascia solo le LBJ e vedi quanto vai avanti!
      Meno male che i numeri nessuno se li può inventare…parlano da soli!
      Se io devo parlare di un altro sport tu vedi di capirlo…
      Scusami scienziato ma mi spieghi come mai Wade pur essendo un giocatore forte ma non fenomeno l’anno scorso nei PO segna più punti a partita del NUOVO MESSIA del NBA???
      Chiarisco che non voglio dire chi sia il più forte ma solo smentire chi dice che il 3 sia un forte giocatore e l’altro un fenomeno…sono entrambi fenomeni poi su chi sia meglio possiamo discutere, ma fanno parte tutti e due della categoria geni del basket

    • vero…

      ma ricordando che:

      squadra di basso valore + LBJ = vittoria di RS
      squadra di buon valore + LBJ = vittoria di RS

      squadra di basso valore + Wade = tanking
      squadra di buon valore + Wade = anello (a patto che non sia presente a roster James XD)

      togli wade e metti kobe il discorso non cambia.
      Opinione tua?

      ovviamente estremizzo per sintetizzare..

    • Guarda mi sono stancato di stare a parlare di Lebron e passare per haters quando sono anche pronto a difenderlo quando non gioca ai suoi livelli perché fuori forma. Io sono haters verso queste considerazioni qui. Lebron James davanti a tutti e dopo un bel po’ tutto il resto. Sono vaccate che 10 anni di Nba dovrebbero aver smontato. Invece no, le continuo a sentire, siete imperterriti! Io considero Durant in questo momento il migliore della Lega ma non mi sogno lontanamente di ergerlo su un piedistallo con gli altri a fare da portaborse. Non è cosi. Non sono ancora maturi i tempi per questi atleti per fare considerazioni del genere e in 10 anni di carriera Lebron James non può esser messo su un piedistallo con dietro il vuoto. Adesso nella Lega solo uno può esser considerato in questi termini e si chiama Kobe Bryant. Ma le cose sono cambiate anche per lui pur rimanendo il giocatore dello scorso decennio. Io rimango basito davanti a certe vaccate. Condite poi dal: “se non la pensate cosi cambiate sport.” Ma stiamo scherzando? Lo vieni a dire proprio a me? Dicendo queste vaccate? W l’atleta Lebron, io mi scaglio e non finirò mai di farlo contro queste considerazioni.

    • “fai il contrario e avrei seri dubbi per l’ottavo…”
      Fammi capire ma tu dei commenti degli altri leggi solo l’inizio e poi parti alla cairca con le tue scemate??
      Ho appena ricordato la stagione 2008/09 dove wade(30 ppg con 49% al tiro in RS) con una rosa più scarsa e di molto rispetto a questa è arrivato 5 e mi dici che non arriverebbe ottavo con questa??Ma pensi a quello che scrivi??
      Per ricordare alcuni giocatori: i R beasley e chalmers, Cook, Blount, O’neil che stava a pezzi, Diawara, Chrissss Quinnnn….

  21. ma contro dallas o boston l’anno scorso James ti sembrava di un altro livello? a me proprio no.. forse in RS… ma anche li mi sembra piuttosto ingeneroso.. poi puoi dire che LBJ sia più forte o più completo.. ma di un altro livello mah… non sono daccordo

  22. quaqquo

    Nonostante abbia una enorme stima per Ray Allen non credo assolutamente possa essere paragonato a Wade.

    Se non avesse sistematicamente toppato ( vedi anche causa infortuni e sfiga) direi che potrebbe essere accostato più ad un McGrady ai tempi d’oro, ma come ho appena detto, lui come risultati è stato una delle peggiori superstar di tutti i tempi.

    Ti direi quindi che il livello è più vicino ad un Vince Carter, ma credo sempre che Wade sia più forte.

    L’unico che per me nettamente migliore è Bryant, ma appunto, è l’unico.

    • direi che tmac vince la classifica “talenti bruciati dal fisico di cristallo” seguito da Roy e Yao.

      Per quelli bruciati nel cervello andrei all in con Starbury con a ruota Sprewell (che avrebbe potuto fare ben altro) e un bel bronzo se lo sta guadagnando beasley..

  23. quaqquo

    credo di aver capito cosa intendi, straordinario ma non ai livelli dei migliori di sempre, una sorta di barkley delle guardie, ruolo diverso ma simili per impatto e ruolo nella lega. però credo che cmq lo sottovaluti: dominava fisicamente le partite come faceva il ciccione, con nessuno veramente in grado di stare al passo, però l’anello la vinto e l’MVP delle finals non l’ha vinto perchè erano tutti su shaq per cui aveva libertà, era lui la bocca di fuoco e ha dominato gli avversari, una sorta di strapotere, raramente ho visto cose simili. perchè questo è wade, manco KB gli stava dietro 4-5 anni fa (uno sano l’altro giovane), poi il 24 è un giocatore più completo (anche se alcune cose più per capacità che per frequenza di utilizzo), ha altri fondamentali, ne ha vinti 5 e non 1 (e quando parli dei migliori di sempre conta), però per quanto mi piaccia (ask IYW) non credo sia eresia dire che a ruoli invertiti sarebbe stato DW con la mano piena

    mad-mel
    vero, in RS il re da solo vale 35-40 vittorie, sommato al record dell’ultima fa una squadra da titolo. poi bisogna capire se ti interessa far pubblico in rs o vincere, che lì forse avere DW in squadra non è male ;)

  24. io mi ricordo che lebron tanto quanto wade abbia aperto le chiappe a chicago e a boston, non mi ricordo queste mega prestazioni monster di wade nelle ultime tre gare delle finals….anzi tanto penoso come lebron….fuori che ha il culo parato perchè ha vinto un anello….
    Pagherei che si rompesse Lebron per i playoffs…per vedere tutte le vostre tesi su wade….dello stile buona squadra e vince l’anello….avrei seri dubbi per il primo turno…
    non sono un fan di lebron…..ma montargli questi discorsi che è buono solo per la regular season li trovo insopportabili…..

    • A parte il fatto che non è stato penoso come LBJ…la memoria ti inganna,nella partita più penosa di LBJ(famoso 3/11) wade mette a referto 32 punti!Non ha giocato benissimo nella penultima gara e male nella 7.
      Cmq wade ha già dimostrato di giocare bene i playoff anche con squadre di cacca…
      ma ciò che ti sfugge e ti ci stai pure infervorando è che non si sta discutendo chi sia più FORTE ma del fatto che Wade +o- forte del 6 rientri nella categoria FENOMENI.

  25. e allora mad mel ti ricordi male se paragoni le prestazioni di james a wade nelle finals…
    evidentemente non ti ricordi la pochezza di james negli ultimi quarti di gara 4 e 5… quando wade è stato l’ultimo ad arrendersi

  26. Ammiraglio :

    ma anche io ritengo Wade superiore sia a Carter che a T-Mac, analizzando le carriere e non i songoli picchi. Ma, per continuità e costanza nel tempo preferisco Ray (nonostante non sia mai stato in grado di vincere “da solo”). Poi magari tra 3/4 anni D-Wade aggiunge al suo bagaglio tecnico dei trucchetti per continuare ad essere decisivo anche quando avrà meno esplosività e a quel punto probabilmente lo vedrò davanti ad Allen.

    Su Bryant davanti a tutti i contemporanei sono ovviamente d’accordo, sempre parlando di SG. E direi anche tra i 5 migliori di sempre per il ruolo. 3 se diamo (giusto) peso agli anelli.

    abitato d’altra gente :

    bellissimo il paragone con Barkley ;) il fatto dei ruoli invertiti è un gioco complesso che però mi stuzzica; il problema è che andrebbe fatto per tutti.. quindi magari Durant se fosse stato draftato da Washington non sarebbe maturato così in fretta, o se LBJ fosse finito nel 2003 ai Pistons probabilmente ne avrebbero vinto 5 in fila, o se…..

    Se posso aggiungere una cosa, io non mi son dimenticato di Wade pre-infortunio, si vedeva che aveva qualcosa di speciale già in quel buzzerbeater contro Charlotte quando mi pare fosse ancora un rookie. Però sembra che molti non si ricordio di quanto fosse forte Allen ai Sonics… a parte le bombe, questo schiacciava in testa a chiunque e penetrava in generale molto di più.

    P.S. giusto per… a me piace Wade come giocatore, ho anche il suo cappellino comprato all’ AAA (ma solo perchè non ho trovato la mia taglia della maglia di Payton ahahaha)

  27. State interpretando male il mio discorso…non ho mai scritto che è un giocatore normale…ho detto che è un buon giocatore e per buono intendo non comune ma uno forte ma che sarà mai ricordato nell’elite….poi per me lebron non è paragonabile e Wade……ognuno la sua opinione….

    • Bene ognuno ha la sua opinione, io posso ritenere anche che Sam Bowie sia stata una scelta migliore rispetto a Michal Jordan (….) ma questo non mi da la libertà di dire che chiunque non la pensi come me debba cambiare sport…. Si chiama rispetto delle opinioni visto che nessuno di noi qua dentro si chiama Phil Jackson.

    • E questa cazzata me la fa postare… Che dite? Se scrivo una raffica di bestemmie mi darà problemi?

  28. Come al solito si va ad estremizzare il discorso paragonando mj a bowie….e cmq se non avesse avuto problemi fisici iperseri sarebbe stato allstar occhi chiusi…..
    Cmq chiudo discorso lebron wade….mi bastano i Knicks…..

  29. Quaqquo

    il guanto è stato un modello per anni per me, allen lo seguo dagli albori ma temo che tra i due atletismi non ci sia paragone (pre inf). così anche sul tiro, DW se proprio gli si vuol fare una critica è lì. però se guardi all’impatto sulla gara, l’energia sui 40 minuti e la “presenza” negli ultimi..anche alle finals ruolo diverso, è stato il quasi coetaneo PP a togliere le castagne dal fuoco a BOS, infatti l’MVP fu lui (ed è a tutt’oggi un giocatore per cui ho grandissimo rispetto e timore, ndr)

    • titoli vinti a ruoli invertiti: lungi da me voler iniziare una discussione, era per rendere l’idea, stimo il 3 proprio per la mentalità da vincente che ha, gli permette di fare cose che le sue capacità tecniche ed atletiche non gli consentirebbero

  30. alekhine

    Cousins diventerà un All Star. Le quattro squadre che non hannno creduto in lui, perchè bambino/pazzo, si mangeranno le mani. A tutto vantaggio Kings. Immagina con un play ed un’ala piccola cosa potrebbe fare. Più spazi, meno attenzioni su di lui che potrebbe banchettare nel pitturato come pochi nella lega. Senza dimenticare che sa dare bene la palla.

  31. Beh, oggi abbiamo cambiato soggetto, è Wade Vs LBJ…

    Mi rendo conto che agli appassionati della Domenica piace andare con dove va il vento, o debbono difendere i loro idoli, mah

    1-no, Wade non ha fatto schifo quanto LeBron in finale, proprio no…anzi, ci sono delle belle immagini in cui si vede (credo fosse gara 4) Dwayne andare da James urlando “oh, embè, ma ti decidi a segnare, a usare le palle, ad aggredire la partita?”. Wade ha giocato come doveva giocare, l’altro proprio no

    2-posso farvi una confidenza? Chiunque dica che LBJ è un cacasotto o altro, lo considero un vero idiota, o un semplice rosicone. Quante serie di PO ha sbagliato LBJ in carriera? 1, una su 17 giocate…so che è per i tifosi di Kobe o gli haters che si debbono scegliere un nemico a tutti i costi è dura da accettare, ma è l’unica verità

    Giocatore da RS? Seguite la NBA da stanotte, o avete anche memoria? Io ricordo una tripla doppia la prima partita di PO giocata in vita sua, ricordo una squadra di zombie portata in finale nel 2007 (e 48 punti in testa ai Pistons nel pivotial game, con il tiro che mandò la squadra ai supplementari, e quello della W), ricordo 45 punti contro PP in gara 7 nel 2008, ricordo 40 di media contro Orlando nel 2009, e perfino nel 2010, dove secondo qualche demente avrebbe mollato, ricordo delle medie assurde

    Senza contare i PO 2011, e le continue giocate sotto pressione nella serie contro i Bulls…

    Ora questi sono i fatti, il resto è merda. Wade grande a portare gli Heat al 5° posto nel 2009? Vero, aveva un roster di basso livello, Beasley, Marion, Haslem, e poco altro (nessuno ricorda però come giocò sotto il par le due gare decisive, sia nel 2009 che nel 2010…)

    Invece LeBron, che per 2 anni ha portato oltre le 60W una squadra di cadaveri? 2009, Mo Will, noto fenomeno, Ben Wallace e Z a fine carriera, poi? Nel 2010 anche uno Shaq in piena forma, e quel vincente di Jamison. Vogliamo davvero mettere a confronto le due imprese?

    LBJ è semplicemente il giocatore più dominante degli ultimi 10 anni, quello capace di fare più cose, e bene, su un campo di basket. Questo non vuol dire che sia il migliore in ogni campo, o che non abbia punti deboli, ma anche i sassi sanno che qualsiasi GM partirebbe da lui per fondare una squadra, mettendogli magari attorno gente con le palle per ovviare a certi cali o certe mancanze nei finali tirati

    Vorrei ricordare che qui nessuno discute Shaq, però a me risulta che quando si arrivava ai secondi finali di partita, lui a volte neanche era in campo, per il problema dei liberi. Lui perchè non dovrebbe essere considerato un perdente allora?

    Ultima considerazione: no, neanche Kobe lo puoi mettere su di un piedistallo. Per vincere ha avuto bisogno di un Dream Team confezionato attorno, con un roster che specie nel 2010, avrebbe vinto 50W anche giocando solo con la sinistra. E con tutti i difetti di fine carriera, in panca c’era Jackson, non Mike Brown o il Filippino

    Kobe mentalmente e tecnicamente più forte in molti frangenti? Chi dice niente, ma il basket non è fatto solo di gare 7 (che comunque lui toppò alla grande nel 2010 contro i Celtics) e buzzer beaters. Fino a quel punto di devi arrivare. E Kobe, con quei Cavs (che senza James hanno vinto 42 partite in meno del 2010), dubito che avrebbe fatto strada nei PO

    Domanda a Van Gundy, nel 2010 “Con LBJ al posto di Kobe, i Lakers sarebbero una squadra migliore?” “probabilmente si…” “con Kobe al posto di James, i Cavs” “mai nella vita…” Poi all’ultimo minuto la palla la dò a lui, ma ci devo arrivare a quel punto

  32. in your weis

    1) Concordo su tutto ciò che dici, tutto giustissimo, ma citare esterni per indicare preferenze tra i due è da sciocchi, dato che tutti i più forti si sono “schierati” con Kobe.
    MJ disse che Bryant era il suo erede e criticò pesantemente The Decision dando ad LBJ del cagasotto; Magic alla domanda su chi fosse più forte tra i due rispose con un emblematico: “ma sei scemo?”; Bird disse che con LBJ ci avrebbe giocato per divertirsi, con Bryant per vincere i titoli.
    Addirittura Shaq non ebbe problemi a dire che il più forte Lakers di tutti i tempi è Kobe (dichiarazione più che opinabile).
    Quindi che mi vieni a dire che è il più dominante degli ultimi anni, sinceramente mi fa un po’ sorridere. Poi mai capito cosa si intendesse per “dominante”; quello che domina le partite? Cioè quello che è più rilevante? Quello che te le fa vincere? O quello di cui la vittoria ne è il maggior artefice? Boh… Dominante è un aggettivo cui non riesco a dar significato; preferisco “bravo” o “forte” ed in questo senso no, LBJ non è il più forte degli ultimi 10 anni.

    2) I cavs del post James hanno fatto schifo, verissimo; ma ci sono un paio di cose da far notare.
    a: era una squadra tutta funzionale a lui, quindi tolto lui, gli altri non sapevano neanche che fare. Paradosso: se togli il motore ad una DB9, pure se è un’Aston Martin, la macchina non parte.
    b: per fare un caso all’estremo, metto i dati dei Bulls post-Jordan. La differenza è di 5 vittorie, wow! MJ valeva solo 5 vittorie in regular season!
    Quindi che mi dici che i Lakers valevano 50 vittorie mi significa fino ad un certo punto, anzi non mi significa proprio niente di niente.
    Non dico che i Cavs senza LBJ e i Lakers senza Bryant fossero dello stesso valore, ma per carità, c’era una abisso; ma prendere il nudo dato senza analizzare criticamente i due team va bene forse per quei pirloni di analisti americani che non fanno altro che buttare giù statistiche e farcisi le seghe sopra.

    Con il mio discorso non voglio assolutamente sminuire LBJ; per me è un fenomeno come pochi altri in passato e come probabilmente nessuno adesso, però tutto ciò non significare buttare giù dati e teorie, a mio parere, senza criterio.
    Proprio oggi ho letto del confronto tra lui e Wade ed ho apertamente detto che è migliore; ho letto anche di un confronto tra i Cavs e gli Heat campioni del 2006 e, se questo sito del cazzo me lo avesse permesso, avrei detto che trovo il paragone quantomeno oltraggioso.

    4) Io la serie contro i Celtics non la vidi ( vidi soltanto una gara e LBJ fece il fenomeno, ma non ricordo neanche quale fosse, sicuramente una delle prime), ma rammento bene che lui stesso ammise di essersi spento in più di una gara, tanto da dire di aver sbagliato totalmente quelle gare.
    A vedere i numeri non mi sembrò, ma ripeto: le partite non le vidi, quindi non posso aprir bocca.

  33. Povero James. Magic lo sbeffeggia, MJ non lo caga di striscio, Bird lo ridicolizza ed io stupido tifoso di basket, darei 3/4 dei giocatori dei Kings per avere il miglior giocatore sulla piazza. Cazzarola parliamo del migliore sulla piazza, un freak fuori dal mondo che sta pagando caro la scelta Heat. Evidentemente non capisco un caxxo.

  34. Mah, i pareri dei Grandi del passato contano il giusto, da Magic non mi aspetto nulla che non sia pro-Lakers (e so che mi inimicherò qualcuno, ma non l’ho mai troppo amato come personalità), MJ fu grande già nel 2002 quando disse chiaro e forte che Kobe era meglio di Carter (all’epoca era un fatto tutt’altro che scontato), Bird (che ho sempre adorato come carisma) ha detto davvero una vaccata

    Parlare di LBJ come se fosse un Carter qualsiasi, uno showman che fa solo divertire, che gioca per fare i numeri, davvero è degno di un Gilbert post decision. Si sfogassero come meglio credono, tanto ormai LBJ è diventato un bersaglio talmente grande, chi la spara più grande forse avrà i suoi 15 minuti di notorietà

    • in your weis

      Con 15 minuti di notorietà stai citando Andy Warhol? ;-)
      Ma io non parlo di LBJ come di un Carter, ma chi è che lo fa? Un deficente forse. Sappiamo entrambi che LBJ è un vero ed autentico mostro, sia per caratteristiche fisiche che per completezza a livello tecnico, ma questo non deve farci cadere in assurdi paradossi che poco hanno a ch vedere con lui.
      ps: anche a me Magic non è mai piaciuto; sempre con quel sorriso stampato in faccia, mi sembrava un ritardato.

      Alert

      Ma chiunque darebbe 3/4 giocatori per LBJ, parliamo probabilmente del più forte attualmente. Quello che ho trascritto era solo in riferimento ad un eventuale paragone tra lui e Bryant dato che è stata tirata fuori una citazione di Van Gundy.
      E sappi che sono il primo a fregarsene di questo frasi ad effetto che ogni tanto qualche big spara sulla piazza.

  35. @Ammiraglio ti quoto in pieno perché pur apprezzando Lebron hai spiegato anche i suoi limiti. Con IYW su James proprio non ci prendiamo ma non voglio entrare in discussione perché su quasi tutti gli altri ragionamenti l’apprezzo.
    Dico solo una cosa. E’ il termine dominante che appiccicato a Lebron proprio non concepisco. Ha avuto una bellissima carriera ma non è MAI stato dominante se non a sprazzi. E i giocatori “dominanti” (se proprio vogliamo chiamarli cosi) non lo fanno a sprazzi. Il termine dominante, per come lo intendo io è quel giocatore che non ti da punti di riferimento e per la sua completezza in termini offensivi è difficilmente marcabile. Ma non finisce qui. E’ dominante se a queste caratteristiche abbina una qualità emotiva e psicologica mostruosa. Ed è dominante quando si innesta a punto di riferimento per il ruolo. Questo è un giocatore dominante. Non perché lo decide lui o la Nike o l’Nba perché non sa in quel momento a chi dare il “traino”. Lebron non ha dimostrato tutto questo se non in parte. A 27 anni è ancora un giocatore che messo in certe condizioni, mostra tremendamente i suoi limiti. Un giocatore dominante, tralasciando l’essere in forma o meno, nella gara con i Thunder trova situazioni offensive alternative vedendo che nel suo gioco è limitato. Si è limitato a scaricare per Battier. Può andarti bene ma non ti rendi MAI immarcabile. Non sei DOMINANTE. Era una gara di RS, è fuori forma ma lo abbiamo visto MOLTO SPESSO non trovare il bandolo della matassa di fronte a situazioni a lui poco congeniali.

  36. In questo contesto io ho trovato dominante Kobe che incarna tutte quelle caratteristiche sopra citate. E lo ha dimostrato sul campo a prescindere da RS vinte o meno. Sempre in questo contesto trovo come nuovo progenie del giocatore dominante Kevin Durant. Un giocatore che quando conta, spesso si rende immarcabile perché non da punti di riferimento. Può tirare come e dove vuole. In qualsiasi modo e da qualsiasi distanza. Andando al ferro, dalla media, da 3, dai liberi come lo prendi se si mette in testa di metterla? Ha un controllo mentale e psicologico a 23 da far paura. E’ sicuramente accompagnato da un contesto favorevole ma nonostante tutto ciò sta continuamente migliorando e portando sempre più in la il suo limite. Ora lo vediamo migliorare lui ma anche migliorare gli altri con assistenze che fino a qualche tempo fa si sarebbe sognato. Questo è sinonimo di giocatore dominante. Ma per esserlo in tutto e per tutto acqua su acqua dovrà passare sotto i ponti!! Magari nei prossimi 3 anni stecca e sarà considerato uno dei più forti di sempre ma mai il giocatore “dominante” e mai il modello da seguire a venire. Un po’ come è stato Jordan per Kobe. Un modello da seguire per la prossima generazioni di fenomeni.

  37. A me piace Durant senza però mettermi le pezze sugli occhi. LBJ è il migliore. Lo ripeto. Poi possiamo discutere fino all’infinito sull’opportiunità di giocare con Wade e Bosh (salvo pagare caro un roster semi scarso in alcuni ruoli), sul fatto che non ha vinto un titolo (salvo che MJ li vinse in là con gli anni) ma ritengo saggio aspettare 3/4 anni prima di sentenziare su di lui.

    Perchè ho la presunzione nel prevedere che in caso di 2/3 anelli da protagonista, certi commenti oggi poco indulgenti dei santoni del basket, cambierebbero. Un pò come spira il vento. Allora leggeremo che il Wade di turno lo aveva anche Bryant quando vinse i suoi titoli (Shaq, o viceversa), lo stesso Jordan con Pippen, che Bird ha avuto bisogno di un team fuori dal mondo per vincere, idem per Magic etc…..

    Insomma sentenze emesse senza senso. Ricordate Dirk prima delle Finals? Perdente, mollaccione, era colpa sua se nel 2006 avevano perso…bla…bla…bla. Poi ha vinto il titolo alla grande.

  38. Fabio, per me confondi la definizione di dominante, o meglio ne dai un’accezione solo parziale. Dominante è anche un fenomenale difensore, uno che trascina la squadra nei primi 47 minuti (non è esclusiva dei minuti/tiri finali, altrimenti kerr e paxson sono dominanti), è un giocatore sempre presenti nei momenti duri (non necessariamente intensi) della partita e infinite altre “cose”. Per esempio, se LBJ è stato dominante solo a sprazzi, Durant non lo è mai stato (e difatti penso che non ci sia un’occasione in questo senso che lo faccia comparire tale). Tu confondi l’immarcabilità offensiva+doti mentali come dominante. Ma non è così limitato il discorso. Bill Russell per me (da quello che ho letto/visticchiato ovvio) è dominante come 100 Chamberlain. Per il tuo discorso dovrebbe essere diverso…

  39. Però Alert se ti ci metti anche tu :) Migliore? Può darsi, io non la penso cosi. Bende sugli occhi? Questo proprio no. Migliore James, non lo so può darsi, comunque siamo la. Però se vedo le stat quest’anno, nonostante un James mostruoso la prima parte di stagione dice, media punti (con più minuti) per Durant, praticamente stessi rimbalzi anche se praticamente nulli in fase offensiva per Durant per ovvie ragioni (comunque sia Heat che Thunder glieli lasciano per fargli crescere la stat), assistenze sicuramente superiori a James (la sua visione è indiscutibile) ma Kevin sta migliorando tantissimo su questo piano e soprattutto lui fa l’ALA PICCOLA, James fa anche il PLAY. Percentuali al tiro superiori per James ma semplicemente perché per la meta dei tiri realizzati attacca il ferro. Percentuali da 3 superiori per Durant nonostante James selezioni accuratamente i tiri. Tiri liberi manco a parlarne. L’unica cosa sulla quale Durant deve migliorare è sicuramente la difesa. James è difensore con i controcazzi. Durant è uno normale ma nonostante questo recupera meno palle ma fa più stoppate (ti credo con quelle braccia). Ok per la difesa ma Durant è la più grande macchina offensiva presente in questa Nba. Non tanto per i punti segnati quanto per la completezza del suo repertorio. Non parliamo poi del piano mentale sul quale KD è di un altro pianeta. Buzzerbeat a parte è lui che nell’ultimo quarto si accende e mette puntualmente i tiri decisivi che tengono a galla i Thunder o ammazzano la partita. James su questo, senza cadere nel banale, è parecchio indietro. Tutto questo a 23 anni, con vicino una squadra giovane e l’anno dell’esplosione del terzo violino Harden.

  40. Con questo pippone non dico che Durant sia assolutamente e indiscutibilmente migliore. Siamo la. Con altri 2-3 atleti. Non c’è il giocatore che spacca l’Nba. E se esiste in questo contesto, quel tipo di giocatore, l’unico che può calarsi in quel ruolo, magari sbaglierò ma questo è Durant.

  41. Altra cosa Fabio: a me Durant piace tantissimo. Credo che a livello offensivo negli ultimi minuti sia un giocatore alla Bryant, ovvero uno che ha infinita consapevolezza delle proprie doti e infinita fiducia nel suo tiro. E ci metto anche che indubbiamente LBJ ha il suo tallone d’Achille in questo. Però tu consideri già passi avanti Durant a 23 anni. Da un punto di vista verissimo, ma Durant dov’è arrivato fin’ora? Che pressioni ha affrontato? Vediamolo in Finale, e poi giudichiamo. Se adesso muovo critica a LBJ sulla pressione, lo faccio comparandolo ai vari Bryant e Wade, non certo con KD.

    • Ma certo ecco perché dico non c’è il giocatore che spacca l’Nba. E’ proprio quello che dico io. Durant ancora non ha avuto l’occasione per dimostrare qualcosa di VERO. James quando ne avuto l’occasione ha fallito. Kobe lo ha già fatto ampiamente ma è inevitabilmente in calo. Wade ha dimostrato tantissimo ad inizio carriera ma poi si è un po’ fermato. A questi aggiungo Rose che ancora deve dimostrare qualcosa di veramente IMPORTANTE. Questi qui sono gotha. Se la giocano. Ci aspettano anni di sfide VERE. Siamo fortunati.

  42. @Hanzo Infatti il termine dominante può esser interpretato in mille modi ma Durant è anche questo. Uno che ti trascina per 47 minuti ma quando serve davvero è una sentenza. Un giocatore presente nei momenti duri. Se lo intendi a chi ha più muscoli e per il gioco duro, James parte sicuramente avvantaggiato ma come la intendo io il momento duro è quando hai la pressione attorno a te, quando le altre squadre ti mettono pressione, e permettimi qui non c’è grossa competizione se non a sprazzi. Mi spieghi una situazione in cui James è stato dominante? Durant ancora non ha avuto modo di fare serie come quella con Detroit. Ma non possiamo ricordare solo quella. Sul discorso di Bill Russell è certo che quello li fosse dominante. Per l’epoca era l’espressione del centro moderno. Fisicamente un gradino avanti a tutti era accompagnato da una squadra e una testa pazzeschi. Era un giocatore di 20 anni dopo, ecco perché era dominante. Shaq era dominante perché in un epoca dove erano state trovate contromisure ai centri degli anni 90′, nonostante questo era davvero qualcosa d’immarcabile. Magari non nei momenti finali perché bastava fare fallo ma era una montagna insormontabile per chiunque perché associava alla stazza impressionante un’agilità da ballerino e dei movimenti (per quanto assolutamente incomparabili a quelli di Olajuwon) poco gestibili per chiunque. Se per dominante non si associano tecnica-testa-fisicità e viene a mancare uno di questi fattori, si assisterà a dei fenomeni ma mai al DOMINANTE che tanto vi piace.

  43. ma…a conti fatti…durant che ha dimostrato in carriera? e soprattutto cosa più di james??? no per capirci…
    a parità di età la squadra di durant dell’anno passato era un milione di volte più forte dei cavs che sono andati in finale!
    non ci so cazzi, lebron migliora i suoi compagni…chiedee a gibson, varejao ecc…

    • Se mi chiedi cos’ha più di James? Se me lo chiedi è preoccupante. Io dico cos’ha di meno. Difesa e visione di gioco. Deve migliorare in questi fattori e il problema è che lo sta facendo a vista d’occhio. Torniamo a a cos’ha di più. Soluzioni offensive e testa. Dici poco? James avesse curato questi aspetti negli anni (anche se la testa non la puoi cambiare) avrebbe sicuramente un anello. Ora a 27 sei ancora in tempo per farlo? Forse. Comunque lo scorso anno ha fatto delle prestazioni mostruose contro Dallas a 22 anni, con il secondo violino impazzito arrendendosi solo a quello più forte in quel momento. Anche Lebron l’avrebbe qualche giorno dopo facendo una magra figura. Ma quest’affermazione non voleva spiegare le debolezze di Lebron in finale quanto le prestazioni assurde di Nowitzki a cui Durant ha tenuto più che testa.

  44. cerchiamo però di non usare due pesi e due misure…
    in che ha fallito lebron??? nel non aver vinto l’anno scorso, fallendo le ultime 3 partite della serie…vero, verissimo…ma solo in questo…
    la serie coi bulls l’ha vinta lui…la serie con boston, per quanto le cifre dicano che le prestazioni del duo siano simili, chiunque abbia visto la serie ha notato che i break decisivi li faceva lebron…quindi altro che wade migliore…
    ma se quello è un fallimento (come lo è) l’aver perso la finale nel 2007 è un impresa…perchè quella squadra è la più scarsa mai apparsa alle finals….e nessun giocatore in attività l’avrebbe portata a quel livello…e lo dimostrano i fatti…bryant con i primi lakers post shaq(roster quasi paranoabile a quello di quei cavs) preferiva piazzarne 81 e tirare 35 volte a partita…e i risultati si vedevano

  45. Fabio, Durant sarà dominante (ne sono certo). In molti sensi lo è già. Ma anche LBJ ne ha dimostrate eh. Già se arrivi a due finali qualcosina probabilmente lo hai fatto se sei la stella della tua squadra. LBJ è quasi sempre stato perfetto fino alla fine. Lì si può criticare come fattore dominante fin ora. Durant non ci si è ancora avvicinato. Ha tutte le possibilità di esserlo, ma per ora è ancora a 0.

    • Questi ragionamenti li ho sentiti anche per Barkley… E’ proprio perché ora ci ricordiamo di “qualcun altro” piuttosto che di Charles che faccio certe considerazioni. Poi magari Lebron mette a posto quel che deve mettere a posto e vince 6 anelli in finale contro Durant che impazzisce e si mette a fare il commentatore.

  46. Mi son perso le ultime gare nba. Visti i risultati è chiaro che gli heat stiano rifiatando, o meglio, james nelle ultime gare ha giocato molto sotto il suo standard, sarà stanco, ma non l’ho mai visto giocare così sotto tono. Dovrebbe riposarsi di più. Durant nella gara contro l’altro candidato all’MVP vince nettamente il duello, mettendo numeri proprio da james, poco da dire.

    Wade direi che a suo modo è un freack quasi quanto james: 193 per 99 kg, 210cm di wingspan(più di blake griffin che è 208…) grandissima agilità elasticità, capacità di segnare a comando, insomma non esattamente solo un buon giocatore. Ha vinto, nettamente un anello nel 2006, ha giocato alla grandissima ma credo abbia pagato con diversi infortuni un suo modo di giocare troppo spericolato, che lo portava a schiantarsi per terra ad ogni azione. Ha messo tiri decisivi, difende, stoppa chiunque(cm per cm il migliore della lega forse!) è affidabile nei finali insomma, un fenomeno.

  47. @Maicol Filips E’ la prima volta che non posso che quotarti su Lebron. Il 6 sta riposando com’è giusto che sia dopo un inizio assurdo. Certamente il vero Lebron è praticamente quello. Infatti invece di parlare Lebron-Durant e chiunque vogliate voi io fremo per vederli 1 vs.1 in finale. Spero che sia cosi solo per vedere questo spettacolo. Le due ali piccole più forti della Lega l’uno contro l’altro. Casso che SPETTACOLO!

  48. Durant in questo momento è da MVP, io lo darei a lui.

    Su chi sia più forte continuo ad avere pochi dubbi. James può segnare quanto e più di durant, e contemporaneamente difendere molto meglio e su tutti i 5 ruoli e creare per gli altri come un play. Insomma, durant è una macchina offensiva, ma ripeto, capisco mettesse 35pts a gara, ma il fatto è che nonostante sia sopratutto un realizzatore, james fino ad ora è stato un realizzatore superiore a lui, i numeri parlano chiaro. Uno segna tanto, l’altro segna più o meno lo stesso e gatantisce una super difesa e assist per i compagni, facile scegliere.

    • @Maicol Filips Invece lo sai che fino ad adesso forse lo darei ancora a James l’MVP? L’inizio è stato meraviglioso e poi, fatemi fare il lebronino, la schiacciata su Lucas è quella dell’anno (Blake mettiti l’anima in pace). Certo se dovessero continuare cosi, lo meriterebbe Durant (Rose ha giocato troppo poche partite) ma James se dovesse riprendersi se la giocherebbe alla grande. Anche sul resto non concordo tanto ma già lo sapete.

  49. Io continuo a pensare che gli heat non possano permettersi di perdere come gli altri team. Hanno due dei 3-4 giocatori della lega, più un bosh, battier, haslem ecc… non hanno lunghi sotto, ma continuo a credere in due cose:
    che con james e wade devi dominare in attacco, e che spolestra non sia adatto a gestire tre giocatori così contemporaneamente. Se gli heat non vincono quest’anno, beh, il gruppo potrebbe spaccarsi, perché sono partiti, giustamente, con enormi progetti di dominio, ed invece non stanno facendo quello che tutti, loro compresi, si aspettavano. James pagherà sempre le 5 gare delle finals giocate da spettatore(nonostante una tripla doppia ecc…) quella serie non potrà MAI essere giustificata. Ogni volta che vedo wade e james giocare assieme penso a quanto si stiano limitando a vicenda, grossa perdita per loro e per tutti gli appassionati NBA, e a quanto mi manchino i duelli tra di loro, altra enorme perdita.

  50. Wade buon giocatore..niente di più…l’mvp delle finals con annesso titolo è culo proprio…uno le prestazioni jordanesche,come noto,le fa per culo..detto questo,noto.con piacere che tutti,anche chi wade ce l ha sulle balle,si sono opposti alla vaccata..si avvicinano i playoff e vedo risvegli dal forum…ps LBJ negli ultimi dieci anni è di sicuro il giocatore che,da solo,sposta piú gli equilibri della lega..pps..a me sta sul culo Deron Williams ped esempio,ma non vado a negarti che sia.uno dei due playmaker piú forti dell nba,è questione di obbiettività,non di preferenze,in caso contrario di fan page è pieno..accomodatici

  51. “Mah, i pareri dei Grandi del passato contano il giusto”

    Invece il parere di Vun Gundy è la bibbia, ahahahahahaha

  52. Fabio

    Se devo tifare un giocatore, tifo per Durant. Lo sgobbato che mi fa impazzire come pochi. Se parliamo di completezza di gioco, di difesa, di visione di gioco, trovami uno alla sua altezza oggi che calca il parquet. Quello che manca a James è un tiro affidabile da realizzatore puro e sopraffino come Durant. (direi per fortuna) Kevin sta migliorando a vista d’occhio, vede meglio i compagni, sta prendendo più rimbalzi, ha la sinistra capacità di segnare buzzer come noccioline e in difesa inizia ad usare le gambe e braccia.

    Non so dove arriverà, a sensazione molto ma molto in alto, probabilmente potrà diventare il numero 1 indiscusso, ma al momento per curriculum e storia cestistica il numero 6 è avanti. Quello è un Magic 2.0 che ha una difesa pazzesca in grado di marcare un play fino ad una PF. Senza dimenticare che è stato in grado di portare della gentaglia alla finale NBA.

    Come ho già scritto prima, se azzerassimo la mente e guardassimo i giocatori senza condizionamenti James pound for pound è il numero 1. Sbaglierò.

  53. beh…se i commenti di jordan e le sue opinioni valgono come le sue idee e convinzioni che l portano a fare scelte di mercato per costruire la sua squadra…

  54. dopo anni che leggo questo forum leggo michele filippo parlare del 6 in modo obiettivo!
    una cosa sola lebron non è e non sarà mai un play. insieme a Bryant è il giocatore che più, nella lega, mette fuori ritmo i compagni,

    • Maggete avrebbe da ridire :)

      IYW, per quanto LBJ sia oggettivamente il giocatore più completo -fase offensiva, difensiva, rimbalzo, visione di gioco, difesa sull’ uomo e sulle linee e tutto quello che vuoi- fra i (pochi pochissimi) fenomeni della lega,
      preferire un giocatore più… “coachable” è così un reato?

  55. Beh, se chiediamo ai coaches (tra i tanti, Van Gundy), dubito fortemente che avremmo risposte tipo “LBJ fa solo divertire…”, ed infatti non ricordo critiche così ridicole. Personalmente, se debbo dare retta a qualcuno, la do a Van Gundy, a MJ o Magic di cazzate dopo il loro ritiro ne ho sentite dire tante…

  56. @ In your wais:

    Toppato alla grande gara 7 ? Ok ha spadellato, ma ha preso 15 – QUINDICI – rimbalzi in quella gara. Ha visto che non gli entrava niente e si è sbattuto per aiutare la squadra in altri modi, anche rubacchiando d’esperienza qualche gita in lunetta.

    Non è quello che avete sempre chiesto ? Prima tutti a dire che si intestardisce e che gioca 1vs5 poi quando (miracolosamente) cambia un minimo registro per vincere la partita più importante della sua carriera va a finire che ha toppato ????

    Qualcosa non torna…

    Sul discorso “dream team” che gli hanno costruito intorno vorrei suggerirti di riguardare i rosters di Blazers e Kings negli anni del 3-peat e dirmi che davvero i 10 dietro a Kobe e Shaq fossero meglio..

  57. l’anno scorso no ma da quest’anno abbiamo sdoganato che james ha giocato contro boston meglio di wade… abbiamo pure sdoganato gli ultimi 2 quarti contro orlando, contro la quale fece notevoli prestazioni.. salvo cacarsi sotto nell’ultimo quarto quando la partita sfuggiva di mano..
    appena arriverà il 1° anello ci dimenticheremo di dallas… mah… va bene così

    per inciso io oggi se fossi un gm e dovessi scegleire un giocatore al 51% prendo james, al 49 durant..

Commenta