Golden State 99 – 91  Detroit
Prima vittoria esterna per i Warriors, con David Lee e Monta Ellis sugli scudi. Il primo domina sotto i tabelloni con 24 punti, il secondo ne aggiunge 22 di cui 17 nel secondo tempo. I Pistons tirano male (42%) e hanno una buona prestazione dal solo Monroe, con 25 punti e 8 rimbalzi, che però scompare nell’ultimo quarto in cui non mette a referto nemmeno un punto.

Utah 106 – 96 Denver
La coppia di lunghi Millsap-Jefferson combina per 44 punti e 24 rimbalzi contribuendo in maniera significati alla vittoria dei Jazz. Denver non riesce a contrastare efficacemente un MIllsap da 16 punti nell’ultima frazione e dopo esserci avvicinata fino al 81-79 grazie a una tripla di Gallinari (18 punti per lui) depone le armi. Season High per Hayward che ne infila 19.

Phoenix 91 – San Antonio 102
Gli Spurs continuano la loro marcia trionfale casalinga grazie alla super prestazione di Duncan che mette a referto 26 punti (la maggior parte da jumper, allenato moltissimo in estate). Tony Parker collabora con 19 punti e 9 assist reggendo il confronto con un Nash da 20 punti e 10 assist. Bassissime percentuali dal campo per Phoenix che nel secondo quarto tira 6-19 e già si arrende alla grande difesa degli Spurs.

Post By DeAndre P. (35 Posts)

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

69 thoughts on “NBA – Vittorie esterne per Warriors e Utah, grande Duncan contro Phoenix

  1. Mi dispiace per il Gallo,ma i miei Jazz sono stati superiori,in trasferta e su una diretta concorrente…..mi stanno esaltando!!!!GO JAZZ!!!!

    • Perchè non vieni a scrivere anche su Forum-Basket.it….?
      I tifosi dei Jazz non sono mai troppi…!!!
      Comunque…stiamo andando veramente oltre le aspettative…
      E non so se sia un bene…visto il Draft che ci sarà…

  2. Oltretutto con un Harris ancora a mezzo servizio; spero che i due big man continuino così, magari una trade sensata potrebbe renderli ancora più competitivi (hayward, howard, bell, miles) esterni non mi convince nessuno a parte il rookie ma vabè è presto.
    Howard se c’è un posto dove potrebbe dire la sua è nello Utah, lo stato più noioso d’ america; tutto il resto per la sua testa è troppo.

  3. I Jazz finora insieme a Philadelphia sorpresa del campionato.

    Spurs che stanno sopperendo benissimo all’assenza di Ginobili. Come diceva nba.com tempo fa l’infortunio di Manu potrebbe anche far bene agli Spurs perchè in questo modo Popovich è costretto a dare più minuti ai vari Leonard, Green ed Anderson che hanno bisogno di acquisire esperienza a questi livelli. A proposito, K. Leonard sembra molto molto interessante, un’ala piccola che ha punti nelle mani e soprattutto va benissimo a rimbalzo (5.3 rimbalzi di media in 23 minuti di gioco) per essere alto 2.01 m.

  4. sembra che kobe ieri sera in assenza di partite si sia piombato 41 volte la modella di 1 e 50 che sta vedendo con una percentuale di successo del 52% colpendola 3 su 5 volte da ”lontano” e raccogliendo la bellezza di 8 pompe ma distribuendo solo 2 assistenze da vero wingman ai suoi compagni brocchi che non beccano una cippa e si son fatti la notte in bianco!

    • nel 48% dei casi sbagliati mi chiedo cos’abbia colpito…
      Il ferro dei compagni di squadra?!?

  5. ammetto il mio errore sui jazz e mi cospargo il capo di cenere..ma cavolo se questi ci danno l’anima,non hanno una stella assoluta ma tanti giocatori affamati di dimostrare il loro valore e tanta rabbia agonistica,davvero complimenti ragazzi anke se poi non faranno cmq i playoff ci sono e si fanno sentire,come philadelphia e indiana 3 squadre ben strutturate..nash mi sa ke non ce la fa +,è l’ultimo ad arrendersi e abbandonare il campo un grande campione,con un po’ di impulsivita’ in meno e di esperienza in + credo ke rubio possa essere il giocatore ke + si avvicini a nash una buona cosa per il basket..chiudo con un complimento a popovich tiene splitter fuori e mette in campo un quintetto alto e aggressivo con una buona prova di duncan(va dosato con il contagocce il suo utilizzo per il bene degli spurs),bravo coach secondo me da all of fame!! buon basket a tutti

  6. Su Utah 8-4 non ci avrei scommesso un centesimo all’inizio della stagione, complimenti a loro. Idem per Phila, Indiana.

    Stupito al contrario per Boston e New York; i primi sono si vecchi, ma sempre tutti veterani, mi aspettavo di più. New York invece semplicemente indecenti, peccato, nonostante siano abominevoli in difesa, adoro sia Stoudemire che Anthony.

    Discorso a parte per San Antonio; stagioni regolari da favola e poi collasso ai playoff. Come l’anno passato arriveranno ad un ottima postazione nella griglia, per poi farsi massacrare ai playoff.

    • Eh si. Blair troppo sottodimensionato per occupare il ruolo di centro, Duncan anzianotto per competere in una serie di playoff dove si gioca a mille allora ogni 2 giorni e Splitter purtroppo sta deludendo le mie attese: è evidente come l’anello debole siano i lunghi. Se trovassero un bel centro da affiancare a Duncan secondo me sarebbero ancora da titolo (ovviamente con Ginobili e Parker sani).

  7. La vera sorpresa sono i Jazz un pò meno i Sixers che avevano già fatto vedere delle potenzialità lo scorso anno. Ovviamente si può discutere sul record stupefacente (dei Sixers), ma nessuno avrebbe pensato a dei Jazz così convincenti. Vedremo se reggeranno. Altra sorpresa i Pacers.

    Non commento la gara non avendola vista.

    @zotal
    Un appunto: Bargnani non è monodimensionale. Anzi nel corso degli anni il suo repertorio è migliorato al punto che da tiratore piedi per terra ha messo un palleggio arresto tiro invidiabile, penetrazioni e anche un gioco spalle a canestro da cantiere aperto. Niente di eccezionale si intende, ma rispetto al passato ci va con qualche successo. Che tu preferisca Love è assolutamente legittimo anche se sono del parere che al ragazzo vengano perdonate delle deficienze difensive e di lettura che al mozzarellone non vengono concesse. Il numero di rimbalzi e le percentuali dall’arco (stupefacenti) sono un ombrello che copre le magagne. E al momento la fama e hype del ragazzo è a mille. Vedremo se capirà di dover lavorare sui punti deboli.

    Parlando di leadership non li ritengo tali, salvo che Love ha trovato nello spagnolo la guida. Se capisce questo e agisce di conseguenza non può non pagare dei dividendi. Bargnani ha Calderon ma purtroppo non è della stessa pasta del bambino prodigio. Ritengo inoltre che l’efficacia dei due può migliorare se supportata da un roster più competente.

    I Wolves sono ad una guarda dal diventarlo, i Rapts da un GM vero, una guardia, un’ala piccola, un centro…….manca qualcosina.

    • infatti è ciò che dico anche io per Love,è un giocatore che sarebbe più facilmente sostituibile di un Rubio,penso solo che abbia più impatto su una partita di un Bargnani, vediamo come va la stagione, in difesa e come comportarsi nei momenti importanti è ancora mediocre, ma non si può dire vabbè anche se giocavano due tal dei tali con lui nel finale non vuol dire nulla,secondo me lo senti,giochi 40 e più minuti e la lucidità e la freschezza manca,poi..ho visto le statistiche di Love nell ultimo quarto delle ultime 5 partite,veramente orribili,testimoniando che non sta finendo bene le partite…

  8. Ma un Jamison, per esempo, che prende 15 milioni ed è all’ ultimo anno di contratto, può a gennaio uscire dal contratto e farne uno nuovo?
    Ovvio che è fantascienza rinunciare a 15mil però tecnicamente è ammesso?
    Perchè non ci ho ancora ben capito nelle regole salariali con buyout ecc…

    • Ovvio, qua se non giocano Le Bron, Kobe, Rubio e Love le partite sono noiosissime e non si può parlare di nulla. Io sai cosa ti consiglio? Vai a giocare la partita Minnesota-Miami sulla playstation, vieni qua e ci spieghi com’è andata. Così poi possiamo iniziare a criticare un po’ Le Bron e Love, i nostri argomenti preferiti.

      • Beh, aspettavo a braccia aperte un commento di questo tenore…E già che in america le cose non le fanno a caso, in Prime time questa domenica c’erano i playoff NFL e in linea di massima evitano di fare sovrapposizioni di queto tipo..
        Non capisco il tuo commento, dove vuoi arrivare? a dimostrare che sono un idiota perche non capisco il “gioco” ma mi esalto solo con le superstar?
        Poi se tu preferisci vedere i Suns e Golden State (senza Curry !!!! ) piuttosto che LeBron, Kobe, Durant, Howard, e Rose sono affari tuoi… sono gusti… esiste gente che indossa la maglietta sotto la camicia, gente che porta le “cravatte simpatiche” e chi esce con ragazze che pesano più di 55 kg…
        Ti sfido a dirmi, che stanotte si sono giocate belle partite…ti sfido…
        L’unica che avrebbe potuto offrire qualcosa era Jazz-Denver… Due squadre medie a Ovest…
        Rapportato al calcio Genoa-Palermo, alla formula 1 una Force India che supera una Lotus.. Abbi pazienza se la cosa non mi ha emozionato particolarmente…
        Poi prima di dire che io ho criticato Love per cortesia vatti a rileggere i miei commenti, che anzi, sono sempre stati molto accomodanti nei suoi confronti… e per quanto riguarda Lebron un paio di giorni fa, pur standomi lui trmendamente sul cazzo, l’ho difeso a spada tratta da alcuni commenti che mi sembravano ingenerosi…
        Questa tuo tentativo di farmi passare per un cretino, guarda, te lo potevi risparmiare…

        • Ma le partite le hai viste?immagino di sì visto che hai detto che sono state noiosissime…

        • Ma scusa Spurs-Suns è una partita noiosissima? Partita che ha fatto la storia degli ultimi 15 anni di NBA. Beh su Denver sono d’accordo con te, squadra noiosisssssssssima che più noiosa non si può, i Wizards a confronto sembrano gli Harlem Globetrotters. Ma soprattutto è una squadra media a Ovest, io direi quasi mediocre. Ahahah=)

          • Ma cosa dici… si, la storia della NBA quando nash e duncan avevano 28 anni…ora non mi puoi dire che tu quando guardi il calendario vai a cercare una partita del genere…
            Denver Utah ti ho detto che ci può stare, ma sono due squadre lontanissime dall’essere delle contender…
            Dal momento che ho una vita, non posso permettermi di guardare tutte tutte le partite di NBA, quindi dovendo scegliere non scelgo GSW -DET…

  9. Spurs – Suns è (per quanto mi riguarda) per sempre una classica degli anni 2000, il ricordo della battaglie epiche dei Po e comunque un bel vedere per il semplice motivo che questi giocano (ancora) a basket, quindi stasera cercherò di vederla su SI, le ultime zampate di Duncan e Nash dai!
    Ps infortuni come quelli di Ginobili dispiacciono sempre ma alla fine nele dal sistema Popovich see ne esce un Leonard
    Sparare sugli Spurs è vigliacco, tanto verranno distrutti ai PO? Vedremo se si gestiscono bene sarà dura per tutti e un’infortunio alla mano (debole) all’inizio di stagione può non essere un dramma anzi…

  10. Ma ai magic faceva davvero tanto schifo gortat? Dico in un periodo di magra per i lunghi, questo sta dimostrando di valere qualcosa di più del garbage time. Fino ad ora, 14+8.5 in 28 min con il 62% dal campo…boh?

    • Lui se ne voleva andare e non fare il backup di Howard. Quindi i Magic gli hanno fatto un contratto buono (7 mln a stagione) ed utilizzato come pedina di scambio importante nella trade che ha riportato il Turco. Purtroppo Smith ha sbagliato lo scambio ed ora si ritroverà senza due centri. Basterà aspettare dopo l’ASG.

      Intanto non si capisce perchè, ma Mayo è sempre al centro di voci di mercato, questa volta lo vedrebbe ai Nets per Farmar. Se la fecessero sarebbe idiota.

      • ai Grizz Mayo non serve,hanno T Allen con uno dei contratti più vantaggiosi del campionato,è più funzionale per il loro gioco,più difensore…in ogni caso Mayo sarà restricted free agent e non hanno nè i soldi nè la volontà di pagarlo…lo avevano quasi scambiato per McRoberts (idea non male) e lui non vede l ora di andare via,hanno ceduto Vasquez perchè gli serviva un 3-4 dopo che si è rotto Arthur,meglio Farmar che nulla per me…

        • Secondo me possono fare di meglio. Che Mayo non voglia restare è pacifico ma per Farmar non lo vedo proprio.

          A Minnie non starebbe male visto che ha punti nelle mani ed è un difensore 5 stelle. Anche ai disastrati Raptors non farebbe schifo.

          • gurda ti dirò come difensore non m convince,è troppo basso per marcare i 2 forti in NBA,poi cmq vuole minuti e tiri,per questo se ne vuole andare…mettici il fattore economico..i Grizz non hanno potere contrattuale proprio perchè tt sanno che se andrà cmq quando è restr fa oppure un anno dopo diventando FA senza restrizioni…Farmar non m dice nulla,ma per 10 min penso gli possa tornare utile..

  11. Rubio più che a Nash mi sembra si avvicini, come caratteristiche tecniche, a un Andre Miller. Escludendo il tiro che li sono di due galassie differenti, anche la difesa sulle linea di passaggio, l’attitudine al rimbalzo difensivo e occasionalmente a quello offensivo, che non appartengono a Nash li separa.

    Utah pur avendo un nucleo giovane, competitivo e intrigante non mi sembra che abbia con il roster attuale consistenti margini di miglioramento. Favors mi sembra che assomigli sinistramente a un Stromile Swift o a un Marcus Fizer piuttosto che a un Kenyon Martin dei tempi andati; Harris a me, personalmente, non è mai piaciuto; Hayward mi incuriosisce, assomiglia al Miller dei tempi di Orlando; Kanter come lo si può giudicare? a pelle direi che può diventare uno buono ma chi lo sa? Jefferson e Millsap sono questi e non è poco. Utah mi sembra che possa diventare, rimanendo più o meno con questo roster, l’Atlanta dell’ovest parecchi anni a buon livello ma mai nulla di trascendentale…

  12. quoto M Philiphs,penso che economicamente i Magic non se lo potevano permettere perchè pareggiarono già l offerta dei Mavs quando era restr free agent e in ogni caso Van Gundy lo faceva giocare max 15 minuti,sempre come cambio…comunque è un ottimo giocatore Gortat,ieri ha giocato molto bene contro gli SPurs…Jazz sorpresona,li vedevo molto male io prima dell inizio della stagione regolare,e comunque la Northwest division si conferma la più competitiva del campionato….

  13. A me invece sembra che Utah abbia fatto davvero le cose per bene, dalla cessione di DWill…

    Di sicuro manca una stella (ma non è detto sia un male), ma il nucleo è giovanissimo, Harris seppur ben diverso dai primi tempi ai Nets, è un buon giocatore, Hayward cresce ed ha alle spalle un altro prospetto come Burks, il reparto lunghi è di una profondità estrema (Millsapp, Big Al, Kanter e Favors) e giovanissimo (e gli ultimi due hanno bei margini di miglioramento), dalla panca gente come Howard si sta ritrovando…

    Senza contare le scelte sia loro che dei Nets nei prossimi drafts…si, direi che si potrebbe stare molto peggio…

    Ovvio comunque che si tratta di un record attendibile fino ad un certo punto, hanno avuto molte partite in casa, spesso contro avversarie non irresistibili, ma sono comunque 8-4, giocano bene, ed hanno entusiasmo a mille

    Spurs commoventi, ma anche loro hanno avuto un calendario molto benigno (9-0 in casa, 0-4 fuori). Certo è che, con un roster di età media imbarazzante, senza il loro miglior attaccante, e con un supporting cast teoricamente ULEB Cup (James Anderson? Bonner? TJ Ford? Green?Neal? Molto meglio i Nets o Washington…), sono comunque al 70% di W

    Un giorno bisognerà riconoscere al buon Popovic che le sue vittorie non sono state solo merito di Duncan e compagnia…

    • …piaccia o non piaccia dopo il 23 cè il 24…poche balle, nessuno si è avvicinato cosi tanto a Jordan in tutto…tanto da poter stare nella stessa frase con l’ex stella dei Bulls

  14. Ah però, pieno di partite noiosissime oggi..sono indeciso se vedere la baracca Knicks in casa coi Magic o la difesa arcigna dei Bulls in quel di Memphis.

    KLove
    A parte gli scherzi, vorrei difendere (n’altra volta) Kevin Love.
    Primo: Ok, lo sappiamo che l’amico di Rubio non è un clutch player, almeno non ancora.. ma, come per ogni giocatore, i rimbalzi e i punti che mette nel primo tempo valgono quanto quelli messi alla fine.. Se fa 30 e vinci di uno, probabilmente è stato grazie ad un suo layup al 6 minuto di gioco.. Certo, sto volutamente esagerando, ma credo che il concetto si sia capito.
    Secondo: La sua “sparizione” nel finale di gara è sicuramente un segnale importante, ma il ragazzo ha solo 23 anni ed in attacco è un incubo per quasi tutti i lunghi avversari. Avendo inoltre il buon Milicic affianco, Kevin chiama sempre double-teams e raddoppi in attacco e questo in parte spiega le sue percentuali deficitarie nei finali di partita.
    Certo, può e deve migliorare tante cose (sopratutto il passaggio in ottica dei raddoppi sistematici), ma lo trovo davvero troppo sottovalutato. Noto pure che nessuno fa menzione dell’ottimo IQ cestistico di Love, sicuramente superiore al 90% dei pari età.

    Detto questo, rispetto molto la tua opinione di Alert, ma credo che attacchi un po’ ingenerosamente KL. Sopratutto, paragonarlo al Mago è un’arma a doppio taglio: sebbene Barg abbia migliorato in difesa e consistenza quest’anno (almeno, nelle partite che ho visto), fino a 5 mesi fa era solito sparire negli ultimi 12 minuti di partita su entrambi i lati del campo, dopo aver sfornato ottimo primi e secondi quarti.. E questo lo dico a malincuore, lo sai, perchè non ho mai lesinato elogi per l’inizio di stagione grintoso del nostro portacolori. Ma i fatti sono fatti.
    Poi, ovvio, ognuno con la propria rispettabile opinione.

    • Ce l’ho con lui (scherzo) semplicemente perchè in America e non solo lo ricoprono di elogi quando sarebbe saggio guardare al di là delle cifre e non solo perchè ha partecipato all’ASG, cortesia dei media/Stern/allenatori (avrei visto Aldridge al suo posto, ma ahimè prendeva solo 8 rimbalzi a gara, passamela..ehehheheeh).
      Semplicemente faccio notare le sue debolezze partendo dal presupposto che parliamo di uno forte per davvero. Bargnani l’ho messo solo per opinare la tesi di zotal secondo cui Andrea è monotematico offensivamente.

      Poi mi conosci e sai che Bargnani lo elogio e lo bastono quando se lo merita. Se gioca di me-rda difensivamente lo faccio notare, come lo faccio con Love. Non amo in linea di principio valutare un giocatore solo leggendo i numeri, ma enfatizzo cosa fa nei finali di gara. Visto che parliamo di giocatori di razza.

      Concordo sul fatto che 30 punti e 15 rimbalzi sono importanti anche se fatti fino al 3° quarto.

      Rose stasera fa lo spettatore. Non pare abbia infortuni.

  15. Ma scusate, sapete x caso dirmi perche il forum e’ deserto da mesi ormai? Prima si faceva presto a raggiungere 300 utenti, adesso se ne contano meno di 70. Causa incompetenza? Fuga di massa dovuta a nuove passioni sportive? Siti migliori? Cosa succede?

  16. Più guardo Ny più la scadenza della panchina diventa evidente. Airball a manetta su scarichi da 3…e contropiedi scellerati….cmq finisca zero prospettive positive…siamo melodipendenti peggio dei drogati di eroina anni 80.

  17. Ahah, il tuo paragone non è niente male!
    Ma che cosa gli è successo ad Amare? Quest’anno sembra scarico e non gli entra nulla. Forse è solo in ritardo di condizione?
    Melo con più acciacchi di un reduce di guerra: mandatelo a Lourdes!
    E finalmente Chandler che difende come sa..

  18. In effetti in particolare i tifosi celtics(tranne uno o due)sono spariti. C e puzza di tifosi della domenica ..che sono scesi dal carro

  19. Amar’è 7 tiri, Melo 27, Iman Shumper 9, Douglas 12…. C’è qualcosa che non va!!! Intanto sciopero bianco di Howard. Ovviamente W Magic.

  20. mamma mia quanto mi fa schifo orlando, ma questi hanno scambiato il basket per il tiro al bersaglio, 34 triple tentate???? gli è andata bene perchè oggi entrava di tutto, ma continuando così non vanno da nessuna parte! non so se fanno più schifo loro o ny!

    • Fa sicuramente più schifo New York. Orlando non ha giocato bene ma vince senza Howard e senza playmaker.

  21. Appena finito di vedere la vittoria dei miei Magic sui Knicks. Ragazzi,NY è presa davvero male..è riuscita a perdere anche con un orlando che ha giocato con il freno a mano e con Howard che continua ad essere un corpo estraneo!! New York è lenta, prevedibile,zero spaziature e difesa orrenda ,eccezion fatta per Tyson e Jeffries..Pagano i gravi errori fatti nel mercato che congestioneranno il cap space..non mi stupirei che Stat venga scambiato prima del 15 Marzo (magari con KG?!). Mi chiedo quando Smith si sveglierà dal suo torpore mentale e ci prenderà un vero playmaker..sono ripetitivo ma Nelson e Duhon non fanno un play in due!! Scambiamo Howard e ripartiamo da zero!!

  22. Ma è proprio la mancanza di certe caratteristiche di alcuni giocatori dalla panchina di New York per il gioco del baffo(sempre se ha un gioco).
    Solita buona partenza, onestamente anche una difesa mediocre, almeno c’è stato impegno.
    Paradossalmente il limite è in attacco.
    Abbiamo una media imbarazzante da tre…e anche stasera su buoni scarichi sono partiti dei veri e proprio mattoni (addirittura due consecutivi). C’è proprio un limite tecnico, alcuni hanno un tiro dalla lunga distanza da serie b italiana e non sto scherzando.
    Il penetra e scarica non è nel dna di questa squadra…il baffo deve andare solo di p&r e isolamenti veloci.
    Altro anno mediocre si profila e ripeto la rovina di new york è stata la fretta. Con il rooster dell’anno scorso con il salary vuoto e con tutti questo ben di dio di free agent si poteva fare molto ma molto meglio. Ma quando ho visto il licenziamento di Walsh (l’unico buono di questa dirigenza pessima) ero incredulo e ho capito che avremmo navigato nella merda.
    Per i tifosi della domenica, per fortuna tanti sono di LA e quindi l’assenza dura poco, non oso immaginare se tutti tifassero New york come me ….:-)….deserto!

    • NY è NY. Volevano i nomi e li hanno ottenuti, salvo distruggere una squadra discreta. Ora hanno Melo (tantissima roba) uno Stat, controfigura del passato, giovani che tirano tanto e hanno tanti minuti perchè c’è il Baffo, senza dimenticare che la panca fa cagare. Non oso immaginare se Melo dovesse mancare per un pò. Diventerebbero una squadra da lottery.

      A livello di dirigenza lasciamo stare.

  23. New york ha fatto degli errori gravi che renderanno eventuali miglioramenti davvero difficili..non mi stupirei vedere stat nel trading block..magari per Garnett..

  24. Intanto il MLK day sembra sia diventata la serata delle giovani point guards.
    Holiday con una prestazione mostruosa contro i dignitosi bucks, Wall che va per il career high condendolo con assists ed i jumpers dalla media che, almeno stasera, sono convincenti.
    Infine, lotta aperta per il ROY: Irving mette ancora oltre un ventello e chiude la partita dei Cavaliers con una bella entrata in traffico.
    Belinelli non in serata..

  25. L unica soluzione sarebbe mettere stat sul mercato. Che so, a houston per scola e martin. allora si’ che i knicks sarebbero competitivi per davvero

  26. No ma non parlo dei commenti sulle news, ma sul forum vero e proprio….da mesi ormai si registra una fuga massiccia e non si capisce perche’.. in tutte le sezioni….nfl nba ecc. Un disastro! i Tifosi Celtics sono stati sempre pochi e di loro me ne frega meno di zero, quelli Knicks ci sono, anzi sono pure tanti e solo loro reggono la baracca nella sezione nba, scrivendo fregnacce ma vabbe…non si arriva a 70/80 utenti, gente sveglia che succede? Tacciati di incompetenza? … cioe sul forum manca tantissima gente che non entra piu’.

  27. non vorrei dire boiate ma mi sembra che in ala piccola al 3 ora New Orleans stia facendo partire titolare Dajuan Summers,quello tagliato dopo 2 mesi o giù di li da Siena….cmq concordo in pieno con l analisi di alert sui Knicks

    • C’ho fatto caso anche io. Ed è stato il mio stesso pensiero. Beh che dire da Siena all’NBa da titolare.

      Ok che so due mondi cestistici agli antipodi (Europa e America) però questo mi fa riflettere e non poco. E non sono pensieri in positivo.

      • summers gioca solo perchè manca Ariza, il titolare e per far partire Aminu dalla panchina, quindi resta in sostanza la terza ala piccola della squadra. Detto questo fa senso anche a me.

  28. involuzione di Amar’è oltre che tecnica probabile pure mentale con Melo che la fa da padrone nel bene e nel male… almeno i suoi 20 punti e 8/9 rimbalzi l’anno scorso anche dopo la trade Melo li metteva sempre mentre ultimamente cifre impietose

  29. Certo che cedere Stat sarebbe un disastro mediatico da non poco. Un giocatore voluto dai Knicks lasciato andare dopo neanche un anno. Tecnicamente la sua cessione sarebbe giusta visto la scarsa compatibilità con Melo.

  30. Knicks
    partendo dal fatto che Carmelo non lo scambiano mai, e che tyson l’hanno appena preso l’unico sacrificabile è il buon amar’e anche se non lo meriterebbe per motivi sportivi e non (l’estate della decision fu il primo a muoversi senza accordi, accordini e rimpatriate varie e NY all’epoca era, per essere buoni, in costruzione). certo effettivamente sta vivendo un momento di involuzione e se è vero che si sente un po’ tagliato fuori potrebbe anche essere lui a chiedere uno scambio. detto questo a partire dal peccato originale ovvero smembrare una buona buonissima squadra che non avrebbe vinto per prendere Carmelo, un top 5 assoluto ed era difficile dire di no. poi hanno preso chandler che fino adesso non sembra funzionale (non per demeriti suoi) e serviva altro. hanno fatto un azzardo dietro l’altro per vincere subito e forse si sono scavati la fossa in stile Atlanta hawks con le loro mani. gli azzardi non stanno pagando.

  31. meno utenti perchè la stagione è ridicola..già è di solito poco interessante,così compressa non è nemmeno x niente veritiera..personalmente spetto i po,anche se ormai il gioco è di un livell..bà….

      • Forse anche i giocatori hanno delle colpe visto che per fare i fighetti e non perdere soldi hanno accettato 66 gare in 124 giorni.

  32. Intendevo non solo quest’anno….con sta mania di aumentare incassi globalizzare l’nba a rendere uno show questo sport per l’utenza mondiale (e quindi la maggior parte incompetente e saltuaria) ecc…..solo scimmiottate, giocate spettacolari ma inutili, cambiato regole come l’hand checking, creati finti campioni o mezzi campioni come superstar….a discapito dei veri valori di questo sport quando c’erano campioni che pensavano prima di tutto a vincere e a migliorarsi anno dopo anno.
    Per me è andato tutto in vacca ormai, gli ultimi reduci sono kobe pierce nowitzki kidd….
    Vedere James Wade Carmelo giocare adesso e vederli quando avevano 21-22 anni è la stessa cosa, non noto una differenza.
    A differenza degli MJ e compagnia bella.
    Che tristezza.

  33. Ahimo non c’entra nulla la stagione da 66 gare visto che tanta gente barattava il culo per una sola gara di Rs pur di non restare a mani vuote. Quindi da questo punto di vista la voglia di partecipare doveva essere tanta dopo 160 giorni di lock out. Tra l’altro sul vecchio forum c’era una fiumana di gente anche nei periodi estivi con la Nba ferma. Oltre alla nba tante sono le sezioni poco frequentate, pochi sono gli utenti rimasti rispetto al passato..anche in off topic…nfl ,nhl ecc..

Commenta