Los Angeles Lakers 90 – Utah Jazz 87

 Altra vittoria per i Lakers, all’overtime, e altro quarantello per Kobe che tira 14/31 dal campo e 11/11 ai liberi. Gasol segna 14 punti, compresa una tripla nell’OT per andare avanti nel punteggio, Bynum aggiunge 12 punti e 5 stoppate, compresa quella sull’ultimo tiro di Jefferson (11+11r). Per i Jazz c’è una grande partita di Millsap (29 punti e 9 rimbalzi) e di Howard (18 uscendo dalla panchina).

 

Sacramento Kings 98 – Toronto Raptors 91

I Kings, ancora privi di Thorton, sbancano l’Air Canada Centre. Sono trascinati alla vittoria da Evans (29 punti, 7/22 dal campo) e Cousins (doppia doppia da 21+19r), mentre dalla panchina il rookie Isaiah Thomas (20 e 6ass in 23 minuti) da un grandissimo apporto. Per Toronto non bastano 24 punti di Barbosa, con Bargnani che tira male (2/13) e segna solo 10 punti. Jimmer scrive 10.

 Atlanta Hawks 84 – Indiana Pacers 96

Grazie ad un terzo quarto da 27-9 i Pacers battono gli Hawks sul proprio parquet. Il top scorer della serata è il rientrante Granger (24 punti), Hibbert fa registrare una doppia doppia da 12+11r ai quali aggiunge anche 4 assist, e West ne mette 12. Per Atlanta, che tira con il 37% dal campo, sono insufficienti i 16 punti di Smith e i 15 Johnson.

 Philadelphia 76ers 79 – New York Knicks 85

In una partita a basso punteggio i Knicks conquistano un importante successo contro i capoclassifica ad Est. New York è condotta alla vittoria da Anthony che segna 27 punti e Stoudemire (doppia doppia da 20+10r), mentre per Phila non è sufficiente un’altra buona prestazione di Turner (16 e 7r) e Igoudala (16).

 Dallas Mavericks 90 – Boston Celtics 85

Resta soto il .500 il record dei Celtics che vengono battuti al Boston Garden dai Mavs che devono ringraziare Nowitzki (16) che a 5.1” al termine della partita realizza un gioco da tre punti fondamentale per conquistare la W. Oltre al tedesco risulta decisivo il Jet che aggiunge 18 punti e Marion (15). A Boston non basta l’ottima partita di Rondo (24 e 7ass) e Garnett (16+10r), visto che Pierce (7) e Allen (9) non riescono ad essere incisivi.

 Washington Widards 64 – Chicago Bulls 78

Senza l’MVP, i Bulls trovano in Lucas l’arma decisiva per conquistare la vittoria. Il play è il miglior realizzatore giocando una prestazione da 25 punti, 8r e 8ass. Deng in 41′ mette 12 punti e raccoglie 15 rimbalzi. Per Washington, Wall segna 11 punti e Crawford 14.

 New Orleans Hornets 85 – Oklahoma City Thunder 95

Arriva la quinta vittoria consecutiva per i Thunder grazie a 29 punti di Durant, 22 di Westbrook e 14 di Harden uscendo dalla panchina, mentre a New Orleans non bastano i 17 punti di Kaman e Landry per conquistare la seconda vittoria consecutiva. Bellinelli segna 10 punti, con 3/10 dal campo e 0/5 da tre.

 Houston Rockets 95 – San Antonio Spurs 101

Conserva l’imbattibilità interna San Antonio che guidata da Parker (28p e 8ass) batte all’overtime i Rockets di Scola (20 punti e canestro per andare all’OT), Lowry (22 e 7ass) e Martin (18). A completare la grande serata per gli Spurs c’è la doppia doppia di Duncan (17+11) che serve per superare Bird nella classifica dei migliori marcatori di tutti i tempi.

 New Yersey Nets 115 – Denver Nuggets 123

Denver porta in doppia cifra sei uomini, con Gallinari top scorer a quota 22 con 7/11 al tiro e 2/3 da tre, Afflalo a quota 19, come Brewer; Miller mette una doppia doppia da 12+12ass, Fernandez segna 15 punti e Arrington 13, e conquistano la W. Per i Nets arriva la quinta sconfitta consecutiva. Non bastano 26 punti di Farmar, 23 di Morrow e la doppia doppia da 16 punti e 13 assist di Deron. 

Orlando Magic 107 – Portand Trailblazers 104

Cade l’imbattibilità casalinga di Portland sotto le triple dei Magic (16/27). Per Orlando una grande prova di squadra con Howard (13+13r), Redick (17), Turkoglu (16 e 6 assist), Nelson (16), Anderson (16 e 4/7 da tre) e Richardson (15) che raggiungono la doppia cifra. Per Portland, che prova la rimonta nell’ultimo quarto fino, tornando fino al -3, non servono i 23 punti i Aldridge e i 24 di Crawford.

 Miami Heat 89 – Los Angeles Clippers 95

Uno strepitoso CP3 guida i suoi Clippers ad un grande successo contro gli Heat, all’overtime. Paul segna 27 punti, distribuisce 11 assist e dispensa giocate importanti nei momenti caldi della partita. Blake Griffin mette a referto una doppia doppia da 20+12r, Butler scrive 20 e Billups 12, tra cui tre tiri liberi fondamentali a 24” al termine dei tempi regolamentari. Per Miami, LeBron chiude con 23p, 13r e 7 assist, ma anche un pessimo 9/17 ai liberi, sbagliandone parecchi negli ultimi secondi di partita. Wade segna 17 punti, Bosh 16 e Chalmers 18; ma non bastano agli Heat per evitare la seconda sconfitta consecutiva. 

Post By Galians (53 Posts)

Dalla prima partita di LeBron seguo il mondo NBA, la coppia Buffa-Tranquillo mi ha fatto innamorare!
La semifinale tra Duke e UConn nel torneo NCAA 2004 invece mi ha fatto scoprire un mondo ancora più fantastico, quel college che produce passione e talento, Marzo è il mese più bello dell’anno.
@Rgalians su Twitter

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

142 thoughts on “NBA – Kobe dà spettacolo, Miami cade di nuovo all’overtime

  1. Giornata assurda quella di ieri!!!!
    Questo calendario farà una marea di danni!!!
    Subito una domanda:
    BELINELLI, come sta?
    Non si è fatto nulla?
    Speriamo bene!!!
    E Messina?
    No perché Bargnani parla di Strappo muscolare….e Gallinari distorsione alla caviglia!!!!
    Bello questo calendario, con squadre che giocano 3 partite in 3 giorni….

    • Concordo…alla fine emergeranno i valori reali (perchè un pò tutte le squadre prima o poi si troveranno a giocare di tre partite in tre giorni o dieci partite in tempi strettissimi), ma sicuramente questo assurdo calendario non favorisce lo spettacolo.

  2. Ahi ahi, iniziano a diventare nervosetti agli Heat…d’altronde se butti al cesso due W, ed il tuo miglior giocatore sono 2 anni che non mette un clutch shot (almeno in RS), anzi peggio, ha disimparato a tirare i liberi…non vorrei che a forza di dar retta agli “esperti” (i giornalisti di ESPN danno per scontato la loro vittoria finale quest’anno), si pensassero che basta aver scritto James o Wade per vincere…

  3. Ieri si diceva di un CP3 un pò sottotono (e la considerazione era condivisibile, per quanto visto fino a ieri), oggi ritengo giusto esaltarlo. Quando le partite contano (e questa partita, anche se di RS, a livello di morale contava davvero), lui c’è sempre!

  4. gallinari non ha nulla, piccola distorsione, ma niente di grave. fonte: suo profilo di FB.

  5. grandissimi kobe e CP3.. per me kobe sempre più MVP fino ad oggi…
    lakers a tratti mi son sembrati un pò imbarazzanti.
    per chi ha visto gli heat… ma sbaglio o ci sono state molte polemiche su decisioni arbitrali contro di loro? erano corrette o effettivamente sono stati danneggiati?
    che sta succedendo a boston??

    • Io non lo so
      ma vorrei che qualcuno mi illuminasse su una decisione arbitrale, su una palla uscita.
      Wade spinge il pallone contro Jordan per prendere la rimessa….ma Jordan, prima che questo accada….ha un piede sulla linea, quindi, per me, è da considerarsi fuori.
      Se un giocatore è fuori dal campo, e un altro gli tira la palla addosso…non è palla agli avversari?

    • beh, Miami non ha tutti i torti a lamentarsi, ma ho visto di peggio.
      Su Boston, penso si tratti di una logica conseguenza del passare degli anni per Big 3 (il tutto enfatizzato da una stagione logorante, vista la frequenza delle partite), anche se alla fine credo che almeno al quarto posto ad Est riusciranno ad arrivare.

    • almeno 2 allenatori espulsi…
      Carlisle cosa voleva, che gli passassero la palla???

  6. Per chi ha visto le ultime partite LAL come mai la palla la danno meno a Bynum a memoria mi sembrava che nelle prima partite giocate venisse cercato molto di +. E’ sola un amia sensazione o effettivamente ora lo cercano un po meno???
    DH12 che fa 3su12 ai liberi… impressionante

    • Hai visto i liberi di Lebron James?
      E soprattutto…come sono finite le partite dei 2….?;-)

  7. Kobe ha dato spettacolo per tre quarti, poi ha deciso di farcela perdere, 3/12 tra quarto periodo e OT con alcune forzature allucinanti, airball sull’ultimo possesso per evitare il supplementare, insomma, un 40ello un pò bugiardo, quasi ce la faceva perdere.Facciamo pietà, peggio dei Cavs di Lebron, palla in mano a Kobe e gli altri fermi, sembra di vedere il Kobe post Shaq, così non si va proprio da nessuna parte.

  8. Scusate ma devo soffermarmi su Miami. Non per sparargli addosso appena fanno un passo falso ma ieri è stata l’esemplificazione della carriera cestistica del signor LBJ.
    Partita dalle mille emozioni, si, ma dominata nel finale da una miriade d’errori e scelte assurde da ambo i lati. Ho visto solo dall’ultimo quarto in poi, per il resto solo HL. Il canale NBA su Twitter aveva esclamato: Billups, Griffin, Paul, James, Wade e Bosh. Questo non è ancora l’All Star Game…. Beh le ultime parole famose. Perché se uno dovesse guardare l’ultimo quarto e l’overtime della partita di ieri beh… Sono due squadre fortissime, i giocatori sono di altissimo se non estremo livello ma se anche i campioni toppano, le partite si vincono a chi sbaglia meno. Bosh, purtroppo per lui fino a quando resterà in una squadra come Miami sarà sempre sottoutilizzato. A mio avviso dovrebbe cambiare casacca. Per il bene suo e di Miami. Griffin è ancora un giocatore strapompato. Nei minuti finali sparisce, il suo tiro dalla media non pretendo che sia quello di Nowitzki ma soprattutto nel finale diventa timido e perditempo. Potenzialmente può diventare un signor giocatore, adesso come adesso è buono solo per schiacciare sopra le macchine. Degli schiaccioni megagalattici in campo aperto me ne faccio poco. Paul ha rotto i maroni con questi arcobaleno della minchia. I 3/4 in cui ha retto LAC non li ho visti (sarà stato come al solito devastante) ma la deve piantare di arcobaleneggiare e ciurlare nel manico sul finire delle partite. Wade non può decidere sempre lui le partite all’ultimo secondo e si è visto. Per finire lui. Lebron. Ieri sera l’avevo visto carico, si è voluto prendere finalmente delle responsabilità. Entrava dentro, prendeva (più o meno) falli, ci provava. Ecco però… ci provava. Quei 3 tiri liberi sbagliati negli nemmeno ultimi 2 minuti finali sono raccapriccianti. Nell’OT scelte di tiro imbarazzanti e senza senso tra i quali un movimento in post che farebbe indignare il suo mentore Hakeem e tripla allo scadere che quasi nemmeno prende il ferro. Ha deciso volontariamente di perdere. L’unica cosa sensata è stato il bellissimo scarico per la tripla di Chalmers. Bene sarà stato innervosito dalle decisioni arbitrali ( e forse non ne avrebbe tutti i torti considerando la decisione sul tiro di Billups e il goaltending non fischiato in OT, diciamo arbitraggio losangelino) Ma non può giustificare una perdita di lucidità del genere (sua e di Spoelstra). Può succedere ma a lui spesso succede ed è proprio per questo che le partite vengono decise da Wade. Rimane un giocatore dominante fisicamente, perché un AP con quel fisico è difficilmente replicabile ma da punto di vista tecnico e mentale rimane ancora ad anni e anni fa. Il giocatore ormai è questo. E QUESTO non è il PRESCELTO. Non è il giocatore DOMINANTE della Lega. Non il nuovo MJ. E’ un fenomeno, è tra i più forti, tra i primi 5 ma riguardo a molte parole che si sono sprecate in questi giorni, non è qualche trentello, un pò di muscoli e un poderoso marketing a fare l’MVP designato della Lega.

    Perdonate la mia forte vena critica ma stamattina ho scelto questa via. Sarà che mi danno molto fastidio certe frasi del sistema NBA. Nonostante l’enorme rispetto per giocatori come Paul, Billups, Wade, Bosh e James (Griffin deve ancora meritare di far parte di questa cerchia).

    E proprio a questo riguardo. Kobe, ok altro 40elllo. Ma quanto hai tirato per metterli giù? Mi sembra che coach Brown voglia replicare quanto visto Cleveland con James. Fai tutto tu e tira tutto quello che puoi. Beh LA cosi può andare sicuramente ai PO, magari in semifinale/finale di Conference ma se dovessero incontrare ad esempio OKC quelli la con il loro atletismo, dinamicità, intensità, gioco di squadra e panchina li maciullano.

  9. NOn ho ancora parlato di Portland….
    Beh, sapevo avremmo perso, ma non volevo perdere così, è stato il modo PEGGIORE!!!
    Sotto di 20, ti fai un mazzo tanto per recuperare (e sprechi energie….) e poi perdi di 3!!
    Adesso gli Spurs fuori, vediamo un po’….

    • Sapevi che avreste perso mi sembra esagerato, io pensavo vincesse facile Portland, e invece…

      • No no
        lo sapevo, avevamo giocato la sera prima contro i Clippers,
        e McMillan aveva spremuto i nostri lunghi vecchietti,
        come detto Camby contro i Clippers ha giocato 30 minuti,
        e ieri contro Howard, insieme a Thomas, non sono arrivati a 30….E appunto, giocavamo contro Howard!
        Nate magari ha pensato di darla su…oppure di provare a vincerla in un altro modo…ed invece è venuta la cosa peggiore, una rimonta inutile….;-)

  10. Tutto vero.. tranne che i lakers non sono da titolo, per cui questo pessimismo sul gioco e sul futuro della squadra è lecito ma fino ad un certo punto. Ora come ora con i thunder verrebbero eliminati cmq, per cui .. poi è chiaro che anche a me piacerebbe un bynum più coinvolto e via dicendo. però la squadra è questa. Oltre il bimbo e gasol non c e nulla e dunque le aspettative almeno dal mio punto di vista non sono troppo alte. Tuttavia credo che kobe sia troppo intelligente da non sapere che ai playoff giocando così vai fuori..

  11. Io invece rendo onore ad una Orlando in versione 2009, con 7 giocatori in doppia cifra (nel suo articolo Galians non ha citato Glen Davis) ed una prova di squadra ottima.
    Ok le alte percentuali al tiro, sia da dentro che da fuori il perimetro, ma la distribuzione dell’attacco è stata fantastica. Vincere al Rose Garden è sempre un’impresa che merita di essere sottolineata.
    Male in generale la difesa invece, che rispetto agli scorsi anni è il vero tallone di achille che nn ci permette più di giocarcela ad alti livelli.
    Si è parlato tanto di Turkoglu come un cancro, nessuno nota che quest’anno sta giocando sui suoi livelli anche se l’età gli ha fatto perdere un pò di atletismo (nn ne aveva cmq molto), cosa che lo penalizza soprattutto nella sua metà campo.

    A me per questa squadra spiace molto. Il sistema di gioco magari nn ti porta a vincere l’anello, Dwight magari se ne andrà, ma io credo che siamo ad una PG di valore e ad un centro di riserva dall’essere competitivi ai massimi livelli.
    Magari nn vincenti, ma competitivi…

  12. Kobe secondo 40ello ma come dire, mike brown deve capire che non sono i cavs, questi lakers hanno anche gasol e bynum, ed è rischioso se i due lunghi più barnes prendono 33 tiri in 3 e kobe 31. Però han vinto e quindi niente da aggingere.

    Miami che toppano di nuovo, james con un irrerale 9/17 ai liberi, statistica che ha probabilmente condannato gli heat. Wade continua a tirare molto male, e non capisco cosa abbia. Mi sorprende che spolestra abbia fatto scendere in campo solo 8 giocatori nonostante un ot.

    Clippers che sono un team ostico, con un duo sotto canestro che garantisce pts e rimbalzi(griffin) e tanta intimidazione(jordan) più un set di tiratori niente male, billups mo williams, più paul e il collante butler, davvero niente male.

    Howard davvero spento in questo inizio di stagione, e nonostante questo i magic non vanno per niente male.

    Ancora una volta grande dirk che segna in faccia a garnett il canestro della vittoria(un filino aiutato dalla fortuna).

    • Wade ha problemi alla pianta del piede (immagino sia fascite plantare).

      Nei Clips penso che un ruolo fondamentale -per garantire equilbrio tra le due fasi alla squadra – lo stia avendo (e lo avrà Butle). La definizione di “collante” che gli dai è perfetta!

  13. Concordo con chi dice che kobe la stava facendo perdere a l.a sta notte.. 40 pt molto bugiardi..
    lebron 9 su 17 ai liberi..
    Comunque io non ce la faccio a non odiare questo calendario..La mia paura più grossa è che ci troveremo a vedere dei po orfani di molti protagonisti..stanno iniziando a cadere come mosche già dopo nemmeno un mese di campionato..

  14. @ Fabio Massimo Stoppani

    Ciao, perfettamente d’accordo con la tua disamina del caso Lbj. Aggiungerei che il ragazzo, per quanto dominante fisicamente, sia “in potenza” un possibile/probabile campione. Tristemente credo che prima o poi qualcuno dovrà aiutarlo -perché credo si tratti di quello – a comprendere che non riuscirà a spostare le montagne da solo, tantomeno con queste decisioni di salvatore della patria che gli sono costate già un bel po’.
    Se a Cleveland era giustificato dal ruolo che gli hanno affibiato, agli Heat tutto ciò non è concepibile. Fatto sta che quando non esce dai binari, la squadra tutto sommato gira, quando sparacchia da tre o si veste da invincibile si perdono i titoli.
    Non vedo però all’orizzonte una figura in grado di educarlo se non il pomatato Pat Riley o un altro del suo carisma. Dubito che Spoelstra (le cui decisioni ogni tanto veleggiano nel buio) abbia la forza di poterlo fare.
    Talento, d’accordo. Un giocatore del genere NON può e non deve sbagliare tre liberi nei minuti finali. Sono stato un tifoso accanito di The Mailman Karl Malone. Lui pure, purtroppo, ha sulla coscienza un paio di palle perse, che assomigliano molto alle sparate dello pseudo-prescelto.

    Buona giornata.

  15. potremmo cambiare nome in los angeles cavaliers…
    cmq a vedere le azione quando kobe aveva la palla tutti fermi anche bynum—

  16. Gli Heat hanno poco da lamentarsi delle decisioni arbitrali; Lebron nell’ultima azione del pareggio fa un pro-hop e poi muove il perno e questi sono passi clamorosi, si andassero a rivedere le regole prima di aprire bocca a sproposito; quindi all’OT neanche ci dovevano arrivare.

    Concordo sui Lakers; non capisco perchè Bryant deve farsi carico da solo dell’attacco quando ci stanno altri validi giocatori ( tra cui il secondo centro del pianeta). Speriamo siano casi isolati.

    Contento per i Clippers, il nuovo flying circus. Contento tantissimo per i Kings e per il loro asse Evans-Cousins che ha ripreso a giocare alla grande. Adoro DeMarcus, tecnicamente e fisicamente spaventoso, peccato che è un po’ una testa di cazzo…

    ps: piano ragazzi ogni volta con queste critiche pesanti ad LBJ, che se devono fioccare ad ogni sconfitta degli Heat siamo freschi… Ha toppato il finale, verissimo, ma anche Bryant l’ha fatto ieri, quindi andiamoci cauti.

  17. “non è qualche trentello, un pò di muscoli e un poderoso marketing a fare l’MVP designato della Lega”.

    Assolutamente no, a fare l’MVP della lega per due anni di fila sono stati altri fattori, tra cui il trentello di media +7-8 assist + 7 rimbalzi, e il fatto di aver trascinato un roster mediocre ad avere per due stagioni consecutive il miglior record della lega con 66 e 61 w. Ecco questo più tante altre cose hanno influito. Per ora è troppo presto capire chi sarà il prossimo MVP, kobe, durant, lebron, rose, aspettiamo…

  18. calendario pazzo,troppe partite senza sosta,tutto giusto…ma il campionato pazzo lo è per tutte le squadre non credo ci siano privilegi almeno in questo,non è che sia pazzo solo per i 3 italiani o per le contenders !! detto questo mi soffermo su alcune considerazioni :

    1)lakers schema semplice e lineare dare palla a bryant che fa tutto solo,e gli altri si accontentino degli scarti..

    2)miami penalizzata dall’arbitraggio!! mah quando vai in lunetta e fai 9 su 17 penalizzato per quanto tu possa essere ti sei dato la zappa sui piedi da solo per me,come avere 5 rigori in una partita segnarne 1 e lamentarsi del fatto che non ti abbiano dato il sesto rigore!! e cmq fa ogni volta + passi james di una ballerina della scala;

    3)westbrook si è messo a giocare,ora era l’anello debole della catena tunder..se decide di giocare anche lui amen

    4) non capisco orlando,turkoglu sul mercato per il contrattone ok,ma cavolo sta giocando bene
    tanto vale mettere nelson visto che gioca una partita si e 4 no

    5)ultima considerazione per i miei hawks,horford fuori,secondo me questo zaza puo far meglio di horford(che secondo me vuole andare in florida)..ps standing ovation per hibbert non vedevo un centro fare un dai e vai cosi’ dai tempi di moses malone,ok solo 4 passaggi ma ha messo in condizione di fare 4 canestri..bravo ragazzo bravo

  19. Posso aggiungere una sfumatura su Garnett? Giocatore sensazionale, l’ho adorato ma da piccolo uomo bianco sono compiaciuto nel vedere quando le prende in questa maniera. Mi spiego meglio. Qui si parla di razzismo, storicamente (a ragion veduta) soprattutto si associa la discriminazione del bianco sul nero. In Garnett (come in molti altri) c’è molto razzismo ma del nero verso il bianco. Vedi le scenette con Bargnani e Fernandez. Ha ragione. L’Nba è nera. Grandi e grossi, vengono dalla strada, hanno il basket nel sangue. Ieri però ho goduto. Averlo fatto tacere in quella maniera è stato assolutamente piacevole. Nowitzki è il portabandiera del orgoglio bianco nel mondo Nba. Anche con l’anello al dito. Alla faccia di Kevin Garnett (ti stimo comunque fratello). Scusate la digressione.

  20. @Philipps

    Wade sta giocando con una fastidiosissima fascite plantare

    Strappo al polpaccio per Bargnani, per il gallo dovrebbe essere solo una contusione alla caviglia, questa assurda RS inizia a fare danni…

    • E pensa che Andrea non si ricorda nemmeno se il polpaccio strappato sia lo stesso dell’anno scorso.
      Io nemmeno lo so, però mi ricordo che mi sono ingessato il ginocchio e il polso sinistro nella mia vita.

      Per Gallinari quando ho visto le immagini si vedeva che non doveva essere nulla di estremamente grave.

  21. Avevo detto che avrei dato un giudizio su NY dopo la partita con PHILA.
    Bene mi ritengo soddisfatto per la quarta vittoria consecutiva battendo finalmente una buona squadra(anche se forse un po’ svuotata causa terza partita in tre giorni), però senza farla tanto lunga credo che se una frontline come quella dei knicks(32 rimbalzi ieri) viene trascinata da Chandler a sbattersi in difesa allora a NY ci possiamo togliere qualche soddisfazione.
    Pronto conoscendo NY ad essere smentito già stasera a Menphis

  22. Concordo con chi critica il calendario…e concordo con l’analisi di fabio rispetto a Miami!
    Ultimo quarto giocato come l’anno scorso senza schemi ,con giocate approssimative…pessime scelte di James che l’unica cosa che riesce a fare buttandosi dentro e prendere qualche fallo che non si concretizza con i tiri liberi.Anche Wade nel finale prova una tripla così tanto per provare…mah!!!
    Cmq già avevo parlato del problema dei liberi negli Heat…imbarazzante stanotte soltanto 58%!
    lA prossima con Denver sarà un altra brutta gara.
    NOn so se qualcuno a qualche notizia sullo stato fisico di Wade perchè è molto calato, non è più esplosivo e rapido come sempre, fa fatica a cnhe a girarsi!!!!

  23. Io credo che tutti i giocatori (e in particolar modo i più talentuosi) stiano pagando una situazione mai provata prima, oltretutto ci sono infortuni continui anche di chi, come Belinelli, sta abbastanza lontano dal canestro. I valori reali non credo che si capiscano tanto, è scontato che verrà fuori chi ha una panchina più profonda, non chi è più forte; sorprendente John Lucas e bene ha fatto Thibodeau ad applicare il turnover con Rose e Rip Hamilton.
    Poi, se andiamo a vedere, c’è chi ha giocato 12 match (OKC, Bulls, Lakers) e chi solo 9 (tra cui i derelitti Celtic’s che non possono neppure appellarsi alla stanchezza per giustificare simili disfatte), con un calendario alquanto disomogeneo.
    Curiosa la statistica dei punti fatti e quelli subiti dei T-Wolves sono ultimi a ovest (dopo aver incontrato molte squadre di prima o seconda fascia) con un +0.3

  24. lebron james merda, merda, passi passi, poco decisivo, tra i primi 5 della lega non di più, giocatore da regular season, anzi da primi 3 quarti di regular season, cacasotto, incapace…

  25. Comunque riguardo a gallinari, l’ho visto molto più atletico rispetto al passato, più esplosivo e veloce, schiaccia con enorme facilità. Non ricordo giocatori bianchi alti quasi 210 così veloci, e con la schiacciata facile. A parte questo, forse il gallo ha trovato il team giusto per crescere, evitando di trasformarsi in un ennesimo specialista da 3.

    • come hanno detto su questo sito: “con la corazza che gli hanno messo addosso” le ali piccoli sono undersize e le ali grandi so troppo lente. Comunque io penso che deve ancora migliorare nelle scelte in attacco a difesa schierata. Anche in Europa troppo volte l’ho visto fare la scelta sbagliata. In NBA ahimè non riesco a seguirlo troppo.

      Speriamo che cominci ad avere un tiro più costante. E’ quello che gli manca per fare l’ultimo step.

  26. Infatti M Phillips nulla da dire (o quasi) sui due MVP vinti. Lebron è un animale da regular season. Il suo problema è altrove, le mie annotazioni sulla partita di ieri seguono un po’ il suo rendimento. Giocatore fantastico e spettacolare ma gli manca sempre qualcosa per fare quel salto (davvero un peccato).

    @Ammiraglio hai ragione che gli Heat non dovrebbero più di tanto lamentarsi però è innegabile che anche a me avrebbero fatto innervosire certe decisioni. Sui passi, concordo assolutamente con te. Ma questo è un problema arcinoto. Lebron non ci casca solo oggi ma il suo stile sopra le righe è in parte dovuto anche a questo. Lui come MOLTI altri possono prendersi certe libertà perché l’NBA richiede questo. Ormai non fischiano più. Avessero giocato 30 anni fa la questione sarebbe stata molto diversa. Il sistema Nba, piaccia o non piaccia, è questo.

    • Sono d’accordissimo con te, ma la questione è appunto quella: esistono giocatori cui difficilmente fischiano passi, tra cui i vari LBJ, Wade, Bryant e via dicendo. Ma appunto perchè ne hai due in squadra, e uno di questi ha fatto palesemente travelling sull’azione che poi ti ha dato il libero per il pareggio, fai un po’ di silenzio invece di andare ad urlare in faccia all’arbitro.

      • Concordo ma se sei abituato in una maniera ti scatta automaticamente a non considerare la tua abitudine in se. Se mi dai tutti i giorni una bisteccozza fiorentina a cena e quella sera sento che manca un po’ di sale io mi vengo a lamentare non considerando che devo ritenermi fortunato a mangiare tutte le sere cosi (certo con il colesterolo a mille e pronto per la bara entro pochi anni). E’ naturale.

        • Giustissimo, ma questo non cambia che Spoelstra ( o come si chiama, insomma), abbia avuto la faccia come il culo ;-)

    • Leggenda. Certo, ne ha giocate un po’ di più di Bird ma un AG/C come TD21 sarà difficilmente replicabile nel prossimo futuro.

  27. skyp to my lou

    perchè quelli all’ultima azione non erano passi? Se pensi di no, spiacente, ma hai bisogno di ricominciare dal mini-basket

  28. 28+8.4+7 nei playoffs. Per fortuna che è solo un animale da regular.

    Comunque, vista l’aria che tira, vi lascio continuare il processo a james per una gara andata male. Ricordo solo i dati stagionali: 29 + 8.5 + 7.5 2 stl e un modesto 57% dal campo.

    Buon processo.

    • Assolutamente. Anche nei playoff ha sempre dimostrato il suo valore (vedi con i Pistons, i Celtics o i Bulls lo scorso anno). Il problema arriva sempre alla fine. E’ come se non sentisse pressione perché è destino che debba arrivare fino in fondo. Il problema è il fondo.

    • Ma Michael Phillips e Skip to my lou sono la stessa persona? Non fanno altro che parlare di statistiche e di quanto sia forte lebron, anche in argomenti come di che colore hanno il cappello i puffi. Comunque a parte questo direi ottimo lebron, ha un modesto 57% dal campo, mica da tutti. Peccato per i liberi, ma ha tempo di rifarsi. Peccato anche per il cervello, quello la vedo dura.

  29. Che beffa per i Jazz!!!!Ma quante triple ha segnato Gasol in carriera???!!!!Purtroppo ai Jazz manca il campione, il risolutore, l’uomo dell’ultimo tiro: perchè mai Hayward non fa un arresto e tiro alla fine, invece di dare una palla difficilissima sotto a Jefferson, che non riesce neanche a tirare e si fa strappare la palla da Bynum?Che amarezza!!!!

  30. @skip to my lou (l’altro)

    Fenomeno, fisico devastante, potenza allo stato puro, giocatore universale, AG/C messo come AP con una velocità di una G e certe intuizioni nella visione di gioco da PM. Voglia di vincere e ambizioni che gli strabuzzano dagli occhi.

    Bene, però siamo su un blog e discutiamo. Lebron non è solo questo altrimenti davvero avrebbe ragione chi lo chiama King James o balle varie. Vogliamo discutere del perché? Facciamolo. Siamo qui per questo. Altrimenti non mi spiego perché i non 5 o 6 o 7 o più titoli che ha promesso a Miami non avrebbe dovuto averli vinti già adesso. Il basket e l’Nba sono 1000 sfumature. Io provo a comprenderne almeno la metà. C’è chi si sofferma su altro.

  31. Ho capito che il calendario è lo stesso per tutte le squadre,il punto è un altro.. Che con un calendario senza sosta il rischio infortuni è piu elevato,soprattutto per i giocatori dai minutaggi più alti che al 90% sono dei top player.. già il livello medio quest anno è penoso,se si fanno male le stelle chi cavolo la guarda l’nba?? e poi non voglio pensare ai po..

  32. Fossi in luca non sarei cosi’contento per la vittoria di NY,oltre la terza partita in tre giorni,phila priva di Hawes,che sta giocando da ottimo centro.Phila mi sembra molto piu’ squadra di NY

  33. Kobe è ufficialmente a caccia del 5° posto dei marcatori all time superando tale Shaquille…

  34. non ho visto la gara dei lakers, ma dagli highlights sembra che lo schema (almeno nell’ultimo quarto e OT) sia palla in mano a kobe e gli altri fermi a guardare..

    per chi l’ha vista, è stata così tutta la partita?

  35. Per i Celtics prevedo altre 3 losses nelle prossime tre gare………….(Bulls, @Pacers, OCK) sarebbe un bel record negativo (4-8) dopo 12 gare……..

  36. perdonatemi se faccio l’avvocato della cause perse… ma a livello di passi bryant non può proprio stare nella stessa frase con james… tra le stelle NBA che attacano di solito il ferro facedno i passi lui è ben al di sotto della media.. è sQuola europea quella di bryant

    • La penso così anche io, rispetto a tanti (tutti) di quelli che attaccano il canestro regolarmente lui fa arresti a uno e due tempi corretti (non sempre ovviamente).

  37. Provo a dire la mia su lbj
    Le cifre che mette da qualche hanno sia in rs che ai po sono impressionanti e soprattutto hanno un reale impatto sulle gare. La cosa che ho notato io è che da qualche anno non è migliorato dove doveva farlo:cioè ampliare la quantità delle soluzioni offensive a difesa schierata,migliorare in maniera significativa a FT e avere maggiore rispetto degli avversari,tenendo atteggiamenti più umili. Questi miglioramenti non li vedo nemmeno quest’anno,è lo stesso lebron di 4 anni fa. Se fai certe dichiarazioni e ti crei tutto quell hype mediatico attorno,è ovvio che le persone si aspettino da te qualcosa e non bastano cifre roboanti e premi stagionali vinti in abbondanza per non dare peso a una prestaziona opaca come le scorse finals. Lebron deve ancora crescere e ha le possibilità per farlo,io dal mio picccolo glielo auguro..

  38. Stoppata sull’ultimo possesso Jazz è di kobe non di bynum, che ha stoppato sul penultimo possesso.
    Kobe nell’ultimo quarto ha forzato, ma il numero di tiri che uno si prende non significa nulla se non in relazione alla percentuale realizzativa… l’altro ieri 18/31 che a casa mia è 58% dal campo (senza penetrazioni e solo tiri dalla media) e ieri 14 su 31 45%… in due sere ha segnato 88 punti tirando col 52% e con una precisione totale ai liberi. E tra parentesi ecco arrivare 2 W. Il tutto condito con movimeni ed eleganza cestistica che nessu’altro possiede. Cosa si possa volere di più da un giocatore io non riesco a immaginarmelo…

    PS Raja Bell è proprio un poverino…

    • quoto.
      se ti prendi 32 tiri e ne mandi a bersaglio più della metà, in più facendo il cecchino dalla lunetta e con la tua squadra che vince, beh non c’è nulla da dire.
      sarà banale, ma come sempre chi vince ha ragione.
      quando si prenderà 31 tiri realizzandone 10, farà 7 su 15 ai liberi e la sua squadra perderà allora giustamente lo si criticherà.
      contro i suns e contro i jazz non gli si può imputare molto. prendersela col rcidivo m.brown nò eh? non fà notizia e non fà polemica.

  39. Retweetto. Riguardo alle possibilità di crescere e migliorare sono scettico. Ormai, a mio avviso, il giocatore ma soprattutto l’UOMO è questo. E onestamente potrei anche augurargli di fare quel passo ma non per lui e men che meno per tutto il cosmo che ha dietro (Nike e sistema Nba). Piuttosto per il grande seguito di passione che si porta addosso (che si è creato più o meno da solo e più o meno per effettivi suoi meriti). Quella stessa passione che ha portato Cleveland allo sbando e all’odio dopo la sua dipartita.

  40. Clippers-Heat
    Se dobbiamo sparare sulla croce rossa (James) facciamolo avendo l’onestà di dire che i tre amigos hanno toppato dall’ultimo 4 al supplementare. Nessuno escluso. I liberi sono stati una pena ma se non ricordo male avevano collezionato un 4/17 dal campo o giù di lì. Il più pericoloso offensivamente parlando oltre che produttivo era Chalmers.
    Fischi arbitrali “strani” due punti tolti agli Heat (stoppata irregolare di Jordan) ma per il resto sono gli Heat ad aver fallito non solo James. Clippers che stanno dimostrando di essere tosti con mister Billups pazzesco su James. Paul fa le cosine giuste, Butler la mette mentre il duo Jordan-Griffin oscura la vallata producendo punti. Nel futuro saranno ancora più un fattore.

    Lakers
    Salvati nel finale da una tripla di Gasol, dai rimbalzi offensivi dello stesso e da una stoppata che è valsa la vittoria di Bynum. Kobe che aveva giocato benissimo si è intestardito con la palla in mano.

    Dallas-Boston
    La partita si è decisa con un canestro assurdo + fallo di Dirk e un appoggio mancato di Garnett che tre anni fa avrebbe affondato con una schiacciata. West è deleterio come secondo play (cazzata non aver rifirmato Barea) mentre i Celtics non hanno una panca formidabile. Spareranno le cartucce ad aprile.

    Raptors-Kings
    La gara l’ha vinta Thomas il piccolo play tascabile dei Kings. Punti, assist, discreta difesa nonostante l’altezza facendo in modo di servire DMC. Il big fella colleziona un quasi 20+20 terrorizzando la frontline canadese. Un incubo. Evans a sprazzi ma sempre di più dimostra la sua incapacità nel fare il play. Mancava Thornton ma se fossi in Smart utilizzerei il piccoletto come play.
    Bargnani doppia doppia nonostante si vedesse anni luce che non ne aveva. Era poco esplosivo ed è stato stoppato e scippato una marea di volte nel pitturato. Ha giocato per la prima volta meglio in difesa che in attacco! Peccato per l’infortunio (103 minuti in tre giorni), perchè se fosse uno strappo sarebbero caxxi amari. Colangelo potrà gioire per le tante gare perse che raccoglierà se AB sarà fuori. Ottimo il ritorno di Kleiza.

    NY-Phila
    Dal playbook: palla a Melo libero di fare quello che voleva. Scatta la variante con palla affidata a Shumpert con esisti negativi (palla persa). Hanno vinto per affaticamento dell’avversario. In 5 minuti e mezzo nessuno ha segnato. La differenza era che i Sixers si prendevano dei buoni tiri i Knicks sfruttavano il talento assurdo di Melo e Stat. Gara che non fa testo.

    Odom
    Doris Burke parlava del rendimento deficitario del giocatore. Ebbene a quanto pare Odom in 2 giorni ha visto un cugino sparato a morte a NY e successivamente è stato coinvolto in un incidente multiplo che ha visto un 15 seriamente ferito (ustioni). Questo lo avrebbe estraniato dal gioco al punto che sta giocando in maniera “distaccata” con la testa alla vita vera e non sul parquet.

  41. Lebron è un giocatore eccezionale e io numeri ke mette giu in Rs e nei playoff lo testimoniano ..tuttavia,rispondendo a ki nn capisce xke james viene sempre attaccato,nei finali di gara nn lo è e qst è in dato di fatto…infatti spesso qst cifre esaltanti le costruisce durante tutta la partita x poi arrivare al 47minuto di gioco e andare in bambola,sbagliando tiri e scelte…quindi nessuno dice ke nn sia forte o ke giochi male nei playoff semplicemente nn è un killer nei secondi finali di partita…

  42. James
    Non so se parla lui, se la posse lo fa per lui, se Wade e/o i compagni, i consiglieri, l’entourage, lo istigano ma di fatto sta facendo la pipì fuori dal vaso.

    La mia impressione è che da quando è andato a Miami si è messo nella peggiore posizione possibile. Affiancandosi a Wade le pressioni per vincere l’anello sono aumentate perchè non potrà dire di non avere compagni all’altezza come era a Cleveland e il fallimento dello scorso anno non fa che esacerbare il tutto.

    Dal mio punto di vista rischia di scoppiare se nei prossimi due anni dovesse steccare. Perchè mi pare chiaro che anche Wade verrebbe coinvolto nel polverone. Per quanto si possa essere amici i fallimenti di due dei tre/quattro migliori giocatori del pianeta non passerebbe sotto traccia.

    Quindi o vince oppure pagherà cara questa scelta, più dal punto di vista mentale. Perchè tutto vuole meno che essere ricordato come il più grosso perdente della storia. Non comparabile a gente come Ewing, Barkley, Nash, Iverson, Malone, Stockton che non hanno vinto o per mancanza di competitività o perchè dall’altra parte c’era un fenomeno.

  43. clonate nash mettetelo in una squadra come i wizard e potenzialmente sono da primo turno playoff..esempio di mentalita’ cestistica ormai persa a discapito dello show(e non che nash non sia anche un bello spot di show cestistico anzi)..ma ormai secondo me di giocatori cosi’ ne escono fuori pochi!! peccato

  44. @ ammiraglio

    a parte le solite cazzate (dovrei ricominciare dal minibasket, grazie, ora che me l’hai detto vado a iscrivermi così mi diverto a fare passi e schiacciate come lebron james)

    certo che erano passi.

  45. detto questo a me pare straaevidente che sia attualmente il giocatore più forte dell’nba. con i suoi pregi e i suoi difetti. e chi lo nega, semplicemente, o non capisce una sega di basket o è un represso accecato da un odio inspiegabile.

    vado a minibasket.

  46. fabio massimo stoppani
    hai mai visto okc? gioco di squadra? 7 punti del resto del quintetto (ibaka perkins sefolosha)…ok sono forti quegli altri due/tre ma gioco di squadra no!
    spurs nuggets sixers pacers quelle giocano di squadra…
    kobe melo,tutti che giocano per conto proprio è vero…però se le partite le vincono non capisco (vedi le ultime due dei lakers) sinceramente non capisco il lamentarsi…chi vince ha sempre ragione…per carità a volte sono partite che rischiano di perdere da soli…anche io preferisco vedere un gioco corale …però ditemi ciò che volete però kobe e i 48 o i primi 3 quarti di stanotte sono da leccarsi i baffi
    lakers che possono tranquillamente arrivare secondi in conference…

    grande chris paul,ieri maltrattato sul forum, lucas dei bulls 25+8+8 e ottimi nuggets col gallo andre miller rudy fernandez tornato a divertire e incidere!

  47. C’è un po’ di luce nei knicks….ma solo nei risultati anche se devo essere onesto che qualcosina in difesa è migliorato. Non mi sbilancio perchè infinite volte sono stato smentito. Vediamo la prossima contro Memphis.

  48. anno nuovo vecchia nba e vecchio playit.
    sono lieto di vedere tanti nomi conosciuti e anche qualche new entry.
    spero di tornare presto a pieno regime perchè non ne posso più di stare lontano dall’NBA.

    PS: ma gallobird è ancora “vivo”?

  49. Gallinari 22 punti e 5 assist dopo tre quarti, poteva venire fuori una doppia doppia coi fiocchi senza l’infortunio, secondo me credibile candidato al MIP.

    E’ sesto nella lega per numero di schiacciate realizzate, è decimo nella lega nei recuperi, unico bianco tra i primi 19.

  50. Io su Lebron ho sempre il solito pensiero. È probabilmente il più forte giocatore di basket attualmente in attività. In un uno contro uno playground Style credo che non possa essere battuto. Tira segna prende rimbalzi e fa assist. Ok, ma a basket si gioca in 5. Ci sono i ruoli ed un minimo vanno rispettati. Se l’ala piccola fa il playmaker il playmaker cosa fa? L’ala piccola? Quindi o Lebron decide di fare l’ala piccola e di prendersi qualche giusta licenza in più ogni tanto. Oppure che faccia il play e che gli heat si trovino un’altra ala piccola titolare.

  51. per questa seraho fatto una schedina mi son giocato vincente hawks,bucks,grizzly,suns e warriors.. va che son sicuro che sbaglio atlanta!!

  52. Ti giuro Borrito, i Thunder li vedo spesso e proprio per questo mi sento di dire una cosa del genere. Prima erano assolutamente Durant dipendente (segnava solo lui). Adesso (squadra molto amalgamata, buon collante e roster portante invariato rispetto allo scorso anno) la costruzione non è portata solo a cercare Durant o il Westbrook di turno ma s’intuisce che sono tutti coinvolti nel gioco (offensivo e difensivo). Naturalmente sotto le plance non ci sono due bocche da fuoco (Perk e Ibaka sono soprattutto utili sul piano difensivo) ed è naturale che nel momento clou si cerchi il top player ma il gioco di squadra c’è. Le mere statistiche non raccontano la storia tutta per intero. E poi davvero tutti sono coinvolti nel progetto. Le riserve entrano è danno assolutamente il loro sopperendo ai loro evidenti limiti nei confronti dei titolari. I Thunder sono una squadra vera, anche nel gioco s’intuisce ed è per questo che li apprezzo tanto.

      • E’ vero. Westbrook gioca sempre allo stesso modo, da cui può uscire un 11/14 o un 3/15. Non è capace di spostare mentalmente, prima ancora che tecnicamente, il proprio gioco. E purtroppo è la terza stagione che continua a mostrare i soliti difetti.

        • una squadra come Oklahoma può vincere solo se Russell capisce che essere un secondo violino (di un dio, mica del primo stronzo che passa) non è affatto sminuente e non implica che tu non sia un giocatore di livello superiore.
          Con l’umiltà di un Hawes questi sarebbero imbattibili a Ovest.
          Soprattutto constatato l’ulteriore progresso del Barba.

  53. skip to my lou

    allora che motivo c’era di scrivere dopo il mio commento quel “passi, passi”? Ovvio che ti risponda, non credi?

    • Il fatto è che lui fa parte della cerchia di quelli per cui lebron è intoccabile e se fa cacate fa niente perchè ha una tripla doppia di media.

      Quindi anche se io lo odio ma dico che è uno dei migliori 3 da anni (dico migliori 3 perchè il basket è fatto di tante cose, pur venerando Jordan sotto altri aspetti poteva essere più forte Magic ad esempio) lui ripeterà fino alla morte che non capiamo(capisco) niente perchè lebron ha il 57% di media dal campo con un 30+8+7 a partita. Del fatto che sbagli la metà dei liberi quando contano (chi non ha attaccato a ripetizione il buon Shaq per questo? Eppure lui qualche anello ce l’ha….) o che faccia falli o passaggi idioti a 3 minuti dalla fine non conta. Per quella schiera di persona l’oggettività non esiste, è fanatismo quasi al pari dei terroristi XD

      • ma vai a cacare, imbecille.

        1 non ho mai citato le cifre (non le so, non le guardo). ennesima, stupida bugia. è philips che cita le cifre, io non l’ho mai fatto. anche se non credo ci sia nulla di male

        2 è già il secondo attacco personale. hai proprio bisogno che ti risponda per poter continuare?

    • non era riferito a te ma all’accumulo di critiche trite, ritrite e soprattutto ingenerose.

      il giocatore ha i suoi difetti ma è chiarmaente il migliore.

      recentemente durant e rose hanno toppato almeno una partita a testa, giocando in modo anonimo e sparendo dall’incontro. non c’è stata mezza critica.

      lebron sbaglia troppi liberi (che a mio parere non è come risultare nullo in una partita in cui ha comunque sfiorato la tripla doppia) e nel giro di 2 ore l’articolo è pieno di commenti carichi di odio, sarcastici e completamente incompetenti.

      nel tuo caso ve bene, lebron fa passi. hai intenzione di scirvere un commento ongi volta che qualcuno fa passi?

      sono anni che i passi sono tollerati in nba, ma soltanto da quando c’è lebron fare passi è diventato un criterio per screditare un giocatore. prima si diceva “in nba non fischiano i passi”. ora si dice “lebron è scarso, fa sempre passi”.

      • Lo so che non era rivolto a me e ti giuro che per quanto mi stia sulle palle lebron a me sinceramente se uno mi fa 30+10+10 e mi sbaglia il tiro finale non me ne frega niente. Un campione rimane, certo, se fa vincere allo scadere la partita meglio, ma di certo non lo butto via. Per i passi è vero che non li fischiano mai, ma non puoi ammettere che lebron ne abusa XD ma personalmente non mi frega più di tanto perchè anche se facesse un palleggio in più non lo fermerebbero comunque.

        Quello che da fastidio a me è che ci sono tanti come te che A PRIORI dicono che lebron è il migliore in assoluto e in qualsiasi momento. Io in sto periodo ad esempio preferirei Durant ma te ovviamente non lo prendi neanche in considerazione (basta leggere i vecchi post). Qua dentro tutti sanno che lebron è un mostro, più di te forse quelli che lo criticano. I grandi campioni subiscono grandi critiche quando falliscono, lebron ancora peggio perchè è un pallone gonfiato (se dici di no ti insulto XD) Di certo non andremo a criticare TJ Ford (nome a caso) perchè mi sbaglia l’ultimo quarto. Moderiamo un po’ sto sito, perchè anche se io sono uno dei primi a fare la mia parte di flame, sinceramente scrivo sempre meno perchè non si parla che di lebron. Le critiche ci saranno sempre per lui, anche quando vincerà. Ce ne sono state anche per Jordan e pure tante (da razzista a che non passava il pallone ai compagni o a quello che vuoi). Fattene una ragione.

  54. Provocazione: qual è il giocatore più divertente d’inizio campionato? Rudy Fernandez.

  55. @skip to my lou (l’altro)

    Sarò breve o proverò a farlo

    “detto questo a me pare straaevidente che sia attualmente il giocatore più forte dell’nba. con i suoi pregi e i suoi difetti. e chi lo nega, semplicemente, o non capisce una sega di basket o è un represso accecato da un odio inspiegabile.”

    A me sembra stra evidente che è proprio per questo che mi scaglio contro tutto il contorno che c’è dietro LBJ. Queste sono le stesse frasi che sento dire da 7 anni, da quando decise di entrare in Nba (sul parquet perché nel sistema Nba c’era già da molto tempo). Mi scaglio perché queste bestemmie (le considero cosi) non tengono conto della realtà. Queste frasi le invia a voi adepti via posta la Nike in modo da far circolare il verbo?
    Straevidente che sia il giocatore più forte dell’Nba? Beh, solo un giocatore negli 90′ chiamato Michael Jordan aveva queste connotazioni. Era cosi dominante perché incarnava in se strabilianti doti fisiche (non erano solo muscoli), tecniche e soprattutto mentali (unito ad un grande sforzo comunicativo e di brand). James per incarnare l’atleta che tu descrivi dovrebbe avere oltre che quel fisico, anche un tiro dalla media o un libero come Durant e un killer instict e caparbietà di Kobe Bryant. Lui è bravissimo a mascherarli ma ha degli innegabili limiti (se vogliamo chiamarli cosi io le chiamo differenze qualitative) sul tiro dalla media, da 3 (non tira più intelligentemente) e per i liberi (lo abbiamo visto ieri). Mentalmente presumo sia sotto gli occhi di tutti lo spettacolo che regala e le differenze che esistono con i più forti (almeno su questo aspetto). Ecco perché sono stufo di sentire certe baggianate.

    Sempre a questo riguardo, per fortuna non gioca solo altrimenti avrebbe dovuto già aver vinto a mani basse i non 5, 6, 7 o più titoli che ha promesso a Miami. Forse sono un minimo da considerare giocatori come Bryant, Durant, Rose, Wade, Anthony che in molti aspetti (sottolineo aspetti) sono 2 se non 3 spanne superiori al “prescelto”.
    Detto questo continua a fare l’adepto Nike. Io preferisco vedere la storia in tutte le sue sfaccettature e non solo come me la raccontano. Forse dovresti vedere meglio ciò che vedi, se lo vedi….
    Perché potrebbe arrivare anche per te quel giorno che arrivò per Barkley: “la Nike mi ha fatto pressioni per non criticare James”.

  56. Mah. Per me westbrook è buono. Non è di sicuro il miglior play del mondo pero boh… Chi dovrebbe giocare al suo posto? DWill? CP3? Grazie tante… Allora facciamo 6 squdre di allstars e gli altri tutti a casa.
    Okc è la squadra meglio costruita nell’nba attuale. Chiaro che perkins non è howard e che Ibaka non è Nowitzky. Ma si gioca con un pallone solo.
    A me piace molto pure memphis. Peccato per randolph.
    Mi sarebbe piaciuta Portland ma vabbeh.
    Per Boston credo che sia ora di iniziare a ripensare al futuro.
    Ai clippers manca solo un allenatore decente ed un minimo di panca.
    I lakers o gli arriva un regalo o devono trovare la maniera di rinnovare la squadra. Credo che un ultimi assalto possono provarlo con questi. Ma la vedo dura.

  57. grazie per l’adepto nike.

    la logica del tuo discorso, come quella di altri qui, non ha alcun senso.

    tu scrivi come se io avessi detto che è perfetto e superiore a tutti in tutto. non lo è, non l’ho mai scritto. se poi per dimostrare la validità delle tue opinioni sei costretto a mentire ti commenti da solo.

    io ho detto che è evidentemente il giocaotre migliore in nba. questo vuol dire che tutto considerato (doti fisiche, cifre, capacità di incidere in una partita, migliorare i compagni ecc) è il migliore.

    la cosa è e resta evidente. come era evidente che shaq era il miglior giocatore dell’nba nel three peat, che kobe fosse il migliore fino a qualche anno fa.

    migliore non significa che gli altri sono scarsi, ma che uno, considerando tutto, è in testa.

    come messi (che personalmente non mi piace) è il miglior calciatore del mondo.

    gioca in uno squadrone, non è mai stato decisivo con la nazionale, ma ciò non toglie che sia più forte.

    capito? ti faccio un disegnino?

    (oggi c’ho proprio voglia di essere bannato, andatevene affanculo, mi avete davvero stancato)

  58. Spiacente ma sei una contraddizione fatta ogni schiacciata di bottone. Come fai a dire che è il migliore ma di non aver mai detto che sia superiore a tutti e in tutto. Il migliore, almeno per quanto mi riguarda è quello che in tutti i requisiti fondamentali eccelle rispetto agli altri portando il livello (in questo caso di gioco) in maniera omogenea ad esser il più efficace rispetto a tutte le altre componenti. Jordan non era forte quanto Rodman nei rimbalzi eppure era il migliore perché nei 3 campi principali (tecnico, fisico e mentale) era quello che più spiccava rispetto agli altri. E lo dimostra quello che ha vinto e come lo vinto. Per quelle che tu hai portato non discuto le doti fisiche dove probabilmente nel suo ruolo è il migliore, cifre è opinabile visto che sia a Cleveland che a Miami si è fatto superare da un certo ragazzino con un 35 sulle spalle (per rimbalzi e assist quello stesso ragazzino quest’anno sta facendo passi da gigante), capacità di incidere in una partita (molto opinabile soprattutto sul finire delle partite) e migliorare i compagni (sicuro, è un fenomeno). Ma mi sfuggono le tue considerazioni sui suoi limiti tecnici e mentali. Sbaglio quando portando a caso Durant e Bryant, affermo che quei due superano di 2-3 spanne James sotto quei non piccoli aspetti? Lebron James non è il più forte, non è evidentemente il giocatore dominante della Lega. Secondo le TUE considerazioni potrebbe esser il migliore. proprio considerando tutto che non lo reputo in “testa”. Come lo farei con un hardcore fan di Durant (ne deve mangiare d’erba il mio pupillo) o di Bryant (forse il MIGLIORE qualche anno fa adesso sicuramente tra i più forti e determinanti).

    Adesso spero tu non mi risponda disegnando quello che vuoi tu.

  59. peró non può essere solo la cluthness a definire un campione, altrimenti (escluso MJ) Horry è il numero 1 e il secondo arriva 3! una grossa qualità, ma mi sembra riduttivo ridurre tutta una carriera ai possessi finali.
    Opinioni

  60. James

    E’ una belva. Probabilmente il miglior giocatore in circolazione per quello che può dare su un campo considerato anche il corpo che ha. Illegale, ma ha i suoi bei difettucci. Nei finali di gara tende a sbagliare un pò troppo (anche se poi la serie contro i Bulls l’ha dominata). Però se a sbagliare ci si mette anche il fratello di merende Wade nessuno o quasi lo fa notare. Ieri è accaduto ma non leggo strali contro il numero 3.

    Non so come andrà a finire la stagione però mi sento di dire che se uscisse sconfitto sarebbero dolori. Per quanto possa autoproclamarsi il numero 1 rischierebbe di entrare in un tunnel senza uscita, specie se sconfitto in stile finals fallendo nel crunch time.

    • Nessuno o quasi fa notare gli errori di Wade perché, diciamoci la verità per una volta sù, il caro nativo della Windy City non ha passato gli ultimi 9 anni a considerarsi/essere considerato “stoc***o” per dirla alla francese. E’ dal 2003, anzi pure da prima (ricordo addirittura una prima pagina di Sportweek del 2002!), che ci frantumano le balle con la storia di King James, The Chosen One e bla bla bla, e quanto è il Prescelto, e occhio che è più letale dell’Uomo Nero, è l’erede di MJ (dove??? mi chiedo, dove???? c***o qualcuno avesse detto Magic o Oscar Robertson avrei anche capito, ma Jordan proprio no!), e via con questa tiritera da ancora prima che avesse messo piede sul disgraziato parquet della Quicken Loans Arena…è logico che se crei questo tipo di personaggio il pubblico di appassionati e non (purtroppo son quelli che parlano di più) si divide…e ne abbiamo un fulgidissimo esempio su questa piattaforma: SEMPRE. GLI. STESSI. DISCORSI. DA. BAR.

      ci son quelli che impugnano le statistiche e parlano di LBJ come del più grande talento mai visto, e quelli che di contro prendono le stesse cifre come esempio della sua inconsistenza. Di mio ritengo che tutto questo hype attorno alla sua persona sia ingiustificato, fondamentalmente perché nei momenti che contano davvero non ha ancora dimostrato nulla di nulla, quindi sì, sono uno di quelli che prendono le statistiche per evidenziare come non sia la Top Ten di NBA.com a fare un campione quanto gli episodi decisivi…al di là del fatto che, parlando del “personaggio” LeBron, non mi piace granchè, sia per l’opinione che ha di sè (non è solo colpa sua, sappiamo tutti che l’NBA è una macchina da soldi e per carità lui è il cavallo ideale su cui puntare per farne sempre di più) sia per alcuni gesti un po’ troppo plateali che tuttavia rientrano in questo grande Show che è il basket americano…

      Ah, per coloro che risponderanno a questo post con le solite frasi del tipo “non aveva la squadra” o “aveva contro uno squadrone” o “gli Illuminati l’hanno rapito e gli hanno installato un dispositivo nel cervello per far sì che nei quarti quarti delle Finals sparisse completamente dalla circolazione”, ecco, per voi ho solo una risposta:

      HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH!!!

  61. concordo con il discorso di Fabio Massimo Stoppani SU LEBRON

    per me personalmente wade e durant sono + forti. ma non ci trovo nulla di scandaloso con chi dice che ja,es sia il più forte mi infastidisce che però lo spacci per verità assoluta non accettando pareri diversi.

    @skip: non ho assolutmente nulla contro di te, leggo i tuoi post con interesse e piacere. detto questo mi lascia sempre perplesso quando una persona in un forum comincia ad insultare gli interlocutori che hanno un pensiero diverso dal loro. mi chiedo se a faccia a faccia farebbe altrettanto consapevole del fatto che se trova uno dall’altra parte con la luna storta questi risponda agli insulti con le mani… e se ne è consapevole e per lui è normale insultare e prenderesi a mazzate.. ma allora per quale motivo si cerca un confronto su un forum?

    • faccia a faccia farei lo stesso. solitamente non insulto la gente. ma quando me le tirano si. e se c’è da prendere mazzate pazienza.

  62. bravo dirk a fare il canestro decisivo anche se sulla difesa di KG fa dei passi in partenza che definire clamorosi è puro eufemismo, notte fonda a boston.

  63. James mi sta sulle palle. E in linea di massima quando sbaglia sulla sirena un po godo. E mi stava sulle balle anche a Cleveland, poi ora che è a Miami mi innervosisce ancora di più.
    Ma è senza dubbio uno dei migliori giocatori della lega (fisicamente forse il primo, tecnicamente tra i primi) il suo grosso difetto è la mancanza dell’anello.
    Io ora però vorrei spezzare una lancia nei suoi confronti… Bryant fino a 3 anni fa aveva vinto solo come, cito: “secondo violino di shaq”, fino a 5 mesi fa Dirk era un perdente, così come Kidd e PP prima che alla sua corte arrivassero Allen e KG.
    L’NBA alla fine ha sempre premiato i grandi, escluse alcune rare e tristi eccezioni… LeBron è un giocatore eccezionale e prima o poi vincerà, e sarà giusto così…a quel punto tutta la sua carriera assumerà una nuova luce e verrà valutata in modo più coerente.
    Non tiferò mai per lui, ma per quello che ha fatto e per quello che sta facendo la mancanza di un titolo è senza dubbio più una sfortuna che un demerito, imho.

  64. A.D. mi dispiace ieri ti quotavo alla grande oggi no. fatta la premessa che considero james di una caratura superiore a pierce, kidd e lo stesso tedescone, contro orlando ha sbagliato un apio di partite decisive e contro dallas, possiamo dire che, per le sue qualità e caratteristiche, ha fatto cacare.
    volendo fare un paragone tra un vincente fatto e finito e james, credo che nessuno ai tempi (brazz può confutare) avesse mai additato jordan come responsabile delle sconfitte dei bulls contro celtics e pistons.
    dopo la metà degli anni 80, quardo magic e bird erano già leggenda, in un intervista a proposito di jordan magic disse.. non è questione di se jordan vincerà un anello… ma quanti ne vincerà.
    c’era unanimità in questo. questa unanimità di vedute su james oggi non c’è. e la sconfitta con gli heat non è stata sfortuna ma merito degli avversari e crollo nelle gare del prescelto.

    @Meanest Man Alive
    hai ragione sono puramente discorsi da bar, però le chiacchiere da bar ci piacciona.. ad alcuni..( e me tra questi)

    • Sai quanto io ami kobe, ma quella gara 7 contro i C’s l’aveva cannata alla grande… LA comunque con merito vinse quelle Finals e della sua prestazione opaca ce ne siamo fatti una ragione.
      Dico che sicuramente James, non ha la testa di Kobe, e per ora è anni luce distante da Jordan, Magic, Bird e lo stesso Mamba (per non andare troppo in la negli anni) ma anche per lui credo che valga la frase di Magic… Non se, ma quando…
      Deve capire che quando nel 4/4 di una partita di PO le difese si chiudono tenere la palla 15 secondi è provare a penetrare è una cosa assurda (infatti ha perso da Howard, e Chandler).
      Il concetto che volevo fare passare era il seguente: molte volte sono anche le sconfitte segutie da grandi vittorie a creare le legende sportive (vedi nel football Elway o Favre, nel basket io penso a Jordan, penso a Kobe del dopo Colorado Gate e Post Shaq della serie solo contro il mondo). Gli manca il quatro per fare il dollaro (battuta di cattivo gusto questa); Credo che quando vincerà, anche queste sconfitte verranno valutate in maniera leggermente differente.
      tutto qua!

      • capisco il tuo discorso.. secondo me se vincesse a giugno si dirà, ed in parte a ragione, che ha vinto con wade. tanto epr capirci si è messo nella situazione che come si muove pesta una merda. i fatti potranno darmi torto ma non credo che le future vittorie di james con wadea fianco lo rivaluteranno. parere personale.
        riguardo la gara 7 contro i celtics è vero ke al tiro kobe fece cagare però visto al malaparata (direttamente dal napoletano del vomero) si mise al servizio della squadra con assist difesa e rimbalzi. insomma tirò molto poco. contro dallas lebron si è nascosto… non sapeva che fare avendo dalla sua la possibilità di fare tutto.

        • James si è davvero messo in una situazione del cazzo, su questo hai assolutamente ragione. Per me è un demente. Questo fa si che non sia al livello di Kobe. Per quanto riguarda fisico (sicuramente) e talento (forse) gli è addirittura superiore, ma non ha la testa del Mamba.
          Certamente i suoi titoli a Miami “varranno meno” di quelli che avrebbe potuto vincere a Cleveland.
          Magari un titolo no, ma già 2 o 3 anche se vinti con Wade a mio avviso sarebbero in grado di ridargli qualcosa in termini di storia sportiva.

          Poi se non vince, io sono ancora più contento, ma non perchè non se lo meriti, ma perchè mi sta sulle palle. :)

  65. – 107 messaggi
    – 54 dicono la stessa identica cosa
    – 53 ribattono la stesa identica cosa

  66. skyp to my lou

    “nel tuo caso ve bene, lebron fa passi. hai intenzione di scirvere un commento ongi volta che qualcuno fa passi?”

    a mio dispiacere, la risposta è si, sono un amante della legalità, quindi mi sta a cuore evidenziare quando una partita è falsata da un tiro che non doveva essere ritenuto lecito.
    Poi se ci vai a mettere che quell’imbecille di allenatore ha avuto anche la faccia come il culo di andarsi a lamentare a fine partita, senza rendersi conto che quell’overtime non andava neanche giocato, allora lo sottolineo ancor più volentieri.

    Nulla contro LeBron, ci mancherebbe, ma è vero che col terzo passo ci va a braccetto spesso e volentieri, e molto più di molti altri ( lo stesso Bryant è più solito fare passi di partenza, ma è stato legalizzato ultimamente il “passo in corsa” prima di buttar giù palla). Anche questo è lampante e alla luce del sole e “chi lo nega non capisce semplicemente non capisce una sega di basket”

  67. Buona vittoria per i Magic su un campo infuocato..giocato da dio per tre quarti poi il black out..grande gioco di squadra con il che turco mette i 5 punti decisivi. Tuttavia emerge ancora una volta il fatto che Howard stia giocando al 60 % delle sue possibilità..è meno concentrato e lo si vede anche dalla % ai liberi che è addirittura diminuita rispetto alle sue scandalose medie annuali (circa il 50%);comincia ad essere un corpo estraneo, anche se in realtà non è mai stato al centro del progetto Van Gandy..o meglio a parole si, e a fatti no! Nelson che finalmente fa una buona partita salvo poi gettare tutto all’aria negli ultimi due minuti con la solita inefficienza nel gestire la palla..c’è poco da fare, quando la palla scotta il vecchio jameer non sa proprio che fare!

  68. Oddio oddio..
    Se non ricordo male, MJ contro i Pistons un paio di partite le aveva sbagliate, monopolizzando troppo l’attacco dei Bulls. Brazz se ne ricorderà certamente meglio.. Comunque, dopo è andato a vincere tutto e dominare tutti gli avversari e..chi se ne ricorda più? Giustamente..
    Io lo ho odiato per buona parte della carriera, Jordan, (tifavo I pacers di Reggie Miller..uno che non aveva nulla da invidiare a MJ come testa e clucthness) almeno fino al secondo threepeat. Poi è diventato una leggenda e le leggende non si possono disprezzare se non cadendo nel ridicolo.
    Lebron è un campione come pochi.. Anche se credo che difficilmente arriverà ai livelli degli MJ o dei Russell, spero che vinca qualcosa, per il talento che possiede e la volontà che ci mette.. Perchè è un giocatore, non solo un atleta, fantastico..
    Purtroppo per lui è però il Prescelto.. Autoproclamatosi, per giunta.. Ed ora è il centro delle attenzioni e dell’odio di tutta l’NBA..come Kobe prima e MJ prima ancora di lui. Significa che ha raggiunto il livello di stare coi più grandi, almeno a livello di gioco. Mentalmente non credo che lo sarà mai, ma poco importa. Se vincerà, andrà diritto nei top20 all-time.. Ne parleremo tra dieci anni.

    Lakers
    Mi ero già scordato che il nuovo coach era IsoBrown.. Però i tifosi lacustri mi sembrano sempre troppo scaramantici, LAL (e polso di kobe) mine vaganti.

    Knicks
    Stessi schemi, stessi risultati. Anche l’anno scorso, dopo una striscia di sconfitte indecorosa, arrivò la striscia vincente. And so on, and so on.. Ma questo Shumpert a me non pare malvagissimo, e non parlo solo di numeri.

    Non commento altro che in ‘sti giorni vedo solo highlights!

  69. Ci sono passi e passi, qualche anno fa si parlò di educare gli arbitri Nba a fischiarli (e a vederli), le regole sono spesso cambiate al fine di spetacolarizzare il gioco e l’impressione è che spesso gli uomini in grigio fischino l’estetica più che la tecnica, da cui l’abolilzione dei passi in partenza…
    un distinguo: fatti in partenza danno un vantaggo? Chi parte lo fa comunque una frazione di secondo prima, se la palla tocca dopo il piede ha un vantaggio così netto?
    Penso di no.
    Il terzo passo alla LeBron invece, oltre che inestetico è inlegale, è un passo in più laddove doveva esserci un’arresto e tiro, con tali atleti è semplicemente scandaloso che non li fischino
    intendiamoci “sport inarbitranbile l’Nba” l’errore ci stà (la stoppata su Bosh dai!) e chi non sbaglia
    ma quei passi sono un’insulto alle regole elementari, sono pemeditati e sistematici
    non mi piaciono punto e non vorrei mai veder euna partita decisa da un gesto di fatto scorretto

  70. conte forse tra i top 20 all time oggi potrebbe già entrarci.. però penso che le aspettative fosse diverse all’inizio della sua carriera…

    • Obiezioni accolte, hanamichi.
      Ripeto solo che si vedrà meglio tra 10 anni.. e la chiudo qua, che non è mia intenzione continuare a parlare di james.

  71. Sul discorso Lebron sarò brevissimo: uno dei primi 5 difensori, miglior bagaglio atletico mai visto, eccezionale in alcuni frangenti tecnici (passaggio) deficitario in altri (tiro, come più o meno tutti quelli che hanno potenza superiore, tanto per fare tre esempi R.Allen, Reggie Miller e Durant sono l’esatto opposto ).

    Noto però che la pubblicità ha creato una generazione di VIZIATI (James solo uno dei tanti), giocatori che si autoproclamano fenomeni e pretendono di fare quello che vogliono quando vogliono (Deron, Love, Melo, Stat, Bosh, Westbrook, DH12 ecc.)

    Poi quando vedi i Rose e i Durant che sono l’eccezione fai fatica a non perdonare qualche passato a vuoto in più.

    E comunque il Barca senza Messi vince meno, senza Iniesta e Xavi non vince proprio…

  72. Parliamo un po’ dei Rookies..
    Finora le tre sorprese sono: 1) Marshon Brooks (scelta #25 dei Nets). Una sg/sf che vuole fare il kobe e per ora mette sul piatto 14 punti a partita (secondo tra ai rooks), tirando col 45% e acchiappando 4 rimbalzi. Purtroppo per lui, giocando in quella squadraccia che è NJ, non lo fila nessuno.. 2) Iman Shumpert (scelta #18 dei Knicks). Play grosso che, sebbene abbia giocato metà partite causa infortunio, è già un upgrade rispetto a Toney Douglas. Il tiro è sicuramente da migliorare, ma intanto porta alla causa Knickerbockers qualcosa come 12.7 punti, 4 rimbalzi e 3.5 assist ad ogni scesa in campo. 3) Norris Cole (scelta #28 di Miami). Il più famoso dei tre, più che altro per il fatto che penetra le difese lasciate scoperte dai movimenti dei 3 di South Beach. Play veloce e senza paura, può e deve migliorare tiro e..playmaking! Perfetto per gli Heat. Cifre: 9.5 punti, 3.6 assist a partita.
    Tralascio i vari Irving, Knight, Williams e Thompson di cui si parla già parecchio..

  73. @Meanest Man Alive

    Il tuo discorso non fa una piega. Non sono tra coloro che lo amano alla follia ma apprezzano il talento immenso. Non sono tra quelli che hanno buttato fango sulla decision per come è avvenuta, visto che in fondo anche quello era business, che piaccia o meno.

    Se prima apprezzavo Wade ora dopo quella pagliacciata alle Finals molto meno.

    James e il mondo che lo circonda copre tutto e tutti. Wade sembra uno dei tanti mentre mi pare di ricordare che è tra i 5 migliori al mondo. Non uno qualunque. Quindi al di là delle minchiate via twitter-media di James sul parquet ci va anche il numero 3 e se stecca sarebbe giusto puntualizzarlo visto che parliamo di un fenomeno. Che poi tutto venga oscurato dalla lebronemania ci sta ma dovremo andare oltre l’hype e guardare i fatti.

    E i fatti hanno mostrato una gara sottotono dei due fenomeni.

    Orlando
    Non vorrei essere tifoso di quella squadra sapendo che Howard cincischia fino al giorno dell’addio. Non lo farà prima dell’ASG che si giocherà a casa sua. Comunque anche se giocasse al 100% con quella squadra non farebbero tanta strada. Bulls e Heat sono superiori.

    A fine febbraio vedremo come le gerarchie potranno mutare. Certo se andasse ai Nets non cambierebbe nulla, ai Bulls tanto.

  74. Ok ma si parla tanto di Bulls. Sarebbe una squadra fantastica ma come possono arrivare ad Howard senza smembrarsi? Uno tra Boozer e Noha te lo giochi e va bene, poi cosa aggiungeresti? Scelte? Ok. Quali altri giocatori? Di giocatori perimetrali, Orlando ne ha a bizzeffe. Di giocatori come Korver e Brewer cosa ci farebbe? Sacrificare Deng? Forse ma come sopperire all’assenza? I Bulls non hanno un roster cosi completo. Forse c’è qualcosa che mi sfugge, la chiave di volta che esiste e che io non vedo. Certo è che Rose – Hamilton – Deng – Boozer – Howard sarebbe tanta roba.

    • Puoi togliere Boozer e metterci Gibson.

      Comunque il mio era un esempio di possibile trade.

      • Ci potrebbe stare considerando che a mio modo di vedere Gibson meriterebbe una chance vera e propria. Quindi Noah – Boozer + altra robetta? Ci potrebbe stare. Lo ripeto le mie sono soltanto richieste di lumi perché è da qualche giorno che si parla insistentemente di questo scambio e non riuscivo davvero a capire come concretizzarlo. Vedremo. Resta il fatto che ovunque vada, Superman sposterebbe molto. Ai Thunder proprio non se ne parla….
        Westbrook – Harden – Durant – Ibaka – Howard…
        Forse non piacerebbe nemmeno a me. Diventerebbero illegali. :)

      • E’ vero quel che dice Stoppani, io l’unica trade che vedo è quella di Noah+Boozer con Gibson titolare (che lo preferisco anche). Potresti dare le scelte (di poco valore, anche se l’anno prossimo qualsiasi prima scelta al primo turno potrebbe essere un giocatore decente)
        e al massimo Korver che guadagna 5 M$ ma in scadenza 2013. Se scambi Deng è un casino. Deng da equilibrio al gruppo, fa un po’ tutto ed è il secondo violino ai Bulls. Con il forte gruppo creato non rischierei di prendere Howard per fare una coppia play lungo che magari non hai la certezza ti farà vincere

        • E’ assoultamente improbabile che Howard vada ai Bulls senza che i tori diano Deng in cambio…di certo Orlando non s’accontenterebbe con Korver e Brewer. Ricordate che assieme a Dwight il pacchetto regalo prevede pure il turco

  75. Ci potrebbe stare considerando che a mio modo di vedere Gibson meriterebbe una chance vera e propria. Quindi Noah – Boozer + altra robetta? Ci potrebbe stare. Lo ripeto le mie sono soltanto richieste di lumi perché è da qualche giorno che si parla insistentemente di questo scambio e non riuscivo davvero a capire come concretizzarlo. Vedremo. Resta il fatto che ovunque vada, Superman sposterebbe molto. Ai Thunder proprio non se ne parla….

    Westbrook – Harden – Durant – Ibaka – Howard…

    Forse non piacerebbe nemmeno a me. Diventerebbero illegali. :)

    • Io è da quando si parla che Howard se ne va che dico che i Bulls sono quelli, insieme a OKC, che potrebbero dare di più – parlando di rapporto Howard/Magic.
      Howard vuole una squadra da titolo quindi sono poche le squadre con cui trattare. I Magic vogliono o giocatori per la rifondazione, o giocatore con alto stipendio in scadenza (amnesty su Boozer l’anno prossimo?), o buone scelte dato il prossimo draft, ma quelle non le prendi dalle contender.

      Mi vengono in mente altri due possibili punti di vista:

      1) nella trade si inseriscono anche un Turkoglu-Deng: ai Bulls penso potrebbe anche andare di lusso come cambio nel ruolo e i Magic avrebbero un giocatore più forte senza ombra di dubbio.

      2) i Bulls potrebbero pensare di far diventare Hamilton secondo violino definitivo (terzo con l’arrivo di DH) e rinunciare a Deng senza l’arrivo di Turkoglu: in sostanza Noah-Boozer-Deng per Howard (non ho guardato se è possibile la trade a livello di monte salari, se non è possibile scusatemi in partenza). Però è un azzardo.

      • ops on avevo visto il commento di sleeper :) ha ragione.

        Comunque OKC sono davvero quelli che possono dare di più. E sarebbero davvero troppo.

  76. kobe ha capito ke quest’anno non lotteranno per il titolo e secono me si prenderà l’intera stagione per aggiornare qualche suo record personale…

  77. lebron james è uno dei giocatori più forti in circolazione, i numeri sono eccezionali e dalla sua parte…ha portato cleveland a 66 w e 61 w in due anni, 2 volte mvp, per vincere (cosa che magari succederà da qui all’eternità) è dovuto andare da wade e bosh…ma fino ad ora ha dimostrato solo una cosa: quando la partita conta (vedi finali nba) diventa un giocatore mediocre e quel talento che ha si spegne..!!!!!! sarà un fatto psicologico o quello che volete, ma quando la posta in gioco è alta lui si ritira nel suo guscio, ed è per questo che nn sarà mai come KOBE BRYANT…!!!! d’accordo stanotte ha rischiato di far perdere LA visto che gioca da solo, ma secondo me resta lui il migliore giocatore del mondo e ai tifosi dico di nn preoccuparsi, le palle a bynum arriveranno, ma state sicuri che kobe con la palla in mano sa vincere…!!!!!!!!!!! ED E’ PER QUESTO CHE LEBRON NON POTRA’ MAI ESSERE PARAGONATO NE A MJ NE A KOBE, PERCHE’ LORO SANNO VINCERE TITOLI E PARTITE SENZA PROBLEMI, LBJ NO..!!!!

    per chiudere vorrei spendere due parole sui miei knicks….va bn che phila aveva fuori spencer hawes, era alla terza di un back-to back-to back però abbiamo battuto una signora squadra stanotte, anche se continuo a non fidarmi della nostra “difesa”….secondo me l’attacco che sia isolamento per melo o stat, non m’importa, gira senza problemi; ma è l’atteggiamento difensivo da cambiare totalmente e si vedrà nei playoff (sempre se ci arriviamo).

  78. Cmq per chiunque si prenderà Howard sarà sicuramente un affare dal punto di vista fisico ma purtroppo di tecnica proprio non ne ha..da tifoso dei Magic mi piangerà il cuore quando se ne andrà ma non sarà una perdita equiparabile a quando se ne andò shaq

  79. Oh no! ho appena letto che Horford rischia di star fuori per 4 mesi…che sfortuna hanno gli Hawks, se si considera che Hinrich tornerà solo a metà febbraio e che Marvin Williams e Tmac hanno anche loro problemi fisici

  80. Horford sarà fuori per 3/4 mesi. Problemi al pettorale. In pratica si è giocato la stagione. Anche Kwame Brown sarà fuori per un pò, ma interessa di meno. Vedremo quanti altri saranno costretti a dare forfait.

    Bargnani invece dovrà riposare qualche giorno. La risonanza non ha rilevato niente di grave. In soldoni salterà 2/3 gare. Potrebbe essere arruolato per gli Hawks o per i Celtics.

  81. Da Lebron è una pippa a Kobe è The Goat (pardon me, mr Russell)

    Kobe Bryant ha vinto 5 anelli tutti con Phil Jackson, l’allenatore più vincente della storia.
    Di questi, due da spalla di shaq, uno da coprotagonista e due con gasol e odom.
    Ha anche perso due finali, e in quella coi Celtics lui Phil e i Lakers furono umiliati in gara 6 (scarto più grande della storia). Inoltre, non dico nel 2005 coi Suns, ma solo 6 mesi fa ha subito uno 0-4 dai Mavs, giocando male e non incidendo quasi mai sull’andamento dei matches.
    E si potrebbe continuare per ore, nel bene e nel male..

    Questo per dire una cosa: va bene che il 24 è un campione e quasi una leggenda cestistica; che è considerato la 2a miglior guardia della storia, davanti persino a the logo; che è il giocatore preferito o l’idolo di molti..Ma poi basta.
    Paragonatelo pure a Lebron.. dite che è più vincente, più clutch, più cattivo..
    Paragonatelo coi West, coi Wade, con tutti i più grandi. Insomma, fate un po’ quel che volete.
    Ma non paragonatelo a MJ.
    Un’altro sport..

  82. secondo me bryant è quello che arriva più vicino a MJ di qualsiasi altra persona..!

Commenta