La prima panchina NBA è già saltata: dopo 7 partite disputate, di cui 5 perse, e uno scontro con uno dei migliori giocatori della squadra – DeMarcus Cousins, sospeso per una partita, che ha subito chiesto la trade – Paul Westpaul è stato licenziato dal GM dei Kings Geoff Petrie: verrà sostituito ad interim dal vice allenatore Keith Smart.

Nelle sue 2 stagioni (più 7 partite) ai Kings, il record è stato tutt’altro che lusinghiero (51-120), e anche il gioco di squadra è sempre risultato alquanto deficitario.

Intanto, due gravi infortuni hanno colpito i migliori giocatori di Memphis e San Antonio: Zach Randolph ha subito una parziale lacerazione di un tendine del ginocchio, mentre Manu Ginobili ha riportato la frattura di una mano. Per entrambi si prospetta uno stop di circa 2 mesi.

I Grizzlies, che avevano già perso per tutta la stagione l’ala Darrell Arthur – lacerazione del legamento crociato – si sono così mossi sul mercato facendo arrivare da Philadelphia l’ala forte Marreese Speights, in uno scambio a 3 che ha mandato Xavier Henry a New Orleans e una seconda scelta futura degli Hornets e una dei Grizzlies a Philadelphia.

Post By Max Giordan (984 Posts)

Max Giordan
segue l’NBA dal 1989, naviga in Internet dal 1996.
Play.it USA nasce dalla voglia di unire le 2 passioni e riunire in un’unico luogo “virtuale” i tanti appassionati di Sport Americani in Italia.
Email: giordan@playitusa.com

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

6 thoughts on “NBA – Licenziato Westphal, Randolph e Ginobili out per 2 mesi

  1. Mettiamola così: per ora ha vinto Cousins salvo perdere tra qualche mese. La dirigenza lo ha accontentato memore dei risultati poco lusinghieri e di un gioco francamente imbarazzante: peggio dei Knicks.

    Ora ci sarà Smart che dovrà dare un’identità al gruppo e provare a domare the beast. In teoria le doti ce l’ha visto chi aveva lo scorso anno a GS.

    Cousins è appeso ad un filo sottilissimo: se inizia a crescere e a lavorare per il team bene, altrimenti se dovesse sbroccare verrà ceduto senza remore.

    Quindi se a molti può sembrare la classica scena dell’allenatore che paga per colpe non tutte sue, in questo caso il coltello dalla parte del manico ce l’ha la società. Il messaggio sarà arrivato forte e chiaro.

  2. demarcus cousin…il nuovvo rasheed wallace…ho finalmente trovato un sostituto per il mio idolo :PPPP

Commenta