MAVERICKS 102, THUNDER 104
Quarta vittoria consecutiva per i Thunder e quarto trentello per Kevin Durant che non conosce la parola fatica e piazza un’altra perfomance da campione. Gara molto equilibrata e decisa da un finale da urlo. Westbrook a 45” dalla fine sembra dare la vittoria ai suoi con il canestro del +5 ma prima Terry e poi la tripla di Carter (lasciato libero da un errore di Durant che raddoppia su Nowitzki) a poco più di un secondo dalla fine ribaltano inerzia e match. I pochi decimi sul cronometro non spaventano Durant che si riscatta, prende il tiro dall’arco e allo scadere infila la tripla della vittoria. Il tutto con la solita imbarazzante naturalezza. 30 punti, 11 rimbalzi, 6 assist per la stella dei Thunder coadiuvato da un buon Ibaka (16 pts, 8 rebs, 3 blks). Per i Mavs, partenza da 0-3 ma tanti passi in avanti rispetto alle prime due uscite con Nowitzki autore di 29 punti, 10 rimbalzi e 9/17 dal campo.

NETS 78, MAGIC 94
Per la terza volta in fila, i New Jersey Nets partono con il piede sbagliato e compromettono la loro gara fin dal 1° quarto. Dopo poco più di 15 minuti ed Orlando ha già il doppio dei punti (36-18) con Anderson e Richardson mattatori. I Nets hanno il merito di non mollare e si riportano sul -3 grazie alle giocate di Brooks e alla tripla di Okur ma i padroni di casa rimettono piede sull’acceleratore con Redick e Howard e costruiscono l’allungo decisivo. Doppia doppia pensante per Howard che mette a referto 16 punti e 24 rimbalzi mentre Anderson ne infila 22 con 3 delle 9 triple targate Magic. Male ancora Deron Williams che non va oltre il 2-12 dal campo con 7 assist e 6 TO.

SPURS 85, ROCKETS 105
Sconfitta pronosticabile per i San Antonio Spurs che cedono nettamente ai Rockets con Popovich che concede solo 15’ a Duncan e 19’ a Ginobili. Dopo solo due quarti, la forbice tra le due squadre è già ampia e si assesta sui 18 punti. Houston esegue molto bene in attacco e chiude con il 51% dal campo. Bene Kevin Martin che segna 25 punti tirando 4/8 da 3 mentre Scola non trova difficoltà in area per depositare 18 punti con 9/12 al tiro. San Antonio, al primo di tanti back to back, tira malissimo da 3 (2/17) ed ha in Blair la sua prima (e forse unica) arma offensiva (22 pts, 12 rebs). Doppia doppia anche per Splitter (12 pts, 11 rebs) mentre Jefferson stecca la sua prima gara stagionale (5 pts, 2/10).

NUGGETS 102, TRAILBLAZERS 111
Terzo successo casalingo di fila per i Portland Trailblazers che al Rose Garden battono anche i Denver Nuggets reduci da due ampie vittorie. Partenza lanciata per gli uomini di McMillan che toccano anche il +13 a fine 1° quarto. Denver reagisce e riconsegna l’equilibrio al match con Harrington che va addirittura ad impattare sul pari 53 prima della pausa lunga. L’arrivo è in volta ma i Nuggets sbagliano tutto in attacco e negli ultimi 6’ non segnano mai su azione. Ne approfitta Portland che con Matthews allunga sul +4 e con Felton chiude a chiave la gara grazie ai suoi 7 punti negli ultimi 2’. Per il prodotto di Maquette ci sono 25 punti con 4/7 da 3 mentre l’ex di turno risponde con una prova da 23 punti. Bene anche Crawford (22 pts). Per i Nuggets, -20 a rimbalzi e 4/20 da 3 con il solo Lawson sugli scudi (25 pts, 8 stls). Non benissimo Gallinari che chiude con 16 punti ma 4/15 al tiro.

BULLS 108, KINGS 98
Pronto riscatto dei Chicago Bulls che tornano alla vittoria sul campo dei Kings. La squadra di Thibodeau segna 60 punti nel primo tempo ma non è abbastanza efficace in difesa consentendo ai Kings di rimanere in partita grazie alle giocate del duo Evans-Thornton. Nella ripresa, Chicago costruisce il suo primo break decisivo sul finire del 3° quarto con un parziale di 11-2 che genera il vantaggio in doppia cifra. Divario che si mantiene tale per tutti gli ultimi 12’. 54% dal campo per i Bulls che portano 5 giocatori in doppia cifra tra cui Rose (19 pts, 8 asts), Boozer ed Hamilton (16 pts per entrambi) mentre ai Kings non bastano i 18 rimbalzi offensivi ed un Thornton da 20 punti e 4/6 dall’arco. Discreta prova per Fredette che chiude con 14 punti in 24’.

KNICKS 82, LAKERS 99
Vita facile per i Los Angeles Lakers che di fronte a dei modesti New York Knicks, conquistano la seconda vittoria di fila. La squadra di D’Antoni parte anche discretamente volando sul +6 grazie a due triple di Stoudemire e Anthony ma i gialloviola sono abili nel piazzare un mortifero parziale di 17-2 che rimbalza tutte le carte in tavola. Da quel momento, i Knicks spariscono dalla partita tirando con percentuali che faticano a superare il 30%. Bryant mette a referto 28 punti con 6 assist e 10/17 dal campo per dei Lakers che superano il 50% sia dal campo che dall’arco (9/16). Male i Knicks (31%, 6/22 da 3) con il solo Anthony nella media (28 pts, 8/14).

Post By Kevin Di Felice (156 Posts)

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

147 thoughts on “NBA – Durant beffa Dallas, vittorie per Lakers e Bulls

  1. che emozioni in quel di oklahoma!!!
    una bomba di carter (che nei finali evidentemente sa ancora far vedere qualcosa) sembrava chiudere i giochi in modo un po’ inaspettato visto che solo 30 secondi prima OKC era in pieno controllo…. poi vabbe durant ha deciso di portarsela a casa

    non male il gallo che grazie alle sue proverbiali “palle” spara tre triple consecutive a 2 minuti dalla fine (incurante del 4/12 che aveva finora) con la partita punto a punto e le sbaglia tutte e tre.. denver [ma posso sbagliare, ho visto solo il finale] mi sembra però organizzata quanto lo erano i knicks pre anthony: chi vuole prende la palla e tira
    così non si va da nessuna parte, prevedo una stagione come l’anno scorso: si prendono uno degli ultimi spot per i PO (ma non ci metto la mano sul fuoco) e poi buttati fuori se va bene 4-1

    i knicks sempre un’incognita.. mi sembrano la copia sbiadita degli heat dell’anno scorso: tanto talento ma squadra un po’ raffazzonata su.. in più peccano di egoismo (cosa difficilmente attribuibile ai big 3 di miami) e soprattutto al contrario di quelli della florida che possono anche permettersi un attacco basato solo sul talento individuale grazie a una solidissima difesa, hanno carenze difensive dovute alla non curanza del baffo
    ai PO senza difesa non vai da nessuna parte; è pur vero che con il talento che hanno potranno vincere partite contro chiunque anche ai playoff. è la continuità che mancherà sempre

  2. Durant assolutamente illegale…come si ferma uno così, impossibile. Attenzione a Dallas che sta tornando, come immaginavo. Quando Odom si degnerà di giocare questi tornano ad essere una contender.

  3. Durant devastante, ha messo il buzzer con enorme facilità, non sembrava rilassato, ma nemmeno teso, ha preso la palla e ha tirato senza batter ciglio mettendo la tripla della vittoria. Fenomeno.
    Sopratutto pare proprio che abbia iniziato anche a passare la palla con continuità e questo lo renderebbe ancora più pericoloso, perché farebbe di lui un giocatore molto meno prevedibile(resta il fatto che anche se il difensore capisce cosa kd sta per fare, non è detto che riesca a fermarlo…).

    Grandi blazers, che hanno perso la loro guida(roy) ma hanno un roster superiore alle passate stagioni: felton, mattews, wallace, aldridge, camby(aspettando oden) con crawford, batum dalla panca.

    Ottimo kobe che con l’assenza di bynum si è dovuto sbattere più del solito. Ora vedremo con il bambinone come giocheranno a los angeles, con murphy dalla panca a garantire rimbalzi e qualche punto e un mcroberts che può fare lo stesso ma un pò peggio. Non li vedo poi malissimo se i due lunghi, sopratutto quello con il n. 17(…) reggono fisicamente.

    Mavs che devono ricominciare da capo, con un roster troppo diverso e giocatori che forse ci metteranno un pò ad adattarsi(carter, odom). Ma come potenziale, sono sempre una contender.

  4. canestro irreale di Durant,mamma mia…insomma,se westbrook non sbrocca questi son da finals..mavs che iniziano a digerire la sbornia della consegna dell’anello,ma sono oggettivamente più deboli dello scorso anno(e poi 2 jolly in fila sarbbero troppi)..knicks ridicoli…tutto sto talento poi francamente non lo vedo.melo ok..e poi? stat offensivamente lo sarebbe,ma x tutto il resto?in più con baffino dove vuoi andare?
    spurs già in amministrazione energie..per questo dco che ad aprile non posson fare un granchè…certo vedere un duncan da 4 punti e 1 rimbalzo mette tristezza…

  5. quest’anno sarà difficile giudicare le prestazioni dalle statistiche perché tante squadre avranno troppi alti e bassi come conseguenza del calendario. ma fa sempre piacere, da simpatizzante laker, di vedere che teniamo gli avversari sul 31%…
    già nella partita contro i tori, dove abbiamo perso immeritatamente, si è intravisto una difesa molto solida nel secondo tempo.

  6. io non credo che i mavs siano da finals… ok, l’anno scorso hanno pescato il jolly, ma il talento c’era eccome, solo che su di loro è mancata la fiducia. quest’anno mancano praticamente tutto cio che è stato fondamentale per vincere l’anno scorso, eccetto novitzki. butler, chandler, barea. sostituiti con giocatori che sulla carta sono buoni ma che non sono funzionali.
    butler, un ottima ala che difende, ha fisico, e garantisce punti senza avere bisogno di 20 tiri, lo sostituisci con carter. talento superiore per carità, ma sempre un bollito, e che non garantisce mai ciò che faceva caron.
    chandler, garantiva difesa, rimbalzi, presidio dell’area ed intimidazione verso i piccoli e lunghi avversari. al posto suo prendi odom. anche qui talento superiore, ma non necessario per la squadra.
    barea, che è stato terribile contro i lakers, non c’è più e non so chi hanno preso al post suo, ma di sicuro non sarà come lui.
    adesso hanno più fiducia ovviamente, ma i lunghi lakustri, per dire una squadra che secondo tanti non è più contender di primo livello, farebbero a fette quella squadra.

    secondo me i mavs devono cogliere l’occasione e fare qualche trade, perché quest’anno ci sono williams e howard liberi

    • butler nei playoffs non ha giocato causa infortunio ma per il resto il discorso fila alla perfezione
      come centro hanno solo haywood che nei PO non era stato un fattore (se non negativo)
      avevano chandler che creava loro un vantaggio nei confronti di squadre come miami (cioè senza centro) e limitava l’impatto di quelle con un centro forte (tipo bynum se non muore)
      adesso cosa faranno, odom PF e dirk C?? con miami non la spuntano più se abbassa o il quintetto

      al posto di barea in teoria è arrivato delonte west, giocatore che personalmente detesto in quanto egoista come pochi e ritengo solo dannoso in attacco. in difesa può dare una mano ma tanto valeva tenersi stevenson che difendeva meglio e in attacco si limitava a tirare sugli scarichi senza voler strafare

      carter può essere una buona addizione visto che non gli si richiede di giocare 35 minuti (c’è già marion come SF e terry come SG) e può ancora dire la sua come crack

      tutto ciò sommato la vedo indebolita non tanto per talento complessivo ma piuttosto per:
      età anagrafica (un anno in più per i vari kidd, dirk e compagnia non fa certo bene soprattutto con un calendario fitto)
      difesa individuale: sul perimetro c’è solo odom a difendere (è non è poi uno specialista alla battier o artest) e kidd che però in velocità viene battuto anche da mio padre e se la gioca con fisher probabilmente
      organico: solo kidd come play (dovrà fare gli straordinari?) solo haywood come centro (wow), ingolfamento negli altri ruoli

      mi rifiuto di pensare che abbiano ceduto i vari stevenson barea e butler sperando in beaubois

      comunque non sono messi malissimo a livello salary: scadono terry e kidd (20 milioni) e volendo odom (9)
      mcgrady suggeriva ieri di stare attenti a deron williams che essendo di dallas può essere tentato

  7. Mark85

    All’infuori dei risultati, non ti sembra che i Lakers giochino meglio a livello tattico? Io ho notato una grossa evoluzione, mi sembrano molto più organizzati.

  8. Ciao ragazzi. Sono nuovo, ma vi leggo da anni. E non sono nuovo di nba, comunque.

    NY: concordo con shaq4ever; senza difesa non vaida nessuna parte. Mi spiegate, in fondo, che diavolo di coach è il baffo? Non vedo una strategia illuminata, a dire il vero non l’ho mai vista neppure nella sua Phoenix, in cui poteva baciare in bocca ogni sera Nash per i risultati che otteneva.

    MAVS: son vecchi e non ne hanno più voglia. Hanno avuto l’occasione della vita, l’hanno presa. Adesso tutti a casa e buonanotte.

    Terrei d’occhio Chicago. Con quelli in campo e coach Defense secondo me andranno avanti. E speriamo che Durant continui a illuminare la via…

  9. Giusto per completezza a ny manca ancora il play (barone e bibby out anche se quest’ultimo è più un cadavere)… A me sembra una squadra con cui giocare a NBA 2k12 (il quintetto è ottimo) ma che poi nella vita reale non gira… Soprattutto per il sistema d’antoniano che secondo me è l’antibasket per eccellenza… Niente difesa e in attacco ognuno fa quello che vuole e tira quando vuole…
    A phoenix c’erano condizioni migliori; chandler mi sembra quanto di più sbagliato potessero scegliere (stile shaq in Arizona)

    Chicago: l’anno scorso tutti a dire che mancava una guardia (e si indicava hamilton, mayo o sefolosha) al titolo e dominio per i prossimi anni… Vediamo, pero strano adesso che ce l’hanno i favoriti sono magicamente diventati gli heat

    Coach T a me piace molto e ha cambiato la squadra da così a così… Quest’anno è chiamato a migliorare l’attacco dopo aver fatto miracoli in difesa.. Sono una squadra ben costruita e possono fare bene..anche il titolo

  10. Durant viene da un altro pianeta, e questo ha la miseria di 23 anni, 23 cazzo.

    Sbaglio o Gallinari ha smarrito il tiro dall’arco?C’erano già state delle avvisaglie durante il lockout a Milano, sia in a1 che in eurolega ha tirato con percentuali drammatiche, si sta confermando anche in Nba, bah….

  11. vedo chi avanti ma non fino in fondo..nei po ci vogliono i super..i bulls ne han solo uno..per vincere tutti,ma proprio tutti,magazziniere compreso,dovrebbero rendere al 150%..è già successo,secondo me, l’anno scorso..difficilissimo ripetersi…
    i mavs..disamina perfetta…l’anno scorso han vinto per una serie di congiunzioni astrali( con merito,beninteso)..quest’anno dubito che gli astri possano essere altrettanto favorevoli,e in più sono oggettivamente più vecchi e deboli…

  12. si parla sempre di thunder ma andrebbe per una volta elogiato chi, a differenza di loro, ha avuto tutto contro dalla buona sorte….ossia, i grandissimi, immensi portland trail blazers!!!! questi nonostante sfighe immense che avrebbero steso un toro continuano imperterriti a vincere….sempre loro nel mio cuore a ovest, viva il Rose Pride caro Giangio!!!!

  13. Ammiraglio

    sinceramente ho visto solo la partita contro chicago. mi sembra chiaro che ci siano dei miglioramenti, ma solo perché la squadra dell’anno scorso faceva cagare… i migliori lakers, come gioco, rimangono quelli con fisher-bryant-ariza-odom-gasol. però devo dire che adesso c’è più equilibrio tattico dell’anno scorso. adesso si può anche correre con ebanks o tirare con i lunghi con murphy. a me personalmente la squadra non sembra male, ma temo un pò le frizioni gasol-bryant. mi danno l’idea di essere ai ferri corti.
    se la squadra rimane cosi, la vincitrice deve passare per i lakers

  14. Ammiraglio

    concordo, LA molto più equilibrata. alla fine, per uno strano gioco di alchimie ed equilibri di squadra, sono diventato più ottimista vedendoli giocare (odom manca meno del previsto e i 2 lunghi sono ottimi cambi, energia e umiltà) e non escluderei che possano lottare per il titolo, anche se da quel che ho visto l’ago della bilancia sono metta worldpeace e blake, il che una piccola preoccupazione me la lascia

    NJ
    francamente irritanti, soprattutto deron williams, corpo estraneo in un gruppo di atleti mal assortito (chiamarli cestisti mi sembra eccessivo), gioca sempre avulso dai compagni con cui litiga costantemente..spogliatoio-polveriera, altro che titolo in 2 stagioni, se fossi DH12 col cavolo che ci andrei

  15. Ciao a tutti,
    da quello che ho visto finora credo che quest’anno, più degli anni precedenti causa lockout, prima di febbraio non si potranno avere indicazioni ben definite, ho visto squadre che sono veramnte ancora un cantiere aperto tra giocatori nuovi da inserire e problemi di preparazione atletica..
    Come impressione verrebbe da dire che gli Heat sembrano davvero una spanna su tutti causa indebolimento/invecchiamento di altre contender…
    Personalmente vedo il livello di contendert tecnicamente più basso da vent’anni a questa parte..
    I Bulls potrebbero rappresentare una seria rivale ma secondo me Hamilton non migliora il buco in guardia in modo decisivo per portarli al titolo…ai Bulls serve una vera seconda star…io farei di tutto per portare Howard da Rose a patto che lui voglia andarci…che ne so Deng-Noah più qualche altro contratto in scadenza tipo Brewer Korver per Howard e il turco …proporrei una roba del genere… con Rose-Hamilton-Boozer-Howard sarebbe già diverso..

  16. tanto williams ci è finito a new jersey per sbaglio… non ha avuto la possibilità di scegliere la squadra come paul. pure io al suo posto fare casini e me ne vado quando ho la possibilità.
    l’errore più grande lo hanno commesso i knicks che non hanno trattato lui, invece di trattare anthony. deron williams può fare benissimo il play dantoniano

  17. ah, mi ero dimenticato, lebron james è da 4 anni che sta in missione ad inizio stagione…

  18. Lakers in crescita anche per la difesa finalmente giunta col nuovo coach. Purtroppo però con fisher titolare non so quanto lontano si possa andare. New york è allenata male ed è senza panca. Odom mi sa che a dallas non voglia starci granché.. E durant in questo momento è il miglior giocatore in nba con buona pace di lebron. Nota a parte, un michael redd a phoenix per il minimo è uno spreco. Ci sarebbero state squadre a cui avrebbe fatto più comodo certamente

  19. Leggendo qua e là blog e siti vari noto poi quanto sia sopravvalutata NY, capisco che rispetto a quanto si è visto negli ultimi anni nella grande mela questa squadra sia oro colato ma per me resta una squadra da primo turno e gli va anche di lusso..squadra con un backourt penoso a dir poco e senza capo nè coda..poi a sentire alcuni sembra che con Chandler chissà quale colpaccio abbiano fatto…ottimo centro difensivo per carità ma ancora ne hanno di strada da fare..

  20. giusto per capire le possibilità di anello di oklahoma: ho visto le partite a spezzoni e non è il modo giusto di giudicare il nuovo perkins uscito dal nutrizionista..ma dalle stats sembra abbastanza in crisi..meno rimbalzi di bargnani??????
    detto questo però ho visto un’ottima difesa su zibo la scorsa partita (che ha messo canestri francamente irreali, perkins gli aveva alzato l’asticella della difficoltà almeno del 100%..)..

    non so, giudizi? come sta andando? westbrook è sotto la lente d’ingrandimento e si sa (bello vedere KD a inizio partita che lo carica)..ma anche perkins sarà fondamentale per vincere sul serio..

  21. Ennesima nottata buttata nel cesso per i knicks. Se ieri ero schifato oggi sono inorridito.
    Solito inizio buono…gioco fluido….fino al 19-14 e poi come le buone squadre d’antoniane cala la notte mega parziale allucinante di 12-0 e partita in vacca, spariscono come sempre blocchi pick and roll…e iniziano i giochi solisti. Ieri Melo ha provato a tenerci a galla ma così non si va distante.
    Note dolenti: douglas inguardabile, e bibby giocatore finito ed inutile e panchina troppo corta.
    E soprattutto Mike Dantoniano.
    E già subito siamo al momento della verità. Le prossime partite abbiamo un calendario più che favorevole e si capirà cosà farà new york questa stagione:
    @ Sacramento
    vs Toronto
    vs Charlotte
    @ Washington
    @ Detroit
    vs Charlotte
    @ Phila
    Spero 5 vittorie ma ho seri dubbi.

    • No invece anche se le vincesse tutte non si potrebbe concludere niente perchè tolto Sacramento e Philadelphia fuori casa le altre squadre fanno tutte pena…con Toronto, Charlotte, WASHINGTON e DETROIT vincerebbe anche Teramo…

    • cominciamo a vincerle tutte e ad andare 8-2.
      non e’ che perche’ non contano molto non possano far morale e aiutare la squadra in vista degli impegni piu’ duri.

    • quoto…eh per la prima volta da tre anni in qua ha riposato 6 mesi…..sono una manna….ah per far capire la sua grandezza la prox partita molto probabilmente passerà i 28.000 punti in carriera. Incredibile.

  22. Secondo me OKC continua ad avere qualcosa che manca in attacco sotto canestro.
    Ibaka e Perkins danno tanto nella loro metà campo, meno in quella avversaria.
    In partite di PO tirate dove i tiri a bassa percentuale nn entrano, serve qualcuno di solido in post che realizzi canestri ad alta percentuale.
    Mi immagino cosa sarebbe Oklahoma con un Aldridge in più, che roba!

    Deron Williams nn ha molta voglia di giocare quest’anno.
    Lui e Howard sono amici, il giorno prima della partita hanno cenato insieme.
    Che Dwight gli abbia chiesto di venire ad Orlando? ;-)

  23. in effetti non ho mai capito perche’ non dovrebbe essere williams ad andare ad Orlando invece che Howard a spostarsi in NJ….alla fine anche lui diventa fa se non firma l’estensione contrattuale,e ai nets ci e’ finito per sbaglio e controvoglia. fossi in loro sceglierei la florida

    • Non conosco però le regole per firmare un FA. Se basta essere sotto il cap in partenza, anche se dopo la firma del FA in questione lo sfori, allora Orlando può farlo perchè con l’amnistia di Arenas è leggermente sotto il cap.

  24. buongiorno a tutti.
    – Nets e Pistons che lotteranno per vedere chi arriva ultimo ad est. Se Deron se ne va, questi non hanno più niente: nè scelte nè giocatori (a parte Lopez), solo tanti soldi. A questo punto non è impossibile pensare che possano tradare Deron per avere almeno qualche scelta in cambio.
    – Stagione purtroppo un po’ falsata quest’anno. Sarà una lunga attesa per i po.
    – Dallas è forte, ma con Haywood (ripeto: Haywood) come centro titolare non vai da nessuna parte.
    – Kobe-Lebron-Durant in grande spolvero. Appena si rimette a posto Rose (stanotte segnali incoraggianti) abbiamo già le 4 finaliste di conference.
    – OKC: Perkins si è oramai inserito bene. Non gli chiedono statistiche, ma energia e intimidazione. Ibaka invece è piu’ un problema: e se ieri non faceva 0 su 2 ai liberi a 7 secondi dalla fine, manco si parlava del buzzer beater del 35.
    Peace

    • ma il punto è che se NJ può al limite fare uno scambio con Orlando per Howard, perchè Orlando stessa non può mettere in piedi una trade per Williams? Se i 2 vogliono giocare insieme non si capisce perchè lo debbano fare solo nel Jersey. Parliamoci chiaro: l’offerta dei Nets sarà sempre inconsistente. Lo stesso Lopez è un buon giocatore ma nulla più.

  25. Francamente sono imbarazzato per durant, francamente nei mie 20 anni solo il miglior kobe mi aveva dato tale senso di onnipotenza cestistica, e di sicuro non amo kobe ne i lacustri.

    Qui offuscati dai marketing di città come los angeles o miami e dalla mediaticità di LBJ non si da imho maggior creditò, al talento più puro della lega. Io non so come e quanto vincerà KD ne quanti titoli individuali vincerà ma ad oggi, come talento puro per me non incomincia neache la discussione, la sua capacità di coordinarsi e l’eleganza del suo Jump sono roba purissima per i puristi del giochino.

    AH ultima cosa il ragazzo non è clutch, AH AH AH incompetenza XD questo già dagli scorsi playoff nei finali diventa un mostro, quest’anno poi 4 da 30 su 4 partite, sta tirando con percentuali irreali e migliorando infinitamente la sua capacità di pass, poichè chi ha visto la partita o le partite ultimamente sa quanti passaggi smarcanti ha smazzato senza che il compagno segnasse.
    Sono sul suo carro dai tempi di texas dove già si capiva che razza di mostro fosse, salvo califfi additarlo a solo scorer…

    • tmc

      Durant è un grande, non si discute nemmeno, ma che sia clutch è un mito. Magari lo diventa, ma ai po dell’anno scorso ha fatto 0 su 3 e nelle ultime due stagioni è a 3/15 in clutch situations. Dati: ESPN.

      • che io ricordo gara 5 contro i nuggets e gara 7 contro i grizz l’ha vinta lui nell’ultimo quarto

  26. per quanto i Mavs siano stati molto furbi a prendersi Odom in cambio di nulla a loro Chandler serviva molto di più,tra lui e Haywood la differenza si sente….Barea aveva un ruolo ben preciso nei Mavs ed era utile,non gli hanno voluto dare un pluriennale e ha cercato lidi più danarosi,Carter boh,per prender lui meglio rifirmare Stevenson,sicuramente Cuban è all in per l estate prossima sperando di portarsi a casa Deron o Howard o cercare di prenderli entrambi,mi sembra molto improbabile si confermino per il titolo,mi stupirei moltissimo già a vederli in finale di conference personalmente…quoto chi pensa che i NYK tutto sto talento non lo abbiano e con quel coach non andranno lontano..

    • mi spiegassi poi per quale motivo i jazz dovrebbero accetare una trade del genere.per i jazz non avrebbe alcun senso.

      • avrebbe senso eccome, secondo me. a utah manca un primo violino, uno da 30 punti a partita. al contrario hanno troppi talenti “medi” in squadra. in prospettiva una frontline bosh-kanter secondo me è ottima.

        perderebbero milsapp-favors che messi insieme non hanno il talento di bosh e oltretutto sfoltiscono il reparto lunghi aumentando la qualità

        (miles è buttato lì per far quadrare)

    • o in alternativa queste.

      http://games.espn.go.com/nba/tradeMachine?tradeId=6txrgax

      http://games.espn.go.com/nba/tradeMachine?tradeId=8yz47pp (più prime scelte da indiana a miami)

      http://games.espn.go.com/nba/tradeMachine?tradeId=6qnam3u (+ prime scelte)

      http://games.espn.go.com/nba/tradeMachine?tradeId=7my7vyj (più prime scelte)

      ma il concetto è sempre quello, puoi permetterti di avere i big three solo se sono complemetari tra loro, e a miami bosh (che schifo non fa) è sacrificato. quindi tanto meglio spedirlo in qualche squadraccia in cambio di un paio di lunghi dignitosi e scelte. le squadre in questione secondo me avrebbero interesse a prendere bosh perché è comunque un ottimo realizzatore, grande tecnica e potrebbe fare da primo/secondo violino in attesa che i rookie di valore crescano (soprattutto pensando a quelli che arriveranno quest’estate).

      purtroppo temo che miami abbia bisogno di prendere un’altra legnata per capire che bastavano james e wade a creare una super squadra, e che con i soldi buttati per bosh si poteva davvero costruire qualcosa di duraturo.

      per come sono così devono vincere quest’anno e sperare che okc non cresca ancora (ma già così sono più forti degli heat, di sicuro in prospettiva) e soprattutto che quel cazzone di howard non decida di fregarsene del freddo e andare a chicago (e lì sono cazzi per tutti KD compreso)

  27. Comunque siamo 3-0….contro Gallinari, A.Miller e Rudy…
    quasi inaspettato, anche se abbiamo giocato sempre in casa
    e con avversari affrontabili….

    Non mi faccio illusioni comunque
    il talento c’è…ma forse non basta…

    • i Blazers hanno una bella squadra,non so dove possano arrivare ma sicuramente i poff sono alla loro portata e lì potrebbero dare problemi un pò a tutti,un peccato i loro infortuni,hanno tanti esterni buoni con punti,Alridge è sottovalutato ma gran giocatore,forse avrebbe bisogno di qualche aiutino in più ai poff per vincere una serie…

  28. o in alternativa queste.

    http://games.espn.go.com/nba/tradeMachine?tradeId=6txrgax

    http://games.espn.go.com/nba/tradeMachine?tradeId=8yz47pp (più prime scelte da indiana a miami)

    http://games.espn.go.com/nba/tradeMachine?tradeId=6qnam3u (+ prime scelte)

    http://games.espn.go.com/nba/tradeMachine?tradeId=7my7vyj (più prime scelte)

    ma il concetto è sempre quello, puoi permetterti di avere i big three solo se sono complemetari tra loro, e a miami bosh (che schifo non fa) è sacrificato. quindi tanto meglio spedirlo in qualche squadraccia in cambio di un paio di lunghi dignitosi e scelte. le squadre in questione secondo me avrebbero interesse a prendere bosh perché è comunque un ottimo realizzatore, grande tecnica e potrebbe fare da primo/secondo violino in attesa che i rookie di valore crescano (soprattutto pensando a quelli che arriveranno quest’estate).

    purtroppo temo che miami abbia bisogno di prendere un’altra legnata per capire che bastavano james e wade a creare una super squadra, e che con i soldi buttati per bosh si poteva davvero costruire qualcosa di duraturo.

    per come sono così devono vincere quest’anno e sperare che okc non cresca ancora (ma già così sono più forti degli heat, di sicuro in prospettiva) e soprattutto che quel cazzone di howard non decida di fregarsene del freddo e andare a chicago (e lì sono cazzi per tutti KD compreso),

    scusate il commento ripetuto

  29. Perchè sarei pazzo?Manco che al posto di Westbrook arrivasse l’ultimo dei coglioni…., Curry con Durant avrebbe molto più senso di quanto ne abbia Westbrook, è nettamente un miglior jump shooter, tira col 40 % abbondante dall’arco e ha playmaking indubbiamente superiore a Westbrook che più che un play diciamocela tutta è una guardia, se ha la testa bacata che non si rende conto che deve stare al suo posto non è colpa mia.In più con una trade del genere risolverebbero il problema del lungo con punti nelle mani con Lee.

  30. Lakers che sinceramente stanno andando meglio del previsto, non tanto per i risultati ma per il livello di gioco, l’intensità e la voglia, cosa che lo scorso anno sinceramente sembrava svanita.
    Ora però viene il difficile, cioè inserire bynum in questa difesa e in questo attacco che comunque sembra aver trovato discreti equilibri. Per me bynum e gasol devono giocare il meno possibile insieme, 7-8 minuti all’inizio e 7-8 nei finali di partita. in difesa non garantiscono la mobilità che richiede brown (e infatti a cleaveland preferiva due lunghi dinamici) e in attacco si pestano un pò i piedi e intasano l’area a kobe (che sembra divertirsi molto con un lungo perimetrale che sa tirare e non gli intasa l’area). Se Brown riesce a far convivere i due e il mercato di febbraio ci porta un giocatore migliore di fisher (almeno nella mata’ campo difensiva) per me abbiamo la contender dei thunder a ovest, se invece questo non avviene allora bynum deve andare sul mercato a febbraio per un buon lungo che si completi con gasol e un play accettabile.

  31. eh ma a livello di talento, westbrook secondo me sta una spanna sopra, curry buon giocatore, per amor del cielo, ma tra i 2 vedo potenziali non paragonabili (ok, “pazzo” eccessivo, era una provocazione). anche su perkins ci andrei cauto, è l’unico che ha già vinto, è giovane e ha un ottimo atteggiamento. a OKC hanno avuto pazienza, non vedo perchè smontare il giocattolino proprio ora, visto anche che l’hanno prossimo avranno spazio nel cap

  32. mentre per i lakers i potrebbe mettere in piedi qualcosa del genere

    Lakers: johnny flynn e paul millsap

    utah: bynum

    houston: derrick favors

    (trade machine non mi fa più salvare, ma è un giochino niente male)

  33. @ bagattone un centro di ruolo non ce l’ha quasi nessuno. tra le contender okc ce li ha ma sono solo difensivi, idem chicago. secondo me gasol va più che bene come centro (i lakers lo hanno dimostrato negli anni scorsi senza bynum)

    inoltre millsap in difesa è buono e duro.

    adesso provo a fare di meglio.

    intanto mi occupo anche di new york e orlando (cazzo co sto trade machine sembra tutto molto facile, ci sono un sacco di trade fattibili e buone per tutti i team coinvolti)

    new york

    http://games.espn.go.com/nba/tradeMachine?tradeId=7tk78xh

    http://games.espn.go.com/nba/tradeMachine?tradeId=d9jctas

    oppure questa (capolavoro)

    http://games.espn.go.com/nba/tradeMachine?tradeId=84m9usj

    orlando: stoudemire, deron

    new york: howard

    new jersey : jameero, novak, wes matthews e scelte (tanto deron va via comunque)

    portland : ciccio davis

    • per i lakers vedrei bene questa

      lakers: martell webster, paul millsap, nikola pekovic

      utah: bynum, anthony randolph

      minnesota: al jefferson,

  34. Oklahoma Dallas. Partita dell’anno. SPETTACOLO!

    Thunder in controllo dall’inizio alla fine nonostante un Westbrook da mani in faccia per tutta la partita (salvo 2 minuti nel finale dove vuole fare il figo).

    Dallas sembra tornata quella delle finali con la mancanza di partecipazione delle new entry.
    Carter anche se ha messo la bomba nel finale non è ancora entrato nei ritmi dei Mavs.
    Ancora peggio Odom, dal quale ci si aspetta anche di più potendo dare tanto, non solo nel ruolo di scorer alla VC.

    Capitolo Westbrook: la squadra non lo sopporta più, il coach nemmeno, sembra stia facendo di tutto per farsi cacciare. Spero riesca nel suo intento perchè pur essendo un fenomeno, in questo momento, è l’unica fetta salata nella torta nutellosa di Oklahoma. Maynor fa tutto quello di cui i Thunder hanno bisogno, unico dubbio: avrà abbastanza faccia tosta da imporre il suo ritmo nelle fasi finali dei PO? Penso che coach Brooks stia cercando una risposta. Il pensiero di scambiare Westbrook per un giocatore di un altro ruolo non è da scartare se il buon Maynor supera la prova.

    Capitolo Dirk: accusa un po’ di stanchezza nel finale, Nick&Ibaka si fanno sentire, ma il motivo non è quello. Manca ancora un po’ per tornare al 100% ma quello che si è visto stanotte era l’MVP delle finali. Tutto ciò che conta lo segna, se lui resta così si va avanti, altrimenti primo turno di PO.

    Capitolo Ibaka: pochi giorni fa ho scritto che manca uno scorer sotto canestro. Il mio amico Serge mi mette 16 punti dalla mattonella di scarico sbagliando pure 4 liberi su 8. Non gli si può chiedere di più. Può essere un fattore non da poco. 15 punti a partita con la sua difesa non mi fanno schifo per niente.

    Capitolo Durant: non ho più parole. Salvo gli ultimi minuti (quelli dove è rientrato Westbrook per intenderci) dove ha fatto qualche tiro non voluto ha fatto una partita perfetta.
    Sento spesso parole del tipo “non mi piace perchè non è esplosivo come James,Griffin;Howard ecc.” o “non è rapido nei movimenti come Wade Rose e compagnia bella”. Avete ragione. Ed è questo che lo rende fantastico! Per me in primis sembra quasi una bestemmia (il mio nick celebra coLui che tutto può: MJ), ma io dal dopo Jordan non ricordo un realizzatore di questo calibro. Ovvio, mancano ancora millemila livelli per arrivare a Michael, non ci arriverà mai quasi sicuramente, ma il modo in cui gioca è poesia. Ti fa 30 punti e non te ne sei neanche accorto. Quando vuole segnare lo fa, ma lo fa in un modo come per dire alla difesa “mettici qualcosa in più perchè se no segno sempre”.
    Per ora sembra molto migliorato anche sulle scelte di tiro, salvo l’ultimo quarto appunto dove DEVE esagerare un po’ (chiamasi potere gerarchico). Non può tirare passa a Ibaka o Harden (oggi eviterò di esaltarlo che son già troppo preso per KD).

    Mi fermo qui e faccio una domanda:

    dove possono arrivare Maynor, un nuovo Ginobili (Harden), un Jordanino (KD), un ottimo difensore come Ibaka e il sempre fastidioso Perkins? Senza contare l’eventuale trade di RW per un giocatore di spessore.

    Comunque complimenti ai Mavs che per un buon 35 minuti di gioco sembravano quasi quelli dello scorso anno.

  35. Posso dire la mia? Curry lo preferisco 100000000000 di volte a Westbrook. Speriamo OKC faccia la trade.

    Spero che questo sito non diventa una macchina da trade machine.

  36. Blazers-Nuggets
    Bella vittoria dei Blazers nonostante 25 palle perse. Loro sono una squadra che paradossalmente si è tolta di dosso “l’incubo” Roy. Ora giocano con convinzione, non sono una contender ma ai PO faranno sudare chiunque. Crawford fa il suo mentre difensivamente il duo Camby-Wallace è bestiale.
    Gallinari?
    Scandaloso e senza cervello. Entra a 7.54 nell’ultimo quarto collezionando uno 0-3 da tre, una rubata, 2-2 ai liberi e difesa rivedibile ad essere generosi. Impatto zero e con la tendenza a prendere decisioni incomprensibili. Le percentuali al tiro ridicole (4-15) con 2 rimbalzi, 3 assist, 2 rubate in 35 minuti. Quello che stona e lo ripeto è che al suo ingresso la luce non si è accesa senza portare giovamento alla squadra nei minuti finali. A ripetizione, ma lui è il nostro go-to-guy.

    Kings-Bulls
    Gara tra un gruppo da playground e un team. Non poteva che finire con i tori vincenti. Poco da dire se non che Evans è scandaloso ai liberi, Cousins è grasso e Fredette è buono. Per il resto si salva Thornton al momento il vero cavallo di razza. Squadra allenata col culo.

    OKC-Mavs
    Commette errori (raddoppio inutile su Dirk), ma sta imparando a darla e segna quando serve. Il numero 1 ad ovest è lui. Durant è illegale. Poco da dire sul tiro finale. Ricordiamoci che due anni fa faceva fatica, oggi un pò “meno”!!! Bellissima gara con Odom in panca nel finale, mentre il trippone di Carter aveva messo una possibile tripla della vittoria. Ragazzi il torace è enorme. Mavs in ripresa che vinceranno la prima contro i Rapts.
    Squadra che manca di un play e di un centro affidabile. Potevano prendere Dalembert a poco, invece hanno due scarsoni. Lo pagheranno caro.

    Lakers-Knicks
    Non l’ho vista ma non fatico a credere che i Knicks abbiano fatto cagare. D’Antoni va cacciato. Purtroppo non lo faranno buttando nel cesso un’altra stagione. Quello che dovrebbe preoccupare, è l’eventualità che arrivino in finale di Conference spingendo la franchigia a concedere altro tempo ad un allenatore che vuole un basket perdente. Contenti loro.

    Deron Williams
    Giocatore che sto disprezzando per il modo subdolo di manifestare il suo scontento. Non può tirare il 29% dal campo, con soli 5 assist e 5 palle perse. D’accordo che siamo alle prime tre gare, ma questo ha un talento cristallino. Non è possibile giocare così. Neanche bendato avrebbe avuto prestazioni così orrende. Capisco il suo desiderio di andarsene ma almeno facesse come ha fatto Melo che a Denver ci ha dato dentro. Invece entra in campo a danneggiare la squadra.

  37. @mjrossit

    Non sono d’accordo con la squadra che non lo sopporta. Fino a 4 minuti dal termine era stato imbarazzante per il modo di condurre la squadra. Palle perse, passaggi senza logica e quant’altro. Entra Maynor, fa il suo compito (niente male) senza avere il guizzo. Perchè non ce l’ha. Ritorna Russell e colleziona un 3-4 dal campo, difende, segna in contropiede col fallo subito, eccede in un frangente, ma nel frattempo tutti i compagni andavano ad incitarlo, Durant in primis.
    Tutti erano “coinvolti” nella ricucitura dello strappo. Loro vogliono Westbrook e anche il pubblico a conoscenza del fattaccio lo ha acclamato durante la gara con cori. Quindi, fino a quando il ragazzo non commetterà una caxxata colossale saranno sempre pronti a sostenerlo. Giusto? sbagliato? Non lo so, ma se entra nell’ordine delle idee che lui deve essere Robin e Durant Batman allora saranno problemi per gli altri. In questo momento è questa la missione del gruppo.

    Due curiosità. La prima è che Russell è il leader per palle perse dell’intera NBA e secondo quando Durant ha segnato la tripla è corso verso la madra seduta in prima fila. E’ la signora vestita di grigio che è entrata in campo quando il figlioilo si è diretto verso di lei. Cuore di mamma.

  38. mjrossit
    mi ricordo altri due/tre scorer pazzeschi: iverson su tutti, poi kobe e mcgrady. ma il tuo discorso è pienamente condivisibile. kevin ha solo 23 anni!

    nelle trade proposte, fossi okc non prenderei mai david lee: segna eh, ma in difesa è il bargnani dei poveri. curry per westbrook è fattibile, un po’ meno talento per un ottimo giocatore/compagno di squadra.

    flash
    capitolo Deron: la pensiamo uguale, è quasi più sensato che lui raggiunga Howard ad Orlando del contrario. ripeto che secondo me è probabile che i Nets lo traderanno entro la deadline per non restare con le tasche piene di soldi ma nessun futuro. zero scelte, zero appeal. l’unico HOFamer dei Nets è Jigga: peccato lo sia in un altro campo..

    un grido solo: licenziate D’Antoni e sopratutto Vinny! Non so chi altro ci sia come coach libero, ma a questo punto è meglio Jeff VG di ‘sti due..

  39. alert

    melo è stato scelto da denver al draft… invece williams si è trovato a new jersey all’improvviso. non diciamo fesserie, ognuno di noi sarebbe scontento. l’anno scorso williams ha fatto il suo in quella squadra, evidentemente le promesse fatte a lui non sono state mantenute. io non li do colpe perché so che nessuno è una macchina. sta in scadenza, con prospettive della squadra zero, ovvio che non ci stai con la testa. a salt lake city invece ha giocato sempre in modo perfetto e non era scelto da uno squadrone. qualcosa sta succedendo e mi auguro per lui che la sua situazione si risolva in fretta. certo però, aveva quelle statistiche già nel primo tempo.

    • Ha la testa bacata, non capisce che deve stare al suo posto senza strafare, ieri a Memphis ha rischiato da solo di far perdere i suoi, e s’è pure incazzato con Durant.

    • Una litigata in campo e in panca con i compagni dopo che Tabo aveva rifiutato di tirare da tre sul suo passaggio. Da lì discussione con tanto di insulti.

  40. @mark85

    A maggior ragione lo disprezzo! Perchè sa che andrà via ad aprile (nella peggiore delle ipotesi) o tra 2 settimane. Non ha il contratto in scadenza nel 2014 per cui si da di matto per la prospettiva di giocare per una squadra perdente a lungo, ma starà al massino 4 mesi. Quindi che necessità ha di giocare come il fratello deficiente? Perchè deve mancare di rispetto alla franchigia, ai compagni e al pubblico? Per te è normale, per me no, visto che parliamo di un signore che non ha 19 anni.

    Howard se ne vuole andare ma il suo lo da. Non entrerà in campo col sacro fuoco ma perlomeno aiuta la squadra. Io vedo delle differenze nell’atteggiamento.

    • hai espresso molto bene ciò che penso, nei tuoi post sulle partite e in questo! E’ una cosa che fa piacere.. Credo che la vera preoccupazione di OKC sia vedere come si traduce l’atteggiamento di Russell ai playoffs. L’anno scorso gli è costato un paio di gare. La sua tenuta mentale potrebbe essere l’anello debole dei Thunders

  41. @ alert

    Sul fatto che Westbrook sia incitato dai compagni penso sia anche un fatto di professionalità (vedi Kobe Shaq), il mio compagno odiato se fa 3 su 4 nel finale lo incito eccome. Però il tuo discorso fila più del mio. Maynor il guizzo non ce l’ha è vero, ma è anche vero che Westbrook non è un play.

    @ il conte

    Hai ragione sui 3 nomi (avevo pensato solo a McGrady ma non l’ho citato per dimenticanza).

    Tutti e 3 eccellenti realizzatori ma KD per me è meglio, parlando come “completezza” (abbonameti il termine) di Iverson e McGrady.

    Del primo perchè odio i giocatori come lui (anche se Iverson l’ho amato), stesso motivo per cui odio Westbrook o James, i faccio tutto io non li posso vedere.

    McGrady è stato solo sfigato, perchè poteva essere un altro Kobe, ora mi mette tristezza solo vederlo…bonzo inside.

    Kobe nelle mie classifiche non entra mai perchè lui per me è uno dei giocatori leggendari dell’epoca Jordan e precedente solo che gioca ancora XD Pur non amandolo tantissimo è una leggenda vivente e le leggende non si scomodano mai perchè hanno sempre ragione.

    Tra quelli che hai citato lo vedo molto più somigliante a TMAC, solo che per ora KD è sano e gli auguro di rimanerlo. Purtroppo McGrady è uno dei più grandi rimpianti dell’NBA.

  42. alert

    stai ancora confondendo le cose. io non ho detto che williams lo fa apposta, semplicemente non è nella condizione mentale per giocare a mio parere. non si può paragonare con howard perché dwight si trova ad orlando da anni, invece williams l’hanno cacciato nel new jersey all’improvviso. secondo me gli rode il culo perché i nets sono rimasti immobili sul mercato (e forse a lui avevano promesso qualcosa). può sembrare mancanza di professionismo, ma anche un datore di lavoro dovrebbe metterti nelle condizioni di farti rendere al massimo. si faccia quei 3 mesi li e poi se ne vada da qualche altra parte.
    lo difendo perché mi sembra molto simpatico e mi è piaciuta la sua esperienza in turchia.

    • Ripeto: è un professionista a cui fumano gli zebedei. Che lo faccia volutamente o meno non lo so, ma sa che non vestirà quella maglia per molto (salvo accadimenti incredibili). Se fossi il suo coach, il suo proprietario, o il suo compagno mi incazzerei.
      Non mi interessa se non hanno mantenuto le promesse, so che è un professionista che deve andare al di là delle emozioni nel momento in cui calchi il parquet. Fuori puoi dannarti l’anima, sputare veleno, avercela con il mondo ma in campo dai tutto.

      Tu parli di simpatia, io ho letto e ascoltato dei telecronisti parlare in maniera poco simpatica. Confrontavano lui e Howard sulla leadership. Ebbene sembra che Deron non fosse affatto conciliante, ma anzi faceva pesare la sua forza sui compagni. Una delle vittime era Kirilenko (cosa nota) a cui diceva che non avrebbe mai dato la palla nel 4 quarto perchè non si fidava. Nei Nets ci sono storie tese con i compagni rei di non essere all’altezza. Al contrario Howard cheviene dipinto come il leader conciliante e più prono ad ascoltare i compagni.

      Quindi se fai due più due?

  43. @mjrossit

    Non è un play, come non lo è Rose. La differenza è nella testa. Se lo tengono dentro i binari il ragazzo ha tutti i mezzi per migliorare anche nel distribuire la palla.

    Anch’io, oggi come oggi prenderei Curry (risparmio denaro), giocatore tranquillo che non romperebbe le uova nel paniere, oltre ad essere un tiratore sublime. Purtroppo non ha margini di miglioramento evidenti, cosa che Russell ha. In ottica Thunder, Russell è un patrimonio costoso (Rose’s Rule) ma è un crack da affiancare ad un fenomeno. Loro sanno che per vincere un titolo hanno bisogno di tre giocatori di livello (Durant-Westbrook-Harden) e buoni compagni. Insomma sono attrezzati per le Finals. Spetta a loro gestire il problema.

      • è una regola del nuovo cba. in pratica, se nei primi quattro anno che un giocatore è nella lega (quindi col rookie contract) totalizza due presenze nei team all-nba o due partenze da titolare nel quintetto dell’all star game o è eletto mvp (derrick rose, da cui prende il nome), può chiedere un contratto che arrivi fino al 30% dell’intero cap salariale della squadra.
        E Russell è già stato secondo quintetto all-nba l’anno scorso..

  44. @mjrossit

    Un giocatore che nei primi 4 anni di carriera (col contratto da rookie) è stato MVP, o ha giocato due volte ASG, o è stato nello starting five dell’ASG stesso può arrivare a prendere il 30% dell’intero cap. Per cui nei Thunder Westbrook può ambire a tanti soldi come lo hanno ottenuto Rose (94 mln) e Durant con un aumento di 2.5 mln a stagione.

    In ottica Thunder, Westbrook costerebbe molto di più di Curry, perchè è poco probabile che il secondo giochi due ASG nei prossimi due anni. Quindi al rinnovo non potrebbe avvalersi della Rose’s rule che permetterebbe alla franchigia di rimanere sotto il limite luxury. Con Russell sarà certo, quindi mano al portafoglio.

    • Grazie a entrambi per la spiegazione. Mi sembra una regola abbastanza stupida sopratutto nel momento in cui le franchigie hanno fatto di tutto per non spendere. Però vabbè, contenti loro.

      Westbrook se gioca così non entra nei vari quintetti, a maggior ragione dovrebbe darsi una regolata.

  45. alert

    il tuo discorso può valere in un mondo ideale, ma io mi ci metto nei suoi panni e giudico. comunque su questo non ci troviamo daccordo.

    ma neanche sulla sua leadership. l’ho seguito molto a utah e mi sembrava veramente uno che elevava molto il livello dei compagni. insomma ha fatto le fortune di giocatoracci come cj miles, millsap, okur e boozer, che come stiamo vedendo adesso non sono granché. probabile sia successo qualcosa con coach sloan ma niente che non poteva succedere in qualsiasi altro spogliatoio.
    in turchia ha giocato in modo liscio senza protagonismi.
    probabilmente non ha la leadership di chris paul ma non vuol dire che non c’e l’abbia per niente. e tecnicamente lo reputo il miglior play.
    io i giocatori forti non li voglio vedere in queste squadre di pagliacci, percio speriamo in una trade in fretta.

  46. Boh… tra i più impressionanti realizzatori contemporanei, non vedo proprio quello con la media punti in carriera più alta…

  47. NBA’s Rose rule
    Implemented as part of the new 2011 Collective Bargaining Agreement, the Derrick Rose rule increases the size of the contract that teams can offer to players coming off of their rookie contract from 25% of the salary cap (~$14.5 million first year) to 30% of the salary cap (~$17.4 million first year) if the player has accomplished any of the following in his first four years in the league:
    a) Won an MVP Award
    b) Was twice voted as an All-Star starter
    c) Was twice named to an All-NBA team (first, second, or third)

    Ho commesso un errore mentre il conte aveva scritto il giusto.

  48. mark85

    Deron Williams simpatico nn credo, ricordi i problemi con Sloan che hanno portato al crollo improvviso e alla rivoluzione dei Jazz l’anno scorso?

    Alert

    Sai dirmi se per firmare un FA basta essere sotto il cap, anche se dopo la firma del FA in questione si finisce in zona luxury tax? Se cosi fosse Orlando potrebbe firmare Deron, dopo aver amnistiato Arenas…

    Westbrook

    La sua scarsa attitudine ad accettare che Durant sia il franchise-player porterà solo danni.
    E quando dovrà rinnovare il contratto quanti soldi chiederà, potendo avvalersi della Rose’s Rule?
    Secondo me andrebbe tradato per qualcosa di diverso prima che la sua fama e le sue brutte prestazioni di questi tempi saltino troppo all’occhio (più di quanto già nn lo siano)…

    Deron Williams

    Ma in una NBA in cui le superstar scelgono dove vogliono andare a giocare (Melo e le shortlist varie di Paul e Howard), qualcuno mi spiega come mai Deron è l’unico che si è trovato un fiocco in testa e una pedata nel culo con destinazione New Jersey senza dare il suo ok?

    • mc grady

      i magic sono sopra il salary cap quindi deron non puo essere preso da free agent,l’unico modo per prenderlo sarebbe una trade solo che i magic non hanno materiale sufficiente per uno scambio che possa soddisfare i nets,per cui fino a prova contraria il sogno d.will rimarra tal per i magic.

    • Deron aveva ancora un anno di contratto quando è stato mandato via, a differenza di Melo Paul etc che erano in scadenza. E’ probabile che gli avesse già fatto capire di non voler rifirmare in quella situazione, così i jazz si sono mossi subito e l’hanno mandato dove gli davano di più in cambio.

      • Yaya sei sicuro? Togliendo il contratto di Arenas dovremmo essere di poco sotto…

        Conte, sicuramente Deron nn rifirmava ai Jazz, ma il giocatore di solito nn deve dare l’ok per una trade?

        • tracymcgrady1

          no. il giocatore, a meno che non ci sia una clausola particolare inserita nel contratto (come si dice per quello di alcune stars, kobe in particolare), non ha alcun modo per opporsi a una trade. questo in pratica. per dire: se i lakers avessero voluto mandare Lamarvellous ai Nets, al signor Kardashian non restava altro che andarsene a frignare al di là dell’Hudson.
          Credo che gli unici giocatori che abbiano un vero potere contrattuale siano le superstars, quelli forti in scadenza e gli FA..

    • Non credo che possiate farlo. Ma la situazione attuale dei Magic dice 71 mln senza Arenas.

      Westbrook
      Aspetteranno prima di mandarlo via. Se il ragazzo rientra in carreggiata lo rifirmeranno alle cifre giuste che non saranno uguali a quelle di Durant.

      Williams
      Effettivamente se lo è preso nel di dietro, ma casualmente la cessione è stata una punizione bella e buona. Non posso non vederla diversamente.

      https://webfiles.uci.edu/lcoon/cbafaq/salarycap.htm#Q20
      http://espn.go.com/nba/story/_/page/CBA-111128/how-new-nba-deal-compares-last-one

      Per avere un’idea del salary cap etc…

  49. @mark85

    Farei di tutto per avere Williams ai Kings. Cederei mezza squadra per lui. Lo ritengo il secondo miglior paly al mondo dopo Paul. Però, non amo il suo atteggiamento in campo che danneggia i Nets.
    Non discuto la sua leadership, ho solo riportato ciò che ho letto e ascoltato in telecronaca.
    Ritengo che la professionalità debba prevalere su tutto quando entri in campo. Puoi non dare il 100% perchè inconsciamente hai un freno, ma non calare così drasticamente al punto che lo vedono tutti.

    La Turchia lasciala li. E’ stata una parentesi economicamente e personalmente vantaggiosa.

    • Ehi ehi piano con queste cose che mi commuovo :D

      @ tracymccgrady1

      Ma sono l’unico che ricorda che Deron ha scelto di andare a NJ per fare la rifondazione? Per carità, rifondazione mai partita, ma lui è andato a prendersi i soldini di Pokhorov, è come se Eto’o viene da me a dirmi che i suoi compagni di squadra fanno ridere.

      • mjrossit

        deron non ha mai scelto di andare ai nets,i giocatori nba non possono dire la loro in caso di trade tranne in caso di una clausola di “non trade”,sono pochi i giocatori ad averlo quella clausola.
        deron ci e andato perche non aveva scelta e non per i soldi del russo.

  50. mmm.. ma deron libero a giugno, e siamo tutti d’accordo che sia un discreto play.. e westbrook che a breve scade,e vorrà un pacco di soldi..mmm

  51. deron non diventerà free agent a giugno, non gli conviene minimamente dal punto di vista economico. sia a lui che ai nets converebbe che venga tradato. i nets avrebbero qualcosa in cambio, e lui molti più soldi.
    non ricordo pero’ le nuove regole sul sign and trade.. yaya, tu che sei l’esperto, è cambiato qualcosa?

  52. il conte

    oddio esperto e un parolone solo che durante il lockout mi sono interessato un po di piu sulla faccenda che e a volte molto complesso.cmq il sign and trade esiste sempre e non mi risulta che ci sia grandi cambiamenti rispetto al passato.

  53. Forse sarò troppo drastico ma Westbrook pian piano sta mostrando un’indole che potrebbe portarlo a diventare una specie di Marbury 2.0..a fare il leader e accumulare statistiche in squadre che non vinceranno mai una ceppa…non sono nemmeno cosi tanto diversi come tipo di giocatore…io gli stessi soldi di Rose non glieli darei mai e poi mai (a maggior ragione se in squadra ho Durant)…e c’era pure chi lo preferiva a Rose….

  54. Curiosità, visto che se ne parlava prima, mi sono messo a guardare dove si posiziona Durant tra i grandi realizzatori contemporanei. Prendendo le medie dei primi 4 anni nella lega (KD è all’inizio del quinto), viene fuori una cosa del genere: Punti a Partita (Regular Season)
    lebron 26,8, durant 26, iverson 25,2, carmelo 24.5, dwade 23,7, kobe 16,5 (i primi due anni solo 7 partite da titolare) mcgrady 14,7 (anche lui prime 2 stagioni e mezzo dalla panca).
    Direi non male..
    Sarebbe interessante confrontarlo anche con i mostri sacri, che a queste medie credo siano tutti raggiungibili – a parte vabbeh, MJ e Wilt.

  55. Il giocatore ancora in attività con la più alta media punti è LeBron James. Ma ovviamente, lui nonostante una media in carriera di 27.7 punti a gara, e 28.0 nei playoffs(secondo dietro a t-mac) non va messo tra i migliori realizzatori del dopo jordan. No, ci mancherebbe!

    • hai ragione. io non l’avevo messo tra gli scorer perchè per me è molto più che un realizzatore. se a quei punti aggiungi che ha piu’ di 7 rimbalzi e piu’ di 7 assist di media a partita, e solo in regular, capisci che a me viene da pensare ad un oscar robertson: grandissimo realizzatore, ma famoso per essere l’all around piu’ forte di ogni tempo, Lebron permettendo..

      • Idem come il conte, Lebron è anche uno scorer, fa tutto. Però ciccino se ti senti attaccato che non ho detto Lebron lo metto subito, anzi.

        LEBRON SIEDE ALLA DESTRA DEL PADRE.

        però se preferisci alla sinistra. fammi sapere.

        Ah cavolo ho dimenticato Chamberlain che ha 30 punti di media in carriera.

        Però 28 è più grande di 30 quindi vince ancora Lebron.

        Michele Filippo, invece di parlare solo di Lebron, perchè non impari un po’ di gergo cestistico? Perchè allora oltre Lebron abbiamo lasciato fuori un mucchio di gente sopra i 25 di media: Jerry West, Robertson, Malone, Baylor, Pettit ecc.

    • lascia perdere, battaglia persa in partenza.

      oggi qualcuno ha sentenziato che kevin durant è il miglior giocatore dell’Nba punto e basta.

      bisognerà adeguarsi, immagino.

      E così primi anni duemila saranno ricordati come il passaggio di consegne tra i due ipermegacampioni, leggende viventi di cui non “si può nemmeno parlare” (ct. da non mi ricordo chi, sempre di oggi).

  56. Però non potete neanche dipingere Westbrook come un cancro per OKC… fa scelte discutibili in attacco, soprattutto in momenti topici, però averne uno che in difesa ha quelle gambe… i Thunders si libereranno dell’ex UCLA se e solo se troveranno uno che, a parità di impatto difensivo, abbia una miglior contestualizzazione in attacco… cioè, tanto per dire, Curry verrebbe stuprato difensivamente da tutti i pari ruolo… io, ora come ora, fossi in Presti, scambierei Westbrook solo per un Rondo (poco fattibile) o per un DWill (impossibile visto dov’è e quanto costa)… ergo missà che OKC resterà così…

    • show

      non e di certo un cancro ma e un problema per i thunder.nessuno discute le qualita di russel solo che il ragazzo non complementare con durant che e ad oggi probabilmente il miglior realizzatore puro dalla lega.perde troppe palle oltre alle sue pessime scelte al tiro e non a caso tira con percentuali disastrose dal campo.magari in un altro contesto sarebbe piu efficace pero a volte vuole rubare la scena a kd.o si auto-convince di essere il numero 2 della squadra cercando di limare i suoi difetti o prima o puoi verra messo sul mercato.gia l’anno scorso durante i po aveva litigato con la stella della squadra e questo non puoi durare a lungo per il suop bene stesso e per quello dei thunder.

  57. Interessanti i discorsi riguardanti Howard- D Williams..Io la vedo così: se D12 diventerà free agent a giugno, raggiungerà Deron a Brooklyn, ma se Smith dovesse scambiarlo prima del 15 marzo, e penso seriamente che l’unica, concreta ipotesi siano i Lakers, allora i Nets rimarrebbero con un pugno di mosche con Williams pronto a ritornarsene nella natia Dallas..per questo se fossi Otis Smith come ultima tentativo farei questo discorso a Billy King: ti dò nelson, redick, anderson e una 2 scelta in cambio di Williams.. questo perché le pedine che mi proponete voi nets non mi vanno bene, e sono molto più propenso a scambiare con i Lakers perché così facendo evito una nuova figuraccia, come è successo con Shaq, ottengo qualcosa in cambio e mando superman al west evitando di incontrarlo per più di 2 volte l’anno..a questo punto i Nets sarebbero davvero spacciati perché se Howard va ai Lakers, estenderà con i gialloviola, bypassando la tanto decantata amicizia con Williams il quale non estenderebbe di certo con New Jersey e spingerebbe per una trade o semplicemente aspetterebbe giugno per accasarsi con i Mavs. Sicuramente le pedine che offrirebbe Orlando non sono così importanti, ma c’è Anderson che continua a crescere, un ottimo comprimario come redick e un veterano (Nelson); inoltre,salvo miracoli, i Nets si giocheranno la lotteria il prossimo anno, avendo la possibilità di scegliere in alto in un draft che si prospetta molto più eccitante dello scorso………http://games.espn.go.com/nba/tradeMachine?tradeId=3swoceq

    Westbrook – Curry:
    Anche io sono del parere che Curry sia meglio di Russell, sicuramente più playmaker e ragionatore, meno atletico ed istintivo ma anche molto meno egoista e più propenso a giocare per la squadra

  58. @ alert70:
    siamo davvero sicuri che i Magic pur avendo amnistiato Arenas siano a 71?! Hoopshype mostra che attualmente il payroll è di 78, a cui vanno aggiunti i circa 6,5 $ del ciccione e gli spiccioli per i vari Liggins,Harper, e Hughes. tolti i 19 di Arenas dovremmo essere appena al di sotto della soglia per pagati laxury tax che è di 70

  59. Ma se Okc offrisse ai magic westbroock Perkins Mohammed per D12, sarebbe cosi inferiore all’offerta dei lakers?

    Lo stesso vale anche per i nets con Dwill anche se in questo caso toglierei Perkins dalla trade.

    • Mohammed era per far quadrare i conti, e ho messo lui al posto di altri perchè in scadenza.

      Riguardo la trade da te proposta lascerebbe un buco nel ruolo di 5 quindi no so quando converrrebbe.

  60. beh per far quadrare i conti non puoi mollare un peso morto a un’altra squadra.

    non bisogna ipotizzare le trade solo per fare contenta una franchigia, la trade deve essere favorevole per tutti.

    e poi qui bisogna capirsi,

    l’anno scorso wesbrook era meglio di rose, ora è peggio di curry.

    secondo me il confronto con d-will non esiste, williams è molto meglio (secondo me deron è anche meglio di rose, e alla pari con chris paul). quindi è giusto che okc paghi pegno per averlo.

    secondo me anche sacrificando perkins okc ci guadagna. poi come centro possono mettere ibaka o aldrich che sicuramente così schifo non fa. risolvono il problema wesbrook, e creano una coppia d-will durant che potrebbe essere ancora più letale di paul-griffin o wade-lebron.

    i nets prendono giovani e sperano nel draft, utah prende un play che vuole fare la star e un centro affidabile da affiancare e favors/jefferson.

    e vissero tutti felici e contenti, no?

  61. Io non farei mai e poi mai la tua trade.

    Ti ripeto proverei per D12 e lascierei il posto di play a maynor, la proposta per Dwill era per risposta a “the big sleeper” che avrebbe proposto per Dwill nelson redick e anderson,e secondo me sarebbe uno scambio troppo squilibrato.

    Sul fatto che Westbrook sia migliore di Curry non ho dubbi ma penso come molti che quest’ultimo possa essere più congeniale per il gioco di Okc, anche se prima di imbastire una trade del genere ci penserei molto e cercherei di recuperare Russel.

  62. Mi sembra che oggi ci sia il fanta mercato!!!!!
    Comunque molte trade sono veramente fantasiose ma difficilissime, anche perchè coinvolgere tre squadre per giocatori così importanti è veramente utopistico.

    Per quel che riguarda westbrook, io rimango sempre dell’idea che sia scambiabile se prendi un lungo che ti fa la differenza, per un play secondo me ha poco senso, e forse solo per deron si potrebbe fare, ma andrebbe aggiunto altro, quindi, soprattutto se l’altro fosse un lungo, non avrebbe senso una trade simile, miglioreresti in un ruolo in cui sei comunque forte per indebolirti nella zono di campo in cui sei più scarso. E poi sbaverei per vedere una difesa con howard, ibaka,durant e sefolosha, sarebbe notte fonda per quasi tutti.

  63. Bah… l’unica strada percorribile (forse) sarebbe quella che porta a Rondo… obi mettendo in ordine il tutto per far quadrare i conti..

    Rondo è l’unico giocatore (a parte i top2 nel ruolo -DWill e Cp3-) con cui Presti scambierebbe il buon Russell…

  64. beh io dico che per arrivare a deron williams devi anche essere pronto a fare un sacrificio. i clippers hanno dato mezza squadra per paul. io credo che williams sia tra i primi 5-6 giocatori della lega, e a quel punto non ti puoi preoccupare di perdere perkins. le trade proposte da voi secondo me sono irrealizzabili perché per howard/williams non puoi dare noccioline.

    perché se non rinnovano è vero che lasciano comunque orlando e new jersey, ma è altrettanto vero che non vano a okc. mi sembra assurdo voler formare un altro dream team (e qualsiasi squadra con duran e williams-howard lo sarebbe) e per giunta voler mantenere il resto del roster.

    allora chiudiamo bottega e non ne parliamo più.

    altrimenti okc può scambiare wesbrook e prendere un giocatore di valore quiparabile, come zibo, scola o tyreke evans.

  65. io sono rimasto qua:
    blake-roy-batum-aldrige-oden
    rodriguez-fernandez-outlaw-frye-przbylla.

    aaaaah che peccato…

  66. Rondo-Westbrook

    Fattibile salvo che i Celtics difficilmente si priverebbero di uno in grado di far girare la macchina come lui. Li vedete i verdi dover resettare tutto adeguando il loro gioco a quello di Russell, che è tutto meno che un play? Inoltre lo vedreste Russell imparare a dare la palla con il contagiri ai vari Allen, e Pierce della situazione?

    Sarei stupito al 100% se si facesse una trade del genere. I Celtics ci perderebbero nell’immediato in maniera pesante, specie considerando l’età del roster che non ha tempo di digerire una nuova regia.

  67. SI ma i Clips non vengono da una Finale di Conference persa eh… OKC è una contender fatta è finita.. perché rischiare di rompere il giocattolo sacrificando più pedine quando sei perfettamente in corsa per il titolo?

    Westbrook va sacrificato -nel caso- solo se si può prendere qualcuno più adatto in attacco, che non ti danneggi in difesa e soprattutto se non perdi nessun altro di fondamentale…

  68. Alert

    I C’s erano però quelli che hanno proposto Rondo per Paul agli Hornets.. quindi così incedibile non è il buon Rajon..

    • TIFO LAKERS

      gasol ai nets
      bynum+blake a orlando
      howard+deron+ilturco a la

      sono due free che a fine anno sarebbero persi … + il contrattone del turco

      ?

      • grazie, davvero grazie per avere almeno scritto che tifi lakers.

        cioè secondo te è normale dare bynum (sempre rotto), gasol (in declino) e blake

        per avere deron (tra i primi 6 giocatori della lega) howard (idem) e il turco?

        ma stai scherzando, vero?

        è vero che howard e deron scadono ma è altrettanto vero che se scadono NON VANNO ai lakers?

        cioè il concetto di fondo è “dato che scadono perchè non li regaliamo ai lakers così i mille tifosi lakers hanno di nuovo la squadra più forte e non si devono preoccupare?”

        boh…

        a questo punto potete proporre uno scambio metta world peace + fisher per durant

        così avreste un quintetto deron-kobe-durant-turkoglu-howard

        ottimo, no?

        • sono d’accordo … però è anche vero che howard e d.will potrebbero spingere per andare dove vogliono oppure a fine contratto … tutto sommato gasol e bynum sono sempre tra i primi 5 lunghi della lega

          • possono andare dove vogliono tra le squadre che HANNO spazio salariale per prenderli.

            non possono andare ai lakers a fine stagione. come non possono adare a okc, miami, chicago, new york eccetera.

            per new jersey e orlano sarebbe molto meglio avere giovani di talento (e sani) e scelte, piuttosto che gasol e bynum.

    • La risposta è semplice: Paul non è Westbrook. Cedevano un play di livello per il migliore. Russell non è la stessa cosa.

      • esatto.

        però io ancora non sono così sicuro che paul sia meglio di williams. se dovessi scegliere non saprei proprio da che parte andare. ecco, considerati i problemi al ginocchio di paul sceglierei deron. ma a parte quello per me si equivalgono

        (e il terzo dopo di loro arriva quarto)

  69. ho capito, quoto anche io.

    ma non l’ho proposto mia io lo scambio per williams e howard.

    okc ha fatto la finale quindi restino così e ci riprovino. ma non possono aggiungere anche williams o howard senza dare niente (a parte wesbrook).

    punto.

    è giusto che d-will e howard (magari insieme) giochino in una squadra che vuole DIVENTARE una contender, non in una che lo è già senza di loro.

    l’unica alternativa è il Modello Miami, tre star e il resto comprimari che fanno schifo.

    ma per favore non proponete la terza via, cioè assembliamo una squadre con 3 campioni e un ottimo cast di supporto. perché altreimenti davvero si rovina il giochino.

  70. Possono venire ai Kings. Siamo sotto il cap, abbiamo buoni pezzi da cedere (tutti in realtà), se Deron e Dwight muoiono dalla voglia di giocare insieme.

    • magari. ecco, i due a sacramento sarei proprio contento di vederli. perché ancora non mi va giù quella finale di conference persa (e in che modo) dalla squadra che mi ha fatto esaltare di più negli ultimi 20 anni (insieme alla detroit sconfitta da san antonio)

  71. Non capisco perché tutti questi discorsi su westbrook.è un talento pazzesco che ha bisogna sì di darsi una calmata ma è giovanissimo. Non vedo perché debbano cederlo già quest anno. Questo è uno che può tranquillamente scollinare oltre i venti. Avercene di talenti simili

    • Si discute perchè potrebbe arrivare a prendere un botto di soldi pur non essendo fondamentale per OKC, anzi, talvolta un danno.

      Ovvio che è un campione, ma questo campione non è al posto giusto nel momento giusto. ;)

  72. if you don’t like this, you don’t like basketball…
    ma come diavolo si fa a marcare un tizio alto come un pivot che esce dai blocchi e ti spara da tre il tiro della vittoria come reggie miller?
    durant è illegale punto e basta.

Commenta