GREEN BAY PACKERS – KANSAS CITY CHIEFS : 14 – 19

Clamoroso all’ Arrowhead stadium! Green Bay (13-1) interrompe la stagione perfetta perdendo una partita apparentemente semplice. I campioni forse hanno mandato delle controfigure ieri in Kansas (6-8) a cominciare dal grande Rodgers, ieri molto impreciso, che termina con 17/35, 235 yds 1 td ma realizzatore anche di un td con una corsa di 8 yds nell ‘ultimo quarto. Da incubi sopratutto il primo tempo con i Packers che non riescono a segnare nemmeno un punto. Il td su lancio è segnato da Driver mentre il RB R. Grant chiude con 66 yds in 12 corse. Ieri anche la difesa di Green Bay si è concessa una giornata di vacanza lasciando a Kansas 438 yds totali. Felice invece il debutto di Kyle Orton come QB dei rossi che termina con 23/31, 299 yds 0 td. Grande supporto alla vittoria dal gioco di corsa che produce 139 yds con il RB J. Battle che realizza 1 td. Scatenato in difesa Tamba Hali che forza 1 fumble e mette 3 sacks. Alla fine i tifosi di Green Bay possono pensare che è meglio perdere ora la prima partita della stagione che non nei playoff.

WASHINGTON REDSKINS – NEW YORK GIANTS : 23 – 10

Sconfitta shock per New York (7-7) che dopo la splendida vittoria contro Dallas di domenica scorsa si fa incredibilmente battere in casa da Washington senza più obbiettivi. Manning è inguardabile e alla fine conclude con 23/40, 257 yds o td e 3 intercetti. Davvero inspiegabile una prestazione del genere nel momento decisivo della stagione che rischia in maniera concreta di compromettere i playoff. Ha funzionato davvero poco ieri in casa Giants a parte forse il duo dei RB Bradshaw-Jacobs che mettono insieme 91 yds in 18 corse. Anche la difesa concede molto ai Redskins tranne che che per i 2 int di K. Phillips e C. Webster. Washington (5-9) vince anche se il suo QB Grossman non fa certo una grande prova; 15/24, 185 yds 1 td 2 int. Il td su lancio è merito di Moss con una rec da 20 yds mentre l’ altro score della squadra è segnato dal RB D. Young. Sicuramente a Dallas che rimane in testa alla division con una partita di vantaggio sui Giants, c’è stata grande festa ieri

DETROIT LIONS – OAKLAND RAIDERS : 28 – 27

Vittoria in volata per Detroit ( 9-5) grazie a un td da 6 yds di Calvin Johnson a 39 secondi dalla fine a conclusione di un drive da 98 yds. Oakland (7-7) proprio allo scadere ha tentato il FG della disperazione da 65 yds ma Janikowski si è fatto bloccare il calcio da Suh al rientro dopo la squalifica. I Raiders alla 3° sconfitta di fila non approfittano del passo falso di Denver e rimangono ancora a distanza di un match dai Broncos nella AFC West in cui San Diego sta risalendo di prepotenza. Si prospetta quindi un finale incadescente a 3 squadre per la vittoria. Detroit mette quasi al sicuro la sua wild card grazie a una prestazione strepitosa del WR Calvin Johnson che guadagna 214 yds in 9 rec con 2 td realizzati (1 da 51 yds). Anche il QB Stafford è super con 29/52, 391 yds 4 td. Oltre a Johnson segnano anche Burleson con una rec da 39 yds e T. Young. In difesa C. Avril mette 2 sacks. Il QB Raiders C. Palmer ottiene 32/40, 367 yds 1 td segnato da Heyward-Bey ( 8 rec per 155 yds) con una presa da 43 yds. La difesa riesce a realizzare un td grazie al LB Curry che riporta in end zon un fumble di 6 yds per il resto però non hanno saputo fermare la rimonta di Detroit nell’ultimo quarto.

CLEVELAND BROWNS – ARIZONA CARDINALS : 17 – 20 (O.T.)

Quarta vittoria consecutiva di Arizona (7-7) grazie a un FG di 22 yds di Feely nel supplementare a cui si è giunti dopo una rimonta di 10 punti dei Cardinals nell’ultimo quarto. Il QB di Arizona Skelton lancia per 313 yds distribuite a 10 ricevitori diversi con 1 td e 1 int di B. Skrine per i Browns. Il td è stato ricevuto da A. Roberts mentre il RB Wells corre per 51 yds e segna 1 td. In difesa O. Schofield riesce a piazzare 2 sacks. Per Cleveland (5-9) tutto sommato buona la prova del QB Seneca Wallace che sostituiva Colt McCoy infortunato; passa per 226 yds  e 1 td merito di G. Little che corona un ottima prestazione ( 5 rec per 131 yds). Il RB Hillis sfiora le 100 yds di corsa e anche lui è protagonista di 1 td. In difesa Gocong e Sheard realizzanno 2 sacks ciascuno.  Peccato che Arizona abbia cominciato a vincere troppo tardi altrimenti sarebbe in corsa per i playoff che ora sono solo un miraggio

NEW YORK JETS – PHILADELPHIA EAGLES : 19 – 45

Pesante sconfitta per i Jets ( 8-6) che lasciano a New England il titolo della AFC East division e adesso sono costretti a lottare per l’ultimo posto disponibile nelle wild card. Per New York un Mark Sanchez in ombra termina con 15/26, 150 yds 2 td e 2 int messi a segno da J. Chaney e A. Samuel per Phila. Il solito Santonio Holmes arriva in meta con una rec da 25 yds a cui si aggiunge Burress con un altro td da 9 yds. Non molto incisivo il RB Greene che corre per 73 yds in 18 tentativi. La difesa a parte un int di Harris si è fatta travolgere dal gioco di corsa delle aquile che conquistano 160 yds a terra e nel complesso New York concede all’attacco Eagles 420 yds totali. Il QB Vick per Philadelphia (6-8) conclude con 15/22, 274 yds 1 td di B. Celek ( 5 rec per 156 yds ) e 1 int. Protagonista assoluto però il RB McCoy che segna 3 td e corre per 102 yds in 18 portate, anche Vick segna un td con una corsa di 11 yds. Molto positiva la difesa in cui il DE Parker segna un td riportando in meta un fumble per 47 yds. Protagonista anche J. Babin con 3 sacks a suo carico

NEW ENGLAND PATRIOTS – DENVER BRONCOS :  41 – 23

New England (11-3) festeggia la vittoria nella AFC East division grazie al successo in casa di Denver. Stavolta l’ incantesimo che sembrava circondare Tim Tebow e la sua squadra si spezza sotto i colpi di Tom Brady che scrive a referto 23/34, 320 yds 2 td segnati da Hernandez ( 9 rec per 129 yds yds) e dal redivivo Chad Ochocinco con una rec da 33 yds. Molto efficace anche il gioco di corsa con 3 td segnati uno dallo stesso Brady e gli altri 2 da Woodhead con una corsa di 10 yds e Green- Ellis. Nel complesso sono 141 le yds guadagnate su corsa dai Patriots. In difesa Anderson mette 2 volte a terra Tebow. Denver ( 8-6) che rimane in testa nella AFC West sente però il fiato sul collo di Oakland e ora anche di San Diego. Il solito Tebow è il miglior runner con 93 yds in 12 corse e 2 td realizzati mentre come QB chiude con 11/22, 194 yds 0 td. Si ripropone il solito dilemma se sia meglio come QB o come RB. Il running game di Denver nel complesso produce ben 252 yds totali con L. Ball autore di un td dopo una corsa di 32 yds. Stavolta però la difesa non riesce a essere efficace lasciando ai Patriots 451 yds finali.

BALTIMORE RAVENS – SAN DIEGO CHARGERS : 14 – 34

San Diego (7-7) che qualche settimana fa sembrava spacciata torna di forza in corsa per la vittoria della division e anche per una wild card. La sconfitta alla fine per Baltimore (10-4) è meno amara perchè guadagna comunque un posto sicuro per i playoff anche se perde un occasione per mantenersi in testa nella AFC North ai danni di Pittsburgh impegnata nel Monday Night. Il QB di San Diego Rivers ancora preciso chiude con 17/23, 270 yds 1 td realizzato da M. Floyd che sfiora le 100 yds di rec. Top scorer è il RB Mathews che segna 2 mete e corre per 90 yds in 26 tentativi. Bravo anche l’altro RB Tolbert autore anche lui di un td e di 40 yds su corsa. Grande merito della vittoria va però alla difesa dei Chargers che riesce a piazzare 7 sacks di cui 4 grazie ad A. Barnes e nel complesso concede solo 290 yds a un attacco forte come quello dei Ravens. Joe Flacco non in palla lancia per 226 yds 2 td ma anche 2 int presi da S. Phillips e T. Spikes. Gli scores di Baltimore sono di T. Smith con una rec da 36 yds e E. Dickson. Poco utilizzato il RB Rice con sole 10 corse per 57 yds. La difesa dei Ravens solitamente impermeabile invece ieri ha concesso 415 yds agli avversari. Baltimore è imbattuta in casa ma fatica molto invece in trasferta.

 

Post By Alberico Russo (231 Posts)

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

2 thoughts on “NFL – Week 15 Results (2/2)

  1. Come volevasi dimostrare, al primo vero ostacolo non c’è stato il Tebow’s time. In America Tebow è talmente pompato dai media (soprattutto ESPN) che Brady addirittura si ostina a segnare un Td su corsa per emularlo! Orton non è forse un fenomeno, ma se la squadra lo asseconda è di un altro livello, e già lo ha dimostrato ai GB. Solo i commentatori TV non si sono accorti che Phila è tornata prepotentemente, e continuano a dare favoriti gli avversari (addirittura i Jets on the road) mentre è bastato che Vick tornasse a posto fisicamente per riprendere, forse troppo tardi, la strada. Chicago da quando ha perso il Qb titolare è sparita, spero che i Bucs possano trovare la post-season, se lo meriterebbero (e più di loro Palmer).

  2. Non c’è stato Tebow’s time anche perchè NE è stata rimessa subito in carreggiata da un fumble sciagurato (che fa parte del gioco, certo…), ma la partenza di Denver stavolta è stata fulminante, e la reazione di Brady al suo TD mi pare il sintomo di una qualche …..ehm… “gelosia mediatica”? Cioè come a dire “qui si guarda tutti a quello là, ma anch’io certe cose le so fare?” Non so, comunque una sconfitta così, per i Broncos, ci può stare, e si è vista l’abitudine di NE a gestire partite importanti. Io invece ritengo un pò sopravvalutato M.Sanchez, non so ma non mi convince….A presto

Commenta