Pocket

GREEN BAY PACKERS – NEW YORK GIANTS : 38 – 35

La partita piu attesa della giornata non delude le aspettative. Rodgers tira fuori un altra magia quando a un minuto dalla fine dell’incontro in situazione di parità riesce a portare i propri compagni dalla linea delle proprie 20 yds fino alle 12 di New York dando cosi al kicker Crosby la possibiltà di segnare un facile FG mentre il tempo finiva. Con questa ennesima perla del suo QB Green Bay (12-0) rimane imbattuta e continua a sognare la stagione perfetta. Alla fine per il favoloso Rodgers i numeri dicono 28/46, 369 yds 4 td e unica macchia un int di C. Blackburn per i Giants. Le realizzazioni Packers sono merito due volte di D. Driver e una ciascuna per G. Jennings e J. Finley. Scarso il gioco di corsa in cui il miglior runner è incredibilmente lo stesso Rodgers. New York (6-6) non sfigura contro i campioni anche se arriva la 4° persa di fila, però pure Dallas perde e cosi rimane ancora viva la possibiltà di vincere la NFC East. Manning chiude con 23/40, 347 yds 3 td e 1 int merito di Clay Matthews che riesce a riportalo in meta. Ancora una volta V. Cruz supera le 100 yds di recezione ( 7 rec per 119 yds), H. Nicks segna 2 td mentre l’altro td su lancio è opera di T. Beckum con una rec da 67 yds. Il ritorno del RB Bradshaw non ha prodotto grandi risultati. Le difese sono state fagocitate dagli attacchi avversari che hanno totalizzato insieme quasi 900 yds.

CINCINNATI BENGALS – PITTSBURGH STEELERS : 7 – 35

Cincinnati  (7-5) perde male la partita piu importante dell’anno e dice addio alle speranze di playoff a favore proprio di Pittsburgh (9-3) che ora si gioca con Baltimore il primato della AFC North entrambe a pari merito. La partita si decide già nel primo tempo terminato sul 28- 7 Steelers. Troppi errori dei Bengals sfruttati da un efficacissimo Ben Roethlisberger che termina con 15/23, 176 yds 2 td realizzati entrambi da Mike Wallace. Ottima combinazione tra gioco di lanci e di corse ( 136 yds complessive ) in cui Mendenhall ottiene 60 yds in 16 tentativi ma sopratutto segna 2 td. Buona prova anche dello special team che consente al ritornatore A. Brown di portare in end zone per 60 yds un punt. In difesa ottima prova di J. Harrison che mette 3 sacks. Per Cincinnati l’unico lampo è merito del solito WR Green (6 rec per 87 yds) che realizza il solo td ospite. Il QB Dalton molto impreciso chiude con 11/24, 135 yds 1td e si dimostra ancora non all’ altezza del avversario. Meglio il gioco di corsa con 104 yds totali. Un peccato per i Bengals che concedono troppi errori e penalità a una squadra esperta come Pittsburgh

CAROLINA PANTHERS – TAMPA BAY BUCCANNEERS : 38 – 19

Facile vittoria in trasferta di Carolina (4-8) che sfodera ancora un ottimo Cam Newton il quale realizza 3 td in corsa e si traveste anche da ricevitore prendendo un passaggio improvvisato del WR Naanee per 27 yds. Come QB termina con 12/21, 204 yds 1 td convertito proprio da Naanee. Carolina però ha le sue doti migliori nel gioco di corsa dove il solito trio Stewart-Newton-Williams, quest’ultimo meno appariscente, confeziona un altra performance dirompente. Alla fine sono 163 le yds corse. In difesa T. Keiser si regala un intercetto. Tampa Bay (4-8) ha ormai mollato del tutto e subisce la sesta sconfitta consecutiva dopo il favorevole inizio di stagione. Pessima in difesa e poco convincente in attacco dove il QB J. Johnson ha sostituito l’infortunato Freeman. Lancia per 229 yds con 1 td e 1 int. Lo score è segnato da D. Briscoe ma solo alla fine del match. Il ricevitore M. Williams sfiora le 100 yds ma la maggior parte dei punti li porta a casa il kicker Barth che realizza 4 FG da oltre le 40 yds.

BALTIMORE RAVENS – CLEVELAND BROWNS : 24 – 10

Baltimore (9-3) stavolta non si fa sorprendere da una piccola squadra e domina la contesa grazie sopratutto a Ray Rice che guadagna 204 yds di corsa (massimo in carriera) con 1 td segnato e nel complesso ottiene ben 290 yds su corsa, l’altro RB R. Williams realizza anche lui un td. Merito della vittoria anche allo special team in cui L. Webb riporta in td un punt per 68 yds. Il QB Flacco non brilla e conclude con 10/23, 158 yds 0 td facendo soffrire piu del dovuto la sua squadra. La difesa dei Ravens si conferma sempre solida e concede solo 233 yds ai padroni di casa, il DE P. McPhee realizza 2 sacks. Cleveland (4-8) commette errori nei momenti meno opportuni, il QB McCoy subisce la difesa avversaria e ottiene solo un 17/35, 192 yds 1 td e 1 int piazzato da J. Smith. L’unica marcatura arriva a partita già decisa grazie a E. Moore. Assolutamente latitanti i runningback mentre la difesa viene travolta da Baltimore che accumula 448 yds. Adesso sarà molto avvincente il testa a testa con Pittsburgh per la vittoria della division

DALLAS COWBOYS – ARIZONA CARDINALS : 13 – 19 (O.T.)

Ci si aspettava un facile successo di Dallas (7-5) in Arizona e invece i Cowboys combinano un mezzo disastro e perdono la grande opportunità di staccare in classifica i Giants sconfitti da Green Bay. Evidentemente i Cardinals sono la bestia nera di Dallas che perde per la terza volta consecutiva all’ University of Phoenix stadium. Dallas ha anche avuto la possibiltà di vincere proprio allo scadere del match ma il kicker Bailey ha sbagliato un FG di 49 yds. La beffa poi arriva al supplementare quando Stephens-Howling converte in un td di 52 yds un passaggio del QB K.Kolb e da la vittoria ad Arizona. La partita non è stata sicuramente spettacolare controllata sopratutto dalle difese, Kolb per Arizona (5-7) passa per 247 yds e 1 td appunto nell’overtime. Il RB Wells ha 67 yds in 20 tentativi e segna un td. Eccellente il WR A.Roberts che guadagna 111 yds in 6 rec. La difesa tiene sotto pressione Romo riuscendo a realizzare 5 sacks. Per Dallas lo stesso Romo termina con  28/42, 299 yds 1 td segnato da D. Bryant. Lo spumeggiante RB D. Murray stavolta non è esplosivo e viene limitato a sole 38 yds in 12 corse. Meglio la difesa che riesce a mettere 5 sacks

ST.LOUIS RAMS -SAN FRANCISCO 49ERS : 0 – 26

San Francisco (10-2) vince la partita e anche la NFC West division tornando per la prima volta ai playoff dal 2002, e lo fa nel migliore dei modi facendo fare scena muta ai Rams (2-10). Molto concreta la prova del QB Alex Smith che finisce con 17/23, 274 yds 2 td. M. Crabtree (4 rec per 96 yds) e K.Williams realizzano i 2 td con rec di 52 e 56 yds rispettivamente. I 49ers hanno alternato molto i giocatori sopratutto nelle corse (144 yds complessive) in modo che tutti partecipassero alla festa, ha esordito anche il QB di riserva Kaepernick. La difesa ha soffocato l’attacco dei Rams concedendo solo 157 yds totali. Il LB A. Smith (9,5 sacks totali in stagione) ha messo 2 dei 4 sacks di squadra. Per St. Louis poco da dire ormai già con la testa proiettata alle vacanze. Il QB Feeley lancia 156 yds senza td e 1 int pizzicato da D. Goldson. Nullo il forte RB Jackson tenuto a sole 19 yds corse. San Francisco dopo la festa deve concentrarsi per tentare di arrivare seconda nella conference dietro Green Bay.

DETROIT LIONS – NEW ORLEANS SAINTS : 17 – 31

I Saints (9-3) ormai non sbagliano più un colpo e battono anche Detroit vincendo la 4° partita di fila e staccando di un altro gradino Atlanta che invece è stata sconfitta, avvicinandosi ancora di più alla vittoria della NFC South. Nella sfida attesa tra 2 super QBs la spunta l’esperto Drew Brees che confeziona una solida performance con 26/36, 342 yds 3 td. Passa un td per 67 yds a R. Meachem (3 rec per 119 yds) mentre gli altri 2 td sono finalizzati da D. Sproles e L. Moore. Il RB M. Ingram contribuisce al successo con una segnatura e portando 54 yds in 16 tentativi. Sul fronte opposto Detroit non sfrutta il passo falso di Chicago e rimane a pari punti nella division con i Bears dietro gli irraggiungibili Packers. M. Stafford  ottiene 31/44, 408 yds 1 td segnato da M. Morris e 1 int di T. Porter. Il WR Burleson sfiora le 100 yds di rec mentre il gioco di corsa produce 87 yds totali con un td per K. Smith. Le difese di entrambe le squadre non hanno saputo trovare contromosse contro i 2 ottimi attacchi che hanno realizzato entrambi abbondantemente piu di 400 yds

 

Post By Alberico Russo (231 Posts)

Connect

4 thoughts on “NFL – Week 12 Results (1/2)

  1. Stupenda partita tra NJ e GB, con giocate superlative, ricezioni stupende di Nicks (a una mano in acrobazia marcato da Woodson, complimentato anche dal suo avversario dopo il festeggiamento) e di Driver. Quarterbacks superbi, compreso Manning, mentre sulle corse davvero GB non brilla di certo. Non capisco come una squadra come la NJ vista oggi stia faticando così tanto.
    Invece, nonostante non sia una fan di SF, mi fa piacere rivederla ai playoff, dove sono proprio curioso di vedere cosa combinerà A.Smith.

  2. Mi trovo a new York city e Keri ero al MetLife Stadium a vedermi i packers giocare…..sonó stato molto fortunato perche’ le 2 squadre hanno dato davvero spettacolo in campo….Rodgers freddissimo nell’ultimo minuto che ha portato la squadra in zona easy-fieldgoal….commovente poi la cerimonia che ha introdotto 4 giocatori Giants nel ring of glory dello stadio….tra cui l’eterno Bavaro….da notare anche parecchi cheese cap al Meadowlands…..ormai questi Packs sonó un fenomeno di costume

  3. Ingram migliora di partita in partita e comincia a farmi ricredere rispetto all’inizio quando lo consideravo al massimo da 2nd round…Jenkins ha fatto interventi incredibili dimostrando di poter essere una delle safety migliori dell’nfl…la difesa pecca di turnovers ma garantisce cmnq una discreta solidità (salvo certi svarioni quasi incredibili soprattutto nelle fasi più concitate di gioco)…i Lions immaturi come pochi, quasi anarchici direi e il coach di Detroit mi è sembrato incapace di gestire i suoi uomini…comunque il nostro attacco fa paura, Brees spaventoso come sempre grazie soprattutto ad una linea offensiva di livello superiore (di gran lunga migliore di quella dei packers…)

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.