Pocket

La notizia non è ancora ufficiale, ma pare ormai certo che Kevin McHale sarà il nuovo allenatore degli Houston Rockets.

La franchigia del Texas pare infatti intenzionata a firmarlo con contratto triennale, convinta dalle sue abilità comunicative in particolare con i giovani giocatori.

McHale, ex stella dei Boston Celtics di Larry Bird, è da anni coi Minnesota Timberwolves, per i quali ha rivestito sia il ruolo di coach (39-55) sia il ruolo di General Manager. Non un grande biglietto da visita in entrambi i casi…

Post By Max Giordan (984 Posts)

Max Giordan
segue l’NBA dal 1989, naviga in Internet dal 1996.
Play.it USA nasce dalla voglia di unire le 2 passioni e riunire in un’unico luogo “virtuale” i tanti appassionati di Sport Americani in Italia.
Email: giordan@playitusa.com

Connect

12 thoughts on “NBA – Kevin McHale è il nuovo allenatore dei Rockets

  1. C’è qualcuno messo peggio dei Lakers!!! Ahahah no a parte gli scherzi, pessima scelta.

  2. Guarda penso di no. Max rispetto per il McHale campione, però come coach GM, ecc, non ci siamo.

  3. Mchale e’ una grandissima scelta, hai vosto mai che a Houston arriva Love? oppure riesce a creare un ponte boston-houston di quelli memorabili? tanto chi ci metti ci metti con quel martin e un roster povero di talento dove vuoi che vadano…

  4. Grande giocatore dei Boston Celtics, come allenatore non lo vedo tanto bene, magari come vice.

  5. con Scola McHale credo si commuoverà + di una volta. può far crescere J.Hill ( prospetto interessante ma mai interamente compiuto ) ma sarà yao sotto e non solo l’incognita sulla stagione dei rockets.
    con dragic, martin, lee e jeffries i rockets sono pieni di alternative fuori. manca una superstar ?
    credo proprio di si. prevedo buona stagione, crescita si spera dei giovani e un primo turno ai playoff.
    l’anno dopo o yao è guarito e rifirma a cifre + basse o hanno spazio per la superstar che gli manca o tutte e due che è meglio. confermerei hayes e sopratutto Budinger che mi piace un sacco ( classico uomo panchina per squadra anche da titolo o superstar europea).

    • giudizio su kevin lo sospendo ma ripeto per crescere i giovani e fare una stagione di transizione può essere una buona scelta mentre il paragone coi lakers mi pare sbagliato perché los angeles dovrà vincere al di là del mercato se no si spacca del tutto.

  6. Son tifoso dei rocket dai tempi del mitico dream.. Ho sognato nell’era di Mc e Yao ed ora dopo averli visti giocare quasi alla pari solo grazie al gioco corale di Adelman questa scelta mi lascia di stucco. Spero arrivi veramente una stella oppure si scali posizioni al draft altrimenti sarà un bel passo indietro!

  7. minnesota si prende le scelte 4 e 8 dai cavs ( che prendono la 8 e Hamilton per l’eccezione da 14Ml ricevuta in cambio dai Miami x lebron,ma Hamilton lo tagliano subito quindi ottimo free agent libero )in cambio della due…a Minneapolis continuani a riempirsi di scelte questi non capiscono davvero un cazzo,con la due prendi DW da arizona o provi per un centro con le palle…
    non capisco invece cosa faranno i cavs con Baron Davis…cosa aspettano a liberarsene???

  8. I Rockets da sempre rappresentano il grande basket Malone-Olajuwon-Drexler ecc, meritano di ritornare al basket che conta.. Secondo me la franchigia piu’ romantica ma allo stesso tempo piu’ cazzuta della Nba..

Commenta