Felton non è riuscito a trascinare i Nuggets alla vittoria sui Thunders

12 gare nella notte NBA.

HAWKS 102, PACERS 114

Secondo successo casalingo consecutivo per i Pacers che dopo la passeggiata sui Wizards fanno il bis e battono anche gli Hawks con un’altra serata super in attacco. Danny Granger sembra prontissimo per i playoff e lo dimostra segnando 28 punti in 31’ con 9/18 dal campo mentre Collison (16 pts, 10 asts) e Hibbert (14 pts, 11 rebs) collezionano una doppia doppia ciascuno. Gli ospiti subiscono la terza L in fila nonostante il buon impatto di Jeff Teague che segna un punto al minuto (21 pts in 21’).

KNICKS 116, NETS 93

Vincere aiuta a vincere e i Knicks conquistano il sesto successo consecutivo espugnano il Prudential Center di Newark dove i Nets stanno concludendo nel peggiore dei modi un’altra stagione deludente. La squadra di D’Antoni gioca sul velluto e con ben 68 punti segnanti nei primi due quarti lascia l’impronta alla gara. Senza Stoudemire, ci pensano i due ex Nuggets a trascinare la squadra con 25 punti di Anthony (14 rebs) e 22 di Billups. Per i Nets, una pioggia di triple subite (15) ed il solo Lopez a predicare nel deserto (27 pts).

RAPTORS 93, SIXERS 98

Dopo il brusco stop casalingo contro i Knicks, i Philadelphia 76ers tornano al successo e rimangono nella scia del 6° posto della Eastern Conference occupato proprio da New York. Nella vittoria contro i dismessi Toronto Raptors, Phila deve faticare più del previsto con il match chiuso solo negli ultimi 6’ con Iguodala e Brand sugli scudi. Il miglior marcatore è Brand che deposita 22 punti con 10/16 dal campo mentre Young porta dalla panchina una dote di 20 punti. Toronto (senza Bargnani) arriva alla 58esima sconfitta stagionale con DeRozan e Bayless che segnano 51 dei 93 punti totali.

WIZARDS 88, CELTICS 104

Tutto semplice per i Boston Celtics che dopo aver giocato un primo tempo di transizione, girano le proprie viti difensive e costringono i Wizards ad una ripresa da soli 32 punti a referto. Rajon Rondo fa il resto in attacco con una gara da 20 punti e 14 assist e con il suo zampino in 21 dei 36 canestri totali. Bene anche Paul Pierce che segna 22 punti con 12 rimbalzi mentre Allen segna l’unica tripla sui 12 tentativi di squadra. Washington colleziona la 37esima L in trasferta nonostante i 20 punti a testa di Blache e Wall con quest’ultimo che fa la par condicio con assist e TO (7).

BULLS 93, CAVALIERS 82

Dopo averne concessi 81 ai Celtics, Chicago si ripete e ferma Cleveland a quota 82 punti segnati vincendo una partita che sancisce l’ufficialità delle prima moneta ad Est. Per una sera, Derrick Rose lascia le luci della ribalta a Carlos Boozer che mette a referto 24 punti ed 11 rimbalzi con il futuro MVP del campionato che si ferma a quota 11 punti con 8 assist. Chicago gioca di squadra e chiude con 30 assist su 39 canestri segnanti mentre per i Cavaliers ci sono i 22 punti di Hickson ed una pessima serata al tiro da 3 (2/15).

BUCKS 100, PISTONS 110

Detroit batte Milwaukee e mantiene ancora in vita la speranza di arrivare almeno a 30 vittorie stagionali. Il successo contro i Bukcs porta la firma di uno dei migliori Wilcox dell’anno con l’ex Sonics che mette a referto 27 punti, 13 rimbalzi e 12/18 dal campo in soli 23’. Decisivo il parziale di 17-5 prodotto dai Pistons nel 3° quarto con Stuckey (22 pts) e Villanueva (15 pts) a far canestro. Milwaukee riesce nell’impresa di chiudere con tre “quintettisti” a quota 0 punti (Delfino, Mbah a Moutè e Brockman) mentre Jennings scollina sopra i 30 punti con una gara da 13/21 al tiro.

BOBCATS 103, HEAT 112

Miami risponde a Boston e con la vittoria sui Bobcats rimanda tutto allo spareggio di domenica dove le squadre dovranno gioco-forza rompere l’equilibrio stagionale che li vede con lo stesso record (55-24). Dopo lo stop forzato dello scorso match torna Wade che si fa subito sentire con una prova da 27 punti convertendo 15 dei 16 liberi tirati. Bene anche James (23 pts, 7 rebs, 9 asts) e Bosh (27 pts, 10 rebs) per una squadra che tira solo 9 volte da 3. Charlotte incappa nella 5a sconfitta consecutiva con Kwame Brown che veste i panni del go-to-guy e segna 23 punti conditi da 13 rimbalzi.

KINGS 96, GRIZZLIES 101

Successo importante per i Memphis Grizzlies che tornano ai playoff dopo un assenza di 5 anni e restano ancora in corsa per le posizioni 6 e 7 della Western Conference. Successo non troppo agevole quello contro i Kings che nel finale rimontando 12 punti di svantaggio arrivando sul -1 con il canestro di Thornton a 38” dalla fine che rappresentano anche gli ultimi punti di Sacramento con Randolph che chiude il match con il 3/4 dalla lunetta. Per Zach una gara da 27 punti e 15 rimbalzi mentre Thorthon ha bisogno di 23 tiri per mettere a referto 18 punti.

SUNS 97, HORNETS 109

Terza vittoria consecutiva per i New Orleans Hornets che restano in lizza per il 6° posto ad Ovest. La serata è tutta di Willie Green che segna 31 punti in 30’ uscendo dalla panchina convertendo 5 delle 6 triple tirate. Per lui anche un 12/12 dal campo (record di franchigia) rovinato poi da 5 errori consecutivi. Gli Hornets tirano il 55% dal campo con Landry che infila un 8/10 per i suoi 17 punti. Paul smista 12 assist con soli 8 tiri tentati mentre Belinelli segna 9 punti in 17’. Per i Suns (senza Nash) ci sono i 18 punti di Dudley.

NUGGETS 89, THUNDER 104

Nel secondo match della settimana tra Thunder e Nuggets c’è ancora una vittoria di Oklahoma City che conferma di essere senz’altro la favorita nella probabile serie di playoff che ci sarà tra queste due squadre. Gran prestazione difensiva dei ragazzi di coach Brooks che limitano l’attacco più prolifico della lega a soli 89 punti segnati con il 40% dal campo. Offensivamente c’è l’apporto di Durant che mette a referto 28 punti con 21 tiri ed è coadiuvato dal solito Westbrook (17) e dall’insolito Mohammed che segna 15 punti in 19’. Per i Nuggets, 18 punti di Nene e 17 di Gallinari che buttà giù anche 9 rimbalzi ma sono ben 19 le palle perse di squadra a fronte di 15 assist.

CLIPPERS 96, MAVERICKS 107

Dallas torna al successo e tiene a debita distanza (una gara) i Thunder di Durant per il terzo posto della Western Conference. Dopo un pessimo primo quarto chiuso sul -16, i Dallas Mavericks si scuotono e recuperano il gap con un parziale di 22-4 prodotto nel terzo quarto. Bene Nowitzki (20 pts) e soprattutto Brewer che mette a referto lo stesso bottino del tedesco con l’aggiunta di 6 rimbalzi e 4 assist. Beaubois fa rimpiangere l’assente Kidd e chiude con 0 punti e 0/7 dal campo. Per i Clippers ci sono i 52 punti del duo Griffin/Williams che combinano per 21 dei 38 canestri di squadra.

LAKERS 86, TRAILBLAZERS 93

Quarta sconfitta in fila per i Los Angeles Lakers che perdono anche al Rose Garden di Portland ed hanno ora solo una gara di vantaggio sui Mavs e due sui Thunder con ancora tre match in programma. Dopo un primo quarto equilibrato, Portland domina la gara e gestisce la ventina di punti di vantaggio con relativa comodità. Il quintetto di McMillan segna 86 dei 93 punti totali con Aldridge sugli scudi e capace di una gara da 24 punti ed 11 rimbalzi. Wallace chiude in zona tripla doppia (19+13+7) mentre Miller smista 13 dei 28 assist totali. Per i Lakers, 24 punti con 25 tiri per Bryant ed un dominio a rimbalzo (21 offensivi) che non basta per strappare il successo.

—————————————————————————————

Eastern Conference

1.Chicago Bulls 59-20

2.Boston Celtics 55-24 (4.0)

3.Miami Heat 55-24 (4.0)

4.Orlando Magic 50-29 (9.0)

5.Atlanta Hawks 44-35 (15.0)

6.New York Knicks 41-38 (18.0)

7.Philadelphia 76ers 41-39 (18.5)

8.Indiana Pacers 37-43 (22.5)

Western Conference

1.San Antonio Spurs 60-19

2.Los Angeles Lakers 55-24 (5.0)

3.Dallas Mavericks 54-25 (6.0)

4.Oklahoma City Thunder 53-26 (7.0)

5.Denver Nuggets 48-31 (12.0)

6.Portland Trailblazers 47-33 (13.5)

7.New Orleans Hornets 46-33 (14.0)

8.Memphis Grizzlies 45-34 (15.0)

 Da notare che Lakers, Heat e Celtics hanno lo stesso record.

Post By Kevin Di Felice (156 Posts)

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

45 thoughts on “NBA – Lakers ko a Portland, bene Thunder e Hornets

  1. Interessante anticipo di PO tra Denver ed Oklahoma. 2 squadre belle a vedersi e per le quali non si può non fare il tifo, ma i Thunder confermano di avere i favori del pronostico.
    La sconfitta a Portland è tutto sommato “funzionale” al cammino PO dei Lakers spingendo i Blazers verso Dallas e avvicinando l’ipotesi di un primo turno con New Orleans, l’avversario senza dubbio più abbordabile al primo turno (ovviamente considerata l’assenza di West).
    Credo che il tabellone della post-season non cambierà, però il rush finale potrebbe teoricamente portare delle sorprese.
    LAK (55-24): OKL-SAS-sac
    DAL (54-25): PHO-hou-NOH
    OKL (53-26): lak-sac-MIL
    Non so se gli spurs vorranno giocarsela alla morte, certo che costringere LA a giocarsi il 2° turno di PO senza il fattore campo potrebbe essere un “big deal” per San Antonio…

  2. boh io non ho parole, i lakers sembrano lo facciano apposta, sono veramente irritanti, poi vedi bryant che tira 10 su 25 dal campo e e pensi che è moooolto lontano da sua maestà, ma molto

  3. Che spettacolo, dai che riusciamo nell’impresa di perdere pure il secondo posto, evviva, che bello sarà andare a giocare gara 6 e gara 7 in trasferta semmai ci arriviamo in finale!

    Praticamente quella striscia di vittorie non è servita a una mazza, tanta fatica sprecata.

  4. Comunque l’abbiamo palesemente data su, non mi stupirebbe se perdessimo le ultime tre partite rimaste, hanno completamente spento il cervello, forse anche per paura di farsi male dopo lo spavento con Denver per Bynum e Gasol, del fattore campo non gliene frega un cazzo evidentemente.

  5. In effetti il commento di Red bull non lo trovo così farcito di senso… Comunque sui Lakers ribadisco il discorso fatto qualche giorno fa; sono stati molto stupidi, senza se e senza ma.
    Per il resto brave le altre che invece non mollano, ma ormai, a meno di discorsi specifici, non c’è molto da dire che non sia stato detto.

    Alert
    Il tuo può anche essere un discorso interessante, ma servirebbe una conferma effettiva. è ovvio che se Bargnani lo metti accanto a Dwight Howard, con Paul che gli passa la palla e con Jackson in panchina, allora è probabile migliori, ma questa frittata può essere rigirata con chiunque.
    Se mettevi Allen e gli lasciavi Boozer sotto canestro, dubito fortemente che LBJ avrebbe giocato peggio.

  6. Redbull

    Non ho capito il tuo commento. Bryant molto probabilmente non è Jordan, ma non centra niente il 10 su 25 di stanotte. E’successo anche a Jordan e non una volta!!! Il grande realizzatore è soggetto a giornate negative al tiro, la percentuale di Kobe non è ottima, ma neanche scandalosa, non ha tirato 5 su 25!!!

    Comunque, certi paragoni bisogna farli tra qualche anno, oggi sono abbastanza inutili.

  7. La mia impressione sui LAL è che cerchino di evitare i Thunder al secondo turno per incontrarli solo in Finale di Conference, perché per me sanno che i Thunder il sorpasso sui Mavs lo piazzano, quindi i Lakers cercano di ottenere il quarto posto, che con OKC seconda o terza vuol dire OKC solo alle finali della Western. Lo scontro diretto si sa già chi lo vince, poi via di scazzo anche con gli Spurs, infine l’ultima se ne sbatteranno. Devono però sperare che OKC e i Mavs vincano pure le altre partite. Poi un primo turno con Denver è ampiamente alla portata dei Lakers.

  8. Probabilmente LA ritiene di non avere particolarmente bisogno del fattore campo ad Ovest visto che si ritiene abbastanza confidente di poter battere cmq SA e Dallas. Sui Mavs hanno pienamente ragione visto che storicamente hanno lo stesso record in casa e fuori, ma giocarsi una partita decisiva all’Alamodome non è un “easy going” (35-5 per gli speroni sinora).
    Il guaio è che adesso si sono fatti raggiungere da Boston e Miami, il che aumenta le possibilità di dover giocare la finale con campo avverso. Per scongiurare questo scenario credo che i gialloviola prenderanno sul serio le prossime 3 partite di regular.

    Mamba
    comprendo la tua irritazione da tifoso perchè questa leggerezza potrebbe costargli caro, ma da non tifoso Lakers mi aspetto che adesso piazzino un bel filotto dimostrativo e si rimettano in pole per la vittoria finale (ahimè, che noia veder vincere sempre la stessa squadra!)

  9. un paio di scenari possibili ( improbabili forse ) :
    1- 2° posto ad ovest : dallas (54-25) in casa con suns e hornets e fuori con rockets – lakers (55-24) in casa con thunder e spurs e fuori a sacramento ( non sottovalutate il fatto che sia l’ultima partita dei Kings)
    3-4° posto ovest: dallas vedi sopra – Thunder (53-26) fuori coi lakers e con i kings per finire in casa coi Bucks
    6-7-8° posto ad ovest: menphis (45-34) in casa Hornets e fuori con blazers e clippers- portland (47-33) in casa con menphis e fuori golden state – hornets (46-33) fuori menphis e dallas e in casa coi jazz
    ora Dallas gioca alle 7:30 coi suns con il dubbio amletico vinco e cerco di sorpassare in extremis i lakers o perdo e cerco di farmi passare dai Thunder che giocano alle 9:30 guarda caso proprio coi Lakers?
    non sarrebbe meglio che le ultime gare si giocassero in contemporanea (almeno quando sono nella stessa giornata e tra squadre in lotta)?
    su gli ultimi 3 posti ogni previsione è fondata ed il bello che questa situazione non permette alle prime di “scegliersi” l’accoppiamento + gradito ( + che l’Nba mi sembra una soap).
    per quello che vale butto anche io la mia previsione e quello che vorrei:
    2° lakers e dallas con 56-26 ( non so chi favorisce il tie-break)
    4° thunder 55-27
    6° portland 48-36
    7° menphis e new orleans con 47-37 ( anche qui manca tie-break qualcuno mi aiuti)
    quello che vorrei:
    2° lakers 3°thunder 4°dallas
    6° portland 7° menphis 8° hornets
    da spurs gradirei avere dallas al secondo e penso sia che portland con il suo gioco “lento” sia menphis ( battier su kobe- marc gasol ecc..) siano i bocconi + indigesti al 1° turno per lakers e thunder mentre altre combinazioni come portland con Lakers renderebbero + facile il primo delle nostre vere avveresarie ad ovest.

  10. I lakers sono fantastici. Andrebbero studiati da scenziati di fama mondiale.
    Visto che ora LA e Boston hanno lo stesso record, in un’ipotetica ( più che ipotetica) serie finale chi avrebbe il fattore campo?

    Comunque attenzione a Portland. Non mi meraviglierei se raggiungessero il secondo turno

  11. Mah, io delle ultime 4 sconfitte dei Lakers ho visto 3 partite, alla fine non è che l’abbiano data su, e ci sono una serie di ragioni per dirlo. In primis se i lakers si fermano ora la corsa post alla star game sarebbe stata inutile! seconda cosa: non sono i vecchi Lakers che giocano ai 100 e anche qualcosa in più senza difendere, vanno comunque a ritmo di playoff (basti guardare punti fatti e subiti ultimamente) ma hanno palesemente qualche giocatore che sta rifiatando! io capisco che ora il commento su Bryant possa aver causato reazioni negative, ma chi lo ha visto giocare ieri non ha avuto una bella impressione, spesso corto con i tiri, in difficoltà fisica chiarissima! la sua enorme classe e il suo grande orgoglio gli hanno dato occasione di sparare 4 triple in 3 minuti alla fine del secondo quarto (altrimenti la partita sarebbe finita lì) ma per il resto non è stato lui (non lo era neanche l’anno scorso del resto in questo periodo)! lo stesso gasol ha fatto i primi 6 punti in 8 minuti del primo quarto, poi stop! è chiaro che i lakers vorrebbero arrivare secondi e avanti a boston e miami possibilmente, hanno corso per questo, ma in questo momento le forza queste sono, e non bisogna esagerare perchè tra un mese serviranno! è un po’ lo stesso discorso di boston, è chiaro che il finale sarà ineressante!

  12. Un’ultima cosa: per la prima volta ieri ho visto anche bynum palesemente scocciato dal fatto di non vedere mezza palla in attacco, nonostante portland avesse deciso di raddoppiarlo in quelle poche volte in cui ciò è accaduto! tutto ciò era rimarcato dalla totale assenza di attività nella propria metà campo! aldridge giocava praticamente con un’altra voglia, gli ha mangiato in testa spesso e volentieri, e valutando la stazza dei due è cosa alquanto particolare e poco spiegabile

  13. credo che:
    il tie break tra Lal e Dal sia a favore di Lal
    il tie break tra Lal e Bos sia a favore di Bos
    il tie break tra Lal e Mia sia a favore di Mia

  14. Dai ragazzi, non ci credo che adesso rimettete in discussione i Lakers con discorsi tipo “Bryant non è più lui” o “sono in chiara difficoltà” e via dicendo. Ma cosa devono fare questi per dimostrare che quando schiacciano appena appena il piede sull’acceleratore staccano tutti come Pantani in salita? Le partite sono 82, le forze vanno gestite, sanno per certo che a Ovest fattore o non fattore se stanno anche all’80% nessuno li batte. Probabile arrivino in finale anche più riposati rispetto alla rivale dell’est che avrà sicuramente una concorrenza più agguerrita. Aveva ragione Gallo=Bird, qui la gente cambia davvero idea a seconda di come tira il vento.. e su…

  15. Bah…. i Lakers sono indubbiamente quelli della striscia di 17-1 (a memoria) visti fino a una settimana/10 gg fa…. quelli delle ultime 4 sconfitte sono i Lakers versione “turista” che spesso fanno capolino durante la stagione… anche l’anno scorso entrarono ai PO in striscia perdente (ricordo una L ad Atlanta con i contro-cazzi).

    Detto questo, ora rischiano di perdere tutto il tesoretto guadagnao dall’ASG in poi… perché, se dovessero perdere 2 delle prossime 3 (OKC e Sacramento, ad esempio), rischierebbero:
    a) secondo posto ad Ovest;
    b) la possibilità di avere il fattore campo alle Finals vs Miami e Boston;
    c) addirittura (anche se la vedo dura, ma mai dire mai) potrebbero finire quarti.

    Basta che si avverino 2 dei 3 punti per disputare 3 delle 4 serie che portano al titolo con il fattore campo avverso… e sinceramente, per quanto LA sia forte, non credo sia il massimo della vita.

  16. Ma caro Big 0, non mettere parole in bocca ad altri che non le hanno mai dette. Nessuno ha scritto “Bryant non è più lui”, forse stai leggendo un altro blog e poi scrivi qui! io ho scritto “Bryant non è stato lui” con chiaro riferimento all’ultima partita, non a quelle che verranno (sottolineando infatti le similitudini con lo scorso anno)! oppure “sono in chiara difficoltà fisica” dove lo avresti letto? è sempre riferito a bryant che è in difficoltà fisica, e non ci vedo nulla di strano, tra due settimane starà meglio! da frasi tipo “la gente cambia idea come cambia il vento” nascono quelle discussioni idiote che rovinano il blog, quindi per piacere evita, e soprattutto leggi prima di scrivere…

  17. si ragazzi scusate ero preso dalla rabbia per l’ennesima sconfitta dei lakers quindi non ho fatto un commento molto sensato :D

    comunque non è possibile, riusciremo a pedere pure il vantaggio contro boston e miami, e forse anche il vantaggio su dallas, la striscia di vittorie non è servita a nulla

    l’unico veramente contento può solo essere il caro vecchi phil

  18. Beccatevi le dichiarazioni post partita di coach Zen:

    “It matters how you play in the playoffs,” Jackson said. “But I hate to have this setup going into the playoffs where we’re not playing hard. Just play the right way. Stop taking bad shots or looking at the referee when you get fouled and complaining about it.”

    Qualcuno si è piccato di questo giudizio (p.e. Odom) mentre il Mamba ha laconicamente dichiarato “I agree”.
    E’ la classica amnesia Lakers prima dei play-off, ma non mi illudo: non saranno così minchioni da mettere a repentaglio la rimonta dopo l’ASG e perdere posizioni importanti in vista del titolo

  19. Detto questo, per me se i Lakers non vincono l’ovest sono da falimento, sono superiori alle altre, ed ad esere sinceri, ad ovest, non vedo possibili vincenti del titolo! ma se qualcuno ad inizio anno la pensava così, e ora, vedendo gli spurs o i thunder abbia cambiato idea, non capisco dove sia il problema! e allo stesso modo ad est, per me i bulls non vinceranno, e penso che nessuno avesse dato i bulls in finale ad inizio anno! però se qualcuno ora dicesse dopo OTTANTA PARTITE ho cambiato idea e vedo i bulls in finale non vedo perchè debba essere accusato di mancanza di coerenza! sono molti più incoerenti quei tifosetti che indicano altre squadre rispetto alla propria come favorite solo per scaramanzia e per il gusto di venire qui a dire dopo una mezza serie di playoff vinta “grandissimi, upset, zittiti tutti”

  20. comunque avete visto il passaggio di wade a lebron tutto campo, con tanto di commento “touchdown miami”? semplicemente spettacolare

  21. a proposito di Wade, devo dire che ok Rose quest’anno è stato semplicemente fantastico e ha guidato nella sorpresa generale i Bulls al primo posto a Est, ma la stagione di Wade a mio modo di vedere, sui due lati del campo, è superiore anche perchè è stato il vero collante di una squadra costruita accumulando giocatori ma senza un senso effettivo.

  22. E poi scusate eh..ma come fate a prendere sul serio una L di LA quando Bynum, contro una squadra senza un vero centro, in 30 e più minuti di utilizzo si prende 2 tiri…

  23. Alfredo: mi dispiace tu ti sia offeso, ma il mio era un discorso un po’ più generale. Forse ho anche male interpretato il tuo messaggio, ma non mi riferivo strettamente a te. Ovvio che anche ognuno possa cambiare opinione come e quando voglia, non sono certo io a impedirglielo. Sull’upset, e sulla scaramanzia: ahimè, vorrei tanto poter dire che hai ragione, ma c’è ben poco di scaramantico nel sostenere che una vittoria degli Spurs contro i Lakers sarebbe praticamente un miracolo. Il primo a stupirmene e a doversi beccare lo “zitti tutti”, in quel caso, dovrei essere proprio io dato che non faccio che ripeterlo da inizio anno…

    • Non è che mi sono offeso, è solo che noi che siamo due “vecchi del blog” e sappiamo come si può facilmente degenerare qui dentro a ogni minima sciocchezza, quindi meglio evitare (soprattutto su frasi non pronunciate)! detto questo, propio perchè siamo “due vecchi” sai bene la mia idea da inizio anno sui lakers, ed è simile alla tua nonostante teniamo a due franchigie differenti! la scaramanzia non era certo riferita a te, ma a chi, pur tifando per una delle 3 squadre strafavorite (lakers-celtics e heat) continua a dire che la franchigia per cui tiene parta a fari spenti e gli attribuisce vecchia, appagamento, infortuni o scarso affiatamento quando invece sappiamo tutti che non ritrovare una di queste 3 in finale sarebbe una gran sorpresa (e chi delle 3 non arriverà avrà fallito)

  24. Chi segue l’NBA da tanto sa bene che questo è il finale di stagione tipico delle squadre di Jackson. A mio modo di vedere, finché restano sani, i Lakers vanno fino in fondo con una facilità disarmante. La superiorità a roster mi sembra troppo evidente. Solo eventuali Finals contro i Celtics potrebbero creare problemi ai purple and gold.

  25. I tifosi Lakers mi lasciano perplesso… Ma perchè ad ogni sconfitta i lacustri sono una squadra di pazzi che vanno psicanalizzati, ” l’hanno data su “, stanno facendo centomila calcoli in vista dei playoff o si stavano trattenendo perchè dopo la partita avevano un party a luci rosse ad attenderli?!??!?!?
    Senza ombra di dubbio siete i più petulanti del forum.
    I Blazers evidentemente sono molto ostici per i Lakers, stop. Per l’intensità con cui giocano, gli accoppiamenti ed il talento del roster. Uno sweep in stagione regolare nn mente mai. Volete farmi credere che i LAL si sono fatti tutte queste pippe di cui sopra ogni santa volta che hanno affrontato Portland? Mah…

    Complimenti ai Bulls e a Thibodeau per l’incredibile RS disputata e per il seed #1 ad Est. Sinceramente a inizio stagione non l’avrei mai e poi mai pensato.
    Vediamo come se la cavano nei playoff, ma credo sia lecito aspettarsi ottime cose.

    Gustosissimo primo turno ad ovest tra Thunder e Denver. Che però si sono scontrate due volte negli ultimi giorni con una doppia vittoria di OKC. Questo ci dice molte cose su come andrà a finire la serie…
    KD e Westbrook sono pronti, secondo me la finale di conference non è utopia, soprattutto se la composizione finale della griglia di PO non li mettesse di fronte ai LAL in semifinale…

      • Scusa, ho letto male: nn Portland completa lo sweep con LA ma Portland evita lo sweep con LA. Cmq i Blazers sono ostici per i Lakers nn da oggi, secondo me sconfitta normalissima nell’arco di una stagione, soprattutto a fine RS.

        • Si si, portland si accoppia bene con La, e a portland i lakers fanno sempre fatica, questo è vero

  26. L’ammiraglio

    Il discorso è nato quando è uscita la voce di una possibile trade che lo coinvolgeva. Quindi si facevano le ipotesi di dove poteva andare a finire. Si è parlato di Bulls, Magic, Cavs…. Si discuteva di cosa sarebbe accaduto qualora fosse andato in queste franchigie e quali benefici ci sarebbero eventualmente stati per il giocatore e per la franchigia. So perfettamente che 2+2 non fa sempre quattro. Tutto lì. Poi accadrà che rimarrà a Toronto leader o presunto tale di una squadra da 25/30 W.

    PO
    Memphis vs Blazer 1-1
    Memphis vs Hornets 1-2 ma con il record della division sfavorevole
    Hornets – Blazers 3-1
    Gli Hornets sono quelli messi meglio se dovessero arrivare con lo stesso record. I Grizzlies affronteranno gli Hornets e poi i Blazers per cui le possibilità di arrivare 6sti sono concrete tentuto conto che gli Hornets nell’ultima gara affronteranno i Mavs. In quale versione non si sa. Credo ma ovviamente è banale dirlo, che tutto passerà dalla gara di domenica. Se i Grizzlies vincessero la bagarre si dipanerà solo nell’ultima gara. E questo coinvolgerà anche le big Lakers, Mavs e Thunder.

    Lakers se ne fottono del record. Non mi scanadalizzerebbe una versione sonnecchiona contro i Thunder. I Mavs se volevano la quarta piazza dovevano perdere contro i Clippers, invece per “errore” hanno vinto. Ora doverbbero perderne almeno due sperando che i Thunder ne vincano 2/3. Ci credo poco.

    Tornando alle gare. Thunder negli ultimi 4 minuti hanno messo la museruola ai Nuggets. 3 palle perse in 4 azioni hanno definitivamente spaccato la gara. I PO saranno un’altra cosa ma mi pare eloquente la capacità di Durant e soci di pigiare sull’acceleratore.

  27. scusate ma non credo che una squadra come LA faccia conti di questo genere,2 3 4 posto,tanto sanno di poterle battere tutte salvo avere non poche difficolta’su oklahoma ma tanto per vincere l’anello devi incontrarle tutte.Io penso che l’unica cosa che cercheranno di evitare da qui all’ultima gara di regular e’ lo svantaggio nel fattore campo rispetto a boston e miami che equivale a dire che cercheranno di vincerle non di perderle.ps.Miami Heat fuori al sd turno con boston.

  28. Facciamo un pò d’ordine, io mi incazzo perchè so perfettamente che questa squadra senza fattore campo ha molte meno possibilità di vincere e mi riferisco in particolare alle finals, a Portland puoi perdere se giochi seriamente figuriamoci se non ci stai con la testa, sono le sconfitte in casa coi Jazz e quella di Golden State che mi lasciano basiti, in particolare coi Jazz che avevano mezza squadra fuori, non c’era bisogno dei migliori Lakers per vincere.Lo so perfettamente che i veri Lakers sono quelli del 17-1 ma se arrivi dietro Miami e Boston è stata tutta fatica sprecata.Io sono convinto che con quelle due senza il vantaggio del campo non vinciamo, ovviamente ammesso e concesso che ci andiamo in finale.Dico Miami e Boston perchè secondo me la finalista ad est uscirà tra queste due.

    Facciamo chiarezza sul tie breaker, i Lakers sono 1-1 negli scontri diretti con Boston, a quel punto si vede il record contro le squadre della conference opposta e lì siamo avanti noi quindi per arrivare davanti ai Celtics ci basta avere lo stesso record proprio come adesso, con i Mavs 2-1 quindi pure qui basta lo stesso record mentre con Miami siamo sotto 0-2 perciò o ne perdono un’altra loro oppure ci arrivano davanti.

    • Tradotto i lakers devono vincere le ultime 3 e sperare nella vittoria di Boston con gli heat! anche con 2 vittorie si arriverà probabilmente secondi ad ovest e con un record migliore di una tra boston e miami

  29. La verità

    Perdonami ma non capisco il senso di evitare Oklahoma in semifinale per poi andare a trovare Boston o Miami o Chicago in finale senza il fattore campo. Poi in semifinale trovi comunque San Antonio che, si sono più scarsi, ma non è che ti fai una costa crocera.

    Big O
    Su bryant non muto assolutamente opinione da una partita all’altra. Questo non cambia che hanno preso eccessivamente alla leggera la stagione regolare, anche se, e non è chiaramente una scusante, dopo due titoli di fila credo sia anche normale. Si son comportati molto meglio i Celtics e da loro un rilassamento era molto più presumibile vista l’età media, per non parlare poi degli Spurs.
    Come dice il mamba ci sono dei giocatori (Gasol ed Odom in primis) che fuori casa, anche nei playoff scorsi, hanno vacillato parecchio. Non avere il fattore, per loro più che per altre contender, non è per niente una bella cosa.

  30. Per quanto riguarda Kobe, per me questa è stata la sua peggior stagione da almeno 6 anni a questa parte, forse addirittura la peggiore della carriera almeno da quando è una stella consacrata.Il vero Bryant si è visto per un mese circa tra metà gennaio e metà febbraio poi qualche fiammata tipo la partita coi Suns ma sostanzialmente si è visto per un mese.I prossimi playoff ci diranno se la parabola discendente è iniziata oppure se siamo ancora lontani.Che sparacchi sul finire della RS non è una novità, è da anni che succede quindi prendere a pretesto il 10/25 di stanotte mi sembra una cosa molto forzata, l’anno scorso era messo molto peggio.Quest’anno fisicamente c’arriva sano e col minutaggio più basso in carriera.

  31. io sono pronto a fare scommesse fin da ora che i lakers il secondo posto se lo tengono stretto stretto, mi sembrano discordi inutili quelli in cui si dice”vogliono arrivare quarti”….!! cioè ma stiamo scherzando! una squadra preferirebbe scendere dal secondo al quarto posto, perdere il fattore campo al secondo turno playoff, beccarsi una squadra più difficile al primo turno rispetto a quella che potrebbe venirgli ora (gli hornets senza west) per poter evitare i thunder….?????? a me sembra un discorso fatto sulle nuvole! e cmq i lakers arrivano secondi fidatevi!!!!

  32. Lakers

    Vivacchiano, alternano alti e bassi perchè le motivazioni/stato di forma vanno su e giù. Non mi stupirei se vincessero o le perdessero le ultime tre . Tanto sono i logici favoriti. Se facessero il discorso “evitiamo Thunder, meglio i Mavs” non sarebbero loro. Semmai sono gli altri a non volerli incontrare, se non il più tardi possibile.

    Quindi il discorso evito non evito lo faranno probabilmente i Mavs e i Thunder. Ovvio che c’è la questione record contro i Celtics-Heat ma se veramente avessero voluto il fattore campo non se lo sarebbero lasciato sfuggire. Certe perse sono state incomprensibili se avevano quell’obiettivo ma resto dell’idea che per loro il fattore campo non conti veramente. Hanno valutato che i tre big-man a posto anche in trasferta, a marce parzialmente ridotte, possono fare la differenza. Come dargli torto.

  33. i lakers vincono le ultime 3…..ad iniziare dalla prossima contro okc in casa, per dimostrare ai thunder che la strada per diventare campioni è ancora lunga e difficile….

  34. su KOBE

    ok questa è sicuramente la peggior stagione del mamba ma si è gestito tanto e con i compagni che ha poteva permetterselo ora ai p.o. credo che salira sicuramente di livello magari non sara dominante come nel 2009 ma credo che a questi lakers per vincere basta che kobe faccia il kobe quando serve …….

  35. i lakers mi fanno inkazzare.. ma inkazzare come una iena… se lavorassi con lo scazzo che lavorano loro me ne starai a casa licenziato alla grande…
    io la penso come il mamba… se arriviamo dietro boston e maiami so kazzi!!!

Commenta