MAGIC 111, BOBCATS 102 ot

Orlando espugna Charlotte solo dopo un overtime e conquista il secondo successo di fila, il 50esimo della stagione. La squadra di Van Gundy rischia grosso nel finale del 4° quarto ma apre l’overtime con un 9-0 di parziale che smonta le residue speranze di playoff dei Bobcats, matematicamente eliminati. Arenas parte in quintetto e risponde con un prova da 25 punti e 6 triple mentre Howard piazza 6 delle 10 stoppate targate Magic. Per i Bobcats, Henderson (32 pts) gioca la sua miglior partita in carriera.

WIZARDS 112, PACERS 136

Classica partita di fine regular season dove le difese (soprattutto quella dei Wizards) non si presentano al palazzo. Indiana ne fa 136 e si qualifica matematicamente ai playoff dove affronterà i Chicago Bulls. Nella goleada da 32 assist e 13/24 dall’arco c’è gloria per Granger (25 pts) e George (23 pts) con tutti i componenti del quintetto con almeno un bottino di 15 punti. La difesa dei Wizards è incommentabile e subisce 108 punti nei primi 36’ di gioco. Wall tira bene (7/14) ma colleziona più TO (6) che assist (4).

KNICKS 97, SIXERS 92

Operazione sorpasso riuscita per i New York Knicks che grazie alla 5a vittoria in fila mettono la freccia e superano i Philadelphia 76ers dopo averli battuti in una gara serrata nel finale ma che aveva visto la squadra di D’Antoni avanti anche di 19 lunghezze. Decide una tripla di Anthony a 11” dalla fine che regala il rassicurante +4 a NY subito dopo la tripla del -1 di Iguodala. Melo chiude a quota 31 mentre Douglas fa ancora la differenza con i suoi 17 punti. Phila è alla terza sconfitta di fila nonostante i 49 punti della coppia Young-Brand. Pesa il 2/18 dall’arco con Meeks che chiude a 0/8.

CAVALIERS 104, RAPTORS 96

Altra delusione per i Toronto Raptors che perdono per la 24a volta tra le mura amiche e cedono il passo alla squadra peggiore della Eastern Conference, i Cavaliers di un super Hickson che trascina i suoi con 28 punti e 10 rimbalzi. Le due squadre hanno un record combinato di 38 vittorie e 108 sconfitte e nell’ennesima gara di fine stagione senza Andrea Bargnani, Toronto s’affida a Bayless che segna 28 punti in 30’. Cleveland va avanti di 22 lunghezze e resiste nel finale alla rimonta dei canadesi con un buonissimo apporto di Davis (19 pts, 12 asts).

NETS 109, PISTONS 116

Altra partita tra due delle peggiori squadre della Eastern Conference e vittoria per i Pistons che sfruttano le numerose assenze in casa Nets (tra le quali quella di Deron Williams) per conquistare il successo numero 27 di una stagione mediocre. Hamilton è il migliore in campo e guida i suoi con 25 punti e 9 assist, coadiuvato da un buon Stuckey che mette a referto 22 punti uscendo dalla panchina e dal sempre più convincente Monroe. Il rookie mette a segno una doppia doppia da 20 punti e 10 rimbalzi. Ai Nets non basta un gigantesco Lopez che ne infila 39 con 14/20 dal campo.

BUCKS 90, HEAT 85

Sconfitta sorprendente dei Miami Heat che senza Dwyane Wade vengono sconfitti in casa dai Milwaukee Bucks, reduci dalla orrenda gara di Orlando. La squadra di Skiles rimonta nel finale e compie il sorpasso a meno di 4 minuti dalla fine con la tripla di Jennings seguita da altre 2 fondamentali bombe di Carlos Delfino che regalano il 12° successo esterno della stagione. Miami s’aggrappa al duo Bosh-James che combina per 47 degli 85 punti totali e con questa sconfitta scivola al solitario terzo posto della Eastern Conference.

SUNS 108, TIMBERWOLVES 98

Minnesota continua la sua silente striscia di sconfitte consecutive (12) e perde anche in casa contro i Suns di un Gortat 5 stelle extra lusso. Il polacco si conferma una delle più belle sorprese della seconda parte di questo campionato e domina nel pitturato con una gara da 20 punti e 16 assist ed un intesa perfetta con Steve Nash che lascia sul piatto 9 assist in 22’. Phoenix ferma cosi la strisca di 4 sconfitte esterne consecutive mentre il “piano Draft” dei Wolves continua senza intoppi nonostante i 24 punti e gli 11 rimbalzi di attivissimo Beasley.

ROCKETS 93, HORNETS 101

Vittoria fondamentale per i New Orleans Hornets che staccano il biglietto per i prossimi playoff battendo i Houston Rockets che dicono definitivamente addio alla possibilità di giocare la post season. Il tutto nonostante una partenza choc per i padroni di casa che si ritrovano sotto di 17 punti alla fine del primo quarto e con i Rockets a quota 38 punti. La rimonta di New Orlenas è capitanata da un super Paul che sfiora la tripla doppia (28 pts, 9 rebs, 10 asts) e da un efficace Jack nel finale di gara (19 pts). Per Houston, c’è il solito Martin (21 pts) e la doppia doppia di Scola (16+10).

CLIPPERS 108, THUNDER 112

Durant e Westbrook non si risparmiano e trascinano i Thunder ad una altra vittoria, la seconda di fila e la 52a stagionale. Battuti i Clippers di uno spaziale Blake Griffin che sbaglia solo 5 tiri sui 20 presi e chiude uno dei suoi migliori match della stagione con uno score di 35 punti, 11 rimbalzi, 6 assist e nessuna palla persa. In casa Thunder, il duo delle meraviglie combina per i soliti 55 punti mentre Perkins che seppur autore di un rivedibile 2/11 dal campo, detta legge nel pitturato (17 rimbalzi). La squadra di Brooks riesce a vincere nonostante il 43% dal campo ed il 50% concesso agli avversari che però concedono ben 19 rimbalzi offensivi.

KINGS 92, SPURS 124

Cicloturistica di fine regular season per i San Antonio Spurs che mettono al sicuro il primo posto della Western Conference con una vittoria larghissima sui Sacramento Kings. La squadra della California resta in partita per il primo tempo che chiude sotto di sole due lunghezze ma nel terzo periodo si scatena George Hill (12 punti dei 19 totali) e gli Spurs vanno in fuga con un quarto da 41 punti segnati che garantisce la 60a vittoria stagionale. Bene Ginobili che infila 25 in 28’ con 10/16 dal campo mentre la coppia Neal-Hill è protagonista di una prova da 33 punti e 5 triple in due. Sacramento reduce da 7 vittorie nelle ultime 10 sparisce dal parquet nel secondo tempo e chiude con il 39% dal campo.

NUGGETS 104, MAVERICKS 96

Quarta sconfitta consecutiva per i Dallas Mavericks che a questo punto devono guardarsi seriamente alle spalle visto che Oklahoma City è vicinissima e ad una sola gara di distanza. All’American Airlines Center passano i Denver Nuggets grazie al grande finale di JR Smith che segna 7 punti dopo la parità a quota 94. La guardia dei Nuggets chiude con 23 punti in 28’ e 3/5 dall’arco mentre è fondamentale l’impatto sui due lati del campo di Martin che mette a referto 18 punti con 9/15 dal campo. Dallas è in un preoccupante “down” e non bastano le prove di Nowitzki (20) e Marion (21) per fermare questa lieve emorragia di sconfitte.

LAKERS 87, WARRIORS 95

Terza sconfitta di fila per i Los Angeles Lakers che consegnano matematicamente il primo posto ed il vantaggio del fattore campo ai San Antonio Spurs. La squadra di Phil Jackson parte bene e chiude il primo quarto sul +9 con soli 14 punti subiti. Nel secondo periodo la situazione si capovolge ed i Warriors prendono una fiducia che li fa andare in fuga nel 3° quarto con un 29-17 di parziale ispirato dal solito trio Ellis-Lee-Curry che alla fine scrive 68 punti in tre con Lee autore anche di 17 rimbalzi. Los Angeles non s’arrende nonostante il -19 ma nel finale deve capitolare. Bryant chiude a quota 25 punti con 10/20 al tiro mentre Bynum mette a referto 13 punti e 17 rimbalzi.

Post By Kevin Di Felice (156 Posts)

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

74 thoughts on “NBA – New York espugna Phila, bene Spurs e Thunder

  1. Ritrovarmi a postare alle 7:30 denota tutti i miei problemi…

    I Knicks prendono il 6° posto ad Est, che significa poco, tanto sesti o settimi che si arrivi, il 1° turno è comunque impossibile. Melo superbo, ma sta effettuando una pericolosa trasformazione, lui che è sempre stato eccellente nel variare il suo gioco offensivo, sta tirando da 3 come mai in carriera, nn solo come qualità, ma anche come quantità. Viste le “manie” di D’antoni, rovinare un talento puro come questo per farlo stare il 50% fuori dall’arco mi sembra imperdonabile

    Miami che perde una occasione enorme di riprendersi il tie-break sia coi Lakers che con i Celtics, sconfitta davvero inspiegabile (ok, mancava Wade, ma i Bucks erano comunque in vacanza)

    Lakers inspiegabili, passi per Denver, ma farsi battere così nelle ultime due partite…il 1° posto ad Ovest era difficile, e comunque possono battere gli Spurs con o senza il fattore del campo. Certo è che lo slump di questi giorni rischia di fargli perdere il tie break anche con Boston e Miami, e questo si che sarebbe sanguinoso, vista l’importanza di giocare una eventuale finale col fattore campo

    Avranno ore due test importanti, Portland e Thunders, vediamo come se la cavano

    Dallas peggio di L.A., da quando hanno perso contro Kobe e compagnia si sono trasformati. O magari stanno facendo di tutto per nn incontrare L.A. al 2° turno (sempre se ci arrivano), come se gli Spurs fossero molto più malleabili. A questo punto spero che Oklahoma arrivi terza, un 2° turno contro i Lakers sarebbe superbo, credo che ad ovest siano la squadra che li possa far faticare di più, specie per la fisicità e l’atleticismo

    Spurs più o meno sicuri del 1° posto, aspetteranno la partita di stanotte facendo il tifo per Boston. Comunque, fortuna o nn fortuna, stagione eccezionale per loro, ad inizio anno in molti (me compreso) pensavano che già raggiungere i P.O. sarebbe stato un traguardo notevole, invece senza lo slump delle 6L consecutive, avrebbero ottenuto il record di franchigia come numero di W stagionali. Pop merita il titolo di COY quanto Tim T.

  2. sorpasso Lakers scontato 1 settimana fa ed ora aspettiamo Boston per acciuffare un piccolo capolavoro perchè i vecchi, i finiti, antichissimi spurs sono primi e dopo Jazz vacanza.
    inyourwais totalmente d’accordo su Dallas ma da spurs sono ultra felice perchè io preferirei i Mavs ai thunder. in + dallas sbaglia clamorosamente perchè baratta un eventuale 2° turno un pò + facile ( spurs invece dei Lakers ) per un primo turno + difficile ( denver per portland).
    mi vengono due domande irriverenti: 1) tra le prime 4 ad ovest ( spurs, lakers, thunder e mavs ) chi preferireste incontrare ? io mavs tutta la vita; 2) tra le seconde 4 ( denver, portland, new horleans, menphis) chi vorreste evitare ? io denver tutta la vita.
    ed ecco servita una serie che diventa talmente equilibrata che se vincesse Denver credo nessuno si stupirebbe.
    venendo ad est ieri avevo detto che NY ha + possibilità con Miami che con Boston e sono stato accontentato. vedremo una serie ( la + bella ad est per 1° turno) niente affatto scontata.
    Big 3 vs. Big 3 la differenza la faranno loro nel bene e nel male ed io credo che se i Knicks rimangono attaccati e la serie si fa lunga allora i tanto attesi Heat potrebbero cadere dal punto di vista psicologico.
    viceversa con i Celtics, una vera squadra, non avrebbero alcuna speranza.

    • Io Mavs e New Orleans. NY contro Miami un minimo di possibilità ce l’ha, con Boston per me neanche mezza.

      • new orleans anche senza west? prima dell’infortunio la pensavo anche io così ( vittorie con Spurs e lakers lo dimostrano ) ma il loro attacco sotto ora è proprio ridotto all’osso e punti di west gli mancheranno di sicuro in finali punto a punto.

          • Ah! Sorry non avevo letto che la domanda era invertita. Ma io più che Denver direi Oklahoma

  3. Son daccordo, se il Pop vincesse il COY non ci sarebbe nulla di scandaloso..gli spurs quest anno hanno fatto una stagione ben oltre le aspettative..Sarà una bella sfida con thibo.
    I lakers come hanno già fatto gli heat o i c’s hanno spento il motore, troppo presto forse, però è cosi basta guardare i minutaggi..in oltre ho l’impressione che vogliano assolutamente evitare i thunders al secondo turno:una serie contro questi, anche se la vinci,ti sfianca la squadra… Kobe si troverebbe incollato 2 bei difensori(sefolosha e harden) e in più dovrebbe spremersi su westbrook nella propria metà campo e il vantaggio della frontline gialloviola sarebbe notevolmente limato da una batteria di lunghi fisica e con falli da spendere(perk,ibaka,collison,mohamed). Rimane il fatto che sarebbe una gran bella serie. Se i mavs preferissero gli spurs hai lakers è semplicemente perchè sperano che quest’ultimi scoppino,come fecero l’anno scorso: il mio pensiero è che se così fosse dallas parte già battuta(come gli ultimi anni,del resto).

  4. La mia previsione per new york si sta avverando con tutto il rispetto non credo che lebron sia tanto felice di incontrare melo, poi magari ci asfalteranno ma io un po’ ci credo e penso che la differenza la farà billups.

  5. Mavs vs Thunder 2-1

    Maverics: LAC, PHO, @HOU, @NO
    Thunder: DEN, @LAL, @SAC, MIL

    Una gara di vantaggio per i Mavs con il tiebraker favorevole. Se i texani vogliono evitare i Lakers diventa una missione impossibile o quasi. I Thunder potrebbero darla su già contro i Nuggets e limitarsi a vincere una gara perchè ne hanno 4 di vantaggio. Così avrebbero la possibilità di affrontare gli Spurs in SF se ci arrivassero.
    I Mavs devono perderle tutte e sperare che i ragazzi di Brooks abbiano una voglia sconfinata di battersi per la terza piazza. La vedo difficile.

    Est
    Abbiamo le magnifiche 8 con i Knicks corsari a Philly che riagguantano la sesta piazza. Certo che ad altalena le due franchigie sono maestre. Cambierà l’avversario per i PO. Credo che l’intera NBA vorrebbe la sfida tra NY e MIA. Le possibilità ci sono ma probabilmente lo sapremo solo il 13 aprile.

    Ovest
    Quasi tutto deciso. Gli unici a rischiare sono i Grizzlies ma dovrebbero farsi del male ma del male per davvero.
    Ora tra Blazers, Hornets e Grizzlies si lotta per la piazza occupata dai Mavs. Perchè mi sembra chiaro che tra le prime tre quella che spaventa di meno sia la truppa di Dirk.

  6. sixers in calo..appena raggiunti i po si son un pò seduti,ma poco import..sesti o settimi cambia zero..secondo me non cambia nulla neanche x i knicks.asfaltata e tutti a casina..vedremo..a ovest evidente che vorrei noh e poi i mavs..per motivi diversi le 2 piùabbordavbii..noh oggettivamente è una squadra scarsa che ha fatto i miracoli,ma nei po i limiti verran fuori,a mio avviso..i mavs son sempre quelli tremuli,immagino…

  7. ripeto quello scritto ieri; il più contento di entrare ai playoff in striscia negativa è jackson.
    mavs che forse effettivamente preferiscono lasciarsi la possibilità d’incontrare gli spurs al secondo turno, tanto tra portland e denver non è che ci sia questa gorssa differenza.
    knicks che sono squadra talentuosa e che può mettere in difficoltà chiunque ma vincere una serie di playoff la vedo davvero dura.

    kevin di felice
    hai ragione attenzio a cp3, ma è il resto che mi convince poco sinceramente

    • (Mavs) Arriveranno terzi al 99%. I Thunder che motivo avrebbero di sciropparsi i Lakers al secondo turno? Il solo motivo che vedo è che reputino i Nuggets pericolosi al punto da preferire una delle tre restanti tra Blazers, Hornets (ambita da tutte) e Grizzlies (pericolosi).
      Non so. Poi devono comunque vincerne due in più dei texani per il discorso tiebraker.

      Paul
      Forte in clima PO ma Belinelli, Gray, Okafor, Jack… sono certezze? Venderanno cara la pelle ma vincere una serie sarà un’impresa.

  8. Intanto nell’indifferenza generale Minnie è arrivata a 12 sconfitte consecutive. La peggiore squadra della NBA che non sta giocando per avere più palline al draft. Gli stessi Cavs li hanno raggiunti. Sono vergognosi. Faranno la fine dei Kings che fecero di tutto per avere la prima scelta ritrovandosi con la quarta (Evans al posto di Griffin). Spero capiti anche a loro.

    • annotazione bella. anche io mi stupisco come beasley, love, telfair, ridnaur e webster abbiano prodotto così.

      • Webster si e’ operato subito dp la preseason dove stava giocando molto bene, si e’ bloccato anche quando e’ tornato (schiena)…love e’ fuori gia’ da un po’ di partite (inguine),Milicic non sta giocando ora rotto anche lui, telfair non gioca per scelta tecnica (molto stupida) ridnour in una squadra seria non e’ il play titolare..annotazione molto brutta, i Wolves la lotteria non l hanno MAI vinta hanno proprio sfiga…missa’ alert che hai toppato alla grande…non e’ tanking e’ che son proprio scarsi.. duante la striscia di 12L:sconfitta di 3 con Boston, in gara per quasi tutta la partita allo Staples non mi sembra tanking…

  9. povera new york se perde tutti addosso se vince tanto non conta nulla. cosa devono fare?
    vi ricordo che NY ha subito una rivoluzione un mese e mezzo nel pieno della stagione. mentre miami sono insieme da quest’estate.
    bisogna vedere l’infortunio di billups ma io ci andrei piano a dire che sarà asfaltata
    ripeto anche il grande dirk doveva asfaltare il barone nel 2007

  10. I Thunder a mio avviso ora farebbero bene a togliere il piede sull’accelleratore e rimanersene buobi buobi al quarto posto…. al primo turno si beccherebbero la squadra più ostica (ma non certamente uno scoglio insormontabile, lo abbiamo visto ieri) tra le ultime quattro, ma almeno si metterebbero dall’altra parte della griglia rispetto ai Lakers…

    Sono d’accordo infatti con chi afferma che Lakers vs Thunder sarebbe una bella serie (per me la migliore, visto che le considero le migliori squadre ad ovest) e proprio per questo vorrei che si incontrassero in finale di conference, non prima!

    Una domanda… quando parliamo degli Heat perchè non la smettiamo una volta per tutte di chiamare James, Wade e Bosh i “BIG THREE”?! Non avete neanche idea di quanto mi stia sulle palle Lebron, ma il solo associare tecnicamente Bosh agli altri due è un insulto bello e buono alla pallacanestro!

  11. inyourwais

    “ok gli mancava Wade”…. e ti pare poco?! :)

    La sconfitta di ieri contro dei Bucks già in vacanza non fa che rafforzare la mia idea sulla pochezza degli Heat… una squadra che gioca solo di isolamenti e contropiede non va da nessuna parte…. sono sempre più convinto che il loro cammino si fermi in semifinale, non vanno neanche in finale di conference.

    E anche stavolta il RE/PRESCELTO/ECC ECC si dovrà accontentare di vedere le FINALS davanti la tv comodo comodo sul suo bel trono…

  12. Lakers che la danno su. Probabile si siano spaventati nella partita con Denver in seguito ai dolorini di Gasol e Bynum e abbiano deciso di lasciar perdere il 1 posto a Ovest, consci di essere cmq molto più forti degli Spurs. Si accontentano del vantaggio su Miami e Boston, e secondo me fanno bene, in quanto sono le uniche due che possono realmente impensierirli.

    Per stabilire definitivamente il tabellone credo dovremo aspettare l’ultima notte di RS, riguardo i duelli Mia-Bos, Phi-NY, Dal-OKC e NO-Mem-Por.

    Sull’eventuale Miami-NY: talento quasi simile nei big three, ma Miami ha una chimica molto migliore (il che la dice tutta su quella dei Knicks…), soprattutto in difesa. Non vedo come possa andare oltre una gara-5. Idem Boston-Phila, mentre Orlando-Atlanta potrebbe chiudersi in 6. Sweeppone di Chicago su Indiana invece.
    Ma sono pronostici inutili dato che non sappiamo ancora nulla sugli accoppiamenti.

    I miei premi di fine anno:
    MVP: 1 Rose 2 Howard
    COach: appaiati TT e Pop, non saprei
    Rookie: non contest per Griffin
    Sixth man: Terry o Crawford, dato che Odom ha giocato mezzo campionato in quintetto
    MIP: Love e i suoi 15 rimbalzi

  13. Big O

    Il problema dei Lakers è che adesso stanno sopra di 0.5 rispetto ai Celtics e di 1.0 rispetto agli Heat.

    Inutile prendersi in giro e giustificarli dicendo che almeno si sono rilassati ed adesso esploderanno dei playoff; sono stati un tantino cretini dato che con un po’ di impegno in più stavano più che sicuri e quieti invece di dover buttare l’anima adesso subendo il timore di finire dietro agli acerrimi rivali.

  14. Sogno o son desto?! 25 di Arenas in 45 minuti di gioco?
    SVG lo sta rodando in vista della post-season? Speriamo in bene…

  15. ho visto phila-new york.. bella partita e meritata vittoria dei knicks.. i sixers non han giocato male, erano nella classica serata storta al tiro, basta vedere meeks quanti tiri ha sbagliato… però in ogni caso mi è piaciuta la reazione della squadra anche sotto di 17-18 punti hanno raggiunto i knicks fino a un minuto dalla fine.. mi lasciano perplesso le decisioni di doug collins, non capisco come mai continui a non fare giocare speights, e piuttosto mette brand come lungo al posto di hawes..
    sui knicks non mi piacciono molto come giocano, troppo individualisti, però carmelo anthony ieri sera è stato illegale, ha sparato 3 bombe a inizio del terzo quarto con iguodala incollato che semplicemente non poteva fare di meglio.. non me ne voglia il gallo ma melo è tutt’altra cosa, dovrebbero farla vedere a bagatta la partita di ieri..

  16. Big O

    Guarda che Heat e Celtics sono lì altro che accontentarsi, basta un’altra sconfitta e ci superano

  17. sulle altre partite, oramai le 16 qualificate ai playoff ci sono.. la sconfitta dei rockets a new orleans oramai taglia le gambe definitivamente a houston.. mentre gli hornets al momento sono addirittura sesti, ok che anche per me memphis e portland sono senz’altro più pericolose di new orleans, però non li sottovaluterei troppo.. l’infortunio di west è pesantissimo, però landry sta dimostrando ancora di essere uno valido..certo se poi guardi la panchina sono nettamente inferiori rispetto alle altre, però se son lì non può essere solo fortuna..

    milwaukee espugna miami ma rimane fuori dai playoff.. molti infortuni per i bucks e treno playoff perso però con quella sconfitta a indianapolis.. peccato perchè non erano male come squadra al completo, vedremo l’anno prossimo quello che faranno.. miami che senza wade (o lebron) diventa battibilissima e questo è senz’altro il loro tallone d’achille, oltre alla panchina..

    citazione per jordan crawford, ok che la stagione per i wizards è finita da un pezzo, però questo sta facendo prestazione straordinarie, non capisco come gli hawks l’hanno lasciato andare via così per niente, inserendolo nello scambio bibby-hinrich.. certo è da verificare in partite che contano ma in questo finale di stagione sta dimostrando di essere quantomeno un buon elemento..

  18. Ottima prova del sostituto di Bargnani, che dovrebbe formare il duo delle meraviglie con De Rozan…

  19. iggy
    su speights concordo,non capisco perchè non lo faccia giocare..non sarà un fenomeno,ma chili e voglia ci sono..tanti peggio di lui giocano,per cui,bò?..knicks..vedere melo ridotto a sparacchiare da tre..mà’.ieri entravano,ma buona parte eran tiri assurdi..giocando così nono van da nessuna parte..non è colpa di melo,ma il baffino è davvero una pena,secondo me..sbaglierò..noh..stagione favolosa,oltre ogni più sensata previsione,ma nei po li vorrei di corsa al posto di grizz o blaz..anche se,tutto sommato..i blaz son sempre precai per gli infortuni, e i grizz han la scimmia di non aver mai vinto una singola gara di p..insomma,forse a parte ok nugg il pimo turno potrebbe esser meno equilibrato di quel che si pensa(mavs permettendo,eh)

  20. G.Arenas spero che non sia un fuoco di paglia di fine stagione…sarebbe un bene per l’nba che tornasse ad essere un giocatore

  21. Cavolo
    ieri i Rockets erano partiti forte, poi sono crollati sotto i colpi di Paul,
    nonostante gli Hornets sotto canestro non sono il massimo…
    Qualcuno sa spiegarmi perché in classifica sono avanti ai Blazers?
    Trigari disse un giorno che il motivo è un po’ troppo complicato per essere spiegato…

    • Semplice: negli scontri diretti gli Hornets conducono 3-1. Non potendo vincere la propria division, in caso di parità si guarderà agli head to head tra le due franchigie.

  22. incorreggibili lakers, sempre uguali, squadra che ogni tanto si ferma a guardarsi allo specchio.. secondo me è questo, è proprio una cosa congenita, non conta quando e se se lo possono permettere.. succede ed è successo in passato anche nei playoff, tanto pensano (e giustamente) di poter vincere dappertutto e recuperare eventuali sconfitte.
    e poi non è impossibile che magari si vogliano davvero un pò riposare, la fatica la sentono non sono piu ragazzini (il piu giovane è bynum che è quello messo peggio di tutti).. a partire dalle varie ammaccature di kobe all’età di fisher ai dolorini recenti di gasol, a tutto ciò aggiungeteci le teste che vanno e vengono di ronron e lamar ed ecco le 3sconfitte. non ci può far niente neanche il coach, che tra l’altro secondo me non sarà cosi dispiaciuto, anzi così avrà modo di spronarli e psicanalizzarli con i suoi mind-games.
    domanda: quando iniziano e quando finiscono i playoff?

  23. Il 13 aprile mi vedrò con interesse l’ultima gara (99.99%) del mozzarellone contro gli Heat. Credo che farà di tutto per esserci a quella gara per affrontare il suo “amico” Bosh magari per dargli un dispiacere. La garà sarà interessante perchè presumibilmente gli Heat staranno lottando per la seconda/terza piazza nella griglia PO che conterebbe un pò.

    Melo?
    Diventerà uno specialista da tre!!!! L’anno prossimo riceverà la convocazione all’ASG nella gara da tre!!! Uno spasso.

  24. Che bel giocatore che è George Hill. Questo in una squadra che può dargli un minutaggio adeguato sarebbe già uomo da 20+5Ass.. in questi Spurs, come cambio delle guardie titolari, è semplicemente perfetto dato che è anche un difensore coi fiocchi.

  25. brazz
    ma infatti non capisco nemmeno io.. anche perchè sotto canestro siamo evidentemente a corto e ogni volta che entra speights punti e energia alla causa li porta.. in difesa è ancora parecchio rivedibile però 7-8 minuti in più a partita glieli darei.. anche perchè il talento non gli manca..

    su melo ok stasera ha tirato parecchio da tre ma perchè gli entravano, comunque ha una varietà di movimenti offensivi seconda a nessuno nella lega, e io non vedo che tira soltanto, dipende da partita a partita ovvio.. la cosa che son d’accordo con brazz è che new york vince solo grazie alle iniziative individuali, l’attacco è fermo e fatto da isolamenti, gente come fields oramai non la vede più la palla, si va solo da melo e stoudemire e il gioco finisce lì, non c’è una coralità come per esempio i sixers.. e ieri melo era in serata però capiteranno anche volte che tirerà con 5 su 25 ad esempio e allora inevitabilmente perderanno la partita..

  26. sui raptors senza mezzi termini è la squadra che mi fa più schifo della lega.. la scelta di lasciar fuori il mago è incomprensibile.. stanotte sconfitti in casa contro i cavaliers.. fan giocare ed davis come centro titolare e i risultati si vedono.. squadra da cambiare da capo a fondo, anche lo stesso james johnson a chicago vedeva a malapena la panchina ora ai raptors è titolare inamovibile…
    ma poi anche kleiza che fine ha fatto?? penso la peggior squadra della lega senza dubbio, senza futuro, peggio ancora dei cavs e dei t-wolves..

    • Iggy

      Bargnani era fuori per il riacutizzarsi del problema alla caviglia destra. Ha giocato 8 minuti a NY per poi arrendersi. Ieri per difendere un pò i Raptors va detto che erano primi di Amir Johnson, Barbosa e Bargnani. Kleiza è infortunato e ritornerà il prossimo anno.

      Non dimentichiamoci che la squadra è stata bersagliata dagli infortuni.

      Ed Davis centro è una forzatura se affiancato a JJohnson o Evans che non sono Bargnani. Per quanto possa essere assurdo, Andrea garantisce a tutti i giocatori che gli si affiancano, chance di prendere rimbalzi, di segnare e ricevere meno attenzioni. Questo perchè l’italiano è il punto di riferimento e quello con più talento.

      Non sono d’accordo sul definire Toronto la peggiore del lotto. I T-Wolves hanno più talento ma stanno andando a sud con un record inconcepibile. Siamo a 12 Lost. Sulle prospettive dipende da tre fattori: pick al draft, coach e scambi. Nessuna delle tre squadre ha dei fenomeni in panca, ci sono dei buoni talenti ma sarà la gestione dei GM a fare la differenza.

      Su Toronto posso dirti che sono in alto mare. Sembra che Triano sia legato a doppio filo con Colangelo il che indurrebbe Brian a tenerlo qualora rifirmasse il rinnovo come GM. C’è la possibilità di cambio della proprietà che potrebbe sparigliare le carte.
      Infine c’è la questione Bargnani. Gli stanno prudendo le mani, i media sono scatenati e rischiano sull’onda dell’emozioni di cederlo e di fare esattamente il contrario di quanto fatto con Bosh. Cederlo significherebbe ammettere l’errore. Non so se sia corretto ma se fossi in loro lo cederei a febbraio dopo averlo visto all’opera con nuovi compagni e possibilmente nuovo coach. Ovvio che se ricevessero l’offerta irrinunciabile sarebbe giusto sacrificarlo.

      Big O
      Hill è bravo ed è migliorato. Lo scorso anno fece dei buonissimi PO per cui presumo che quest’anno con un anno di esperienza in più non potrà che far meglio. Rimanere a guardare e imparare da Gino, Parker… non può che fargli bene. Quando arriverà l’ora di giocare in quintetto si troverà pronto a farlo. Lui è uno dei motivi per cui ritengo il supporting cast degli Spurs adeguato.

  27. iggy89
    e già…ora la colpa è ed davis centro
    perchè dimenticavo che con bargnani titolare avevano record positivo…
    mah…l’obbiettività al solito lasciata a casa

    • prima di tutto non sapevo che bargnani è fuori per problemi fisici e non per scelta tecnica come credevo.. secondo tra ed davis e bargnani c’è un abisso, pur non piacendomi per niente il modo in cui gioca il mago..
      mi ero espresso male, non ho detto che la colpa è di ed davis se perdono però parlano tanto di cedere bargnani e di costruire la squadra attorno a derozan e ed davis.. quando tra il mago e ed davis c’è un abisso..
      ma ovviamente in america preferiscono uno che salta e basta a uno che sa giocare a basket

  28. Eh in effetti che Melo diventi un monotematico tiratore da 3 con D’Antoni non è un problema di poco conto…Non vorrei che finisse per rovinarsi, parliamo di uno che offensivamente ha più soluzioni di chiunque praticamente

    Campanello d’allarme quindi…Putroppo sono sempre più convinto che a NY il baffo può fare più danni che benefici…Spero mi smentisca

  29. @alert70
    scusa, hai ragione
    sono stato molto superficiale.
    Ma toglimi una curiosità: Evans non ha problemi ad un piede???:-)
    Che schiacciata ha piazzato ieri???

    • Non ti devi scusare di niente. Hai chiesto è ottenuto una risposta.
      (Evans) Stà decisamente meglio. La fascite plantare che lo ha tenuto ai box per lungo tempo ora sembra un ricordo. Poi non dimenticare che ad inizio stagione era grasso come un maiale. Si è parlato di 15/18 kg in più!!!!

  30. Hill e Neal sono l’olio e l’aceto su una buona insalata. secondo gusti ( di pop ) e le situazioni sono tutte e due ottimi per confezionare un ottimo piatto. lo chef popovich è in grado + di chiunque nel gestire un mazzo molto ricco di carte come quello di quest’anno. tra le carte che non ha ancora scoperto ma che secondo me tiene in serbo la + importante è Splitter che insieme a Mcdiess dovranno farsi trovar pronti contro Bynum e Odom.

  31. caro Blocksteal, se Splitter non è stato praticamente mai usato finora, dubito fortemente che Pop lo utilizzerà in una (eventuale) serie contro i Lakers. Se non gioca è perchè non è ritenuto pronto, e se non è pronto ora non lo sarà nemmeno tra qualche settimana. Io ritengo questo il grande errore di Pop quest’anno, avere un 7 piedi tra i più tecnici della lega e tenerlo inchiodato in panca, senza neanche provare a svilupparlo in stagione regolare per poi usarlo già collaudato in post-season. Peccato, perchè senza di lui a mio avviso gli Spurs non giocano una carta che sarebbe potuta essere davvero preziosa

  32. caro Big “O” anche io credo che sia stato sottovalutato e sottoutilizzato per + fattori come l’anno che scivolava pieno di vittorie e Blair e Bonner che hanno sfoderato forse la loro migliore stagione facendo riposare tanto anche totò che concorderai con me sarà importantissimo. ma quale è il ruolo che può avere Splitter? nel tagliafuori a Bynum o a Chandler è il candidato n.1 e probabilmente sorpasserà Blair nelle rotazioni dando ossigeno e minuti ai titolari mentre nelle altre serie con avversari con meno mole sarà lui a sedere in panchina. ecco perchè sui nostri avversari ho espresso sempre la preferenza per portland e new orleans al 1° turno perchè hanno la struttura + adatta per essere affrontata senza Splitter e con Blair che rimane comunque per noi la soluzione + collaudata. io sono pronto a scommettere che la partita, poco + che un aperitivo, a Los Angeles sarà una prova generale di quello che dico e che in mezzo a quell’amichevole pop proverà a prendere le misure al centro gialloviola e coach zen, altrettanto probabilmente, capito il tentativo glielo toglierà dal campo.
    infatti mi aspetto una gare surreale con titolari che giocano 20 min. al max e terze linee come caracter e novak a fare la partita ed altri giocatori inutilizzati proprio perchè ritenuti variabili sul copione da scrivere nei playoff, tutto ciò condito da piccoli sfregi tra Pop e Phil.
    insomma lakers – spurs, oh no?!

  33. Leggendo la gazza scopro che James stanotte è diventato l’8 giocatore nella storia a fare almeno 7 stagioni consecutive con almeno 2000 punti, ma soprattutto il più giovane a raggiungere questo record…Record alla James appunto, io non ricordo tanti altri giocatori di cui si potesse dire già a 26 anni che erano dei futuri membri certi della hall of fame

    PS tra l’altro adesso diventa pure socio di minoranza del Liverpool

  34. e cmq prima di farsi trovare pronti vs i Lakers devono superare lo scoglio Thunder….

  35. iggy89
    guarda, sinceramente quest’anno davis non l’ho visto molto…l’ho seguito l’hanno scorso a north carolina, dove si aspettava molto di più da lui (e non per niente fu un annata disastrosa per i tar heel) non m’ha dato mai l’impressione, però, di essere uno che salta e basta…ha ottimi movimenti da post(cosa che bargnani non ha)
    sinceramente da come hai scritto si poteva solo capire che davi la colpa a davis per le sconfitte.
    poi, basta difendere bargnani…quest’anno era il leader e ha fallito, senza mezzi termini, aldilà di una squadra indegna per l’nba, non ha mai dato l’impressione di essere il leader, ne tecnico, ne emotivo!

    • La colpa se perdono non è certo di Davis, è ovvio che la squadra fa schifo.
      Il problema è che qui dopo una singola vittoria con Bargnani assente si è sentito dire: “la squadra gioca nettamente quando non c’è il mozzarella”, risposta 130 e passa punti subiti contro NY (78 a metà tempo!) e sconfitta con i Cavs.

      • kahuna
        è un certo diverso da bargnani, certo davis è più fisico e salta molto, però tecnicamente è anni luce dietro al mago.. ovviamente se toronto perde non è colpa di bargnani come non è neanche colpa di ed davis chiaro, però leggendo anche i giorni scorsi, vedevo che molti dicevano che senza il mago i raptors giocano meglio, poi leggi i rumors e vedi che toronto vuole puntare su ed davis e non su bargnani… e allora rimango un po’ allibito..
        ripeto a me barganni non piace granchè, troppo soft nei movimenti, però diamogli ciò che merita..
        sul fatto che come leadership abbia fallito non sono d’accordo, credo che neanche il più ottimista tifoso dei raptors si aspettava che bargnani sarebbe stato il leader di una squadra con record positivo.. bargnani è un discreto giocatore ma da qui a dire che è l’uomo franchigia ce ne vuole.. la colpa è della dirigenza che andato via bosh non han preso nessuno, e i risultati si vedono, anzi ha perso jack prendendo stojakovic che dopo un paio di partite è andato via per ajinca..

    • Andrea
      Leader tecnico lo è ma non emotivo. Lo dice Evans suo compagno di squadra che ricordava come la lingua ce l’ha lo spagnolo. Comunque possono degradare Bargnani a 10mo violino ma di sicuro in quel gruppo non si vede nessuno con i galloni giusti. Proveranno a cavalcare DeRozan ma non so se sarà una scelta giusta. Credo che dovrebbero prendere uno alla Billups che sappia fare il leader e spingere gli altri nella direzione giusta. Con Bargnani, se rimane, come leader tecnico affiancato da DeRozan.

  36. Ormai in questo finale di stagione le partite son veramente poco interessanti: Lakers che si prendono una pausa in questo finale ma rischiano da Boston e Miami, Dallas che fa di tutto per evitarli in secondo turno sempre se ci arrivano, New Orleans non la sottovaluterei in una serie contro Dallas o OKC, hanno Landry che li sotto è un mastino, ha metà del talento offensivo di West ma ogni volta mette energia in campo e in difesa può resistere. Milwaukee si è mangiati i PO quando potevano essere un incognita contro Chicago. Ormai si attende solo l’inizio di questa post season

  37. indiana torna ai playoff per la prima volta in 5 anni.. anche se chicago-indiana vedo un secco 4-0…

  38. Beh oddio, partite poco interessanti…qui c’è ancora da capire chi arriva 2° ad Est (e stanno facendo a gara a chi perde di più), Bulls e Spurs si giocano il 1° record assoluto, Mavs e Thunders si giocano il 3° ad Ovest (che vale molto, in regalo un secondo turno contro L.A.), dalla sesta all’ottava c’è da decidere l’ordine (e tutte, da N.O. a Portland, possono dare fastidio)

    La cosa certa è che mai come quest’anno, le prime due teste di serie, ad Est ed Ovest, godono di pochissimo credito…chi pensa che i Bulls possano mai arrivare in finale? E come mai possono gli Spurs battere i Lakers? Personalmente ricordo una situazione paragonabile solo nel 2004, quando Pacers e TWolves nn erano certo i favoriti

    Blocksteal, vorrei tanto che tu avessi ragione, ma con tutta probabilità, Splitter nn è stato utilizzato dal Pop solo perchè nn ritenuto pronto, e nn certo per nascondere un’arma potenziale. Cosa che ad esempio è stata fatta con Totò, il quale avendo 36 anni, e conoscendo bene la NBA, è stato tenuto spesso a riposo, lasciando sfogare Blair, ben sapendo che quando ci sarà da marcare Novitzki o Gasol, nn ti puoi presentare con un 4 di due metri

    Tiago invece è un rookie, ed a differenza della prima stagione di Manu, nn è affatto cresciuto nella seconda parte di stagione, nè doveva recuperare da un infortunio. No, credo che il brasiliano si alzarà dalla panca solo se ci saranno seri problemi di falli dei lunghi

    Uè, ma da dove sono spuntati tutti questi tifosi Spurs? E dove cavolo stavate, quando tra Gallo, Postino e compagnia, mi dovevo sorbire dei linciaggi solo perchè pensano che i NeroArgento siano la mia ragione di vita?

  39. Bah

    Fossi nei Thunder, fare il possibile per arrivare terzo… certo, così mi toccherebbero i Lakers al secondo turno, non sto gran fortuna, ma un primo turno vs gli Hornets mi sembra tutt’altro che un brutto accoppiamento… mentre arrivare quarto significherebbe prendere i Nuggets e sinceramente avere vs Karl e quella squdra non sarebbe il massimo della vita… e poi comunque al secondo turno avrebbero -presumibilmente- gli Spurs, non gli ultimi della classe…

    Quindi, dal mio punto di vista, meglio avere un primo turno ‘agevole’ e un secondo molto complicato che un primo complicatino e un secondo complicato….

    Io vado controcorrente e i Bulls in finale di Conference ce li vedo eccome… il problema, se tutto va come deve andare, sarà la difesa su Howard… ma confido in Thibodeau e nella difesa Bulls.. ricordiamoci che dalla panchina si alzerebbe -in caso di necessità- Kurt Thomas che non è l’ultimo degli arrivati.. tolto LA con Bynum-Gasol (per altri motivi), non so chi possa avere due lunghi che possano spartirsi minuti su Howard come Noah e l’ex Suns…

    Quindi, salvo miracoli di ‘quei 2’, la finale ad Est per me è Celtics-Bulls…

    • Sperando che gli accoppiamenti siano come dici tu, io per la prima volta vedo male i celtics contro orlando.

  40. ormai i giochi sono quasi fatti con gli spurs che avranno il fattore campo ad ovest mentre ad est ci saranno i bulls con il fattore campo.
    fossi nei thunder o nei mavs farei di tutto per finire quarto per evitare possibilmente i lakers al secondo turno dei po,hanno probabilmente piu chance di vincere una serie contro gli spurs piuttosto che contro i campioni in carica.
    gli heat con la loro sconfitta di ieri regalano quasi il secondo posto della conference ai celtics e visto che si incontreranno sicuramente al secondo turno e paradossalmente un buon affare per miami che partira a tutti gli effetti da sfavoriti contro i vice-campioni in modo tale da evitare certe critiche in caso di eliminazione.

  41. e opinione diffusa che la possibile serie tra nuggets e thunder sara equilibrata.
    invece vado controcorrente dicendo che i thunder siano nettamente favoriti.
    i durantiani amano correre cosi come i nuggets solo che i thunder sono piu squadra e piu talentuosi quindi i thunder si accoppiano decisamente bene con loro e male che vada vincono la serie in 6 partite.

  42. concordo con yaya sull’ultimo commento…
    knicks alla 5° vittoria in fila,qualcuno sa come stanno stat e billups?ho visto che si erano infortunati
    in queste vittorie carmelo ha giocato alla grandissima,al 1° turno spero di evitare boston,con miami forse un paio di partite possiamo vincerle

  43. Kobe ha superato la soglia dei 40mila minuti giocati, si dice che chi raggiunge questa cifra abbia solo altri 2 anni da giocare (o quanto meno ad alti livelli)…ovviamente questa teoria non tiene conto del fatto che uno ci possa arrivare così giovane (32 anni). Tuttavia è sintomatico di quanto il chilometraggio possa influire sulla sua resistenza fisica di qui a breve.

  44. sinceramente penso anche iio che ok vincerà abbastanza facile con denver..massimo in 6,ma agevole..i bulls non lo so..la tenuta di certa gente ai po,escluso rose, è decisamente tutta da vedere.se stan bene celtici in finale dritti dritti

  45. “sicuramente al secondo turno e paradossalmente un buon affare per miami che partira a tutti gli effetti da sfavoriti contro i vice-campioni in modo tale da evitare certe critiche in caso di eliminazione.”

    veramente l’opinione comune a luglio era che i miami heat dei los amigos fossero i nuovi dominatori della east e che i vecchietti verdi avessero speso l’ultimo gettone per l’anello nelle scorse finals. poi boston ha stupito in tanti in questa regular, ma non cambiamo le carte in tavola, miami è obbligata a vincere, qualsiasi risultato diverso sarebbe un fallimento.

    tante discussioni sulla serie thunder-nuggets, ma OKC ha il fiato sul collo dei mavericks per il terzo posto, quindi non è improbabile una serie danilo vs dirk…..

  46. se guardate su nba,com c’è un interessante articolo sul coach of year che propone il PoP come candidato n.1 per la sua capacità di reinventare il suo gioco.
    gli altri candidati:
    1- Jackson
    2-Karl
    3-Collins
    4-thibodeau
    5-Mcmillan
    6-Adelman
    ora le riverenze per coach zen sono forse eccessive e thibodeau è solo 4°.
    vedendo Adelman, che rispetto tantissimo, mi vengono altri 2 nomi :
    1- Scoot Brooks ( che anche se lo ha vinto l’anno perchè non metterlo in lista se è tra i + bravi?)
    2- Scoot Skiles ( quando gioca la sua squadra gioca davvero bene )
    lasciatemi ripetere un vecchio adagio: quanti allenatori europei farebbero molta strada in Nba e potrebbero entrare nella lista dei migliori?

    • Non lo puoi sapere fino a quando qualcuno varcherà l’oceano. E di gente brava nel vecchio continente ce ne è. Come ci sono dei brocchi tra le 30 franchigie. Per pietà evito di fare nomi.

Commenta