Sono stati annunciati i nomi delle persone che entreranno a far parte della Naismith Basketball Hall of Fame il prossimo agosto. Essi sono suddivisi in questo modo: i giocatori che otterranno questo riconoscimento sono Dennis Rodman, Chris Mullin, Arvydas Sabonis, Reece Tatum, Artis Gilmore e Teresa Edwards.

Come allenatori, invece, verranno introdotti Tex Winter, Herb Magee e Tara VanDerveer e, infine, Tom “Satch” Sanders verrà inserito come “contributor”, ovvero nel ruolo di persona che ha contribuito in vari modi al successo della NBA.

Nelle prossime ore troverete, qui su playitusa, un articolo riguardante i nuovi ingressi nella Hall of Fame, in modo tale da ripercorrere un pezzo di storia del basket che ha visto i suddetti uomini e donne come protagonisti.

Post By Giulio Benincasa (74 Posts)

Indirizzo e-mail: cesc_999@libero.it "La vita è una metafora del basket" (Phil Jackson)

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

4 thoughts on “NBA – Annunciati i nuovi ingressi nella Hall of Fame: eccoli!

  1. hall of fame (ricordi, rispetto, orgoglio) è un misto di sentimenti e memorie + vicine e + lontane anche se quest’anno la fine dell’era sloan, già hall of fame, è la cosa che + ricorderemo.
    venendo ai premi quante volte abbiamo imprecato o ci siamo stupiti e a volte nella stessa gara per i comportamenti e il gioco di Rodman.
    i nemici di coach zen potranno esclamare: “finalmente un premio all’allenatore dei Lakers”
    forse è molto molto molto eccessivo ma è giusto che per una volta sia phil a seguire tex e non il contrario.
    anni ’80 e inizio ’90 mullin, il giocatore marine, così lo chiamavo per via dell’acconciatura dei capelli e anche su di lui si sprecano i ricordi e mi viene una curiosità: sapete se del Dream Team ’92 c’è rimasto qualcuno che non è ancora entrato nell’arco della gloria?

  2. Sabonis? Non me lo sarei mai aspettato. Un grandissimo! Ma quanto era dominante sui parquet europei? Penso sia stato il migliore fra i centri che abbia visto nel vecchio continente.

Commenta