Alla fine, i Cavs sono riusciti a vendicarsi degli Heat di Wade e Lebron

HEAT @ CAVALIERS 90-102
In una stagione avara di soddisfazioni, i tifosi di Cleveland si tolgono la soddisfazione di battere LeBron James e i suoi Miami Heat, rallentando così la rincorsa di questi ultimi al miglior record dell’Est. A poco serve la tripla doppia di LeBron (27 punti, 12 assist, 10 rimbalzi) così come i 24 punti di Wade. Bosh gioca sottotono, segnando 10 punti e sbagliando 9 conclusioni sulle 14 tentate, ma soprattutto prende soltanto 4 rimbalzi. Molto strana (ma positiva) anche la prova di Bibby, che segna 24 punti tirando 11 volte a canestro e soltanto da dietro l’arco. I Cavaliers vincono grazie ad una prova maggiormente collettiva e ad un ottimo 55% al tiro: essi trovano risposte importanti da Hickson (21 punti + 12 rimbalzi) e da Parker (20 punti). Impietoso anche il confronto tra le due panchine, con quella degli Heat che mette a referto la miseria di 6 punti mentre quella dei Cavaliers risponde con 32.

ROCKETS @ NETS 112-87
Comodo successo in trasferta per gli Houston Rockets, che si trovano in un momento particolarmente felice della propria stagione. Alla fine del primo quarto essi si trovano avanti già di 13 lunghezze, e da lì in poi non si guarderanno più indietro contro dei Nets incapaci di opporre resistenza. Colpisce la bassissima intensità della partita, con appena 18 falli fischiati in tutto l’incontro! Per quel poco che si è visto, i Rockets hanno certamente voluto di più questa vittoria, e alla fine l’hanno colta grazie principalmente al dominio nei rimbalzi (56-42). Buono il contributo di Kyle Lowry (16 punti, 10 assist, 7 rimbalzi) e delle riserve Patterson e Dragic, che contribuiscono con 26 punti a testa. Tra i Nets, invece, si salva soltanto Brook Lopez, autore di 22 punti con un buon 10 su 16 al tiro.

WARRIORS @ THUNDER 114-115 (OT)
C’è voluto un tempo supplementare a Durant e compagni per aver ragione dei Warriors, che con orgoglio hanno rifiutato il ruolo di sparring-partner e si sono impegnati a fondo per mettere in difficoltà i padroni di casa. A 13 secondi dalla fine dei tempi regolamentari i Thunder sono sopra per 106-100, ma subiscono una tripla di Reggie Williams che porta i Warriors a 3 sole lunghezze di distanza. Sulla rimessa, Monta Ellis ruba il pallone ed infila un’altra tripla che impatta la partita. Durant sbaglia il tiro della vittoria, ma a sua volta pareggia la partita sul 114 pari nel supplementare grazie ad un tiro in sospensione. Ad 11 secondi dalla fine Westbrook penetra nella difesa avversaria e subisce un fallo: sbaglia il primo tiro libero, segna il secondo e porta i suoi compagni sul +1 con 11 secondi da giocare. I Warriors si affidano ad Ellis per il tiro della vittoria ma quest’ultimo sbaglia, e i padroni di casa possono festeggiare una faticosa vittoria. Ottima la prova di Durant, autore di 39 punti, 6 rimbalzi e 5 assist, ma anche di Ibaka (19 punti + 8 rimbalzi). Perkins tira con un orrendo 0 su 3 ma raccoglie 13 rimbalzi, mentre Westbrook tira pure lui piuttosto male (4 su 15) ma distribuisce anche 9 assist e abbranca 8 rimbalzi. Tra i Warriors, segnaliamo i 35 punti di Curry e i 24 (più 15 rimbalzi) di David Lee. Ellis segna 20 punti, distribuisce 11 assist ma sbaglia anche 21 conclusioni sulle 30 tentate.

SUNS @ KINGS 113-116
La difesa non è esattamente la specialità di queste due squadre, e stanotte entrambe non hanno fatto nulla per smentire questa affermazione. I Suns si mordono le mani per essersi lasciati sfuggire una vittoria che poteva tranquillamente essere loro, se soltanto non avessero preso 11 punti di scarto nell’ultimo decisivo quarto. Il quintetto titolare dei Suns gioca una partita sublime, con tutti e cinque gli uomini che segnano dai 13 punti in su (Nash 13, Hill 15, Gortat 17, Frye e Dudley 21), ma i Kings rispondono con una maggiore aggressività a rimbalzo (50-39) e con una panchina da 50 punti tondi tondi. E’ impressionante notare come tutti i giocatori di Sacramento abbiano messo su delle cifre importanti, a partire da Cousins (che sfiora la tripla doppia con 17 punti, 7 rimbalzi e 8 assist) e Thornton (24 punti + 11 rimbalzi).

Post By Giulio Benincasa (74 Posts)

Indirizzo e-mail: cesc_999@libero.it "La vita è una metafora del basket" (Phil Jackson)

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

192 thoughts on “NBA – LeBron si arrende ai Cavaliers, Thunder OK all’ultimo respiro

  1. MIAMI

    Sconfitta che direi è tutta colpa del supporting cast, come al solito…6 punti dalla panchina è qualcosa di veramente ridicolo!!! Bosh come faccia a farsi annullare da Ryan Hollins resta un mistero, Wade benino, James tripla doppia…Eppure tripla doppia, ma tutte le colpe indovinate su chi ricadranno?

    Al di la di questo, Heat che cosi facendo non raggiungeranno mai ne il secondo ne il primo posto, questa partita andava vinta…Da sottolineare come i Cavs, in una stagione horribilis abbiano battuto tre volte i Knicks, una i Lakers e una gli Heat…

    • sto guardando ora il box score: wade, bosh, lebron e bibby si sono presi 66 tiri sui 78 di squadra. Se il supporting cast prende 12 tiri in una partita come si può dire che è colpa loro la sconfitta?

  2. I lunghi di Cleveland troppo forti per quelli di Miami… :-)
    Cmq gli Heat hanno poco da rincorrere il primo posto ad Est, i Bulls hanno energie ed entusiasmo per tenerlo saldo nelle loro mani. Secondo me è solo una sfida per il seed #2 con Boston.

    Quanto potenziale offensivo a Golden State con Curry, Ellis e Lee. Speriamo che i giovani crescano e questa squadra abbia presto una guida tecnica in grado di portarla ai playoff.
    Pure Dorell Wright ha talento, avessero un centro difensivo con le palle cubiche si troverebbero per le mani un quintetto notevolissimo, anche se Monta è sottodimensionato (e svogliato) per difendere sulle migliori guardie del campionato…

  3. Io penso sempre che per fare il salto di qualità i Warriors debbano liberarsi di Monta Ellis ed assumere un atteggiamento ed una fisionomia più quadrate. Con quel backcourt in cui in due assieme non arrivano a 100 kg non andrai mai da nessuna parte: potranno pure segnare 40 punti di media in 2, ma te ne costeranno 60 in difesa. Serve una guardia fisica, che sappia difendere e penetrare decentemente, perchè continuando a sparacchiare dal perimetro non vinceranno mai nulla. E poi un centro, ovviamente, perchè Biedrins è fisicamente fracico e Lee non può reggere ovviamente.

  4. Ho visto la partita dei Thunder. Bella partita e vittoria più che sofferta ai supplementari contro degli ostici Warriors, ma per quella rimessa allo scadere secondo me avrebbero meritato di perdere tutta la vita… Durant che sbaglia il buzzer beater allo scadere dei tempi regolamentari ma che si rifà con quello del supplementare. Stavolta è lui il trascinatore mentre Westbrook gioca un pò sottotono. Altra bella prova di un positivo Ibaka, che migliora gara dopo gara…

    Cmq a tutti quelli che nutrivano forti perplessità sulla trade con Boston, faccio presente che con Perkins in campo i Thunder sono a 7-1… meditate gente, meditate….

  5. nick-the-quick

    E pensare che quell’uno è dovuto ai temibilissimi Raptors!!!!!

    Kings
    Fanno fuori dai PO se mai ce ne era bisogno Nash e compagni. 4a vittoria di fila, 5 delle ultime 6 tanto per gradire. Cousins da la palla da dio, Evans si sta riprendendo (quasi tripla doppia) e Thornton segna con una continuità pazzesca. E’ un’addizione con i fiocchi. Ora ci manca un play ed un’ala piccola per completare il cerchio.

    Rockets

    Dovevano vincerla e l’hanno fatto. La strada è in salita ma ci devono credere. Sono due gare dietro i Grizzlies.

    Cavs

    Fanno lo scalpo nonostante LeBron da tripla doppia. Bosh preso a calci, Bibby ottimo per quello che può dare mentre la panca latita. Giusta osservazione sui tiri presi. Con 12 totali fai fatica a mettere su cifre. Bisogna capire se è stato un caso oppure se cosciamente o inconsciamente i tre non si fidano.

    Per gli Heat mancato l’aggancio al secondo posto che i Celtics stanno offrendo su un piatto d’argento.

  6. Alert

    Evans, Cousins e Thornton in prospettiva, data la giovanissima età, sono tre garzoni davvero niente male. Dei potenziali Big Three. Peccato che Tyreke e Marcus occupino lo stesso ruolo.
    Forse presto avremo gli Anaheim Kings ai playoff! :-D

    • In una squadra competitiva hai bisogno di almeno due guardie con i fiocchi. La vedo ardua per Tyreke convertirsi play, quindi si spartiranno i minuti. Ovvio che Marcus deve essere rifirmato. La mia unica preoccupazione e che i Kings potrebbero prospettargli 25 minuti a gara anzichè 36 e non so se il ragazzo accetterà. Vedremo.

      Sicuramente avremo Anaheim Kings. Ormai tra la dirigenza e la città siamo ai ferri corti. La lettera di ieri non ha aiutato, anzi. D’altronde i Maloof sono sotto di 77 mln causa la mancata costruzione dell’arena che gli viene offerta dal nuovo socio ad Anaheim. Insomma per loro e come aprirsi le porte del paradiso.

      • alert70
        secondo me thorton è un sesto uomo fatto e finito. già l’anno prossimo potrebbe essere sesto l’uomo dell’anna secondo me. fa canestro con una facilità assurda

        • Sono d’accordo. Da capire se Marcus sbrocca o meno. Farei di tutto per tenerlo e facendolo giocare come il Crawford della situazione.

  7. tracymcgrady1

    Un’annotazione.
    Ieri Westphal ha fatto giocare insieme Udrih-Evans-Thornton e non so se è stata la contingenza della gara o è un esperimento che vuole fare fino alla fine della stagione per capire se possono convivere. Questo significa mettere Tyreke sulle piste delle ali piccole. Non so se è un azzardo ma provare non nuoce. Evans è un 1.98 quindi basso anche se ai Kings quel ruolo è ricoperto da Garcia 2.01 e il più adatto Casspi 2.06.

    • Un esperimento che ci può stare perchè Tyreke ha il fisico per tenere con alcune ali piccole. Ma è una soluzione occasionale.
      Peccato perchè un talento come Thornton merita un quintetto base e se avesse avuto i centimetri per giocare da 3 avreste già una starting lineup di notevole valore…

  8. Ahahahahahh, allora esiste una giustizia divina, comunque contento per i Cavs, dopo una stagione terrificante questi si son tolti la soddisfazione di battere Lakers e Heat, su Lebron ho sbagliato l’annesso 40ello ma ho azzeccato la tripla doppia, eh eh eh

  9. Giulio
    Sinceramente giulio se gli heat perdono non mi sento di dare la colpa a dampier, bibby, antony, j. jones!!!!!!!!!!!!
    La responsabilità è dei leader, sia chiaro tutti e tre, ma da li non si esce.
    Dare sempre la colpa agli altri quando hanno un decimo del tuo talento e del tuo carisma( oltre che del tuo contratto) mi sembra ingiusto, ma i lovers di james qualcuno a cui affibiare la colpa lo trovano sempre………………………………

  10. Larrok

    eh il plagio ci sta… Gli accordi son molto simili

  11. gatsu83

    I leader hanno molte responsabilità come il resto del team. Se hai buoni gregari che non danno un contributo decente (vedi Miller) o hai Jones che gioca bene 1 su 5 ad essere buoni e Dampier che ne combina una più di Bertoldo è chiaro che in una giornata particolarmente storta la palla neanche la vedono.

    Se solo Bibby da tutti dato bollito si sta ritagliando un ruolo da protagonista come non hanno fatto i Chalmers della situazione i Miller per non parlare di Arroyo significa che alla fin fine i tre non sono degli orchi. Se Miller la mettesse da tre e fosse un minimo incisivo non mi sorprenderei di vedere il trio cavalcarlo. Ieri Bibby ha dato e infatti ha tirato 11 volte.

  12. Secondo me Thornton è un grande talento offensivo, capace già di viaggiare abbondantemente oltre i 20 di media e di contribuire anche con rimb e assist (però Belinelli è più forte vè :-)). Il problema è che non credo abbia la statura per giocare stabilmente da SG (6.4, un po’ piccolino e non con un atletismo alla Wade che compensi) e non ha le doti da play per dare minuti in PG. Può diventare un giocatore alla Jason Terry o Ben Gordon, ma non penso si accontenti già di quel ruolo ora che è appena un secondo anno. Giustamente ha altre ambizioni, tarpategli in maglia Kings dall’uomo franchigia designato. Non so come andrà a finire, ma secondo me scaduto il contratto da Rookie chiederà delle cifre che Petrie non vorrà accordargli, ed emigrerà altrove a stampare 30elli a volontà. D’altronde, i Kings dovranno investire su altri futuri protagonisti (Evans, Cousins, forse l’israeliano e poi mancano un play di livello e un centro) e non avranno troppi soldi da buttar via. A meno che non vogliano fare la fine dei Sixers…

    • Hai assolutamente ragione ma bisogna capire cosa vuole. Se fare il “galletto” in una squadra perdente da 25 vittorie a stagione oppure prendere un pò meno e diventare un sesto uomo di lusso in grado di spaccare le partite, appunto il Terry o il Crawford della situazione. Vedremo. Non credo che Petrie si sveni. Il contratto di Marcus da 762 mila dollari scade quest’anno per cui andrà rinnovato se c’è l’intenzione. 6-8 mln è quanto gli darei.

  13. Statistiche di Thornton da quando è ai Kings

    Giocate:18
    Minuti: 37.1
    Punti: 22.1
    Rimbalzi: 4.7
    Assist: 3.3
    Recuperi: 1.7
    FG%: 47.1
    3FG%: 42.3

    Sono solo una ventina di partite, ma i numeri sono davvero impressionanti per quantità e qualità

  14. alert e giulio
    Ma scusate eh, se l’80% del cap è occupato da tre giocatori, gli altri ti daranno quello che possono, o no??? oppure devono essere fenomeni????
    Discorso bibby, non facciamoci ingannare dai punti, guardiamo piuttosto quanti punti hanno subito gli heat da quando chalmers è infortunato e parte in quintetto bibby, mi sembra un dato più interessante visto che poi il supporting cast è scarso e se vogliono vincere ne devono prendere uno in meno e non farne uno in più……
    Terzo, kobe è sempre stato attaccato perchè non si fidava dei compagni quando giocava con smush, liquame, radmanovic e walton in quintetto, perchè lo stesso discorso non viene fatto per i tre degli heat quando fanno fare 12 tiri a tutto il resto del supporting cast pretendendo anche che poi facciano 12 su 12??????????????

  15. thornton sarebbe il giocatore perfetto da mettere vicino a deron ai nets, io sono convinto che un’offerta gliela faranno e sono sicuro che anche i bulls potrebbero provarci!!!

  16. Me lo sentivo scendere che i Cavs avevano troppo da farsi e perdonare e sopratutto il Barone, finora “a tourist on the lake” doveva prima o poi fare un partitone vintage, mentre gli Heat sono venuti pensando : ” andate pure avanti, tanto 3 minuti e vi acchiappiamo”. L’unico dubbio e che sul 83 pari a 7 minuti dalla fine gli Heat non abbiano fatto propria la partita e difatti l’hanno persa due volte.
    sorprese simile capitano spesso alla fine di una stagione lunga e faticosa come quella NBA dove quelle che arrivano ai P.O. si risparmiano mentre le ultime fanno gli ultimi sforzi per finire nel modo + decoroso possibile la stagione.
    altro esempio è GSW che ha fatto, a dir poco, dannare i Thunder a casa loro per di più e se devo dirvela tutta in queste situazioni il don chisciotte che c’è in me mi fa tenere sempre per le + deboli.
    ora gli Heat hanno tre trasferte “facili” con wizard, twolf, nets che decideranno prima dello scontro coi celtics la loro posizione in griglia. quanta fatica faranno e contro chi giocheranno al primo turno non è indifferente per un team che si è completamente basato su 3 giocatori che potrebbero avere bisogno di rifiatare un pò.

  17. Non voleva i fischi, a proposito di non metterci mai la faccia!!!!!
    grande leadership, se l’avesse fatto un altro giocatore (24????) saremmo già a 250 post……..

  18. Quando si parla di leadership non è proprio comportandosi in quel modo che lo spogliatoio te la riconosce. Ha fatto una cosa da ragazzino non da uomo.

    • Ma dopo tutte le accuse che ha ricevuto in questi anni per comportamenti simili, ancora non è riuscito a trovare l’orgoglio, la maturità e la decenza di comportarsi da uomo, da professionista e da esempio per i giovani di 3/4 del pianeta?
      Bah…

  19. Alert

    6-8 milioni per Thornton sono tantini, secondo me gliene offriranno 5 e nn so se accetterà…

    Al di là di chi di voi abbia ragione sulle responsabilità dei big three di Miami e del loro supporting cast, tirando un attimo le somme questa vi sembra una squadra da titolo? A me no.
    Se Orlando andrà fuori prima delle Finals, cosa tutt’altro che impossibile, mi auguro di vederci arrivare Celtics e Bulls che mi piacciono di più come squadre, sia dal punto di vista dei singoli che dell’organizzazione offensiva e difensiva.

  20. Il 24 non avrebbe fatto tutto ciò che ha fatto Lebron da luglio in poi quindi non stiamo neanche a porci questa domanda.

  21. Poi mi chiedo come si fa a dare la colpa al supporting cast? Cioè questi toccano la palla una volta ogni 5-6 possessi sarà mica colpa loro se non fanno canestro perchè i big 3 dopo 2-3 tiri sbagliati di un Jones, Miller ecc…non gliela danno più la palla quindi c’è anche una mancanza di fiducia sostanziale.

  22. TMC#3
    Quoto!!!!!!

    tracymcgrady1

    Gli heat sono una squadra che se la giocherà, per me più dei bulls che mi sembrano molto rose dipendenti e ai play off non so se basterà
    Se il processo di maturazione fosse più avanti non avrei dubbi sugli heat, ma rimango sempre dell’idea che certe scelte non mi convincono, però oggettivamente il talento di lebron e wade è troppo per non considerarli competitivi anche con tre capre di fianco……
    In altre annate probabilmente sarebbero stati i favoriti per il titolo, ad oggi invece vedo sicuramente due squadre superiori sulla carta e almeno 2-3 che se la giocano nonostante siano inferiori come talento grazie all’organizzazione e al gruppo!!!

  23. Miami squadra ridicola , perdere da cleveland proprio quando l’ho giocata alla snai!!!….bastardi , e pensare che le altre le avevo prese , bastardi

  24. se si aiutano con un pò di continuità, sopratutto nelle % al tiro, i magic non sono affatto da sottovalutare perchè: coi celtcs Dh12 fa la differenza + che con ogni altra squadra mentre con gli Heat sta lì in mezzo ( in the pain se vi piace di + ) limitando ancora di + l’attacco di Miami che vive di azioni personali e penetrazioni e coi Bulls il loro modo di muovere la palla ed agirare la difesa + essere vincente se entra il tiro da 3 che è croce e delizia del loro gioco.
    è vero ad est quasi tutti li sottovalutano e non so il perchè. visto che, per struttura e caratteristiche, non vedo squadre di un livello veramente superiore ho sempre pensato che erano immeritate ed eccessive le critiche ai Magic anche se i cali che spesso hanno avuto in questa stagione, come coi Knicks per esempio, sono forse ancora + inspiegabili.

  25. ho visto la partita degli heat! Rupaul è proprio uno scandalo….da notare cm in studio chris webber diceva che bosh è inutile per questa squadra…perchè non è capace di arrivare a canestro di potenza…in sostanza è troppo molle! Ovviamente non si scopre oggi…ma veramente bosh secondo me non è da considerarsi una stella…vale quanto un david lee…

  26. miami.
    non badando al risultato finale (scandaloso se lo vediamo sotto la forma dei valori in campo) ma le sconfitte in rs ci possono anche stare, vedi i lakers che in stagione hanno fatto anche di peggio, francamente non sono riuscito a capire il giochino di lebron. sapeva benissimo che i beceri della qla lo avrebbero sbeffeggiato e lui che fa? si presenta in campo solo all’annunciare il suo nome nel quintetto base da parte dello speaker… bhò, che ha voluto dimostrare?

  27. Penso e spero che molti di quelli che commentano giochino a basket. Provate a giocare 33 minuti (J.Jones) potendo fare solo 6 tiri. Secondo me ne entrano al massimo 2, perchè vedere tre mongoloidi che possono tirare forzando quando vogliono e quando lo fai tu ti guardano in cagnesco ti condiziona non poco.

    Bosh ha poco da essere un big 3 perchè non è di certo un fenomeno (vedere Scola qualche giorno fa, che pur non essendo venerato come un big alla Bosh giocava con quest’ultimo come fosse un bambino). Bosh è un buon giocatore, come ad esempio Bargnani…ovvio che se fai 30 tiri magari metti 20 punti…e comunque non è la prima volta quest’anno che al tiro fa pena (e non è una novità è…Bosh non è un fenomeno ci credete?)

    Lebron è il solito Lebron di Cleveland. Potenzialmente il giocatore più forte di tutti i tempi ma in realtà uno che difficilmente ti farà vincere l’anello, pur avendo Mr Wade dalla sua. Se per 10 azioni gli gira di non passarla lo fa e basta anche se viene raddoppiato o triplicato. Se dopo 20 secondi d’azione non riesce a tirare passa al malcapitato panchinaro e gli dice: “Mancano 2 secondi! Tira!!!” Allora Mr Nessuno tirerà e moooolto probabilmente sbaglierà (nessuno ha insegnato a LBJ che non è facile prendere un tiro infallibile allo scadere).

    Wade…non essere giù di morale, giochi con due che potrebbero essere forti come te ma si sbattono la metà. Che ci vuoi fare?

    Ah, Mr Spoelstra ho un’idea. Dato che la squadra gioca da schifo anche per colpa tua (non solo tua per carità), perchè non fai una squadra di street basket? Sai, quelle da 3vs3. Butti dentro LBJ, Bosh e Wade. Poi guarda in panca quanti giocatori che hai! Magari ogni tanto li fai entrare anche, così hanno la scusa per farsi la doccia, non per altro.

    Miami…fate ridere i polli!

    • Il tuo discorso non fa un agrinza però permettimi una puntualizzazione. Il roster Heat non è granché ma neanche così disastroso. James accentra molto ma la palla la sa dare. Vero che entra in certi tunnel dove non vede e non sente nessuno ma in alcuni finali la palla la data anche al compagno pagato per tirare sugli scarichi.
      Questi sono professionisti che sanno quale è il loro ruolo. Il ruolo di chi deve prendere le briciole e sfruttarle.

      Quanti tiri piedi per terra si è preso Miller? Quanti JJones? Che percentuali hanno? Parliamo di tiratori che tirano col 40% peggio del nostro Belinelli. Capisci che la fiducia va a sud da ambo le parti.
      Miller tanto per dire l’anno scorso viaggiava al 50% dal campo e in carriera ha un lusinghiero 46%. Negli anni passati tirarva tra gli 8 e 10 volte a partita scese quest’anno 6 perchè figlio della sua scarsa vena realizzativa. Lo dimostra Bibby. Ieri la metteva ed ha tirato 11 volte + 2 liberi. Quindi se avesse una percentuale del 45%, niente di eccezionale tirerebbe di più James o non James.

      • Potresti aver ragione, però permettimi di guardare la faccenda da un altro punto di vista, giusto per avere uno scambio di opinioni.

        Bibby ha tirato tanto in quanto PM titolare e magari sbagliando penso: almeno un titolare potrà fare qualche tiro in più di un panchinaro no? Comunque il fatto che abbia solo tirato da 3, mi lascia pensare su quanto il PM, ovvero quello che dovrebbe essere il ‘regista’ o ‘l’allenatore in campo’, abbia potere decisionale in questa squadra.

        Miller viene da un infortunio non leggerissimo e ciò che fa un tiratore quel che è, è la costanza di allenamento. Uno che si rompe non tira per un po’ di tempo no? Se in più aggiungiamo che Miller dovrà appunto prendere le briciole dei Big3 come dicevi tu, come risultato avremo QUASI per forza di cose uno scarso rendimento. Ray Allen non sarebbe il Top Scorer da 3 se avesse soltanto preso 5 triple a partita. E non sto parlando di paragone tra Ray e Miller, ma di pura statistica.

    • senza dubbio uno scandalo farsi smeracchiare da Ryan Hollins. C-Webb ha ragione, Miami non ha bisogno di Rupaul. Haslem può essere il 4 titolare di una squadra da titolo (d’altronde lo ha già fatto, anche se aveva Shaq accanto), io scambierei il trans con un centro di sostanza in grado di giocare di potenza spalle a canestro.

  28. worm e superlacustre

    Quoto.
    Ma se nn sbaglio ha 26 anni, è padre di famiglia, quando pensa di metterla su un pò di testa? Insegnerà a suo figlio a scappare di fronte ad ogni difficoltà nn risolvibile con i soldi?
    Ecco, per me lui è un fenomeno come nessun’altro forse per le caratteristiche fisiche mostruose che ha, oltre a una valida tecnica di base.
    Però, ed è forse la prima volta che entro nella questione, sono queste piccole grandi cose che mi rendono sicuro del fatto che non sarà mai come un Kobe o un Duncan, senza scomodare il signor Jordan…

  29. James

    Difficile capire cosa ha provato in quei momenti. Al di là di tutto essere l’eroe, il figlio dello stato e quant’altro e venire massacrato dai fischi non deve essere piacevole. Poi che il 24 non l’avrebbe mai fatto (tutto da vedere ma non lo sapremo mai) importa nulla. James ha fatto quello che riteneva giusto ma da domani penserà ad un altro avversario ed altri obiettivi.

    Non so se gli Heat siano deboli o no, ma non li sottovaluterei. Bosh? E’ quel giocatore che malmenava Bargnani in campo reo di non aver difeso!!!!! Da che pulpito!!!!! Chissà quanti calci nel sedere gli vorrebbero affibiare i due amigos!!!!!!!
    D’altronde hanno fatto un patto…..

    A parziale aiuto ci sono i PO. Vedremo lì cosa tirerà fuori. Se giocherà alla grande nulla da ridire ma se fallisse cercheranno di metterci un centro difensivo meno pippa di Dampier con la fiducia a tempo. Sono sempre del parere che sia sacrificabile nel momento in cui la dirigenza capirà che il ragazzo non ha i galloni per giocare sui due lati del campo. Possono accettare ed aspettare un anno ma poi lo cederanno perchè Pat Riley non è tenero e vuole vincere.

  30. ragazzi, sinceramente non capisco perchè ancora vi stupite per i comportamenti di colui che si fa chiamare il Re o il Prescelto: questo di ieri sera è stato un atteggiamento che va solo ad aggiungersi ai tanti altri che ha commesso in passato, tra l’altro neanche tra i più gravi…

    Anzi, per questo motivo sto quasi pensando che stia notevolmente migliorando… :)

    • Completamente d’accordo. Avevo detto qualcosa di molto simile rispondendo ad un post precedente prima di leggere il tuo commento. Non possono ammetterlo così presto, ma sacrificare Bosh potrebbe essere la chiave di volta per costruire una squadra da titolo.
      Meno pippa di Dampier non dovrebbe essere difficilissimo…

  31. mjrossit
    condivido sul confronto bosh scola….ma per il resto proprio no! E’ l’allenatore che deve dare un gioco alla squadra….non è lebron che deve capire cm far giocare la sua squadra! L’allenatore deve mettere in condizione la sua squadra di giocare al massimo delle sue potenzialità…ma questo non avviene esclusivamente per colpa sua! Ormai tutti sanno che tipo di giocatore è lebron e qual’è il suo talento…e ttutti sanno che monopolizza il gioco! Ma tutti gli allenatori sarebbero contenti di allenarlo…bisogna solo trovare chi sa sfruttare il suo talento!

    Discorso diverso per wade…diciamo che per lui sono stati creati alcuni schemi in cui viene servito in corsa mentre taglia a canestro dopo il blocco! Paradossalmente per lebron non c’è mai uno schema in questi heat…solo isolamenti….

    • E’ vero quello che dici infatti l’ho detto, è anche colpa di Spoelstra. Però è anche vero che proprio perchè LBJ è un mostro va fatto giocare. Ma proprio perchè deve giocare lui fa quello che vuole. Cos’è per vincere ha bisogno solo di Popovich o Phil Jackson? Chissà cosa farebbero loro. Spoelstra non è il miglior allenatore del mondo ma dietro ha Riley, non penso che non ci sia gente ignorante in quanto a basket a Miami.

      • no…non servono per forza allenatori con quel carisma…o meglio…non solo loro due! Io mi accontenterei di vederlo con un allenatore che sa organizzare bene il gioco offensivo…tra cui adelman, karl, jeff van gundy…o cmq con pat riley se scendesse dal pino!

  32. riguardo agli Heat sarò molto semplice e conciso: fino a quando non romperanno il famoso patto, cercando di inserire la terza “stella” Bosh in qualche trade per prendersi qualcuno più funzionale al gioco degli altri due, non saranno mai realmente competitivi per il titolo… con mia somma gioia aggiungo!

  33. Però permettetemi un dubbio…
    Ovviamente, ognuno trae le conclusioni che deduce da quello che vede. E quindi,se in molti vedono una certa “debolezza” caratteriale di LBJ in questi gesti,potrà pure essere vero. Ma a me viene da pensare che la prima volta che le due squadre si sono incontrate a Cleveland,quando davvero contava,con il pubblico indemoniato per 48 minuti,LBJ abbia messo il 40ello con tripla doppia (??) mi pare…Tutta questa “debolezza” non mi sembra così lampante…

  34. Non so a quanti interessa
    Ma stasera giocherà la sua ultima partita Carlton Myers,
    quello che per me era il Jordan italiano,
    che se avesse avuto un fisico “migliore” sarebbe sbarcato tranquillamente nella Nba!!!
    Non sarà stato un vincente, forse, anche se ha vinto un campionato con la Fortitudo, impresa non facilissima in quegli anni,
    però per me è stato un grandissimo
    e orgogliosissimo che sia stato anche portabandiera alle Olimpiadi!!!
    Alla faccia di tutti i razzisti italiani…
    Grande Carlton!!!
    Fortunato ad averti visto qui a Roma, anche se in fase calante…

      • Ultimamente giocava a Rimini,
        dopo aver riportato la Scavolini in Serie A!
        A Roma,
        mah non saprei, forse era proprio la squadra che non andava benissimo, anche se in squadra c’era pure Vincenzino Esposito.
        In generale la Virtus Roma non va mai troppo bene…nonostante qui sia passata gente come Bodiroga…

  35. tracy, non mi piace giudicare le persone (lebron) e non avrei nenche l’autorità di farlo, ma devo dire che stavolta ha sbagliato. come giocatore non si discute come uomo un pò meno.

  36. Grande Carlton, l’Adriano Celentano della palla a spicchi, uno dei primi ad avermi fatto avvicinare al basket italiano (grazie anche alle mezze partite che davano sulla rai la domenica) assieme a Iuzzolino.

  37. La scelta Heat era la più scontata conoscendo LB…..principalmente dipesa dal fattore Wade e relativa “amicizia” (mi sa tanto di comodo). In diretta, però a mio avviso, è stato troppo sicuro nell’affermare la sua convinzione di poter vincere a Miami. Bah! Io non ci conterei così tanto….nn vedo un gruppo, non lo definirei affatto il “nuovo” big three (nulla a che vedere con l’alchinia tattica e umana dei Celtics) ma, piuttosto, una trovata mediatica e di business in stile Nba. Sarò anche malizioso, ma James non ha quell’ardore, quella stoffa che hanno avuto altri prima di lui…..è un self-made basketball man! Ma i titoli non si vincono così, vedi Lakers, Boston e Bulls (in paticolare quando MJ capì che era necessario sacrificarsi per il collettivo..
    James è 1 vigliacco….a new york gli avevano creato l’assett giusto x diventare il re di 1 grande franchigia, nella mecca del basket …niente… ha scelto di fare il portaborse a wade, senza palle!! altro che uomo franchigia.
    Ha fatto la scelta di un giocatore a fine carriera a caccia dell’anello… Inconcepibile! Capisco Bosh che senza quei due non vincerebbe un anello neanche a pagamento, ma non due giocatori come Wade e James… Lebron è assolutamente senza palle e anche se vincessero 5 anelli di fila sranno sempre ricordati come una grande coppia di giocatori, mai come Jordan, Bird, Bryant, Olajuwon… Jordan ha una statua a Chicago, Bird è sicuramente l’idolo incontrastato del Garden, Hakeem rimarra sempre l’unico The Dream,e a loro che rimane??? Forse qualche anello, forse, e la gloria da condividere per sempre.
    LeShame James, il più grande perdente senza palle della storia.
    The “Ciosen Uan” che ha 26 anni va a fare il paggetto di Wade a casa sua. Ridicolo.
    Gilbert aveva ragione,oggi The “Ciosen Uan” l’ha preso in quel posto.

    • senza fare polemica, ma hai visto qualche partita degli Heat quest’anno?
      e se sì come fai a dire che james faccia il paggetto ( o il secondo, la sostanza non cambia) di DWade?
      poi perdonami, ma come si fa a definire uno che lo aspettano tutti al varco da quando ha 16 anni, che vive da allora sotto una pressione mediatica direi piuttosto forte e che nonostante questo è diventato quello che tutti si aspettavano diventasse (una superstar)? io penso che chiunque abbia esperienze in un qualsiasi sport a livello agonostico possa concordare con me di quanto sia molto ma MOLTO più difficile fallire che arrivare al risultato che tutti si aspettano che tu faccia qualcosa.
      la stessa criticabilissima scelta si andare a Miami secondo me conforta che lui è tutto tranne che uno senzapalle..

      poi cioè io non faccio l’avvocato e per quanto mi riguarda james può morire anche domani mattina senza che mi strappi i capelli, però mi sembra che parli un pò per partito preso e per antipatia..senza offesa (lo ribadisco perchè qua non si sa mai)

  38. chi critica Bosh, chi gli atteggiamenti di james, alla fine Wade, il padrone di casa, è quello che ci tiene di più ed è anche quello con la mente da vincente, l’unico ad accettare la sfida dei Big tre e l’unico a saperla interpretare pure perchè, grazie a lui che è anche un vero capitano, non sono nate delle rivalità ( quanti ultimi tiri sbagliati da James senza mai un commento negativo come mai una parola su Bosh dopo una brutta gara ).
    Ma oltre la leadership di wade ( scoperta dell’acqua calda ) il primo anno della nuova era Heat sembra sempre + un insuccesso perchè?
    il motivo che do io è sempre lo stesso: aver scelto giocatori, per quanto bravi, senza un vero progetto non ti porta da nessuna parte anche se il talento è così tanto che a volte pensi che gli Heat ce la facciano a contraddire questo principio di buon senso. Speranze che poi si abbattono in partite come quella di ieri. La cosa pericolosa, ora, è cercare un colpevole, un capro espiatorio come Bosh, la panchina, l’allenatore o la mentalità di lebrom perchè così non si costruisce nulla di duraturo. è sbagliato anche perchè se ci sono tutte queste cause sono troppo poche le cose da salvare. io credo che insistendo per un altra stagione e allungando il roster con meno doppioni ( hause, bibby ecc…..) e migliorando la rotazione della palla, il n. di possessi dei big tre e la loro chimica grazie anche all’esperienza della batosta di quest’anno vedrete che gli Heat possono diventare addirittura ILLEGALI per gli anni a venire.
    certo se per fare questo riley si rimettesse in gioco sarebbe un bel passo avanti.

  39. A me l’uomo non piace, la sua decisione di andare a Miami anche meno, ci possiamo fare anche due risate sul fatto che stanotte gli sia andata di traverso, però ora non è che si possa discutere il giocatore…! questo ha comunque sparato una tripla doppia, il migliore dei suoi, altro che vigliacco, o senza palle! i senza palle sono quelli che quando conta scompaiono, non mi sembra il suo caso francamente! insomma sarà anche un pagliaccio, ma è pur sempre un fenomeno, altro che paggetto di wade! per fare un paragone, c.ronaldo è un pagliaccio, buffone, discutibile come uomo, ma nessuno può dire che non sia un grande calciatore

  40. LEBRON RESTA SEMPRE UN MAIALE.
    Con quell’ingresso dimostra che non ha le palle per reggere il palcoscenico che conta e dimostra tutto il suo essere perdente, ancora una volta.
    Bosh è forse il giocatore più idiota e sopravvalutato dell’NBA.
    Forte con le piccole, piccolo con le Forti. Facile fare 35+15 rimbalzi contro Indiana, quando però gioca con Boston com’è che non la vede veramente mai???

  41. Che non voglia sentire i fischi e non si presenti all’annuncio del suo nome, ci possiamo discutere, farci due risate, ma che influenza ha sulla partita? zero! in quel caso parliamo dell’uomo! se però dobbiamo parlare del campo questa è un’altra cosa, e lebron come tutti ha pregi (tanti) e difetti (pochi purtroppo)! non è che non è un leader perchè fa il pagliaccio! gasol non è un leader ad esempio, ma che lebron non sia un leader è una forzatura…

  42. Vi rendete conto che state sotterrando il progetto Heat solo per una sconfitta di regular season?
    Sinceramente è imbarazzante.
    Capisco, la sconfitta con i Cavs è bruttina ma ora uscite con storie su questa squadra che non va da nessuna parte, che è stata un errore, LeBron è un perdente (dimenticate la tripla doppia?), Bosh fa cagare, ecc. ecc.
    E ovviamente vi basate su quest’unica partita per supportare la vostra teoria… perchè allora non si parla del fatto che venivano da 8 vittorie su 9 partite? O del fatto che sono a mezza partita da Boston?

    Ogni volta che perdono si legge che “LeBron non ha avuto coraggio, che non sarà mai il leader, che è quello di Cleveland”; ogni volta che Bosh fa una brutta partita viene etichettato come una pippa…
    Beh, LeBron è un serio candidato al titolo di MVP (per quello che conta) e la pippa sta segnando 18 punti con 8 rimbalzi e 2 assist.

    A me non piace Miami, però c’è un limite a tutto, ovvìa!

    • Bosh è una pippa. Ma anche ai Raptors era una pippa sta pur tranquillo. Non c’è da scaldarsi. E’ una pippa almeno quanto me.

      Lebron è mostruoso, anche se mi sta sulle natiche. Candidato a MVP dovrebbe essere Wade…che poi le candidature fanno ridere in quanto il primo Spurs forse è ottavo.

      Il problema di LBJ sta proprio nelle triple doppie….complimenti ma perdi contro Cleveland. Capisci? Non vale un cactus. E’ un uomo da statistiche. Si attacca sempre Lebron perchè se ne parla tanto.

      Perchè si attacca spesso DH12? Per me è un grande, ma si attacca sempre. Perchè? Perchè potrebbe ottenere di + e non lo fa.

  43. Poi, non so che motivo avesse per non presentarsi, magari l’ha fatto solo per dispetto ai tifosi di Cleveland. Certo non l’ha fatto per paura, vi siete dimenticati la prima sfida com’è andata? I fischi, la sorveglianza per impedire che succedesse qualcosa di brutto, ecc.
    Magari è stronzo, ma che abbia paura dei fischi di Cleveland è una tesi insostenibile. Ma che ve lo dico a fare, che considerate un’unica partita come paradigma di una stagione?

    PS sfogo rivolto ovviamente solo a chi ha sostenuto le tesi che io ho confutato al di là di ogni ragionevole dubbio…

  44. Bosh è sempre quello che ha distrutto Gasol due partite su due quest’anno ma quando gioca bene non lo si ma fai notare, quando fa cagare come stanotte lo facciamo passare per un Lee qualsiasi, bah.

    • beh…io l’ho sempre sostenuto…sposta quanto un david lee! Ora se mi vuoi dire che ha più talento sono d’accordo…ma come rimbalzista sono tutti e due leggeri, con la differenza che lee ha più senso della posizione! In difesa tutti e due fanno pena, con la differenza che bosh si trova in una squadra che ha grandi motivazioni per far bene nella propria metà campo! Tutti e due vivono di gioco frontale a canestro e non hanno movimenti potenti…l’unica differenza è che bosh ha molto più talento offensivo….ma non mi sembra uno scandalo paragonare bosh a david lee! Bosh è il classico giocatore dove se guardi le cifre ti sbagli su quanto può spostare in realtà!
      Ad esempio prendi un perkins e mettilo agli heat al posto di bosh…probabilmente prenderà gli stessi rim e segnerà meno punti…ma sposterebbe molto di più…poi parer mio!

      cmq io non giudico male gli heat…secondo me sono gli unici che potrebbero battere i lakers in una eventuale finale…ma so che contro i verdi per loro sarà durissima…

  45. Lebron è un perdente punto.
    Io ho odiato sportivamente giocatori come Jordan, Barkley ma teste di cazzo così fanno solo male a sto sport e chiunque ammiri un personaggio del genere veramente con sto sport non c’ha niente a che fare
    Pensasse a vincere un titolo, cosa che dubito mai farà

    • Che sia uno stronzo ci può stare. Che sia un perdente punto, nutro ancora qualche dubbio. A 26 anni appena compiuti ha portato la sua squadra a 1 finale NBA e a 1 finale di conference. Se si fermerà qua sicuramente sarà stato un perdente, ma potrebbe anche essere solo all’inizio.

      …e blablabla che doveva vincere a Cleveland o a New York (perchè poi NY è da vincente e Miami no?) – per queste discussioni potete andare agli articoli di quest’estate. In effetti è un argomento che va ancora un po’ sviscerato perchè ci sono solo 10.000 commenti in proposito…

      Uno è perdente se perde, e vincente se vince. Qui sì che ci sta il punto.

      • Quindi dato che non ha ancora vinto e quindi PER ORA ha solo perso. E’ un perdente no? PER ORA OVVIAMENTE

        ….stando alle tue parole…

  46. Mamma mia leggi certi commenti di oggi su James e veramente ti metti le mani nei capelli…Ragazzi un pò di buon senso per cortesia…Discutete l’uomo fin che volete, ma definirlo perdente e vigliacco vi fa apparire per quello che in finale siete, niente più ne meno che degli Haters

    Quoto Alfredo, Alert e Procionide, poi ribadisco, ragazzi ho capito che lo odiate ma pensate prima di scrivere

  47. Ho visto la replica dei Thunder! chiaro che sono una di quelle squadre già proiettate ai playoff visto il posto quasi certo in griglia (quarto)! però due annotazioni interessanti: la prima la faceva notare Tranquillo, cioè che l’eventuale primo turno da tutti più atteso (thunder-nuggets) non è poi così negativo per i primi, perchè sono una squadra a cui piace correre molto, così come i nuggets, che avendo probabilmente un po’ meno talento dovranno obbligatoriamente cercare di giocare in modo un po’ differente, provando ad abbassare i ritmi e andando contro natura! la seconda fa riferimento a ciò che viene dopo, cioè se i Thunder trovano degli spurs che continuano a giocare come in regular (quindi corriamo, corriamo e ancora corriamo), potranno ancora giocare la loro pallacanestro, quindi occhio, io sui thunder in finale di conference due centesimi li metterei…

  48. Ecco perchè lebron mi stà lì…ma esci durante la presentazione e prenditi i fischi, ignobile patetico pallone gonfiato che non sei altro!! Niente da fare…è proprio imbarazzanate per se e per gli altri.
    Ma si, nasconditi dietro wade, che è meglio.

    Bella partita tra Oklahoma e Golden State. Non ci speravo ed invece è stata scoppiettante. Ultimo tiro che forse si poteva prendere meglio con Ellis….

  49. @ Giulio

    ah cazzo…sono arrivato tardi per seguire il tuo consiglio. Vabbè, ormai tanto mi conoscete, se io punzecchio lebron è normale, e cosa di tutti i giorni!

    ;-)

  50. mjrossit

    I tiri presi da Miller, JJones, Arroyo, House sono tutti tiri piedi per terra con metri di vantaggio. Se sei Bibby o sei Miller o sei JJ sono tiri che devi mettere con costanza. Non gli chiedono di penetrare in area o crearsi un tiro dal palleggio ma semplicemente di punire sugli scarichi. Per cui, infortuni a parte hanno avuto 5 mesi per rimettersi in sesto. Miller è da gennaio che gioca e credo che 36 partite siano sufficienti per trovare un pò di ritmo. Avrei capito se fosse ritornato da 20 giorni ma non è così. Opinioni.

    Giangio
    Ho visto Myers anni fa a Latina e ti dico che era forte. Giocatore che ha dato tanto. E da tifoso-appassionato lo ringrazio di cuore. Dove gioca ora? Credo abbia 39/40 anni.

    Mamba-Procionide

    Una gara non fa storia, salvo che non sia gara sette delle finals. Io sono tra quelli (pochi probabilmente) che non condanna la scelta di James e non lo ritengo cosi “ignobile”. E’ un essere umano che come tutti fa caxxate e cose buone. Non lo etichetto perdente fino a quando non terminerà la sua carriera professionistica. Una volta terminata tireremo le somme.

    Bosh
    Non è una pippa ma neanche sto fenomeno. Non mi piace ma aspetto i PO per vedere cosa darà su i due lati del campo. Se offensivamente è una garanzia difensivamente è tutto da testare, come i Boozer di questo mondo. Ritengo che se fallirà sarà dei tre quello che probabilmente dovrà fare le valigie per arrivare a un giocatore/i utili al sistema. Ovviamente si daranno un altro anno di tempo ma al termine dello stesso se andasse male qualcosa accadrà. Siccome sono “presuntuoso”, se mi dicessero che ai PO uno ha toppato propendo per lui. Poi sbaglierò.

  51. mi sa che qui si oltrepassano i limiti…dire che lebron è un perdente è un pò troppo presto…parer mio ma quest’anno in regular si è pure un pò risparmiato…ansioso di vedere i playoff

  52. Fabio R, mi spieghi, cestisticamente parlando, e dunque riferendoti al giocato sul parquet, cosa ti fa dire “nasconditi dietro a Wade”? Perchè da quanto ne so io James in questa partita ha fatto tutto meno che nascondersi

    Dai ragazzi, un pò di buon senso: come dice Hanzo i fischi se li era già presi all’andata e giusto per rispondere aveva fatto una tripla doppia, figuriamoci se adesso aveva paura…Anzi, aveva talmente paura che è stato il migliore degli Heat e ha piazzato una tripla doppia…Spero vi rendiate conto di quanto ridicolo è quello che dite…Mah

    Perchè invece che perdersi nei soliti discorsi senza un senso logico, non si parla di qualcosa di interessante? Per esempio, questo a 26 anni quante triple doppie ha già messo? Mi sembra che sia il secondo dietro Jason Kidd tra quelli in attività…Pauroso

    • Anch’io ho letto in ritardo il tuo secondo commento, ma ti conosco si, come te conosci me :)

  53. Alfredo

    A dirti la verità mi dispiace che al (95%) Spurs e Thunder si incontreranno. Volevo vedere entrambi battagliare con i Lakers perchè sarebbero due sfide appassionanti. Due squadre con modi e filosofie di gioco differenti. Salvo sconquassi, Lakers primi o Thunder 3i non accadrà.

  54. Alert ti quoto, discorso molto intelligente che non fa una grinza, anche sul discorso supporting cast

  55. LeBron è un perdente.
    Non è un leader.
    A Cleveland era un leader “obbligato”, era il più forte e per questo lo si indicava come leader della squadra.
    Ora che è a Miami si vedrà chi avrà il coraggio fra i 3 (Wade,Bosh e LBJ) di prendere in mano la squadra.
    Imho lo vedo più lo Scottie Pippen dei Miami Heat.
    Jordan ha avuto bisogno di Pippen,Wade ha bisogno di Lebron.Ma Pippen mi sembra avesse più palle.Ci sono i grandi giocatori ed i campioni, le superstar. Di campioni in ogni squadra dovrebbero essercene tanti, il più possibile. Di superstar deve essercene una, mai una in più.
    Agli Heat questa è Wade.
    Per me andare in una squadra con Wade è una scelta da perdente.

  56. @ Alert

    le leggi della classifica.
    I Lakers prenderanno una tra grizzlies e hornets, poi dallas e Spurs. Mi pare un percorso per nulla semplice.
    Io poi non darei i mavs così inetti e battuti fin da subito. Per me sono anche più pronti dei thunder per far bene ai playoff. hanno giocatori veterani, rodati e sono in buonissima forma.
    Attenzione a non sottovalutarli troppo….

    @ Giulio

    Lebron sarà pure bravo (e chi lo nega!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!) ma è proprio idiota. Idiota vero poverino.

  57. @ giulio

    lascia stare. qua c’era gente che aspettava da decine di partite una cosa come quella fatta da lebron ieri al momento della chiamata (cosa che secondo me non significa niente come non significano niente tutte le spacconate dell’altro senso) per iniziare col processo.

    gli heat hanno recuperato la partita da meno 23 con un 19-1. poi, come capita a volte a tutte le squadre (boston ha perso con charlotte, chicago ha perso con phila) gli heat hanno perso la partita perchè i cavs (motivati a palla) hanno giocato un ottimo finale.

    questo è quello che è successo ieri (ho visto la partita).

    cosa succede nel forum di (presunti) appassionati di basket?

    aggettivi per lebron james: “perdente” “maiale” (????) “paggetto di wade” “si nasconde dietro wade” “padre di famiglia immaturo” “bambino” “leshame” “controproducente”.

    ah, comunque tripla doppia.

    il mio preferito è “se l’avesse fatta il 24 ci sarebbero 250 commenti”

    poi, dopo la precisazione (“il 24 queste cose non le farebbe mai e poi mai”) arrivano 75 commenti contro lebron.

    siete fantastici. (e io sono stato stupido a pensare che andato via gallo=bird ci potesse essere un po’ di calma). mi sa che abbiamo chiuso la stalla quando i maiali erano già in fuga…

  58. Alert
    Vabbè ma tu quando parli di Lakers ti torna in mente sempre il 2002 e l’airball di peja e cerchi tutti gli incroci negativi per vederli out…eheheheh
    Comunque possono dare fastidio spurs e thunder, come può darlo anche Dallas, ma francamente resto della mia idea di ottobre, l’ovest i Lakers possono solo perderlo loro, in una serie al meglio delle 7 vince la più forte…

  59. Sorry, vabbè abbiamo capito

    Fabior, ma sull’idiota ti do pure ragione, però abbi pazienza, se dicono perdente e vigliacco veramente sono ridicoli soprattutto alla luce della prestazione che ha fatto!

    • The oak

      Eh lo so si che è questo l’andazzo sul blog quando si parla di James…Dargli del montato e dell’idiota ci sta anche eh, ma perdente e vigliacco?! Mah, lasciamo perdere va là, anche se un pò di buon senso non farebbe male

  60. Jalen Rose arrestato, bel periodo per lui, dopo le accuse di razzismo alla Duke ci mancava pure questa, grande Jalen!

  61. Cercate ipocrita sul dizionario: troverete la frase “vedi LeBron James” …
    LeBron James è un codardo e non si merita altro che infelicità.
    Perdente!!!!!!!!
    Gilbert un genio a definirlo CODARDO.
    Prenditi i fischi poi vai a casa,LeBITCH!!!!!
    Dovevi prenderti la 33 di Pippen,altro che il 6 in onore al Doctor.

    • beh adesso, non è che pippen passasse per un cuor di leone… e mi pare abbian fatto storia i suoi mal di testa…

    • Sorry

      Direi che il concetto è chiaro. Ora che ne dici di passare oltre? O dobbiamo chiamare Gost Whisperer?

  62. Faceva notare Oriani sul suo blog sulla Gazzetta che Perkins ha giocato solo 12 partite con i Celtics quest’anno e che quindi il loro calo non può essere imputato allo scambio e alla sua assenza, visto che finche era contumace erano arrivati agilmente in testa alla classifica.
    Che ne pensate?

  63. su James concordo con quelli che sostengono che oggi si è andato un pò oltre… io sono certamente uno dei tanti haters che girano su questo forum, ma non confondiamo l’uomo con il giocatore, con non si può discutere…

    cmq, riprendendo il discorso di Alfredo, io sui Thunder in finale di conference ci metterei molto più di due centesimi…

  64. @ Giulio

    ora, a parte la “mostarda” che uno può metterci su cose del genere (io ci vado a nozze perchè conferma le mie idee sul suo immaturo comportamento eheh), sul giocatore NON HO MAI DETTO CHE NON SIA UNA FORZA DELLA NATURA!!!!!!!!!!!!! MAI!

    Mi fa solo tristezza perchè i veri campioni di questo gioco (un gioco FATTO DI UOMINI) non si comportano come Lebron. Il Re….Ma quale Re?????? Lui ha L’OBBLIGO DI METTERCI SEMPRE LA FACCIA. Se penso ai suoi “pari” come Bird, Magic, Duncan, Stockton, Malone, Nash e via via tutti gli altri…PRIMA DI TUTTO UOMINI E CAMPIONI FUORI, E POI CAMPIONI SUL CAMPO.

    Eh si “the oak” KOBE NON FAREBBA MAI UNA COSA DEL GENERE, ANZI, FAREBBE LA FACCIA DA CA++O (che ha, altrochè se la ha) E POI CI GIOCHEREBBE SU.
    Anche Kobe non è certo un simpaticone, avvolte anche io lo prenderei a schiaffi, ma a differenza di lebron, bryant dai suoi colleghi è portato su un palmo di mano e rispettato da tutti per la sua grinta, voglia di vincere, carisma, leadership e classe.

    Cos’è, ora non si può più nemmeno scrivere quella che è una semplice e lampante verità??

    Vi piace lebron? bene, non siete i soli. Ma il pacchetto è tutto compreso: bel gioco, ma anche un carattere da bimbetto viziato, arrogante e palesemente irritante.

  65. LeBron è un vigliacco, un cagasotto.
    Però ragazzi non facciamoci annebbiare la vista da quello che è successo in estate.
    Sul carattere, e sulle palle, ne possiamo parlare per anni. Per ora, ne ha dimostrate pochine. Durant, probabilmente ne ha di più.

  66. Procionide
    Io lo sto dicendo da giorni, quelli della gazzetta devono aver preso spunto da me :)))

  67. fabio r

    ma io dico, “e chi cazzo se ne frega, no?”

    mica guardo le partite per vedere come si comporta kobe o lebron davanti a un pubblico ostile. me ne frega meno di una cacata liquida in cina. problemi di altri. di chi è allo stadio, di lebron. non vedo onestamente che cosa ce ne possa fregare a noi appassionati di basket. io guardo il gioco. e il “pacchetto lebron” per me è il pacchetto delle sue giocate. non delle dichiarazioni (sue o di altri) non della vita privata (sua o di altri).

    allo stesso modo non mi interessano i balletti, le conferenze le pose dopo le schiacciate. per me quello è semplicemente tempo morto.

    tornando alla partita direi che è facile capire chi l’ha persa e chi l’ha vinta: l’ha sostanzialmente persa bosh. io non son uno di quelli che gli da addosso a prescindere e riconosco quando da il suo contributo fondamentale. ma ieri, dopo la rimonta pazzesca degli heat l’inerzia della gara era tutta per loro. sul pari 83 avrei scommesso duecento euro che avrebbero vinto, anche perchè i cavs erano in rottura prolungata e non segnavano manco sparati. e che ti combina bosh? si fa mangiare in testa tre rimbalzi di fila (e i cavs tornano a segnare così) e poi si fa stoppare come un senza palle in attacco.

    lì gli heat hanno perso la fiducia ed erano stanchi dalla rimonta.

    bene i cavs, grande cuore. a decidere la partita sono stati harris (o come cazzo si chiama quello che marcava bosh e gli schiacciava in testa) e soprattutto parker che ha messo tre triple fondamentali per l’ultimo allungo. la seconda completamente fuori equilibrio.

    ecco la storia di una partita in cui la tripla doppia di lebron e le zingarate di wade sono state quelle di sempre e non hanno inciso sulla sconfitta (anzi, i due hanno anche mostrato una grande difesa).

    nota su lebron: siamo sempre lì, l’onnipotenza cestistica è lontana un jumper. solo che lui il jumper non ce l’ha sempre. ci sono serate come quella di ieri in cui decide (non so come né perché) di non provarlo nemmeno il tiro da fuori. mistero.

    mi scuso per la lunghezza del post.

  68. alert e giulio
    Lebron giocatore fantastico, sa fare tutto in modo eccellente ed in ogni campo è da considerarsi fra i primi 5 della lega o nei limitrofi, però sono sincero, le sue triple doppie non le considero così positive per la squadra come quando le mette jason kidd, perchè spesso nascono da un accentramento del gioco che per me è negativo e non positivo, se fai 30 punti e 10-12 asist palleggiando per 20 secondi ogni azione, portando la palla e mangiandotela, sinceramente non credo che per i compagni di squadra sia positivo anche se poi ti arriva un biglia 5 stelle extra lusso.
    Sul fatto che i tiri arrivino piedi per terra da dopo 20 secondi di palleggi di lebron oltre a quello scritto sopra c’è anche che tolgono molto ritmo ai tiratori che di solito vivono appunto di ritmo, infatti tutti quelli degli heat di quest’anno(tolto miller che per me ha bisogno di avere maggiormente la palla in mano per rendere) quest’anno sono stati discontinui al tiro, alternano magari prestazioni da 50-60% ad altre da 10-20% invece di mantenere una regolarità intorno al 35-45% che sarebbe molto più utile…….
    Con l’avvento dei play-off credo che questa tendenza possa essere accentuata dalla pressione esattamente come succedeva ai cavs lo scorso anno soprattutto se poi il tuo leader non si carica sulle spalle la responsabilità di eventuali fallimenti invece di dire e ma io ho fatto 35 e ho dato 12 palle fantastiche, se poi gli altri non la mettono…………….

    Sul fatto che kobe oggi non si sarebbe presentato alla presentazione, neanche discuto perchè lui gode proprio a metterci la faccia quando lo fischiano, quindi l’avrebbe fatto sicuro, ma non dico che lebron se la faceva sotto, questo assolutamente, ma secondo me gli davano fastidio e l’ha fatto per dispetto (ah sì voi mi fischiate????? e io non vengo così fischiate l’aria)
    Facendo così ha lasciato però i suoi compagni a metterci la faccia per lui, e questo mi sembra un comportamento infantile che non trasmette leadership, e penso che anche su questo ci sia poco da aggiungere!!! Può darsi sia un caso, ma credo che questa nelle ultime dieci sia una delle partite peggiori giocate da quelli che non sono lebron, sarà un caso??????

  69. Fabio ma guarda che io mica ti ho ripreso perchè hai detto che James è na pippa…Ma perchè hai detto che si è nascosto dietro Wade quando niente del genere è avvenuto…Ripeto, si può discutere l’uomo quanto volete, è un idiota e un montato e sul punto non si discute, ma se gli date del perdente e del vigliacco perdete il buon senso! Forse dimentichi la prima partita a Cleveland, quando i Cavs erano in un buon momento e gli Heat no…Migliaia di fischi, lui se li è presi, si è caricato gli Heat che sarebbero la squadra (secondo voi) solo di Wade sulle spalle e con una tripla doppia li ha portati alla vittoria…Quindi fate dei discorsi che non stanno ne in cielo ne in terra, ma veramente

    Poi il paragone con Kobe, come dice Alert, francamente non capisco che su cosa si basa? Ah, Kobe è cuor di leone e James no? Dimenticavo anche questa…La controprova non la avremo mai, io sono contento di vedere Kobe dov’è, ma vi giuro, quanto vorrei che fosse andato ai Bulls qualche stagione fa, adesso dovreste mordervi la lingua…Se Gasol non fosse arrivato, 100% Kobe faceva le valigie, spero lo abbiate bene in testa questo…Ognuno ha i suoi difetti, Kobe si crede superbo tanto quanto James, sono storiche le partite in cui i Lakers perdevano perchè tutti i tiri li prendeva lui, poi ditemi quante volte nella storia della lega si è visto un rookie che si rifiuta di giocare per una franchigia, ma questo fa parte del campione per Kobe, mentre se si parla di James allora è un perdente e un vigliacco…Io non lo penso assolutamente, ma allora non si potrebbe dire che Kobe è un vigliacco perchè non ha avuto coraggio di caricarsi gli Hornets sulle spalle? Vi rendete conto di quanto ridicolo è quello che ho appena scritto?! Spero di si…Ebbene, voi raggiungete tali livelli con James!!!

    La verità è che James, come Kobe, come Jordan, come chiunque, sono veri e propri campioni con i propri pregi (tantissimi) e i propri difetti…Che poi ci sia un amore incondizionato per Kobe e un odio incondizionato per James è cosa certa e spiace leggere simili assurdità…Ora chiudo il discorso perchè se no si finisce sempre nelle solite banalità

    • “il pacchetto è tutto compreso: bel gioco, ma anche un carattere da bimbetto viziato, arrogante e palesemente irritante.”

      Bene, ma da questo a dire che è un perdente e un vigliacco ce ne passa…E’ un collegamento senza senso!!! Su Durant non serve nemmeno rispondere Kevin

  70. Da oggi Lebron James ha un posto nel novero dei perdenti di questo sport, anche se dovesse vincere tutti i titoli da qui a quando smette. Queen James, altro che King.
    Avrebbe avuto un senso se si fosse trattato di un qualunque altro giocatore… Poichè da sempre si atteggia come il nuovo Jordan, come Il Prescelto, aver optato per la vittoria senza gloria non solo lo ridemensiona a livello, ma lo costringe letteralmente a levarsi quella corona immaginaria che l’aveva reso “The King”. Adesso non è altro che un bravo giocatore di pallacanestro, e tale resterà.Lebron è un perdente nato. chi abbandona una squadra nata e crescuita con e per lui è solo un vigliacco e non merita il minimo rispetto. tantomeno quello dei suoi ex compagni. per fortuna il pubblico americano è legato alle squadre e non ai singoli giocatori come viene invece spontaneo essere ai tifosi dell’ultim’ora qui in europa e pertanto non ha più il minimo rispetto di un giocatore che ha scelto la strada facile(lo è poi?) invece che guadagnarsi il titolo

  71. @ the oak

    ” ma io dico, “e chi cazzo se ne frega, no?” ”

    ok perfetto (questo dal mio punto di vista) ti riabilità, perchè in effetti mica siamo loro parenti, amici o manager che dobbiamo preoccuparci del loro modus operandi ultra-basket. Tra l’altro, a modo tuo, lo condanni anche tu questo suo modo di essere (persino IYW spesso lo critica eheheheh)…..ma allora perchè prendersela con noi se ci mettiamo un po’ di “mostarda” (cit) visto che in fondo in fondo non aspettiamo altro per deriderlo un po’.

    Il giocatore è forte, ma forte assai. Appena questo fa 1 più 2 si salvi chi può. Per il momento mi godo il fatto che ha ancora parecchi difetti, soprattutto mentali e questo potrebbe ancora condizionarlo quando si andrà ai playoff e farà + caldo………..meno male per lui che in quei momenti ora avrà Wade…..

    ;-)

  72. Bene, leggo con piacere che altri luminari hanno incominciato a commentare….. non c’è proprio limite al peggio… Sembra di leggere il forum della Gazzetta…

  73. Kevin, come per Sorry, vabbè abbiamo capito

    NICK ho dimenticato di menzionarti prima, da sportivo apprezzo quanto hai detto nell’ultimo post

    Gatzu, sul discorso tiratori da una parte hai ragione, hanno bisogno di ritmo, però d’altro canto non gli si chiede di fare nient’altro…Per me ripeto, i limiti del supporting cast degli Heat sono sotto gli occhi di tutti, Bibby questa partita l’ha interpretata bene e infatti i suoi tiri guarda caso se gli è presi…Per quanto riguarda il discorso triple doppie, Kidd è un giocatore completamente diverso da James, non penso si possano valutare le due triple doppie…Da una parte è impressionante un play che prende tanti rimbalzi ma è “normale” che sappia gestire i tempi meglio di James che è un’ala, dall’altra però è impressionante che un’ala come James abbia una simile visione di gioco e capacità di passare la palla mentre è più normale che oltre ai punti prenda una decina di rimbalzi…Se mi parli di tripla doppia riferendoti alla gestione dei possessi è chiaro che un paragone tra James e Kidd è ingeneroso e anche un pò ingiusto se vogliamo…Ma una tripla doppia è pur sempre una tripla doppia eh

  74. @ Giulio

    ok…io tra l’altro non volevo che il discorso durasse tanto. Avevo letto molte battute a tal proposito oggi e mi sono buttato anche io (non si sono trattenuto eheh). Ora si può anche andare oltre.

    Solo gossip, e come tale va preso in dose minime.

  75. Giulio

    Forse non ti ricordi di quanto era odiato Bryant tra il 2004 e il 2007, non scherziamo, Kobe adesso ha la reputazione che ha perchè ha vinto e se finisse la carriera adesso gli si potrebbe dire poco e niente ma dopo che Shaq andò via gli hanno rotto i coglioni per anni, eccome se glieli hanno rotti….

  76. @showstopper

    lo penso anche io. oggi qualcuno (e non dico fabio r, perchè la sua “ossessione” contro gli heat e lebron è accompagnata spesso da autoironia e comunque parla anche di altro quindi non ce l’ho con lui) si è alzato dal letto con l’intenzione di inzozzare il forum.

    @ fabio r ma appunto non ce l’avevo con te, la tua “mostarda” la metti da inizio anno e scondo me non hai mai passato il limite (anche se non concordo). però oggi qualcuno è arrivato a scrivere “lerbon schifoso maiale” o qualcosa del genre. e lì davvero mi è sembrato ridicolo.

    chissà, magari dietro Sorry e Kevin si nasconde il nostro amico supercommentatore. il convitato di pietra. l’idea non è poi così campata in aria…

  77. dopo avere letto certi commenti Rimpiango di non leggere piu i papiri di Gallo=bird…ragazzi ma come si fa a giudciare patetico, maiale ecc un giocatore da una cosa come questa??capisco che possa essere un segno di debolezza a giudicare una persona come uomo da una partita di basket e da un gesto cosi dal mio punto di vista non può esistere…cosa ne sappiamo noi di che tipo di uomo è lebron??cioè lui è un giocatore assolutamente fantasstico dal mio punto si vista …uno dei migliori animali da RS degli ultimi 20 anni…adesso vediamo se raggiungerà una maturità da far si che vinca il titolo…ma giudicare una persona da una cazzo di partita di basket mi sembra una cosa vergognosa…e io parlo da tifossissimo lakers!!!

  78. giulio
    Eh no, una tripla doppia non è sempre una tripla doppia, altrimenti i 20+10 che ci sono nella lega sarebbero sempre uguali, invece non sempre è così, un conto sono i 20+10 di garnett e duncan, un conto sono quelli di bosh e boozer!!!!
    Quello che voglio dire io è che la palla lebron non la deve portare, per due motivi, primo perchè lui quello che fa in 20 secondi lo sa fare anche in 2-3 perchè è un fenomeno secondo perchè responsabilizzi i compagni e gli dai modo di crescere per quando sarà utile e magari tu farai fatica e avrai bisogno degli altri per vincere, non basta mettersi con i più forti, devi giocare anche loro altrimenti non esprimerai mai il massimo del tuo potenziale……
    Da questo punto di vista per me wade sta anni luce avanti e bisogna essere onesti, anche perchè fin dal suo primo anno è stato abituato ad un gioco più corale perchè non era lebron e si è dovuto conquistare sul campo i gradi di leader…………
    La cosa che fa rabbia è il potenziale che si vede in lebron, il problema è che ancora non si capisce dove realmente possa arrivare, premesso che per me non è una cima nelle uscite e nei comportamenti e quindi mi sta un pò sulle palle a pelle, ma questo è da scindere in un’analisi sul giocatore

  79. vedi un po’ se mi tocca difendere lebron.
    ditemi voi se un uomo che porta in finale una squadra che aveva sotto contratto ilga, gibson, hughes, gooden, varejao, pavlovic, marshall, damon jones e via via tutti gli altri (mi sono limitato ai “migliori”) è un perdente. ho capito che può stare sul cazzo e che scene come quelle di ieri sera dimostrano qualche crepa mentale, ma qui si rischia di esagerare. è, proprio volendolo screditare che più non si può, il numero 3 di questa lega, è in lotta per il TERZO MVP consecutivo e sforna triple doppie ogni sera che berlusconi organizza un festino. e poi smettetela con sta storia che è il secondo di wade, sono le due star degli heat a pari merito stop!!!

    prima ho letto che bosh è paragonabile al mago. ok non sarà un fenomeno d’intensità ma il ragazzo ha talento e davvero tanto, tant’è vero che quest’anno a toronto senza di lui stanno facendo molte più figure di merda dell’anno scorso. ha ragione giulio quando parlate così dimostrate solo di essere degli haters

  80. @ Giulio

    Si fa per discutere! ;-)
    Imho è un buon giocatore ma soppravalutato.Le sue decisioni mi sanno tanto del perdente.
    Dopo la scelta LeBron sembra sempre meno King,mostra che ha paura di non farcela da solo, e che quindi è stato sopravvalutato da tutto il mondo del basket!

  81. Beh che dire, meno male che oggi si sono aggiunti altri fenomeni da baraccone, se ne sentiva la mancanza…mi viene quasi da dire “Gallo dove sei, ti prego torna”…perchè tra un commento palloso e l’altro, almeno un minimo di equilibrio ha sempre cercato mi metterlo…

    E’ bastato un gesto, di cui nessuno di voi, che giudicate della gente lontana 10000 km per un video o due cazzate lette, sa le motivazioni, per fare uscire fuori una serie di commenti, supposizioni, giudizi insindacabili, definizioni scolpite nella pietra.
    Dopo aver giocato 35 partite in trasferta, sempre sommerso da fischi, ovunque andasse, dopo aver seppellito i Cavs, al 1° incontro stagionale, in un ambiente irreale, oggi si scopre che LBJ è un vigliacco, un uomo di merda, nn sarà mai un leader. Tanto poco è bastato per far riuscire fuori tutto l’odio da frustrati, covato per mesi, mesi in cui forse sul campo è stato criticabile, ma fuori ha quasi sempre detto e fatto la cosa giusta

    Qualcuno diceva stamane “ah, se lo avesse fatto Kobe, via 250 posts”…si, via 250 posts scritti da coglioni, perchè coglione bisogna essere, per giudicare uno che nn conosci affatto, per un gesto di cui nn si sanno le motivazioni.
    Vedendolo giocare, posso anche pensare che KG abbia un atteggiamento da coglione (a volte, quando esagera col Trash Talking), ma nn è che ora perchè salta una conferenza stampa, o se ne esce con qualche frase sconnessa, mi metto a cagare giudizi come se abitassi a casa sua o fossi il suo migliore amico

    LBJ il traditore, quello che abbandonato la nave (beh, almeno ora chi lo criticava per essere andato via dai Cavs ha smesso un minimo di frignare, visto che tecnicamente ha fatto bene), LBJ che nn ha avvertito prima Gilbert della sua decisione (Mio Dio!!! Lo stesso Gilbert che ha reagito alla sua partenza come un matto invasato, e con delle dichiarazioni che nn si erano mai sentite? Ma vi ricordate niente di simile quando Shaq lascio Orlando in mutande? Parole tipo “traditore”, magliette bruciate? Io la NBA la seguivo già da un po’, ma niente di questo successe…), come se uno come Dan G., sapendo che LBJ se ne andava, avrebbe reagito con aplomb, senza scatenare un Capodanno Cinese

    …visto che la pietra di paragone con LBJ è sempre Kobe, rileggevo poco fa un America S.B. del 2007, l’articolo di intitolava “cosa vuole fare Kobe?”…il Maturo Kobe, il Leader, quello che nn abbandona mai la nave…solo che nell’articolo c’erano dichiarazioni curiose, come quell’amabile “Andrew Fuckin Bynum” (avete mai sentito LBJ parlar male di un suo compagno di squadra?), come “mi sembra evidente che ho giocato la mia ultima partita in GialloViola”, come “dove giocherò il prossimo anno? A questo punto andrebbe bene anche Saturno”…

    Ora capisco che in un forum dove l’80% tifa Lakers queste parole possano dare fastidio, ma come si dice, carta canta. Ma nn voglio fare il processo a Kobe, a me nn me ne fotte niente, perchè per quanto a qualcuno che nn nomino ha sempre fatto comodo dipingermi come un anti-Lakers (a che pro? Cosa me ne viene in tasca? Vaglielo a chiedere…), più di una volta mi sono trovato a difendere Kobe da alcune accuse che trovavo ridicole

    Per me Kobe nel 2007 fece stra-bene a chiedere di essere ceduto, come nel 2010 ha fatto bene LBJ a cambiar aria. State qui a pontificare decisioni umane, a giudicare miliardari per cui nn siete altro che formiche, usando una serie di luoghi comuni tipo “ti pagano un fottio, quindi zitto e giochi, anche in Siberia se te lo ordinano”, invece di concentrarvi eventualmente su considerazioni tecniche, quelle si che possono essere interessanti, ed oggetto di discussione

    Ancora bisogna stare a sentire quelli che “a Rubio è un viziato perchè nn vuole andare a Minnesota”, come se fossero cazzi vostri, come se fosse un vostro caro amico o vostro fratello, come se il GM di Minnie avesse un coltello puntato alla gola (invece A-nn gli sta dando una lira, B-può sempre cedere la scelta ed avere qualcosa in cambio)

    A me LBJ nn è mai stato simpatico e mai lo sarà. Adoro la gente come Nash, Duncan, Ginobili, Nowitzki, anti-star per eccellenza. Ma nn permetto di giudicare la vita di un ragazzo di 26 anni, che da quando ne ha 14 è sulle riviste e le Tv nazionali, che ha subito una serie di pressioni o di leccate di culo che nessuno di noi potrà mai minimamente comprendere, solo perchè si fa tatuare “chosen one”, o altre cagate simili

  82. Ma che cazzo sta succedendo a questo blog? Prima non era così pieno di idioti che si infilano per insultare o dire che poco hanno a che fare col basket. Di personaggi simili ne ricordo solo due: true e il mitico lamezia terme. Ma ora è davvero troppo.

    Sul basket. Grandi rivincita dei cavs che battono malamente gli heat. James ovviamente ha dato il suo, 27+12+10, ma niente, quando bosh si fa stuprare da un hollings qualsiasi…

    Sulle critiche a james, qua dentro è un macello, c’è gente che spara a zero così per fare. Persone che considerano lebron un idiota senza dire perché, le motivazioni perché ha lasciato i cavs, sono prive di senso. Stare ai cavs non aveva più senso, ma di questo ne abbiamo giù parlato, e il recordo degli heat e dei cavs dimostra che ha fatto benissimo.

    Altra cosa, molti sostengono che lebron abbia perso la faccia e che, dopo la sua “decisione” non potrà più godere del rispetto della lega.

    Ora, queste sono vaccate, e si sa benissimo, lo dimostra il fatto che james rimane al n.2 della classifica per l’MVP su ESPN e probabilmente non è al n.1 per via del record dei bulls di quel piccolo fenomeno che è Rose.

    Ha dimostrato di essere vigliacco quando? come?
    Ah, e poi dire che tizio o caio non avrebbero mai preso alcune sue scelte, o non avrebbero mai avuto determinati comportamenti, non ha senso, perché nessuno ha mai affrontato una situazione simile, così come è impossibile stabilire come si sarebbe comportato che so, wade, o lo stesso james nella situazione in cui finì Kobe per via dell’accusa di stupro.

  83. Gatzu

    No calma, non intendevo che tutte le triple doppie sono uguali e che hanno lo stesso peso, ma che comunque nell’economia di una partita hanno una certa rilevanza…

    Ora, parlando di gestione dei possessi io ti dico, James è un mostro ma per quanto abbia una visione di gioco e una capacità di servire i compagni fuori dal comune, non deve avere palla in mano…Su questo non ho mai discusso, attenzione, per me James è letale al 1000 per 1000 quando viene servito in movimento, perchè non hai modo di limitarlo! Io sono a favore della palla in mano a Wade, però sempre con un pò di equilibrio: non si può certo dire che se in qualche azione è James a impostare fa sempre malanni…Questo è il mio punto di vista, Wade palla in mano e James a ricevere, e in certe azioni si devono scambiare i ruoli, in questo modo voglio vedere come li fermano! Ma d’altronde questo è ancora il più grande limite dei due, una volta che si conosceranno e si troveranno al 100%, vedrete che gli Heat stessi faranno un upgrade non da poco!

    “non è una cima nelle uscite e nei comportamenti e quindi mi sta un pò sulle palle a pelle, ma questo è da scindere in un’analisi sul giocatore” TANTA STIMA, Gatzu!!!

  84. Alfredo- fabio r

    Non penso alle finali di conference del 2002 e all’airball di Peja. E’ passato punto. Quando parlo di PO e della pericolosità delle squadre ho sempre ritenuto Lakers sopra tutte ma le uniche due/tre che potevano dare fastidio erano (a parer mio) Spurs, Thunder e Rockets.

    Rockets
    Li reputavo pericolosi perchè con Yao sano avevano il miglior pacchetto lunghi ad ovest dopo i losangelini e ritenevo che in salute potessero dare fastidio. Fuori Yao addio sogni.

    Thunder
    Squadra futuribile e fortissima che ora con un pacchetto lunghi più attrezzato può dare fastidio ai campioni. Tenere botta con i lunghi era l’obiettivo della squadra, raggiunto secondo me dalla trade. Inoltre hanno un anno in più di esperienza che non guasta. Il duo Durant-Westbrook sarà più pronto. Se poi si affornteranno in semi o in finale vorrà dire che i ragazzi terribili avranno almeno vinto una serie.

    Spurs
    Unica squadra che sa come battere i Lakers e che ha esperienza palle e talento per farlo. Da qui a riuscirsi ce ne vuole. Ovvio che la salute dei soliti tre e il rendimento di TD farà la differenza.

    Mavs
    Non ho mai pensato a loro come contender e forse sbaglierò di brutto ma un Kidd annacquato, il solo Chandler con Haywood sotto le plance non mi sembrano siano garanzie di successo. Poi l’assenza di Caron Butler conticchia. per cui non li vedo rampanti.

    La vedo la classifica ma amo vedere le sfide. Mi piacerebbe per lo spettacolo che le migliori si affrontassero e poi permettimi (fabio) ma Hornets sono deboli senza West, i Grizzlies sono tosti mentre non so perchè ma i Mavs alla pattuglia gialloviola non li spaventa. Sarà la mia sensazione.

    Spurs hanno tre gare di vantaggio. Se giocano le restanti senza il trio non vincono la conference tenendo conto dello scontro diretto che potrebbe dimezzare la distanza tra loro e i Lakers. Quindi per paradosso che sia vedere Lakers primi non è una chimera. Dipende da cosa decide Popovich.

  85. Kevin

    Nessuno ti ha cercato, ma mi fa ridere il fatto che tu ti sia sentito chiamato in causa.

    Alert
    Il fatto è che nella western ci sono team con record superiori a quelli della estern, ma poi in prospettiva playoffs, a parte gli spurs non vedo chi possa contrastare i lakers.

    Negli anni passati i jazz pur con un record ottimo non hanno mai dato la sensazione di poter battere i lakers.

    Ad Est invece ci sono squadre con record ridicoli se si considera che giocheranno i playoffs.
    Ma sinceramente nonostante il 48% di W, non credo che i knicks possano essere swippati da nessuno. In passato anche team meno forti ad est hann dimostrato di poter dare molto fastidio alle contender(vedi boston con atlanta nel 2008, o orlando con phila nel 2009).

  86. Michael Philips

    Io vedo Spurs e Thunder e nessun altro ad ovest.

    Ad est non vedo bene i Knicks. Dipenderà da chi affronteranno al primo turno. Comunque squadra schizofrenica.

    Non vedo l’ora di gustarmi i PO così i nodi verranno al pettine. No excuses per nessuno.

  87. Se i Lakers sono quelli delle ultime settimane, gli Spurs anche sani al massimo ne vincono 2. I Thunder idem Vincere una serie conro QUESTI Lakers è impossibile per chiunque, Boston compresa. A mio avviso, parliamo della squadra più forte e completa del post-Jordan, superiore anche alla LA del 2001

  88. alert
    Io credo che si tenda a sottovalutare questi knicks, così brutti. Sinceramente non credo che si possano prendere sotto gamba nei playoffs, insomma, saranno confusionari, non difendono ecc, ma billups+melo+stat ti possono vincere più di una gara anche senza difendere, e poi se ci prendono gusto chi lo sa. Le altre le do perdenti, ma un team con un trio simile, a prescindere non c’è la faccio a considerarlo perdente.

  89. Ad oggi come sarebbero gli accoppiamenti per i po?

    est
    BULLS – INDIANA
    BOSTON – KNICKS
    MIAMI – PHILA
    MAGIC – HAWKS

    WEST
    SPURS – MEMPHIS
    LAKERS – HORNETS
    DALLAS – PORTLAND
    THUNDERS – DENVER

    giusto?

  90. secondo voi i lakers del possibile threepeat 2009 2010 2011 sono piu forte dei bulls di jordan dell ultimo threepeat??

  91. SU lebron

    io me ne frego di chi sia come persona,come giocatore non credo sia discutibile pero un gesto simile (che magari voleva essere uno sfotto ai suoi ex tifosi) nella tua squadra puo creare una situazione spiacevole in qualche modo meno sicurezza nei suoi confronti….
    poi è chiaro che in campo dimostra sempre chi è……….

    la sparo forse lebron è un trascinatore ma ancora gli manca del carisma emotivo per coinvolgere al meglio i suoi compagni insomma non danno l’anima per lui come magari capita ad altri leader piu completi…

    secondo me ci vuole una bella raddrizzata tattica deve essere servito in movimento ,e sempre secondo me farebbe ugualmente le triple doppie come niente magari gl’isolamenti solo in determinati momenti …
    ed anche quando si ritrova al fare il play magari far circolare quella minchia di palla (anche se deve essere sempre meno in una partita )

      • Io sinceramente non me ricordavo così forte
        quest’anno ha messo su belle cifre con svariate doppie doppie.
        Certo il contesto non lo aiuta…

  92. splendida giornata,oggi e il turno dei lebron-hater.avrei fatto volontieri a meno…
    leggittima la scelta di james di andare via pero non si puo neanche lamentare del fatto che venga fischiato dai suoi ex tifosi,e il minimo che possono fare.uno dei pochi piaceri che hanno avuto quest’anno e la vittoria di ieri sugli heat.
    cmq spero che i cavs abbiano le prime 2 scelte del prossimo draft.

  93. salve ragazzi, vi seguo da ormai qualche anno ed è sempre stato un piacere leggere le vostre discussioni, che seppur colorite e animate erano comunque un modo piu simpatico di vivere il mondo nba.
    da qualche tempo a questa parte le cose hanno preso una brutta piega, non saprei neanche di chi sia la colpa, avete fatto anche scappare il povero Gallo=Bird. sta diventando peggio del Processo di Biscardi. datevi una calmata, lo dico per voi, perchè come me penso in tanti a breve potrebbero abbandonare quella che era una piacevole lettura e “partecipazione passiva”.
    e lasciate stare il povero LBJ, ve lo dice un tifoso lakers.

    • mmm secondo te i bulls avevano il reparto lunghi della qualità dei lakers??lasciando perdere il paragone kobe jordan…diciamo che pippen artest mi sarebbe piaciuto vederlo come duello cosi come gasol rodman…però si assomigliano secondo me….quindi non mi sembrano piu forti di molto,,,

  94. worm

    Ha dimostrato di essere un trascinatore nel fin dalla prima esperienza nei playoffs. Ha fatto rendere un roster come quello dei cavs, al massimo. Io ricordo un james 21enne che sgridava i compagni perchè non ritornavano in difesa, oppure ricordo come quei cavs fossero totalmente dipendenti da lui non solo tecnicamente, ma anche dal punto di vista emotivo.

    Melo è un super talento che non ha mai dato l’impressione di poter essere la guida, o il leader.

    James sopratutto nei playoffs ha fatto cose pazzesche, infatti, se consideriamo che in regular lui mi pare che abbia messo a segno solo 1 o due buzzer beater, nei playoffs ha messo il canestro dela vittoria diverse volte. Poi a leggere alcuni commenti pare che james sia il codardo di turno che quando conta sparisce. eh vabbè..

  95. mp

    è vero che sparisce lebron,come quando è scomparso nel 2009 contro i magic a 35 pt di media e un buzzer beater,però va detto che ai PO scompare ed è un perdente (cit.)

  96. Tra quei bulls e questi lakers non saprei davvero.

    harper – fisher
    Jordan – Kobe
    Pippen – Artest
    Rodman – Gasol
    Longley – Bynum
    Kukoc – Odom

    Solo solo avere in campo rodman e artest contemporaneamente avrebbe creato grossi problemi, ma anche questo Kobe contro quel Jordan sarebbe stata una sfida nervosa probabilmente.

    Non saprei…

  97. ho visto da poco mavs-spurs gara 3 del 2003 e secondo me solo con quel duncan ci sarebbero possibilita di vincere con i lakers ………
    e vero gli spurs sanno come vincere rispetto alle altre pretendenti ma non credo che basti….

    tra bulls 96-98 e lakers 09 -? credo che la forza mentale di quei bulls farebbe la differenza con quei chicago non potevi permetterti delle pause mentali o delle superficialita di cui i lakers ancora sono vittime …..poi con la versione 97 con bisol-rodman vedo i gasol-odom e bynum in profonda crisi di nervi anche se tecnicamente superiori ….

  98. @Alert
    Ma che ha combinato ieri Dalembert???
    Proprio ieri doveva giocare così male??? POrca paletta
    Ma si è infortunato?

    Myers ha finito la sua carriera dove aveva iniziato, a Rimini, e proprio oggi compie 40 anni!

  99. http://www.youtube.com/watch?v=qhiY3jVoAuM

    lebron che scompare hajahaha JOE JHONSON che scompare…VINCE CARTER che scompare ma lebron che scompare e’ proprio una cazzata!
    Ha ciccato qualche partita in particolare una? Indubbio
    Non e’ dio sceso in terra o il clone con i labbroni di jordan..indubbio

    Ma che SCOMPARE es e’ un PERDENTE proprio no…
    e anche se non vincesse niente non sarebbe un perdente! ma avete visto la grinta? avete visto le palle? Nash non ha mai vinto niente ma quando due anni fa e’ uscito al primo turno con gli spurs io quasi tiro un pugno alla televisione per quanto un VINCENTE come lui fosse un peccato che dovesse uscire!

  100. Ma qualcuno mi spiega che è successo a gall=bird?

    tifoso
    Ma senza tornare indietro, i passati playoffs sembra che james li abbia giocati di merda: allora, 29.1pts 9.3reb 7.6ast col 50% dal campo, il 40% da 3 e 1.7stl e 1.8blk. La serie contro i bulls vinta 4-1 ha viaggiato a 31.8+9+8(!) ma stiamo scherzando?
    Contro i celtics ha vinto da solo due gare, gara 1 35+7+7 e gara 3 a boston con 30+8+7, ora ha toppato una gara, una, e mi sono diventati playoffs fallimentari. Toppare una gara è normale, come è normale perderla quando i tuoi compagni non sono gasol, odom, artest e fisher o pierce garnett allen. I cavs non avevano un giocatore in grado di risolvere una gara. I lakers nelle finals hanno vinto gara 7 grazie al finale di gasol e alla tripla di artest, e non ricordo quale gara grazie a 11pts di fila di fisher nel finale di gara…

  101. MP

    nessuno puo minimamente discutere come in campo lbj trascini la sua squadra , ci sono una marea di partite a dimostrarlo ..e che sproni non credo si metta in discussione ma il suo tipo di gioco e magari questi gesti secondo me nei compagni qualche disturbo o delle insicurezze o peggio “ci pensera come al solito lui” potrebbero essere contro producenti ….

    ho rivisto la serie bulls-knicks del 1989 e jordan giocava con gli stessi difetti troppa ma troppa palla … e gl’isolamenti non ti dico anche se credo ad occhio fossero cmq inferiori di numero a quelli di lebron ….

    HEAT

    secondo me se trovano il modo di giocare da squadra anche i difetti di Bosh possono essere limitati e mascherati .
    con squadra intendo nessuno che monopolizzi la palla in modo eccessivo …..

  102. Io immagino Lebron che gioca contro i bulls come kobe fece con i thunders, 23pts col 40% dal campo. Vedo un james eliminato dai bulls senza discussioni, e una miriade di critiche. Kobe non stava bene, infatti poi a dimostrato contro i jazz, ma sopratutto contro i suns che pur avendo giocato male una serie poteva ritrovare la forma e arrivare a vincere ugualmente.
    Tutte cose che lebron non ha mai potuto fare, se toppava una gara, i cavs perdevano, e non impotrava se stava male o aveva semplicemente sbagliato gara. I lakers avevano un roster talmente forte da potersi permettere un kobe da 12pts in gara 4 e 13 in gara 5 e vincerne almeno una. Lebron ha sempre dovuto fare gli straordinari per ogni vittoria, e c’è chi ha il coraggio ri accusarlo di nascondersi nei playoffs?

  103. rodman avrebbe stuprato gasol,questo è certo..pippen molto più forte di artest,idem..mj avrebbe fatto impazzire kobe..idea mia eh..

    • be solo x vedere ron ron e il verme insieme avrei pagato…pero io darei credito a gasol…non sarà un giocatore “duro” ma non è neanche piu il “gasoft ” del 2008..oltre tutto rodman pagherebbe un po in termini di cm con gasol e bynum…certo probabilmente li avrebbe dominati a rimbalzo..pero mi sarebbe proprio vedere la sfida..a te no??

  104. Worm

    Gli heat sono ancora un cantiere. La gestione della palla è da dividere tra james e wade, sebbene lebron sia più play di wade. Perché non è che james quando tiene la palla fa danni, anche questa stagione è sui 7ast a gara. il problema è che come si sa, i due sono troppo simili, sia wade che james sono giocatori che vogliono creare, nonostante sia anche noto quanto entrambi siano letali in trasizione.
    Credo che anche nei playoffs a turno prenderanno controllo della gara a seconda della situazione, nel senso che non partiranno con l’idea che oggi porta palla james, domani wade. Credo che se uno sia in giornata il team farà di tutto per metterlo in condizione di segnare, e capiterà un pò a tutti e due.

  105. ciao Brazzz

    Io credo che gasol sia un pò troppo alto per rodman, cioè gli avrebbe tirato in testa sempre, senza dover lottare più di tanto. Cosa che non poteva fare malone dato che era solo qualche cm più alto.
    Artest contro pippen vedo pippen meglio, ma è difficile, diciamo che pippen faceva quello che fa artest in difesa, però in attacco era tutta un’altra storia. Però va detto anche che nel caso un odom avesse giocato contro rodman, gasol avrebbe stuprato longley…non saprei davvero.
    Jordan contro kobe, io mi baso su quel poco che si è visto, e io ricordo un 18enne che non aveva un bricciolo di paura ad affrontare sua maestà, figuriamoci questo kobe, non so chi avrebbe avuto la meglio, io credo piuttosto che forse si sarebbero annullati a vicenda. Jordan non ha mai affrontato un avversario simile, sia come talento che come testa e aggressività.

    • mah…sicuramente i lakers hanno delle pause …ma poi arrivati ai playoff queste pause diminuiscono sensibilmente…io ripeto, avrei voluto vedere quella sfida..senza pronunciarmi su kobe vs jordan probabilmente il numero 2 e 1 rispettivamente nel ruolo di guardia di tutta la storia….

  106. the oak

    Non coinvolgermi nelle tue fissazioni!!! Tieni i tuoi problemi per te!!!
    Parlare male di LeBITCH mi sembra d’obbligo dopo la pagliacciata di ieri.
    Discuti il fatto che non è un buffone?Un perdente?
    Ma evita di inserirmi nelle tue precedenti discussioni avute con altri perchè fai davvero cascare le palle!!!!!
    Sei più pesante di un calcio nelle palle la mattina appena sveglio…………!

  107. MP

    io credo che un james che prende palla nella metaccampo offensiva in movimento possa creare quasi come partendo dal palleggio dalla sua metacampo solo che in movimento sarebbe se possibile ancora piu imprevedibile

    sul fatto che ci sia gente che ha preso la sua decisione come una questione personale io non me ne interesso anche se non la condivido…

  108. Brazzz

    Diciamo che oltre a drexler, l’unico avversario diretto di jordan è stato Dominique Wilkins. E guardando gli scontri diretti vedo equilibrio assoluto nelle sfide. Jordan ne mise 61 la volta dopo nicque rispose con 57. E per quanto forte, wilkins non era certo al livello di un kobe, wade, james.

  109. Gasol al Garden s’è fatto stuprare da ciccio davis, figuriamoci da Rodman, quoto tifoso, quei Bulls mentalmente di un altro pianeta.I Lakers del three peat, in particolare quelli del 2001 con Kobe e Shaq all’apice della loro convivenza, loro si che se la sarebbero potuta giocare.

  110. Io stravedo per kobe, ma il paragnoe con Mj ancora lo perde e abbastanza nettamente.
    A fine carriera magari ne riparliamo, come è giusto che sia.
    Detto questo è l’unico che può provare a paragonarsi al mito di Jordan e questo è già tanto!

    Però sarà sempre un paragone “finto”. Si sono incontrati poche volte ed era quando Jordan sparava le ultime cartucce contro un kobe sbarbatello.

    Invece è un peccato che Wade e Lebron giochino nella stessa squadra. Loro potevano scrivere parecchie belle pagine di storie playoff uno-contro-l’altro alla bird-magic style….ed invece….. peccato.

  111. MP
    be di gente che doveva mangiare in testa a rodman c’è ne stata tanta in teoria ma in pratica ne ho vista poca ……
    poi c’è da mettere l’organizzazione difensiva di quei bulls e quella forza mentale …

    l’unica cosa che mi fa pensare in un jordan con qualcosa in piu su kobe e il suo totale controllo sulle partite ….. non so spiegartelo neanche pero e una cosa che in kobe ho visto solo nel 2009 in jordan sempre ….
    per carita parliamo di uno scontro purtroppo irrealizzabbile

    cmq secondo me anche i rockets del 95 sarebbero molto indigesti a questi lakers …
    e secondo me i lakers del 2000-2002 erano piu forti di quelli di oggi sopratutto la versione 2000.

    naturalmente è una mia opinione .

  112. Fabio r.

    non farmici pensare alle sfide lebron wade ad est che quest’estate non vedevo l’ora del ritorno di quelle confronti p.o. anni 90′ tra heat-knicks o nuovi come bulls heat che peccato……..

  113. quoto fabio e worm

    per me è un peccato non veder battagliare uno contro l’altro wade-lebron,veramente un peccato…

  114. Non è tanto il talento, perchè secondo siamo lì, anzi secondo me i Lakers come talento sono anche superiori, perchè il vantaggio nel settore lunghi è schiacciante, il problema è mentale, i Lakers mentalmente sono sempre loro, e quei bulls mentalmente erano delle canaglie…

  115. La migliore versione dei Lakers dei 5 titoli di questa decade è quella del 2001, Shaq era davvero una forza della natura, e Kobe difendeva, ma difendeva seriamente, altro che Wade che qua volete far passare per grande difensore, chi si ricorda il Kobe difensore forse sa a cosa mi riferisco…

  116. sul confronto lakers bulls

    dico solo che confrontarsi con i bad boys di detroit e i knicks del 92 mentalmente sono esperienze veramente forgianti dal punto di vista mentale ..poi ci aggiungi che uno di questi avversari ti diventa compagno di squadra ….

    i lakers tolti i celtics con squadre di quella forza mentale hanno poca dimestichezza senza contare che i celtics sono una squadra che si deve gestire sempre per rendere al massimo data l’eta ….

    ecco i celtics del 2010 catapultati nel 2004 li vedo con una forza mentale e tecnica capace di battere quei bulls

    (viaggione da superfantabasket )

  117. be il kobe difensore lo ricordo bene .. pero ricordo che proprio in quell’anno 2001 la sua difesa venne ridicolizzata da un certo a.Iverson che nei confronti precednti invece aveva sempre sofferto il manba

    A.I.
    trascinatore come pochi leader emotivo molto meno …..cmq in quella stagione fu immarcabile per tutti.

  118. la quantità di fesserie lette oggi su questo blog su lebron è qualcosa di vomitevole…l’oggettività si vede che3 non è un dono per tutti…
    ha fatto una scelta e NESSUNO

    • dovrebbe permettersi di offenderlo per questo…considerando che ha rinunciato a bei milioncini per far quello che riteneva più opportuno per lui e per la sua carriera…
      senza considerare che leggere che è senza palle o che è debole con le squadre forti mi fa veramente ridere…evidentemente parla gente che segue il basket da quest’estate…dimenticando che questo ha portato in finale nba la squadra nba più scarsa partecipante ad una finals…o i vari 40elli contro boston, di cui uno in gara7…ma vabbè

  119. Per me il meglio del Kobe difensore s’è visto nel 2003 e come all around player quella è stata certamente la sua miglior stagione, nelle finali coi Sixers ricordo un Kobe effettivamente ridicolizzato da Iverson ma soprattutto in gara 1, nelle altre partite tirò con percentuali da mini basket

  120. PER I TIFOSI DEI KNICKS

    secondo voi quale sarebbe il centro migliore d’affiancare a staudemire contando la predilezione per un certo tipo di gioco di quest’ultimo.? esperienza shaq ai suns insegna…

  121. La tesi della paura di fischi di Lebron non è credibile. Chiunque abbia provato la sensazione di entrare in campo con un pubblico che ti aspetta (per applaudirti, insultarti o riempirti di sputazze come mi capitava in gioventù) sa che un atleta di quel calibro non ha paura dei fischi.
    Entrando nell’arena si prova l’adrenalina della gara, l’ostilità del pubblico ti carica di adrenalina e ti fa pensare solo a come metterglielo nel culo (sportivamente parlando).
    Lebron ha fatto una coglionata, non so cosa gli è frullato per la testa, ma sicuramente non era paura. E’ un giocatore fortissimo, ma mentalmente deve crescere ancora. Fatto sta che con lui e Wade si può costruire una dinastia, il trans invece non serve a un cazzo: io lo scambierei al volo con un 5 da battaglia anche se non troppo raffinato tecnicamente ed un play con i “cojones” (tipo Giasone) a regolare il traffico di palloni.

  122. micheal philips
    Per me wade è anni luce avanti lebron nel giocare coi compagni e ho spiegato anche il perchè, inoltre trovo veramente riduttivo dire che visto che anche quest’anno ha 7 assist è un grande playmaker o che è meglio di wade per questo, visto che spesso porta palla per 20 secondi per poi scaricarla, sinceramente questo non è impostare il gioco o giocare di squadra, poi se per te è così vediamo il basket in modo totalmente opposto

    Sul discorso del gioco io non vedo una possibile evoluzione in stile celtics per due semplicissimi motivi, il primo si chiama rajon rondo che è il vero metromono della squadra, lui sì che la fa girare (il gioco dei celtics è migliorato di pari passo col suo miglioramento)e quindi i big three hanno maggiormente altre funzioni e secondo il fatto che i tre di boston sono molto ma molto più complementari dei tre di miami per mille aspetti che potrei perdermici delle ore a spiegarlo ma dopo prenderei le colpe del gallo e non voglio tediarvi!!!!!

  123. Si, Kobe quella partita soffrì Iverson (assurda quella gara 1 del 3), però kobe degli anni di shaq aveva dei flash difensivi incredibili, in questi anni da leader i minuti difensivi di livello sono stati molto pochi rispetto al passato!

  124. ‘sera a tutti,
    altra giornata calda a quanto leggo. :-)

    Una sconfitta come quella di oggi degli Heat ci sta, ricordo i C’s l’anno scorso coi Nets e i Lakers quest’anno contro gli stessi Cavs.
    L’uomo LBJ (la decision, il Karma, i balletti, ecc.) può non piacere e personalmente è così, ma definirlo perdente è veramente azzardato. Come ha ricordato, se non erro, Big Shot Rob ha trascinato alle Finals la squadra più scarsa degli ultimi 10 anni (tra le finaliste) giocando contro i Pistons, ad esempio, serie memorabili.
    Anche Barkley, Ewing, Malone e Stockton non hanno vinto titoli e perso qualche Finals a testa, ma nessuno li definisce perdenti.

    Concordo con chi diceva che i problemi dei C’s non dipendono solo dall’impatto giocato di KP ma soprattutto da quello all’interno dello spogliatoio. Inoltre la sensazione è che siano comunque “corti” in questo momento.

    Tra due notti, due gran belle partite: Bos – SA e Dal – LA, si decidono le prime posizioni.

    Sul confronto lanciato tra i Bulls e i Lakers, credo che questi Lakers avrebbero potuto giocarsela coi primi Bulls, con Grant e co. piuttosto di Rodman e Kukoc. Sarebbe davvero una bella sfida.
    Se non erro, quest’estate c’era un giochino della ESPN dove c’era un tabellone tra le squadre più forti di tutti i tempi e secondo i voti mi pare che vinsero proprio i Lakers contro i Bulls di MJ. Però parliamo dei Lakers all time, quindi con Magic, West, Kobe, Baylor, ecc. ecc.

Commenta