Pocket

PACERS 111, BOBCATS 88

Indiana fa il suo dovere e va a vincere in casa dei Bobcats legittimando ancor di più l’ottava moneta ad Est. Serata di grazia per Granger (33 pts) e per Hansbrough che tira 8/10 per 24 punti. Charlotte cattura solo 28 rimbalzi e dopo un buon primo tempo si scioglie come neve al sole nella ripresa segnando 35 punti in 24’.

NETS 98, CAVALIERS 94 ot

Sfida dallo scarso interesse che i New Jersey Nets riescono a vincere nonostante il 34% dal campo. Vujacic, Lopez ed Humphries segnano 18 punti a testa con quest’ultimo che cattura ben 23 rimbalzi (9 in attacco). Il successo arriva in overtime (11/14 ai liberi per i Nets) forzato dal canestro di Lopez a 4” dalla fine dei regolamentari. Per i Cavs, 27° ko interno stagionale nonostante i 21 punti di Sessions.

HAWKS 100, SIXERS 105

Philadelphia legittima il 6° posto ad Est con la piccola speranza di poter raggiungere il 5° occupato dagli Hawks battuti proprio dai Sixers al Wells Fargo Center. Decisivo un 4° quarto da 31 punti con la rimonta di Phila nata da un 11-0 di parziale con il quale la squadra di Collins ha aperto il quarto. Ben 7 i Sixer in doppia cifra con Williams che ne infila 17 in 20’. Ad Atlanta (3-7 nelle ultime 10) non basta la doppia doppia di Smith (33 pts, 12 rebs).

GRIZZLIES 90, CELTICS 87

Settima sconfitta casalinga per i Boston Celtics che come solitamente succede a Marzo, faticano più del previsto. Passano i Grizzlies che conquistano la terza W di fila grazie ad una grande difesa negli ultimi 4’ che forza Davis e Pierce a sbagliare le triple del possibile pareggio. Bene Gasol (11 pts, 11 rebs) mentre gli ex Powe e Allen danno il loro contributo (22 pts in due). Per Boston ci sono solo 29 canestri e ben 20 palle perse, 4 dei quali di Rondo che chiude con 11 rimbalzi, 11 assist e 7 recuperi.

HEAT 100, PISTONS 94

Altra vittoria per i Miami Heat che sbancano il Palace di Detroit grazie ad un 4° quarto difensivo che blocca i Pistons a soli 13 punti segnati. I Big 3 segnano 66 dei 100 punti totali coadiuvati da un buon Mile Miller che piazza 13 punti in 26’ con 3/7 da 3. Detroit spreca un vantaggio di 11 punti e subisce lo “sweep” dagli Heat vincenti per la 4° volta in stagione. Non bastano i 27 punti di Hamilton e la doppia doppia di Monroe (14 pts, 12 rebs).

MAGIC 111, KNICKS 99

Continua la crisi dei New York Knicks che capitolano un’altra volta e subiscono il 4° ko di fila (il 10° in 17 partite da quando c’è Anthony). Ancora fatale il 4° quarto dove Orlando va a segno in 13 degli ultimi 15 possessi e converte la superiorità con 32 punti segnati. Howard è al solito dominante (33 pts, 11 rebs) con un preoccupante (per gli avversari) 11/13 dalla lunetta. New York s’aggrappa a Melo (24 pts, 9 asts) e alle triple di Billups e Douglas mentre continua l’involuzione tecnica e mentale di Stoudemire (13 pts, 20 tiri)

KINGS 97, BUCKS 90

Brutta sconfitta per i Bucks che vedono allontanarsi le speranze di raggiungere i playoff ora distanti 3 gare. Non basta un altro trentello di Carlos Delfino che infila 5 triple per battere i Kings che conquistano il 9° successo esterno della stagione. Decisivo il duo Thorton-Udrih con il primo che infila 27 punti mentre il play sloveno chiude con 26 punti, 6 rimbalzi e 6 assist.

JAZZ 94, THUNDER 106

Con la sconfitta subita contro i Thunder, i Jazz sono virtualmente out per la corsa ai playoff (4 gare dai Grizzlies). Oklahoma vince e con l’ottava W nelle ultime 10 ha ancora una flebile intenzione di puntare al 3° posto dei Mavs. Il duo più esplosivo della lega (Durant-Westbrook) porta a scuola la difesa dei Jazz e segna ben 60 punti con il play che ne infila 31 con 11/17 dal campo. Utah è sorretta da Jefferson (32 pts, 12 rebs) che non riesce ad evitare il 3° ko stagionale subito dai Thunder.

WARRIORS 112, ROCKETS 131

Dopo il -29 di Dallas ed il -16 di San Antonio, per i Golden State Warriors arriva il -19 di Houston per un trittico in Texas da dimenticare. Houston è sole due gare di distanza da Memphis e dilaga contro i dismessi avversari della California con un Kevin Martin scatenato e capace di segnare 34 punti con 12/21 dal campo. Bene anche Lee (25 pts, 5 triple) mentre Hayes mette a referto una tripla doppia (13 pts, 14 rebs, 11 asts). Il 6° ko di fila dei Warriors porta in dote i 34 punti di Wright.

RAPTORS 106, SUNS 114

Toronto non approfitta della stanchezza dei Suns reduci dal triplo overtime di Los Angeles e butta via un vantaggio di 13 punti a fine 3° quarto consentendo a Phoenix di far partire la rimonta ispirata da Brooks. Nel 4° quarto il solito Frye e le triple di Nash e Dudley fanno il resto per una vittoria che lascia a Phoenix ancora qualche speranza playoff. 8 assist a testa per Nash e Brooks con quest’ultimo che segna 25 punti. Per i canadesi, il solito Andrea Bargnani: 27 punti con 10/22 dal campo.

SPURS 112, NUGGETS 115

Rimonta vincente per i Denver Nuggets che battono anche gli Spurs privi di Tim Duncan. Decisivi il canestro di Chandler e due sontuose difese di Kenyon Martin che costringe Ginobili a due brutti tiri. Denver tira il 50% dal campo e converte 12 delle 21 triple prese con Harrington top scorer a quota 27. JR Smith ne infila 18 in 20’ mentre per gli Spurs non basta il seratone di Neal (25 pts) con Ginobili che segna solo 2 dei suoi 20 punti nel secondo tempo.

WIZARDS 119, CLIPPERS 127 2ot

Successo dei Clippers che hanno bisogno di due overtime per avere la meglio sui Wizards. Eric Gordon salva i suoi con la tripla a meno di 2 secondi dalla fine che forza il 2° overtime in una gara dove il prodotto di Indiana metta a referto 32 punti. Griffin coglie l’occasione per incamerare la prima tripla doppia della sua carriera con 33 punti, 17 rimbalzi e 10 assist mentre sull’altro fronte non bastano i 57 punti del duo Crawoford-Wall in una gara dalle 44 palle perse complessive.

Post By Kevin Di Felice (156 Posts)

Connect

124 thoughts on “NBA – Denver ferma San Antonio, Orlando passa a NY

  1. NY collezianiamo disastri dopo disastri, come se non bastasse il parziale di 23-4 dell’ultimo quarto contro i Celtics, adesso ci facciamo recuperare pure da Orlando proprio nell’ultimo quarto…Mi tocca sperare che D’Antoni alzi le tende dopo i playoff anche se la vedo veramente dura…Male Stat, Melo 9 assist, alla faccia di chi diceva che non passava palla…Certo che poi nessuno dei due ha fatto una gran partita…Speriamo sto periodo finisca presto perchè è esasperante

    Boston perde contro Memphis, ci sta, Miami vince e ci si avvicina…Penso che ormai il primo posto a Chicago non glielo leva nessuno, Boston e Miami lotteranno per il secondo, cosi come sul fondo NY se continua cosi si tiene, e meritatamente, il 7 posto, e Phila il 6…

    Denver vince ancora, seconda partita di fila in cui il Gallo prende pochissimi tiri, comunque 13 punti non è male…Tanti auguri a chi dovrà affrontare questi qua al primo turno ai playoff, al momento i Thunder, io propendo per i secondi ma Denver sarà un bell’avversario (PS Westbrook favoloso)

  2. C’eravamo lasciati, dopo l’ultima sfida tra Orlando e NY, con i Magic che hanno vinto solo perchè gli è entrato di tutto, i Knicks dovevano ancora ingranare e bla bla bla…
    Da dove riprendiamo?
    Ho già detto che in 3 contro 5-6 non si vince?
    Salary cap rigido e l’NBA rimane un campionato equilibrato e spettacolare…

  3. Knicks squadra incapace di chiudere una partita quando arriva in vantaggio nel quarto periodo.. bhò!
    ci hanno illuso alcune partite precedenti quando con le simil-contenders ce la siamo giocati fino alla fine anche vincendo..

    almeno i Grizziles mi danno soddisfazioni, nell’attesa del ritorno di Rudy, speriamo che resistono all’8°.

  4. buona w dei sixers,davvero iniziando prima si poteva arrivar quinti..knicks involuti,devono pensare ai pacers direi..poi che altro..soliti celtici di marzo,conta niente,li vedo in finale belli tranquilli..la lotta a est probabilmente è finita data la inopinata sconfitta dei bucks,mentre a ovest penso che alla fine potrebbe restar fuori noh…ok sul salary rigido

  5. Ritroviamo fiducia piano piano…e incominciamo a lavorare bene con la D.
    Ultimamente sono fiducioso grazie alla difesa che sta finalmente lavorando bene.

    Vista la stagione straordinaria dei Bulls, rimango dell’idea che se li prendiamo noi una serie è AMPIAMENTE alla nostra portata.

    A loro manca esperienza, hanno un Rose eccellente che fa il pari con il nostro Superman che quando mette i liberi è veramente il numero 1.
    Hedo lo vedo bene, pronto per guidarci attenzione alle cifre che non dicono tutto su di lui.

    Jameero sta giocando a ottimi livelli, attendo con ansia il ritorno di JJ perchè per noi è veramente fondamentale (sposti Arenas da 1 Duhon dventa tifoso e Q-Rich il ns. specialista difensivo…).

    I Bulls hanno una difesa straordinaria che ti mangia i primi 10 secondi di ogni possesso, il gioco con loro si accorcia e devi essere bravo te nei primi 10 secondi a far muovere la difesa, altrimenti sono uno contro uno per 48 minuti di gioco.

    COY e l’MVP è naturalmente loro non capisco come non possa esserlo….

    …a loro lasciamo i premi…noi prendiamoci la Finale contro i Nanetti Verdi…!

  6. Memphis si sta meritando i playoff, i verdi sono palesemente entrati in fase di preparazione, ma se non si svegliano rischiano di nuovo di beccarsi 3 turni in trasferta, e l’anno scorso alla fine ha pesato….! sixers davvero bene, il quinto posto non sarebbe neanche così impossibile, ma davvero non riesco ad immaginarli in un secondo turno, e come loro anche atlanta, new york e indiana (con la sconfitta bucks e bobcats i giochi per l’ottava piazza sono quasi fatti), mi sa che si faticherà a vedere 6 partite nel primo turno dell’est! ad ovest occhio ai rockets, hanno avuto poca costanza, ma hanno talento, molto più di new orleans, anche se questi ultimi meriterebbero i playoff molto di più per la stagione fatta! comunque ad ost non so se bastano 45 vittorie per andare a sfidare gli spurs, davvero un altro livello rispetto all’altra conference

  7. Alfredo

    Ti quoto in tutto. Gli Hawks per me resteranno dei super-incompiuti fino ad un eventuale smantellamento del roster.
    Invece Indiana, NY e Phila hanno almeno il futuro dalla loro, con le prime due, nn me ne voglia Brazzz, in leggero vantaggio se faranno una campagna acquisti valida.
    Per i Sixers cmq quinto posto non impossibile…

    Magician

    Ieri guardavo la classifica e pensavo la stessa cosa: su un primo turno con Atlanta e un secondo con Chicago ci metto subito la firma! Anche se troppi turni col fattore campo avverso sono duri, nn credo che potremmo fare grandissime cose…
    Però per me l’unica squadra ad Est davvero superiore ai Magic resta solo Boston, tutte le altre non mi preoccupano particolarmente.
    E occhio, perchè Perkins nn c’è più e Howard ha un avversario fastidioso in meno con cui fare i conti.
    Sarò un pazzo, ma io mi aspetto un Arenas su un livello superiore con l’inizio della postseason…

    Ovest

    Contento per i Grizz, anche se dispiace vedere squadre come Utah, Phoenix e Houston fuori dai playoff e con roster nn all’altezza.
    I Thunder sono pronti per il loro primo upset?

  8. Per il coach dell’anno
    Nei giorni scorsi qualcuno sottolineava lo straordinario lavoro di collins a phila, che in effetti meriterebbe! se proprio posso muovere un appunto (oltre al fatto che thibo non può perdere visto ciò che sta facendo a chicago) è la mancata crescita di turner, sostanzialmente il record di phila arriva senza di lui, che è comunque una seconda scelta assoluta del draft…

    • Io continuo a dirlo, per me il coach of the year dovrebbe essere Lionel Hollins, per il lavoro che in due anni ha fatto con Memphis.

  9. denver brava e fortunata a testare i primi spurs senza Duncan, e coach Karl che dà minuti a un caldo harrington togliendoli al gallo, decisione giustissima stasera e non per demeriti del gallo, che ha badato ancora una volta al sodo. Ihmo Karl ha cavalcato Harrington ma è uno che comunque mantiene la disciplina, non mi sembra che i nuggets siano diventati la classica squadra di mangiapalloni, anzi. Detto questo, avere chandler/gallinari è un lusso difficile da mantenere, il primo è migliorato tantissimo, il secondo anche oggi ha giocato con intelligenza (partenza strong e tanti liberi, poi ha lasciato il palco agli altri che giravano bene)..meritano il quintetto entrambi..andando sul personale..secondo voi un po’ si soffrono i due oppure sono abbastanza integrati?

  10. Memphis vince una gara importante per l’ottavo posto conservando due gare di vantaggio sui Rockets facili sugli spenti Warriors. Gara equilibrata e intensa. Ora se la vedranno contro i Bulls. Prevedo un’altra gara tirata.
    AllanHouston
    Se aspetti Gay dovrai farlo fino al prossimo anno (si deve operare alla spalla).

    Knicks chiaramente involuti, Stat malissimo in una squadra debole. La loro fortuna si chiama Bucks e la trade conclusasi tardi. Se l’avessero fatta prima rischiavano di brutto. Non penso che saranno peggio del 7mo posto, forse con un record perdente. A parte le due ultime gare, proibitive (Bulls-Celtics) giocheranno una contro i Magic e un’altra contro i Sixers mentre per il resto un fritto misto composto da Cavs, Raptors, Jersey, Pacers e Bucks sulla carta non impossibili.

    I Kings battono i Bucks, non me l’aspettavo dell’ottimo Thornton che viaggia a 25 di media coadiuvato da Udrih e un Cousins non scintillante ma da quasi doppia doppia. Peccato non vedere Marcus giocare con Evans per capire cosa farebbe il coach. Se li farebbe giocare insieme oppure uno in panca mentre l’altro è in campo. Forse lo vedremo nelle ultime gare. Indubbio che Marcus sta facendo di tutto per ottenere il contratto.

    Bella W dei Nuggets, ormai sicuri dei PO, 5ti o al massimo 6sti, che però a visto Gallinari in panca per tutto il quarto finale salvo l’ultima azione. Non ho visto la gara ma vorrò capire se è stato solo un caso. Comunque Spurs che hanno battagliato in attesa di far visita ai Blazers. Splitter è partito in quintetto, un pò inaspettatamente, senza scintillare. Spurs che hanno 6 gare di vantaggio quando ne mancano 11. Amministrazione con un occhio di riguardo ai Lakers.

    Sixers battono gli Hawks che sono a portata. Non sarà facile ma ci proveranno.

    Suns battono i Raptors con un ottimo quarto finale rimanendo aggrappati al treno PO. Domani affronteranno gli Hornets reduci dalla gara di SLC. Gara decisiva per entrambe. Hornets che rischiano parecchio. Guardate che calendario hanno (il peggiore della lega): @UTA, @PHX, @LAL, POR, MEM, IND, HOU, PHX, @MEM, UTA, DAL!!!!!!! A parte Indiana sono tutte contro squadre con record sopra o uguale al 50%. Se faranno i PO tanto di cappello.

  11. per mandare a scuola calderon non c’è bisogno di nash,basta anche meno..pure io vedo le 4 serie a est chiudersi in 4 o 5 max..solito probema dei sixers..si può sperare al massimo in una stagione sul 50% più o meno e un primo turno dignitoso.la crescita passa da turner e dal liberarsi del contrattone di brand,che aprirebbe spazio x un paio di acquisizioni..per il resto,con holiday,turner,young abbiam una squadra giovane futuribile e di talento..non vedo perchè i pacers sarebbero in vantaggio..sui knicks,tutto passa da chi affiancheranno ai 2,e dal coach..ora come ora sono un cantiere molto indietro,anche perchè con la mossa melo han mandato a puttane 2 anni di lavoro,in sostanza..

    • perfettamente d’accordo. Per quel che riguarda i Knicks il futuro è roseo se riusciranno a completare il piano, vale a dire portare la famosa terza star al Madison, altrimenti non vedo come possano crescere, hanno pochi giocatori buoni e pochissimi giovani. Se arriva la star bene, sennò…I Pacers da questo punto di vista sono messi meglio ma direi che i Sixers sono messi ancora meglio con i vari Holiday, Young etc. Chiaro che se si vuole diventare dei contender bisogna che Turner diventi il giocatore che tutti aspettavano (io ancora ci spero) altrimenti il limite della squadra è questo. Ma in ogni caso tra Indiana e Phila vedo decisamente meglio Phila, sia oggi che domani.

  12. Perchè per me Granger, Collison, Hansbrough e Hibbert sono un passo avanti. Ok che al tuo elenco va aggiunto Iguodala, ma avere un centro come Hibbert in un periodo di grandi lacune nel ruolo come questo è un vantaggio non da poco…

  13. Phila potrebbe raggiungere il quinto posto, considerando soprattutto il calo avuto dagli Hawks. Questi ultimi sono una squadra di buon livello ma mal costruita che risentirà del contratto inutile e pesantissimo di Joe Johnson e al primo turno si beccano un cappottone imbarazzante. Invece Phila la vedo tra le seconde 4 quella che può dar più problemi. Non passeranno il turno, ma lo sweep non credo che lo subiranno.

    NY male, perde anche contro i Magic. Va detto però che se Howard tira i liberi così bene sono ingiocabili. NY mi ricorda in parte gli Heat di inizio stagione, che dopo tante difficoltà ha trovato un’ottima amalgama e ha fatto il mese di dicembre perfetto on the road. Se è così, avere ai Po Anthony, Stoudemire e Billups che si cercano e si trovano è una bella gatta da pelare per gli avversari. Riguardo ai Magic, se la squadra gira bene in D, torna Redick e Howard migliora le percentuali ai FT, sono la vera favorita a est, insieme ai Celts e ai Bulls e più degli Heat.

  14. Ieri denver ha fatto una prova molto autorevole contro gli spurs. Danilo entra tra standing ovation, felton e chandler fanno canestri pesanti e a NY cosa penseranno? e melo? vado non vado……. ma va …………………………..
    Spurs sempre sottovalutati e sempre macumbizzati un pò da tutti! antipatici o cosa? hanno 6 game di vantaggio sui Lakers e 5 sui Bulls ma ad ogni sconfitta ecco il refrain “non ce la possono fare”
    state calmi “forse” non ce la facciamo, forse si o forse no……………………………………..
    a parte gli scherzi che sfiga beccare al primo turno menphis, la + calda del momento coi lakers, o in alternativa paul & c. mentre ad est il primo turno si riduce sempre + ad una passerella.

  15. è incredibile il grande lavoro che coach Doug Collins sta facendo a Philadelphia, la stessa squadra dell’anno scorso senza il notevole contributo di Dalembert che ha preso la strada per Sacramento e nonostante ciò sono in lizza per il 5° posto ad est, veramente un bel collettivo, Collins coach of the year!

    • beh…”notevole contributo di Dalembert” mi pare un po’ eccessivo. Certo in difesa era una presenza che Hawes non è ma con i suoi atteggiamenti in campo e fuori e con la sua poca intelligenza cestistica alla fine i conti non tornavano.

      Io di Phila ho visto poco quest’anno ma ho notato che se è vero che manca un intimidatore sotto (e quindi si vedono penetrazioni a volte imbarazzanti da parte delle avversarie) è anche vero che Hawes passa la palla mille volte meglio di Sammy D. e la sua posizione sul campo (in attacco) consente un gioco molto più fluido di prima. Certo, sono cose che le cifre individuali non dicono, ma contano eccome.

  16. piu’ lo vedo e piu’ non capisco perche’ Atlanta ha compromesso il futuro con quel contratto esoso e lunghissimo!ma avevano paura di chi?di new york?di miami?di chicago?nessuna di queste avrebbe mai offerto tanto x JJ che era per tutti una seconda scelta!
    gli avrebbero dovuto offrire un contratto di almeno 3/4 milioni in meno x anno e forse era gia’ troppo.Tra l’altro mi fanno schifo i giocatori che dopo il contratto si siedono come sta facendo in questa stagione JJ..altro che i veri campioni che cercano sempre la vittoria quesati sono mercenari ai quali i dollari danno alla testa

  17. 3 panchinari di Denver hanno segnato 63 punti di squadra: Felton (18), Smith (18) ed Harrington (27). Tutto questo con il quintetto che cmq ci ha messo del suo, in particolare Lawson.
    La squadra più profonda della lega, ci metti una superstar e sono una contender fatta e finita.

  18. Ma stì Celtics?? cosa vogliono fare?

    Lo scorso anno erano indietro e lo sono stati (tranne lo spendido inizio) per quasi tutta la stagione, amministrandosi palesemente per gran parte del post all star game. Ma oggi avrebbero il primo posto nel mirino ed il secondo di tutta la lega…siamo sicuri che si stiano amministrando??
    Hanno capito sulla loro pelle che fare 3 serie in trasferta è difficile vincere, soprattutto contro i Lakers in una possibile finale, dove è vero che sono arrivati a 4 punti dall’impresa, ma è pur vero che sono stati fregati proprio dal fattore campo.
    Tutti d’accordo che lo scorso anno, con la gara 7 a Boston avrebbero vinto i verdi!!!

    Quest’anno hanno “sprecato” molte più energie nel fare una stagione vincente rispetto al 2010 e sarebbe il caso non crollare proprio a ora 10 partite dai playoff, perchè a quel punto oltre alla beffa si aggiungerebbe il danno.

    Per me non si stanno amministrando……….sono 5-5 nelle ultime 10 e per la prima volta da tempo immemore i Lakers hanno messo la punta del naso proprio d’avanti a loro.

    Concludo: prima della trade Perkins erano la mia “assicurazione” contro gli Heat. Oggi non ho più questa certezza, nonostante il fatto di averli sottovalutati già lo scorso anno per lo stesso motivo, nonostante il 3-0 contro gli heat in stagione…e nonostante possano ancora avere il vantaggio campo.

    spero di sbagliarmi. Preferirei perdere (parlo dei lakers) e veder vincere i celtics piuttosto che gli heat. E purtroppo (a est tiferei per loro) su Chicago e orlando nutro molti dubbi…

    I Kincks stanno forse stanno facendo di tutto per far licenziare il baffo????

    Sixers entrano nei playoff con slancio, anche se per loro la giovane età costerà cara. Il futuro però potrebbe riservare buone cose davvero!

    Denver-Oklahoma si porspetta come il miglior accoppiamento del primo turno playoff.

  19. Griffin che sarebbe un lungo ha sparato la prima tripla doppia della carriera più di più clamorosa, 33+17+10, avevo detto che era nell’aria e che prima o poi ci sarebbe riuscito, detto fatto.

  20. beh, anche Dallas-Portland non è niente male…. mentre ad est temo che assisteremo a 4 primi turni abbastanza scontati e noiosi…

  21. Sarà che non mi sono mai stati tanto simpatici…ma veramente i Grizzlies stanno facendo un campionato incredibile, anche senza Gay!!!
    Mi dispiace per i Suns, per esempio, ma stanno facendo un gran campionato e i Play Off se li stanno meritando.
    Adesso vediamo cosa fanno contro i Bulls: se vincono allora tanto di cappello, se perdono se la devono ancora sudare, perché i Jazz hanno mollato (che spreco!!!), ma i Rockets e i Suns sono ancora li…

  22. Ma anche un derby spurs-rockets sarebbe molto affascinante, insomma tanta roba il primo turno ad ovest, del resto minimo 6 avranno 50w! sui celtics ci andrei con i piedi di piombo! quest’anno il letargo che li contraddistingue è arrivato anche più tardi di quanto i più ottimisti potessero immaginare! insomma eravamo tutti convinti che potessero fare una stagione simile a quella dello scorso anno, quindi sostanzialmente di preparazione a maggio/giugno, per di più perchè gli anni per kg, pierce e allen sono sempre di più, eppure sono rimasti per 3/4 della stagione in testa all’est (e non è detto che non ci restino), chiuderanno anche loro con più di 55 vittorie, e di messaggi agli heat ne hanno già mandati a sufficienza! l’unico asterisco è nel fatto che forse non immaginavano i bulls così avanti (in effetti una sorpresa per tutti), e che con questo record erano convinti che una delle prime due piazze ad est (e conseguenti primi due turni con fattore) sarebbe stata garantita, ma del resto c’è sempre qualcosa che non va come nei piani iniziali, non credo che i lakers immaginassero degli spurs da 65w…

  23. Entro e chiudo con una battuta,dato che mi son ripromesso di non parlare di nba fino ai playoff,per questo son sparito.
    Vorrei chiedere,gentilmente,perchè quella “pippa” (secondo voi) di Harrington nell’ultimo quarto era in campo mentre Gallo scaldava la panchina e soprattutto..
    Ahahah perchè secondo voi quando qualcuno gioca bene e Danilo sta in panca è lui che “lascia il palcoscenico ai compagni”,si in una partita punto a punto.
    San Gallinari prega per noi,ma andate al diavolo un filino di obbiettività..
    Le aspettative vostre sono alte,bè in partite così dovreste perlomeno massacrarlo,o almeno dare insulsamente la colpa al coach..
    Comunque continuate così siete grandissimi :)
    Vi voglio bene ragazzi ci vediamo ai playoff ;)
    ahahah

    • Ma ancora hai il coraggio di parlare? Tu che “Gallinari è ridilo in entrata” “Non ha controllo del corpo” e blablabla e si sta prendendo 10 liberi a sera manco fosse Wade (e certamente non avendo il trattamento da star)…tu si che sei un fine intenditore!

  24. Vetriolo

    Ma se sei palesemente analfabeta perchè tenti di rispondere ai più grandi che quando parlano fanno la bua?

  25. lebowsky

    JJ è stato furbo. Ha incassato una montagna di soldi senza rendersi conto che così facendo non vincerà mai. Evidentemente a lui interessa poco il destino del team. Questo prenderà 123 mln fino al 2016 per un giocatore normale. Già 80 sarebbe stato grasso che cola ma almeno si creavano spazio per altre operazioni. Invece pur di non perderlo l’hanno coperto d’oro. Così facendo hanno inchiodato il loro fututo su tre giocatori, lui, Horford (60 mln) e Smtih. Per almeno due anni non potranno fare nulla se non attraverso trade che potrebbero coinvolgere Smith e Horford. Insomma una cazzata immane.

    • Ottima risposta, davvero competente…i più grandi cosa? I più grandi idioti forse. Continua continua a sparare cazzate, ci farai fare grandi risate.

  26. alert

    Definire JJ un giocatore “normale” mi sembra eccessivo,ha dimostrato di aver tanto talento oltre che coglioni.
    Poi chiaro dargli quel tanto è una cazzata,ma non stiamo certo parlando di uno qualunque.

    • Ho esagerato ma 80 mln sarebbe stata la cifra giusta. Non discuto il talento ma non è una stella di prima grandezza. Se proprio devi coprire d’oro un giocatore lo fai per James, tanto per fare un nome non per lui.

  27. Per lo stesso motivo per il quale era in campo nell’ultimo quarto con Orlando e Miami, per di più con Orlando gli hanno pure affidato il possesso finale, non finisci mai di sparare cazzate, dovresti nasconderti

  28. Snake

    Gallo non era in campo,la tua risposta non ha senso,ora vai in punizione e ripeti “devo imparare a capire le frasi e le discussioni” almeno cento volte…

  29. Alert
    Però è anche da dire che squadre come Atlanta hanno le mani legate, non attirando per nulla free agent di un certo livello! cioè, se non rifirmavano JJ chi avrebbero preso?

  30. Ma poi, scusate, chi cazzo siete voi nuovi sparacazzate,ne avevamo già abbastanza…un pò di pulizia non guasterebbe..

    • chi cazzo sei tu! (a parte il fatto che frequento il forum da molto prima che venissi ad illuminarci con le tue minchiate)

  31. Ad ovest rischiano di brutto gli Hornets. Col calendario che hanno sarà un’impresa. Solo i Pacers saranno gli unici avversari con un record perdente e dico tutto. Se andranno ai PO saranno all’ottava piazza. I Grizzlies e i Blazers battaglieranno per la 6/7ma mentre i Nuggets mi sembrano ben messi per la quinta.

    Gallinari
    In una squadra dal talento diffuso (probabilmente il miglior roster della lega senza una stella) è normale vedere il coach preferire un giocatore ad un altro in singola gara. Non ne farei una questione, Gallo è pippa e Chandler/Harrington sono star…..

    Chiaramente ci sono dei doppioni e sarà la dirigenza a fare le valutazioni a fine stagione. I PO ci diranno quali sono le gerarchie all’interno del gruppo anche se non mi sorprenderei nel vedere il singolo giocatore cavalcato di gara in gara.

    Sulle qualità del giocatore dico: che è brutto da vedere nei movimenti probabilmente dovuti ai problemi alla schiena. Da l’impressione di muoversi senza scioltezza come se fosse in parte bloccato. Ma al di là della questione fisico/atletica ha la capacità di prendersi le penetrazioni e di guadagnarsi liberi, fattore importantissimo nei PO. Non sarà mai esplosivo come tanti altri colleghi, migliorerà nel ball handling, nella comprensione del gioco (già notevole) e cercherà di migliorare in difesa specie contro gli atleti veri. Insomma aspettiamo il finale di stagione e il prossimo che sarà il vero banco di prova.

  32. Su Johnson

    La verità è un misto di quello che dicono Alert, Dwyane e Alfredo.
    Sei Atlanta, non uno squadrone di grande appeal: hai JJ, devi tenerlo stretto o al più presto scappano via anche gli altri, mentre cosi almeno hai una squadra discreta col record vincente ormai da anni e che è tornata a riempire la Philips Arena (e sono soldi per il team). Però si tratta di una star, non un giocatore normale ma neanche una superstar, quindi le cifre dovevano essere più basse. Altrimenti come fai a puntellare il roster di anno in anno per salire di livello?
    Adesso salary bloccato, playoff ancora per qualche anno con uscita al primo turno-massimo secondo e tanti saluti.

    Sul forum

    Ma non riuscite a dire la vostra senza essere aggressivi, spocchiosi ed invadenti?
    I migliori non sono i più grandi o i più duri, sono quelli che riescono ad inserire la loro opinione in un contesto in cui gli altri rispondono e dicono a loro volta la propria teoria prendendo spunto da quello che è stato scritto in precedenza.
    E’ cosi difficile?

  33. You know that will be a lockout, so there will no season, no playoff, no finals. I wanna thank Miami Heat, fake coach Spoelstra and my friend Wade. I teach him to make the clown after a dunk. I’ll never forget Florida. It’s an hard moment of my career. But.. ehm… I bring my talent to Pallacanestro Cantù. My wish was to play with Mazzarino, Leunen and Tabu, so my decision is “Da Brianza”!! I Wanna win Euroleague, because Kobe hasn’t win it.

  34. Il vantaggio degli hornets a me sembra abbastanza netto, e le 6 in casa che hanno non sono poi così impossibili, se anche arrivano a 47w i playoff sono praticamente certi, ma anche 46 credo basteranno! dovrebbero suicidarsi per non andare ai playoff! già stanotte contro una squadra ormai tagliata fuori possono centrare un successo importante

  35. Alfredo

    Questo è il calendario degli Hornets, @UTA, @PHX, @LAL, POR, MEM, IND, HOU, PHX, @MEM, UTA, DAL.
    Hanno 2.5 gare di vantaggio su i Rockets e 3.5 su i Suns che affronteranno domani. Nella peggiore delle ipotesi potrebbero ritrovarsi in 24 ore ad 1.5 gara di vantaggio sulle inseguitrici. Insomma dovrano sudare parecchio. E non sono certo che ce la facciano. Secondo me dipende dalle prossime due gare dove possono fare e disfare parecchio. In questo Marco ha un’occasione unica. Se gioca ad alti livelli il nuovo contratto sarà sul tavolo a breve.

    JJ

    Capisco il tuo punto di vista come quello di tracy però a dire il vero mi sfugge il contratto a quelle cifre. Onestamente non credo, ma non lo sapremo mai, se i Bulls o altre franchigie avrebbero offerto una cifra del genere. Probabilmente JJ avrà fatto il classico discorso del tipo, se mi volete dovrete pagare più che in altri contesti. Solo che così si sono dati la zappa sui piedi.

  36. Alert, sono molti scontri diretti, di proibitivo c’è solo la trasferta a Los Angeles, e 5 vittorie sono sufficienti…!

    • Appunto. Negli scontri diretti ti può andare bene come male. Se avessero avuto 3 gare facili contro Kings-Minnie-GS (di oggi) avrebbero incassato tre W facili facili per arrivare alle 46/47 W potendosi permettere di perdere qualche confronto diretto, invece non lo possono fare.
      Vedremo.

  37. @ Alfredo

    lo scorso anno però la situazione era ben diversa. I celtics non potevano più arrivare primi già a febbraio (Miami e Orlando erano imprendibili) e Rivers costrinse i suoi, in primis KG che veniva ancora dai postumi al ginocchio, ad inserire la seconda e navigare calmi fino all’inizio dei playoff.

    Oggi è ben diverso: erano primi ad est appena ieri e potrebbero ancora esserlo visto che Chicago è una sola gara di distanza, inoltre hanno lo stesso record dei lakers. A 10 partite dalla fine non ci credo ad un “rilassamento previsto” pre-playoff!
    A loro, dopo una stagione tutta di testa, serve come il pane arrivare primi ad est e soprattutto primi nei confronti dei lakers. Quest’ultimi per esempio, presi in giro giustamente perchè adorano dormire in regular season, oggi stanno mettendo le marcie alte proprio per un discorso di “record globale”!

    I celtics ultimamente hanno perso contro Clippers, nets, rockets, phila, grizzlies…alcune di queste discrete ma non certo l’elitè della lega. Partite che magari anche i lakers avrebbero ed hanno perso, ma prima dell’all star game non certo ora che i giochi si stanno facendo e dove si è tutti sotto un fazzoletto.

    Siamo quindi sicuri che questo calo dei verdi sia solo figlio della “gestione controllata” o invece non sia dovuta ad una concreta perdita di valori in campo dopo la trade. A mio giudizio Green, Arroyo, Krstic, Pavlocic e Murphy (tutta feccia, tranne forse il solo green) per i celtics non valevano l’importanza che a loro ricopriva PERKINS!!

    Ai playoff l’ardua sentenza.

  38. Fabio
    Figurati se non spero che stiano crollando, nei miei sogni perdono al primo turno 4-3 contro Phila (che è la mia seconda squadra) con canestro di Brand di tabella sulla sirena :)
    La verità è che però bisogna valutare il potenziale massimo espresso da una franchigia nella stagione, e l’espressione massima espressa dai verdi quest’anno (con miami ad esempio) è tanta roba, molto più dei picchi espressi da miami (a los angeles), o di qualunque altra franchigia ad est! poi avrebbero ancora fuori shaq, e questo che sta giocando ora è il fratello scemo di rondo…! non è che “volontariamente” perdono, è che ci mettono meno pepe di quanto potrebbero per evitare di consumare troppa benzina in vista dei play-off, provano a vincere con il minimo sforzo, a new york è andata bene, stanotte no, ma ai play off saranno altri verdi, quelli che tengono wade, lebron e compagnia sotto i 90, stanne certo…

  39. E sulla trade seppure ho visto quasi tutti scettici qui dentro, io dico che i conti li faremo alla fine, perkins come direbbe brazz “sono sempre due braccia tolte all’agricoltura”, non credere che era lui il motore dei celtics…

  40. Ma x me non è una cazzata il rinnovo di JJ….cioè Atlanta non è un mercato che attira free agent come Los Angeles o Miami….quindi evitiamo di pensare che un James,uno Stoudamire,ma anche un Bosh sarebbero potuti arrivare li….dopo un decennio di buio pesto questi riescono a mettere su una squadretta simpatica a cui i playoff non li toglie nessuno….nei loro programmi non c’è di diventare una contender….perchè mai avrebbero dovuto lasciare andare Joe?Per rischiare di restare con un pugno di mosche e di non fare i playoff per altri dieci anni?Perchè questa è la fine che avrebbero fatto gli Hawks….

  41. non credo che ai celtici serva come il pane arrivre primi,sinceramente..sarei davero sorpreso se non andassero ale finals..e se non ci andranno satrà solo perchè gli heat avrebbero trovato la quadratura del cerchio..riguardo ai po..noh li meriterebbe.squadra secondo me mediocre che ha fatto miracoi..brutto cvalendario perchè tutti scontri diretti,in effetti,ma forse meno brutto di quel che sembra..i jazz,per dire,son in vacanza,batterli non dovrebbe essere proibitivo..a est tutto più o meno deciso invece

  42. @ Alfredo

    diciamo che si potrebbe trovare un compromesso e dire che la verità sta nel mezzo.

    Io non reputo perkins chissachè, ma di certo nel contesto dei celtics era un pezzo che completava alla perfezione la difesa e la presenza sottocanestro. Come l’ha definito KG dopo la trade “un membro della famiglia”.

    Sugli O’Neil(s) non credo si potrà fare molto affidamento, su Krstic non direi proprio, Davis è basso. Credo che KG dovrà prendersi tante responsabilità sotto canestro e non credo sia un’ottima notiza per i celtics. E questo è un dato inconfutabile.

    Quest’anno, i momenti clou ai playoff di boston, vedranno in campo la coppia di lunghi Davis-KG, metre lo scorso anno erano KG-Perk….un po’ diverso come tonnellaggio ed equilibrio.

  43. prima di parlare bisognerebbe guardarsi le partite…

    ieri gallinari non ha giocato l’ultimo quarto semplicemente perchè con lui in panchina i nuggets hanno ribaltato il match,quindi karl ha preferito cavalcare gli uomini della rimonta,tra cui un caldissimo harrington…

    ora discutere il gallo anche dopo una cosa del genere è assurdo.
    però,contenti loro…

    discreto duello tra griffin e wall,vinto dal primo,in una gara inutile per la classifica,ma che metteva di fronte le due migliori matricole.
    tripla doppia di griffin,che come giustamente ha ricordato mamba,era nell’aria,perchè l’aveva già sfiorata qualche volta.
    come al solito impressiona vedere la sua completezza.
    l’ho sempre detto,questo a differenza di altri suoi pariruolo sa giocare con i compagni…

    brutta sconfitta celtics,noi ringraziamo i grizzlies.
    comunque non si può discutere per l’ennesima volta questa squadra.
    premesso che anche nei primi anni aveva dei momenti di crisi,momenti che possono capitare a tutti.
    ma a parte tutto,questa squadra è consapevole della propria forza,in più ha quella capacità di elevare il proprio livello di gioco ai playoff,cosa che dovrebbe essere automatica,ma non è così per tutti.
    io penso che ad est sono sempre i favoriti,anche se ora devono stare attenti agli heat,che calendario alla mano possono sperare di superarli.
    sempre una discreta differenza tra arrivare secondi o arrivare terzi,visto che con l’ultima ipotesi rischi di dover giocare due serie col fattore campo contrario prima dell’eventuale finale.
    percorso che i celtics hanno già passato,proprio lo scorso anno…

    knicks vs magic

    prima di tutto da sottolineare l’ennesima prestazione monstre di howard.
    ieri abbiamo parlato di olajuwon,ecco,anche il pivot dei magic spesso sembra un ballerino per i movimenti offensivi che spolvera.
    oggi è veramente un attaccante durissimo da fermare,non era proprio così fino all’anno scorso.
    quindi unito al resto questo giocatore fa sempre più paura.
    ripeto per l’ennesima volta,come prestazioni individuali l’mvp per me è lui…

    altra sconfitta knicks.
    sono entrati in un buco nero e non riescono ad uscirne.
    oggi hanno più big ma meno equilibrio,ecco un motivo per il quale stanno andando male.
    vedere loro in confronto ai nuggets oggi come oggi è un confronto imbarazzante.
    in più gli stessi big faticano a giocare come sanno.
    diciamo che lo stesso d’antoni continua a dimostrare di non saper allenare una pallacanestro “normale”.
    incredibile pensare che questo è un coach che in passato ha allenato in europa.
    non l’avessi visto con i miei occhi non l’avrei mai detto…

    giulio

    carmelo è un esterno che in carriera ha un massimo di 3,8 assist di media,in generale viaggia a 3,1,quindi non mi sembrano proprio grandi cifre per un esterno di talento come è lui.
    nessuno dice che è un pessimo passatore,semplicemente non è la cosa che gli riesce meglio.
    anche considerando questo aspetto lo vedo distante dai vari kobe,lebron e wade…

  44. brazzz

    ti rispondo oggi sulle figurine.
    io non penso fosse così.
    cetamente i tre non erano più al top,ma erano pur sempre il miglior pivot della lega(olajuwon) una delle prime tre ali forti(barkley) e una delle prime 5 guardie(drexler)…

    il vero problema di quella squadra furono gli infortuni e il supporting cast del trio.
    la prima cosa impedì ai rockets di poter compilare un grande record,perchè ricordo che prima dell’infinita serie di infortuni che coinvolse quella versione dei rockets quella squadra era partita dopo il primo mese con un record simile a quello dei bulls che nel frattempo come al solito volavano..

    il secondo problema,ovvero il supporting cast,fece si che anche a quell’età la squadra offensivamente dipendeva esclusivamente dal trio,in questo ricorda gli heat di oggi,che però hanno la freschezza dalla loro per sopportare meglio una tale responsabilità.
    io ricordo che il play titolare era un certo matt maloney preso se non sbaglio dalla cba.
    già questo la dice tutta.
    infatti quei rockets eliminarono in gara 7 i sonics in una gara dove praticamente segnarono solo i big three…

    ma nonostante questo,quella versione dei rockets se la giocò con i jazz.
    solo un immenso finale di gara 6 a houston di stockton(il solito) impedì a quei rockets di giocarsi la finale di conference in gara 7…

    l’anno dopo ti posso dar ragione,visto che il trio cominciò a perdere parecchi colpi,su tutti olajuwon che in una sola stagione passò dall’essere il miglior pivot nba all’essere neanche nei top five del ruolo,ma nonostante questo furono eliminati alla “bella” del primo turno contro i jazz.
    ma i rockets versione 1996/97 potevano giocarsela con chiunque,bulls compresi…

    certamente fossero arrivati in finale,contro i bulls avrei tifato per loro.
    sarebbe stato troppo bello veder vincere a barkley il primo titolo al fianco di olajuwon e drexler,ovvero due giocatori,soprattutto il primo,che gli avevano impedito quel suo sogno gli anni precedenti,in due gare 7 tra l’altro.
    sir charles in quella stagione era una palla,ma era anche il solito guerriero.
    era quasi commovente pensare che intensità metteva ogni giorno sul parquet anche a 34 anni per realizzare il sogno di una carriera…

  45. Alert

    Attenzione, anche io sono d’accordo sull’esagerazione del contratto di Joe Johnson. Come ho detto è una star ma ha un contratto da superstar, e la cosa non mi torna.
    Evidentemente agli Hawks va bene vivacchiare cosi, buon per loro.

    Certo, se penso cosa sarebbero stati i Bulls con un Johnson nel motore mi vengono i brividi… O_O

  46. Howard

    Ieri chi affrontava? Il buon e simpatico Turiaf e poi? I progressi del ragazzo ci sono ma non si vedono nelle gare contro squadre che hanno dei nani. Ai PO con attacchi a metà campo, molto stazionari vedremo i progressi del ragazzo. Fino ad allora poco o nulla.

    NY
    Non so quali siano gli accordi in casa Knicks ma NY è NY e la stampa è tremenda. Mike deve sperare in una serie di PO onorevole perchè altrimenti in caso disfatta la pressione per farlo fuori sarebbe enorme e non so se la dirigenza si tapperebbe le orecchie. Poi se il duo Adelman-Sloan fosse disponibile la tentazione di fare la telefonata non mi sembrerebbe così remota. Comunque al momento una squadraccia.

  47. parole di coach Karl: “spero che Danilo si innamori di noi come noi ci siamo innomarati di lui”.
    pubbliche relazioni? forse?! Danilo sta maturando ed io sono convinto che con una superstar vicino sarebbe il comprimario perfetto per vincere titoli. regolare, silenzioso, alto, forte, buon attaccante, buon difensore, eccellente tiratore da tre e dalla lunetta ha tutte le qualità e se mi concedete la sparo grossa: con Danilo agli heat al posto di james gli heat sarebbero + squadra ed avrebbero + soldi per coprire i buchi in panchina ed in quintetto e per quanto assurdo, con molto meno talento, avrebbero un progetto + logico e solido per arrivare al titolo.
    ho parlato per assurdo e perchè non mi andava di sparare sulla croce rossa, ma nella grande mela + di qualcuno fa pensieri simili anche se non lo può ancora dire.

  48. Però Howard mica ha fatto la voce grossa solo contro Turiaf…io non ho mai mancato di criticarlo, ma quest’anno i miglioramenti sono stati evidenti, tiro di tabella mai visto in passato, ha aggiunto un paio di movimenti, uso della mano sinistra, non glielo si può negare.

  49. gallo
    non so..di certo hai ragione,il supporting cast faceva letteralmente pena..quindi in gran parte è dipeso da quello,ma intendevo dire che in ogni caso i 3 erano in parabola discendente,specie drexler..son convinto che solo 2 anni prima quei 3 avrebbero vinto anche se play avessi giocato io…

    • gallo

      rivisto con piacere quei momenti di rockets-jazz ma, aldilà di Stockton (che ha messo 3 canestri irreali), non mi ricordavo che avessero difeso cosi male sull’ultimo possesso.. XD

  50. brazzz

    “son convinto che solo 2 anni prima quei 3 avrebbero vinto anche se play avessi giocato io…”

    senza ombra di dubbio.
    anche jordan in quel caso avrebbe potuto fare poco…

    comunque erano in parabola discendente anche perchè gli stessi olajuwon e drexler ormai avevano molte meno motivazioni.
    l’uomo in missione era barkley,che dei tre era l’unico che ancora non aveva vinto…

  51. gallo
    totalmente d’accordo.solo chuck era realmente motivato,gli altri 2,specie drexler,erano appagati e parecchio..sul fatto poi che nei jazz il vero leader fosse il 12 e non il postino sfondi una porta a perta…e comunque,maloney non era molto meglio di me..

  52. blake griffin tripla doppia, sì, ma con due overtime. fatto non trascurabile.

    sono d’acordo coi tifosi magic, se le cose rimangono così sarei più che felice per gli accoppiamenti. avrebbero gli hawks al primo turno e i bulls al secondo. e secondo me vanno in finale di conference. e lì, purtroppo per loro, si fermano contro i celtics (80 per cento) o gli heat (20 per cento).

    al contrario gli heat dovranno beccarsi phila (molto in forma) e i celtics (cazzi da cacare). la lotta per primi tre posti a est sarà serrata, con i magic che incrociano le dita e tifano bulls…

  53. brazzz

    su maloney hai ragione,anche se bisogna dire che in quella stagione sorprese in positivo.
    però difensivamente parlando era davvero ridicolo…

    comunque va ricordato che nell’esordio stagionale drexler sfiorò la quadrupla doppia e barkley prese 33 rimbalzi,proprio contro la sua ex squadra…

    il calo di motivazione era evidente.
    olajuwon ad esempio ebbe un crollo inaspettato,perchè questo è quando passi in una sola stagione(tra il 97 e il 98) dall’essere il miglior pivot della lega all’essere un pivot quasi normale.
    anche se va ricordato che olajuwon in quei anni ebbe problemi(non gravi)al cuore.
    stesso olajuwon che non era proprio un mostro di motivazioni,altrimenti il biennio 94-95 l’avrebbe potuto ripetere più volte,a prescindere se poi avesse vinto o meno.
    questa è stata la grandezza di un jordan,o anche dei vari magic,bird,jabbar,russell,chamberlain o gli stessi stockton e malone,per non dire kobe,duncan o kg oggi e di sicuro sarà così anche per lebron
    ovvero giocare tutti gli anni della propria carriera al massimo.
    questi l’hanno fatto,i vari shaq,olajuwon,moses malone a mio avviso non sono stati in grado di farlo,altrimenti le loro carriere sarebbero state ancora migliori.
    lo shaq del 2000 l’abbiamo rivisto solo altre 2 o 3 volte,idem l’olajuwon del 94 o del 95,così come il moses malone di inizio anni 80.
    invece ad esempio il miglior jordan l’abbiamo visto ogni anno.
    questo dipende anche dai vari problemi fisici,ma penso soprattutto dalle varie motivazioni.
    jordan poteva vincere tanti titoli ed essere ancora motivato al massimo,mentre magari uno shaq già dopo uno o due scendeva di motivazioni.
    difatti jordan quando ha capito di non avere più grandi motivazioni si è ritirato,questo l’ha fatto più di una volta…

  54. Se Stockton fosse stato più espansivo, la gente comune avrebbe capito chi era il vero leader, invece il più delle volte si diceva il contrario.

    Vetriolo

    Howard è migliorato ma stiamo sempre parlando di RS. I PO saranno un’altra cosa anche se sono convinto che gli avversari faranno più fatica a contenerlo.

  55. comunque il basket sa essere uno sport “crudele”…

    io penso a barkley,che in quella stagione 96/97 inseguiva per l’ennesima volta il sogno anello.
    una stagione interpretata da lui alla grandissima,per poi vedersi spezzare il tutto per un singolo tiro,ovvero la micidiale tripla di stockton allo scadere…

    gli stessi stockton e malone che a loro volta hanno visto i loro sogni interrompersi proprio sul più bello e nella stessa identica maniera per colpa del 23…

    lo stesso barkley che dopo la gara 6 di finale del 93 contro i bulls disse:

    “I tifosi di Phoenix sono delusi,ma domani torneranno tutti al loro lavoro e la vita ricomincerà.
    Ma per me la vita è questa e non sarà fcile riprendersi.
    In futuro potrò anche giocare meglio,ma non potrò toccare le stesse intensità agonistiche toccate in questa stagione”

    barkley per grinta e voglia avrebbe meritato il titolo come pochi altri.
    ricordo sempre che karl malone una volta disse che se si ritrovasse nel bel mezzo di una guerra ed avesse l’opportunità di poter scegliere un singolo compagno che lo aiutasse,avrebbe scelto barkley…

  56. Ragazzi Howard ha già fatto tanto nei playoff, ha guidato la squadra alle Finals nel 2009 insieme a Turkoglu (senza dimenticare il fondamentale apporto di Lewis) e si è ben comportato anche l’anno scorso contro Garnett e compagnia. L’unico suo vero incubo, Rasheed Wallace, è seduto sul divano di casa e guarda le partite da li.
    Oddio, i PO sono più difficili della regular, ma non ho grossi dubbi sul fatto che farà molto bene.
    Semmai spero nella continuità degli altri gicoatori, in un Gilbert da battaglia e nella difesa.
    Se questi ingredienti ci saranno, saremo molto più forti di due anni fa e quindi non vedo perchè non potremo gicoarcela alla grande con tutte le altre contender.
    Occhio che i Celtics non hanno più Perkins, e non è poco! Con gli O’Neal in scarso stato di forma, KG si ritroverà più o meno da solo e contro Howard-Bass o Noah-Boozer non sarà mica semplice per lui…

  57. Tracy

    Completamente d’accordo con te.

    Il progetto di Otis inizia a prendere corpo…la difesa ora c’è, manca un ultimo, imprescindibile tassello, senza il quale finiamo come l’anno scorso o se ci va male addirittura al secondo turno.

    Gilbert Arenas.

    Da qui in poi apro le braccia e guardo verso l’alto…alla provvigione non c’è mai fine!

    Inutile parlarne, come giocherà ai play-off non lo possiamo sapere.

  58. e allora un pò di cosette del’enorme chuck..compreso tiro in faccia al tremebondo ammiraglio x chiudere la serie del 93…

  59. i più grandi giocatori della generazione jordan…

    jordan,olajuwon,malone,stockton,barkley,drexler,robinson,pippen,ewing,miller…

    quelli che hanno vinto dei titoli sono stati jordan,pippen,olajuwon,drexler e robinson.
    ma olajuwon e drexler avranno sempre quella(ingiusta) etichetta dell’aver vinto il titolo quando jordan giocava a baseball o era da poco rientrato.
    robinson ha vinto quando jordan si è ritirato,oppure quando jordan era ormai un 40enne,ma lui stesso per gli spurs non era più una stella,questo nel 2003.
    pippen ha vinto perchè ha giocato con mj,senza non ha vinto niente pur giocando in squadre talentuose,su tutte i blazers del 2000…

    malone e stockton le due volte che ci sono andati più vicino sono stati entrambe le volte eliminati dai bulls di jordan.
    ewing addirittura 5 volte,su tutte il 93,la sconfitta che brucia di più,visto che i suoi knicks avevano il fattore campo a favore e si ritrovarono dopo due gare in testa 2-0.
    barkley invece è stato eliminato 4 volte da jordan,tre con i sixers e una con i suns in finale.
    drexler una sola volta in finale,anche miller una sola volta…

    eddy merckx in confronto era un principiante.
    jordan negli anni 90 è stato il vero cannibale.
    praticamente ha tolto ogni speranza di titolo ad una generazione di grandi campioni.
    quando si è ritirato ha aperto i giochi a tutti,ma in quel caso il dominatore l’ha fatto hakeem “the dream” olajuwon,che in due anni ha spezzato i sogni di barkley,stockton e malone due volte,mentre una volta quelli di robinson e ewing…

    pazzesco pensare che i due più forti giocatori di quella generazione non si sono mai sfidati in una serie di playoff.
    comunque jordan è stato l’incubo per tutti i giocatori della sua generazione,poco ma sicuro.
    la stessa cosa si può dire per russell negli anni 60.
    con la differenza a mio avviso che i celtics vincevano perchè russell era un immenso giocatore che aveva nettamente il miglior supporting cast dell’epoca,mentre i bulls hanno vinto perchè avevano jordan,quello che negli anni 90 ha fatto la differenza tra l’essere competitivi per il titolo e vincere il titolo stesso…

  60. Nella squadra di Chuck sedeva coach Westphal al primo anno come capo allenatore. Chissà cosa direbbe brazzz se un titolo lo vincesse Olowowiztki con il povero Barkley a bocca asciutta!!!!!!!!

  61. Pippen senza Jordan non ha vinto niente giusto, può valere anche l’inverso, senza Pippen MJ non avrebbe spezzato nessun sogno ai vari Hakeem, Barkley, Malone ecc…

  62. poi insomma..ha vinto 3 titoli longley e chuck e stockton nessuno..ci vuol pure il culo di trovarsi al posto giusto nel momento giusto

  63. be in questa decade di gente senza titolo che l’avrebbe meritato non credo ne manchi anche se non c’è paragone con l’epoca jordan.

    iverson ,nowitzki,Nash (2 mvp nessuna finale) kidd, e squadre come i blazers del 200′ e i kings del 2002 squadre fantastiche..

  64. albert

    si vabbè.
    allora si può dire che lo stesso jordan senza kukoc non avrebbe vinto gli ultimi 3 titoli…

    chiaro che quello più fortunato ad avere l’altro è stato pippen.
    prima o poi in nba la squadra competitiva per vincere il titolo l’avrai sempre.
    a jordan gli sarebbe bastato questo per vincere,perchè poi quella squadra competitiva lui la faceva diventare la squadra del titolo…

    malone ha avuto per oltre 15 anni stockton e viceversa,eppure non hanno vinto niente.
    pippen dopo jordan ha giocato nei blazers di steve smith,sheed,schrempf,sabonis,stoudamire,wells,brian grant e non ha vinto niente lo stesso…

    ripeto,la differenza negli anni 90 l’ha fatta jordan.
    era lui che rendeva i bulls la squadra dei 6 titoli.
    penso che i vari sloan,tomjanovich,adelman,riley,karl,westphal ai bulls invidiassero jordan,non certamente pippen.
    sapevano che se nella loro squadra avessero avuto come stella principale jordan la vita sarebbe stata più facile…

  65. difficile fare un confronto tra giocatori di ruoli diversi.
    quindi quello jordan vs drexler è il più facile da fare…

    secondo voi nelle finals 1992 se jordan avesse giocato per i blazers e drexler per i bulls chi avrebbe vinto?

    il fatto che jordan avesse dominato drexler in quella serie e nonostante ciò i bulls abbiano sofferto,serve a far capire che forse jordan non aveva un supporting cast superiore…

    mj aveva pippen(e grant),ma drexler ad esempio aveva gente come ainge,porter,williams,robinson o kersey,gente non del livello di pippen,ma pur sempre dei buoni/ottimi giocatori…

    non è che la forza di un supporting cast si vede solo dal secondo violino,ma conta anche il resto…

  66. olajuwon nel 94 ha vinto un titolo senza avere una vera stella al proprio fianco.
    così ad esempio ha eliminato i jazz che avevano stockton e malone,oppure i suns di barkley che aveva pur sempre un kevin johnson.
    sempre per il discorso di prima…

    quindi dire che jordan ha dominato perchè ha avuto pippen è sbagliato.
    nel senso che ha dominato perchè ha avuto anche pippen,ma a mio avviso l’avrebbe fatto lo stesso,bastava semplicemente che avesse una squadra competitiva per il titolo,poi ci pensava lui a farla vincere.
    mentre pippen per vincere aveva bisogno di giocare nella squadra di un fuoriclasse immenso come jordan,perchè senza ha dimostrato di non farcela,lui che era un perfetto secondo violino,ma non certamente un trascinatore…

  67. “con la differenza a mio avviso che i celtics vincevano perchè russell era un immenso giocatore che aveva nettamente il miglior supporting cast dell’epoca,mentre i bulls hanno vinto perchè avevano jordan,quello che negli anni 90 ha fatto la differenza tra l’essere competitivi per il titolo e vincere il titolo stesso…” questo mi sembra decisamente poco generoso nei confronti dei Bulls di quegli anni: Pippen, Grant, Kukoc, Rodman, Harper, Kerr….la frase qui sopra è perfettamente ribaltabile, semplicemente perchè ci sono situazioni comuni in molte delle squadre-dinastie: uno o due leader in campo e fuori, e dei “comprimari” che possono essere considerati di seconda linea solo in virtù del fatto che il leader è un atleta come ne nascono pochi…
    Così è stato per Russel nei Celtics e Jordan nei Bulls.

    In più, quoto chi ha scritto che per vincere il titolo ci vuole anche il culo di essere al posto giusto nel momento giusto. In generale c’è sempre stato e c’è tuttora chi non ha vinto titoli anche se individualmente ne avrebbe meritati….

  68. hanzo

    ti ho risposto prima…

    inutile ricordare i vari pippen,rodman,kukoc,kerr ecc.
    perchè nessuno mette in discussione il fatto che avere questi giocatori abbia aiutato jordan a vincere.
    ma resta il fatto che jordan per vincere ha dovuto sempre fare gli straordinari,a parte qualche eccezione.
    senza un immenso jordan con i jazz i bulls non avrebbroe mai vinto quei due titoli,idem con suns e blazers.
    per non parlare di certe sfide con i knicks…

    il supporting cast superiore è quello che ti permette di vincere anche giocando “normale” o addirittura sotto i livelli abituali.
    il fatto che jordan per battere i vari stockton,malone,barkley,drexler o ewing ha sempre dovuto giocar meglio di loro e ha sempre dovuto fare gli straordinari,questo dimostra che forse non aveva un supporting cast superiore al loro.
    l’esempio che ho fatto prima con drexler penso che rispecchi la giusta realtà…

  69. Sentite
    la smettete di parlare dei Rockets e di un altro titolo che potevano vincere… e tutto il resto.
    Anche a me è dispiaciuto che Barkley non abbia mai vinto un titolo, perché uno con la grinta, passione, tenacia e anche cattiveria che ci metteva lui se lo meritava proprio!!!
    Però così mi fate ripensare a Drexler…e mi ricordo benissimo che il giorno in cui ha giocato la sua ultima partita, che era sicuro che fosse la sua ultima, fu uno dei giorni più tristi della mia vita!
    :-(
    Per fortuna non l’ho potuta vedere perché forse non la trasmettavano in chiaro, non ricordo…
    Adesso non mi prendete per un superficiale, perché lo sport non è la vita di tutti i giorni…
    però è comunque una passione che ognuno vive alla sua maniera…
    Non è come quando finisce un amore, ma ci va molto vicino…

  70. Sui Play off ad ovest…
    Non credo che la 6 possa arrivare a 50 vittorie; che poi la cosa non è che sia così importante…
    Al momento al sesto posto ci siamo noi con 41 vittorie (scusate se mi do una grattatina…), e la vedo dura vincerne 9 nelle prossime 11…a maggior ragione è ancora più dura per chi è dietro di noi…
    MI sto convincendo sempre di più che forse è meglio arrivare 6 che non 5….L’unica alternativa migliore sarebbe il 4° posto, ma ormai è troppo lontano.

  71. chi preferite pippen o mc daniel?

    chiunque sceglierebbe il primo.
    però poi bisogna basarsi sulle risposte del parquet.
    nella serie del 92 pippen per quasi tutta la serie fu ridicolizzato da xman…

    quindi un vantaggio che poteva avere jordan su ewing passò a favore di quest’ultimo.
    quindi mj per battere ewing e i knicks ha dovuto come al solito giocare una serie alla michael jordan…

    difatti jordan prima della gara 7 disse al padre:

    “che faccio? coinvolgo i compagni o prendo in mano il match fin da subito?”

    il padre:

    “prendi in mano il match”…

    ripeto,non basta dire che jordan aveva pippen o chiunque altro.
    la realtà dice che per vincere 6 titoli ha dovuto giocare sempre da michael jordan,ovvero da numero 1 assoluto della sua generazione,altrimenti altro che 6 anelli,pippen o non pippen…

  72. Giangio

    Appassionato ok, quanto vuoi, ma stiamo proprio su due linee diverse. Si ritirasse Kobe Bryant domani, si mi dispiacerebbe, ma pace all’anima sua, la mia vita continua e pure benissimo. Non esageriamo con questi discorsi, diamo ad uno sport l’importanza che merita…

    • Forse mi sono espresso male evidentemente……
      Io a tutt’ora sono un tifoso dei Blazers e vi rompo i cojoni tutti i giorni su di loro o no?:-)
      Gli ho dato la giusta importanza, per me….Drexler non era solo un gran giocatore, ma anche un gran signore, e ci crederai o no, mi ha insegnato tanto, soprattutto come si sta in campo
      Sono diventato un tifoso di Portland grazie a lui, se no sarei anche Io uno dei tanti tifosi dei Lakers, che stimo ugualmente, ci mancherebbe.
      A te ti vengono i brividi quando vedi giocare Bryant? A me venivano sempre, ed erano “vibrazioni”, come le chiamava Tranquillo
      C’è da dire anche una cosa: Tu Bryant lo vedi tutti i giorni, te lo gusti in tutte le salse, e anche se in Italia se ne parla poco, hai internet che è una fonte immensa di notizie ed immagini
      All’epoca, e ti parlo dei primi anni ’90, vivevi l’Nba come una sorta di mito inarrivabile,e quindi ogni singola immagine e notizia valeva oro.
      Detto tutto questo…la mia vita sportiva è andata avanti, come ti dimostro…Però quel giorno per me è stato molto triste, dal punto di vista sportivo…
      Adesso ci sono ROy, Aldridge, Fernandez….ma non sono proprio la stessa cosa….

  73. postino

    ma non ho capito chi è il tuo giocatore preferito,kobe o malone?

  74. brazzzz

    Se Andrea vincesse un titolo sarei contento perchè sarebbe il primo italiano (oppure il secondo o il terzo dopo Gallinari/Belinelli) a fregiarsi del titolo NBA. Ovviamente spererei in un titolo vinto da protagonista o comunque della partita e non da panchinaro di lusso come Milicic.

  75. Pronostici NCAA

    UConn (3) vs SDSU (2) –> UConn
    BYU (3) vs Florida (2) –> Florida
    Duke (1) vs Arizona (5) –> Duke
    Wisconsin (4) vs Butler (8) –> Wisconsin

    BYU ha speranze di W se e solo se Fredette scollina sopra 40, magari con qualche assistenza.. Gators più squadra e soprattutto sotto canestro sono nettamente più forti. “But we believe in Jimmer”
    Duke – Arizona partita più interessante delle S16… Blue Devil favorita, sono i campioni in carica ed hanno un Irving che non può non migliorare, dall’altra parte chissà se Derrick Williams non voglia aggiungere ancora una prestazione convincente a già suo ottimo torneo in chiave prima scelta assoluta…
    UConn che dipende da Kemba… anche qui partita bellissima sulla carta…
    Butler chiamata all’ennesimo miracolo… certo non c’è 2 senza 3…

  76. i believe in miracle! se Butler va alla final four è un vero miracolo ma ci sono tutti i presupposti perchè cio avvenga.
    sarò sciocco ma solo Duke mi sembra sicura.

  77. O.T.
    Scusate
    sappiamo che nella Nba c’è la Western e la Eastern CONFERENCE
    Ma in un ristorante
    cosa è una CONFERENCE?

  78. ragazzi i knicks erano da un bel pò di tempo in calo,già prima che arrivasse antohny si stava intorno al 50%,ci troviamo in una buona posizione grazie al perido di 11 partite dove abbiamo collezionato un 10-1 a dicembre,stat in quel periodo viaggiava a 35+11,calato lui la squadra sta arrancando da un bel pò di tempo.
    purtroppo non ho visto la gara,ho solo sentito stamattina su sports center che anthony è rimasto gran parte di inizio del 4° quarto in panca…boh

  79. Giangio

    discorso afferrato a livello logico, ma non a senso “emotivo”. Ognuno è fatto a modo suo ;-)

    Gallo

    Malone ha dichiarato il ritiro nel gennaio o febbraio del 2005 e non giocava da giugno 2004. Fino ad allora quello che mi piaceva di più era lui, poi è diventato Kobe, quindi attualmente rimane lui. Dopo di lui boh, veramente il nulla, non ce ne è uno che mi attiri così tanto… Dei Lakers quello per cui “tifo” di più è Bynum ed ho detto tutto su quanto mi piacciano gli altri; se Kobe morisse domani probabilmente tiferei per New York, sono quelli che mi stanno più simpatici

  80. concordo con i pronostici di Showstopper.
    Fredette sarà un fenomeno a livello NCAA ma mi sembra troppo “solo” per arrivare nelle 8. Perlopiù contro una difesa come quella dei Gators..

    • ah beh!! accipicchia 9 ast.
      caro amico ho visto gli ultimi 2 quarti
      lasciamo 7 “lapidarie parole”
      1- allenatore: la leggenda dice baffo inutile. ma chi allora? a quale stile di gioco può adattarsi un roster così composto? coach zen no, pop nemmeno, thibodau neanche, chi?
      sloan e nelson e brown sono quelli che + circolano come reali ed adatti. allenatori così diversi per un solo roster perchè ? perchè quel roster è un rebus difficile.
      2- cap: al costo congiunto di stat e melo ci devi mettere billups e questo ti rende difficile muovere bene il mercato ( dar via billups senza pagare dazio o in $ o in un pacco tecnico o in tutti e due è un impresa difficile)
      3- quintetto/panchina: corta è poco se roger mason jr. può essere uno starting five
      4- effetto miami: copiare miami con tre big e niente in torno è folle e presentuoso perchè i tuoi tre big saranno sempre meno forti di quelli degli heat e ti costano quasi uguale.
      james e wade sono di sicuro tra i primi 10 mentre melo e stat no ma stanno a secondo dei gusti nei primi trenta ( centri: dh12, gasol ala grande: dirk, griffit ala piccola: james, durant guardia:kobe,wade play: rose, paul e dopo garnett, pierce, westbrook, deron, ginobili, parker ecc.)
      5: compatibilità: se gli heat non danno dubbi per talento ma per compatibilità i knicks che hanno già meno talento como possono permettersi il lusso di esser ancor meno bene assortiti con due super attaccanti ma che in difesa…………………………… un play quasi finito e totalmente inadatto ad un progetto in divenire ( bosh, james e wade sono coetanei)
      6: cessioni: gallo non perchè è italiano ma è + forte di fields; il russo costava poco ed il prospetto perfetto vicino a stat e felton/chandler a qualità/prezzo sono mille volte meglio di billups che in passato ho amato e mi costa tanto dire queste parole.
      7: magliette: marketing o vittorie? NY ha scelto la prima con giocatori appariscenti che ti possono vincere qualunque singola partita ma mai il campionato.

  81. Knicks
    spero che in estate si cambi allenatore…odio d’ antoni!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    celtics
    sono una squadra che può avere dei cali vista anche l’età del roster…se vi ricordate lo scorso anno hanno veramente scioperato in alcune partite ai playoff, segno che per loro cmq è fondamentale amministrarsi anche in una serie di playoff…
    sia contro i cavs in gara 3 che contro i lakers in gara 3 e 6…non dico che l’anno fatto volontariamente…ma dico che secondo me ciò è dato dallo stress fisico vista l’età…

  82. Ma quanto gli piace a certa gente parlare, e poi parlare, e poi ancora straparlare…

    Mi tengo limitato, vado solo coi pronostici NCAA per stanotte, nella certezza di topparne almeno la metà

    UConn (ancora Kemba protagonista)
    BYU (Fredette sui 40)
    Duke
    Wisconsin (me spero di no, giocano un basket che fa cascare le palle)
    UNC (a fatica)
    Kansas
    OSU
    FSU

  83. 2 giorni dopo la peggior partita della storia, giocare una partita del genere non è da tutti… a prescindere da come andrà a finire…

    Ovviamente sto parlando di Siena…

    • Concordo ampiamente!!!
      E’ veramente un grande allenatore, e la partita dell’andata era solo una brutta parentesi!
      Me ne ha parlato anche mia sorella…che non sa una mazza di basket…

  84. Mancano una decina di gare alla fine della regular. Vado con i quintetti NBA

    NBA 1st Team

    C D. Howard
    F K. Durant
    F L. James
    G D. Wade*
    G K. Bryant*
    G D. Rose

    * ex aequo, è già capitato in passato, escludere wade o kobe non esiste proprio.

    NBA 2nd Team

    C P. Gasol
    F D. Nowitzki
    F A. Stoudemire
    G M. Ginobili
    G R. Westbrook

    NBA 3rd Team

    C A. Bogut
    F L. Aldridge
    F K. Love
    G M. Ellis
    G S. Nash

    C’è un problema, rimangono fuori i big four dei celtics, non perché non li ritengo meritevoli, ma perché credo che metteranno questi quì al loro posto. Sicuramente mi dimentico qualcuno.

  85. NBA Defensive 1st Team

    C D. Howard
    F A. Bogut
    F L. James
    G D. Wade
    G K. Bryant

    NBA Defensive 2nd Team

    C S. Ibaka
    F L. Odom
    F R. Artest
    G M. Ginobili
    G R. Rondo

    Va detto che negli anni si sono visti casi in cui sono stati selezionati due centri o 3 ali, o 3 guardie.
    Per quanti mi riguarda non sono i quintetti che farei io, ma quelli che credo verranno scelti, un ibaka non è da secondo quintetto, ma le stoppate fanno tanta impressione, e non mi sorprenderei di vedere anche un kevin love, sebbene questo sia ancora molto lontano dall’essere un difensore degno di questa selezione.

  86. Naturalmente si dimenticherà nei quintetti difensivi di un signor difensore,
    Batum
    che con disinvoltura passa dal marcare un play o un centro…E non esagero, chiedere a Wall e Gasol…

  87. A metà gara..

    San Diego gioca meglio, ma Kemba ce l’hanno gli altri… partita ancora aperta (+9 Huskies) ma UConn ha qualcosina in più come individualità..

    BYU è in parità con un Fredette da 5su13 con uno 0su4 da 3… un lusso mica da ridere… Florida è complessivamente molto più forte ma ha problemi di personalità..

Commenta