Ennesima prova di carattere di Rose contro gli Heat

Ennesima sconfitta in volata per Miami, mentre i Lakers passeggiano a San Antonio e spaventano la NBA.

Ecco com’è andata.

Chicago 87 – Miami 86
Psicodramma a Miami: quarta sconfitta consecutiva sempre in partite punto a punto e sempre con l’ultimo tiro preso da James (26p 8r 6a) e sbagliato. In questa partita dopo l’errore di LBJ c’è comunque ancora tempo per un rimbalzo e per un tiro in emergenza di Wade (20p 4r 5a 7 palle perse), senza successo. I Bulls vincono con 27p di Rose, 18p di Deng e lasciando l’impressione di essere una squadra più solida e quadrata.

LA Lakers 99 – San Antonio 83

34-13 di parziale nel primo quarto per i gialloviola che chiudono subito la pratica coi punti di Bryant (26p) e i rimbalzi di Bynum (17r). Solo 2p per Duncan e 1p per Jefferson: si salvano solo un Parker a mezzo servizio (14p) e Neal (15p 7r).

Washington 102 – Detroit 113
In mezzo a mille polemiche, i Pistons stanno comunque trovando un modo di vincere le partite: contro i Wizards decisivi Prince (20p) e Villanueva (16p) oltre ad un solido Stuckey (19p 9a 7r). Non bastano i 14p 7a 5r di John Wall ben coadiuvato dai 21p di Young: possono essere loro la coppia di guardie del futuro per la squadra della capitale.

Golden State 117 – Philadelphia 125 (OT)
Ai Sixers serve un tempo supplementare per venire a capo dei Warriors di Ellis (27p) e Curry (22p 7a); decisivo il capitano Iguodala (15p 11r 10a) e il doppio ventello della coppa di ali giovani Young e Turner. Il talento a Philadelphia c’è, ma servono nuove trade per miscelarlo al meglio.

New York 92 – Atlanta 79
I Knicks senza Billups vincono ad Atlanta e tirano il fiato dopo le sconfitte coi Cavs: decide il solito Stoudemire con 26p e 7r mentre per Anthony partita tranquilla da 14p 7r 7a. Per i padroni di casa buona la prova di Smith con 17p 11r mentre prosegue l’inserimento del nuovo playmaker: per Hinrich 15p 4a in 34 minuti.

New Orleans 96 – Cleveland 81
Vittoria in trasferta per gli Hornets ma serata sfortuna per CP3 (13p 11a in 26 minuti) che esce in barella a causa di una leggera commozione cerebrale. Decidono così West (23p 7r) e Belinelli (18p 5r) tornato in quintetto. Inutili i 15p a testa di Session e Hickson e i 17p 6a 5r del neo acquisto Davis.

Phoenix 118 – Oklahoma City 122 (OT)
Nonostante l’ennesima partita sospetta di Durant (18p 3/14 al tiro) contro Grant Hill, i Thunders vincono seppur con fatica contro degli ottimi Suns grazie soprattutto al solito Westbrook (32p 11a) che come di consueto mangia in testa a Nash (11p 14a). Inutili i 29p di Carter.

Memphis 104 – Dallas 103
Continua la rincorsa di Memphis verso i playoffs, corsari anche a Dallas grazie al solito Randolph (27p 9r) e alla doppia doppia di Gasol (16p 10r). Senza Chandler, Dallas fa fatica a controllare i tabelloni e non bastano i soliti Nowitzki (23p) e Terry (26p uscendo dalla panchina).

Boston 89 – Milwaukee 83
Nella sfida fra squadre tartassate dagli infortuni (out Shaq, Davis, J O’Neal e West da una parte; Bogut, Gooden Ilyasova e Redd dall’altra) i Celtics hanno la meglio con 23p di Pierce e 17p del neo acquisto Krstic, subito a suo agio in biancoverde. Jennings suona la carica per i suoi (23p 6a 5r) ma è troppo solo.

Post By Max Giordan (984 Posts)

Max Giordan
segue l’NBA dal 1989, naviga in Internet dal 1996.
Play.it USA nasce dalla voglia di unire le 2 passioni e riunire in un’unico luogo “virtuale” i tanti appassionati di Sport Americani in Italia.
Email: giordan@playitusa.com

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

126 thoughts on “NBA – Quarta sconfitta consecutiva per gli Heat, i Lakers dominano San Antonio

  1. Matt Bonner può fare il figo contro Chris Bosh, Lamarvellous è un’altra cosa…ad ogni modo sono convinto che in una serie al meglio delle 7 la spunterebbero gli Speroni, Squadra con la S maiuscola se ce n’è una.

  2. Cosi come non erano quelli gli spurs contro miami cosi non sono quelli che han giocato stasera contro L.A.
    Io tifo Spurs ma se ci bloccano i tiratori da 3 dentro con il Lakers non si vince di certo!!!

  3. perchè SA dovrebbe battere questi lakers? io son convinto che, se gli speroni arrivano in finale eventualmente contro i lakers, se ne escono in 6 partite….nel 2008 LA era molto ma molto più debole di oggi e vinse 4-1(però gino era rotto, ma duncan era ancora il miglior lungo di questa lega)….dopo 3 anni perchè la storia dovrebbe cambiare?

  4. su miami non farei drammi, li vedo gli unici in grado di battere i lakers, boston temo sia troppo leggera sotto canestro, vedi gara7 anno scorso dove senza perkins LA dilagò a rimbalzo….in caso di eventuale finale boston-LA non ci sarebbero sheed su gasol, bynum è sano, allen su bryant e robinson a inventare canestri…e jeff green per quanto bravo è marcabile da odom

    • Già perchè miami sugli accoppiamenti con i lunghi è messa bene..
      Il punto non sono le individualità, altrimenti miami vincerebbe a mani basse: vince la squadra in cui i talenti sono meglio distribuiti e dove c’è maggiore organizzazione/ intesa.
      Allen pierce e garnett sono complementari, per questo si sono trovati bene da subito.
      Lebron wade e bosh, pur avendo un maggiore talento individuale, sono “doppioni” in quanto vivono di isolamenti e monopolizzano il gioco. Per questo con le piccole dominano e con le grandi soffrono!

  5. per miami la vedo abbastanza dura adesso…premettendo che la partita di ieri non l’ho potuta vedere (ho visto orlando e spurs) e veramente c’era da mettersi le mani nei capelli!!!non c’era schema, difesa e nemmeno lampi di genio eccelso il talento lo stanno lasciando a casa un po’ spesso!!se contro orlando e spurs non difendi sui tiri da 3……c’è poco da fare!!spero che lo sappia coach spo

  6. Ieri sera i Lakers hanno dato prova di essere davvero “on fire” dopo la pausa dell’ASG: sette vittorie consecutive e ora l’aspettano Atlanta, Miami, Orlando.. insomma alla fine di questo tour all’est si avrà modo di vedere se i lacustri sono o no cosa concreta per la corsa all’anello…

    Miami ancora una sconfitta di un punto: due secondo me i punti da mettere sotto la lente di ingrandimento. 1. LeBron continua a sbagliare tiri decisivi, e con lui di volta in volta Bosh e Wade. Probabilmente quanto detto ieri da Bagatta è vero, nessuno dei tre sa chi deve essere il go to guy in quei momenti e la pressione su James (una volta tanto) si fa sentire. 2. Non scherziamo ragazzi, non puoi pensare di segnare, su 86 punti totali, 69 punti con il trio, 11 con Chalmers e solo SETTE con la pachina (Bibby 0 punti e 3 falli in 11 minuti). Così non si può (non si deve) vincere, il basket è altro, vedi appunto i Lakers ieri (circolazione di palla straordinaria) e gli Spurs di venerdì, se possibile ancora più belli.
    Ultima nota… sconfitta allo scadere dei Mavs per mano di quel panzone di Randolph che, a dispetto di tutto, ha comunque segnato 27p., con 4r. e 9a.. Da uno che in stagione viaggia a 20+13 a sera dovresti forse aspettartelo un ultimo tiro così..

  7. San Antonio punta troppo sul tiro da 3, sembra la Phoenix di D’Antoni. Gli unici outsider dell’area sono rimasti Gino e Parker, mentre Duncan ha optato per il gioco di rimessa. Ai playoff non basterà…Lakers: Jackson ha un solo credo, che gli è valso 11 titoli: difesa chiudendo l’area, e lo specialista difensivo di turno sull’esterno più forte, attacco a triangolo con licenze per il solista Jordan-Bryant. Ma Kobe è l’unico che può affondare la nave quando gioca troppo solo, anche se ha capito (pare) che a rimbalzo ci deve andare anche lui. Se mette Gasol fuori dal gioco i lakers perdono. Punto. Boston è leggera, ma gioca molto (come i Lakers) dentro l’area, con scarichi su Allen e Pierce e la difesa è ottima. Se Shaq torna un minimo in forma (e il suo infortunio pare il solito degli ultimi 7 / 8 anni prima della volata playoff…) il peso sotto canestro ci sarà: Boston non è squadra da contropiede e può permetterselo. Miami è un caso a parte: come Cleveland l’anno passato è schiava del mostruoso talento di James, ma con un coach che non ha le palle per imporre un sistema di gioco convincente: solo Riley potrebbe salvarla, ma non se scende in campo all’ultimo minuto. Magic in crescita, ma con qualche crepa pericolosa, come la mancanza di un cambio per Howard e una eccessiva dipendenza dal tiro da 3: la sua difesa non è da playoff.

  8. Quì si rischia grosso…Wade nel post partita:
    “I’m used to, of course, coming down in the fourth, having the ball, making mistakes, getting a chance to make up for them, etc.,” Wade said.

    That, for his first seven seasons, was his burden. And joy. But James has taken it over.(scrive il PB post)

    “It’s just trying to get comfortable with whatever role that you have to play at that moment,” Wade continued. “You try to do your best. That’s all you can do. What is pouting going to do? What is not doing it going to do? So, and that was one of the things we got to understand when we all decided to come together. That there were going to be sacrifices that have to be made. And you live with the consequences.”
    Ho cambiano le cose o si sfasciano primi di arrivare anche a giocarselo l’anello…

  9. Fantastici Lakers ieri sera! Finalmente ho visto grinta e voglia di vincere!
    Ron che sfotte i tifosi, Kobe che vuole a tutti costi dominare e si gira verso la panchina spurs dopo una tripla in faccia a ginobili!
    Siamo noi i campioni, noi la squadra da battere, cazzo!
    Chi vuole vincere il titolo deve passare sopra il nostro cadavere..

  10. sui lakers nn mi pronuncio,partita strana…gli spurs nn sono qll visti ieri x cui una partita vera tra le 2 squadre si vedra,se si inconterano ai playoff…però una cosa ke mi ha impressionato è sicuramente la voglia e la difesa mostrata ieri da bynum

    miami troppo big3 dipendenti se nn lo si era ancora capito…lebron(magari x scelta di fonseca?)si ostina a prendere il tiro decisivo e puntualmente lo sbaglia…e qll di ieri mi sembrava anke un buon tiro da prendere ma se nn sbaglio nn ha beccato neppure il ferro…secondo me tutti i tiri allo scadere se li deve prendere wade….

    un applauso al beli ke ha giocato bene e tanto(41 minuti)

  11. notate bene i numeri di Harden da quando hanno fatto la trade…avremo i nuovi big 3 a Oklahoma..l’unico problema puo’ essere che con KD rifirmato al max anche Westbrook non pretendera’ di meno e lo stesso Harden cmq lo firmi abbastanza alto…ci sara’ spazio x tutti?e voglia di pagare la luxury?

    • ci sarà ci sarà lo spazio! figuriamoci se quel genio di Presti non ha fatto i conti giusti! Harden è n grande giocatore, ora avrà (giustamente) più spazio ma il suo salario sarà sensibilmente inferiore a quello degli altri 2, non dimentichiamoci che è praticamente ancora sesto uomo (uno dei migliori della lega sicuramente)! Gli OKC sono tra le squadre che hanno avuto più fiuto e si sono praticamente assicurati anni a venire con almeno due giocatori che detteranno il trend, e un gruppo di altri giovanissimi molto forti. Penso a Sergione, che sta crescendo a vista d’occhio, Harden stesso e Aldrich. Grande squadra, giovanissima, molto umile al contrario di tanti altri giovani con la testa da battipali! Non vedo l’ora che si arrivi ai playoff per rivederli in situazioni molto competitive dove hanno già dimostrato di dare il meglio! Capacissimi di fare lo scherzetto a franchigie ben più blasonate!

  12. Chissà se prima della fine della stagione a Miami capiranno che 3 giocatori non sono una squadra.. Mah! Regolarmente sconfitti dalla “Big” di turno. Rose sempre più MVP per quello che mi riguarda comunque. Lakers che sembrano aver girato qualcosa. Ai playoffs comunque ci divertiamo :)

  13. un po’ di obiettibita’ rose a due minuti dalla fine si e’ sparato due airball forzando non poco il jumper…Se dampier non fosse un demente che non e’ riuscito a tagliare fuori bene o il rimbalzo dal libero di deng fosse stato diverso staremmo parlando di ben altro quindi occhio…
    Con questo non salvo miami che ha fatto pena pero’ Se lebronh cicca il game winner lo riempiamo di pomodori…E mi sembra giusto che anche rose se ne prenda un paio! Dopo un quarto quarto iniziato da urlo sul finale anche lui e’ stato tutt’altro che lucido.

    • Concordo su (quasi) tutto. Ma miami dà l’idea di essere tutto meno che una squadra (e il SE lebron infila il buzzer resta un SE visto che non la butta dentro ultimamente). Rose è arrivato alla fine stanco visto che tira la carretta dall’inizio dell’anno ma nulla toglie alla sua prestazione secondo me.. la sola presenza cambia le difese e tranquillizza i compagni. Di questo bisogna dargli atto.

  14. questi nuovi Knicks mi fanno uscire matto: espugnamo Atlanta senza Big Shot, Walker e Ronnye con Melo medio (ma 7 assist) e ci facciamo beffare senza pietà dai Cavs…
    menzione speciale per i Grizzs che ancora senza Rudy vincono in the Big D con Peja a 0 p…

  15. Scusate, ma non c’è nessuno che come me vede Chicago come il pricipale ostacolo per il three peat dei Lakers?

    Qui tutti a parlare sempre dei Celtics e degli Heat ma io sto vedendo dei Bulls che si stanno avvicinando ai playoff in modo sempre più convincente… una squadra che appena ha potuto contare su tutti i suoi effettivi ha messo il turbo e ha iniziato a macinare vittorie su vittorie, giocando anche bene e con un roster di giocatori con dei ruoli chiari e prestabiliti… il mio parere è che se continuano così sono loro i migliori candidati per arrivare in finale, peccato solo che non abbiano una guardia decente che sia una, altrimenti non avrei nessun dubbio…

    Per quanto riguarda l’Ovest come ho detto non vedo una seria antagonista ai Lakers… forse i giovani Thunders, ma peccano di esperienza e l’esperienza ai playoff purtroppo conta non poco… (a proposito, qualcuno sa quando rientra Perkins?)

    Cmq una finale Lakers-Bulls non sarebbe affatto male!

  16. C’é da dire pero’ che Rose ha tenuto in piedi la baracca da solo, fino agli ultimi due minuti con canestri impossibili, sarà arrivato anche un po’ stanco nel finale.Boozer piuttosto imbarazzante.
    Anche se hanno perso a me sono sembrati superiori gli Heat, soprattutto considerando un incontro al melgio delle 7 parite.
    Primi due quarti, di Spurs-Lakers…Duncan sembrava un palo, mobilità zero, il francese l’unico salvabile.

  17. tra l’altro se la memoria non mi inganna i Lakers negli scorsi playoff hanno sofferto non poco contro i Thunder, che rispetto a quest’anno erano molto più deboli sul pitturato e soprattutto non potevano contare su questo Westbrook…

    in una ipotetica finale di conference chi lo tiene il buon Russel? Ho paura che Kobe dovrà fare parecchi straordinari…

  18. i knicks sono una mina vagante. possono perdere 4-0 e andare a casa al primo turno o dar fastidio a tutti

  19. KNICKS

    Si vede che ancora non c’è un equilibrio, non si può vincere cosi contro Atlanta e perdere 2 partite su 2 contro i Cavs (la 3 la persero i vecchi Knicks)!!! Squadra matta al momento mi sembra la definizione più giusta…Gli ci vorrà ancora un mesetto per sistemarsi, poi playoff dove possono essere la mina vagante come uscire con un 4-0! Per quest’anno siamo fuori dai giochi, ma un turno di playoff non può che fare bene al duo Stat + Melo, soprattutto se giocassero contro i Bulls e contro gli Heat che saranno i nostri concorrenti al titolo negli anni a venire

    BULLS

    Finalmente ho la controprova di quanto dico da Settembre!!! Questi Bulls sono belli solidi, squadra molto più equilibrata degli Heat e anche dei Magic secondo me…Peccato per la guardia perchè questi con Hamilton rischiavano di vincere il titolo già quest’anno! Di certo non vorrei mai trovarmeli contro ai playoff, hanno dimostrato tra l’altro di poter battere pure i Celtics…Attenzione! Per quanto riguarda la seconda posizione rubata agli Heat, vediamo se riescono a tenersela, c’è comunque un serio rischio di gustarsi NY vs Miami al primo turno! Fuochi d’artificio gente!

    LAKERS

    Ridimensionano gli Spurs che a loro volta gli avevano umiliati nell’ultimo scontro: la verità sta nel mezzo, ma come sempre detto, sbagliavate a sottovalutare questi Lakers…Per me San Antonio non è all’altezza, opinione personale ma questi ai playoff se si devono scontrare contro LA soccombono! Sempre più convinto che il titolo sarà discorso a due tra Boston e LA, con possibili outsider Bulls, Heat e Mavs (a meno che non si comportino come i soliti Mavs)

  20. Ieri ho fatto scorpacciata di nba…grazie anche a rojadirecta…
    Miami-Chicago
    Io quoto tex…hanno vinto i bulls, ma mi hanno lasciato l’impressione che, specie in una serie, non riuscirebbero a vincerne 4 con gli heat. Rose mostruoso, ma negli ultimi due minuti due perse sanguinose che potevano costare la vittoria, poi ci si sono messi gli dei…
    Su Miami, che dire, sempre per utilizzare paralleli calcistici (a me cari), Lebron mi sembra Zlatan…talmente tanto talento che alla fine finisce necessariamente per condizionare il tuo gioco…Ecco perché in un sistema di gioco che prescinde dai singoli (vedi Barcellona), sembri un corpo estraneo. Però, alla fine, Zlatan ha un curriculum che parla di sette scudetti consecutivi, quindi ha dimostrato di poter essere un leader riconosciuto, LBJ, invece non ha vinto una minchia, e capisco i mugugni di un wade che si chiede perché mai debba essere per forza l’altro a portare palla e prendersi l’ultimo tiro…
    Anche tra amici, a volte, le convivenze posso dimostrarsi un calvario…

    Spurs-lakers
    una partita come questa non può fare testo (su questo sto con Bagatta), troppo brutto duncan al tiro per essere vero…però, a me è sembrato davvero troppo indietro fisicamente….
    Detto questo, ieri ho visto finalmente un bynum dominante…se è davvero questo, non ce n’è per nessuno.

    atlanta-ny
    partita veramente brutta. Ad un certo punto, a metà secondo quarto, sembrava avessero tappato i canestri…non si vede uno schema che sia uno…melo ancora un corpo estraneo, stoud che mi fa impazzire, anche se qua e la commette delle ingenuità che vorresti ammazzarlo…Cmq, mi astengo dal fare qualsiasi tipo di previsione su questi knicks, perché proprio non si può

  21. ovviamente l’avranno già detto e pensato tutti, ma arrivare secondi o terzi ad est cambia non poco, vista la presenza dei pazzipazzi Knicks! Insomma, il terzo gradino del podio, che dopo questa batosta di 4 L vede gli Heat, è una patata bollente che io eviterei come la peste! insomma, per quanto stia facendo un’ottima stagione, Phila non è propriamente in grado di impensierire nè Mia nè Chi….ma NY è tutta un’altra cosa! :D Fossi i Magic, non ci proverei neanche a raggiungere un miglior piazzamento e mi terrei stretto l’abbinamento con Atlanta…

  22. Che partita di merda ieri… Finita dopo 6 minuti…

  23. allora, siamo equilibrati: gli spurs troppo brutti per essere veri e i lakers troppo belli per essere veri.. non ci dimentichiamo che neanche un mese fà i lakers erano teatro di insulti prese di culo e critiche varie anche giuste. sono guariti dopo l’all star game, non ci credo. una cosa però è vera e si è vista: se i lunghi di los angeles stanno bene e mi riferisco a bynum e ci mettono un pò di intensità la dentro il pitturato non ce nè veramente per nessuno. era tanto che non vedevo giocare duncan e spero che ieri non sò aveva la diarrea o qualche altro malessere perchè è stato letteralmente stuprato da gasol e bynum a turno. san antonio può farci male in pg con parker un signor play, uno dei primi 5 della lega per il resto una serie al meglio delle 7 sarà durissima ad uscirci per gli speroni che comunque sono gli unici avversari credibili ad ovest per i lakers.

  24. credo che chiunque al mondo vorrebbe trovarsi nei panni dei thunder.
    squadra futuribile (e competitiva) se ce n’è una, 49 mil di cap l’anno prossimo con i contratti di robinson e cook in scadenza da scambiare. in linea di massima una miniera d’oro. i “problemi” casomai arriveranno nel 2012, quando dovrai rinnovare harden,westbrook e ibaka, ma in linea di massima con 65-70 milioni hai tutte le possibilità di creare una dannata dinastia..

  25. fantastica esultanza di tom thibodau hahahhaa
    merita il coach of the year, cosi come rose l’mvp
    squadra che sta facendo sfracelli senza avere fenomeni in squadra, a parte rose ovviamente

  26. Io un cross-over bello e efficace come quello di Derrick Rose non lo vedevo dai tempi di Tim Hardaway…

  27. Kobe invece alla prossima partita (è appena a -12) supererà Moses Malone e diventerà il sesto marcatore All-Time, il secondo tra quello in attività dopo Shaq.

  28. Dico la mia sulla situazione NBA. Da tifoso Lakers sono sicuro che la partita di ieri tra Spurs e Lakers non significa niente. Ai Lakers entrava di tutto e agli Spurs non è entrato niente. Nonostante tutto ritengo i Lakers, da Settembre lo ripeto, la squadra da battere. Non importa il record, la storia insegna che Phil Jackson accende i suoi nei playoff…Chi ha paragonato gli Spurs hai Suns di D’Antoni, o ai Magic di Howard, mi trova particolarmente d’accordo. Capitolo Heat, la situazione sfiora il ridicolo, la squadra, com’è costruita mi piace sempre meno, ma stanno saltando i nervi secondo me. James sta sbagliando tutti questi buzzer beater penso più per nervosismo che per altro, mi sembra che vuole dimostrare che sono i più forti quando la squadra ha evidenti lacune: non hanno gioco offensivo e in difesa sono rivedibilissimi. Il fatto poi che non ci sia un allenatore, ma tre teste che decidono per la squadra, affossa ulteriormente la situazione. Tra l’altro si sono autoconvinti che la squadra è fatta da 3 persone, ma nel basket non è così. Certo gli altri non aiutano, Miller ieri avrebbe sbagliato anche se fossero usciti tutti dal campo dopo avergli montato una scala per arrivare al canestro, ma così Miami non va da nessuna parte.

  29. Heat-Bulls

    La cosa ormai è più simile ad uno psicodramma che ad una normale difficoltà. Qualcuno dice che le statistiche vanno pesate e non prese come oro colato, io accanto ad un dato che mi dice “1-15” nelle partite in volata penso ci sia poco da pesare

    Ripeto quello che ho detto ieri. Non è LBJ l’uomo dell’ultimo tiro. Non che nn sia capace (però un lay-up finito ad 1 metro dal ferro come ieri sera me lo deve spiegare), ma in squadra si da il caso che tu abbia uno dei migliori 3 clutch players della Lega, e lo devi usare.

    Al di là del fatto che gli Heat sono ancora (non tecnicamente, ma “umanamente”) la squadra di Wade, Dwayne è, a mio parere, molto più indicato per i possessi decisivi. Maggior capacità di battere l’uomo dal palleggio, maggior controllo di corpo (utile contro i contatti), miglior tiro da fuori, maggiore esplosività negli spazi stretti (forse sarò ciecato io, ma LBJ da fermo fa una fatica bestia a battere l’uomo, mentre è formidabile in velocità…Wade ha un primo passo del tutto immarcabile)

    Detto questo, ripeto, il Filippino non ha il polso della situazione, non ha le palle per reggere il confronto con quei due, per toglierli la palla dalle mani quando esagerano, per renderli mutualmente utili, e non un ostacolo alla creatività dell’altro. Urge altro

    Spurs-Lakers

    Sono d’accordo sul fatto che gli Spurs sono stati troppo brutti ed i Lakers troppo belli, e che una partita di P.O. non avrebbe lo stesso andamento. Però secondo me la sostanza non cambia, e dimostra come, miglior record o non miglior record, S.Antonio non può competere per il titolo. Questo non significa che non farà cagar sangue a chicchessia, ma per vincere ci vuole altro

    I primi 6 minuti hanno detto tutto: le Twin Towers contro un nano ed uno che ha scioperato sui due lati. Bynum e Gasol sono tatticamente gli uomini più importanti dei Lakers, i loro cm sono letali a rimbalzo (sui due lati), e ad alterare le parabole di tiro in difesa. Davvero il Pop pensa di andare con Blair contro Gasol? Credo che questa partita risveglierà dal sogno i texani, hanno pensato che con una banda di lunghi da serie A2 ed un TD al 50% si potessero battere gli squadroni, non funziona così

    L’unica speranza sono un TD normale, ed un McDyess che riesce a sciropparsi 30 minuti di media (visto che Splitter, non so per quale motivo, giace in fondo alla panchina)

    Su Duncan voglio dire una cosa: era e rimarrà un semi-dio per me. Però resta un dato di fatto: ricordo come nel ’99, dopo il primo titolo, ci si chiedesse “in cos’altro potrebbe mai migliorare?” In attacco era già un manuale, non c’erano punti deboli. Una costante dei giocatori col passare degli anni, quando l’esplosività diminuisce, è un miglioramento nel tiro da fuori. Ieri ho visto TD rinunciare a dei comodi tiri dalla lunetta, con 2 metri di spazio. Bynum lo trattava come un Kwame Brown qualsiasi

    Insomma, abbiamo un lungo che non riesce più a battere l’avversario fronte a canestro, che non riesce più ad avvicinarsi a suo di culate, per poi usare il fade away o i semiganci, e che dai 4 metri o non tira, o non la mette. Forse che il buon TD non sia poi questo lavoratore indefesso? Forse che nel corso degli anni, il ragazzo si sia psicologicamente involuto, divenendo più fragile (cosa che personalmente penso da 3-4 anni…)

  30. Con un Bynum versione Mutombo bei tempi si può essere fiduciosi, è lui più che mai la chiave per un possibile three peat, ieri ha dominato la partita e non si direbbe considerando i soli due tiri presi ma ha avuto un impatto devastante.Loro non erano in serata ovvio ma noi abbiamo giocato come meglio non potevamo e mi è piaciuto soprattutto l’atteggiamento in difesa, dopo l’ASG abbiamo cambiato marcia soprattutto da quel punto di vista.

  31. Sulle altre partite

    Knicks che sono un rebus per me, vincono di 15 in trasferta contro gli Hawks, battono gli Heat, e poi perdono in casa contro i Cavs…boh…i P.O. nn dovrebbero essere a rischio, ma soprattutto, al 1° turno saranno davvero una mina vagante. Insomma, Stat+Melo+Billups sono sempre un 300 partite di post season messe assieme, mancherà anche la chimica, ma questi sono talmente imprevedibili che se buttassero fuori i Bulls o gli Heat sarebbe una sorpresa relativa…

    Memphis davvero solida, e Mavs che senza Chandler perdono molto del loro valore difensivo. Non hanno approfittato della caduta Spurs, e si trovano i Lakers sul collo…

    Grande Igoudala, per me non è nè un 1° nè un 2° violino, ma come jolly farebbe comodo ad ogni singola contender

    • 300 sono un po tante XD credo e sottolineo credo siano piu vicine alle 200 che alle 300!! scusa la precisazione che comunque è inutile al fine del discorso!!

  32. Credo che questa psot-season sarà il banco di prova definitivo per tutti questi interrogativi su TD. Quest’anno non ha scuse: non ha avuto guai fisici e si sta riposando dall’inizio dell’anno, ieri è stato addirittura vergognoso. Se in primavera non dovesse portare il suo 20+10 di media almeno, personalmente sarei molto deluso da Duncan. E ovviamente, non serve manco dirlo, se non metterà su statistiche del genere (almeno) di mettere anche solo in difficoltà i Lakers non se ne parlerà neppure, e per LA sarà la solita passeggiata fino alla finale

  33. Ah, per Iguodala seconda tripla doppia di fila. Stanotte bene anche Turner. Nei prossimi anni, anche Phila dirà la sua nella Eastern Conference

  34. che bei PO saranno ad est, orlando-miami-boston-chicago + new york a fare probabilmente da mina vagante…atlanta non la considero troppo pericolosa però hinrich al posto di bibby porta difesa e grinta che mike non aveva più

    ad est io credo che i lakers vadano in finale non soffrendo particolarmente(tipo max 6 gare nella serie), sugli spurs sono un po scettico, secondo me rischiano parecchio nel 2 turno, le vittorie di questa stagione sono arrivate grazie a un lavoro fantastico di popovic e dei gregari(hill,neal,blair..) coi big 3 limitati a 30 minuti a partita o forse meno..però ai PO l’intensità è molto più alta, la mano può tremare( vedi mo williams) e le difese sono molto più toste, coi tiri da 3 che entrano col contagoccie…

  35. credo sia ingeneroso parlare di spurs “inadeguati” a lottare per il titolo, quando fino a ieri erano “indiscutibilmente i favoriti”. bisognerebbe andarci coi piedi di piombo in ogni singola valutazione del day after.
    Gli Spurs peccano indubbiamente in quanto a presenza in area, soprattutto nei mismatch con lakers (e thunder). Ciò non toglie che una difesa organizzata come quella di Pop ai play-off, con le percentuali che si abbasseranno inevitabilmente col proseguire delle serie, e i tre ad un minutaggio adeguato, non sono esattamente ciò che vorrei trovarmi di fronte..

  36. comunque parlando di los angeles…
    dopo ASG.. 7 vittorie con solo una volta gli avversari sopra 100(MEM all OT) e nelle ultime 4 partite di cui 3 in trasferta contro squadre ostiche come OKC e San Antonio mai gli avversari sopra quota 90..direi ch eil cambio di atteggiamento in difesa è notevole..

  37. Rafael

    Non è la partita di ieri a far cambiare l’opinione della gente sugli Spurs, sarebbe sciocco, pur essendo stata tragica rimane una partita di RS.
    Io ho sempre appoggiato Gallo su questo: gli Spurs per me non sono assolutamente da titolo. Sono stati bravi, bravissimi e soprattutto continui, ma rimangono una bella squadra, Boston ed LA sono un’altra cosa.

    In your weis

    Non concordo quando dici che Wade ha un tiro da lontano migliore di LBJ. Se mi parli del Jump in generale allora si, ma dalla distanza Wade fa ancora un po’ cagare. LBJ invece, che al primo anno era qualcosa di terribile, è migliorato molto in questo aspetto.

    • @Karl “Tunz Tunz” Malone is inda house game6/98
      ergo sul resto quoti il discorso di in your weis però, sul dove deve finire quel dannato pallone negli ultimi possessi. Io tra wade e lebron comunque per un tiro allo scadere vado da wade SEMPRE (è capace di metterla anche da 3 se serve, anche se tra i due James è un pò meglio in quel fondamentale).

      Discorso Lebron James, visto che ormai se ne parla, secondo me oltre a far fatica a battere l’uomo da fermo (se notate di solito se lo toglie di dosso di corpo non perchè gli và via) ha perso elevazione, verticalità. Secondo me ha messo su troppa struttura muscolare e da quel punto di vista ne risente..

  38. Duncan contro LA quest’anno

    Prima sfida 2 punti, 4 rimbalzi, 1/7 al tiro

    Seconda sfida 8 punti, 8 rimbalzi, 3/12 al tiro

    Terza sfida 2 punti, 7 rimbalzi, 1/7 al tiro

    E’ una costante contro i Lakers quest’anno eppure le altre due le avete vinte, boh non ho visto molte partite degli Spurs quest’anno, a giudicare dalle statistiche sembra stia giocando la peggior stagione della sua carriera, ha pur sempre 35 anni, un calo mi sembra normale.

  39. Gli Spurs non hanno giocato al meglio ma questo non deve sminuire la bella prova dei Lakers i quali sono entrati con il “piglio” giusto.
    Quando Artest ha piazzato la stoppatona rivolgendosi verso il pubblico facendo vedere i muscoli mi son chiesto: ” e se arriva un lancio di birra?”

  40. Karl tunz tunz malone (il tunz tunz è spettacolare LOL)

    ovviamente lungi da me metterli allo stesso pari di Lakers e Boston, almeno per quanto riguarda roster e compagnia cantante. ciò nonostante col fattore campo a loro favorevole in clima play-off, io non li vedo sconfitti con nessuna delle 7.
    perchè loro avranno qualche problema strutturale, ma anche gli altri non scherzano eh…

  41. Ieris era ho visto Spurs-Lakers dal secondo quarto quando la aprtita era praticamente già finita…

    Lakers perfetti, concentrati, non sbagliavano un tiro, in difesa pronti a chiudere il tiro da tre si SA

    Gli Spurs invece mostrano l’altra faccia della medaglia dopo aver passeggiato con gli Heat. Se con Miami entrava praticamente tutto ieri praticamente niente. I Lakers hanno dimostrato perchè sono ancora i favoriti ad Ovest. In area quando difendono non tira nessuno e devi sperare che entri il tiro da fuori.

    Duncan meriterebbe un discorso a parte ma sinceramente a 35 ci si può attendere un calo più fisico che tecnico, anche Shaq da dopo il titolo a Miami è praticamente l’ombra del giocatore di un tempo, si tratta sempre di giganti che si portano a spasso moltissimi kg e nel tempo ne risentono molto più di altri giocatori coembryant

  42. HEAT

    Ma perchè si da la colpa a Riley? Ma vi pare un fesso? Che se poteva prendere solo James o solo Bosh non gli andava bene? Il problema è stato che il terzetto è stato creato proprio da quei 3: Bosh, James e Wade…Erano loro a voler giocare a tutti i costi insieme, Riley ha dato il suo benestare per evitare di perdere pure Wade! Non lo si può biasimare…Poteva imporsi si, col rischio che Wade andasse a Chicago oppure tutti e 3 a NY

    Io non credo che il problema degli Heat sia James (ma non fatico a capire perchè in tanti gliela diano, non si aspetta altro d’altronde)…Secondo me da una parte il problema è Spoelstra, dall’altra è Bosh (dando per scontato che questo supporting cast, e in particolare per quanto riguarda i lunghi, salvo qualche elemento, non è da titolo): Spoelstra sta facendo il suo ma con limiti evidenti; è riuscito a dare una dimensione alla squadra in difesa, dove intralasciano vedere buone cose, ma in attacco la situazione è quella dei Cavs: palla a James una volta, palla a Wade quella dopo e speriamo che vada! Spoelstra sta facendo discretamente bene, ma secondo me non è all’altezza per condurre una squadra con due super stelle del genere al titolo…Per quanto riguarda i tiri decisivi, secondo me non è colpa di James che ha dimostrato di essere clucht player, ma sempre un problema di organizzazione offensiva: se la squadra sa che James avrà palla in mano e che andrà a condurre, ha tutto il tempo di schierarsi e di chiudersi, tant’è che si è visto anche ieri nella penetrazione in aerea di James contro i Bulls! Forse da questo punto di vista, sarebbe meglio sfruttare a turno il duo, mandando in bambola gli avversari che non sanno su chi andare a coprire…Infatti non capisco come sia possibile che non ci abbia pensato Spoelstra…Torna Pat Riley a breve?

    Il secondo grosso problema degli Heat è Bosh, a mio modo di vedere è un lusso che Miami non si può permettere, come giustamente qualcuno lo ha definito qualche gg fa: offensivamente è ok, ma in difesa è nullo e qui nascono tutti i problemi degli Heat a mio modo di vedere…Il reparto lunghi degli Heat viene continuamente violentato dagli attacchi avversari, Bosh può fare i suoi canestri, ma se non difende è un lusso per Miami, che ha già due giocatori che volendo da soli possono fare 60 punti! Forse prendere un 4 con caratteristiche difensive, anzi senza forse, avrebbe sollevato gli Heat da questo tipo di problemi…Ma tant’è, chissà…Io ho seri dubbi che questi si separino se quest’anno non vincono il titolo…Secondo me la delusione sarà tanta, ma sono consapevoli che con un cambio di allenatore (ma ribadisco che non sto dando tutte le colpe a Spoelstra, anche se le sue colpe le ha) e un mercato intelligente in estate, possono diventare i favoriti già il prossimo anno… WORK IN PROGRESS IN SOUTH BEACH

    PS non scordiamoci che le sue colpe le ha pure Miller, preso per fare canestri e sta facendo il contrario, e che manca dal giurassico Haslem, che il suo contributo lo può dare ed è importante!

  43. bianco

    TD ha la stessa età di KG, ma a livello di mobilità ed esplosività, sembra di guardare un 18enne ed un 60enne…ma questo mi sta anche bene. A livello tecnico però, che TD col tempo non abbia ampliato il range di tiro (anzi, è diminuito…un tempo il suo bank shot dai 5 metri era una sentenza), e che non sia diventato un giocatore da 80% ai liberi, mi lascia molti dubbi sulla sua etica lavorativa o sulla sua tenuta mentale. Perchè così facendo, si è tolto una grande possibilità di essere ancora dominante, nel momento in cui le energie e la fisicità diminuiscono

  44. Bianco

    Non so se ho interpretato bene ciò che hai detto, quindi mi scuso in anticipo se toppo. Io tra KG e Duncan, ora come ora, mi prendo il primo.

  45. Tenuta mentale si può essere d’accordo, etica lavorativa ho i miei dubbi, non possiamo sapere quanto risenta ancora oggi degli infortuni avuti, secondo me ha tanti di quegli acciacchi un atleta come lui che noi non possiamo immaginare! insomma questo ha giocato anche 4 finali nba, ha fatto i playoff praticamente sempre, a differenza di Garnett anche da un punto di vista pscologico ci sta che sia un po’ più scarico!

  46. nella partita di ieri,gli spurs non avevano nulla da dimostrare visto che avevano gia battuto 2 volte i campioni in carica e non perdevano in casa da oltre 20 gare,quelli che dovevano mandare un messagio al resto della lega erano i lakers oltre ad essere i piu motivati per vari motivi,quindi non bisognare trarre inutili conclusioni sulle chance degli speroni che a mio modo di vedere sono una vera contender fatta e finita.

    per quanto riguarda gli heat invece sembra che non siano ancora pronti per il titolo.i problemi principali in casa heat sono 2:
    1)attacco: puo sembrare paradossale(ma non lo e) che una squadra che ha 2 dei primi 5 attaccanti abbia dei problemi offensivi.
    nel caso degli heat vale l’adagio secondo cui” i punti non vanno solo contati ma bensi pesati”,ecco il duo wade-james segna principalmente sugli isolamenti con poca circolazione della palla,d’altronde non e segreto che meno circoli la palla,piu la qualita dei tiri e bassa,di conseguenza anche le percentuale dal campo e non a caso hanno vinto solo una gara contro le prime 5 squadre della classifica(lakers,mavs,spurs,bulls e celtics) contro 9 sconfitte.
    l’incompatibilita tecnica tra wade e james si palesa nei finali di gara dove si vede che nessuno dei 2 sa muoversi senza la palla perche visto a ieri in quei momenti la palla c’e l’avevano solo loro.

    2)il secondo problema si chiama panchina che e la meno produttiva della lega non tanto per il valore dei singoli ma per il poco coinvolgimento dei panchinari.basta sapere che i big 3 prendano 80% dei tiri della squadra lasciando briciole ai compagni e se la matematica non e un’opinione, non e difficile sapere che meno tiri prendi,meno produci in termini assoluti.

  47. Alfredo

    TD nn ha mai avuto gravi infortuni, da ormai qualche anno, tra fascite plantare ed altro, di dolori e doloretti ne ha avuti a decine, ma siamo nella NBA, tra usura e contatti fisici, è il minimo. Ma se anche fosse questo il motivo, peggio mi sento, da che mondo è mondo, il tiro da fuori serve proprio per questo, ad evitare di doverti procacciare i punti sempre in area, dove c’è più affollamento, più possibilità di ricadute, più contatto fisico…mentre TD ha fatto percorso inverso, perdendolo il jump shot

  48. una cosa che non si sa a proposito di duncan e che abbia un problema cronico al ginocchio che lo limita e non poco e cmq penso che avremo un duncan diverso in post season,non piu il giocatore dominante di qualche anno fa pero ancora in grado di essere un giocatore d’impatto.

  49. quoto in your weis

    anche io ieri mi sono chiesto come mai non prendesse tiri da quella distanza, manco fosse howard, ma secondo me non si tratta di mancanza di capacita,forse di testa boh

    io sono sicurissimo che nei playoffs ci smentira di brutto, anche se messo contro bynum fa una fatica bestiale. infatti proprio per questo che per san antonio i lakers sono quasi ingiocabili in una serie di 7 gare

  50. quando vedi il bynum di ieri sera ti rendi conto che un centro che intimidisce è fondamentale!

    dopo le prime 2-3 stoppate ha condizionato ogni tipo di conclusione da vicino, queste sono cose che fanno la differenza.

    bynum bisogna conservarlo come un panda

    • ahahahahahahah!! L’ultima frase m’ha fatto veramente taglià!

  51. Il guaio e’ che i Lakers sono ingiocabili per chiunque con lo strapotere che hanno sottocanestro. Hanno il miglior pacchetto lunghi, il miglior esterno, il miglior difensore, il miglior allenatore, il miglior sesto uomo, i due migliori clutch shooter e una delle migliori panchine della lega. E stiamo ancora qui a discutere su chi vincera’ il titolo? Avanti ragazzi, qua ci vorrebbe un suicidio, altroche’…

  52. entusiasmante partita lakers-spurs…fino al 3° minuto tipo =) poi vabbè sembrava di vedere miami-san antonio ma a parti invertite

    ennesima sconfitta heat che fa suonare parecchi campanelli di allarme visto le % oscene di vittorie in volata e vs contenders.
    boh io non ci vedrei poi troppi problemi tra attacco e difesa:
    hanno uno dei migliori attacchi nba per % (sono 3) e punti segnati (9°). per intenderci segnano gli stessi punti dei lakers ma con % di poco superiore.. quindi anche la strategia degli isolamenti e quant’altro che possono non piacere ai puristi del gioco si rivela comunque efficace.
    il fatto che i tiri se li spartiscano quei 3 non credo sia un grosso problema: hai 2 dei migliori 3 giocatori (e attaccanti) al mondo, non vedo perchè dovrebbero mettersi a coinvolgere di più gli altri (soprattutto se si tratta di falegnami come dampier e anthony o specialisti da 3 come house, miller e jones): la squadra in mancanza d’altro è stata giustamente creata per affiancare dei tiratori che giochino unicamente sugli scarichi per punire le difese nel caso pensino di raddoppiare e nello stesso tempo allargando il gioco per le penetrazioni. non per niente sono il 9° team per tiro da tre.
    in più continuo a sentire che ai playoff avranno ancor più problemi se giocano solo in 3 ma io non la vedo così male: dite tutti che ai PO si gioca in 8 e le rotazioni si riducono, che senso ha allora “abituarsi” a coinvolgere gente che poi quando conta sparirà dalle rotazioni?

    per la difesa qualcuno sollevava dubbi che hanno dell’incredibile: a parte le partite di orlando e san antonio in cui fioccavano triple (oltre i meriti dell’attacco ospite), non si può certo dire che non difendano: una delle migliori difese del campionato, 4° nel % da 3 concessa (a braccetto con boston ma non sento nessuno accusare i verdi di non difendere), 2° nella % concessa dal campo e 6° nei punti concessi.

    l’unico problema resta la convivenza tra wade e lebron (non con bosh che NON si può dire abbia un gioco simile a questi) e la capacità di chiudere le partite (vedesi rimonte concesse e sconfitte sul filo di lana). a tal proposito bisogna evidenziare che hanno giocatori in grado di vincere partite all’ultimo secondo ma non così forti come i vari kobe, dirk, gino, durant o gilbert dei tempi buoni.

    • Secondo te non ha senso giocare di squadra perchè hai 2 fenomeni quindi? Immagino che la tua idea sia non farla toccare a nessuno fuori che quei 3 per 45 minuti ma pretendere che i “comprimari” infilino i tiri decisivi al momento opportuno. Prova tu a correre per il campo per 45 minuti senza prendere un tiro e dimmi come fai ad essere un minimo “caldo” per metterla quando conta. Hai mai visto mj dire a pippen “bon, noi siamo i più forti, chi se ne frega degli altri”. Si vince di squadra, punto. La RS sarebbe dovuta servire a creare una struttura di gioco che gli Heat non hanno. Limiti del coach? Sicuro. Limiti delle stelle? Altrettanto.

  53. Ma stiamo ancora a discutere su chi vincerà il titolo?
    LA umilia Oralando in Finale, come 2 anni fa

  54. big o

    non esageriamo adesso, per una vittoria… non è che l’anno scorso abbiano vinto in scioltezza anzi…

    io ero daccordo con barkley quando disse che san antonio è la squadra piu sopravvalutata, perche stava andando tutto bene. il che è strano, perche in fin dei conti la squadra che sviluppa il miglior gioco dovrebbe avere successo. sì io penso che san antonio quest anno abbia giocato meglio. però ai play offs non sempre il gioco va secondo i play books, e ci sono troppe partite ravvicinate e tanti aggiustamenti degli avversari!

    prendetemi per pazzo, ma penso che dallas sarà la squadra piu ostica per i lakers (nella western)

  55. Belinelli

    Dopo un periodo buio, fortunatamente non durato a lungo, ha ripreso il quintetto giocando bene. Ieri 50% dal campo, 5 rimbalzi pochi errori e buona difesa. Un buon mix. Purtroppo per loro, stasera sarà un mezzo massacro contro i Bulls (senza Paul al 99.9999999%), ma in compenso stanno tenendo duro nella corsa ai PO. Questo viaggio ad est è iniziato male ma sta proseguendo un filino meglio.

    Felice per i Grizzlies che hanno un pacchetto di difensori sull’uomo che non può vantare nessuno nella NBA. Allen-Mayo-Battier sono un lusso. Sono usciti indenni da Dallas nonostante giochino senza Gay che conticchia un pò. Non so quando ritornerà, ma è evidente che con lui il salto di qualità è garantito. Se andranno ai PO (me lo auguro) saranno tosti perchè potranno mettere difensori extralusso sulle guardie e ali avversarie. Squadra da non sottovalutare.

  56. su duncan credo che si stia esagerando.
    involuzione?io parlerei semplicemente di età e poca benzina sia mentale che fisica.
    ci dimentichiamo sempre che il suo fisico è reduce da oltre un decennio di battaglie ai playoff,quindi parliamo di un professionista con la p maiuscola che dal suo arrivo agli spurs fino alla stagione 2008 direi,non si è mai risparmiato un secondo,questo in ogni aspetto del gioco.
    quando le gambe non girano più come una volta,anche un singolo gesto tecnico diventa più complicato.
    guardate jordan che nel suo rientro con i wizards non era più in grado di segnare da fuori.
    ma non perchè non avesse più la mano,semplicemente non aveva più le gambe di qualche anno prima…

    bynum in versione mutombo?
    l’ho sempre scritto qua,i lakers non hanno bisogno del bynum attaccante ma del bynum difensore.
    se bynum ha sempre quell’approccio allora i lakers fanno un salto di livello pazzesco.
    incredibile pensare la trasformazione mentale che ha avuto questo giocatore,soprattutto in così poco tempo.
    lo scorso anno eravamo arrivati a un punto dove lui pensava solo alla fase offensiva,un paragone alla bargnani(scandalose le dichiarazioni del mago da londra sui rimbalzi) tanto per dire.
    quindi meno vedeva la palla in attacco,più scendeva la sua intensità in altri aspetti.
    oggi invece ha completamente cambiato mentalità.
    difende e va deciso a rimbalzo a prescindere dal resto.
    quindi un pivot di 2m13 con quelle braccia e in generale con quei mezzi fisici,se si concentra in difesa ti chiude il canestro.
    guardate gli spurs,ad un certo punto dopo qualche stoppata presa hanno deciso di scioperare le loro penetrazioni.
    così facendo i vari fisher,kobe e artest difendono con più convinzione perchè sanno che qualsiasi loro difesa verrà “valorizzata” nell’avere dietro un giocatore del genere.
    con questo bynum i lakers fanno molta più paura.
    come al solito,meriti a phil jackson,perchè in queste piccole o grandi cose a livello psicologico è nettamente il numero 1 dei coach nba.
    non ti basta saper organizzare una difesa,ma poi per far funzionare le cose al 100% ci vuole il giusto salto a livello mentale da parte dei singoli.
    se hai il meastro zen in panchina allora da questo punto di vista puoi stare tranquillo…

  57. gallo volevo farti i complimenti perchè FINORA le tue previsioni sui lakers, come negli ultimi 2 anni ti stanno dando ragione… speriamo che continuino così…

  58. Certo però ci sono partite in cui gli esterni fanno fatica e sarebbe il caso di cavalcarlo anche in attacco, soprattutto quando c’è un evidente miss match a suo favore.La partita di ieri non fa testo perchè dopo il primo quarto era praticamente già finita quindi che si sia preso la miseria di due tiri è relativo ma in altre partite va sfruttato anche in attacco perchè non stiamo parlando di un semplice bestione intimidatore alla Perkins o Ben Wallace ma di uno dei migliori centri della lega.Tanto per essere chiari, contro gli Heat qual è il miss match evidente?Bynum vs Erica, quella è una partita dove devi cavalcare Bynum anche in attacco, che poi Kobe, Pau e Odom restino le prime opzioni offensive d’accordo ma in certe partite direi che più che affidarsi a Shannon Brown che tira tutto quello che gli capita tra le mani sarebbe il caso di buttare palla in mezzo, in fondo Bynum per efficienza in attacco è di gran lunga il nostro miglior giocatore, e poi se lo coinvolgi in attacco ha pure più motivazioni in difesa.Ribadisco la mia è una considerazione generale che non dipende dalla partita di ieri in cui si è preso solo due tiri.E più importante il Bynum difensore per questi Lakers?Può essere ma in certe partite va cavalcato anche in attacco altrimenti è uno spreco di talento.

  59. Ma dei Nets che vorrebbero Messina come assistant coach voi che ne pensate? Messina conosce il russo dai tempi del CSKA, magari c’è qualcosa di vero

  60. hanamichi sakuragi

    in realtà io penso che fare previsioni sui lakers sia piuttosto facile,visto l’enorme potenziale di questa squadra.
    per questo non ho mai capito certi dubbi da parte di alcuni…

    poi ad essere onesti,oggi esalto bynum,ma per il suo stesso approccio che oggi sottolineo in positivo lo scorso anno prima dei playoff non mi aveva mai convinto da questo punto di vista,quindi lo scorso anno non mi sarebbe dispiaciuto vederlo coinvolto in una trade.
    merito ai lakers di averci sempre creduto,idem quei tifosi tipo alfredo che l’hanno sempre difeso anche quando secondo me era indifendibile,oggi hanno semplicemente ragione loro.
    oggi onestamente l’unica cosa che mi preoccupa di bynum è la sua integrità fisica…

    io sui lakers casomai mi prendo i “meriti” di aver sempre difeso l’arrivo di artest al posto di ariza…

  61. premesso che secondo me per ora è troppo presto per restare sereni.. ti do atto che non ti sei mai preoccupato dell’andamento della nostra RS.
    io si e mi preoccupo tuttore. spero di sbagliarmi ma penso sia proprio difficile cambiare approccio e modo di giocare dopo 50 partite giocate a scazzo.
    ora sembra che questi abbiano schiacciato l’interruttore e cominciato a difendere a prendere dei buoni tiri. io spero che duri. però è troppo importante arrivare secondi ma soprattutto con un record migliore di boston. non farlo per scazzo, come rischiano di fare i lakers, è come dire.. aver buttato i prorpi soldi nel cesso…
    tu ci hai semrpe creduto ed in questo momento i fatti ti danno ragione. speriamo sia così.

    ps: anche a me piace artest… vorrei però che tirasse un pò meglio… in fondo non sto chiedendo troppo..

  62. Bella vittoria lakers, ma il risultato potrebbe non racconta tutta la verità. Una cosa è certa e cioè che i lakers sono scesi in campo pronti e cattivi fin dal primo minuto, poi gli spurs l’hanno un po’ data su.
    Non ci sono 30 punti tra Spurs e Miami; non ci sono 30 punti tra Lakers e spurs (altrimenti così facendo ci sarebbero 60 punti tra lakers e miami eheh).

    Cambia il fatto che i Lakers l’hanno giocata sul serio ed hanno dimostrato di giocare dopo l’all star game con la testa giusta. Io però gli spurs continuo a rispettarli, soprattutto dopo una stagione esaltante come la loro fino ad esso.

    Miami…altra L.
    Io la mia idea però non la cambio. I playoff sono alle porte, wade e lebron avranno tutto il mondo contro, la tensione ad ogni giocata sarà visibile e palpabile, però nonostante i vari difetti di una squadra messa male in campo, questi due giocheranno di inerzia, di stimoli, di talento. Averli contro col sangue agli occhi non sarà simpatico…

    Stanno perdendo molto adesso e per loro è un problema magari di fattore campo, anche su Chicago, ma queste critiche, queste perplessità sul progetto saranno solo motivo in più di motivazione…

    Già me lo vedo il film: lebron che sbaglia tutti i buzzer della regular season e poi mette quello che stende i Bulls in semifinale di conference in una gara 5 pivotal…e da li in poi fermali!!!

    ;-)

  63. mamba

    si,però non facciamo sempre le pulci ai lakers anche nella loro miglior partita stagionale.
    ovvio che bynum andrebbe coinvolto di più.
    ma ci può stare benissimo che in una partita veda pochi palloni mentre nell’altra sia a tutti gli effetti la terza opzione offensiva di questa squadra.
    ma l’importante è che tenga sempre alto il livello di intensità/concentrazione…

    detto questo,si possono fare mille discorsi sulla distribuzione offensiva.
    del tipo si diceva che quando kobe si prende più di 20 tiri i lakers perdono quasi sempre.
    ieri ha tirato 25 volte,eppure i lakers hanno vinto e convinto.
    perchè?
    semplicemente perchè difensivamente sono stati perfetti.
    perchè sono stati perfetti?
    merito dell’intera organizzazione,però lo stimolo giusto arriva dal linguaggio del corpo in difesa dei tuoi lunghi.
    ripeto,se tu fin dall’inizio vedi il tuo pivot dominare a rimbalzo e che si fa trovare pronto a chiudere le penetrazioni,allora chiunque non può far altro che autostimolarsi da questa situazione.
    era così anche ai tempi di shaq,quando i lakers diventavano devastanti quando shaq cambiava approccio alla difesa.
    poi lo sappiamo tutti che da una grande difesa nasce tutto…

  64. avevo deciso di non commentare,ma poi leggi commenti assurdi che ti fanno semplicemente uscire il fumo dalla tastiera per rispondergli…

    comunque chi per questo mi darà dell’incoerente avrà tutte le ragioni del mondo…eheh

    detto questo,almeno smettiamola con quei commenti di persone che vedono un giorno gli spurs favoriti ad ovest e il giorno dopo fuori dal gruppo delle contender.
    questi commenti sono i più ridcoli di tutti…

    voglio dire,per me gli heat anche dopo queste 4 sconfitte di fila sono sempre la squadra di prima.
    certe convinzioni non puoi eliminarle solo per una striscia positiva/negativa,o magari anche per un intera regular season.
    figuriamoci per una singola gara dove volenti o non,la posta in palio non è alta,quindi come tale ci possono essere tutte le maschere di questo mondo.
    i nodi verranno al pettine quando si farà sul serio.
    allora la si che certe convizioni sarà giusto ridiscuterle…

  65. Infatti non mi riferivo alla partita di ieri, il mio era un discorso generale, rispondevo alla tua considerazione sul fatto che Bynum serve soprattutto per come sposta in difesa e io ho detto semplicemente che per fisicità e talento va cavalcato anche in attacco, soprattutto in partite dove ha un evidente miss match a suo favore, in fondo non si tratterebbe nemmeno di togliere dei tiri a Kobe o Gasol ma piuttosto ai vari Fisher, Brown ecc.

    Citi Shaq, ecco, io ricordo molte partite in cui Shaq se non gli davi la palla in post per tre possessi di fila se ne sbatteva in difesa, Bynum per adesso sta dimostrando grande umiltà ma non penso sia proprio entusiasta di prendersi meno tiri di Brown o Fisher, il mio è un discorso soprattutto in prospettiva playoff.

    Da notare un Phil parecchio incazzato con la second unit ieri tant’è vero che ha fatto rientrare Kobe e Gasol e lo stesso Kobe a fine partita ha detto che era un chiaro messaggio alle riserve, classici mind games dello Zen.

  66. comunque quoto chi dice che per i lakers è importante arrivare secondi ad ovest,semplicemente perchè eventualmente è meglio giocare solo due serie col fattore campo contro piuttosto che tre…

    ma sono fiducioso,il calendario sorride ai lakers,teoricamente si può anche arrivare alle 60 vittorie,ma per questo certi passi falsi contro squadre abbordabili non sono più ammessi…

  67. Gallo

    TD ha 35 anni, MJ ne aveva 39, e veniva da 3 anni di inattività. Anche KG ha 35 anni, e sembra un bambino rispetto a Duncan, come mobilità ed esplosività, anche Malone era un professionista esemplare, ma alla stessa età era ancora un treno

    Più che declino fisico (che comunque c’è, ed è naturale), io vedo in TD un declino mentale, che si riflette poi sul resto. Io la voglia ed il fuoco che aveva prima non lo vedo più, non lo biasimo per questo, a 35 anni è ormai un ometto, quindi se si è un po’ rotto di allenamenti, viaggi e pressione ha tutto la mia comprensione. Ma la NBA è una gabbia di squali, se molli un attimo ti divorano, come è giusto che sia

    Sui Mavs, anche io ho pensato che possano essere il maggiore ostacolo per i Lakers nei P.O., per via di un pacchetto lunghi che ha da una parte il talento (Dirk), dall’altra la fisicità/verticalità per tenere botta contro Gasol e Bynum. Il problema semmai è dietro. Con chi pensa di partire nei P.O. Carlisle, con Beaubois da 2? Ambè, Kobe già se la sta facendo sotto…

    Stevenson da 2 difende, ma in attacco è inutile, Kidd nei P.O. non la mette mai da 3 quando serve, Terry è il giocatore con più palle della squadra (con Dirk), ma rimane una guardia di 1.85, Peja dopo un buon inizio ha smesso di segnare (ed in difesa è un palo della luce), Marion è quello che da un minimo in più di garanzie, mah, insomma, pure lui nn mi pare un fulmine di guerra

    Diciamo che con Butler sarebbero stati più credibili, ma la sfiga ci si è messa di mezzo

  68. mamba

    shaq era shaq,bynum è bynum…

    bynum ha 23 anni,il futuro davanti e gioca nella squadra di kobe,gasol,odom e artest,tutta gente che nei titoli vinti dai gialloviola è stata più importante di lui.
    quindi se phil jackson gli dice di pensare più alla fase difensiva che a quella offensiva ha tutto il diritto di farlo.
    ripeto,bynum non è l’unico che fa sacrifici.
    artest ha perso parecchi tiri,in più con barnes perde anche qualche minuto.
    idem odom,che in qualsiasi altra squadra giocherebbe 10 minuti in più…

    poi bynum non è che ad ogni gara prenda solo due tiri.
    semplicemente oggi per i lakers questo bynum è perfetto,a prescindere da quanti palloni vede in attacco…

    comunque riporto sempre le sue dichiarazioni rilasciate lo scorso anno dopo il titolo:

    “Più vinci e più ti riesce facile comprendere la relazione diretta tra il lavoro costante e un traguardo ottenuto.
    Il mio sogno è diventare un difensore paragonabile a Tim Duncan e a Marcus Camby.
    Anche se mi piacerebbe essere a metà tra Shaquille O’neal e Tim Duncan,ho sempre adorato il modo in cui Shaq dominava le partite.
    E poi Duncan ha sempre saputo vincere i duelli di testa e di tecnica,magari contro avversari più alti ed atletici.”

    quando ho letto che sogna di poter essere un grande difensore,allora mi sono detto che può essere la svolta sua e di questi lakers…

  69. iyw

    ma infatti ho sempre pensato che il suo declino fosse più mentale che fisico…

    sui mavs quoto il tuo discorso,come quello che hai fatto prima sugli spurs.
    però l’ho detto e lo ribadisco,i mavs hanno pù talento degli spurs ma gli spurs sono molto più solidi mentalmente.
    probabilmente andrebbero unite le due texane…

  70. detto questo.
    i mavs probabilmente col fattore campo favorevole possono dare più fastidio ai lakers rispetto agli spurs nella stessa identica situazione…

    però mettiamo che in un eventuale secondo turno tra lakers e mavs passano quest’ultimi,poi io il mio dollaro per la finale me lo gioco sugli spurs.
    proprio per il discorso di prima sulla solidità mentale…

    penso che i primi ad essere contenti che i mavs arrivino prima dei lakers in r.s. siano proprio gli stessi spurs…

  71. Ecco il power rankings da nba.com

    1.L.A. Lakers
    2.Dallas (ah si? secondi?)
    3.San Antonio
    4.Chicago
    5.Boston (solo quinti?)
    6.Magic
    7.Oklahoma City
    …e 8. Miami (ottavi???????????)…

    La mia ad oggi, e in vista anche dei playoff:

    1.Boston
    2.Miami (secondi dopo Boston SOLO perchè senza fattore campo contro i verdi)
    3.LA Lakers (quasi alla pari con gli HEAT)
    4.Spurs
    più staccate
    5.Chicago
    6.Dallas
    e infine, ma non ci credo
    7.Orlando
    8.Thunder

  72. Fabio

    Non vedi tra le favorite i Bulls?

    Giulio

    Messina ai Nets insieme a Mitchel il famoso allenatore che tanti “ricordi” ha lasciato ai Raptors di Bosh/Bargnani!!!!! E’ possibile. Messina è molto conosciuto tra gli addetti ai lavori americani.

    Se ci va sono contento ma a questo punto fossi nel duo Gherardini/Colangelo gli farei un’offerta. 3 anni per portarli ai PO con pieni poteri.

  73. Ormai la lotta per l’ottavo posto ad Est sta diventando ridicola, non è possibile che una squadra che chiuderà con un numero di vittorie non superiore alle 36 possa andare ai PO ai danni di squadre come Phoenix e Houston costrette a vincere ogni volta per tenere il passo per rimanere agganciati all’ultimo posto disponibile. Fra Indiana, Charlotte e Milwaukee fanno la lotta a chi perde di più

  74. Per ora avremo una serie di primo turno MIA-NYK mi sto già esaltando al pensiero Big 3 vs Big 3, Boston – Indiana serie senza storia, Orlando – Atlanta favoriti ancora i Magic, Chicago – Phila potrebbe essere interessante. Ad ovest mi piacerebbe vedere san antonio-phoenix ancora al 1 turno

  75. fabio r

    Tu metteresti gli Heat favoriti anche se Wade ed LBJ giocassero su una sedia a rotelle o in un polmone di acciaio. Il tuo attaccamento ai Lakers è lodevo e senz’altro ti sei meritato una stretta di mano immaginaria da Jerry Buss, però sono mesi che concimi il forum con queste previsioni atomico-apocalittiche che in realtà hanno due soli scopi

    1-scaramanzia, perchè lo sanno anche i sassi che i Lakers (e non solo loro) sono più forti degli Heat

    2-calcare la mano (in modo subdolo, a Novembre lo dicevi apertamente) sul fatto che quella merda di LBJ se ne è andato a fare compagnia a Wade, mentre il prode Kobe è rimasto a macerarsi il fegato con i soli Gasol, Odom, Bynum, Artest e PJax

    E vabbè, sò ragazzi

    • Ah ah ah ah ah ah ah! Fabio vedi che non sono l’unico a cui sembra che gufi sugli Heat!!! :)

  76. tutti ste preocupazioni per i lakers non li capisco sinceramente anche perche stanno viaggiando piu o meno sullo stesso ritmo di anno fa dove avevano vinto 57 partite.
    inoltre i lakers vengono da 3 stagioni in cui hanno giocato oltre 300 partite,in piu sono la squadra piu vecchia della lega davanti a celtics e spurs.
    e da li che nascono i cali di tensioni dei lakers che in qualche modo devono gestire le loro energie sia fisiche che mentali per poter sperare nel secondo three-peat della loro storia.

  77. su bargnani…

    l’ho sempre difeso,ma le sue dichiarazioni su sky sui rimbalzi sono da mani nei capelli.
    in sostanza:

    “questa si chiama pallacanestro non palla a rimbalzo.
    non mi sono mai interessato a togliere un rimbalzo ad un mio compagno.
    il prendere rimbalzi non è mai stato un pensiero così importante per me”

    sono andato a memoria,l’ho vista solo una volta quell’intervista,ma dopo questa non si può non criticare il mago.
    qualsiasi giocatore dovrebbe prendere in seria considerazione l’ipotesi rimbalzo,perchè questo a basket è un aspetto fondamentale.
    il fatto che un lungo la pensi così non è da giocatore cestisticamente maturo…

    poi dice bene buffa,quando sottolinea che il problema di bargnani a rimbalzo non è di tecnica o di senso del tempo,ma è di voglia,lui spesso dimostra di non aver voglia di prendere posizione…

  78. bargnani incommentabile, con quella dichiarazione da’ ragione a chi lo chiama olowokabonis o come diamine lo hanno nominato…

    davvero complimenti ai lakers, ieri sera hanno disputato una partita meravigliosa e avrebbero battuto chiunque.

    celtics ancora imbattuti dopo la famigerata trade. faccio soltanto notare una cosa. robinson e perkins non hanno ancora esordito a OKC. Nate sarà assente fino ai playoff di sicuro, Perkins chissà quando debutterà, in questa stagione ha giocato poco più di 10 partite….Krstic e Green sono due giocatori SANI, a questi celtics disgraziati ( shaq è out indefinetly, big baby e delonte ai box etc) due giocatori sani servono come il pane, per me Ainge ha fatto la miglior scelta possibile a quel punto.

    ieri comunque spettacolo celtico, tra il no look pass di PP e la stoppata decisiva di KG….celtic pride still rules!

  79. Fantabasket
    e se i nets.. Messina poi David West.. dite che si farebbe così infattibile rifirmare DW e e un altro bel FA??

    per me il russo non scherza.

  80. comunque sempre per simpatia nei confronti di Giangio, contro orlando Howard penso che salti la partita per 16 tecnici.

    La campagna nazionale per portare i Blazers ai PO continua!! :D

    • Grazie!!!:-)
      Comunque ero già stato informato…
      Vediamo un attimo come va questa sera…si dice che Howard è il trascinatore della squadra, e speriamo però che noi non ci rilassiamo troppo.
      Poi vorrei finalmente vedere un bel Wallace amalgamato con la squadra, sta giocando sempre sotto traccia in attacco, mentre in difesa si fa già sentire il suo apporto!

  81. @ iyw & Giulio

    ma guardate, io gli scorsi anni dicevo che se i lakers avessero incontrato i cavs in finale, con tra l’altro fattore campo avverso, avrebbero perso.
    Infatti nel 2009 tifavo magic e nel 2010 boston proprio per questo…e infatti.

    Ora James non ha più come spalla MoWill ma Wade, no varejao ma Bosh, no pavlocic ma Mike Miller…
    Per me dire che questi Heat potrebbero vincere in finale contro i lakers è coerenza.
    Poi voi potete chiamarla come volete, scaramanzia, gufaggine, manipolazione emotiva controllata etc…ma in realtà è solo una opinione che non condividete, fine.

    @ Alert

    certo che ritengo Chicago “da corsa”, ma ad est li metto sicuramente dietro i celtics e in una serie a 7 anche contro Miami.
    A me proprio Boozer non cala giù, soprattutto ai playoff…che ce posso fà? Non che Bosh sia K.Malone, ma alla fine secondo me il talento di Miami avrebbe la meglio sulla disciplina Bulls in qualche modo.

  82. fabio r

    lo scorso anno con il fattore campo a favore per me un eventuale serie tra lakers e cavs sarebbe stata tutt’altro che scontata a favore dei lakers.
    se i lakers hanno battuto i celtics che a loro volta avevano eliminato i cavs non vuol mica dire che poi per forza i lakers avrebbero vinto anche contro i cavs,soprattutto col fattore campo contro.
    infatti qui posso essere d’accordo con te…

    ma nel 2008/09 assolutamente no.
    anche in quell’occasione i cavs avrebbero avuto il fattore campo a favore in un eventuale finale,ma la differenza è che quel roster dei cavs non poteva essere minimamente paragonato a quello dei lakers…

    si può dire che anche i cavs dell’anno scorso non erano da titolo,però certamente erano molto più forti rispetto a quelli dell’anno precedente,almeno sulla carta…

    mo williams
    parker
    lebron
    jamison
    shaq

    sempre meglio di:

    mo williams
    west
    lebron
    varejao
    ilgauskas

    con 3/5 dello starting five 2008/09 scalati a riserve l’anno dopo,quindi più talentuosi e profondi…

  83. Allora: miami continua a mostrare che difficilmente per quest’anno potrà dire la sua… …io non mi stupisco: a parte quei tre c’è praticamente il vuoto e non puoi essere competitivo in un momento in cui di squadre imbottitte di all star e titolari anche nel ruolo di dodicesimo ce ne sono a bizzeffe…
    …magari 4 o 5 anni fa sarebbe stato diverso ma ora è durissima…

    su lakers-spurs non so che dire: ho già scritto qualche giorno fa che ad ovest mi sembra che si stia giocando a poker dove non si capisce ancora chi tiene carte e chi bluffa… …la gara di ieri non aggiunge niente di nuovo anche se, sicuramente, è una bella iniezione di fiducia per i lakers…

    impressionante, invece, è vedere i celtics: in attesa degli o’neal e di davis, aspettando fiduciosi che Murphy metta su una forma fisica dignitosa, boston continua a vincere anche se non sembra nemmeno la stessa squadra di due settimane fa… …a rimbalzo continuano a faticare ma ora il punto di forza non è più la difesa bensì l’attacco dove spesso hanno dato la sensazione di essere completamente immarcabili e che l’unica cosa che li può fermare è una serataccia di Rondo (tipo ieri sera)… …in difesa, invece, si sono creati dei discreti buchi ma considerate le assenze (anche ieri mancavano, per un motivo o per un altro, 5 giocatori) e Murphy ancora completamente fuori forma, sono fiducioso che qualcosina si possa mettere a posto…
    …altrettanto impressionante è vedere chicago: questi hanno talento e grinta e hanno trovato l’allenatore giusto per valorizzare entrambe queste doti… …da celtico spero di no ma non mi stupirei se arrivassero alle finals (e in quel caso mi piacerebbe vedere una sfida contro i lakers per via di un bel po’ di accoppiamenti gustosi che si verrebbero a creare)…

  84. Bargnani pessimo anche fuori dal campo, non è una novità solo qualche mese fa se ne usci con una battutella acida su Love, da cui ha solo da imparare! Peccato, con un altra testa sarebbe stato un all star, spero solo che il ruolo di go to guy non gli dia alla testa in questo modo se no lo perdiamo completamente…Volare basso e tanto impegno, di questo avrebbe bisogno il Mago

    Sui Nets, ora come ora è prematuro parlare, è tutto da vedere come un free agent come David West accetti di andare ai Nets senza avere la certezza di giocare con Deron! Sembra un circolo vizioso: nessuno firma perchè non sanno se Deron rimane, Deron non firma perchè non arriva nessuno! In realtà penso che comunque alla fine correrà il rischio e si riuscirà a convincere Deron a rimanere…Comunque quest’anno non è che ci siano grandissimi nomi sul mercato, non come l’anno scorso di sicuro! Però giocatori interessanti senza dubbio! E penso a West, Nenè, Chandler (anche se al 99% lo do già rifirmato con Dallas), JR Smith, Zach Randolph, Jamal Crawford, J.Richarson, Prince…

    • West è del New Jersey e a NY non cè posto per lui..
      se non sbaglio scade prima (ha una player option) di Williams.
      Prendessero nello staff pure messina.
      Cambiano arena e si avvicinano alla grande mela.

      Diciamo che il progetto potrebbe iniziare a prendere forma.

  85. alessio

    magari mi sbaglio,ma tu non eri uno di quelli che la scorsa estate diceva che gli heat fossero fin da subito la squadra da battere?

  86. spurs-lakers

    è vero che gli spurs erano troppo brutti e i lakers magari troppo belli,però sinceramente i lakers hanno dominato dall’inizio alla fine,grande difesa del pitturato e in transizione, ho sentito che ai lakers entrava tutto,vero,ma la qualità degli attacchi era di altissimo livello…
    ho sempre dato i lakers favoriti ad ovest nonostant tutto e per me questa è la conferma.

    knicks

    ma quanto mi faranno incazzare?
    cioè perdi in casa contro i cavs e concedi 119 pt,vinci ad atlanta concedendo 79 pt…
    con il rientro di billups e magari un minimo di chimica in più i knicks potranno essere un osso duro al 1° turno

  87. alessio, rondo è quello che più ha tirato la carretta perché non ha un cambio, bradley non è un play. adesso è arrivato arroyo, per dargli 10-15 minuti di pausa a partita in questo finale di regular va bene.

  88. Mammamia Bargnani…
    Come potrebbe ricordargli il nostro amico Hanamichi: ” Chi controlla i rimbalzi,controlla la partita”.
    Per il resto,speriamo che inizino presto i PO,in modo da porre fine a tutte queste chiacchiere da bar.Solo così potremo giudicare finalmente i veri valori delle contender…

    • scusami hanzo90 piccolo commento, pare che non condividiamo solo soprannome e gusti per il buon basket ma anche per la buona musica, complimenti per l’avatar! ;)
      (bargnani scandaloso, mi fa na rabbia va’)

  89. hanzo90

    “Per il resto,speriamo che inizino presto i PO,in modo da porre fine a tutte queste chiacchiere da bar.Solo così potremo giudicare finalmente i veri valori delle contender…”

    come non quotarti…

    a settembre/ottobre non vedi l’ora che inizi la regular season,ma poi a febbraio/marzo sei già stufo.
    il vero basket è quello di metà aprile che poi finisce a metà giugno,non questo.
    qui qualcuno può far sul serio ma qualcun’altro può anche nascondersi,semplicemente perchè la r.s. indirizza i playoff ma non assegna il titolo.
    invece ai playoff non ci sono alternative…

  90. gente, badate che bargnani scherzava con queste sue dichiarazioni sui rimbalzi,insomma solo una persona ignorante potrebbe dire cose di questo tipo ed andrea non lo e pur con tutti i suoi difetti…

  91. io ho visto l’intervista,mi sembrava tutto tranne che stesse scherzando.
    poi chiaramente la storia della palla a rimbalzo era una sua battuta,ma il senso del suo discorso era quello…

  92. sul discorso r.s./playoff,mi viene da fare un paragone col ciclismo…

    nelle corse a tappe nelle prime tappe si vedono comportamenti diversi da parte dei favoriti alla vittoria finale.
    in quelle tappe che precedono le grandi montagne,di solito ci sono quei leader che preferiscono mettersi in mostra fin da subito,magari per lanciare un messaggio agli avversari o semplicemente per vedere come sta la gamba.
    quindi stanno nelle prime posizioni del gruppo,sia nelle tappe pianeggianti che in quelle dove ci sono i classici cavalcavia.
    mentre ci sono altri leader da classifica che preferiscono stare nasconti dentro il gruppo senza farsi mai notare,ma semplicemente aspettando le grandi montagne,questo nonostante possano rischiare di perdere alcuni secondi tra cadute,ventagli o semplici buchi che si vengono a formare spezzando il gruppo…

    quindi dopo queste tappe di transizione arrivano le prime montagne,ovvero dove non si può più nascondersi.
    allora si che tutti sono costretti a fare sul serio.
    all’improvviso ci si accorge che tutti quei secondi guadagnati o persi nelle prime tappe di transizione erano nulla in confronto ai minuti di ritardo che possono arrivare dalle tappe di montagna,dove di solito si dice di preparare la sveglia…

  93. ma è vero che spoelstra ha detto che ci sono un paio di giocatori che stanno piangendo nello spogliatoio?!

  94. Bargnani

    Non voglio fare il difensore d’ufficio di Andrea, però non esageriamo. La battuta su Love veniva dopo una sconfitta bruciante e anch’io avrei risposto così.

    Su i rimbalzi gli dò in parte ragione. Se per voi il numero è fondamentale allora neanche si discute ma se valgono quelli di qualità allora è un altro discorso.

    Cosa intendo: se c’è il rimbalzo con giocatori della stessa squadra a contenderselo il fatto che Andrea li prenda o meno non conta se non solo dal punto di vista statistico. Se invece ci riferiamo a quelli contestati prenderne 5 risulta molto più importante nell’economia del gioco di quanto lo possano essere 10 senza avversari. Nella gara di Londra ci sono state almeno 3/4 occasioni in cui lui poteva prenderlo senza problemi ma lo lasciava al compagno che la chiamava. Se li avesse presi ne avrebbe collezionato ben 15 con tanto di fanfare.

    Quindi se devo rallegrarmi dei rimbalzi presi da Andrea preferisco che nello score ci siano 4 ma determinanti piuttosto che 8 non contestati.

    E di giocatori che raccattano statistiche notevoli su questo particolare la NBA ne è piena.

  95. per me uno,soprattutto a rimbalzo deve essere sempre aggressivo.
    ripeto,buffa in telecronaca ha sottolineato le cose come stanno.
    il problema di bargnani a rimbalzo non è tecnico ma di voglia.
    lui molto spesso da la sensazione di non avere voglia di cercare di prendere posizione.
    il che è diverso dall’essere pigro a rimbalzo dopo che hai preso posizione.
    se prendi posizione a rimbalzo sei un ostacolo per l’avversario a prescindere se poi il rimbalzo lo prendi o meno,ma se neanche prendi posizione come puoi ostacolare l’avversario a rimbalzo?

  96. T-Mac si è unito alla fazione capeggiata da Hamilton che vuole far fuori Kuester e adesso non gioca più, un pò fesso.

    La storia dei giocatori degli Heat che avrebbero pianto nello spogliatoio sembra vera, l’ha detto proprio fonseca in conferenza stampa.

  97. Buffa e Tranquillo sono anche i due signori telecronisti che hanno detto che Andrea non fa che prendere e tirare e che era la prima volta che lo raddoppiavano!!!!!!

    Vadano a vedersi le gare invece di elogiare e di bagnarsi per il loro figliolo prediletto!!!!
    Mi dispiace dirlo perchè adoro le loro telecronache. Però da loro mi aspetto sempre professionalità superpartes.

    Qualcuno si è visto l’intervista di Andrea sulla Gazzetta? Li con tutta onestà ha ribadito che non è sempre concentrato e che di conseguenza latita a rimbalzo. Inoltre enfatizzava proprio questo come suo limite principale. Da persona intelligente migliorerà su questo particolare, fino a che punto lo vedremo nei prossimi anni.

  98. vabbè,ma se uno non può criticare un giocatore altrimenti viene etichettato di essere di parte,allora qua non si esce più fuori…

    buffa a mio avviso sul bargnani rimbalzista ha fatto un giusto ragionamento…

    io cerco sempre di difendere bargnani(ma in generale i nostri tre giocatori)però quando un giocatore va criticato è giusto farlo.
    il bargnani rimbalzista è giusto criticarlo,anche pessina dopo le sue dichiarazioni sui rimbalzi era piuttosto perplesso.
    io stesso ho pensato che era uno dei ragionamenti più stupidi che un giocatore potesse fare…

    l’avesse fatto il gallo avrei detto la stessa cosa.
    per dire quando bargnani e belinelli hanno rifiutato la nazionale nell’estate 2008 l’ho criticati perchè era giusto così.
    idem con gallinari nell’ultima estate…

    se poi ad ogni critica che uno fa a bargnani si deve sempre mettere in mezzo gallinari e il discorso di essere di parte,allora è finita…

    quindi ripeto,le dichiarazioni di bargnani a sky sui rimbalzi è roba da non far mai sentire ai ragazzini che si avvicinano al basket…

  99. Mi dispiace ma non condivido. Nessuno e dico nessuno nega che Bargnani dorme a rimbalzo. Però sarebbe anche corretto informarsi. Per informarsi intendo che lo stesso atleta ha più volte ribadito il concetto dei rimbalzi alcuni giorni fa. Non credo che abbia cambiato idea.

    Poi permettimi: che la coppia ha delle preferenze mi sembra pacifico. Però mi dispiace se nella telecronaca pecchino di superficialità. Come puoi dire che Andrea fa solo catch and shoot e che era la prima volta che lo raddoppiavano? Dai siamo seri. Da loro mi aspetto il massimno perchè li reputo il massimo.

    Il discorso Gallinari è uscito perchè se è facile per loro rimanere stupefatti dall’intervista ad Andrea è altrettanto vero che si rimane stupefatti dalle gesta di Gallinari con una facilità bambinesca. Ed è questo che non digerisco. Vorrei dai professionisti equilibrio. Se invece di commentare gara 1 avessero commentato gara 2 cosa avrebbero detto dopo 35 punti e 12 rimbalzi? Che era un fenomeno? Ma dai.

  100. mah…

    io tranquillo lo vedo molto preso da gallinari,ginobili e in generale gli spurs.
    ma non per questo ogni volta che parla di loro non deve essere preso “seriamente”…

    su buffa,onestamente non lo vedo il tipo che fa differenze tra bargnani e gallinari perchè è di parte,ma può darsi che mi sbaglio…

    però quello che non sopporto è quando si discute la “lealtà” delle opinioni altrui.
    per me uno può dire che quello è un giocatore scarso,ma se io non sono d’accordo cerco di spiegare la mia motivazione spiegandogli perchè a mio avviso non lo è,invece di discutere il fatto che lui dice che è scarso solo perchè quel giocatore potrebbe essergli antipatico…

    poi parlo per me.
    non entro nella testa di tranquillo o di altri.
    se io parlo meglio di gallinari rispetto a bargnani perchè ho le mie motivazioni/convinzioni,non perchè preferisco il personaggio gallinari a quello bargnani.
    in più,certamente se uno critica gallinari non metto in mezzo bargnani se nessuno l’ha confrontati…

    poi si può parlare di rivalità tra i due,ma per altri non per me.
    per me chi dei due fa meglio è indifferente,semplicemente perchè sono italiani entrambi.
    poi certo,se fosse vero che un tranquillo critica bargnani solo per il discorso gallinari allora il discorso cambia.
    ma questo chi può dirlo?

    si può criticare un giocatore a prescindere dal resto.
    questo anche se ti chiami michael jordan,figuriamoci se sei bargnani,gallinari o ginobili…

  101. Sul sito della Nba c’è un bell’articolo…
    Tears for Fears
    Avranno pagato i diritti???

  102. Cerco di spiegarmi meglio. Ognuno ha le sue convinzioni e non sono uno che critica l’opinione altrui per partito preso. Però se ne facciamo una questione di professionalità allora alzo un sopracciglio. Avendo la fortuna di vedere molte gare NBA mi sono fatto un’idea sui giocatori e sulle squadre che seguo di più.

    Partendo da ciò immagino quanta competenza abbia il duo SKY. Quindi se devo sentire sproloqui e sperticati elogi su Popovich, Gallinari, Ginobili… per qualsiasi cazzata facciano non mi piace. E questo anche se accadesse a Bargnani o ad altri. Perdere obiettività mi fa rodere il culo. Tanto per dire: a Radio 24 quando Bargnani saltò la nazionale per rimanere in Canada lo massacrarono, come fu massacrato con la maglia della nazionale. L’anno scorso quando si parlò dell’assenza di Gallinari si usarono toni concilianti. E non fu solo Tranquillo e in parte Buffa ma allenatori opinionisti, ex giocatori etc… Allora mi domando: perchè?

    Che sia chiaro: sono bravissimi e quando posso ascoltarli/vederli lo faccio più che volentieri perchè sono competentissimi. Sono cresciuto con le loro telecronache. Gli aneddoti, gli aspetti tecnici e umani sono esplorati e raccontati al meglio ed è per questo che rimango stupefatto dalla loro “debolezza” nel creare volutamente o meno una disparità di trattamento che non comprendo. E come se volessero creare un dualismo a tutti i costi.

    Apprezzo le persone che cercano di essere razionali a prescindere dalle preferenze. Io preferisco Bargnani e tu Gallinari ma nessuno si sogna di negare l’evidenza dei fatti. Allora non capisco perchè un Tranquillo che reputo un grande ci caschi.

Commenta