Pocket

Nessun problema per gli Spurs contro gli Heat

NETS @ RAPTORS 116-103
Partita storica questa, perchè è la prima gara di regular season giocata in Europa, a Londra, di fronte ad un pubblico entusiasta. Vincono i Nets grazie ad un ultimo quarto prodigioso, che si conclude con un parziale a loro favore di 38-21. C’è poco da salvare tra i Raptors, dove gli unici a dare un apporto davvero convincente sono DeRozan (30 punti) e Bargnani (23), più un Calderon da 12 assist ma mediocre al tiro (2 su 11 per lui). Tra le fila dei Nets, invece, le cose funzionano meglio, e più giocatori contribuiscono alla vittoria della propria squadra. Lopez mette a segno 25 punti, Humpries ne aggiunge 18 + 17 rimbalzi e Deron Williams si conferma come un sapiente direttore d’orchestra con i suoi 16 punti e 11 assist.

BULLS @ MAGIC 89-81
Questi Bulls, e questo Rose, iniziano davvero a fare paura. I “Tori” espugnano un campo difficile come quello di Orlando, e lo fanno in una gara dal punteggio basso e dominata dalle difese. Come detto prima, è Rose a recitare la parte del leone segnando ben 24 punti. Ad aiutarlo è Deng, che di punti ne mette 16, e Boozer, che tira male (5 su 17) ma abbranca 9, importanti rimbalzi. I Magic, da parte loro, vengono dominati a rimbalzo (50-30 il parziale) e non vengono certo aiutati dalle riserve, che segnano appena 13 punti. Non basta l’8 su 8 al tiro di Dwight Howard, che si rende autore di una prestazione a due facce: tira bene, segna 20 punti ma sbaglia anche 8 liberi su 12 e perde ben 7 palloni.

TIMBERWOLVES @ 76ERS 100-111
Pur con qualche difficoltà, i 76ers riescono a mantenere inviolato il proprio campo e ad allungare il periodo positivo che stanno attraversando nelle ultime settimane. I Timberwolves ci mettono tutta la loro buona volontà, e possono contare ancora una volta su un Kevin Love spaziale (21 punti + 23 rimbalzi per lui) ma si devono arrendere di fronte ad una squadra che ha forte motivazioni ed è affamata in vista dei play-off. Da segnalare la splendida tripla-doppia di Iguodala (22 punti, 13 assist, 10 rimbalzi), i 21 punti di Brand e i 16 di Young partendo dalla panchina.

THUNDER @ HAWKS 111-104
La premiata ditta Durant-Westbrook trascina ancora una volta alla vittoria i giovani Thunder, che si aggiudicano una non facile vittoria sul campo di Atlanta. Durant mette a referto 29 punti con buone percentuali (10 su 18), e aggiunge anche 8 rimbalzi e 5 assist alla causa. Westbrook, per tutta risposta, di punti ne segna 28 e distribuisce pure 9 assist ai suoi compagni. C’è poco da fare per gli Hawks di fronte a questi due, anche se la partita è stata comunque equilibrata e in bilico fino ai minuti finali. Buona la prova di Al Horford (15 punti, 12 rimbalzi), Joe Johnson (24 punti) e Kirk Hinrich (21).

WARRIORS @ CELTICS 103-107
Più difficile del previsto la vittoria dei Celtics, che alla fine riescono ad avere ragione dei Warriors in un emozionante finale punto a punto. I due Warriors più in palla sono David Lee (26 punti, 12 rimbalzi) e Monta Ellis, che di punti ne segna ben 41 contro quella che è la migliore difesa della NBA. I Celtics rispondono con tutto il loro talento offensivo, e guidati dai 16 assist di Rondo trovano in grande serata sia Pierce e Allen (27 punti) che Jeff Green, il quale esce dalla panchina e realizza 21 segnature.

CAVALIERS @ KNICKS 119-115
I Knicks perdono in casa contro i Cavaliers, e avvicinano il proprio record al 50% nonostante la buona serata di Anthony e Stoudemire Il primo segna 29 punti, il secondo addirittura 41 I Cavaliers mettono in campo tutta la loro buona volontà, e bucano regolarmente la difesa avversaria mandando 7 uomini in doppia cifra. In una sfida giocata all’attacco la squadra di Mike D’Antoni soccombe…


HORNETS @ GRIZZLIES 98-91

Confronto tra due delle squadre candidate a giocare un ruolo anche nei play-off della Western Conference: alla fine la spuntano gli Hornets, malgrado giocassero in trasferta e con il caso-Ariza (nemmeno un secondo in campo per lui). In quintetto torna il nostro Marco Belinelli, che si rende autore di un ottimo 6 su 7 al tiro che frutta 14 punti in appena 17 minuti. Ma a trascinare gli Hornets ci pensano Chris Paul (23 punti + 14 assist) e la panchina, che mette a referto ben 50 punti. Tra i Grizzlies, da segnalare i 20 punti + 11 rimbalzi di Zach Randolph

PACERS @ MAVERICKS 98-106
Difficile fermare i Dallas Mavericks quando tirano con il 52% dal campo, eppure i Pacers ci provano e per poco non ci riescono. Nowitzki e compagni fanno la differenza anche a rimbalzo (41-31 in loro favore), mentre in attacco mettono in piedi una prestazione corale, con tutti i giocatori pronti a portare qualcosa alla causa. Il tedesco segna 29 punti, Terry ne aggiunge 21, ma anche Kidd (15), Beaubois (13) ed Haywood (10) fanno la propria parte. I Pacers rispondono con 6 uomini in doppia cifra, ma alla fine la squadra più esperta riesce ad avere la meglio.

SUNS @ BUCKS 102-88
Nash guida, gli altri lo seguono: negli ultimi anni il copione si è ripetuto tante volte in quel di Phoenix, e anche contro i Bucks questa tattica ha dato i risultati sperati. Il sensazionale playmaker canadese distribuisce 13 assist e trova i vari Pietrus, Frye (20 punti a testa per loro), Hill (14) e Gortat (13) pronti a colpire, per una vittoria larga e mai messa in discussione. I Bucks non riescono a trovare le giuste contromisure, e la figura migliore la fanno le loro riserve, con un Maggette da 21 punti e un Boykins da 14.

HEAT @ SPURS 95-125
Potrebbe essere la finale NBA di questo 2011, e se sarà così i vari LeBron, Wade e Bosh dovranno iniziare a preoccuparsi perchè sono stati letteralmente demoliti dai San Antonio Spurs. Trenta punti di scarto tra le due squadre, e poco importa se i “Three Amigos” fanno il loro dovere: in effetti essi combinano per 62 punti e tirano con un buon 24 su 46, ma gli altri? Dampier, Chalmers, Bibby e House sono pressochè inesistenti, e così non si vince contro gli Spurs che tirano con il 56% dal campo e il 60% da 3, mandando 8 (!!!) uomini in doppia cifra.

BOBCATS @ LAKERS 84-92
I Lakers soffrono quasi sempre contro i Bobcats, e anche stavolta non ha fatto eccezione. Le due squadre fanno a gara per vedere chi tira peggio (Lakers 38%, Bobcats 39%) ma alla fine i padroni di casa la spuntano grazie ad una buona difesa e alla prova convincente dei tre lunghi. Gasol segna 20 punti e abbranca 10 rimbalzi, Bynum di punti ne segna solo 9 ma di rimbalzi ne prende ben 17 mentre Odom fa segnare un convincente 12 + 11. Da segnalare anche i 22 punti di DJ Augustin tra le fila degli ospiti.

Post By Giulio Benincasa (74 Posts)

Indirizzo e-mail: cesc_999@libero.it

“La vita è una metafora del basket” (Phil Jackson)

Connect

59 thoughts on “NBA – Gli Spurs demoliscono gli Heat, i Bulls hanno la meglio sui Magic

  1. valutazioni sulla nottata

    miami ripassata a san antonio.
    never want to see dh12 angry.
    paul giocava male per riavere belinelli in quintetto e ha ringraziato con prestazione monstre stile due anni fa.
    il barone è già il nuovo padrone di cleveland. Ma conoscendolo non durerà sull’errore lacustre.
    perkins sembra felice ad oklahoma, sorride sempre e si coccola durant. vediamo cosa farà in campo.
    torna barnes ma non gioca.
    due delle tre texane non son per niente male quest’anno. dallas ha preso il brewer a mio modo di vedere sbagliato. cercano di fare folla in posizione tre. sommando peja, marion, brewer e pure stevenson tanto schifo non faranno per rimpiazzare butler.

  2. ps i knicks hanno perso
    il commento è sbagliato
    sfondo di melo nell’ultima azione e… terza su quattro in stagione per i cavs, se non sbaglio.

  3. Si ma chi è che scrive questi post sulle partite della notte? Non per dire ma l’errore sui Knicks ha del clamoroso per un sito importante di Nba come playitusa…bisognerebbe almeno guardare gli highlights delle partite

  4. Avete ragione, i Knicks hanno perso e ho modificato l’articolo. Grazie per la segnalazione!

  5. vista la partita tra spurs e heat…

    bella ripassatina dei neroargento…se sono in forma ai PO fanno non poca paura..poi gli heat ci hanno messo (molto) del loro ma gli spurs hanno dimostrato come sempre enorme compattezza… blair lo vedo migliorare sempre più.. se magari fosse un paio di cm più alto.. bruttissimo il fallo di erika dampier (come sottolineato dalla coppia Buffa-Tranquillo) su tony “lazzaro” parker… ok voler intimidire ma se sei un 213 contro uno piccolo come TP non puoi assolutamente intervenire così… il rischio di un infortunio (stavolta serio) c’era tutto…

  6. Ben Hansbrough deve aver saputo di essere l’idolo di Bagatta.
    Ha lasciato i suoi in balia di UConn (e di un Kemba Walker assurdo!) con un quinto fallo di idiozia allucinante. lol

  7. Ragazzi
    Mike Fratello, in diretta, ha appena detto
    Campagnolo
    La Masseria….
    E l’altro commentatore gli ha chiesto cosa stesse dicendo, ma non ho capito bene…purtroppo il mio inglese fa pena…
    Qualcuno ci ha fatto caso???

  8. Ma Triano cosa aspetta a rimettere in campo un ottimo Bargnani???
    manano 7 minuti alla fine…

  9. sto seguendo anch’io il finale con l’aiuto gentilissimo di rojadirecta. mi sono connesso a 40 secondi dalla fine, dopo l’ennesima figura di merda della mia juve, e mi becco subito il primo OT della storia nba in europa, non male direi… deron poteva metterlo l’ultimo tiro, il crossover era bellissimo ed efficace…

  10. comunque secondo me messina sarebbe mooolto sprecato a toronto…
    almeno a NY, merita secondo me almeno quello, se non di più…

  11. bello il 2+1 di bargnani! almeno per un’azione il cartellone con scritto olowowitzki si può levare…

  12. PAZZA tripla di vujacic, sulla rimessa, senza rimbalzisti…… una follia!!!!!!!!!! e gli è pure andata bene, non gli bastava la sharapova…

  13. secondo OT!!!!!!! olèèèèèèèèè… che culo che ho raga….
    e intanto, i grizzlies ci hanno firmato leon powe, niente celtics quindi…..

  14. non ha neanche difeso humpries su bargnani, che cazzo di “good job” hanno visto i telecronisti…

  15. bargnani ha fatto fischiare uno sfondamento a lopez, perfetto, che potrebbe anche risultare decisivo…

  16. due porcate di calderon, prima il passaggio mancato a bargnani, poi ha chiuso il palleggio che ha portato a una persa, però il mago ha messo un triplone…

  17. Imbarazzante come gestiscono l’attacco, totale mancanza di schemi, vanno sempre per azioni personali, ma Triano quando cavolo lo fanno fuori?Ma è uno schifo vedere sta squadra.

  18. il 4° inizia ad essere improbabile malgrado i due ex lakers ci hanno provato in tutti i modi a non fare il +7… eheheheh

  19. i nets hanno dato la chance ai raptors di non perdere, ma l’hanno sprecata, bella boiata in contropiede dei nets, poi outlaw… basta il nome…

  20. Abbismo capito che Outlaw con i Blazers era un clutch player,,,sono già due volte che lo ripete…

  21. 2+1 del mago… qui si va verso il quarto OT… ma se toronto ci si mette in difesa a far segnare per forza i nets, allora finisce tra poco…

  22. regalino degli arbitri alla ricerca del 4° overtime? a me sembrava sfondamento abbastanza netto…

  23. Barbosa spariglia…Chi scommette sul quarto?
    Io no, devo dormire, tra meno di 4 ore mi aspettano i Blazers….

  24. mamma mia, si vedeva che triano aveva disegnato lo schema per la vittoria…. ben gli stà…
    comunque giangio, outlaw ha anche messo i liberi della vittoria… giusto per…

  25. E siamo a 77 assist in 5 partite…. Per uno che sta giocando si è no con la seconda, con un tendine così cosi in un polso e con un metacarpo andato nell’altra mano (e le % al tiro ne stanno risentendo e non poco) mica male… una manna per i vari Lopez, Humphries e Vujacic….

    Dall’altra parte una squadraccia, con 3 giocatori buoni e tutto il resto da buttare… 0 difesa -anche se in alcuni possessi iniziative sporadiche hanno fatto si di arrivare per 3 volte ad avere il tiro della vittoria-, 0 schemi…. palla ad Andrea e ci pensa lui, palla a DeRozan ed idem… Possibilmente una volta per uno, così sono tutti contenti… Questa non è affatto una squadra… è un insieme di giocatori -perlopiù mediocri- messa insieme alla ben in meglio…
    Dei Raptors si salvano i 3 sopracitati, Bargnani, Derozan e Barbosa… gli unici che in un altro contesto potrebbero fare bene… Peccato che l’ex Benetton abbia sbagliato i 2 buzzer (gestiti in maniera orrenda sia dalla squadra che da lui stesso, ndr) ma ha comunque messo insieme un’ottima gara offensiva, riportando sempre i suoi in partita con giocate importanti quando serviva…. poi 35+12 sono mica banane… Lopez 34+14 però con DWill :D….

    Vista Spurs-Heat… non giudicabile obiettivamente.. partita non esistita, Heat ancora con la testa alla L con i Magic e Spurs troppo in forma nella “noche Latina”…. se la si mette sul ritmo all’Alamo non vince nessuno, nè ora ne ai PO…. e mettere ritmo, Alamo e PO nella stessa frase mi fa un certo effetto…
    Gli Heat sono 0-8 vs le prime 4 tra Est e Ovest (2+2)… un dato un pochino significante… ma poco poco eh…

  26. Sbaglio o con le news siamo indietro di un giorno?

    3 OT tra nets e raptors e Bargnani che ha avuto ben due occasioni per chiuderla. Brutti isolamenti in entrambi i casi, rigido sulle gambe, troppo lontano dal ferro per un lungo, e la conseguenza naturale di tutto ciò sul tiro è prendere al massimo il “ferro”.
    Un Nowitzki (tanto per dirne uno a caso eheh) avrebbe cercato quanto meno un avvicinamento per poi girarsi e aumentare le percentuali, invece il nostro ieri aveva i piedi piantati appena dentro l’area ed ha sparacchiaro entrambe le volte in maniera quasi ridicola.

    Errorri “di gioventù” ok, però speravo in un isolamento diverso nel secondo tentativo, invece ha rifatto lo stesso tiro senza tirmo, da fermo. Ok che le mani sono buone e può tirare in testa a chiunque, ma così è difficile anche per un Durant, Kobe o Dirk stesso.
    Se servisse una tripla potrei capirlo, ma visto che con due punti la portavi a casa allora muoviti, avvicinati, induci anche l’avversario al fallo…vabbè, pazienza.

    Comunque, partita divertente e, a parte i due tiri sbagliati di quì sopra, bella prestazione del mago.

  27. Mamma mia, tra Bargnani e Triano fanno a gara a chi ne capisce meno di basket. Raptors dilettanto

  28. almeno alert si è divertito a vedere la partita a londra,ok che tecnicamente le squadre sono quelle che sono però 3 OT e tanti ribaltamenti da una parte all’altra ti fanno divertire almeno un pò.

Commenta