Lebron James inarrestabile, anche per Dwight Howard

Miami fa il colpaccio ad Orlando grazie ad un Lebron fiabesco.

San Antonio passa a Los Angeles con un tap in allo scadere di McDyess.

HEAT 104, MAGIC 100
Il derby della Florida va ai Miami Heat che espugnano l’Anway Center di Orlando grazie ad uno stratosferico LeBron James che esagera e trascina i suoi con una prestazione monster. 51 punti, 11 rimbalzi, 8 assist, 17/25 dal campo e 14/17 dalla lunetta. Irreale. Il dominio degli Heat si traduce con una gara sempre al comando e con il vantaggio che tocca anche le 23 lunghezze. Orlando si sveglia troppo tardi e riesce addirittura ad arrivare sul -3 e con la palla in mano per il pareggio ma la preghiera di Anderson non viene accolta ed i Miami Heat conquista il 17° successo esterno della stagione. Detto del super Lebron, per coach Spoelstra ci sono i 14 di Wade ed i 13 di Bosh con i due che combinano per 8/24 dal campo. Orlando tira il 36% da 3 ma paga l’orrendo 15/31 ai liberi (3/13 per Howard). Non bastano i 22 punti di Nelson e le 4 triple di Richardson che chiude a quota 17 per la 5a sconfitta nelle ultime 10 che fa scivolare i Magic al 5° posto della Eastern Conference.

BUCKS 94, WARRIORS 100
Vittoria sudata per i Golden State Warriors che con un finale perfetto battono i Bucks. Dopo il canestro del 86 pari di Maggette, la squadra della California trova un redditizio parziale di 8-2 che la spedisce sul +6 a 1’15” dalla fine. Sembra fatta ma Corey Maggette entra “in the zone” e segna 8 punti consecutivi che tengono in vita speranze dei Bucks e partita. Tocca a Curry e successivamente ad Ellis risolvere la pratica con due viaggi dalla lunetta che chiudono il match. Per i Warriors si tratta della 21a vittoria di una stagione tutto sommato soddisfacente con un Monta Ellis deluso dalla mancata convocazione all’ASG che però patisce il giusto con i suoi 24 punti e 6 assist. Milwaukee cattura 20 rimbalzi offensivi ma tira 6/23 dall’arco, al contrario dei Warriors che convertono il 50% dei tiri da 3 presi. Il duo Ilyasova-Mbah a Moute combina per 38 punti e 32 rimbalzi mentre Delfino in infila 20 con 22 tiri.

SPURS 89, LAKERS 88
Con un miracolo di McDyess allo scadere, San Antonio espugna lo Staples Center e conquista il 41° successo stagionale. Partita combattuta e quasi buttata via dagli Spurs che erano sul +4 a 100” dalla fine e con il pallone in mano. L’errore di Duncan, la tripla di Odom ed il 2/2 di Gasol ribaltano il match prima del tap in di McDyess dopo 3 rimbalzi offensivi catturati da San Antonio negli ultimi 22” di gioco. Per gli Spurs è il 1° successo del Rodeo Trip, iniziato con la sconfitta di Portland. Parker ne infila 21 con 9/17 dal campo mentre Ginobili tira male (5/17) ma smista 8 dei 20 assist di San Antonio. Bene Jefferson che chiude con 18 punti e 4 triple a referto. Per i Lakers, 16 punti a testa per Odom e Bryant che sfiora la tripla doppia con 9 rimbalzi e 10 assist ma sbaglia 13 dei 18 tiri presi.

Post By Kevin Di Felice (156 Posts)

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

145 thoughts on “NBA- Lebron scrive 51, Miami passa ad Orlando

  1. Siamo sul punteggio di 88 a 87 per i Lakers sugli Spurs, mancano 22.7 secondi sul cronometro, possesso San Antonio. Ginobili sbaglia una tripla, rimbalzo di McDyess, Parker sbaglia un floater, palla fuori per San Antonio con 4.6 da giocare. Finita? Neanche per idea, breve time-out, Duncan sbaglia il jumper a 2 secondi dalla sirena e chi c’è a rimbalzo? Bynum? Gasol? Odom? Nonono, McDyess che la vince col tip-in. Se questo non è l’anno degli Spurs…

    intanto Lebron fa una partitina “decente”

  2. lebron che rischia di rivincere l’mvp con queste prestazioni…assurdo, l’unico della lega capace contemporaneamente di 40-50 punti + 10 assist, una cosa irreale…magic che soffrono senza bass, mentre arenas non mi pare si sia inserito granchè, farlo giocare di più secondo me sarebbe la chiave di tutto, e dargli un pochino di fiducia magari facendolo anche partire in quintetto una tantum….ah howard 3/13 ai liberi, ma come si fa?troppo discontinuo in lunetta..

    anno degli spurs direi di no, i lakers della regular di quest’anno sono penosi, in pratica agsol s’è visto solo nelle prime 10 partite, bryant sta giocando la peggior regular da alcuni anni, artest indecente,blake e barnes praticamente non pervenuti…solo odom e brown hanno avuto una grande stagione,un po poco…se si riprendono, altro che spurs, è 4-2 massimo in una teorica serie

  3. avrei voluto vedere i warriors al completo quest’anno…secondo me hanno il quintetto da PO, sono meglio di squadre come phoenix e houston per quintetto…poi in panca sono scandalosi però

  4. gira tutto male,puniti allo scadere,anche se va detto che gli spurs non hanno rubato niente,sia nel senso del canestro regolare di antonio,ma anche considerando la prestazione dei ragazzi di popovich…

    per quanto riguarda i lakers,non si può neanche dire che non ci abbiamo messo intensità,anche perchè questa gara non è sembrata proprio la classica gara di metà regular season…

    stavolta guai a dare colpe ad artest,che per la grinta che ha messo sul parquet è stato quasi commovente,difatti stavolta phil jackson l’ha premiato facendogli giocare tutto l’ultimo periodo…

    anche gasol è stato positivo,soprattutto negli ultimi minuti mi è sembrato attivo su entrambi i lati del campo come raramente lo si può vedere in stagione regolare.
    kobe sfiora la tripla doppia,coinvolge i compagni,ma ha sbagliato troppi tiri…

    purtroppo in questo momento gli spurs hanno ben altro morale e forse anche energie.
    jefferson ha punito fin troppo le scelte difensive di kobe e compagni,mentre parker nel terzo quarto è stato devastante,ma questo era già più prevedibile…

    in sostanza prestazione tutt’altro che tragica a mio avviso in casa lakers,però si tratta dell’ottava sconfitta casalinga,la classifica si complica sempre più,ed ormai contro le big non si riesce più a vincere.
    quasi scontato che adesso i lakers faranno di tutto per portare hinrich in california…

    lebron

    mostruoso,a dir poco illegale.
    si può dire che questo è un uomo viziato,tutto quello che volete,ma certamente chi ha visto il primo quarto contro i magic non può non confermare che questo in questi anni ha lavorato come un matto per migliorarsi in questa maniera.
    fino a qualche anno fa era inimmaginabile poter vedere una serie di canestri di quel fatturato da parte del numero 6 heat.
    invece oggi ti punisce da ogni posizione con incredibile facilità…

    reazione di orgoglio dei magic nel finale,ma onestamente confermano di non essere ancora pronti per lottare alla pari con squadre come heat,celtics o lakers…

    heat che col trio in campo da dicembre in poi hanno perso solo due partite.
    oggi sarei curioso di vederli contro i celtics.
    tornando a lebron,51+11+8,cifre che si commentano da sole.
    come dicevo l’altro giorno,più o meno ha le stesse cifre che aveva lo scorso anno,ma questo è un dato statistico che non fa altro che confermare la sua impressionante forza cestistica,ma a mio avviso sono cifre che confermano anche il poco equilibrio che ha questa squadra…

    parentesi all star game

    uscite le riserve,felice per ginobili,come era prevedibile vanno a los angeles i big four dei celtics,sorpreso un pò dalla presenza di bosh,però alla fine a pensarci bene può starci.
    griffin è stato convocato,questa è la notizia più importante per lo spettacolo, che naturalmente in una gara del genere fa da padrone…

  5. Che botta i lakers, però sono quasi contento, perchè l’hanno presa male!!!!!!
    Sull’ultima azione che dire, magari lamar un tagliafuori non fa schifo farlo!!!!!!!!!!!!!
    Partita persa a cavallo fra terzo e quarto quarto con le cosiddette seconde linee, il che mi fa sperare che coi minutaggi da play-off si possa sopperire alle lacune che la squadra mostra!!!
    Il problema è il gioco con la seconda linea, non si costruisce un’azione di triangolo che è una, tutte improvvisazioni, col primo quintetto sopperisci col talento, col secondo no!!!!
    Kobe sparacchia ma non forza e la passa spesso, alla fine ci sono 10 assist ma potevano essere di più!!!Si vede che sta meglio, batte l’uomo con molta più facilità e sembra pure difendere ogni tanto, la gamba è brillante, ma l’esplosività di un tempo forse è andata per sempre con l’operazione estiva!!!
    Strana scelta blake in campo a fine partita, mi piacerebbe vederlo più egoista, prendersi anche qualche tiro senza 7 metri di spazio, 2 dovrebbero bastare!!
    Discreta partita di artest!!!!

    Gli spurs però sono tutto fuorchè un fuoco di paglia, stanno bene e sono in fiducia, anche le seconde linee girano mille, unico dubbio i lunghi, o duncan torna duncan oppure per il titolo la vedo dura alla lunga!!! Con un chandler sarebbero realmente da titolo, senza dubbio!!! Poiche ci sono tre o quattro squadre ad un chandler dal vincere o lottare per farlo, credo che chiederanno la clonazione!!!!!!!!!!!!!!!!

  6. vorrei tornare sulle cifre di lebron…

    dato da non sottovalutare assolutamente.
    dopo questa gara saranno ancora più simili a quelle dello scorso anno,se consideriamo sempre un minuto in meno nel minutaggio,in più mettiamoci pure una sua partenza leggermente ad handicap,che ci può stare visto che ha iniziato una nuova avventura…

    le cifre di lebron come al solito sono sconvolgenti in questa era moderna del basket,nel senso che nessunooggi può contemporaneamente avvicinare il trentello di media e avvicinare la doppia cifra negli assist come può permettersi lui.
    ma questo a mio avviso resta sempre un campanello d’allarme,perchè vuol dire che offensivamente questa squadra ha un equilibrio minimo che contro certe squadre lo puoi pagare a caro prezzo…

    mi spiego meglio.
    il problema dei cavs precedenti era che dipendevano troppo da lebron,bastava limitare lui ed era notte fonda.
    questi heat ingannano perchè hanno wade che vale lebron,quindi sembrano meno lebron dipendenti,ma il problema è che lebron non ha mo williams ma ha wade,non ha jamison ma ha bosh,ma poi le sue cifre dimostrano che è talmente poco l’equilibrio tra primi tre e il resto del roster,che anche questa squadra dipende da lebron esattamente come i cavs dell’anno scorso e le cifre confermano questo.
    lo stesso discorso si può fare per wade,anche lui senza la partenza ad handicap avrebbe le stesse cifre dello scorso anno…

    si sono uniti,ma le loro responsabilità sono rimaste identiche a quelle degli anni precedenti…

  7. Ma porca miseria!!! Era vinta questa partita, erano in tre gialli su quella palla ed è arrivato il nonnino con la canotta nero argento.

    In prospettiva futura c’è da dire che dipende dai Lakers, Artest dev’essere motivato come l’anno scorso.
    Sono fiducioso che la musica cambierà nei playoff, però se intanto si può fare qualche ritocco, è lecito farlo.

    Pronostico di fine anno 56 W 26 L.

    • Si disse che quella storia, a prescindere dal dispiacere per il ragazzo, naturalmente, segno i momenti bui futuri dei Celtics che credevano e non poco nel talento del ragazzo.

  8. vergognosa partita di lebron che conferma di non essere un canditato all’mvp, il solito accentratore che si prende tutti i tiri e non lascia nulla ai suoi compagni

  9. io sulla prestazione lakers sono comunque soddisfatto…

    hanno interpretato la gara come doveva essere interpretata.
    poi voglio dire,a perdere in una singola gara in casa con gli spurs ci può stare lo stesso.
    non è che i lakers su singola gara anche se motivati siano imbattibili,questo anche allo staples…

    hanno difeso bene,ultimo minuto a parte si sono fatti sentire a rimbalzo,hanno reagito bene ad ogni mini allungo spurs,quindi si può essere soddisfatti considerando da che periodo arriva questa squadra…

    certo,magari kupchak la pensa diversamente da me,quindi dopo il canestro di mcdyess avrà cominciato a fare parecchie telefonate.
    ma davvero hinrich è un lusso che questi lakers si possono permettere?
    considerando che artest io non lo darei mai via,perchè esteticamente è inguardabile,avrà anche poca intelligenza cestistica,però se motivato mette un intensità in campo che il 99% dei giocatori nba si sogna.
    in più quando è motivato spaventa gli avversari.
    io continuo a ritenerlo una sicurezza di questa squadra.
    se ho lui contro gente come pierce,durant o melo sono tranquillo,se invece che lui ho ariza o barnes mi devo prendere un calmante e bere una camomilla per stare tranquillo.
    mentre su lebron anche con artest mi prendo il calmante,però se ho ariza o barnes mi faccio semplicemente il segno della croce…

    certo hinrich porterebbe un altra dimensione a questa squadra,perchè ha il tiro di fisher e blake,ma lui sa anche creare dal palleggio,in più difende bene sulla palla…

  10. il tap-in di mcdyess rispecchia il momento dei lakers.. nulli,svogliati e disattenti in difesa.. una tendenza che deve sparire al più presto… far vincere una gara a nonno antonio la dice lunga…

  11. LEBRON

    51 punti con 11 rimbalzi con OTTO ASSIST e 17-25? Irreale davvero, come dite voi…Fare una doppia doppia con 51 punti è possibile, ma fare (“o rischiare”) la tripla doppia è semplicemente fantascienza! Soprattutto se lo fai contro una semi – contender come Orlando! Pazzesco, non è una prestazione che fa un giocatore, ma questo non è un caso nemmeno tanto isolato! Quindi penso e spero che questa prestazione spazzi via tutte le critiche assurde che piovono ogni volta su questo che volere o non volere, è un giocatore straordinario hall of fame a 26 anni…Stratosferico!

    GALLO sul discorso Cavs – Heat sono d’accordo con te e ti quoto! Però il problema degli Heat sta nel loro stesso punto di forza: quei 3…Perchè se come dici te è vero che LeBron ha Wade e Bosh, e non più Jamison e Mo Williams, d’altra parte è vero che tolti quei 3 c’è poca sostanza! E mi riferisco in particolare alle ali e al reparto lunghi…Perchè le guardie, se vogliamo Miller, Wade, Chalmers, House non è male, ma sulle ali e soprattutto sul reparto lunghi la situazione è davvero penosa! Ok Bosh, ma poi? Dampier mette peso la davanti e può andare, Anthony salta e stoppa quindi teniamolo…Ma questi vanno bene come riserve! Haslem è un bel giocatore, ma decisamente non può giocare da centro insieme a Bosh…E mi chiedo la coppia Bosh-Ilgauskass cosa combinerà ai playoff! Il succo è: la sensazione è che questa squadra possa battere chiunque, ma altrettanto possa perdere contro chiunque! Visto che questi rimarranno dato che Spoelstra ha detto di non voler nessuna aggiunta, per me sono da tenere d’occhio chiaramente, ma per il titolo vengono dietro a Boston (east conference parlando)

    LAKERS

    Che qualcosa non va è lampante, perdere la partita con un buzzer beater a rimbalzo di McDyess non è il massimo ma ci può stare…Non penso sia necessaria una trade, è vero che guardando Artest sembra non avere la stessa determinazione dello scorso anno, ma io penso che quando arriviamo ai playoff, la consapevolezza stessa di essere i Lakers li farà tornare quelli che siamo abituati a vedere! Phil Jakcson ha una bella gatta da pelare però, perchè non si può andare avanti cosi…In effetti c’è da dire anche che Artest non è strettamente indispensabile perchè i Lakers hanno anche Barnes che è un ricambio di lusso! Insomma, io personalmente continuo a vederli come i favoriti, a Giugno avremo la senteza

  12. Ciao a tutti. A mio avviso è vero che i lakers se tornano quelli di un anno fà sono i favoriti per il titolo, ma è anche vero che presumibilmente non avranno il fattore campo ne in finale di conference ne nelle finals… se lo scorso anno phoenix e boston avessero avuto il vantaggio del campo non se LA avrebbe vinto il titolo… quindi da tifoso di SA rimango fiducioso…. inoltre non concentratevi solo sul canestro allo scadere di Mcdeyss perchè ai PO se gli spurs hanno +4 e palla in mano a 100 secondi dalla fine non la perdono mai come…

  13. James è James.
    Ma ieri Orlando ha buttato la partita, e Io non mi farei incantare…Nella Nba non puoi tirare i liberi con quelle percentuali!!!! E comunque i Magic in pauroso calo dopo la trade, altro che grande momento…Quasi quasi stanno andando meglio i Suns…
    Spurs sempre più nel loro anno di grazia!!!

  14. Ad oggi, siamo due gradini sotto BOS, e uno sotto gli Heat, non ha senso giocare come abbiamo giocato fino agli ultimi 7 minuti di partita i tiri sono entrati troppo tardi.

    Eppure, con tutto questo caos abbiamo avuto la palla del pareggio schiantata sul ferro.

    Ultime 5 sconfitte con un margine di 14 punti totali, tutte le partite punto a punto le perdiamo…bene Jrich e Jameero, Howard che litiga come al solito ai liberi…alla fine dei conti questa squadra mi piace cmq molto ma tutto passerà dalle mani di Gilbert, che piano piano sta ritrovando la forma e anche la fiducia.

    Alla fine ci saremo anche noi pronti a giocarcela fino a fondo, Bass ci è mancato veramente tanto…e il nostro JJ se sbaglia una partita non gli dò contro…

    andiamo avanti, miglioriamo in difesa e ne riparliamo tra un mesetto.

    io sono fiducioso.

  15. Lebron PAUROSO!!!!!!!! Tripla doppia sfiorata con 51 punti a referto. Può non piacere perché sbruffone ma è indubbio che questo sia la più grande macchina da basket mai creata.
    Sui lakers sarò ripetitivo ma devo fare la corsa sui celtics(difficilissimo per di più al momento). Sono convinto che abbiano tutte le carte in regola per ribaltare il fattore campo contro chiunque tranne che con i celtics. Personalmente credo sia assurdo che in 22 secondi si concedano quattro possessi consecutivi. Per carità onore agli spurs ma i lakers c’hanno indubbiamente messo del loro. Questi secondo me sono proprio errori d’intensità.

  16. Gran figa degli Spurs…però se concedi tre rimbalzi offensivi agli Spurs quando mancano 22 secondi sul cronometro c’è qualcosa che non va. Anche perchè se fossi un giocatore con un po’ di grinta, sotto le plance con 22 secondi alla fine, volano via delle “natte” (gomitate, spintoni, prese) e quel rimbalzo va ovunque, ma non nelle mani di una merda nero-argento.
    E’ l’anno degli Spurs, si vede anche da queste cose…la mia speranza è che si rompa un ginocchio uno dei big 3 prima dei PO perchè li odio da morire, però indubbiamente è il loro anno.

    Artest entro la trade deadline verrà ceduto, Kuptchak si è già messo al lavoro, Ron Ron in mezza stagione ha cancellato quanto di straordinario fatto l’anno scorso.
    Due euo su Artest e Walton per Prince le metterei, ma vorrebbe dire troppa grazia per LAL ed un ritorno prepotente di LA ai livelli dell’anno scorso.
    Senza fattore campo, la quarta finale in 4 anni è fuori discussione.

    • Un vero signore ^^’ e che linguaggio forbito…mi levo il cappello dinanzi a Lei messerre.

      • se fosse mio sto blog tu faresti un bel saltino nel nulla, ti caccerei senza nemmeno pensarci, mo sono cose da dire?
        qui si parla di basket
        e del migliore
        non siamo sugli spalti di una qualsiasi squadra di calcio
        dove dei cerebrolesi urlano schifezze come quelle che hai scritto tu
        ma si può
        indigniato e schifato, queste sono gli unici aggettivi che mi viene da scrivere in questo momento
        una vergogna
        ciao a tutte le persone normali
        non hai cerebrolesi lobotomizzati

        • per nulla intendevo il nulla tecnologico
          bannato a vita da questo blog
          ignorato da chi crede che augurare un ginocchio rotto sia blasfemia pura
          non mi riferivo a nessuna punizione corporale
          sia chiaro
          mi pare che il ragazzo stia già provvedendo da solo
          scusate ancora
          si poteva capire male
          e per un pacifista come me non era tollerabile
          ciao

          • Credevo di essere in un blog non al ritrovo dei boy scout o dei chirichetti…loser!!!

          • non accorgersi che la cazzata che hai scritto è gravissima
            mi fa capire perchè il calcio è lo sport più seguito
            perchè abbiamo questo governo
            e perchè gli italiani sono considerati una barzelletta del mondo
            grazie ancora per le conferme

          • Gravissima??? Calcio? Politica? ti piglierei a testate se ti vedessi in giro, ma chi caspita sei per giudicare. La mia era una battuta, mi dispiace che tu l’abbia presa male anche perchè sono un grande appassionato di basket NBA, di football NFL e di wrestling WWE.
            Il tuo giudizio da 4 soldi di uno sfigato non solo non lo accetto, ma non lo prendo nemmeno in considerazione…facile parlare da dietro una tastiera, quando devi dirle in faccia le cosa immagino che ti caghi addosso perche sei un BIG L…but you already know that!

          • Tu sei uno degli italiani che rendono l’Italia la barzelletta del mondo. Noi siamo la barzelletta del mondo perchè siamo gestiti malissimo da politici avidi e incompetenti, perchè l’italiano è persona che appena può trarne profitto la mette in culo agli altri, perchè il futuro ce lo deve programmare un vecchio puttaniere di 75 anni e l’ospizio che è al Parlamento. Non certo dagli italiani gente comune, ti ricordo che siamo eccezionali a fare tante cose, abbiamo inventato Dio solo sa quante cose. Se ci stai tanto male e se credi che siamo una barzelletta perchè non emigri? Perchè alla fine parli, parli, ma ci stai bene in Italia e ci resti…bla bla bla bla, vecchio “rosso” di merda!!!!
            Sei la parodia di una presa in giro!
            Se ritiene gravissima una battuta sugli Spurs, allora sei un bigotto, bacchettone, falso ed idiota perchè non capisce il tono del commento. You’re a loser, but you already know that!

  17. Io invece di parlare del tap-in di McDyess, in faccia a Odom che dormiva, parlerei dei 13 tiri sbagliati da Kobe, che è stato fuori x metà del secondo quarto, poi da quando è rientrato, ha messo un canestro e poi ha fatto 0/4 negli ultimi 5 minuti.
    Se Kobe, invece che sprarare 13 tiri sul ferro, avesse fatto tirare qualcun altro, i Lakers avrebbero vinto la partita abbastanza in scioltezza.
    (i 10 assist non vogliono dire granchè se poi quando i possessi contano, te li prendi tu.
    Se c’hai Ginobili e Jefferson e una difesa concentrata su di te, passala la palla, cazzo. Non voler a tutti i costi tirare.

  18. Ma volete capirlo o no, i Lakers eccetto Blake e Fisher non hanno tiratori sugli scarichi. Oggi è meglio una forzatura di Kobe che un tiro con 5 metri di spazio di Artest.

  19. Parentesi All Stars.
    Naturalmente Aldridge non c’è…
    Ma non manca ancora un giocatore? Intendo dire, non c’è ancora Yao in quintetto? E le riserve sono solo 7?

  20. sì giangio yao verrà rimpiazzato da uno che deciderà stern… i due in ballottaggio credo siano aldridge o love.. staremo a vedere..

    • Allora chiameranno Love
      E non per fare il piagnone, è solo che ha cifre migliori e prestazioni più appariscenti.
      Aldridge fa prestazioni, ottime, ma sempre tutte uguali, più o meno…

      • Beh, se andiamo a guardare al record di squadra e al contributo che Lamarcus sta dando a Portland (funestata dalla sfiga), non ci sarebbe storia….Aldridge tutta la vita….ma come dici giustamente, statistiche e appariscenza prima di tutto. Senza nulla togliere ai meriti di Love, che amarezza!

  21. http://www.nba.com/games/20110203/SASLAL/gameinfo.html

    official recap con qualche dato interessante (soprattutto la parte statistica sulle win e loss di LA)

    QUOTABLE II: “They just got a great bounce. It bounced right to him.”
    — Kobe Bryant on the final play.

    Concordo in linea di massima con Kobe. Mi preoccupa il fatto che ci sian voluti 3 tentativi per mettere il buzzer beater sinceramente. tony che sbaglia, Duncan che sbaglia e Ginobili non considerato dato che non era in giornata al tiro…

    QUOTABLE IV: “I thought we did as good a job as you can do on Kobe Bryant. You know, he’s the best player on the planet and we showed him a crowd, and after that you’ve got to live what you get.”
    — Spurs coach Gregg Popovich on San Antonio’s defense on Bryant.

  22. bodiroga: l’articolo è interessante ma contiene alcune imprecisioni… …per esempio dall’articolo sembra che i celtics abbiano preso la n°2 proprio a ridosso del draft, invece la possedevano già da 2 anni…
    …del ragazzo si diceva che fosse jordan più alto e con il tiro da fuori, la reebok gli aveva già fatto un contratto sontuoso proprio perché si doveva contrastare la nike…
    …se ti interessa l’argomento questo è un ottimo articolo:
    http://www.iamaceltic.it/archivio/la-storia-dei-celtics/501-076-len-bias-eroe-per-un-giorno.html

    un buon video che ne dimostra, quantomeno, l’atletismo (consideriamo anche che si parla di quasi 30 anni fa):

  23. parlando invece delle partite della notte:
    orlando che dimostra, chiaramente, che in questo momento non è proprio all’altezza di competere con le prime della classe: miami ha dominato molto di più la gara rispetto a quanto non dica il punteggio finale…
    ..lebron devastante, a dir poco…

    la gara a los angeles dice e non dice: la sensazione è sempre stata che avrebbe vinto san antonio ma anche che la distanza tra le due squadre è minima: una sfida a maggio non mi sembra scontata… …certo che ora le speranze di primo posto ad ovest sono azzerate: i lakers sono ad 8 l dalla prima e a 8 dalla nona: il quinto posto è a sole 3 l… …i dubbi, comunque, più che dalla classifica, sono dati dal rendimento con le presunte contender: dalla grafica passata durante la gara risulta che i lakers hanno un bilancio negativo con tutte tranne l’1-1 con chicago…
    …la difesa su kobe è stata eccellente ma il ragazzo almeno ieri ha avuto l’intelligenza di non portare fino in fondo le forzature (che, d’altronde, fanno parte del suo stile di gioco ed è impossibile chiedergli di non farle) ma, quantomeno, di cercare una via di uscita dalle situazioni più intricate, cercando un compagno… …personalmente lo preferisco quando gioca così rispetto a come ha giocato con boston, anche se la mano era decisamente freddina…

    san antonio che continua, invece, a veleggiare tranquilla e solo verso il primo posto assoluto: sinceramente non credo che nemmeno boston la impensierirà, soprattutto se, come gli spurs ci hanno abituato a fare, dall’all star game in poi metteranno il turbo…

  24. Questa squadra negli anni passati quando c’era da dare un segnale lo dava, quest’anno non gira proprio, gli Spurs alla fine hanno meritato, hanno condotto quasi sempre la partita, siamo stati sempre a rincorrere, c’abbiamo messo più intensità sicuramente ma per il resto lasciamo perdere, con Houston siamo andati all’OT dormendo come ebeti con Scola indisturbato in area, ieri gli abbiamo concesso 4 possessi di fila con annesso tap-in della vittoria di McDyess, mah…., Kobe ha giocato una partita di merda, quando fai quelle prestazioni al tiro da uno come lui, nelle due gare stagionali con SAS ha tirato 13/45 mi sembra, per me questo non è proprio anno, in difficoltà eravamo a novembre, a gennaio, lo siamo ancora adesso, in pratica questa squadra ha giocato bene solo la primissima parte della stagione in cui avevamo un calendario ridicolo, e contro le contender abbiamo un gran bel record, 1W e 6L, se si considera Chicago una contender altrimenti le abbiamo perse tutte.

    Su Lebron, quest’anno ancora nessuno aveva sparato un 50ello, lo fa lui e ci aggiunge tanto per gradire la bellezza di 11 rimbalzi e 8 assist, sfiora una spaventosa tripla doppia e direi che sbalza Griffin dalla prima piazza di miglior prestazione stagionale, veramente notevole, per me sarebbe ancora l’MVP, se non glielo danno è solo perchè gioca con Wade mentre l’altro candidato principale Rose sta facendo quasi tutto da solo.

  25. già si inizia a esagerare…

    dai ragazzi,si vede che siete giovani e non avete mai visto giocare michael jordan.
    ci sta che uno dopo una prestazione simile di lebron dica che questo è il miglior giocatore della lega,ma addirittura dire che è la più grande macchina da basket che sia mai stata creata mi sembra folle…

    jordan faceva tutto quello che oggi fanno kobe,lebron e wade,ma in più ti vinceva anche il premio di miglior difensore della lega…

    avesse voluto,anche lui avrebbe chiuso una stagione da tripla doppia di media,basta vedere come chiuse le ultime 30 gare della stagione 88/89 giocando da playmaker.
    ha dimostrato di essere un realizzatore migliore di kobe e saltava gli avversari con una facilità che anche un wade fatica ad avere…

    su lebron,ripeto quanto detto prima.
    alzi la mano chi pensava che anche agli heat potesse avere le stesse identiche cifre che aveva ai cavs?
    questo naturalmente non è una sua colpa,però dimostra che anche agli heat di oggi,sia lui che wade hanno le stesse responsabilità che avevano gli anni scorsi quando ancora non giocavano insieme.
    questo dimostra anche,o conferma,che gli heat hanno un equilibrio precario,esattamente come i vecchi cavs,con la differenza che ai cavs non aveva wade ma aveva pur sempre più alternative nel resto del roster se escludiamo le prime due opzioni.
    ecco perchè dico che sia wade che lebron per vincere il titolo dovranno giocare al top,ma questo potrebbe anche non bastare…

    sul kobe contro gli spurs,onestamente non ha giocato da kobe,ma non si può dire che non abbia coinvolto i compagni,soprattutto nei momenti decisivi.
    la tripla di odom è arrivata dopo un suo scarico,mentre l’azione dopo ha servito il taglio di gasol che poi in lunetta ha segnato i liberi del sorpasso.
    guardarsi le partite conviene…

    • gallo

      Però non nascondiamoci dietro un dito,la differenza che sottolinei tu non è poca,anzi la definirei abissale.
      Perchè se LeBron in qualche partita importante in passato (difficile) può aver latitato,Wade lo ha fatto raramente,e siccome non parliamo di due perdenti,suppongo che ai playoff sia più probabile che giochino bene tutti e due,male che vada solo uno.
      Una serata storta di entrambi è,per così dire,quotata alle stelle

      • aspetta,questi sono due dei primi tre giocatori più forti della lega,quindi hai ragione quando dici che per loro giocare alla grande non deve essere chissà che problema se paragonati a tutti gli altri giocatori,kobe escluso.
        però pensiamo anche agli avversari.
        ad esempio i celtics.
        contro quella difesa kobe e lebron insegnano che è già difficile riuscire a giocare 2 o 3 gare ai loro massimi livelli in un intera serie…

    • Gallo mi dispiace ma da un punto di vista puramente fisico non c’è Jordan che tenga. Lebron è perfetto per questo sport. Con questo non voglio dire che sia il più grande di sempre ma che per strutturazione e doti dategli da madre natura non c’è mai stato uno come lui, tutto qui. Poi una cosa è possedere queste potenzialità un’altra è riuscirle a sfruttarle a pieno.

  26. “la gara a los angeles dice e non dice: la sensazione è sempre stata che avrebbe vinto san antonio ma anche che la distanza tra le due squadre è minima: una sfida a maggio non mi sembra scontata…”

    scusa alessio,ma per quel non mi sembra scontata,accendi le speranze agli spurs o ai lakers?
    se non ho capito male l’accendi ai lakers,come a dire che non sono del tutto morti…

    boh!
    sarà che sono troppo tifoso,ma io inviterei tutti alla calma…

    diciamo che tendo a fidarmi di kobe,quando dice:

    “per me i critici potrebbero baciarmi il culo,vediamo poi a giugno chi parla”

    scendiamo sempre di livello.
    prima i lakers dovevano dominare l’ovest,poi sono passati a riaprire l’ovest stesso,pochi giorni fa non erano neanche più favoriti,mentre adesso hanno poche speranze,magari domani si passa definitivamente alla pensione…

    occhio,perchè a scherzare col fuoco,come ben si sa,si corre il rischio di bruciarsi…

  27. Lakers-Spurs

    Gli Spurs hanno le idee chiare. Girano la palla, hanno un guastatore d’area come Parker, che per i Lakers è un’apparizione, un creatore di gioco come Manu e un team in grado di crearsi ottime opportunità al tiro. Qualcuno dice che se Bryant avesse segnato qualche tiro…. Certo il discorso vale anche per gli Spurs con Manu che insolitamente ha sbagliato buoni tiri piedi per terra.

    La differenza tra le due squadre è che i Lakers vivono e muoiono col talento individuale mentre gli Spurs giocano di squadra. Negli ultimi minuti hanno segnato solo i soliti tre. Gli altri a fare scena. Ovvio che è la RS ma in prospettiva PO non puoi sempre affidarti al talento del singolo. Hai bisogno della squadra specie quando si generano tiri sugli scarichi.

    Intanto la classifica piange e se i Mavs non implodono di nuovo potrebbero soffiargli la seconda piazza. D’accordo che sono i Lakers ma andare eventualmente a vincere due serie in trasferta non mi sembra così scontato, visto l’attitudine di alcuni protagonisti a rendere di meno fuori dalle mura amiche (Gasol su tutti).

    Magic-Heat

    James: mostruoso. Ieri ha massacrato i Magic. Magic messi male e in mamo ai liberi di Howard. Cazzarola questo non è in grado di tirare al 60% con costanza. Ai PO sarà una cambiale da pagare. Magic che vivono troppo di tiro dal perimetro e solo la disattenzione degli Heat ha dato la chance di tentare il miracoloso recupero. Wade, acciaccato è stato utile in difesa mentre ai liberi un disastro.
    Arenas non sembra il vero Arenas. Non so cosa abbia ma è una versione minimalista. La sua presenza è fondamentale oltre al recupero di Bass. Comunque sono in difficoltà. Vedremo contro Boston che risposte daranno.

    ASG

    Se Bosh va all’ASG allora OLOWOWIZTKI si deve mangiare le mani. Chris c’è andato per il record e per delle buone prestazioni nell’ultimo mese. Andrea se le è giocato nell’ultimo mese. 3/4 gare vinte in più e una media punti decente lo avrebbe portato a LA.

    Dispiace per Aldridge. Ripeto che per me ci va. Non capisco una cosa: ma Griffin giocherà tutte e due le gare? Perchè è convocato in entrambe.

  28. Con un Duncan da 3/12 e un Ginobili da 5/17 riesci a perdere comunque. Kobe da 5/18… Jefferson ha preso per il culo Artest… Parker vabbè, manco a dirlo che fa quello che gli pare contro Fisher…
    Ok che Fisher è un animale da playoff, che ti potrebbe segnare il tiro decisivo, che è un po’ il “robert horry” dei Lakers attuali e via dicendo, ma qua ogni volta il play avversario fa quello che cazzo gli pare! In difesa è un aborto totale! Siete tutti convinti che sia tutta sta furia?

    • Su LBJ, vabbè, che c’è ormai da dire?? Se non fosse per Rose, MVP a mani basse un’altra volta…

  29. ovvio che vedere le partite conviene
    infatti ogni prestazione monster dipende dagli avversari che hai trovato di fronte
    qui ci sono atleti cosi forti che in allenamento, da soli e rilassati, insaccano l’80% dei tiri scoccati da metà campo
    senza avversari sono irreali
    ve li ricordati i 60/70 punti di kobe? non ricordo nemmeno più quando e quanti
    ma sono stati realizzati contro i toronto che, questo si me lo ricordo, erano delle statue di sale
    infatti howard “il super bambinone” sarebbe veramente superman se non ci fossero i falli degli avversari e i tiri liberi ;)
    il turko sarebbe un vero giocatore di basket se non esistessero gli avversari su cui difendere e la palla non pesasse quintali nei momenti decisivi ;)
    ( vedere finali contro i lakers e chiedere agli spurs per capire meglio)
    e cosi via per moltri altri
    a me fanno poca impressione le prestazioni incredibili di lebron se poi non vince ;)
    (ovviamente mi riferisco ai titoli)
    a me fa più paura un kobe da 22 punti e 12 assist che uno da 50 punti, 3 assist e 2 rimbalzi il primo sceglie il secondo spara, ma non hanno mai vinto cosi ;)

    spurs: non so io prima di darli per morti/finiti/4-2 nei playoff aspetterei un bel po’
    questi vincono allo staple con ginobili cosi cosi, duncan innesistente e prendendo molti meno rimbalzi dei lakers, bo qualcosa quest’anno hanno fatto e a me non sembrano cosi diversi dall’anno scorso.

    ciao a tutti

  30. Malone

    Sinceramente,se ancora una volta ci si limitasse alle mere cifre e al record di squadra(come si fa praticamente da sempre),l’MVP è di LeBron tutta la vita anche quest’anno.
    Se per caso lo dessero a Rose alla fine (bisognerà vedere il record finale bulls) sarà,a mio parere,solamente per non darlo tre anni di fila al prescelto.

  31. dai basta però con artest…

    francamente si esagera di brutto…

    già sentire dire che lui con questa stagione ha già cancellato tutto quanto fatto di buono lo scorso anno.
    si come no,con neanche 2/3 di stagione regolare cancelli una stagione in cui hai tenuto a galla dei lakers in difficoltà fisiche cancellando durant nell’intera serie.
    cancelli pure una gara 5 salvata all’ultimo che se persa avrebbe potuto far tremare i lakers.
    cancelli una serie in cui hai a dir poco limitato colui che ai lakers fece più male di tutti nelle finals 2008.
    ma soprattutto cancelli una gara 7 di finale nba dove hai limitato pierce e contemporaneamente sei stato il miglior realizzatore e colui che ha tenuto a galla i lakers in un primo tempo dove facevano fatica a vedere il canestro,neanche a segnare.
    in più tanto per cancellare proprio tutti,cancelli una tripla messa nel posto giusto al momento giusto…

    bravi!

    cavolo,se si dovesse “eliminare” un giocatore solo per il suo rendimento in stagione regolare,horry ai lakers o agli spurs sarebbe durato poco,idem l’ultimo fisher…

    postino

    io ho visto la partita,jefferson ha fatto male,ma phil jackson sulle sue piste non ha mandato artest ma kobe!

    scambiamolo a tutti i costi,poi però non vi lamentate se oltre ai playmaker avversari anche altri esterni ci faranno il mazzo…

  32. Marcus

    Io spero allora che tu finisca su una sedia a rotelle, sei contento?

  33. sul discorso mvp…

    già un mese che lo dico,se si continua così non può non vincerlo lebron…

  34. Gallo

    Kobe sarà DIO. E’ un animale da PO, si vedrà a giugno (se ci arrivano) però i segnali non sono incoraggianti.
    La RS è un altro sport ma non dimenticare che vincere la RS è una cosa arrivare 2/3 è un’altra. Qui non è questione saliranno di livello ai PO, ma il fatto che la squadra vive di individualità. E’ lo stesso discorso degli Heat. Tutti sono concordi nel dire che senza il supporting cast non vai da nessuna parte e se vale per James e soci non può non valere per i losangelini.

    Ora presumendo un loro innalzamento dell’intensità e del gioco pensi che Duncan, dall’alto della sua esperienza, sarà la versione minimalista vista ieri? Il punto è questo.

    Ora, tutti i titoli li avete vinti col fattore campo, non averlo nella eventuale finale di conference e peggio ancora dalle semi non mi sembra un bel punto di partenza. Sono sempre favoriti ma nessuno pensava di trovarli a 7.5 gare dietro i vecchi Spurs e allo stesso record dei Mavs. E ci scommetto la testa che lo stesso zen non se lo aspettava.

    Ora suppongo che i losangelini debbano fare una scelta: o puntare almeno alla seconda piazza e perchè no alla prima oppure tirano i remi in barca, vivacchiando tra la 2a e la 4a per dare tutto ai PO. Ovviamente Gasol/Odom/Artest….. devono fare il salto di qualità in trasferta.

  35. Lebron spaventoso, LAL che confermano il trend negativo con squadre sopra il 50%….certamente c’è qcs che non va e non mi pare così semplice tornare magicamente a dominare ad inizio playoff….senza il vantaggio del campo non li vedo favoriti e per me ron ron verrà presto scambiato….si dice che lui stesso non veda l’ora di essere ceduto “perchè emarginato dal gioco in attacco”…..

  36. alert70

    ma io infatti non dico che questa squadra vincerà il titolo al 100%…

    però cavolo,un minimo di fiducia che questi ai playoff saranno pronti come lo sono sempre stati negli ultimi anni…

    su artest,dico anche che mi auguro che lui finisca ai dallas,tutto impossibile lo so benissimo,però sarebbe bello vedere cosa poi penserebbero tutti quelli che lo vogliono cedere a tutti i costi se poi lo ritrovassero contro in una serie.
    allora forse capirebbero cosa vuol dire avere o non avere artest a quei livelli di intensità…

    tra l’altro,cosa già avvenuta nel 2009,infatti contro una squadra nettamente inferiore si arrivò fino a gara 7,questo anche perchè artest con la sua leadership morale e difensiva,il suo apporto difensivo,il suo gioco “sporco”,convinse quei rockets a sputare sangue…

  37. “Io spero allora che tu finisca su una sedia a rotelle, sei contento?”

    Non so chi ha iniziato e il perchè però calmiamoci. Cazzarola stiamo parlando di basket!!!!!!

  38. Gallo

    mi dispiace ma da un punto di vista puramente fisico non c’è Jordan che tenga. Lebron è perfetto per questo sport. Con questo non voglio dire che sia il più grande di sempre ma che per strutturazione e doti dategli da madre natura non c’è mai stato uno come lui, tutto qui. Poi una cosa è possedere queste potenzialità un’altra è riuscirle a sfruttarle a pieno.

  39. mi dispiace,ma io continuo a vedere jordan come il giocatore perfetto.
    non aveva il fisico di lebron,ma non gli serviva,compensava tutto con la testa,la grande tecnica e doti atletiche irreali…

    jordan è sempre quello che a 39 anni cancellava carter dal campo,segnava canestri della vittoria,si permetteva di segnare 96 punti in due partite consecutive,trascinava i wizards in zona playoff senza hamilton segnando circa 30 punti di media, tenendo prima di infortunarsi le stesse identiche cifre che ha oggi kobe a 32 anni…

  40. Gallo

    Artest è un pesce fuor d’acqua. Avendo il cervello come una nocciolina la triangolo è qualcosa di incomprensibile. L’unico allenatore in grado di canalizzarlo è stato Adelman. Ovvio che Phil ci abbia provato ma sa che ora è una causa persa. Lui si aspetta dal ragazzo la versione PO perchè se così non fosse addio sogni di gloria.

    Ovviamente se non si fida di lui lo scambia senza perdere un minuto.

    Il mio dibbio è cosa farà Gasol. Perchè se anche Odom facesse l’Odom non possono prescindere dal catalano. E lì ho dei dubbi.

    Poi francamente Fisher/Blake sono imbarazzanti!
    Blake è buono ma sembra timoroso pure della sua ombra. Ieri c’era un bel tiro da tre piedi per terra invece è penetrato senza ottenere nulla. Se non ti prendi quei tiri, ti battezzano rischiando oltretutto che Kobe si prenda più tiri del necessario. Devono cambiare marcia dal punto di vista mentale e credo che non possano prescindere da un secondo posto in griglia. Arrivare terzi è un grosso rischio.

  41. Gallo

    Comunque Spurs veramente forti. Se non calano fisicamente ma dovessero fare quello step in più soprattutto da Duncan saranno veramente indigesti.

  42. alert70

    non posso far altro che ripetere kobe,ovvero,vedremo a giugno chi parlerà o avrà ragione…

    premesso che per me i celtics possono assolutamente vincere contro i lakers in una finale,questo anche se non avessero il fattore campo a favore.
    anche se dovessero vincere gli heat non sarei sorpreso,anche se me lo aspetto di meno…

    però l’ovest per me è un altro discorso,fattore campo o non fattore campo.
    il destino della western conference è sempre nele mani dei lakers.
    se uno mi dice che a maggio tutte e 8 le squadre dell’ovest saranno al top,per me i lakers vincono,non a mani basse,ma quasi,questo anche se dovessero sfidare prima i mavs e poi gli spurs col fattore campo sfavorevole…

    ripeto,vediamo a giugno,oggi non ci sono sentenze definitive,ma si può solo prevedere…

  43. Gallo
    È giustissimo quello che dici la testa di Jordan lo rendeva stratosferico ma io parlo da un punto di vista puramente fisico. Lebron ha la forza fisica di un centro a cui aggiunge la velocità e l’agilità di una guardia. Poi ripeto una cosa è avere delle potenzialità un’altra è sfruttarle

  44. big shot rob

    se parli di potenzialità,ci sarebbero tanti nomi da fare.
    io dico sempre che a livello di talento il migliore che ho visto è stato tmac…

    però se parli di potenzialità non devi dire la migliore macchina da canestri che sia mai stata creata,ma forse dovresti aggiungere potenzialmente la miglior macchina da canestri che sia mai stata creata…

    perchè a mio avviso una macchina cestistica perfetta deve avere tutto,compreso un cervello perfetto per questo gioco…

  45. comunque una cosa va detta…

    considerando il record attuale degli heat,quello attuale dei cavs,le cifre di lebron,ma soprattutto il suo impatto sui match e la sua continuità,oggi è sicuramente il miglior giocatore nba per la stagione regolare…

    se questo suo dominio assoluto lo riesce anche a trasferire ai playoff,se possibile addirittura migliorandolo quando più conta,in più magari vincendo,allora veramente si potrebbe parlare di mito jordan avvicinato,perchè era esattamente quello che faceva mj…

  46. vista la partia di orlando

    volevo sottolineare un paio di cose

    1 lebron ha fatto una partita normale e un primo quarto alluncinante. sono rimasto con la bocca aperta. finito il primo quarto aveva 25 punti. cifre? 10/10 al tiro e 5/6 ai liberi (!!!!!). sette-otto di questi dieci tiri sono stati jumper compeltamente senza equilibrio. mi ha ricordato il finale della gara coi pistons del 2007. per un attimo, solo per un attimo, ho pensato “e se questo non si ferma più? e se non sbaglia più?” tutto mi pareva possibile. i telecronisti della tv argentina ad ogni tiro gufavano per l’errore e poi urlavano impazziti ogni volta che andava dentro.

    poi il filippino l’ha messo in panca e ci è rimasto metà del secondo quarto. quando è rientrato ha giocato una partita assolutamente normale senza sforzarsi troppo e sbagliando anche abbastanza (7/15). peccato per non aver potuto vederlo ancora in fiamme nel secondo quarto, ma immagino che va bene così.

    2 io ho visto molte partite degli heat (sono un loro tifoso dell’ultima ora e non me ne vergogno. ho cominciato a seguirli perchè mi piace tantissimo lebron e prima seguivo i cavs). ieri è stata la prima volta che ho visto parlare il 6 e il 3 come se fossero IL leader della squadra. mi ha fatto una grande impressione. james segna 10 punti di fila wade va da lui, gli spiega qualcosa e lebron “ok, ok, let’s do it”. e viceversa. buon segno per l’alchimia tra i due, che in fondo è il vero problema. non perchè si pestino i piedi ma perchè ancora non giocano insieme ma si alternano.

    3 brutto fallo di howard su wade. brutto d’avvero. premetto, a me howard sta abbastanza antipatico, quindi di mio sono portato a giudicarlo troppo severamente. però il fallo è brutto ed è chiaramente una reazione al fatto che wade l’aveva stoppato a due mani da dietro. mannaia abbassata sulla faccia del 3 che cade malamente e howard non lo degna di uno sguardo e se ne va rendendo ancora più evidente il fatto che il suo intervento è volontario. non mi importa quanto sorride howard, il fatto è che sta cominciando a fare questi falli sempre più spesso, alla shaq. “ti faccio fallo e ti faccio male sul serio” non lo voglio vedere ai playoff. poi non si può lamentare se un compagno di wade (dampier?) dovesse in futuro entrare in campo con il solo compito di far male a lui. sempre che qualcuno possa far male a quella bestia.

  47. bò,aspeeterei dopo l’asg x valutare i lakers..e e poi nemmeno..questi ad aprile sarnno pronti,secondo me,così come l’anno scorso son stati pronti i celtici..spurs ottimi,ma nei po si gica ogni 2 giorni,e dubito fortemente che la pnaca e i comprimari sposteranno quanto adesso..vedremo..i magic..bà,li vedo davvero due piste sotto boston,e strutturalmente non vedo come possano infastidirli..sbaglierò…

  48. big shot rob

    vabbè sono dettagli…eheh

    scherzi a parte.
    ripeto,io sono un fan di kobe,ma vedo oltre,anche se qualcuno spesso si diverte a sostenere il contrario,ma a me onestamente interessa poco…

    vedendo oltre,posso dire che kobe non sarà mai come michael jordan,semplicemente perchè a mio avviso jordan era “perfetto”,lui no…

    vedendo oltre,non ho problemi ad ammettere che in stagione regolare lebron negli ultimi 3 anni sembra quasi giocare ad un altro sport rispetto a tutti gli altri,se escludiamo i primi mesi della scorsa regular season dello stesso kobe o qualche periodo strepitoso dello stesso wade a fine r.s. 2009.
    ma nessuno si può permettere oggi la sua continuità,questo macina gradi prestazioni gara dopo gara.
    ecco perchè ho sempre sostenuto che il lebron delle ultime stagioni in r.s. vale il miglior michael jordan…

    però ai playoff il discorso cambia,non mi sento proprio di scomodare jordan per lebron.
    a lebron fino ad oggi ai playoff preferisco kobe,ma forse anche wade,ecco perchè non lo ritengo ancora il numero 1 assoluto…

    però faccio la premessa di prima,se questo cambia ritmo come tende a fare kobe o wade,poi saluta questi due e si avvicina a jordan.
    ma è proprio questo il problema,cambiare ritmo tra regular season e playoff quando poi giochi delle r.s. così dominanti.
    jordan ci riusciva,lebron ancora fa fatica,dovesse farcela poi iniziamo a fare i discorsi seri su chi sia più forte tra il miglior jordan e il miglior lebron…

  49. Ho visto Heat-Magic stanotte, è l’unica partita su cui posso testimoniare. Partita sostanzialmente dominata dagli Heat, i Magic, a di là della rimonta finale, non hanno mai dato la sensazione di poterla vincere

    Sul lato Miami, è già stata sottolineata abbastanza la prestazione monstre di LBJ. Non credo sia un problema se James segna molto, questa non è la versione 2008-2010 dei Cavs, per un motivo molto semplice: in quella squadra se nn creava LeBron era la fine, in questa versione Heat se LBJ è in panca o fatica ci sono almeno altri due giocatori che nn hanno problemi a generare gioco
    Restando alle buone notizie, Mike Miller finalmente inizia a dare il suo contributo, andando anche come un treno a rimbalzo, e la difesa su Howard stanotte è stata ottima. La differenza con gli Heat di inizio anno è evidente, e con altri due mesi davanti, altri passi in avanti si possono fare

    Se uno vuole considerare anche i lati negativi, ad occhio ne vedo due (oltre all’annoso problema del Pivot).

    1-gli Heat subiscono rimonte con troppa facilità. Anche stanotte hanno rischiato di buttare via una partita dominata. Non tanto in difesa, quanto in attacco, a volte sembrano bloccarsi del tutto

    2-è un dato di fatto che ancora oggi, dopo 3 mesi, gli Heat sono spesso più efficaci con la combinazione LBJ + Bosh/Wade + Bosh, che tutti e 3 assieme…specie con Wade ed LBJ assieme, non sempre in attacco si creano della spaziature, ed anzi capita spesso di assistere ad 1 vs 1 prolungati, con quello dei due che nn ha la palla che nn sa sostanzialmente dove mettersi, e rimane immobile ad aspettare che l’altro crei qualcosa

    Ora anche qui i miglioramente da inizio anno ci sono, mettiamoci anche gli infortuni del training camp ed altri minori che nn sempre hanno lasciato il tempo per amalgamarsi. Però la chiave del loro successo passa assolutamente da qui, sei i due riescono con costanza ad avvantaggiarsi l’uno della presenza dell’altro, ovvio che gli Heat siano quasi inarrestabili. Per ora ancora nn siamo in questa situazione, ma certo rispetto a Novembre è come passare dalla notte al giorno

    Sui Magic

    Brutta partita, soffrono la difesa Heat, DH12 dopo un ottimo primo quarto è stato annullato, i tiri liberi sono un grande problema, e tutto l’enorme potenziale offensivo viene sfruttato solo in minima parte. Arenas è un pesce fuor d’acqua, il Turco si è spento dopo l’ottimo inizio, e per quanto sia importante Bass, nn ci si può certo attaccare a lui per la sconfitta

    Anche per loro serve amalgama, nn ci si poteva aspettare che con dei cambi così radicali potessero subito mettersi a pieno regime. Certo è che ad occhio questi col titolo non c’entrano niente, oggi.

  50. Ragazzi smettiamola di valutare un giocatore di 26 anni con uno che ha smesso di giocare 10 anni fa ormai, lebron a 26 anni ha fatto tre volte quello che aveva fatto jordan alla stessa età per svariati motivi che neanche elenco!!!
    Si deve aspettare la fine della carriera, perchè magari succede che lebron fino a trent’anni non vince nulla(dubito) poi ne vince 8 di fila dominando, e quindi si riscrivono tante cose, idem per kobe(anche se la vedo più dura) o durant o wade, quindi andiamoci piano nei confronti e valutiamo le mere prestazioni attuali che oggettivamente sono mostruose!!!

    Chi ha visto la partita non può dire che kobe non l’ha passata, soprattutto nel finale, dove ribadisco che gli assist potevano essere di più, credo ne abbia fatti tre negli ultimi 6 minuti e potevano essere almeno 5-6, ha toppato al tiro, ma non erano neanche chissà quali forzature, e soprattutto non ha neanche lontanamente monopolizzato l’attacco come coi celtics nei finali.
    Ribadisco che per me si è perso a cavallo degli ultimi due quarti, troppo fuori kobe e gasol, la cosa che mi preoccupa è come diceva alert la poca costruzione di gioco, troppi isolamenti, o comunque troppe iniziative persnali e pochissima triangolo, su questo c’è da lavorare!!!
    Però vi dico che tutt sommato sono contento, perchè le facce erano forse per la prima volta incazzate all’unisono, forse potrebbe essere una scintilla che riaccende gli animi, io dico che si deve arrivare secondi a ovest, il fattore campo è importante,però negli ultimi anni no mi risulta che il miglior record sia sempre stato sinonimo di vittoria finale, quindi, preferirei perdere qualche partita in più ma trovare i meccanismi difensivi e offensivi giusti, cosa che soprattutto celtics e spurs stanno facendo dall’inizio dell’anno.

  51. gatzu83

    infatti nessuno può paragonare la carriera di lebron con quella di jordan,sarebbe ingiusto visto che lebron ha solo 26 anni.
    il paragone può esserci tra il miglior jordan e il miglior lebron visto fino ad oggi.
    qui torno al discorso di prima che non ripeto…

    onestamente io sono sempre dell’idea che avvicinare i livelli del miglior jordan su singola stagione sia più facile che avvicinare l’intera carriera di jordan.
    infatti penso che lo shaq del 2000 avvicina di molto il miglior jordan.
    il problema che il miglior jordan è durato 13 anni,il miglior shaq neanche 5…

    siamo onesti,jordan ha fatto la carriera perfetta,dominava ogni regular season e ogni edizione dei playoff,elevando il suo rendimento quando più contava.
    questo l’ha saputo fare ogni anno,sia quando perdeva che quando vinceva titoli.
    siccome in uno sport di squadra nessuno può vincere da solo,anche lui ha dovuto aspettare un supporting cast all’altezza,però è anche vero che quando ha avuto quel supporting cast ha vinto sempre, lasciando agli avversari le briciole…

    poi dici:
    “lebron a 26 anni ha fatto tre volte quello che aveva fatto jordan alla stessa età per svariati motivi che neanche elenco!!!”

    a volte mi viene il dubbio che non si conosca perfettamente la storia nba,mi dispiace essere così presuntuoso,ma proprio non si può farne a meno dopo aver letto frasi simili.
    ma voi la conoscete la carriera di jordan prima di compiere 27 anni?
    zero titoli nba come lebron,ma prestazioni individuali ancor più terrificanti,ma anche regular season certamente non inferiori,perchè ancora oggi non ho visto nessuno che sia stato capace di vincere lo stesso anno la classifica marcatori(a 35 di media!) e il premio di miglior difensore…

    ripeto,non sono mai stato tifoso di mj,perchè non ha mai giocato nei lakers e non era “italiano” come kobe,però l’ho ammirato come nessuno.
    a me piacciono quasi tutti gli sport,ne seguo molti,ma uno così perfetto per il suo sport io non l’ho mai visto.
    forse bolt,ma per un singolo atleta è più facile emergere in uno sport individuale che di squadra…

  52. Augurare che uno tra Duncan, Ginobili e Parker si rompano un ginocchio mi sembra una cosa abbastanza stupida. Sono giocatori correttissimi e mai sporchi, quindi non vedo che male abbiano fatto.
    Discorso opposto lo farei su quella merda di Bowen che ha letteralmente massacrato di botte diversi avversari. L’unico rimpianto a riguardo è che nessuno l’ha corcato come si deve…

  53. gatsu

    “lebron a 26 anni ha fatto tre volte quello che aveva fatto jordan alla stessa età per svariati motivi che neanche elenco”

    Questa mi sembra una stronzata più maestosa del nuovo testamento…

  54. @gago
    cioè mi stai dicendo che il turko non è un giocatore da tiro decisivo??guardati un attimo i playoff di 2 anni fa!
    cmq kobe 81 punti nel 2006..
    Ciao a tutti

  55. Gatzu

    Esagerata come affermazione.

    Jordan a 26 anni ha disputato forse la stagione regolare più devastante della carriera, senza contare che a 24 anni è riuscito a segnare 37 punti di media a gara.
    La gara dei 63 punti contro i Celtics reduce da un gravissimo infortunio.

  56. Per adesso, solo un giocatore dal 1998 in poi ha avvicinato il rendimento di Michael Jordan, il suo nome è Kobe, il suo cognome è Bryant.
    Ovviamente parlo di esterni.

  57. ultima cosa,poi chiudo e oggi non rompo più i coglioni a nessuno…

    come scrissi lo scorso anno,lebron ad un certo punto sembra aver il controllo totale di questa lega.
    ma non solo da un punto di vista fisico come spesso si sottolinea (anche troppo)ma proprio da un punto di vista mentale.
    sembra padrone di tutto,controlla se stesso,i compagni ma anche gli avversari…

    ecco un altro aspetto dove ricorda mj.
    anche oggi lbj mi da questa sensazione.
    con kobe onestamente faccio fatica ad arrivare fino a questo punto,nonostante mentalmente non sia certamente inferiore a lebron.
    però proabilmente ha meno doti complessive,anche se è difficile fare un confronto tra kobe e lebron visto che sono due giocatori completamente diversi.
    più facile farlo tra kobe e jordan,che si assomigliano molto e quindi noti di più la differenza,difatti jordan su 100 cose che sapeva fare,ne faceva 98 leggermente meglio di quanto ne sappia fare kobe…

    però questa sensazione di dominio mentale di lebron ho l’impressione che tenda a offuscarsi ai playoff,dove spesso non sembra aver più lo stesso controllo.
    ma questo è umano,provate voi a fare una cosa con la pasto in palio bassa per poi rifarla con la posta in palio alta,ci si accorge subito che non è la stessa cosa e che mentalmente scatta subito qualcosa che ti rende più insicuro…

    ecco dove jordan mi faceva letteralmente schifo tanto era disumano.
    come poteva permettersi di essere sempre in grado di riuscire ogni volta a fare meglio proprio quando la posta in palio era così alta?…

    questo era un talento cestistico pazzesco ma che aveva una testa unica,perchè non puoi avere sempre quel dominio mentale che trasporti di conseguenza in dominio sul campo anche quando la pressione è così immensa.
    non puoi,è impossibile…

    ma evidentemente era impossibile per tutti ma non per lui…

  58. Che dire, sinceramente sono un pò deluso dai Magic. La shakerata al roster è stata ben accolta da tutti i tifosi, però ad un mese e mezzo di distanza è chiaro che qualcosa non va.
    Ho letto i vostri commenti e sicuramente sono d’accordo sul fatto che l’impatto semi nullo di Arenas è un problema, unito ad un reparto lunghi carente. Di conseguenza l’assenza di Bass diventa un fattore determinante in negativo per noi…
    Altro da dire di interessante non c’è.
    Entrare nei playoff con il quinto-sesto posto è un bel problema, vediamo se Smith cambia ancora qualcosa entro la deadline altrimenti probabile che quest’anno salutiamo al secondo turno se va bene.

  59. bà..mj a 26 aveva un titolo ncaa alle spalle,una olimpiade..numeri pazzeschi nela lega..i 63 punti ai celtici.. giocava in una squadra di cadveri..qualcuno mi dirà,come lebrone ai cavs..vero,ma a est allora c’erano i celtici dibird,mchale e compagnia,i bad boys,gli hawks di nique,gli ultimi bagliori del dottore e aphila..insomma,allra merce,rispetto alo sghangherato est dell’ultimo decennio..

  60. Comunque se James giocasse senza Wade e se ogni tanto si dimenticasse di passare la palla io dico che ne farebbe 35 a partitia facili facili, ne ha fatti 31 a 23 anni figuriamoci adesso….

  61. Len Bias è uno dei grandi rimpianti della storie celtica, con lui Bird avrebbe vinto almeno altri due titoli, come minimo: sarebbe stata l’arma letale per contrastare l’atletismo dei Bad Boys. Basti pensare al 1987 in cui, anche per l’infortunio di Walton, praticamente eravamo nulli oltre allo starting five. Poi dal punto di vista umano una tragedia con pochi eguali nella storia del basket, come per il povero Reggie Lewis del resto.

    Sconfitta rocambolesca dei Lakers, ma vedrete che a maggio saranno di nuovo pericolosi come serpenti, io non mi preoccuperei troppo fossi un tifoso lacustre. Dai, stanotte cercheremo di battere la splendida Dallas ( che vi ha superato in classifica ) e di farvi un favore, dato che siamo davvero buoni e generosi, cari amici losangelini eheheheh

  62. Brazz

    Ieri ti ho nominato in un bel post… Vattelo a vedere

  63. Non bestemmiamo….
    Non si può paragonare qualsiasi grande giocatore a Jordan…
    Jordan è nettamente sopra ai vari kobe , lebron ecc…
    Apparte x i titoli vinti , lui è il basket…può essere che lebron vinca anche 6 titoli nella sua carriera , ma non per questo dovrà essere considerato come Jordan…

  64. comunque sulla partita dei lacustri, c’è da dire che il tuffo appena viene sfiorato + urletto da etoile della scala scippata per strada di gasol quando gli danno i liberi nell’ultima azione d’attacco sono favolosi. pau ha di nuovo superato il vecchio fish nella classifica “master of floppers”, una sfida avvincente che ci accompagnerà per tutto l’anno!

  65. Io sintetizzo così Jordan.

    Lo “odiavo” cestisticamente perchè lo volevo veder perdere. Tifavo tutte le squadre che afforntava nei PO avendo sempre la sensazione che ci voleva un miracolo sportivo per vederli perdere. Da tofoso Kings ho sperato che i “Lakers” di Magic mio idolo li battessero. Ecco com’ero “conciato”. Non ho mai provato questa sensazione per altri. Solo nel 2000 era chiaro la superiorità Lakers.

    Detto questo se vedo Kobe, James, Wade…. vedo gente straforte ma non invicibili. E’ assurdo lo so. Ma Jordan mi dava l’idea di invincibilità. Guardavo le serie e sapevo che le avrebbe vinte.

    Sarò cretino cretino. Ma ci scommetterei la testa che se oggi fosse della partita vedremmo cosa significava essere o non essere Jordan. Un alieno a 360°.

  66. ormai il morbo di gallo bird ha contagiato tutti, a breve il resoconto di jordan che cammina sull’acqua.

  67. Bello vedere howard che prende in giro james nel pre gara, per poi essere preso a calci nel cul0 da lebron con 51 pts con % mostruose…ah pure 2 stoppate una di james e una di wade…
    Avercene di “secondi violini” così…

  68. M.J.

    secondo me L.B.J. ad ora sembra un Jordan ( inteso come dominio della partita ) molto in r.s. meno nei p.o. anche se nessuno puo dimenticare le prestazioni stratosferiche di cui è capace il “prescelto ” .

    Wade nelle Finals 2006 è stato molto M.J.

    Kobe secondo me nei P.O. 2009 è stato il giocatore che si è avvicinato di piu al dominio Jordanesco inteso come controllo delle partite .

    Heat
    io rimango convinto che per quest’anno la finale (se non per sciagure altrui ) non la vedono il reparto lunghi è troppo distante dal essere competitivo ma veramente troppo ..

    Magic

    dovevano cambiare ed è normale che ci voglia un po’ di tempo per amalgamare il gruppo ma il reparto lunghi necessita di qualcosa ,cioe manca Bass e il reparto va in emergenza totale sopratutto perche tolto r.anderson il nulla .
    occore finire cio che si è iniziato con un lungo che possa essere un alternativa credibile e la cosa piu importante bisogna riuscire a Svegliare Arenas il suo talento è l’unica vera chiave di volta secondo me si dovrebbe farlo giocare di piu anche in chiave prossima stagione .
    altro problema è la difesa ,vedo troppa gente poco propensa alla difesa come il turko nelson e arenas e Bass rimane un sottodimensionato con tanta grinta ma sempre uno che paga centimetri a tutti i pari ruolo insomma ad aprile non manca molto e non sembrano avere tropppa strada da fare ai p.o. ma credo che la prossima stagione si riuscira a far quadrare il cerchio per giocarsi le ultime possibilita di titolo perche dopo DH12 se ne va .

  69. mamma mia i lakers, ma come si fa a perdere con un tap in di mcdyess da solo in mezzo alla difesa losangelina??mah

  70. michele

    Non è un morbo. Vedo la nba da qualche anno e ho avuto la fortuna di vedere “l’innominato che cammina sulle acque”. Da quello che posso appurare non hai avuto l’oportunità di vedere dal vivo Jordan-Magic-Bird e ti assicuro che se lo avessi fatto avresti notato le differenze anche da tifoso Celtics.

  71. Ragazzi ho enfatizzato la frase, è logico che james non ha fatto tre volte le cose di jordan fino a 26 anche se secondo me a parità di età è stato meglio lebron ed è logico che sia così visto che jordan aveva giocato tre stagioni in meno, infatti direi che a livello di titoli individuali aveva vinto meno e ai play off era arrivato meno avanti, e direi a parità di squadre in cui hanno giocavano.Poi vero che jordan aveva vinto un titolo ncaa ma non da protagonista indiscusso come per esempio melo(infatti nessuno si aspettava che diventasse il fenomeno che poi è stato)

    Gallo
    Il problema per me è proprio questo, molti paragonano il meglio di jordan, che però non era a 26 anni, col meglio di lebron. Non possiamo sapere fin dove arriverà, solo alla fine della sua carriera si potrà esprimere un giudizio equilibrato, ribadisco che se dai trentaa in poi vince otto titoli di fila dominando, noi siamo stati qui a raccontarci bellissime storie da stracciare, non affrettiamo i tempi e aspettiamo di vedere, e lo dice uno a cui lebron sta sul cazzo e che tifa per kobe e spera pure che non vinca nulla, ma non per questo mi sento di dare giudizi ora su argomenti simili.

    Forse si puà iniziare a fare un paragone reale fra kobe e jordan, però anche qui se kobe vince i prossimi tre titoli da dominatore stiamo a parlare per ore di nulle perchè bisogna riscrivere tutto!!!

    E sia chiaro che per me jordan è il migliore in assoluto indiscutibilmente ad ora e pure per distacco, però anche lui ha conosciuto le sue sconfitte e le sue difficoltà e a riguardo riporto una sua frase molto bella e significativa

    « Avrò segnato undici volte canestri vincenti sulla sirena, e altre diciassette volte a meno di dieci secondi alla fine, ma nella mia carriera ho sbagliato più di novemila tiri. Ho perso quasi trecento partite. Ventisei volte i miei compagni mi hanno affidato il tiro decisivo e l’ho sbagliato. Nella vita ho fallito molte volte. Ed è per questo che alla fine ho vinto tutto. »

  72. Kings-Spurs

    Vediamo se Totò ti farà il layup vincente.

    Bos-Dal

    Bella gara. Curioso di vedere i Mavs alla prova Celtics.

  73. LBJ o Jordan. LBJ Kobe e Jordan. Lakers che tanto ai PO rinascono, Spurs che non convincon qualsiasi cosa facciano, Howard che è solo fisico, Miami che non gioca di squadra….ho dimenticato qualcosa? ah si forse che griffin schiaccia bene whahahaha :D :D :D

    non ci son notizie più succose da discutere?

    • “Anthony has been linked to the Knicks, Nets and Bulls, but the Mavericks and Rockets would be interested in trading for Anthony without an extension.”

      In sostanza Cuban accetterebbe di prendersi Anthony senza avere alcuna rassicurazione sul futuro. Non sapevo che anche i Rockets lo volessero. Certo loro possono mettere sul piatto il contrattone in scadenza di Yao.

      Se Anthony vuole andare a NY ma giocarsi le chance di un titolo senza condizionamenti futuri la scelta Mavs-Rockets non sarebbe così preregrina. Inoltre entrambe le franchigie texane hanno contratti in sacdenza.

      Se i Nuggets non si impuntano possono ricevere in dono spazio salariale, che a mio modesto parere è il massimo che possono ottenere.

      • Si questa di Cuban non mi giunge nuova: avevo letto da alcuni twitter che era convinto di poter conquistare l’interesse di Carmy in seguito….però non credo offrirebbero solo spazio salariale.

        Ciò che più mi turba al momento è questo: http://www.nypost.com/p/sports/knicks/uncertain_future_oOeNKWHLsogAJJ49XDyG9M

        *****@@@@@@@@@@@@€€€ non bastan gli insulti per Dolan….ma cos’ha nel cervello? che gli ha fatto THomas? c’è qualche rapporto intimo tra i due? xD senza parole…senza parole….

        • L’ho letto. Non credo accadrà nulla, altrimenti a NY succede un casino.

          Fossi in Melo non mi fare sfiuggire l’occasione di giocare per i Mavs per il resto della stagione. Andrebbe in un team già forte che con lui farebbe un upgrade a livello di talento mostruoso. Inoltre non butterebbe nel cesso una stagione e avrebbe sempre l’opzione di andare ai Knicks, Bulls o dove gli pare.

          I Nuggets possono ottenere solo contratti in scadenza e i Mavs ce l’hanno. Quindi ad essere sincero mi stupisco che non ci si sia spinti verso questa soluzione.

          • scusatemi ma anche il contratto di melo è in scadenza, sinceramente credo che denver possa ottenere di meglio del niente per niente, altrimenti si tiene melo fino a fine anno e lo fa scadere!!!

          • esatto….almeno un giovane interessante credo provi a prenderlo…poi se nessuno accetta pace…

            su Dolan non saprei…tu dici improbabile…io dico “in pieno stile dolan”….non è un mistero che ami Thomas e non è un mistero quanto gli piaccia andare deliberatamente contro l’opinione comune per il puro piacere di farlo :D

  74. solo una cosa sui magic
    questi sono ormai un paio d’anni che hanno lo stessa sistema di gioco… di giocatori però ne hanno cambiati parecchi, l’unico che è sempre rimasto inamovibile è Howard, solito faro delle azioni offensive. Peccato che il mitico Superman sono ormai anni che deve farci ammirare i suoi nuovi devastanti moves offensivi e invece puntualmente parte col classico semigancio, in sostanza le famosissime estati passate ad allenarsi con i vari Hakeem, Ewing e tutti i vari mostri sacri del post basso sono praticamente servite a un bel niente, anzi addirittura la sua percentuale ai liberi sta calando e come nel caso di ieri sera basta un Dampier per fermarlo. Boh, questo giocatore è davvero un enigma.

  75. visti sia i lakers che gli heat

    lakers partita strana, pochi punti del mamba e ginobili che sbaglia canestri già messi. Vittoria meritata spurs, quasi sempre davanti. Se scambiano artest sono pazzi, unico gioco duro fisicamente che hanno, insieme con bryant(ha persino fatto quasi incazzare duncan con un fallo) e il pesce (che però ormai fa quello che può). Ron ron ieri ha giocato anche con intensità. Blake qualche fastidio a Parker lo dà… Spurs soliti, Duncan è in calo ma è una sicurezza, al bisogno si va sotto da lui, popovich coach dell’anno per come ha trasformato una squadra difensiva in una squadra offensiva. Buona partita di Gasol, ma se continua con quegli urletti entra nel ranking WTA.

    Heat
    Lebron in controllo totale, porcata di Howard che però da lì in poi non l’ha più vista. Però come ha detto l’user formerly known as IYW, gli heat si sono fatti rimontare facendo in attacco delle cagate pazzesche. Sembra che tolgano la spina. Miller segnerà anche poco, ma è sempre in movimento e ci mette le palle. Giocatore utile. I Magic si stanno un po’ assestando, sono una squadra migliore di così.

    ASG

    Devono convocare Aldridge, anche solo per solidarietà con la franchigia più sfigata degli ultimi anni! stima per i Blazers.

    Per gli haters del Mago
    http://nba-point-forward.si.com/2011/02/01/as-bargnani-falls-flat-so-do-the-raptors/

    un’impressione e una domanda: a giudicare dal rumore allo staples è molto più sentita la rivalità con gli spurs che quella con i celtics.

    Scusate la lunghezza

    • Giusto massacrare OLOWOWIZTKI per l’atteggiamento in difesa. Come diceva l’articolo se deve difendere in uno contro uno c’è ma in altre situazioni dorme. Giusto sottolineare che l’unica squadra che non ha un quintetto difensivo siano i Raptors. Però stando all’inefficacia del maghetto non mi pare che gli altri stupiscano. Quindi al di là delle colpe di Bargnani c’è anche molto del coaching staff.

      Perchè faccio fatica a credere che un team NBA dopo due anni con lo stesso coach non abbia idea di come ci si muove in difesa.

      Non mi trovo d’accordo sul ruolo di Andrea: terzo violino? Ok capisco tutto ma terzo violino no. Piuttosto quarto e panca per 35 minuti……

      Mi piacerebbe vedere Andrea retrocesso nella gerarchia e perdere così lo starting five. Sarebbe utile a lui e alla squadra. Alla squadra per dimostare di essere meglio senza la “star” e alla “star” di dimostrare di valere i galloni di primo violino. Vedremo.

      • ho sempre detto e ripeto che bisogna guardare la situazione di Toronto tenendo conto di tutto, ne viene fuori un vero disastro. Stiamo pur sempre parlando di una franchigia che negli ultimi due anni ha dato minuti e soddisfazioni ad assoluti carneadi-semisconosciuti-bidoni ergendoli anche ad idoli delle folle, alcuni nomi: weems, amir johnson, julian wright, joey dorsey, bayless, anche sundiata gaines e probabilmente ci sarà spazio anche per alexis ajinca, praticamente mezza squadra è formata da giocatori falliti e bolliti. Bargnani si differenzia da questi perchè è un giocatore di talento, vero, peccato per la testa che non lo accompagna, in pratica per lui vale il discorso che si può fare per gente come Arenas o Sheed, ognuno con problemi diversi che non gli hanno permesso di diventare star di primo livello nella lega.

        • l’articolo è esagerato, l’ho messo apposta… non prendetemi per un hater, anzi.
          Secondo me il problema enorme di Bargnani è la posizione: è sempre nella posizione sbagliata sulle rotazioni difensive, il che lo porta fuori posizione a rimbalzo, dove già è scarsino. Credo sia un giocatore di sistema, col sistema giusto può essere molto efficace. Certo che la situazione a toronto è allucinante, e le speranze che migliori sono pochine.

  76. Heat@Orlando

    Bhè,la partita non è mai iniziata,complice uno con la camicetta bianca in serata…Il suo primo quarto,come quelli di Kobe quando spara tutto lui,non mi ha entusiasmato,ma certo quando a quei due entra il mondo non si può rimanere esterrefatti.
    Orlando ha un solo problema.DH è un centro dominante,ma lungi da essere un giocatore dominanti.Ha evidentissimi limiti,e non parliamo solo dei movimenti o dei tiri liberi,questo sembra proprio che mentalmente non possa reggere il confronto con i migliori…staremo a vedere…

    Sul discorso LBJ-Jordan:
    Non so,anche Tranquillo (che due cosette le avrà pure visti) ha detto che singolarmente James potrebbe essere il migliore che abbia visto per giocare tecnicamente a questo gioco. Non credo sia eretico pensarla così,certo poi a livillo assoluto MJ è ancora distante…
    Comunque quoto Gallo su una cosa.Sicuramente Kobe è più duro di un Lebron mentalmente parlando,ma il dominio mentale di James sulle partite/avversari/compagni è più vicino a quello di un Jordan rispetto al Bisteccone…

  77. Intanto apprendo magna cum gaudio che Griffin sarà della partita delle stelle…Prevedo schiacciate a catinella! Questa manifestazione mi dà l’idea di essere dipinta proprio per lui.
    Ma scusate,salterà la partita dei rookie o no? Perchè mica può spararsi 3 eventi in due giorni!
    Tra Love e Aldrige all’All star games porterei tutta la vita il secondo,che mi sembra più adatto alla competizione…

  78. Prima pensavo che ai lakers servisse il fattore campo per giocarsela pienamente ai playoff. Ora so che nemmeno questo sarebbe stato in grado di cambiare il destino di questa squadra, obiettivamente e semplicemente più scarsa delle altre pretendenti al titolo.
    Semplice.

    Ora rimangono solo 2 squadre: Boston e Spurs.

    Le uniche due sopravvissute a giocarsela con gli Heat. Una a est e l’altra spero alle finals.

    Ma badate, solo da quest’anno, pechè dal prossimo, col calo fisico di entrambe e il miglioramento costante di Miami, non ci sarà più competizione alcuna.

    Zip.

    Lo so…sono il classico esagerato.

    • Mah il tempo certo gioca dalla loro parte….non amando particolarmente i giocatori di Miami a parte Wade e letteralmente odiando Miami come città (ed in primis i suoi giudici corrotti grrrrrrrrrr) spero proprio non si avveri ^^’

      Se solo si chiamassero ancora sonics potrei simpatizzare per Durant%co come loro futura nemesi :-)

    • Lakers più scarsi non direi, non sono la mia squadra preferità e ho visto solo 4 o 5 partite loro quest’ anno. Il problema non mi sembra però il talento quanto la coesione del gruppo (la motivazione risalirà nei PO)

      Gli spurs per assurdo è il primo anno che non mi convincono pur vincendo e giocando meglio dei passati (lo so è illogico..). Ho il dubbio che pagheranno il cambio di stile di gioco e la carenza di lunghi fisici.

      Miami già coi titoli in tasca nei prossimi anni?? Dipende da che faranno i vari Melo, Paul, Williams etc etc

    • Dai Fabio sostanzialmente sono la squadra campione del mondo con i più blake barnes ed anche un kobe senza fastidi al ginocchio. Restano sempre esagerando la favorita numero due al titolo. Penso che qualcosa bisognerebbe impararlo dai celtics dell’anno scorso

  79. Gallo
    Credo che in generale siano tre le motivazioni per le quali lebron domina in questa maniera la regular season
    1 è effettivamente fortissimo e su questo nessuno potrà mai contraddirmi :D
    2 è giovane quindi grosse necessità di gestione non ne ha
    3 quante squadre possono effettivamente limitarlo? I difensori in grado di reggerlo si contano davvero sulle dita di una mano, a me vengono in mente artest, Battier e Tony Allen ma poi pochi altri. Questo secondo me è sempre dovuto al fatto che fisicamente qualcuno con quella potenza con quella agilità e con quella velocità non si è mai visto. Ai playoff invece la musica cambia perché ovviamente il livello generale sale ma poi sopratutto non si giocano singole partite ma delle serie e queste ti permette di prepararti meglio e sopratutto di mettere si una strategia difensiva di squadra.
    . Il grosso limite di lebron secondo me è quello di portare troppo la palla. Molti lo paragonano a magic con la differenza che il numero 32 faceva il triplo in meno dei palleggi che fa james. Questo secondo me è un limite che ai playoff viene fuori. Poi secondo me non è ancora prontissimo come testa, nel senso che non vedo quella voglia di migliorarsi. Ad esempio grossi passi avanti nel gioco in post non ne ha fatti ed è inutile sottolineare che in quest’aspetto potrebbe essere devastante.
    Però ripeto potenzialmente è il migliore di sempre

  80. Alert

    Se i Nuggets vogliono spazio salariale, non hanno alcun motivo di scambiare Melo, tanto più per Yao, visto che Melo è in scadenza, quindi lo spazio si libera a prescindere…

    No, il loro “problema” è tirare fuori qualcosa da Carmelo, scelte, almeno un giovane futuribile, e poi un po’ di spazio salariale. Sono daccordo con Cuban sul prendere Melo anche se poi magari nn rifirma (e secondo me nn rifirma, vista l’età media dei Mavs), lui e Dirk sono secondo me giocatori che possono tranquillamente coesistere, il problema è cosa dare in cambio…

    chi c’è di futuribile ai Mavs? Beaubois, ma è tutto da verificare che possa diventare qualcuno…poi? Direi basta…quindi se vogliono Melo l’unica soluzione è uno scambio a 3 squadre. Faccio un esempio: se Phila fosse interessata ad alleggerire il monte salari, da via Igoudala (ai Nuggets), si prende Butler (in scadenza) e Melo va ai Mavs…certo, poi bisogna vedere se i Nuggets sono interessati ad AI ed al suo salario, ma, insomma, il senso è quello…

    La mia personale idea poi è che i Nuggets in realtà nn sarebbero neanche malaccio, come prospettiva, anche se questa estate gli scade mezza squadra…via Blillups, Lawson da point guard titolare, JR in guardia (se restasse), e con la licenza di spararsi almeno 20 tiri a partita, Nenè sotto, spazio salariale dalle scadenze di Melo e KMart, qualche scelta scambiando Chauncey e Melo, e magari anche un giovane (Igoudala sarebbe ottimo, solo che costa una quaresima).
    Io fossi in Melo mezzo pensiero a rimanere ce lo farei…anche se mi rendo conto che ci sono molte squadre più futuribili, e che NY o Chicago hanno un altro appeal…

    La cosa certa è che da qua alla deadline se ne sentiranno di tutti i colori

  81. IYW

    Speriamo che prima della deadLine accolgano la vox populi “Free Steve Nash”

  82. @ big shot rob

    ne ero convinto anche io, pensavo che i lakers si stessero gestendo (forse magari un po’ troppo) ma che giocassero solo in parte….ma con Miami, Boston e San Antonio hanno giocato per vincere e sono sempre usciti con le ossa rotte.
    Con Miami e Boston non sono mai stati in partita e gli Spus hanno si vinto con un tap-in ma hanno controllato la gara in trasferta meritando appino la vittoria.

    Per me il paragone con i celtics dello scorso anno non sta in piedi. vedo questi lakers spenti e oggettivamente indietro rispetto alle altre “Big”.

    Poi penso che se Dallas non avesse perso Nowitzki e ritmo per 10/12 partite, oggi sarebbero saldamente al secondo posto……

  83. nel 93 tutti dicevano che sarebbe stato l’anno dei knicks,in RS i knicks vinsero 4 gare su 4 contro i bulls,prendendoli a pallonate pure con un + 40.
    morale della favola?
    finchè non vedo io lakers fuori dai PO rimangono insieme ai celtics la squadra più forte e per me rimarranno i favoriti ad ovest.
    phil jackson le sa preparare a dovere le sue squadre per i PO

  84. fabio

    è 2 anni che sei pessimista e 2 anni che vincono i lakers,poi non credo che miami dominerà la lega nei prox anni

    • per farne??? la riserva di kobe a 10 minuti a gara???
      il PLAY????
      tutto furchè quello che serve ai lakers…

      effettivamente il giocatore che potrebbe servire ai lakers o è un play con doti da tiratore(hinrich) o un ala piccola se è vero che vogliono scambiare artest

  85. Fabio gli stessi celtics l’anno scorso in regular season un paio di settimane prima dei playoff furono presi a pallonate dai cavs e poi sappiamo tutti come è andata a finire. Secondo me sei preso dal classico pessimismo del tifoso acutizzato da “the decision” :D

  86. mayo a me affascina assai,lo vorrei vedere ai bulls,però penso che ai lakers jackson lo possa impiegare da play un pò come harper,tra l’altro sa difendere pure

  87. SO che arrivo tardi
    ma ho visto adesso le immagini di Miami Orlando…
    Beh, si parlava del confronto con Jordan…
    Non era una partita di Play Off, ma una caxxata del genere che ha fatto James nel finale non l’avrebbe mai fatta!!
    Farsi rubare la partita così nei secondi finali non è da Jordan…

  88. Oh, ma perchè tutti mi chiamano ancora IYW? Dannazione, ho pure un nuovo nick che spacca il culo! Dai cazzo!!!

  89. Tifoso Knicks

    Ai Bulls un play alla Harper poteva anche servire, ma solo perchè avevo MJ e Pippen, ovvero due playmaker veri e propri. Ai Lakers questa situazione nn la vedo: nn che Kobe, Odom o Gasol nn passino bene, dico solo che a loro serve di più un tiratore sugli scarichi, anche perchè a differenza di Chicago hanno anche molti punti dai lunghi, serve gente che apra il campo…

  90. Big Shot Rob

    Guarda che ultimamente me li faccio in privato, e li toppo alla grande…comunque proviamo per stanotte

    Indiana
    Miami
    Minnesota
    Phila
    Orlando
    Atlanta
    Detroit
    Boston
    Memphis
    Thunders
    Spurs
    Denver

  91. ma perchè questo palla in mano da la sensazione di far male per davvero,esplosività o non esplosività…

  92. human highlight film o in your weis :-)

    il mio era solo un accostamento,in quanto jasckson preferisce delle guardie adattate al ruolo di play.
    hai ragione quando dici che servono tiratori,purtroppo blake non sta dando l’apporto sperato.
    mayo cmq è un discreto tiratore da fuori,anche se penso che mayo ailakers sia fantabasket

  93. mamba

    ho letto anch’io.
    fonti espn danno un eventuale scambio brown-mayo…

    fosse realmente così,questo sarebbe un altro regalo dei grizzlies, ma ancor più grande della trade gasol…

    non scherziamo,oj mayo è un grandissimo talento,che magari ha fatto pochi progressi da quando è entrato in nba,ma vogliamo veramente dare un giocatore simile ad una squadra già talentuosa come i lakers per così poco?

    io mayo lo vedo il classico giocatore che in una big potrebbe tentare di ripetere l’impatto di un terry o un ginobili…

  94. Cazzata o meno lo vedrei bene perchè a noi manca un tiratore affidabile che possa punire sugli scarichi, Shannon Brown onestamente è stata un’illusione durata i primi due mesi, nelle partite più importanti è affondato pure lui, Mayo per noi potrebbe essere quello che è stato Robinson per i Celtics l’anno scorso e in certi frangenti potrebbe giocare da play o da 2 con Kobe in ala piccola, ho letto che la trade sarebbe impostata su Shannon Brown, Ebanks, scelte + la trade exception dell’affare Vujacic, non so, anch’io ho forti dubbi perchè questo ha talento da vendere ed è giovanissimo, vediamo un pò.

  95. the human highlight film

    Vero. Non ricordavo la situazione salariale di Melo quindi il tuo ragionamento non fa una grinza. Certo che se i Mavs potessero mettere in piedi una trade a tre sarebbe saggio per Melo accettare. 5 mesi per provare a vincere un anello. Poi se ne va dove gli pare.

  96. se ci fosse una trade del genere già mi immagino michele andare avanti fino al 2020 ad accusare jerry buss di essere un mafioso eheheh

  97. mamba

    con tutto il rispetto per nate robinson,siamo su un livello diverso…

    ripeto,questo con la mentalità giusta,in una big può fare il terry dei mavs o addirittura il ginobili dei vecchi spurs…

    sarebbe un colpo sensazionale che i grizzlies non possono permettere di far fare ad una squadra già super talentuosa come i lakers…

  98. OJ Mayo è un prospetto della madonna; darlo per Brown “è blasfemia, è follia”…

  99. se mettessero 3 anni di college obbligatori avremmo meno prospetti e più certezze….

  100. Gallo

    I 4 neanche lo vedono, deve mettere un gioco in post accettabile per punire in 3 più piccoli di lui (ovvero la maggior parte delle ali piccole della lega).

    Palleggia bene, tira da Dio, penetra alla grande soprattutto a sinistra (strano per un destro), è abbastanza esplosivo, è presentabile in difesa, la passa discretamente, gioca da veterano.
    Cosa si vuole più dalla vita, magari non eccelle in nulla, però fa bene tutto, diventerà il nostro miglior giocatore e una stella di questa lega, ha la testa per farlo.

    Per quanto riguarda Mayo, a L.A non si rifiuta nulla!!!

    Alzerà il livello di talento della squadra, però non lo vedo bene perchè è uno che ha un’alta concezione di se stesso, crede di essere un fenomeno pertanto non credo sia ben accolto dal padrone di casa.
    Mayo deve ritrovarsi come giocatore, crescere in un contesto minore, magari anche ai Raptors dove potrebbe essere il punto di riferimento tra gli esterni, il ragazzo ha un talento infinito, deve metterlo in pratica.

  101. Per il gallo vorrei di più.. un coach che non lo consideri solo un giocatore da tre ma lo faccia giocare costantemente come nel video postato dal ns. gallo.

    che Mayo vada a LA deve essere illegale.. ci sarà una clausola che lo impedisce.
    i Lakers hanno un roster completo e profondo tanto che potrebbero competere per l’ anello così come sono pure in una lega da 25 squadre.

  102. Sarà interessante vedere come se la caveranno i Lakers senza il fattore campo per eventuali 2 turni, un qualcosa di diverso dove dovranno dimostrare di essere i più forti senza se e senza ma. Rimango convinto che a maggio Kobe&co. riusciranno ad alzare di molto il loro livello per competere alla pari per il titolo. Fatto sta che è una deludente RS. Magic ancora molto indietro rispetto alle contender, c’è bisogno che Arenas inizi a tornare uomo da 15-20 punti a partita. Non hanno un vero e grande difensore. Per Miami sempre solita storia vincono con il talento di quei 3 (ieri di LBJ) ma gioco di squadra in attacco continua a non vedersi.

Commenta