Pocket

1-LSU (8-0)

Dopo aver dominato e messo in risalto un attacco firepower, LSU ha dimostrato di saper vincere anche soffrendo superando numerose avversità, e soprattutto contro un top-ten team (la seconda stagionale in casa). Nel 23-20 di misura su Auburn è successo infatti di tutto per rovinare il sabato ai Tigers, come le 120 yd di penalità e uno stop nella goal line! Prima dello showdown imperdibile contro Alabama, ci sarà un salutare open date per recuperare le tossine di una dura battaglia. Di sicuro Ed Oregon sta facendo un eccellente lavoro; basti pensare che dalla sconfitta a Troy di settembre 2017, LSU è 24-5 con 8 W su antagoniste classificate tra le prime 10! Prossimo Open Date.

2-OHIO STATE (8-0)

La palma di team più completo del college football appartiene in questo momento senza dubbio ai Buckeyes, che nella vittoria su Wisconsin 38-7 hanno bypassato la superstar Justin Fields affidandosi all’estro del running back JK Dobbins e di Chase Young, defensive end. Il primo ha corso per 163 yard e il secondo ha realizzato una Heismanesque performance con ben 4 sack! La schedule, dopo una week di riposo, prevede Maryland in casa e il viaggio in trasferta contro Rutgers, prima di chiudere la regular season con Penn State e Michigan. Prossimo Open Date.

3-ALABAMA (8-0)

Da oggi fino alle prossime due settimane (in arrivo un bye) Alabama sarà impegnata solo a valutare la situazione della caviglia di Tua Tagovailoa, sottoposta ad intervento giorni or sono. I Crimson Tide si augurano il ritorno per lo showdown del 9 novembre con LSU, anche se il suo backup Mac Jones si sta disimpegnando a dovere (235 yards e tre td sabato nel 48-7 su Arkansas). Da verificare pure le condizioni di DeVonta Smith, importantissimo ricevitore, uscito anzitempo per un problema alla spalla. Alabama ha siglato 35 punti in ogni apparizione stagionale. Prossimo Open Date.

4-CLEMSON (8-0)

Dallo spavento di fine settembre con North Carolina Clemson si è rimessa a regime. I Tigers hanno aumentato la loro streak a 23 vittorie consecutive, grazie al 59-7 su Boston College. Sono 118 i punti combinati negli ultimi 3 match disputati, con Trevor Lawrence (9 td) e la difesa (UNC unica a segnare più di 14 pts) sugli scudi. Prossimo avversario Wofford.

5-PENN STATE (8-0)

I Nittany Lions hanno completato lo sweep nello stato di Michigan, battendo gli Spartans 28-7 dopo aver sconfitto i Wolverines la settimana precedente. Penn State è ora 37-7 dalla prima week di Ottobre 2016, ha lasciato gli avversari sotto i 13 punti in sette occasioni su otto e Sean Clifford (18 passaggi completati sabato e 4 td) sta mettendo su una delle migliori performance stagionali per un qb nel college football. Prossimo Open Date.

6-FLORIDA (7-1)

L’open Date per Florida ha portato buone nuove dall’infermeria, visto che i top defenders Zuniga e Greenard dovrebbero tornare a disposizione di coach Mullen sabato prossimo contro Georgia; un po’ di dubbi per quel che concerne il rientro in gruppo del ricevitore Kadarius Toney. I primi due, elementi dominanti, per problemi alla caviglia hanno saltato l’intero match con South Carolina e gran parte di quello con LSU, mentre il wr è out dalla week 2 per infortunio alla spalla e il suo reintegro dovrebbe apportare una nuova dimensione a tutto l’offensive plane dei Gators. Occhio dunque a Florida che ritrova i propri big nel momento decisivo. Prossimo avversario Georgia.

7-GEORGIA (6-1)

Anche i Dawgs sono reduci dal bye prima del prossimo e accennato showdown con Florida. Georgia viene dal 21-0 su Kentucky e dalla L in doppio overtime con South Carolina; le speranze playoff sono integre ancora ma la consistenza e velocità in attacco, carenti di recente, devono per forza diventare un mantra da adesso in poi. Prossimo avversario Florida.

8-OREGON (7-1)

Prosegue la marcia di Oregon, che dopo la sconfitta ad Auburn nel season opening non si è più fermata. Justin Herbert ha guidato sabato un winning drive nei minuti finali contro Washington State, portando così Camden Lewis al field goal vittorioso dalle 26 yard. Col 37-35 thriller sui Cougars il record è ora 7-1 e la corsa in Pac-12 prosegue, così come le speranze di agguantare i CFP, lontani dalla stagione 2016. Il prossimo step a Los Angeles sarà determinante. Prossimo avversario USC.

9-OKLAHOMA (7-1)

Proprio quando si avanzavano discorsi sull’imbattibilità dei Sooners ecco arrivare il fallimento di Kansas State, dove la proverbiale difesa è caduta di colpo, concedendo 426 yards totali ai Wildcats, che grazie al conclusivo 48-41 di Manhattan, hanno battuto Oklahoma per la prima volta dal 1996. Prossimo Open Date.

10-BAYLOR (7-0)

Che fosse Baylor a questo punto la squadra imbattuta e non Oklahoma in Big12 erano in pochi a pronosticarlo. La pausa settimanale è servita a preparare il futuro step con West Virginia giovedì, venendo dall’impressionante W di due settimane fa su Oklahoma State 45-27. I Bears hanno realizzato 109 pts nelle ultime tre gare e sono al 14mo posto totale nel ranking offensivo con 484.1 yards per game. Prossimo avversario West Virginia.

11-MINNESOTA (8-0)

Forse sono i Golden Gophers la “matricola” della feroce Big Ten questa stagione! Il 52-10 col quale hanno demolito Maryland vale il primato immacolato e un meritato riposo settimanale prima di affrontare Penn State in casa per poi viaggiare ad Iowa. Questa partita in particolare riveste importanza maggiore alla luce delle sconfitte di Wisconsin, per la race della Big Ten West. La certezza ad oggi è comunque rappresentata dall’eccelso lavoro al terzo anno qui a Minnesota di PJ Fleck. Prossimo Open Date.

12-UTAH (7-1)

Gli Utes sono pienamente nella race in Pac-12, giocando il loro miglior football agli ordini di Kyle Whittingham! Hanno vinto la quarta partita consecutiva grazie al 35-0 casalingo su CAL. Dalla sconfitta di week 4 con USC, hanno totalizzato 146 punti contro i 23 di tutti i loro avversari. Potrebbero però perdere l’head-to-head tiebreaker nella South Division race con i Trojans per quella L poc’anzi accennata. Per questo diventa essenziale la trasferta ventura a Washington. Prossimo avversario Washington.

13-SMU (8-0)

Ottavo sigillo e vittoria on the road 34-31 su Houston per SMU, non la più convincente come riferito giovedì notte da coach Sonny Dykes. Si è interrotta la striscia di 41+ punti nelle sei partite precedenti, ma ciò che importa è il primato ACC, che porta ad altri record stagionali, tipo essere 8-0 per la prima volta dal 1982 e restare pienamente in race per i 5 spot del New Year’s Six Bowl game. Prossimo avversario Memphis.

14-AUBURN (6-2)

I rimpianti di fine stagione potranno arrivare pensando alle occasioni perse avendo a disposizione una difesa di calibro superiore alla media, capace di sconfiggere ogni piano offensivo avversario. Nella dipartita a LSU 23-20 l’inconsistenza dell’attacco di Auburn ha però lasciato il team con le polveri bagnate, sfiorando solamente il grande colpo contro un top-10 team! La schedule lascia ancore alte le speranze e concederà a novembre i due incontri cardine in casa (Georgia e Alabama), dove siamo certi la retroguardia Tigers sarà una volta di più sugli scudi. Prossimo avversario Ole Miss.

15-MICHIGAN (6-2)

La vittoria di cui Michigan aveva bisogno è arrivata sabato sotto la pioggia contro un avversario diretto e dotato come Notre Dame. Il punteggio netto (45-14) porta ai ragazzi di Harbaugh il momentum necessario per entrare nel caldo/freddo novembre, e fa dimenticare la sconfitta close di Penn State. I Wolverines hanno iniziato con grinta e piglio giusto, partendo a razzo e performando 167 yd su corsa nel primo tempo, di cui 136 successive a tackle. Ora, calendario alla mano, possono presentarsi al cospetto di Ohio State a fine prossimo mese, con 4 W consecutive. Prossimo avversario Maryland.

16-WISCONSIN (6-2)

Demoliti da Ohio State (38-7) solamente una settimana dopo l’inspiegabile debacle contro Illinois: è questo il calo drastico a cui sono andati incontro i Badgers. Basti pensare che nelle prime sei gare non avevano subito più di 15 punti, a differenza dei 62 nelle ultime due. I problemi maggiori stanno emergendo nel passing game, con Jack Coan limitato a 108 yard aeree nella trasferta coi Buckeyes. Prossimo Open Date.

17-NOTRE DAME (5-2)

Difficile prevedere quali conseguenze psicologiche lascerà il 45-14 di Michigan nella testa degli Irish, specialmente perché successivo ad un bye e ad una sconfitta contro Penn State per i rivali. E’ stata questa la seconda L su tre nei confronti di rivali classificate. Prossimo avversario Virginia Tech.

18-CINCINNATI (6-1)

I Bearcats sono l’unico team imbattuto nei giochi di conference AAC East e lo scopo attuale è quello di arrivare carichi e con record ancora attivo nello showdown di fine novembre con Memphis. Prima di allora se la vedranno con East Carolina, Uconn, South Florida e Temple. Dall’inizio della stagione 2018 i ragazzi di Lucke Fickell sono 17-3. Prossimo avversario East Carolina.

19-BOISE STATE (6-1)

Extra time con l’Open Date per i Broncos utile a capire e riflettere sulle cause che hanno portato alla sconfitta 28-25 a BYU. La corsa per il 5 spot Group nel New Year’s Six Bowl è ancora praticabile, a condizione di vincere partite dure in trasferta, sperando in incidenti di percorso per SMU, Cincinnati, Appalachian e Memphis, squadre che Boise State fronteggerà sempre fuori casa. Prossimo avversario San Jose State.

20-APPALACHIAN STATE (7-0)

I Mountaineers hanno realizzato 349 rushing yards nella vittoria 30-3 con South Alabama, utili per rimanere imbattuti al primo anno con coach Drinkwitz. La grande stagione di Appalachian State è giustificata dalle ottime performance nella linea di scrimmage; nelle ultime tre gare ad esempio hanno subito solo 17 punti. In arrivo però una schedule impegnativa, che vedrà tre delle ultime 5 sfide on the road, compresa la trasferta a South Carolina. Prossimo avversario Georgia Southern.

Post By Lucio Di Loreto (153 Posts)

"Malato" di sport a stelle e strisce dagli anni 80! Folgorato dai Bills di Thurman Thomas e Jim Kelly, dal Run TMC e Kevin Johnson, dai lanci di Fernando Valenzuela e dal "fulmine finlandese". Sfegatato Yankees, Packers, Ravens, Spurs e della tradizione canadese dell'hockey.

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.