Primo appuntamento annuale con il BCS ranking, che dalla settima settimana in avanti sarà il termine di paragone con il quale tutte le squadre della Division I dovranno confrontarsi per accedere alla postseason più o meno prestigiosa, molti addetti ai lavori non vedono l’ora di vedere all’opera i playoff, ritenendo non a torto, che il sistema dei computer per stabilire il ranking sia ormai superato e abbia fatto il suo tempo, come dimostrano le assenze dalla TOP 25 di Ohio State e Michigan.

Rispetto al ranking della AP i relativi punteggi per ogni squadra sono elencati tra parentesi.

#1 Alabama (0.976): Che Saban sia agitato è fuori discussione, allenare la squadra più forte della lega, il timore di cadere in una trappola che gli avversari tentano di metterti tra i piedi ogni sabato, è assai forte, ma i ‘Tide hanno letteralmente dominato ogni avversario, ne fa le spese Missouri asfaltata da una difesa condotta da CJ Mosley con la consueta leadership.

#2 Florida (0.909): E chi si aspettava i Gators così in alto? Ben pochi immagino, eppure la squadra di Muschamp ha una difesa solida, un attacco al fulmicotone che lascia gli avversari senza fiato, ma Driskell lancia solo 77 yards contro Vanderbilt, ma realizza due mete su corsa spaccando in due la partita, troppe penalità rischiano di vanificare tutto, fortuna che i Commodores sono ben poca cosa.

#3 Oregon (0.899): bye

#4 Kansas State (0.896): fate un monumento a Snyder per l’ennesimo capolavoro svolto in quel di Manhattan, Stato del Kansas, ma facciamolo anche a Colin Klein che nonostante tante difficoltà porta i Wildcats alla vittoria sul difficile campo di Iowa State, adesso tocca a West Virginia che dopo la pesante sconfitta contro Texas Tech, sarà affamata come un lupo.

Te'o uno dei migliori MLB della lega#5 Notre Dame (0.867): sotto il diluvio di South Bend, gli Irish tengono a freno le ambizioni di Stanford grazie ad una difesa al limite della perfezione, dopo l’infortunio di Golson e con Reese in campo, la squadra di Kelly cambia pelle in attacco portando a casa la vittoria seppur di misura.

#6 LSU (0.752): si può parlare di caduta per la squadra di Miles? Si e no. Offensivamente i Tigers hanno molto su cui lavorare, Mettenberger è tutto fuorchè una sicurezza come palesato contro una difesa arcigna come quella di South Carolina, ma la vittoria ottenuta è di importanza capitale per il prosieguo della stagione.

#7 South Carolina (0.693): Spurrier è su tutte le furie perchè i suoi ragazzi hanno gettato al vento una probabile vittoria contro gli acerrimi rivali di LSU, Lattimore, uscito malconcio dalla partita nel finale, è stato limitato da una difesa modello NFL dei Tigers, i ‘Cocks hanno ben poco da rammaricarsi.

#8 Oregon State (0.691): definire i Beavers la sorpresa dell’anno mi pare riduttivo, a parte Phil Steele, nessun fantomatico esperto o presunto tale, dava i “castori” con zero vittorie al giro di boa, eppure la schiacciante vittoria contro BYU dovrebbe aver schiarito le idee a tanta gante.

Damien Williams, inprendibile contro Texas#9 Oklahoma (0.666): gran balzo in avanti per i Sooners dopo il dominio del Red River Rivalry contro Texas, Stills e sopratutto il Juco Damien Williams, annichiliscono i Longhorns in una delle peggiori scofnitte della loro storia, a Norman attendono tutti con ansia la sfida contro Notre Dame che si preannuncia infuuocata.

#10 USC (0.596): grosse difficolta per la squadra di Kiffin che dopo un’inizio scoppiettante, ha smarrito la retta via per la finale per il titolo, il traguardo è in vista, ma con un Barkley a metà servizio la meta sembra allontanarsi, l’acquisto di Redd raddrizza la partita contro Washington vinta di misura e con troppa sofferenza.

Ecco la consueta panoramica sule resto del ranking dalla 11 posizione fino alla 25.

#11 Georgia (0.498): bye

#12 Mississippi State (0.494): ditemi chi avrebbe scommesso un solo centesimo sulla squadra di Mullen, per la sesta volta nella sua storia è 6-0, la vittoria contro Tennessee ha mostrato la vera faccia di questi Bulldogs

#13 West Virginia (0.479): distrutti in quel di Lubbock, Texas, i sogni dei Mountaineers per una post season di prestigio, troppo brutti in attacco, inguardabili in difesa.

#14 Florida State (0.427): Boston College è la brutta copia di quella vista anni fa, E.J Manuel lancia oltre 400 yards con 4 mete, che i Seminoles abbiano intrapreso la strada giusta?

#15 Rutgers (0.408): grazie ad una delle migliori difese della nazione, gli Scarlet Knights sopperiscono alle lacune di un attacco a tratti inconcludente.

#16 Louisville (0.406):

#17 Texas Tech (0.427): con un Seth Dodge in stato di grazia, niente hanno potuto i ragazzi di West Virginia in quel di Lubbock, annientati da drive offensivi rapidissimi, e da una difesa che non ha concesso nulla.

#18 Texas A&M (0.337):

#19 Clemson (0.334): bye

#20 Stanford 0.265): bye

#21 Cincinnati (0.248):

#22 Boise State (0.197):

#23 TCU (0.137):

#24 Boise State (0.113)

#25 Texas (0.064):

Post By darioambro (62 Posts)

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta