Pocket

AJ McCarron questa settimana vuole tirare uno scherzo a LSU...

Rieccoci cari amici e appassionati del College Football, come ogni settimana esaminiamo il ranking della Associated Press, con i risultati della scorsa giornata non mancano le sorprese sia nella parte alta che in quella bassa del ranking stesso.

#1 LSU: dopo la schiacciante vittoria contro Auburn, i Tigers sono attesi alla partita dell’anno, ossia quella contro gli acerrimi rivali di Alabama, chi ne uscirà vincitore potrà ambire alla finale per il titolo.

#2 Alabama: i Tides hanno una caratteristica quasi unica per una squadra di questo rango: molte difficoltà nel primo tempo di quasi ogni partita, inarrestabili nel secondo tempo, non hanno concesso più di un TD a partita nell’ultimo mese.

#3  Oklahoma State: attacco devastante ma difesa da rivedere specie contro le corse, questo è l’unico neo di una squadra dalla stagione quasi perfetta, nelle ultime 5 partite non affrontano squadra del ranking, tutti attendono i Sooners a Stillwater e tramano tremenda vendetta.

#4 Stanford: a detta di parecchi esperti i Cardinal sono la squadra con maggior margine di crescita della lega; gioco di corse eccellente, quello aereo quasi perfetto (e con Luck non potrebbe essere diversamente) ma la difesa ha concesso troppo sulle corse;  prima volta 7-0 negli ultimi 60 anni, che sia l’anno buono?

#5 Boise State: Air Force per poco non faceva il colpaccio, alla prima partita semiseria dell’anno i Broncos sono arrivati col fiato corto; a mio avviso ci sono almeno 10 squadre decisamente più forti, ranking troppo generoso con Boise.

#6 Clemson: compagine altalenante quella dei Tigers: attacco devastante con 5 TD con 5 ricevitori diversi, difesa da rivedere con troppi big plays concessi, idem gli ST che hanno però margine di miglioramento.

#7 Oregon: i Ducks hanno perso solo contro LSU, mica noccioline, da allora ogni avversario è stato annientato da un sistema offensivo che rasenta la perfezione. Potevano gli infortuni metterli in crisi? Neanche per idea…

#8 Arkansas: gran carattere quello dei Razorback; sotto 17-0 contro Ole Miss, recuperano alla grande con un attacco micidiale. Il reparto difensivo ha ancora tanta strada da fare, da  essa dipenderanno le sorti dell’intera stagione.

#9 Michigan State: la miracolosa vittoria contro Wisconsin proietta gli Spartans nella Top 10 con pieno merito, ma con una difesa così opportunistica non poteva essere altrimenti; la fortuna è cieca ma la sfiga ci vede molto bene.

#10 Kansas State: con la miglior partenza dal ’99, i ‘Cats sono lanciatissimi per il finale di stagione, ma se l’attacco gira a mille sotto la regia di Klein,  ma la difesa deve ancora migliorare per far sì che KS possa puntare in alto.

Consueta panoramica con le posizioni dalla 11 alla 25.

#11 Oklahoma: se concedi oltre 600 yards di total offense ad una squadra come Texas Tech non puoi lottare per il titolo, con l’inaspettata sconfitta casalinga i Sooners danno addio alla tanto agognata finale BCS, ora tocca ai caldissimi ‘Cats di Kansas State.

#12 Wisconsin: è quanto mai vero che una sola sconfitta metta a repentaglio un ‘intera stagione come quella dei Badgers, che comunque rimangono una squadra che su entrambi i lati della palla possono rivoltare una partita con pochi snap.

#13 Nebraska:  team molto altalenante specie in difesa, per Martinez è imperativo rimanere lontano dagli infortuni; gioco di corse sempre efficace e difesa efficiente rimangono i punti di forza degli ‘Huskers.

# 14 South Carolina: l’infortunio di Lattimore è devastante per una squadra che puntava davvero in alto, con Garcia ormai ex della franchigia , Spurierr è costretto a puntare tutto su Shaw che è tutto fuorchè una garanzia.

#15 Virginia Tech: tre vittorie contro avversari della ACC sono un bel biglietto da visita per chiunque si avvicini agli  Hookies con intenzioni bellicose.

#16 Texas A&M: finchè gli Aggies non riusciranno a portare a a casa le partite già vinte, almeno fino al terzo quarto, per loro il futuro è incerto, ma sono poche le squadre che possono vantare l’arsenale offensivo come la squadra di Sherman.

#17 Michigan: Robinson inizia a battere in testa? nelle ultime 4 partite 6 Pass TD ma anche 6 intercetti, work in progress, stay tuned.

#18 Houston: squadra imbattuta  grazie ad un attacco micidiale e a una difesa che pian piano sta migliorando le proprie statistiche.

#19 Texas Tech: come una sconfitta può decretare la fine dei ogni di gloria per alcuni, una vittoria può altrettanto crearne di nuovi.

#20 USC: non nego che non sopporto Kiffin, ma attualmente Barkley to Woods è il nuoto trend californiano; ora la vita si fa dura: Stanford-Washington-Oregon, come diceva il mitico Gordon Gekko “figliolo, goditela finchè dura perchè non dura”

#21 Penn State: come non sopporto Kiffin, adoro Paterno che è come il grande nonno della lega, sui Lions in pochi scommettevano all’inizio della stagione, l’ennesima dimostrazione che spesso i cosiddetti ci capiscono il giusto.

#22  Georgia: come per altre squadre sparse un pò per la lega, work in progress in Athens

#23 Arizona State: 

#24 Cincinnati: detto chiaramente non capisco che ci faccia Cincinnati nella TOP 25, altre squadre meriterebbero decisamente di più (Auburn-Baylor)

#25 West Virginia

 


Post By darioambro (62 Posts)

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.