Riusciranno Louisville e Duke ad arrivare alla finale del Regional?

Riusciranno Louisville e Duke ad arrivare alla finale del Regional?

Il tabellone è stato compilato e finalmente è pronto a partire il torneo Ncaa del 2013.

L’avvertenza nel fare i pronostici è una: quest’anno ha regnato per tutta la stagione un grande equilibrio e per questo i bracket degli esperti sono uno diverso dall’altro e dal secondo turno in poi può davvero accadere di tutto e non è una frase fatta.

Detto questo, il meccanismo dei pronostici è sempre divertente e noi ci tuffiamo a capofitto ad analizzare i regional.

MIDWEST

​La finale attesa è quella tra Louisville (1) e Duke (2) ed è sicuramente la più probabile. Ma questo regional è il più equilibrato di tutti e per tutti gli addetti ai lavori sarà un massacro.

Nella parte alta ci sono squadre piene di talento che in stagione hanno tutte messo in mostra momenti di grande basket. Al primo turno ad esempio si affronteranno la vincitrice della Pac-12 Oregon (12) e Oklahoma State (5), e pensare che una delle due dovrà dire addio al torneo già dopo una partita è pazzesco.

Non solo, ma quella delle due che dovesse vincere probabilmente affronterebbe al secondo turno Saint Louis (4), squadra che per molti sarà una delle sorprese del torneo, e che comunque non regala nemmeno un punto e puoi battere solo giocando al 110%.

​Nella parte bassa anche Creighton (7) del fenomeno Doug McDermott potrebbe uscire al primo turno già contro Cincinnati (10), ma sostanzialmente prevediamo che in questa parte del tabellone Michigan State (3) batta Memphis (6) e se la veda poi con Duke (2).

La differenza potrebbero farla le condizioni di Seth Curry, visto che quando la guardia dei Blue Devils gioca partite a distanza di meno di 4 giorni l’una dall’altra abbassa del 30% il suo rendimento, sia come produzione totale sia (soprattutto) come percentuali di tiro.

Per la Final Four dire Saint Louis vuol dire puntare su una sorpresa ma non così impossibile, puntare su Duke o Michigan State va sempre bene, noi diciamo Louisville per la forza complessiva che ha saputo dimostrare in stagione. Ma vincere la Midwest sarà già di per sé una mezza impresa per chiunque dovesse riuscirci.

SOUTH

Qui i pronostici sembrano più semplici, e visto com’è andata la stagione per questo probabilmente saranno tutti sbagliati. North Carolina (8) avrà già un primo turno complesso contro Villanova (9).

Se UNC non prende la serata buona da 3 punti scommettiamo sui Wildcats. La vincente in ogni caso al secondo turno se la vedrà con Kansas (1) e nessuna delle due sembra avere chanches di battere i Jayhawks.

Al secondo turno il probabile match tra VCU (5) e Michigan (4) sarà molto bello da vedere: l’attacco sulla carta stellare (spesso solo sulla carta) di Michigan contro la difesa tutto campo aiuto-recupero di Virginia Commonwealth.

I Wolverines sembrano aver perso un po’ il bandolo della matassa, mentre VCU sembra più “quadrata” e per noi è favorita. Se Michigan passasse, potrebbe trovare il coraggio necessario per sfidare Kansas. Ha il talento per farlo, ma non la testa. Però se volete un personaggio di cui innamorarvi, il play dei Wolverines Trey Burke è quello che fa per voi.

​Nella parte bassa, primo turno insidiosissimo per UCLA (6), che ricordiamo giocherà sempre senza Jordan Adams che si è rotto un piede. Possibile l’upset e la vittoria di Minnesota (11) che al secondo turno affronterebbe Florida (3).

La squadra di Billy Donovan deve ritrovare coesione difensiva, se ce la fa (probabile) è la candidata più accreditata per sfidare Georgetown (2). Gli Hoyas affronteranno la vincente del primo turno più equilibrato, quello tra Oklahoma (10) e San Diego State (7).

La difesa match-up di Georgetown potrebbe fare la differenza nel torneo ed essere un grattacapo per Florida. Le sorprese sono il bello del college basket, ma per la Final Four puntiamo su Kansas e (nell’ordine) su Georgetown e Florida. Difficile pensare che da questo regional esca un’altra squadra, ma occhio a VCU che per molti sarà una delle sorprese dell’anno.

WEST

Questo è il regional più “debole” nel quale, lo diciamo subito, la strada sembra spianata per Ohio State (2), la squadra al momento più in forma del college insieme a Louisville. Questo perché c’è un upset clamoroso, ma anche facile da prevedere: quello di Gonzaga (1).

I Bulldogs al secondo turno affronteranno probabilmente Pittsburgh (8), squadra che ha tutto per battere i campioni della WCC. Nel caso Gonzaga passasse se la vedrebbe con la vincente di uno dei più bei match di secondo turno, quello tra Kansas State (4) e Wisconsin (5), due tra le squadre meglio allenate del college. I Badgers, a volte insormontabili in difesa, in attacco sono molto legati alle loro percentuali da tre, il che li rende strutturalmente a rischio dal secondo turno in poi. Un po’ sorpresa però Pittsburgh-Wisconsin potrebbe essere una delle partite di Sweet 16.​

Nella parte bassa primo turno equilibratissimo tra Notre Dame (7) e Iowa State (10), ma nessuna delle due sembra avere le armi giuste per battere Ohio State.

I Buckeyes sono in un momento di forma strepitoso e per quanto la stagione di New Mexico (3) sia stata incredibile (e Tony Snell è un personaggio da seguire), ogni volta che si scommette contro Aaron Craft si perde. Quindi nel probabile turno di Sweet 16 tra le due formazioni (New Mexico-Ohio State) andiamo con la squadra di coach Thad Matta. Per la Final Four, detto di Ohio State, sarebbe bello ci arrivasse New Mexico, ma la mettiamo quarta dietro Pittsburgh e Wisconsin.

EAST

Indiana (1) e Syracuse (4) nella parte alta non dovrebbero avere problemi ad arrivare alle Sweet 16. Gli Hoosiers avranno al secondo turno il probabile scoglio Nc State (8), favorita su Temple (9) Khalif Wyatt permettendo, ma anche se Howell ritrovasse il massimo della forma è più che abbordabile per Indiana. Syracuse invece è in grande ripresa, e il mix tra la sua difesa e le triple di James Southerland sembra troppo per California (12), che dal canto suo potrebbe già vincere al primo turno contro UNLV (5).

Diciamo di più, se davvero si arrivasse a giocare Indiana-Syracuse alle Sweet 16 sarebbe probabilmente una gara più combattuta di quanto si pensi.​

Nella parte bassa Marquette (3) ha il primo turno peggiore contro Davidson (14). La squadra di Buzz Williams dovrà dimostrare di non avere la testa di serie n. 3 per caso, ma non avrà un compito facile nemmeno al secondo turno contro Butler (6), squadra che non è forte come negli anni passati, ma che non parte mai battuta. Nonostante tutto andiamo con Marquette, per le capacità nel preparare le partite mostrate da coach Williams in questa stagione.

Ancora più sotto primo turno equilibrato tra Colorado (10) e Illinois (7), ma scegliamo il college di Brandon Paul. Nessuna delle due però ha, almeno sulla carta, i numeri per impensierire Miami, che sembra aver ripreso fiducia e condizione. Troppo facile pronosticare Indiana-Miami alle sweet 16. Per le Final Four diciamo Indiana perché se Victor Oladipo marca Shane Larkin come ha fatto con Trey Burke si può spegnere di colpo la luce per gli Hurricanes.

Conclusioni finali. Improbabile un upset al primo turno per le prime 8 teste di serie, che sembrano tutte squadre troppo toste per scivolare (l’anno scorso ce ne furono due: Duke e Missouri), ma dal secondo turno in poi quest’anno sarà una lotta durissima e i pronostici sono complessissimi. ​

Nostre Final Four: Louisville, Kansas, Ohio State e Indiana
Nostra squadra sorpresa: VCU

Da www.ncaabasket.net (Twitter: @NcaaBasketNet)

Post By manuel follis (47 Posts)

Giornalista di www.basketballncaa.com

Website: →

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

One thought on “Inizia il torneo Ncaa: ecco i pronostici

Commenta