Pocket

Terzo quarto di gara 3: Cleveland è sopra di 20 punti in casa; James e Dellavedova trascinano i compagni al massimo vantaggio e fanno esplodere il pubblico di casa.

Partita finita? Non proprio.

Golden State reagisce e a 7 minuti e 24 secondi dalla fine della partita si ritrova a -4: 77 a 73.

Merito di Steph Curry e delle sue triple, sicuramente. Ma la vera chiave della rimonta dei Warriors è l’entrata ufficiale in questa serie di David Lee.

Destinato ad essere titolare in questa squadra all’inizio dell’anno, poi relegato in panchina da un infortunio e dall’esplosione di Draymond Green, il ragazzo di St Louis si mette in mostra nel quarto quarto per una serie di giocate che devono far riflettere i Warriors, dal punto di vista del gioco offensivo.

Durante tutto l’arco dell’anno si è parlato di come la vera chiave dell’attacco di Golden State sia la capacità di attaccare del lungo che si trova la palla in mano dopo un raddopio su Curry, in situazione di pick&roll.

Green, da questo punto di vista, è stato fino a questo momento disastroso nella serie.

Di seguito vengono mostrati due attacchi consecutivi dei Warriors nel secondo quarto di gara 3:

Screenshot 2015-06-11 01.26.43

Pick&Roll Curry-Green: Cleveland raddoppia il palleggiatore per evitare la tripla; passaggio di Curry per Green che è libero e sceglie la penetrazione.

Screenshot 2015-06-11 01.26.53

Le spaziature non sono tali da permettere un passaggio per Bogut e l’aiuto di Mozgov in difesa è perfetto e Cleveland recupera il rimbalzo sul tiro sbagliato di Green:

Screenshot 2015-06-11 01.27.06

Screenshot 2015-06-11 01.27.17

Azione successiva: altro pick&roll Curry/Green:

Screenshot 2015-06-11 01.27.43

Altro spazio per Green, altra penetrazione contro Mozgov:

Screenshot 2015-06-11 01.27.56

Aiuto perfetto di Mozgov che evita il passaggio e fa fermare il palleggio a Green:

Screenshot 2015-06-11 01.28.07

A questo punto il giocatore di Golden State è costretto a scaricare fuori la palla e rigiocare un altro pick&roll:

Screenshot 2015-06-11 01.28.18

Stessa situazione, terza volta consecutiva: a questo punto Green si ricorda bene gli aiuti del russo nelle due precedenti azioni e decide quindi di prendersi il (giusto) tiro da fuori dall’arco:

Screenshot 2015-06-11 01.28.39

Risultato 0/3 per Golden State nel gioco che l’ha portata a vincere 67 gare in Regular Season.

Adesso proponiamo lo stesso tipo di gioco ma con Lee nel ruolo di Green.

Quarto quarto, 9:58 da giocare: pick&roll Curry/Lee:

Foto 11-06-15 00 23 37

Questa volta Mozgov è coinvolto nel pick&roll e quindi l’aiuto sul lungo che taglia deve essere portato da un piccolo, in questo caso James Jones:

Foto 11-06-15 00 23 38

Lee legge la situazione, scarica per Iguodala che mette la tripla.

Foto 11-06-15 00 23 39

Un minuto dopo, altro pick&roll:

Foto 11-06-15 00 25 01

Lee riceve palla da Curry e vede l’area libera

Foto 11-06-15 00 25 02

Risultato: fallo di LeBron e lunetta per i Warriors.

Foto 11-06-15 00 25 18

Ultima situazione: ennesimo scarico di Curry per il lungo dopo il raddoppio sul pick&roll:

Foto 11-06-15 00 28 01

Lee è libero e in questo caso la differenza con Green è la decisione presa: nonostante in area non ci sia Mozgov, Lee esegue un palleggio, finta di concludere e attira il raddoppio della difesa.

Foto 11-06-15 00 28 02

A questo punto l’uomo libero è Barbosa, prontamente visto e assistito dal compagno.

Golden State a questo punto riesce a risalire fino al -1: 81 a 80.

Dopo un gioco da tre punti di Dellavedova, i Warriors tornano in attacco: l’azione serve per capire lo stato mentale di Green a questo punto:

Due pick&roll consecutivi di Curry, con Lee e Green:

Screenshot 2015-06-11 01.46.24

Screenshot 2015-06-11 01.46.30

Lee taglia in area e Curry viene raddoppiato: scarico per Green che deve prendersi la responsabilità del tiro da 3..

Screenshot 2015-06-11 01.46.37

Ma, con tutto lo spazio del mondo, decide invece di penetrare..

Screenshot 2015-06-11 01.46.43

E schiantarsi contro l’aiuto di Mozgov che era riuscito a riprendere la posizione.

Screenshot 2015-06-11 01.46.50

Queste situazioni sono molto esemplificative sull’andamento della serie e soprattutto dei problemi offensivi dei Warriors. La scelta dei Cavs è chiara: non facciamoci battere dai tiratori. A questo punto, per far tornare il fattore campo nella baia, serve che un Green, un Lee o un giocatore diverso da Curry o Thompson (un Dellavedova per intenderci), faccia il salto di qualità e permetta a Golden State di punire le scelte difensive di LeBron e compagni, come ha fatto parzialmente David Lee in gara 3.

Post By Francesco Grazioli (62 Posts)

Connect

One thought on “NBA FINALS: COME GOLDEN STATE PUO’ RIBALTARE LA SERIE

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.