Pocket

1)      San Antonio Spurs (47-16) (+3)

Fa strano vederli in testa quando appena una settimana fa erano quarti. Fatto sta che, oltre alle cadute altrui, gli Speroni sono reduci da ben sette vittorie consecutive che hanno permesso loro di balzare in testa a qualunque classifica e per di più con il miglior record della lega.

2)      Los Angeles Clippers (45-20) (+3)

Le otto vittorie di fila li stanno proiettando all’inseguimento della vetta della Western Conference, ma quel che importa agli uomini di Doc Rivers è trovare il ritmo giusto in vista dei playoff. Appuntamento che non possono permettersi di fallire nuovamente.

3)      Houston Rockets (44-20) (+3)

Dopo una settimana alquanto perfetta non sono riusciti a superare il tanto atteso test finale in quel di OKC. Nelle prossime due trasferte (Chicago e Miami) avranno la possibilità di riscattarsi, ma sarà dura.

4)      Miami Heat (44-17) (-3)

Settimana da dimenticare con due pessime sconfitte contro due delle migliori difese della lega, come dimostrano gli appena 87 e 88 punti messi a segno, rispettivamente, contro Spurs e Bulls.

5)      Oklahoma City Thunder (47-17) (-3)

I Thunder sono passati al secondo posto ad Ovest in seguito alla sorprendente sconfitta di domenica sul campo dei Lakers. Per fortuna che due giorni più tardi è giunto un importante successo sui Rockets che li ha rimessi leggermente in carreggiata.

6)      Indiana Pacers (47-17) (-3)

L’unica nota positiva di questi ultimi sette giorni sembra essere stata il ritorno in campo di Bynum, che si è subito reso protagonista nella vittoria sui Celtics.

7)      Golden State Warriors (41-24) (+1)

I Guerrieri stanno acquisendo fiducia nei loro mezzi in vista dei playoff e le cinque vittorie consecutive ne sono un chiaro segnale.

8)      Memphis Grizzlies (37-26) (+1)

Sono alla ricerca del miglior piazzamento possibile con cui accedere alla post-season e per il momento sembra andargli bene la settima posizione.

9)      Portland Trail Blazers (42-22) (-2)

Il loro viaggio in visita del Southwest è iniziato con tre sconfitte e peggio, sicuramente, non poteva andare.

10)  Chicago Bulls (35-29) (=)

Sembra che i Bulls abbiano esaurito tutte le energie durante l’emozionante vittoria contro gli Heat di domenica sera, almeno stando a quanto dicono le imbarazzanti statistiche messe insieme nella sconfitta della scorsa notte contro San Antonio.

11)  Dallas Mavericks (38-27) (=)

Nella corsa ai playoff dei Mavs si rivede anche un certo Devin Harris, decisivo nella vittoria dei suoi contro i Pacers. Peccato che sia tornato ad eclissarsi nella disfatta di due giorni dopo in quel di Oakland…

12)  Toronto Raptors (35-27) (=)

Tutti parlano della risalita dei Bulls nella Eastern Conference, ma, nel frattempo, i Raptors continuano a mantenere salda la loro terza posizione grazie alle sette vittorie nelle ultime dieci partite.

13)  Washington Wizards (33-30) (+1)

Il calendario è stato abbastanza magnanimo in queste settimane, ma le otto vittorie nelle ultime dieci dimostrano il loro ottimo periodo di forma, nonostante manchi ancora una pedina fondamentale come Nenè.

14)  Brooklyn Nets (32-30) (+1)

L’aggiunta di Marcus Thornton sembra essere stata davvero un’ottima mossa, come dimostrano i 20 o più punti segnati in tre occasioni nelle sue prime otto apparizioni con la maglia dei Nets, in cui ha tirato con il 65.4% dal campo e il 66.5% da tre, il tutto partendo dalla panchina. Il problema è che nelle altre cinque ha messo a referto a malapena 6.2 punti con il 27.6% dal campo e un eloquente 10% da tre…

15)  Phoenix Suns (36-27) (-2)

Nemmeno la mano calda di Gerald Green (41 punti contro OKC) è bastata ai Suns per mantenere l’ottavo posto ad Ovest. Per loro fortuna in settimana dovrebbe rientrare Eric Bledsoe.

16)  Charlotte Bobcats (30-34) (+1)

Avranno pure concesso 60 e passa punti sia a Carmelo che a LeBron, ma i Bobcats detengono comunque la settima miglior difesa della lega che ha fatto venire gli incubi a Paul George, autore della peggior performance della sua carriera (2 punti e 0/9 al tiro), nella sorprendente vittoria di 22 punti ottenuta da Charlotte contro Indiana.

17)  Minnesota Timberwolves (32-31) (-1)

Le recenti sconfitte casalinghe contro Knicks e Raptors rendono le speranze di playoff dei Lupi, appunto, solo speranze. Con un distacco di cinque lunghezze da Dallas, Love e compagni avranno bisogno di un cammino perfetto questa settimana, in vista della sfida del 19 proprio contro i Mavs.

18)  Denver Nuggets (27-36) (+1)

Dopo quasi un mese senza ottenere vittorie contro squadre diverse dai Bucks, Denver è riuscita a sconfiggere Dallas e Lakers nell’ultima settimana, prima delle cadute all’overtime contro i Pelicans e a Charlotte contro i Bobcats.

19)  New Orleans Pelicans (26-37) (+2)

La serie di tre vittorie consecutive è la prova che la loro stagione non è ancora finita. Specialmente quella di Anthony Davis che ha fatto registrare la bellezza di 32 punti, 17 rimbalzi e 6 stoppate nella vittoria di domenica contro i Nuggets.

20)  Atlanta Hawks (27-35) (-2)

La vittoria di lunedì contro i Jazz dà un po’ di respiro dopo una striscia negativa di sei partite. Nonostante tutto, gli Hawks rimangono all’ottavo posto ad Est, a tre lunghezze di vantaggio dai Pistons ed ora che è rientrato l’All-Star Paul Millsap proveranno a fare di tutto per mantenere tale la distanza.

21)  Detroit Pistons (25-39) (-1)

Il successo sui Kings è servito ad interrompere una striscia negativa di tre partite e a mantenersi davanti ai Knicks nella corsa all’ottavo posto. Chissà ancora per quanto…

22)  New York Knicks (25-40) (+6)

I Knicks fanno il balzo in avanti più grande di questa settimana, grazie soprattutto alle quattro vittorie di fila che, unite alle voci di un possibile approdo di Phil Jackson nel front-office, dipingono un quadro ottimistico dalle parti del MSG per la prima volta da tempo ormai immemore.

23)  Cleveland Cavaliers (24-40) (-1)

Una striscia di quattro sconfitte consecutive non basta ad allontanare i Cavs dalla zona playoff.

24)  Utah Jazz (22-42) (-1)

L’andamento della stagione dei Jazz non è mai stato in primo piano, perciò occorre soffermarsi sulle poche note positive. Una di queste è sicuramente Alec Burks che sta diventando una sicurezza in uscita dal pino, come dimostrano le sue quindici partite consecutive in doppia cifra per punti segnati.

25)  Los Angeles Lakers (22-42) (-1)

Gli infortuni hanno decimato i Lakers in questa stagione, ma D’Antoni è sempre riuscito a tirare fuori una serie di conigli bianchi dal suo cilindro, capaci di produrre vittorie alquanto improbabili e sorprendenti, come quella di domenica contro i Thunder in cui Jodie Meeks ne ha messi ben 42 (!).

26)  Sacramento Kings (22-42) (-1)

Non ci pensano proprio a mollare la lotta per l’ultima posizione ad Ovest e le tre sconfitte di questa settimana ne sono un evidente prova.

27)  Boston Celtics (22-42) (+1)

I miglioramenti di Rondo nel tiro da tre punti stanno raccogliendo estimatori, compreso Paul Pierce che, in settimana, è tornato a Boston per la seconda volta da avversario, meritandosi una (ennesima) doverosa standing ovation.

28)  Orlando Magic (19-46) (-1)

I Magic sono ancora alla ricerca di uno spot ben preciso per Tobias Harris che sta comunque rispondendo bene alle sperimentazioni di coach Vaughn, trasformandosi di volta in volta in un giocatore su cui poter fare affidamento anche in ottica futura.

29)  Milwaukee Bucks (13-51) (=)

Sono la peggior squadra della lega, ma stanno almeno cercando di mantenere una dignità, a differenza dei Sixers.

30)  Philadelphia 76ers (15-48) (=)

Riusciranno a perderle tutte da qui alla fine? Sono aperte le scommesse.

Post By Nicholas Lippolis (112 Posts)

Scrive per playitusa dal 2012. Esperto di NBA, NHL ed MLB. https://twitter.com/NikLippolis

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.