Miami contro New York: una sfida fin da subito entusiasmante!

Se a Ovest gli accoppiamenti sono stati incerti fino all’ultima partita di regular season, a Est le cose sembravano già delineate da qualche giorno, con l’eccezione di New York che ha tentato disperatamente la rincorsa al sesto posto, chiusasi praticamente con la sconfitta di Cleveland nel giorno del ritorno di Amar’e.

Si parte subito, domani, dalle ore 19 italiane con Bulls – 76ers. Andiamo a vedere i matchups:

No.1 Chicago Bulls (50-16) vs No.8 Philadelphia 76ers (35-31)

Serie Regular Season: Bulls 2-1
Ultime 10 Chicago: 7-3
Ultime 10 Philadelphia: 6-4

Secondo molti la serie che dovrebbe rivelare meno sorprese, vuoi per la carenza di talento di Philadelphia, vuoi per la superiorità di Chicago. Ci ha pensato comunque Evan Turner, nativo di Chicago, ad accendere un po’ la serie, dettosi soddisfatto di incontrare i Bulls per una questione di accoppiamenti. Dichiarazione non presa benissimo dallo spogliatoio di Chicago, con Noah in prima linea, che non perde mai l’occasione per un pò di sano trash talk.

Se vogliamo trovare spunti, tuttavia, sarà interessante vedere qual è la condizione di Derrick Rose, reduce da una stagione travagliatissima a livello fisico, che lo ha costretto fuori dal campo per quasi 30 partite. Superfluo dire che se Chicago vuole arrivare in fondo deve ritrovare un Rose che nelle ultime partite è sembrato molto indietro di condizione, poco esplosivo.

Key of the series: Probabilmente anche senza un D-Rose al 100% i Bulls non dovrebbero avere grossi problemi, ma per i motivi già citati, si aspettano risposte positive dall’MVP della scorsa stagione.

Game 1: Sat, Apr 28, 1:00PM

No.2 Miami Heat (46-20) vs No.7 New York Knicks (37-29)

Serie Regular Season: Miami 3-0
Ultime 10 Miami: 6-4
Ultime 10 New York: 7-3

Mentre Anthony ne metteva 30 a sera, per Mike Woodson l’obiettivo era agganciare Orlando, e siamo certi che anche a South Beach qualcuno abbia fatto il tifo per i Knicks quando è svanito il sogno anche per loro di agganciare Chicago nella corsa al primo posto della conference.

Se c’è una squadra che Spoelstra non voleva incontrare al primo turno questi sono i Knicks: il record in regular season dice 3-0 Miami, ma poco indicativo su cosa ha suggerito il campo; Wade, specialmente nell’ultima al Madison, è sembrato soffrire moltissimo la marcatura di Shumpert, aggiungete i problemi fisici che lo stanno limitando, e la situazione diventa pesante per Lebron, che pur reduce da una stagione storica, a tratti forse sottovalutata, non può vincerla da solo.

Dall’altra parte Woodson si coccola un Carmelo Anthony formato MVP, finalmente a suo agio al Madison, che butta già numeri incredibili ad aprile, ma che dovrà rivedere quantomeno la sua convivenza con Stoudamire, rientrato settimana scorsa dall’infortunio, visto che Jeremy Lin(a proposito, la sua jersey è la seconda più venduta dell’intera Nba) non sembra recuperabile.

Key of the series: Le difese. Da una parte Miami che ancora non ci ha suggerito chi è, e chi sarà, il 5 titolare(Haslem? Anthony? Turiaf?) e come si accoppieranno con Chandler(in odore di defensive player of the year) e Stoudamire. La serie girerà li.

Game 1: Sat, Apr 28, 3:30PM

No.3 Indiana Pacers (42-24) vs No.6 Orlando Magic (37-29)

Serie Regular Season: Orlando 3-1
Ultime 10 Indiana: 8-2
Ultime 10 Orlando: 4-6

Le partite di regular season dicono 3-1 Orlando, piccolo particolare: in tutte e quattro le partite in campo c’era Dwight Howard. Altro particolare è che da quando il Defensive Player of the Year 2011 non è sceso piú in campo per una brutta ernia discale il record di Orlando è impietoso: 5-9.

Assenza che ha un notevole peso specifico anche e soprattutto nelle prestazioni dei compagni, non è un caso che Ryan Anderson, da quando Howard è fuori,sta tirando con percentuali pessime dal perimetro, dopo un ottimo avvio di stagione.

Dall’altra parte Indiana, che ha chiuso con un record entusiasmante, ha trovato nel collettivo un’arma che nei playoff puó pagare dividendi, e quando la palla peserà Danny Granger non si tirerà sicuramente indietro.

Punto di fondamentale importanza è inoltre la libertà di cui godrà Roy Hibbert in area su entrambi i lati del campo, dove, senza Howard, potrà banchettare senza troppi invitati.

Key of the series: Dico Van Gundy. Se SVG intende battere Indiana con il tiro da tre, senza Howard a centro area, tutto si puó risolvere anche in uno sweep. Ma mai sottovalutare Stan…

Game 1: Sat, Apr 28, 7:00PM

No.4 Boston Celtics (39-27) vs No.5 Atlanta Hawks (40-26)

Serie Regular Season: Boston 2-1
Ultime 10 Boston: 7-3
Ultime 10 Atlanta: 7-3

Possiamo presentarla come la sfida tra l’eterna compiuta e l’eterna incompiuta. Da una parte Boston, che nella pausa dell’ASG sembrava decisa al mezzo giro di boa in attesa dell’estate, pronta a cedere Rondo e Allen.

Entrambi sono rimasti, ma di lì è ripartita la stagione dei Celtics che hanno giocato il miglior basket negli ultimi due mesi dell’intera lega, secondi forse solo agli Spurs. Le cifre di Rondo, la solidità di Garnett e i canestri di Pierce parlano da soli.

Dall’altra parte gli Hawks, che non recuperano Horford almeno per il primo round di playoff, continuano a lottare contro se stessi e i propri limiti, rappresentati da un gioco mai entusiasmante, troppo incline all’isolamento, e dall’oroscopo di Josh Smith, in un matrimonio che sembra sempre sul punto di rompersi.

Larry Drew potrà comunque sfruttare il fattore campo, che, ricordiamo, è degli Hawks, nonostante il quinto posto, perché secondo le regole Nba il vincitore della division, in questo caso i Celtics nell’Atlantic, ha diritto a un seed tra le prime quattro.

Key of the series: Gara 1 e gara 2. Se i Celtics riescono a rubarne una agli Hawks alla Phillips Arena, la serie prenderebbe tutt’altra piega, altrimenti aspettiamoci una lunga serie(dai bassi punteggi).

Game 1: Sun, Apr 29, 7:00PM

Post By PeppeQ (7 Posts)

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

12 thoughts on “Eastern Conference Playoffs: First Round Preview

  1. Basta dire che Atlanta gioca solo di isolamenti!! E questo lo dice un tifoso che ha visto una ventina di partite quest’anno. Infatti se c’è un merito da dare a Larry Drew è che ha saputo dare un’identità offensiva a questa squadra. Poi certo, se capitano mismatch favorevoli è anche giusto sfruttarli…ma comunque di veri e propri attacchi in isolamento gli ho visti solo quando c’è necessità di segnare (dopo avere subito un brutto parziale) o nell’ultimo quarto quando le partite sono punto a punto. Ma quale squadra non fa giocare in isolamento i migliori giocatori quando le partite sono punto a punto???

  2. Pronostichiamo anche qui, sempre con la mia poca sapienza baskettara: Chicago 4-1. Miami 4-2. Orlando 4-3. Atlanta 4-3.

  3. Chicago batte Philadelphia (ma contro New York avrebbe perso).
    Indiana batte i miei Orlando (senza Dwight..potrebbe esserci anche uno sweep. Poi Indiana mi piace..ha anche una discreta panchina).
    Boston batte Atlanta (perche’ Atlanta non ha un centro, e anche se mi stanno simpatici..non pensano ce la facciano contro i seppur vecchi e derelitti Celtics).

    Miami e New York..proprio non saprei.
    La Regular Season direbbe Miami a mani basse.
    Ma questi Knicks (che al momento io ODIO) sono un brutto cliente.
    Hanno un quintetto base da far impallidire qualsiasi squadra.
    E una panchina piu’ lunga e assortita, rispetto a Miami (basti pensare a Novak, Smith o Fields o Shumpert).

    Potrei dire che vince Miami..perche’ LeBron ha una fame immensa.
    Ma potrebbe starci lo sgambetto..

  4. Io ovviamente spero che vinca Miami, non sarà facile ma credo che ce la faremo…

    però vorrei dire una cosa: da quest’analisi sembra che per Ny vada tutto bene e per Miami tutto male: Wade ha problemi, Shumpert lo limita, lebron james non può fare tutto da solo, mentre dall’altra parte Anthony è in un grandissimo momento… sembra l’analisi delle cose poritive di NY contro quelle negative di Miami… boh…

  5. L’unica sicura come serie sembrerebbe quella di chicago seguita a poca distanza dai Pacers.
    Boston Atlanta rimane aperta a qualsiasi possibilità anche se vedo leggermente favoriti i Celtics che andranno dove li porterà Rondo.
    Poi c’è Miami Nyk. Giusto puntare o pensare al passaggio di Miami ma questa può rivelarsi una serie strana. Strana perchè molto dipenderà da Ny. I Miami sono quelli, quelli di Lbj-Wade-Bosh i Knicks ad oggi ancora non sanno loro stessi chi sono. Spot 1 meglio Ny-spot 2 Miami-3 Lbj Anthony- 4 meglio Ny se rientra bene e coesiste con il 3 – spot 5 meglio Ny – panca Ny. Se Ny si cala nella parte di franchigia con potenzialità trovando un gioco e un’affiatamento di squadra da un possibile 4-0 4-1 Miami si può passare ad una serie tiratissima con ciliegina sulla torta da parte di Ny. Fondamentali saranno le prime 3 partite.

  6. Tifosomiami, da parte di un Knickerbocker doc ricordati che Miami da questa serie ha solo da perdere… New York solo da guadagnare… ;)

  7. Chicago-Philadelphia 4-1 …il secondo quintetto dei Bulls farà la differenza senza sfruttare troppo Rose

    Miami-New York 4-1 …Lebron vs Melo diciamo che si “annullano”… Wade o Stoudmire…chi fa meglio gira la serie per i suoi

    Indiana-Orlando 4-0 …senza DH12, con il turco acciaccato non cè storia…

    Atlanta-Boston 4-3 …JJ vs Pierce…J-Smoove vs KG… Allen vs “T-Mc”? in 7 gare Atlanta per freschezza atletica…

  8. Batteremo i Pacers 4-2. Il record di 5-9 dell’ultima parte di regular season di Orlando è stato causato dall’assenza di Howard, ma anche da quella di Turkoglu e dagli acciacchi di J-Rich e Nelson.
    Ora sembrano stare tutti bene, abbiamo un buon coach e molta più esperienza degli avversari.
    Ci sarà da divertirsi…

  9. Sarà divertentissimo vedere Miami vs NY, anche perchè questi Knicks non sono da 7o posto.
    Da tifoso dei Pacers poi non do per scontato il 4 a 0 ( 4 a 1 che dir si voglia). Certo Howard è una bella assenza, ma bisogna anche vedere con quale carattere i Pacers scenderanno in campo. I po alla fine sono ben diversi dalla regular season. Se i Pacers giocheranno con la stessa grinta dell’anno scorso con Chicago il risultato sarà sigillato, ma se inizeranno a sentire la pressione ( e nei Pacers ci sono diversi giovani non espertissimi) beh allora il risultato finale sarà decisamente più aperto. A mio parere il fattore “essere i favoriti della serie” sarà quello che peserà in positivo o negativo su Indy.

  10. Miami – NY, 4-2 e a casa. Miami ha una buona solidità difensiva, NY ha Chandler. E anche Stat e Anthony. Il primo è un obiettore di coscienza, dietro. Il secondo è un difensore perlomeno sospetto. Ah, il play titolare?
    Orlando… concordo, SVG. Se sfidi Indiana solo col tiro da tre, a casa. E Orlando deve chiarirsi: cosa fare per dare a D8 una squadra da titolo? Mia riposta, opinabile per definizione: via Nelson (un anno di contratto, in scadenza 2013) ed il turco, dentro un play ed un tre decente. Che so, un bel pacco a Houston in cambio di Lowry (o dragic, free agent) ed un Michael Beasley.
    Chicago, 4-1
    Atlanta – Boston è la più aperta. E concordo con l’autore, se Boston vince una delle prima due ha possibilità.

  11. Il primo turno ad est finirà così:
    Chicago-Philadelphia 4-1
    Miami-New York 4-2
    Indiana-Orlando 4-1
    Atlanta-Boston 2-4

Commenta