Pocket

Jordan Farmar, mattatore in Eurolega

Eurolega

Per quanto riguarda gli NBAers impegnati nella rassegna continentale più importante d’Europa, la terza giornata ci ha regalato un Jordan Farmar indemoniato, in grado di mettere in ginocchio i “blancos” del Real Madrid con una partita da 27 punti (10/12 al tiro complessivamente), 5 assist e 35 di valutazione, un duo Krstic-Kirilenko a dir poco letale nella larghissima vittoria del CSKA a Zagabria, così come quello Law-Pekovic nel successo del Partizan sullo Spirou, ma anche un Danilo Gallinari piuttosto sottotono nella sconfitta patita da Milano al Forum per mano dell’Efes Pilsen.

Di seguito tutte le statistiche riguardanti i giocatori NBA impegnati in Eurolega:

Caja Laboral vs Olympiacos 81-79
Kevin Seraphin, Caja (25 min, 15 pts, 7/8 FG, 5 assist)
Reggie Williams, Caja (8 min, 4 pts, 2/2 FG, 2 rim)

Fenerbahce vs Nancy 90-86
Thabo Sefolosha, Fenerbahce (24 min, 19 pts, 7/10 FG, 5 rim)
Nicolas Batum, Nancy (39 min, 22 pts, 6/14 FG, 6 rim, 6 assist)

KK Zagabria vs CSKA Mosca 47-89
Nenad Krstic, CSKA (20 min, 15 pts, 7/10 FG, 5 rim)
Andrei Kirilenko, CSKA (24 min, 14 pts, 4/6 FG, 7 rim)

Panathinaikos vs Zalgiris Kaunas 92-75
Ty Lawson, Kaunas (22 min, 14 pts, 5/6 FG, 4 assist)

Partizan vs Spirou 91-81
Acie Law, Partizan (38 min, 26 pts, 8/14 FG, 7 assist)
Nikola Pekovic, Partizan (30 min, 21 pts, 9/13 FG, 2 rim)

Olimpia Milano vs Efes 54-62
Danilo Gallinari, Milano (32 min, 12 pts, 2/10 FG, 8 rim)
Ersan Ilyasova, Efes (22 min, 8 pts, 3/5 FG, 9 rim)
Sasha Vujacic, Efes (31 min, 12 pts, 2/13 FG, 5 rim)

Maccabi Tel-Aviv vs Real Madrid 88-82
Jordan Farmar, Maccabi (36 min, 27 pts, 10/12 FG, 4 rim, 5 assist)
Rudy Fernandez, Real Madrid (27 min, 13 pts, 4/12 FG, 4 rim)
Serge Ibaka, Real Madrid (20 min, 9 pts, 3/6 FG, 8 rim)

Montepaschi Siena vs Galatasaray 103-77
David Andersen, Siena (25 min,13 pts, 5/10 FG, 6 rim)
Darius Songaila, Galatasaray (19 min, 8 pts, 3/8 FG, 4 rim)

Union Olimpija vs Prokom 70-62
Donatas Motiejunas, Prokom (32 min, 7 pts, 2/6 FG, 6 rim)
Alonzo Gee, Prokom (33 min, 13 pts, 3/12 FG, 7 rim)

Qui Italia

E’ notizia di qualche giorno fa l’addio ufficiale, con rescissione del contratto, di DaJuan Summers alla Montepaschi Siena e al basket italiano ed europeo in generale; ala classe 1988, di proprietà dei Detroit Pistons, Summers è stato scaricato dalla società toscana dopo 4 partite a 4 punti e un rimbalzo di media, ed un rendimento ben al di sotto delle aspettative.

“In America ci viene chiesto di segnare, fare giocate offensive, allargare la difesa: ma qui viene riposta molta enfasi sulla difesa. È un po’ come giocare al college. L’area è piena di avversari. Giocano duro […]” ha spiegato il nativo di Baltimora a Yahoo Sports! riferendosi alla pallacanestro nostrana; ha poi aggiunto “Nessuno mi ha mai spiegato perché avessi giocato così poco, ho poi letto su un sito internet che il mio rendimento non era stato all’altezza di quanto si aspettavano da me […]” ed ha chiuso con un avvertimento per tutti coloro fossero ancora interessati a sbarcare nel Vecchio Continente: “In tanti hanno e avranno la mia stessa idea di andare a giocare in Europa, ma vorrei mettere tutti in guardia perché si tratta di un mondo molto diverso da quello cui siamo abituati”.

Quello che viene definito uno “shock culturale/cestistico”, comprensibile per un giocatore NBA arrivato in Europa senza la minima conoscenza del nostro modo di fare pallacanestro.

Ma per tornare al basket giocato, in questa quinta giornata di campionato non si sono viste grandi cose da parte degli “americani” arrivati nel Bel Paese; Danilo Gallinari si è fermato a soli 7 punti segnati e 6 rimbalzi in 24 minuti di gioco al PalaFerraris di Monferrato; David Andersen (Montepaschi Siena) ha dato vita ad una gara da 6 punti (in 17 minuti) e 5 di valutazione, contribuendo alla batosta rifilata dai suoi alla malcapitata Virtus Roma; Chris Douglas-Roberts, nella sconfitta della sua Canadian Solar per mano di Teramo, ha messo a referto 11 punti (5/6 da 2, ma giornata nera da 3 punti, con un eloquente 0/4) in 28 minuti di impego; Von Wafer ha giocato 32 minuti, infilando 9 punti nella pesante disfatta di Cremona con Biella; Brian Scalabrine, infine, sicuramente il migliore tra i giocatori citati fin qui, ha impressionato per grinta e tenacia sotto le plance, raccogliendo 15 rimbalzi e aggiungendo alle statistiche 6 punti, nei 31 minuti di gioco contro la Bennet Cantù.

Qui Francia

Batum 1, Parker-Turiaf 0 ; così possiamo riassumere la quinta giornata di Pro A, caratterizzata dallo scontro tra i tre francesi made-in NBA.

Da una parte Nicolas Batum con il suo Sluc Nancy, dall’altra Tony Parker, e l’ultimo arrivato Ronny Turiaf, entrambi con la maglia dell’Asvel di Villeurbanne. I tre si sono incontrati all’Astroballe per un vero e proprio “match di gala”, nel quale l’ex Blazers ha avuto la meglio per 77-92.

Batum ha chiuso con 21 punti, 6 rimbalzi, 5 assist, e soprattutto il primato in classifica in solitaria della sua squadra, ancora imbattuta in questo campionato 2011/12. Per quanto riguarda gli sconfitti, Tony Parker si è “accontentato” di 20 punti, 8 rimbalzi e 9 assistenze, mentre Turiaf, al suo esordio ufficiale con la nuova maglia, ha giocato 25 minuti, siglato 9 punti (3/6 al tiro) e raccolto 8 rimbalzi, di cui 4 offensivi; niente male per un giocatore arrivato dall’altra parte del mondo, con un solo allenamento sulle gambe e una conoscenza pressocchè nulla dei propri nuovi compagni di squadra.

Qui Spagna

Il Real Madrid si impone, pur con più fatica del previsto, sul Cajasol Banca Civica; buona la prova di Rudy Fernandez, che coadiuvato da un ottimo Sergio Rodriguez in cabina di regia (i due erano una coppia affiatatissima anche ai tempi in cui vestivano la maglia di Portland), ha messo a referto 12 punti, con il 50% al tiro, e raccolto 3 rimbalzi, con una complessiva valutazione di 12; un po’ opaca invece la partita di Serge Ibaka, fermo a 0 punti in soli 6 minuti di impiego.

Per quanto riguarda gli altri NBAers impegnati in Liga ACB, male Kevin Seraphin (2 punti in 10 minuti), relativamente meglio Reggie Williams, utilizzato 18 minuti ed autore di una prestazione da 7 punti e 7 di valutazione.

Altri Paesi

– Ottima la prova di Ty Lawson in VTB League; 17 punti, 2 assist, 3 palle rubate e 15 di valutazione in 23 minuti passati sul parquet, seppur il suo Zalgiris sia caduto a Riga;

– Continua la marcia inarrestabile del CSKA di Mosca, stavolta a spese del Mariupol: risparmiato Andrei Kirilenko, in campo per soli 12 minuti ed autore di 5 punti, mentre ottima la gara di Nenad Krstic, con 18 punti (7/10 dal campo), 3 assist e 19 di valutazione generale;
17 minuti, 13 punti, 4 rimbalzi e 11 di valutazione per Timofey Mozgov, nella vittoria del Khimki sul campo del Budivelnik;

– Ampia vittoria del Partizan di Belgrado su Cibona: Acie Law, in campo 27 minuti e autore di 7 punti e 5 assist, e Nikola Pekovic, sul parquet per 15 minuti con un bottino di 8 punti, sono entrambi risultati decisivi;

– Zittiti finalmente tutti i critici che gli avevano dato contro dopo appena qualche settimana, Deron Williams si conferma decisivo per le sorti del suo Besiktas; nell’ampia vittoria sul Fenerbahce, il play di proprietà dei New Jersey Nets ha dato vita a una prestazione da 21 punti con 8/14 al tiro (5/9 dalla linea dei 3 punti), 5 assistenze e 5 rimbalzi. Il suo compagno di squadra Semih Erden, ha aggiunto 10 punti, 5 rimbalzi e ben 3 stoppate. Vittoria piuttosto sudata dell’Efes, in casa contro il Banvit, con un Ersan Ilyasova da 21 punti e 7 rimbalzi.

Post By EmilianoT (53 Posts)

Appassionato di basket americano e di calcio, soprattutto quello inglese da qualche tempo, è laureato triennale in Scienze Politiche presso la LUISS di Roma e studia Marketing presso lo stesso ateneo. Gioca agonisticamente a basket. Conta diverse collaborazioni sul web come redattore sportivo, specializzato in basket NBA. E' regolarmente iscritto all'ODG del Lazio come pubblicista.

Connect

3 thoughts on “Giocatori NBA in Europa: Week 5

  1. Non vi sembra che vi stiate dimenticando del buon Sonny Weems! Ne sta facendo 20 di media nello Zalgiris…..mi sembra degno di nota.

Commenta