Pocket

Gli Hawks cercheranno di sorprendere anche i Bulls di Deng e Rose

Alla vigilia dei play-off, in molti si sarebbero aspettati di vedere uno contro l’altro i due più forti e credibili candidati al premio di MVP 2010-2011, ovvero Derrick Rose dei Chicago Bulls e Dwight Howard degli Orlando Magic. E invece così non sarà, perchè gli Atlanta Hawks hanno disputato un ottimo primo turno e sono riusciti ad eliminare proprio i Magic.

Questo risultato ha dell’incredibile, e non tanto perchè Orlando aveva il fattore-campo a favore in virtù delle 8 vittorie in più conseguite durante la regular season. Ma perchè l’anno scorso queste due squadre si affrontarono al secondo turno dei play-off, e Atlanta venne spazzata via 4-0 finendo la serie con 25 punti di scarto medio, un vero e proprio massacro!

Per questo Joe Johnson e compagni hanno iniziato la stagione con un obiettivo ben chiaro in testa: non ripetere quella figuraccia.

Ci sono riusciti alla grande, e nonostante fossero gli sfavoriti alla vigilia di questi play-off si sono imposti per 4-2, mostrando una maggiore organizzazione difensiva che è stata la chiave del loro successo.

I Bulls, invece, hanno chiuso con il miglior record della Lega (62-20) ed hanno sconfitto gli Indiana Pacers per 4-1 al primo turno, non senza qualche difficoltà.

Quali saranno le chiavi della serie?
Chicago è davvero così superiore come ha mostrato in regular season, oppure Atlanta ha delle possibilità concrete di superare il turno?

A mio parere la serie girerà tutta intorno ad alcuni fattori…vediamo quali!

Hinrich sì o Hinrich no?

Il grande ex Kirk Hinrich ha subito un infortunio nel corso di Gara-6 contro i Magic, e non si sa se riuscirà a tornare in campo. Soprattutto, nel caso riuscisse a recuperare dall’infortunio non si sa quando riuscirà a tornare e in che condizioni.

L’assenza di Hinrich sarebbe veramente molto pesante per gli Hawks, dato che egli è un giocatore dalle ottime qualità, sia offensive che difensive, e sicuramente è il più indicato per marcare Rose. Insomma, la sua presenza sarebbe davvero molto importante, ma al momento nessuno sa dire con certezza se egli giocherà oppure no.

Molto probabilmente la situazione verrà valutata a poche ore da Gara-1, che si svolgerà lunedì. Nel frattempo l’allenatore di Atlanta, Larry Drew, ha detto: “senza Kirk ci verrebbe a mancare il nostro playmaker, e dovremmo cambiare qualcosa. Non so davvero cosa dire, per ora posso soltanto affermare che nel caso lui non giochi potremo impiegare altri giocatori su Rose. Sono convinto che Crawford, Teague, Johnson e Wilkins siano tutte armi a disposizione della nostra difesa”.

La difesa dei Bulls contro l’attacco degli Hawks

Che l’allenatore dei Bulls, Tom Thibodeau, sia un maestro della difesa è noto a tutti. Soprattutto, Thibodeau sa come organizzare i propri uomini contro degli attacchi che fanno girare poco il pallone e si affidano soprattutto all’atletismo e al talento individuale. Ovvero, gli attacchi come quello degli Hawks.

Jamal Crawford, Joe Johnson e Josh Smith sono i tre migliori realizzatori di Atlanta, e tutti e tre preferiscono dei giochi in isolamento piuttosto che un gioco organizzato. Questo potrebbe essere un grosso limite per loro, e quindi i ragazzi di Larry Drew dovranno essere bravi ad attaccare sfruttando le proprie caratteristiche.

Sarà innanzitutto importante il gioco in transizione, che parte da una difesa aggressiva ed intensa. Così come sarà importante sfruttare le doti da tiratori di Crawford e Johnson, l’atletismo di Smith e la forza di Al Horford sotto canestro. Spesso l’attacco di Atlanta avrà dei mismatch favorevoli da utilizzare, soprattutto tra gli esterni, e dovranno essere sfruttati.

Rose non potrà difendere al massimo dato che dovrà conservare energie preziose per la fase offensiva, mentre Korver e Bogans non sono buoni difensori. Invece Deng e Brewer daranno maggiore filo da torcere agli attaccanti degli Hawks.

Boozer e Noah, sarà dominio?

Sotto canestro Chicago può far davvero male ai propri avversari. Boozer è un attaccante di livello assoluto, capace di giocare bene in post basso ma anche fronte a canestro. Noah, d’altro canto, potrà sfruttare la propria aggressività e la propria potenza fisica per farsi largo nell’area avversaria, ma soprattutto nella propria.

Atlanta può opporre Al Horford, Jason Collins e Zaza Pachulia, ma se sono in forma Boozer e Noah possono fare molto male ad ogni difensore avversario. E’ vero che i lunghi di Atlanta hanno fatto un ottimo lavoro nel primo turno contro i Magic, ma lì il problema da fronteggiare sotto canestro era uno solo, e cioè Dwight Howard: per il resto, non c’era alcun lungo pericoloso da fronteggiare e invece stavolta ce ne saranno due.

Personalmente ho pochi dubbi sul fatto che Noah giocherà una grande serie, perchè mi sembra pronto dal punto di vista caratteriale. E sono convinto che anche Boozer possa fare molto bene, anche se in qualche occasione egli ha deluso ai play-off.

Ad ogni modo, sotto canestro i Bulls hanno delle carte importanti da potersi giocare e sono convinto che punteranno forte su questa coppia di giocatori.

PRONOSTICO FINALE

Nonostante un sorprendente primo turno, noto un certo pessimismo nei confronti degli Hawks. In effetti Chicago ha vinto 18 partite in più nel corso della stagione regolare, è un’ottima squadra e in più si è aggiunta la probabile assenza di Hinrich.

Insomma, i motivi per pensare ad una serie indirizzata verso Chicago sono diversi. E sulla carta sono tutti validi. Anche il sottoscritto pensa che Rose e compagni riusciranno a volare in finale di conference, e dato che siamo chiamati a dare un pronostico dico che questa serie finirà 4-1 in favore dei Bulls.

Staremo a vedere… buona serie a tutti!

Post By Giulio Benincasa (74 Posts)

Indirizzo e-mail: cesc_999@libero.it "La vita è una metafora del basket" (Phil Jackson)

Connect

6 thoughts on “Chicago Bulls – Atlanta Hawks: Preview

  1. …o Boozer timbra il cartellino in questa serie o Rose non basterà per vincere…Noah è un ottimo lungo, ma Horford è più completo sui due lati del campo…il problema è Joe Johnson che tira in testa a Bogans…mentre Hinrich può tantare di limitare Rose…Deng potrebbe non avere vita facile, soprattutto se in ala piccola verrà riproposto l’esplosivo J-Smoove…ripeto, secondo me, tocca all’ex duke vincere la serie…

    • penso che brewer possa comunque dare del filo da torcere a jj…
      il problema di atlanta è proprio la scarsa organizzazione della manovra offensiva. Sulla carta, contro la difesa dei bulls, è dura per loro…

  2. Ma a voi (in generale) convince così tanto Bogans come difensore? Mah…personalmente non mi ha mai convinto, poi vediamo come se la caverà stavolta…

    • è l’unico motivo per cui gioca titolare… dovrebbe aprire un po’ il gioco con qualche piazzato da tre (ma quest’anno non è che sia andato benissimo, almeno ad inizio stagione). In difesa non si discute comunque.

  3. Se Hinrich nn c’è, la serie nn comincia neanche, l’unico ruolo in cui i Bulls erano già di per se migliori era quello, poi ci metti pure un Teague qualsiasi contro Rose, diventa un massacro…

    Anche io ho dato 4-1 Bulls, più per l’assenza (o le possibili cattive condizioni) di Kirk che altro. Bisogna poi vedere con quale schieramento partiranno gli Hawks, qui nn c’è nessun 5 dominante da contenere (quanto meno in attacco), quindi possibile che si torni ad Horton da 5 e JSmooth da 4. Comunque sia, è probabile che sia questo lo schieramento più utilizzato, con JJ da 3 mascherato e Crawford da guardia…

    Se manca Hinrich, saranno costretti a dirottare JJ da pointguard per molti minuti a partita, ma soprattutto, mi chiedo come possano anche solo pensare di contenere Rose

Commenta