Mo Williams si sta togliendo tante soddisfazioni in questa stagione. E fra poco arriva Miami...

Nella notte NBA, battuta d’arresto casalinga per i Knicks, mentre Cleveland ferma Memphis e Miami non ha risorse per fermare gli ottimi Mavs di questo inizio di stagione.

Vediamo com’è andata.

Atlanta 99 – New York 90
Dopo 5 vittorie consecutive, i Knicks sono fermati in casa dagli Hawks di Horford (17p 9r) e dell’ex Crawford (21p in 27 minuti). Doppia doppia per Stoudemire (24p 10r) e Fields (15p 11r), mentre Gallinari si ferma a soli 4p e 3r.

Orlando 100 – Washington 99
Con un tap-in schiacciato sulla sirena del solito Howard (32p 11r) su tiro contestato a Nelson, i Magic tornano in Florida con una W contro i poveri Wizards di Arenas (31p 5r 5a) ancora sconfitti. Doppia doppia di Blatche (10p 13) e solida prestazione di Young (21p), ma non sono bastati.

New Jersey 86 – Philadelphia 102
Partita senza storia a Philadelphia, con i Sixers che tengono i Nets al 40% dal campo (Lopez il migliore con 25p e 6r). Bella partita per Holiday (20p 13a) e Brand (14p 10r).

Memphis 86 – Cleveland 92
Guidati da Mo Williams, sempre più a suo agio nei panni di nuovo Lebron (25p 12a 5r), i Cavs portano a casa la vittoria contro Memphis grazie anche all’ottimo Hickson (16p 5r).

Golden State 104 – Minnesota 94
Torna Lee, torna la W per i Warriors, anche se la partita la decidono i soliti sospetti: Ellis (26p 10a), Curry (20p 7a) ma soprattutto Wright (30p). Dall’altra parte bene i lunghi (Love 21p 22r, Beasley 28p 9r, Milicic 9p 7r) ma male gli esterni, surclassati da quelli dei Warriors.

Miami 95 – Dallas 106
Niente da fare per gli Heat a Dallas, nonostante i ventelli dei 3 Amigos (James 23p, Wade 22p, Bosh 22p). Dallas è troppo completa e affiatata (Nowitzki 22p, Butler 23p) e soprattutto sotto canestro ha un Chandler in stato di grazia (14p 17r).

Charlotte 101 – Milwaukee 104
Guidata dal solito Jennings (32p 7a), ben coadiuvato da Ilyasova (17p 9r 6a) e Mbah a Moute (12p 10r) i Bucks portano a casa la vittoria nonostante i 26p di Augustin e i 19p di Wallace.

Chicago 96 – Sacramento 85
Con un rush finale nell’ultimo quarto, i Bulls passano a Sacramento guidati dal solito Rose (30p 7r 7a). Bene anche Deng con 22p 9r 4a. I Kings sono in crisi, Evans (17p 6r 9a) non riesce a incidere sulle partite come lo scorso anno.

Post By Max Giordan (978 Posts)

Max Giordan segue l'NBA dal 1989, naviga in Internet dal 1996. Play.it USA nasce dalla voglia di unire le 2 passioni e riunire in un'unico luogo "virtuale" i tanti appassionati di Sport Americani in Italia. Email: giordan@playitusa.com

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

123 thoughts on “Miami perde a Dallas, Williams trascina i Cavs

  1. ai tifosi kings

    ma qual’è la differenza di gioco maggiore fra l’anno scorso e quest’anno ?
    chiaramente non ho seguito molte partite dei kings ma secondo me hanno accumulato una buona dose di talento nel roster solo che non riesco a capire quali sono i motivi di questa involuzione di Evans.
    alla fine udrih era il play anche l’anno scorso ,dalembert non credo abbia portato dei cambiamenti drastici nel gioco rispetto a Hawes

  2. Mi sembra un campionato decisamente equilibrato. Credo che da quì alla fine ne vedremo di belle sfide.
    Dallas sono anni che ci “frega” con belle vittorie e strisce per poi tornare quelli incompiuti di prima. Ma forse (dico FORSE) Tyson era davvero la pedina necessaria per quel passettino in avanti.
    Ora di punti deboli non ne vedo: Kidd play, terry come guardia, Butler e Dirk ali e Chandler centro.
    Non un brutto quintetto. Non se basta ma le ambizioni sono dovute.
    Di certo da Erika a tyson la differenza c’è!

    Felie per i Cavs. La partita della prossima settimana contro gli Heat si preannuncia scoppiettante. SKY la darà in diretta ed in replica….e chi se la perde?

    Bene Chicago ed Orlando. Curioso di vedere l’innesto di Boozer.
    Peccato invece per i miei Knicks. Dopo 5 vittorie però ci sta perdere una partita, l’importante è riprendere subito a vincere e non cadere nel baratro come si è fatto negli ultimi anni: COSTANZA!

    Infine Jennings pare abbia ripreso la stagione come aveva fatto lo scorso anno.

  3. donthrythis@home

    parli di wade come se avesse 35 anni.
    e chiaro che anche lui ancora deve dimostrare parecchio,però dire che in carriera ha fatto poco significa non conoscere la sua carriera.
    a soli 27 anni ha già vinto un titolo da leader tecnico della propria squadra e ne avrebbe potuto vincere un altro se magari non si fosse fatto male alle costole.
    vatti a rivedere come giocò in quell’edizione dei playoff 2005.
    e comunque se lui non sarà un hall of famer una volta terminata la carriera,allora vuol dire che il mondo gira al contrario,anche perchè ricordati sempre che ha 27 anni,quindi altri anni per deliziarci.
    senza dimenticare che ad oggi delle stelle della sua generazione e l’unico che ha vinto il titolo da leader indiscusso…

    comunque gare della notte…

    onestamente faccio fatica a capire questi heat,perchè ormai tutto il mondo ha sottolineato i problemi di incompatibilità che possono avere lebron,wade e bosh,però quello che mi chiedo e il perchè di prestazioni così negative da parte dei due fenomeni.
    lebron e wade ci avevano abituato a giocare alla grande 9 gare su 10,invece oggi vediamo un brutto lebron contro i mavs,un brutto wade contro pacers e magic,senza dimenticare che entrambi stanno tirando con percentuali basse rispetto alle loro abitudini.
    certo,poi loro 70 punti in tre anche con i mavs li portano a casa,ma poi vedi il supporting cast che contribuisce zero alla causa.
    bosh sembra ultimamente il più in forma,eppure questo coincide con un periodo nero degli heta…

    comunque diamo i giusti meriti ai mavs,forse la squadra più calda della lega e chandler e proprio un fattore.
    posso dire che con questo chandler forse questi mavs sono più forti di quelli del biennio 2006/2007?

    male i knicks,male soprattutto il gallo.
    cercato anche poco,però onestamente faccio fatica a capire il perchè di tutti questi suoi alti e bassi.
    detto questo,il sistema resta qualcosa di imbarazzante,perchè e pazzesco pensare di caricare di tutte queste responsabilità un playmaker come felton,buon giocatore ma non certamente un fenomeno…

    howard zitto zitto domina come prima più di prima,mentre rose ormai zitto zitto fa parte dei grandissimi di questa lega…

  4. fabio r

    e presto per sbilanciarsi,ma se chandler continua a giocare così(ovvero da chandler sano),per me i mavs diventano gli avversari più pericolosi ad ovest per i lakers.
    nowitzki non poteva chiedere di meglio,ricordando che dietro chandler avrebbe anche un certo haywood.
    diciamo che l’unico vero difetto che vedo ad oggi, e quello della mancanza di un vero secondo violino offensivo dietro nowitzki.
    butler e troppo discontinuo,mentre terry non e più il giocatore ispirato di qualche anno fa…

  5. @gallo:
    allora vedremo a fine carriere :D

    Ma chandler non lo voleva nessuno e sembrava che avesse la lebbra un paio di anni fa.
    Eppure a prima vista sembra sano e un buon giocatore.
    Oltre ad aver fatto vedere ai PlayOff una difesa sull’ uomo di un certo livello anche su un certo Duncan.

  6. Chandler stanotte mi ha deluso…solo 17 rimbalzi contro gli heat! xD. A parte gli scherzi qualsiasi lungo decente contro Miami fa un figurone. sono stati elencati abbondantemente i difetti riscontrati finora quindi inutile ripetersi. Su dallas prima antagonista dei lakers: è un discorso che ci sta ma purtroppo sono stato deluso da questa squadra troppe volte. Preferisco andarci con i piedi di piombo.
    MIP da dare direttamente a beasly poche storie. Se questo riesce a trovare il coach giusto vincerà anelli su anelli, non per forza come primo violino ovviamente ma mi sembra uno in grado di fare giocate decisive in qualsiasi momento. A Miami lo rimpiangeranno.

  7. @ gallo

    Kidd quasi 40enne a me sembra un difetto non da poco, non tanto per un eventuale sfida vs. Lakers quanto perchè rischia di incontrare Westbrook, Billups, Paul, Williams…
    Per quanto giasone sia capace tutt’ ora di picchi di pallacanestro celestiale.. consiglio a Dallas di comprare un bel polmone d’ acciaio..

  8. dontrythis@home

    mai sottovalutare il cuore di un campione.
    poi che kidd ai playoff potrà essere stuprato dai vari deron,cp3 o westbrook può starci,però oggi questi mavs mi sembrano solidi che vuol dire che non dipendono troppo dalle lune di kidd…

    certo,se non avessero fatto quello scambio folle,a quest’ora con harris i mavs farebbero paura per davvero…

  9. bodiroga

    mica la prima volta.
    ho trovato solo questa contro i knicks,però ricordo che già un altra volta in una gara in casa contro i warriors fece un gesto simile…

  10. su wade quoto Gallo .

    su gli heat

    secondo me bisognera aspettare un bel po’ per vedere una squadra

  11. bodiroga

    mah non sò proprio cosa dire su quel video,certo se ancora una volta riley cacciasse il coach e ci andasse lui,spererei che non vincesse un bel niente…

    partita persa in casa dai knicks,in pratica persa nei primi 2 quarti subito andati sotto di 20,brutti attacchi,quando cè da proseguire un momento positivo giochiamo in casa,facciamo sempre le nostre solite figure,insomma gli hawks di questo periodo non sono imbattibili.
    miami che perde ancora,in attacco giocano veramente male,ma quello che volevo far notare è che gli ultimi periodi la difesa degli heat lascia parecchio a desiderare,se le prime partite la difesa funzionava un minimo ora nemmeno quella.
    derrick rose sta inanellando una serie di grandi prestazioni,se non sta giocando a livelli di mvp ci è vicino…
    infine giovedì notte non mi perderò per nulla al mondo il ritorno di lebron a cleveland,mi immagino il pubblico di cleveland cosa gli riserverà…

  12. tifoso
    il clima a cleveland è infuocato. considera che sono state vietate nel palazzetto magliette che offendano lebron. io se dovessi giocarmi il famoso euro lo giocherei sui cavs

  13. su dalllas

    be in teoria potrebbero andare abbastanza lontano ma kidd è una bella incognita contro i giovani play emergenti forse solo i play dei lakers sarebbero quelli meno indigesti per jasone
    terry sembra aver lasciato alle spalle l’apice della sua carriera butler abbastanza discontinuo ma cmq non credo possafare una grandissima differenza contro squadre attrezzate per vincere il titolo.
    il reparto lunghi dei mavs sicuramente è molto migliorato con t.chandler ma credo che subirebbero cmq i lunghi dei lakers .

    sarei molto curioso di vedere dirk alle prese con gasol e compèagnia ma credo che bastino i jazz per mandarli a casa …

  14. comunque chandler fino ad oggi 9,4 punti di media più 9,0 rimblazi in 27,9 minuti,tirando dal campo col 69,7%(?)…

    chiaro che lui e un giocatore che in attacco vive di scarichi,però 70% e sempre 70%.
    sembra veramente tornato il chandler del 2008…

  15. invece howard per ora sta giocando gli stessi minuti dell’anno scorso,ma segna 4 punti di media in più…

    a rimbalzo e leggermente meno efficace,ma questo può derivare dal fatto che in attacco prendensosi più responsabilità di conseguenza ha meno rimbalzi da prendere.
    difatti lo scorso anno prendeva 3,5 rimbalzi offensivi a gara,quest’anno per il momento e fermo a 2,8…

  16. Dallas: deve tornare dall’infortunio anche Rodrigue Beaubois che l’anno scorso ha anche segnato 40 punti in una partita se non sbaglio. questo se migliora può diventare una specie di Tony Parker e può imparare da J-Kidd il mestiere… attenti ai Mavs!

  17. Gallo

    Sia i frutti dell’allenamento impartito dal sogno? Io l’ho visto giocare solo per spezzoni di partita. Come sta messo a movimento? Sempre lo stesso o è migliorato?

    Bodiroga

    Vabbè che quello non sarà un fenomeno… Ma la colpa non la vedo molto a lui attribuibile… LeBron c’ha poco da dargli spallate

  18. worm

    Evans stà giocando male anche perchè lo scorso anno non aveva nulla da dimostrare. Mi spiego: era uscito alla grande, nessuno se lo aspettava così forte, aveva infilato qualche buzzer e la fiducia era alle stelle. Quest’anno gli hanno chiesto di fare il faro della squadra e di migliorarsi partendo dal 20+5+5, non briciole.

    Il coach Westpahl stà cercando di trovare soluzioni nel gioco a partire dal play, Head al momento e di definire certe gerachie. E’ passato dal mettere Thompson da 4 con esiti nefasti, dal mettere Cousins in quinteto e a riesumare Green dalla panca. In soldoni siamo in alto mare.

    Su Dalembert: l’Haitiano stà giocando bene secondo le sue possibilità. E’ un intimidatore migliore di Hawes che l’anno scorso era a tratti imbarazzante. Lui in coppia con Thompson non erano in grado di limitare i lunghi avversari. La presenza di Samuel ne garantisce una certa intimidazione.

    Credo che i Kings punteranno alla lottery senza mezzi termini.

    Tornando alla gara che dire: fino a 3 minuti e mezzo sono stati in partita per poi crollare. Rose ha fatto quello che gli pareva trascinando il gruppo. Due squadre opposte: una con le ideee chiare ed un leader vero, l’altra senza idee e senza un vero trascinatore.

    Miami perdono, sai che novità e dimostrano che 70 punti in tre (67 per la precisione) non bastano per vincere. Sul “gesto” di James non mi meraviglio. Era incazzato.
    Non capisco una cosa: quando è venuto a Miami sapeva chi sarebbe stato il coach, che peraltro sta sul pino da tempo. Quindi sapeva a cosa andava incontro. Se poi la soluzione risiede in Riley ho dei dubbi. Certo il signore al carisma ma non può far diventare fenomeno Dampier, far correre Ilga, far diventare Malone Anthony. Capisco i miracoli ma qui esageriamo. La squadra è mal strutturata e un centro discreto, niente più come Chandler fa il figurone.

  19. Su Howard

    Nelle scorse settimane ho criticato la sua mancanza di continuità nel produrre una buona quantità di punti in ogni partita. Negli ultimi tempi mi ha smentito e ne sono contento.
    E’ un pò che nn vedo una partita di Orlando, dagli highlights di NBA.com vedo qualche movimento nuovo al quale si affida con continuità, ma i tiri in sospensione latitano.
    C’è ancora da lavorare, ma per ora va bene cosi.
    Zitti zitti, aiutati cmq da un calendario facile, i Magic sono in testa alla Eastern a scapito dei molto più quotati cugini della Florida, che navigano in pessime acque.
    Il supporting cast dei mitici 3 non è all’altezza, poco da fare.

  20. postino

    il lavoro con hakeem da i suoi frutti. ho visto la partita contro miami (la prima però, quella che i magic hanno perso) e quella contro san antonio. sinceramente è migliorato, ha un discreto numero di soluzioni offensive e si nota che in estate ha lavorato sull’agilità piuttosto che sulla semplice forza fisica. ai liberi è ancora una schifezza però chiaramente può migliorare tantissimo anche lì. nonostante tutto questi magic mi danno l’impressione di essere meno cattivi e vogliosi rispetto all’anno scorso. vediamo come si comporteranno in futuro

  21. Ormai è chiaro come il sole che le squadre vincenti non si costruiscono con le figurine Panini. Tre anni fa i Big Three dei celtici erano tre giocatori tra loro complementari (Pierce gestisce gli isolamenti, Garnett pensa a difendere ed in attacco dà via la palla quando serve e tira con ottime percentuali dalla media, Ray Allen lavora sugli scarichi) che si erano “associati” a trent’ anni per vincere il tanto agognato anello. I Miami Heat invece sotto sono deboli, non hanno un centro di ruolo, Bosh rallenta il gioco e non fa circolare la palla, Wade e James devono imparare a tirare sui reciproci scarichi e hanno un modo di giocare troppo simile.

  22. alert70

    di solito si dice che per un giocatore nba l’anno più difficile sia il secondo,magari per evans vale questo discorso…

  23. Vedo un Gilbert Arenas in buone condizioni fisiche e d’impatto, vediamo se rimarrà integro e se riuscirà a coniugare il suo gioco con quello di Wall…

  24. mailman

    Ma infatti io non sto dando la ragione a Spoelstra o a LeBron. Mi sto limitando a constatare una situazione che ormai è diventata ingestibile.
    Se quello col numero 6 si è rotto veramente le palle, il filippino ha finito.

    Gallo

    Si, è vero queste spallate LeBron le dava anche ai Cavs, però io noto una certa differenza tra la faccia di Spoelstra e la faccia di Mike Brown.

  25. whitemancantjump

    ormai sugli heat si rischia di ripetersi.
    tutti conosciamo i loro limiti,di chimica e di fisicità sottocanestro.
    però la cosa strana e vedere questo rendimento da parte di wade e lebron,questo, compatibilità o incompatibilità, resta piuttosto strano…

    comunque non condivido ma capisco il gesto di lebron.
    mettiamoci nei suoi panni,criticato da tutta america per essere andato a giocare da wade tradendo(in quel modo) i suoi cavs.
    probabilmente lui pensava che con i risultati avrebbe zittito tutti,ma adesso i suoi heat stanno facendo una fatica impressionante e forse lui si sta accorgendo che gli heat non erano la squadra che più lo potessa aiutare a vincere,ovvero la motivazione che diede quando scelse questa destinazione.
    quindi capisco la sua frustazione attuale che poi gli fa fare cose antipatiche come la spallata a spoelstra…

  26. La stagione di Tyreke Evans ricorda la seconda stagione di Carmelo Anthony, quando si aspettava la definitiva consacrazione su cifre da MVP e invece si limitò a pareggiare le cifre dell’anno da rookie. Comunque, a mio avviso Evans non sta facendo una brutta stagione.
    A me sta deludendo Durant nonostante le solite grandi cifre.

  27. evans ha comunque dei problemini alla caviglia che possono influire sull suo scarso rendimento di queste settimane…

  28. detto questo,in momenti negativi come questi,gli heat devono pensare che le vittorie con suns e magic non sono state casuali,magari in quelle giornate le loro avversarie non erano in giornata,però poi devi sempre battere squadre del genere con scarti del genere.
    segno che qualcosa di buono lo abbiamo comunque visto…

    sono d’accordo con chi dice che difensivamente sembrano involuti rispetto ad un inizio positivo da questo punto di vista.
    anche questo fa la differenza,perchè senza una difesa efficace questa squadra rischia di limitarsi anche un aspetto dove restano sempre micidiali,ovvero il contropiede,perchè questi avranno mille difetti ma in transizione restano sempre la squadra più micidiale della lega al pari dei celtics…

  29. “Se quello col numero 6 si è rotto veramente le palle, il filippino ha finito.”

    Ahahahaahhaha!!!

  30. certo ci fosse stato un jackson o larry brown lebron se lo sarebbe sognato di dare una spallata al coach…
    insomma ti sarai pure rotto le palle e allora?
    anch’io sinceramente a lavorare mi rompo le palle(molto più di lebron),però di certo non tirerei una spallata al mio capo…

  31. tifoso knicks

    vabbè a phil jackson non l’avrebbe potuto fare perchè altrimenti rischiava di cappottarlo…eheh

  32. bodiroga

    mano educata,ad un certo punto ho pensato che bynum si fosse trasformato nel nuovo patrick ewing…eheh

    comunque deve migliorarsi anche in questo aspetto,solo così potrebbe perfezionare l’intesa con gasol…

  33. se la stagione scorsa ha consacrato definitivamente durant.questo sembra l’anno di westbrook e di rose anche se personalmente non mi fanno impazzire.
    ormai va di moda i play piu bravo a segnare che a creare per i compagni,il che non e di mio gradimento pero…

  34. Io vorrei sapere quanti giocatori in NBA si permetterebbero un gesto simile.
    Sfrontato. Irrispettoso. Inadeguato. Se la barca affonda non è solo colpa del filippino…

    PS: Ma per quale losco motivo a Memphis non si cerca più Gasol sotto canestro? Non puoi fargli fare 6-7 tiri in 40 minuti in una partita del genere..

  35. non so se il Filippino finira la stagione ma chi c’è che potrebbe sostituirlo?
    tenendo presente che occorre gente con personalita mica un novellino..

  36. Gallo

    Wow, il nostro centro tira dai 6 metri senza problemi!!! Oddio Oddio Oddio, ma che squadra è questa…

  37. Lbj il solito coglione, negli anni in ohio era colpa di Brown e di compagni non all’altezza, ora che ha due stelle al suo fianco è colpa del filippino, ma e prendere in considerazione che questo sia un eterno perdente????

  38. stm

    La verità sta in mezzo, questo non è un perdente, però non ha il timone in mano. Cioè gente come Kobe Shaq e Garnett avrebbe già spaccato l’osso del collo ai compagni di squadra.

    L’aria che si respirava nello spogliatoio dei Celtics del 2008, la paura che incuteva Garnett, e l’aria che si respira attualmente nello spogliatoio dei Lakers non è per tutti, Kobe pretende in allenamento e ti rompe il culo se non fai quello che dice lui.
    Metodi un pò bruschi, però hanno funzionato con Jordan e funzionano ancora oggi.

    James e Wade dovrebbero mettersi un pò in accordo tra di loro e attaccare al muro tutti gli altri elementi del roster, forse riescono a risvegliare un pò un ambiente che si è cullato sugli allori ancor prima di giocare le prime partite.

  39. Mi vengono in mente le parole di Buffa su Lebron qualche mese fa, disse che Lebron è una specie di Scottie Pippen ovviamente più forte.

  40. stm, Lebron eterno perdente? A parte il fatto che ha 25 anni, ma poi ricordiamoci che questo ha trasformato una franchigia da eterna lottery in una contender col miglior record della lega per due anni di seguito.
    E’ riuscito a portarli alle Finals con gente come Ilga, Gooden e Hughes…non proprio Ginobili, Parker, Allen o Garnett…
    Ha portato ad un record di 66 vittorie (SESSANTASEI!!!) un roster i cui migliori elementi erano Mo Williams, Ilga e Delonte West, figuriamoci il resto..
    Lo scorso anno è stata la prima volta in cui ha avuto una rosa dignitosa, e infatti ci sono voluti dei Celtics letteralmente pazzeschi per fermarlo. A mio avviso ha sbagliato a lasciare l’Ohio perchè con un po’ di pazienza e qualche aggiustamento avrebbe sicuramente conquistato l’anello. Ora raggiungendo Wade in Florida si è inimicato un sacco di gente che non mancherà di rinfacciargli un giorno questa mossa.
    Ma prima di giudicare “eterno perdente” uno coi suoi mezzi e dopo ciò che ha dimostrato ai playoff 2009, ci andrei cauto.

  41. bodiroga

    potrebbe essere una nuova arma importante,soprattutto perchè un tiro del genere aprirebbe più l’area per le penetrazioni di kobe o le ricezioni in post basso di gasol.
    detto questo,io sono uno che pensa che nel basket completarsi tecnicamente mica sempre ti permette di poter essere più devastante.
    vedere caso stoudemire,negli ultimi anni ha aggiunto nel suo repertorio un tiro affidabilissimo dalla media,però spesso ne abusa troppo e si dimentica di attaccare il ferro con continuità,ovvero la sua caratteristica principale che ha fatto di lui un finalizzatore quasi immarcabile.
    ecco perchè per me l’essere più completo di un altro non vuol dire automaticamente essere più forti,perchè bisogna saper sfruttare questa completezza,non tutti ci riescono…

    stm

    prima di definire lebron un eterno perdente io aspetterei la fine della sua carriera,perchè queste cose le dicevano anche ai vari jordan o shaq alla stessa età.
    non per difendere lebron, e non per essere ripetitivo e noioso.
    però qui ci si dimentica che la fortuna di un jordan un shaq o un kobe e stata quella di ritrovarsi un bel giorno un coach carismatico che soprattutto ha capito prima di tutti (i suoi predecessori) che per poter sfruttare al massimo l’enormi potenzialità individuali di quei fenomeni era giusto disciplinare il loro gioco all’interno di un sistema offensivo equilibrato.
    ti ricordi il jordan di doug collins come giocava?
    stessa maniera di un lebron,palla in mano e ci penso io ad ogni singolo possesso.
    così come per lebron nei cavs,anche quei bulls riuscivano a vincere ma fino ad un certo punto,prima o poi trovavano sempre sulla loro strada una squadra più forte e più organizzata che gli faceva pagare il tutto…

    un anno addirittura jordan viaggiò a 32 punti e 8 assist di media,qualcosa di strepitoso da un punto di vista individuale ma che faceva fin troppo capire quanto dipendessero da lui quei bulls.
    arrivato phil jackson jordan ha continuato a segnare molto,ma faceva tutto ciò all’interno di un sistema offensivo ordinato che coinvolgeva tutti e rendeva ogni azione di jordan molto più imprevedibile per la stessa difesa avversaria.
    jordan,shaq e kobe per vincere hanno avuto bisogno della loro guida cestistica,forse anche lebron ha bisogno di questo…

  42. io onestamente più vedo giocare questi heat e più capisco sempre di più la grandezza di phil jackson da coach…

  43. mi dispiace che non si possono più vedere i commenti della scorsa stagione.
    però vi ricordate la serie tra cavs e bulls,ad un certo punto pur con uno shaq o un jamison in più i cavs giocavano nella stessa maniera di prima.
    così io ed altri,avevamo subito sottolineato che con questo tipo di gioco i cavs non avrebbero di nuovo vinte niente, e io ero uno di quelli che li considerava come favoriti.
    difatti pensavo che qualcosa sarebbe cambiata.
    vi ricordate la gara di natale tra lakers e cavs,dove lebron non fu costretto a prendersi subito sulle spalle l’intero attacco,ma preferì muoversi senza palla per poi ricevere in movimento.
    ecco,quella fu una gara capolavoro dei cavs,ovviamente non solo offensivamente,però quella e la prova perfetta per capire come andrebbe sfruttato il talento di lebron…

  44. Di sicuro non sembra un grande uomo il nostro lebron.
    Chiunque ha fatto uno sport di squadra sa che per vincere la figura dell’allenatore non deve essere messa in discussione davanti agli altri, altrimenti tutti si sentono autorizzati a fare quello che vuole, questa è una regola sacra, è non è un caso che le grandi squadre non cadono in queste cose!
    Se tu che sei il leader della squadra( o uno dei leader) ti lasci andare a questi gesti, non vincerai mai, ed è giusto così. Poi se non sei daccordo, lo prendi in disparte e lo offendi pure, ma mai davanti ad altri.
    Il problema è sempre quello, quando hai tutto fin dall’inizio senza aver fatto nulla per meritarlo, quando poi te lo devi conquistare fai fatica( magari ci riesci pure, ma ci metterai più tempo degli altri).
    Se sei il leader della squadra, devi essere il primo a metterci la faccia, non dare la colpa a destra e sinistra.

  45. LBJ la veste di leader carismatico non vuole indossarla, altrimenti non avrebbe scelto come compagno una figura tanto importante come Wade.

    Cmq quoto la delusione su Durant.. questo potrebbe essere il meglio del meglio con il fisico e la tecnica che si ritrova. Speriamo che il carattere così remissivo (per me ha lasciato il comando “emotivo” nelle mani di westbrook) non sia un freno come per me lo è per Melo..

  46. Discreto inizio di Bargnani che tira giù subito 3 rimbalzi, prende un’entrata con convinzione e rimedia un 2+1 e segna in post con un bel movimento in allontanamento verso il centro area.

  47. Ci vogliono due top ten per vincere… può esse, il punto è che affianco a Wade ne vedo molti meglio assortiti di quel birmante di Lebron: Durant, Dirk N., Deron, Gasol, P.Pierce (ammeso che sia un top ten ora come ora) Carmelo Anthony, Howard! Non me ne vengono in mente altri, ma tutti meglio di James come spalla pippiana di Wade, questo non è Pippen, lo dovrebbe diventare se vuol davvero vincere, ma non lo è, è una pippa di uomo e non vincerà ma niente

  48. Premesso che poi due top Ten non basterebbero comunque contro le due corazzate Celtics e Lakers

  49. “è una pippa di uomo e non vincerà ma niente”

    commenti sempre più vergognosi e faziosi su questo blog…
    ormai lebron è una pippa e povero wade che se l’è preso al fianco, ma chi gliel’ha fatto fare…che da solo stava bene!
    mah

    mettere in discussione lebron…dopo tutto quello che ha fatto in 7 anni di nba mi pare realmente ridicolo…le menti sono obnubilate dall’odio verso il 6 per la sua scelta…ma a voi che cambia?!
    è voluto andare a giocare la…c’erano dubbi sulla riuscita e li avevamo tutti…i problemi ci sono…probabilmente li risolveranno andranno ai playoff e usciranno al secondo turno e alle finals…perchè con quei 2 in campo tutto è possibile…
    ma basta offendere perchè è diventato un discorso stucchevole

  50. io sono daccordo con gallo

    lebron non è assolutamente perdente, il suo punto debole è che non capisce che coinvolgere i compagni non vuol dire fare 7-8 assist di media perche quelli li facevano anche murbury ed iverson, ma lasciare i compagni a costruire i tiri da solo certe volte. lui invece prende palla ad inizio azione penetra, tira o scarica per un piazzato. questo andava bene quando aveva tutti gregari (infatti i cavs contro i primi celtics erano forti) che si accontentavano di qualche tiretto piazzato e si sacrificavano in difesa. tutti qua dicevamo che fa cosi perche non ha i compagni forti, invece no, una volta messo accanto dei compagni che cmq erano capaci di costruirsi dei tiri da solo li ha ridotti come gregari da tiri piazzati, peccato che le stelle o presunte tali non si sacrificano in difesa (jamison e shaq, o wade e bosh oggi).

    dovrebbe modificare il suo modo di giocare, cercare anche piu spesso il gioco in post magari

    perdente è quello che non ha le palle nei momenti decisivi, non mi pare che lebron sia cosi, anzi…

  51. mark85

    ognuno la pensa come vuole,però mi piacerebbe sapere se quelli che considerano lebron un perdente vorrebbero o meno lebron nella propria squadra,ma devono essere sinceri…

    onestamente si può discutere il carattere di lebron ma non il giocatore.
    io sono pronto a scommettere che questo prima o poi almeno un titolo da leader della propria squadra riuscirà a vincerlo,questo lo può fare dappertutto,sia agli heat che in altre squadre,basta solo che qualcuno lo indirizzi bene…

    poi per criticare la sua scelta di trasferirsi agli heat non bisogna essere per forza gente che “odia” lebron,anzi io penso che gli stessi tifosi di lbj non siano felici di questa scelta.
    ad esempio si potrebbe chiedere ad un mp84 se e contento della situazione in cui si e messo lebron.
    se vince in molti gli faranno pesare il fatto di essere andato da wade per poter vincere,se perde lo “condanneranno” per davvero.
    ecco perchè dico che sbaglia ad avere simili reazioni,però lo capisco,la pressione che ha addosso e immensa…

  52. gallo

    io lebron non lo vorrei mai nella mia squadra ;-)
    a parte gli scherzi,concordo con te su tutto,lebron non è un perdente e mi sembra che lo abbia dimostrato nei suoi anni con i cavs.
    lebron è libero di fare quello che gli pare,se voleva poteva pure andare ai lakers al min salariale,però sinceramente per come la vedo io allearsi con uno dei primi 3 della nba(ad una età relativamnte giovane),è come dipingersi di rosso davanti ad un toro alla corrida.
    se la squadra non va il primo che la stampa(e molti appassionati) criticherà sarà mr lebron james,questo lebron lo sapeva

  53. mamba

    perchè hai riportato questa notizia?
    ora incominceranno a parlare di tennis,sport che non mi entusiasma… :-)

  54. altra cosa che ha sbagliato lbj.
    quello di farsi condizionare dalla pressione a cui viene sottoposto.
    certo per noi e facile parlare visto che non siamo nei suoi panni,però cavolo,lui non ha ancora compiuto 26 anni,quindi onestamente non vedevo tutta questa fretta di vincere subito senza pensare ad altre alternative che non necessariamente gli impedivano di poterlo fare fin da subito,anche se forse sarebbe stato difficile.
    ma questo accade quando fin dai tempi del liceo vieni definito il prescelto e se non mantieni certe aspettative sarai sempre una “delusione”.
    ma qui onestamente non si può dare a lui nessuna colpa,alla fine non era lui che si metteva sulla prima pagina di sport illustrated sotto il titolo di “the chosen one”…

    probabilmente anche il fatto che i lakers del suo rivale numero 1 continuassero a vincere l’ha spinto a prendere quella decisione.
    così ha tolto definitivamente a se stesso la possibilità di costruirsi anno dopo anno una squadra da titolo,come ad esempio fece shaq ai lakers dopo che andò via dai magic.
    ai knicks probabilmente avrebbe avuto tutte le basi per poter costruire una squadra che entro qualche anno sarebbe diventata la più forte dell’intera lega,perchè avrebbe avuto un compagno offensivamente perfetto per lui come stoudemire,lo stesso gallinari sarebbe stato complementare a lui,senza dimenticare chandler.
    mettiamoci pure il fascino della grande mela che avrebbe attirato ancora più free agent di un certo nome,poi con lui in squadra.
    per non dire che fascino avrebbe avuto per lui riportare il titolo nella città più importante d’america che non vince un titolo nba da quasi 40 anni.
    ripeto,secondo me ai knicks avrebbe potuto costruire una squadra che entro poco tempo poteva dominare questa lega con lui leader assoluto…

    lo può fare anche agli heat,però non avrà lo stesso sapore e comunque questa squadra ormai ha già una sua struttura che si può modificare ma non cambiare.
    poi comunque come detto sempre se voleva vincere fin da subito avrebbe dovuto scegliere i bulls,ma ripeto,a neanche 26 anni questa cosa del titolo a tutti i costi non dovrebbe esistere neanche per un uomo che fin da ragazzino aveva addosso una pressione sovrumana…

  55. Mamba

    Le gerarchie sono state ristabilite.

    Grande vittoria del mio Banco.

    James White: 33 punti (10-11 da 2) (2-6 da 3) (7-8 liberi) 6 rimbalzi 3 assist 2 recuperate e 2 perse per un 39 di valutazione.
    PAZZESCO PAZZESCO

  56. T-Mac molto bene in questi primi due quarti, ne sta venendo fuori una bella partita, i Raptors mi sa che l’hanno data su come direbbe Bagatta….;)

  57. da segnalare pure 20 pt di stat nel 1°tempo,insieme ai 13 di chandlr e ai 10 di gallinari,siamo sotto 55-53 all’intervallo.
    non possiamo prdere questa partita,questo è un esame che dobbiamo superare

  58. hawks a +20 sui raptors a 2min dalla fine del 3° quarto…
    alle 21 su SI2 hornets-spurs,mi raccomando prendete appunti sulle minchiate di bagatta

  59. tifoso knicks

    Lo stavo per scrivere io. Pronto il block notes per le cazzate di Guidone?

  60. belinelli vs ginobili.
    pensare quando ginobili era la stella della virtus e belinelli un ragazzino delle giovanili della stessa virtus che se lo mangiava con gli occhi…

  61. ha detto che ieri ha parlato al telefono con belinelli chiedendogli di salutare lui e dan peterson dopo la prima tripla che avrebbe segnato,in pratica dovrebbe toccarsi la spalla con la mano destra se non ho capito male,quello sarebbe il saluto…

  62. intanto vittoria degli hawks a toronto 96-78 tripla doppia di josh smith 13p 12r 10 ast,giocatore che devo dire mi piace,passatore veramente sottovalutato,5 uomini in doppia cifra per atlanta.
    tutta toronto in giornata pessima

  63. 97-91 knicks a 2 min dalla fine.forza!
    29+11+7 di stat…direi che sta iniziando a carburare

  64. toure yaya

    su questo hai ragione,certo d’antoni dovrebbe far qualcosa invece che utiliazzarlo da specialista da 3,però concordo

  65. gallinari sbaglia la tripla,si va all’OT

    ps seguo la partita dal play by play di nba.com,son messo male

  66. tifoso knicks

    pensa che se bagatta volesse esagerare ci potrebbe raccontare quella volta che giocò contro gli spurs che oggi commenta…eheh

  67. gallo

    immaginati i giocatori degli spurs che pensavano mentre vedevano giocare bagatta in campo…eheheh

    ma perchè deve dire tripletta????

  68. tifoso knicks

    non saprei,anche perchè bagatta disse che in quei giorni a milano fece lui da “guida” ad alcuni giocatori degli spurs,portandoli in qualche discoteca milanese…

    bagatta e anche quello che un giorno parlo e mangiò allo stesso tavolo con jordan e il padre.
    probabilmente i due gli raccontarono tutta la storia della loro vita…

  69. 2° OT

    mi sa che perderemo sta partita,non è possibile buttare via sti vantaggi,belli gtli schemi di d’antoni,sempre quel cazzo di pick ‘n’ roll centrale e basta

  70. Gallo

    Una leggenda narra che Bagatta portò in giro i giocatori degli Spurs nei migliori ristoranti e nelle migliori discoteche di Milano.

  71. Volevo fare un giochino dialettico con il nome di Pippen/pippa, mica offendere L. James, quello mi da una spallata e mi stende. Il punto è che la pressione ora ce l’ha ancor più di prima e le possibilità di vincere invece sono inferiori a quelle che avevano i Cavs lo scorso anno, per il resto si è già detto tutto il dicibile sulla sua decisione. La spalllata a Spolestra però non può che far pensare male di lui

  72. tifoso knicks

    Ringrazia il Gallo, dai che la portate a casa…ahahah hai parlato in anticipo. Ha fatto quel fallo su Prince per fare l’eroe della situazione nel secondo overtime…ahahah

  73. bodiroga

    però sarebbe meglio che la prox volta non faccia un fallo del genere,però va bene così :-)

  74. Ragazzi guardate i Clippers-Jazz.. missà che ci scappa un’altra prestazione monster di Griffin…

  75. siamo tornati al 50%,stoudemire 37+15+7,gallinari bene con 20 pt e 2 triple all’OT,chandler bene anche lui tripla fondamentale nell’OT,felton insomma sbaglia molte decisioni ma la partita nonè da buttare.

  76. Pare che Griffin voglia sparare un altro 40ello…, 21 punti a 3 minuti dalla fine del primo tempo.

  77. mamma mia griffin che giocatore..gioca con una cattiveria alla garnett dei bei tempi, devastante

  78. Oggi mister Griffin cos’ha intenzione di fare?

    A proposito di Fields, uno dei rookie più bravi di questo primo mese. Vedo che va tanto a rimbalzo, spesso in doppia cifra nonostante sia un esterno.

  79. Mi hanno rotto i coglioni questi pagliacci!!! 3 ore che lanciano merda contro Tim Duncan, una vergogna televisiva.

  80. bodiroga

    coma darti torto,non si rendono conto che parlano di uno dei grandissimi di sempre di questo gioco…

    ma d’altronde mcdyess una volta era un giocatore dominante,chissà in quale lega…

    comunque per blake griffin un altro evenuale quarantello contro i jazz avrebbe un valore leggermente diverso rispetto a quello fatto contro la difesa dei knicks…

  81. Commento pro Hornets, si vede!!! Beh a questo punto, speriamo vincano gli Spurs…Comunque Ginobili non si tiene eh…

  82. 31+13+5, già finisse così sarebbe una prestazione mostruosa, manca ancora un quarto intero…;)

  83. 31-13-5 di Griffin, con un unico appunto, siamo a fine terzo quarto.

    San Antonio vs New Orleans.

    Partita divisa in due, gli Hornets giocano una grande pallacanestro per due quarti e mezzo, Paul corre e fa correre da Dio, grande impatto di West e Emeka Okafor. A metà terzo quarto, sulla spinta di Ginobili e George Hill rientrano gli Spurs che affondano il colpo in un quarto quarto senza storia.
    MVP Manu Ginobili che va a 3 rimbalzi e 2 assist dalla tripla doppia.
    Belinelli non ha demeritato, forse uno dei pochi che si salva nel secondo tempo della propria squadra.
    Chris Paul abbastanza freddo, è sparito nel quarto decisivo, ma vabbè pazienza, succede anche ai migliori.
    Duncan tutt’altro che “morto”, questo è sempre in controllo, lasciamo perdere.

  84. Perchè Cole Aldrich e soprattutto Terrence Williams sono finiti in D-League? Qualcuno è a conoscenza dei motivi che hanno spinto le squadre a tutto questo.

  85. T.Williams per motivi disciplinari…………3/4 volte consecutive è arrivato tardi agli allenamenti.

  86. Alla fine Griffin ha chiuso con 35 punti, 14 rimbalzi e 7 assist, mi spiace che queste prestazioni monstre vengano un pò ridimensionate dal contesto perdente dei Clippers.

  87. Buona vittoria dei jazz in trasferta. una grande squadra deve vincerle queste partite con squadre dal record mediocre e i jazz quest’anno mi sembra lo facciano rispetto a quanto succedeva negli anni passati. al solito prestazione monstre di williams, ormai leader assoluto dopo l’addio di boozer. buone prove del russo, sempre ago della bilancia della squadra e di cj miles, ormai sempre più certezza dalla panchina con molti punti nelle mani (ed ha solo 23 anni!). mi sorprende in positivo cj watson, che si sta rivelando ottimo back-up di williams (7 assist in 17 minuti son tanta roba). Strepitoso blake griffin per tre quarti, poi sloan gli ha piazzato in marcatura elson nell’ultimo periodo e la mossa pare essersi rivelata azzeccata. Chiusura sull’ennesima sconfitta a rimbalzo per l’ennesima volta in doppia cifra, 11, con un imbarazzante 6 di coppia per jefferson e millsap. Ma come si fa!!!???

  88. per tutti quelli che lo avessero dimenticato nella preview su i cavs mettevo due paroline su quanto fosse difficile per gli heat vincere le partite con tre star che costruiscono solo dal palleggio…è ancora lunga ma come dissi prima filippino a casetta… brutta storia… e alla fine anche sul fatto che du partite le portassero via i cavs stessi non era male come previsione.

Commenta