Per una notte i Lakers di Kobe si infrangono contro la muraglia dei Jazz

Tante le partite della notte nella NBA: i Jazz causano la terza sconfitta stagionale dei campioni in carica, ma anche gli Spurs perdono in casa sotto i colpi dei Mavericks.

Ecco com’è andata.

Houston 89 – Charlotte 99
Buona vittoria casalinga per i Bobcats, che tengono Houston al 41% dal campo. Bene Diaw (20p 10r) e Wallace (21p 14r). Non bastano i 16p di Martin e i 19p e 8r di Budinger.

Cleveland 100 – Orlando 111
Facile vittoria casalinga per i Magic, guidati dal solito Howard (23p 11r), molto intenso e costante anche in attacco in questo inizio di stagione. Per i Cavs lottano i soliti Williams (20p 8a) e Jamison (22p 7r) in losing effort.

Milwaukee 89 – Detroit 103
Nessuna sopresa anche Detroit, che propone una gara con 7 giocatori in doppia cifra (il migliore è Stuckey, con 18p e 7a in 28 minuti). Solo il 38% al tiro per Milwaukee, orfana Bogut: il solo Jennings da 25p 6a 4r non è sufficiente se la squadra tira col 38% dal campo.

Philadelphia 90 – Miami 99
Si rimette in carreggiata Miami con la facile vittoria interna contro i Sixers: 23p per Wade, 20p 8r 6a per James, 18p 9r di Bosh. Sempre più in crisi di gioco e risultati i Sixers nonostante gli sforzi di Brand (12p 8r) e Iguodala (20p 9r 5a).

Toronto 101 – Boston 110
Rivincita casalinga per i Celtics guidati da un rientrante Rondo (4p 14a). So rivede anche il Garnett dei bei tempi (26p 11r) mentre dall’altra parte si difende Calderon (12p 15a) mentre Bargnani questa volta stecca (11p 8r ma 4/13 al tiro).

Oklahoma City 110 – Indiana 106
Vittoria al supplementare per i Thunders guidati da un mostruoso Westbrook (43p 8r 8a), ben supportato come sempre da Durant (25p 8r) e Green (15p 14r). Inutili dall’altra parte i 10p del solito Granger.

Dallas 103 – San Antonio 94
Colpo esterno dei Mavs che tirano col 52% dal campo a San Antonio guidati dal solito Nowitzki (26p con 12/14 al tiro e 8r). Chandler continua a spazzare i tabelloni (19p 8r) e i Mavs hanno dunque un’arma in più rispetto alle passate stagioni. Si salva il solito Ginobili (31p 4a) in casa nero argento.

Chicago 97 – Denver 98
Senza Rose per un banale infortunio casalingo al collo, i Bulls rischiano il colpaccio a Denver trascinati dal suo sosituto, C.J. Watson (33p 3r 3a). Questa volta però Melo (22p 6r 8a) non perdona: il game winning shot, a differenza dell’andata, va dentro sulla sirena. Per i Bulls ottimi come al solito Noah (17p 16r) e Deng (24p 11r).

LA Lakers 96 – Utah 102
Finalmente i Jazz battono la loro bestia nera, i Lakers, guidati dal solito immenso Williams (29p 12a) e da un solido Jefferson (20p 8r). Per una volta non basta Gasol (21p 11r) e il rush finale del solito Bryant (31p con 10/21 al tiro).

LA Clippers 108 – Phoenix 116
Suns vincenti contro i soliti Clippers, talentuosi ma spreconi: Nash (16p 10a) lancia i compagni Richardson (29p 6r) e Warrick (25p 6r). In casa LA si salvano i soliti noti: Gordon (32p 6a) e Griffin (10p 14r).

Golden State 111 – Memphis 116
Terza vittoria in fila per Memphis contro i non irresistibili Warriors da trasferta: decidono Gay (25p) e un redivivo Majo (23p dalla panchina) rendendo inutile la serata di grazia di Biedrins (28p 21r).

New Orleans 97 – Portland 78
Gli Hornets tornano alla vittoria sul campo dei Blazers dove si rivede un buon Roy (27p 4a). Paul (16p 13a) suona la carica per i suoi, trovando il supporto di Ariza (18p 7a) e Belinelli (14p 4a).

Post By Max Giordan (979 Posts)

Max Giordan segue l'NBA dal 1989, naviga in Internet dal 1996. Play.it USA nasce dalla voglia di unire le 2 passioni e riunire in un'unico luogo "virtuale" i tanti appassionati di Sport Americani in Italia. Email: giordan@playitusa.com

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

60 thoughts on “Dallas espugna San Antonio, i Jazz battono i Lakers

  1. Dirk da 12-14 al tiro..questo gioca sempre meglio e con Chandler sotto Dallas sta messa bene.mentre Butler mi pare appannato, lo tradano entro febbraio?

  2. iniziamo subito col dire che perdere a salt lake city ci può stare benissimo e questi jazz non hanno rubato nulla.
    questi lakers onestamente non possono giocare a 100 all’ora ogni gara,erano partiti forte,ma poi ci può stare benissimo un calo,soprattutto dovuto allo scarso contributo dalla panchina,stavolta si…

    boh,io sono uno che si preoccuperebbe nel veder vincere e convincere i lakers in tutte le gare di novembre,perchè nei primi mesi nba non puoi giocare al massimo ogni partita,non sarebbe normale,almeno per questa versione dei lakers che non ha nel proprio dna la concentrazione assoluta 48 minuti su 48,tutt’altro…

    poi ripeto,i meriti vanno soprattutto ai jazz,squadra che non molla mai,trascinata da un deron illegale.
    poi quando lo vedi essere così decisivo negli ultimi minuti contro i lakers pensi perchè in regular season riesce ad esserlo e ai playoff no (contro i gialloviola).
    ovviamente parlo delle gare playoff tirate,dove deron che io ricordi fu decisivo solo nella gara 3 dei playoff 2009,mentre in altre gare lo ricordo super per 3 quarti e mezzo per poi nascondersi nei minuti decisivi.
    abbiamo tutti visto che giocatore può essere quando la palla scotta…

    tornando ai lakers,kobe mediocre per 3 quarti e poi ha tirato fuori il coniglio dal cilindro con due minuti di puro spettacolo cestistico.
    prima bell e poi kirilenko ci hanno capito poco,in un attimo ha nuovamente ribaltato il match.
    grande nel pescare libero artest,ma l’ex rockets non e riuscito ad essere decisivo come molte volte e stato l’anno scorso…

    blake ha sbagliato l’impossibile,ma la qualità dei suoi tiri presi e stata altissima,ci può stare una brutta prestazione al tiro,anche perchè ricordiamoci che questa squadra fino ad oggi aveva viaggiato con percentuali quasi irreali nel tiro da fuori…

    altre gare.
    celtics che accendono e spengono contro i raptors,super kg,ma anche shaq sembra carburare,poi con un rondo in più questa squadra ha una marcia diversa,ma qui si scopre l’acqua calda…

    io stravedo per durant,però bisogna dire che in questo prime mese di nba i thunder più che a lui appartengono a westbrook.
    43+8+8,che giocatore!!!
    spurs che perdono il derby texano contro i mavs,tra l’altro in casa.
    ma soprattutto per loro ogni tanto ci può stare un calo.
    stavolta non e bastata l’ennesima grande gara dell’argentino.
    va sottolineato l’ottimo momento dei mavs,bella striscia e vittorie convincenti per loro.
    poi questo derby e sempre molto imprevedibile,quando sembrano favoriti gli spurs lo vincono i mavs e viceversa…

    heat che trovano i sixers in casa per riprendersi dopo un periodo no.
    finalmente una positiva gara di wade a 360 gradi,come può e deve fare.
    nella gara dei playmaker assenti la spuntano all’ultimo i nuggets con il solito decisivo melo da ultimo possesso…

    • Se ben ricordi nella serie contro i Jazz dell’anno scorso non ci doveva essere (tutti davano per vincenti i nuggents). Inoltre la squadra aveva se non ricordo male alcuni lunghi infortunati, vai a vincere tu contro una squadra che non ti fa prendere un rimbalzo (tenere su la baracca per tre quarti è stata già un’impresa). Teniamo conto anche delle situazioni degli altri per cortesia. Nessun giocatore ti può far passare un turno di po nba da solo.

  3. Jazz super e Williams sontuoso come sempre, cosa gli manca ancora?
    Al Jeff. secondo me è meglio di Buzz e Bell è il perfetto “anti” Kobe, Okur da dimensioni diverse all’attacco e rientrerà! Price e Miles danno energia e punti dalla panca… cosa manca per vincere un titolo?
    Manca Kobe… nel senso che lo hanno gli altri e mancano cm sotto canestro per battere il due Bynum-Gasol in una serie di PO! Comunque se la giocano con tutti e sarà dura per tutti, se per una volta Sloan vincesse contro Zen?
    Dallas indigesta per gli Spurs, Chandler veramente un must, hanno dato quel contratto a Haywood perchè non ci credevano, ma che si abbinasse bene col tedesco e con Kidd era prevedibile. Già agli Hornets diede molto fastidio a Duncan e gli anni passano

  4. Su Westbrook ho esaurito gli aggettivi… la serie vs i Lakers evidentemente gli ha dato una sicurezza tale da fargli compiere un ulteriore salto di qualità…. leader e trascinatore dei Thunder… Durant sa fare altro -e peraltro lo fa benissimo- ma la leading l’ha possiede il play ex UCLA…

    Bryant mostruoso nell’ultimo quarto, D-Will fantastico per 48 minuti… 10su14 al tiro col 50% da 3…. più la tripla del pareggio, più la rubata che ha deciso la partita…. Artest sbaglia 2 conclusioni (ma non è quello il suo compito principe e quindi ci sta) e i Jazz finalmente battono i Campioni.. chissà se questo li sbloccherà per il salto di qualità che tutti si aspettano quest’anno…

    Melo Melo Melo…. sticazzi che buzzer…

    Spurs alla 2 sconfitta (su 2) interna della stagione… bene solo Manu, ma questo non fa più notizia…. la chiave è la solita, Dirk marcato da Bonner si diverte un sacco….

    Pensavo che i Blazers con il rientro di Roy rendessero più dura la W agli Hornets… invece netta vittoria della squadra di CP3 con un ottimo Marco… per la cronaca, brutta botta presa da Rudy con un contrasto con……. Roy… incredibile…

  5. julius

    raja bell il perfetto anti kobe mi sembra una bella forzatura.
    parliamo di un signor difensore,ma io onestamente su kobe ho visto difese migliori rispetto a quelle di bell.
    bell gli concede troppi cm,la stessa cosa valeva per un tony allen,che però,pur all’interno di un sistema difensivo quasi perfetto,riusciva a infastidire kobe grazie ad un energia e una mobilità pazzesca,difatti kobe contro tony allen spesso aveva problemi anche a mettere palla a terra…

    bell lo vedo uno che lo può infastidire,come alcune volte gli riusciva ai tempi dei suns,però sono altri i difensori che kobe soffre davvero.
    battier,sefolosha,prince,posey e tony allen…

  6. Alcuni spunti nella notte NBA … A parte il solito immenso Ginobili,ma vogliamo parlare degli ultimi 6 minuti di D.Williams e Kobe………………

  7. showstopper

    ogni anno i lakers perdono almeno una gara di stagione regolare a salt lake city.
    secondo me non era questo il problema dei jazz.
    squadra che quest’anno sembra molto più quadrata,lo stesso bello lo vedo perfetto al fianco di deron.
    poi kirilenko non sarò tornato quello di qualche anno fa,ma almeno sembra stare bene fisicamente.
    in più ricordiamoci che devono recuperare un okur che ha uno stile di gioco che come al solito può tornare utile alla squadra di sloan…

    in questo mese hanno battuto heat,hawks e magic in trasferta e hornets e lakers in casa,non male…

  8. Kobe non sofre nessuno fa sempre e comunque ciò che vuole, Bell ai Suns fece molto bene ed è dieci anni che è considerato un buon difensore, fra i migliori nel ruolo, credo lo abbiano preso proprio come anti Kobe, poi ora come ora forse è meglio Thabo forse. Di sicuro era il migliore disponibile, con molta esperienza.
    Kobe lo rispetta perchè è leale, la rubata nel finale è sua… non è certo Bowen

  9. discorso durant.

    bisogna subito dire che in questo primo mese di nba mi aspettavo più da lui.
    a segnare segna,però tira con brutte percentuali e comunque non e molto continuo come lo era lo scorso anno.
    forse per davvero ha i mondiali ancora sulle gambe e nella testa.
    ricordiamoci mondiali dove ha fatto gli straordinari e sostanzialmente ha vinto quasi da solo…

    certo che poi dall’altra parte i thunder hanno un westbrook a tratti illegale,come quello di ieri.
    giocatore in spaventosa crescita,già oggi uno dei playmaker più forti e completi della lega.
    forma o non forma,lui e durant hanno caratteristiche completamente che permettono a entrambi di completarsi.
    wade e lebron dovrebbero imparare da loro,anche se certe caratteristiche non le cambi.
    in wade e lebron “vedo” due westbrook e nessun durant,ecco il perchè dei loro problemi di incompatibilità…

  10. Cavolo i Bulls hanno letteralmente gettata via la vittoria, però Melo ennesimo buzzer, stratosferico! deron favoloso, Lakers per una volta abbandonati dalla panca, Artest veramente male in questo avvio, al di là delle conclusioni, sembra ancora stia festeggiando gara 7! tra l’altro, a mio modestissimo avviso, con una squadra come Utah, che non ha i Durant, i Lebron, i Carmelo, i minuti di Artest dovrebbero essere ridotti, o Barnes o Shannon dovevano giocare quel finale, anche perchè i Lakers hanno giocato 10 minuti di pick and roll Kobe-Pau e basta, senza fare niente di diverso, allora conviene mettere qualcuno che tiri meglio di Artest…!

  11. Gallo

    Vero, ma le W dei Jazz in regular vs i Lakers non sono mai state (a memoria) partite combattute… l’unica W Jazz lottata che io ricordo è gara3 del 2009… per questo dico che è importante… poi come hai sottolineato Utah ha vinto su campi importanti in questo primo mese NBA e sono 12-5… segno che la squadra ha invertito la rotta rispetto agli anni precedenti, in cui il record in trasferta abbassava e di molto quello complessivo…

  12. Westbrook aveva un punto debole, che era il tiro, quest’estate ci ha lavorato e i risultati sono lì, ad inizio anno lo avevo pronosticato come mip e per quanto sta mostrando lo meriterebbe! dirk favoloso anche lui, direi che lui, deron e carmelo sono i 3 eroi del giorno, a parte cj watson che ha rovinato una partita fantastica con quel finale sciagurato…

  13. Puoi interessare questo:

    Bosh/Wade/LBJ fino ad ora hanno prodotto + 67 in 343 minuti di gioco. Ancora più precisamente, per ogni minuto giocato in campo dal suddetto trio, Miami guadagna/vince +0.19 punti sull’avversario. Questo + 0.19 dopo le prime 14 gare di NBA è il peggior dato per plus minus al minuto di tutti i primi 50 trio NBA.
    Wade/Bosh/James nella classifica dei trio più produttivi della NBA sono attualmente al 45° posto.
    Al primo posto, per rendere l’ idea c’è il trio degli Spurs Duncan-Jefferson-Parker che in 14 partite, ( con questi 3 in campo insieme) hanno + 135 di plus minus e per ogni minuto passato sul campo , vincono/segnano vs gli avversari + 0,41 punti –
    I dati più interessanti secondo me sono però altri.
    Nei primi 50 trio della NBA , sempre per plus/minus, appaiono solo 2 terzetti degli Heat, rispettivamente al 45° ( i soliti 3) e al 36° posto (Arroyo, Wade, Bosh).
    Per darvi un’ idea, nelle prime 10 posizioni ci sono 5 terzetti Lakers, 2 Spurs, 2 Mavericks e 1 Celtics.
    Qui per i curiosi : http://www.nba.com/statistics/plusminus/plusminus_sort.jsp?pcomb=3&season=22010&split=9&team&pager.offset=0
    In sostanza, se cambi i terzetti (che ampliato vuol dire quintetti) e continui ad andare bene, vuol dire che il tuo sistema di gioco funziona.

    Fonte: Alessandro Mamoli.

    • praticamente hai parlato di fuffa. l’unico +/- che ha senso considerare è solo quello in 5, dato che, “se nn ricordo male”, in campo scendono di solito 5 persone e nn solamente 3. parlare di terzetti nn equivale a dire che “ampliato vuol dire quintetti”. i quintetti sono quintetti e i terzetti terzetti. dagli ultimi nn si ricava niente di valido anche per i primi

  14. julius

    infatti nessuno dice che bell non e un ottimo difensore,ma parlare di perfetto anti kobe mi sembra esagerato…

    alfredo

    artest difensivamente ci voleva negli ultimi minuti,poche storie.
    certo che ancora giudichiamo l’importanza di artest per questa squadra,facendone una questione prettamente offensiva.
    a parte che io lo scorso anno ricordo un artest molte volte decisivo negli ultimi minuti,ma non solo ai playoff.
    ci siamo scordati la sua tripla contro i rockets dove punì un raddoppio su kobe.
    per non parlare della gara di boston di regular season,dove prima del canestro vincente di kobe,fu decisivo in difesa su pierce e ancora prima segnò in penetrazione il canestro del -1…

    la verità e che un brown può essere oggi un tiratore nettamente migliore di artest,ma magari phil jackson si fida più di un artest perchè lo ritiene più freddo emotivamente parlando in quei decisivi istanti,ripeto,questo senza considerare il suo enorme lavoro difensivo che come al solito non manca mai…

    comunque io sono più tranquillo di ieri.
    ci può stare perdere a salt lake city contro questi jazz a novembre,non sarebbero i lakers altrimenti…

  15. Un giovanissimo Bell fece un gran lavoro su Kobe nelle finals del 2001, per me è uno dei migliori a uomo su Kobe, o almeno lo è stato, comunque sulla tripla sbagliata di Kirilenko si è decisa la partita, eravamo avanti di 3 con possibile possesso e invece hanno dato la rimessa ai Jazz con Williams che ha sparato una bomba da fuori straordinaria, poi ci si è messo anche Kobe con una palla persa mortifera, insomma, potevamo portarla a casa tranquillamente se avessimo gestito bene gli ultimi minuti, comunque Artest che si prende gli ultimi due tiri non si può vedere.D-Will formato MVP come Dirk e Westbrook.

  16. Non mi aspettavo un inizio di stagione così da parte di Houston.
    Buks senza Bogut e Warriors senza Lee (segno che il 4 mancava) soffrono. Importante vederli con i rispettivi rientri. Bene Dorell Wright per i Warriors.
    Bene i Bulls anche se perdenti. Miglior realizzatore Watson che sostituiva Rose. Con il rientro di Boozer e una maggior distrubuzione dei punti potrebbero rivelarsi veramente ostici.
    Garnett si muove molto meglio in campo rispetto alla passata stagione. La strada sembrerebbe quella giusta. L’importante è non forzare.

  17. Ok anche a Denver mancava qualcuno (un certo Billups), ma è rientrato the birdman!! Molto della grande prestazione di Watson sta nella difesa di Lawson e dei Nuggets ma la squadra sta in campo contro chiunque (parlo dei Bulls) segno che è ben allenata e quadrata, anche Gibson è giu di corda, questi al completo ma anche ora son già la terza forsa ad est ! Futuro roseo

    • Concordo su Denver e l’assenza di Billups. Dopo Lakers e altre 2/3 franchigie e con Melo (da vedere come andrà a finire) rimangono l’incognita P.o.
      Il play, ieri Rose oggi Watson nei Bulls, rimane il terminale offensivo più usato nel gioco. Con Boozer sotto dovrebbero trovare più punti nel pitturato e una migliore distrubuzione. Ben allenata.

  18. x Gallo
    Kobe è immarcabile, soprattutto come quando ieri notte tira da tre e il difensore per non fare fallo, non gli contesta il tiro. fallo ottenuto lo stesso con tre tiri liberi causati da kirilenko non da Bell. La questione è che rispetto agli ultimi tre anni, quest’anno i jazz hanno un difensore nello spot di guardia che prima non avevano, che sai che in qualche modo può tentare di ostacolare Bryant nel limite del possibile. negli scorsi anni, con tutto il rispetto c’erano prima brewer e poi l’anno passato Matthews, che benchè molto fisici e atletici, sono stati soppiantati facilmente da Kobe, anche per una differenza di esperienza notevole.

    Mi sembra che Al jefferson si stia finalmente inserendo bene e secondo me regge meglio l’urto contro i lunghi dei lakers rispetto a un Carlos Boozer. Inoltre in generale da più presenza difensiva, almeno ogni tanto tenta di darla una stoppata!!! che ne pensate?

  19. che notte!

    westbrook è il leader, durant lo scorer, green il tuttofare, thabo lo specialista difensivo…manca un centro, un po di crescita, e abbiamo la contender del domani

    i lakers che perdono ci sta, miami che vince solo di 9 vs phila che è sempre piu in crisi…hanno anche una buona squadra, davvero non capisco

    bene i miei pistons, con uno stuckey e un villanueva sempre meglio, e bene melo che segna un buzzer fantastico…

  20. ak47

    questo sicuramente.
    ma io infatti sono d’accordo con chi dice che bell e un ottime pedina di questa squadra,difensivamente può infastidire kobe.
    io stesso la scorsa estate lo volevo ai lakers prima di prendere barnes che sembrava ormai andato ai raptors…

    però ripeto,su kobe ho visto difensori migliori di bell,alla fine era questa la precisazione che volevo fare.
    poi e ovvio che quando kobe entra in ritmo non lo ferma nessuno…

    su boozer,io dico che lui contro i lakers ha sempre messo su grandi cifre ma non l’ho mai visto realmente avere un grande impatto,almeno in proporzione delle sue cifre.
    al jefferson e più uomo d’area di boozer,però per testarlo contro i lakers ci vuole anche bynum,ovvero il giocatore più fisico della squadra di phil jackson.
    però bisogna ricordare che ai jazz manca okur,un giocatore che difensivamente può aggiungere poco alla causa,ma offensivamente il suo stile di gioco atipico lo rende sempre un bel rebus…

    comunque millsap,jefferson,okur e fesenko,come reparto lunghi i jazz mi sembrano molto completi…

  21. x Gallo
    su Bell siamo d’accordo.
    sul fatto che Boozer abbia messo su grandi cifre contro i lakers è vero e che per me sia molto forte offensivamente anche, ma nn so quante stoppate o tiri contestati si sia beccato in tre serie di play-off contro la front-line dei gialloviola, ho perso il conto. hai ragione nn ha mai avuto un grande impatto e in più è meglio sorvolare sul suo apporto difensivo………….per questo preferisco jefferson, a patto che continui cosi nel suo inserimento. Okur aggiunge poco difensivamente è vero, ma è pur sempre un corpo da 2,12 da mettere sotto le plance e nn è poco…….

  22. “poi quando lo vedi essere così decisivo negli ultimi minuti contro i lakers pensi perchè in regular season riesce ad esserlo e ai playoff no (contro i gialloviola).”

    l’anno scorso contro i lakers williams fece 20 p e 8.5 assist di media, numeri di tutto rispetto, nonostante fossero inferiori a quelli stellari della precedente serie contro i nuggets: in gara 3 sbagliò il tiro della vittoria, cosa che l’anno precedente gli era riuscita, capita. mi pare evidente che i lakers sono piu’ forti di utah. se poi ha dovuto giocare con fesenko centro titolare contro gasol e odom non è colpa sua, ma si sa che la scusa dei compagni deboli vale a seconda di chi sia il fuoriclasse da difendere/accusare.

    vedremo quest’anno se hornets e lakers si incroceranno nei PO quali saranno le cifre di Paul. 30 + 20 a partita? io dico di no, i Lakers nei playoff difendono leggermente meglio che in regular season……

  23. comunque e impressionante notare come a ovest ci sono parecchie squadre che probabilmente anche quest’anno ricopriranno il ruolo di outsider,però gli basterebbe anche poco per poter lottare davvero alla pari con le vere big…

    sui thunder d’accordo con sasipunk,gli manca qual pizzico di fisicità in più sottocanestro per poter spaventare per davvero questa lega.
    i jazz sotto li vedo bene,e anche nel reparto esterni,visto che si può dire che bell può essere per deron quello fisher e per kobe,senza dimenticare kirilenko che può essere,se sano,un giocatore tatticamente fondamentale,ma forse a deron gli servirebbe un vero secondo violino.
    gli spurs con un ritrovato parker e un ginobili a livelli da mbp,dietro sono messi alla grande,ma sottocanestro il duncan di oggi lo vedo troppo solo,non può più caricarsi sulle spalle l’intero reparto come era in grado di fare fino a tre stagioni fa.
    gli hornets hanno un bel quintetto,la coppia paul-west come al solito può essere devastante come poche altre,ariza non lo scoprono certo loro,belinelli e la guardia ideale per un cp3,okafor si sbatte sempre,però forse a questi hornets gli servirebbe un lungo di riferimento in post basso…

    siamo sempre allo stesso punto,quasi ogni squadra nba per fare il grande salto avrebbe bisogno di quel lungo in grado di compensare certi limiti sottocanestro.
    penso a bynum,chissà se l’avessero squadre come hornets,spurs,nuggets o thunder.
    veramente certi equilibri si potrebbero spostare.
    invece bynum appartiene ai lakers,visto la presenza di gasol,forse la squadra che ad ovest ne avrebbe meno bisogno,sempre sottolineando che comunque anche per i lakers bynum resta un giocatore fondamentale…

    forse l’unica squadra della western conference(lakers a parte) che oggi mi sembra stare bene così nel reparto lunghi sono i mavs,nowitzki e chandler si completano alla grande.
    ma forse i mavs hanno proprio dietro i loro limiti principali,nowitzki avrebbe bisogno di un altro esterno in grado di supportarlo per davvero offensivamente parlando.
    in questi ultimi anni terry ha dimostrato di essere uno dei migliori sesti uomini della lega,ricoprendo ai mavs praticamente lo stesso compito di un ginobili.
    ecco,se già al posto di terry i mavs avessero il ginobili di oggi,cambierebbe molto a mio avviso…

  24. michele

    e basta con questa storia.
    mi dispiace se tu vuoi che io pensi che deron williams sia un giocatore perfetto hai sbagliato persona…

    ripeto,lo dovrà dimostrare, e con questo ti ripeto per la milionesima volta che si può dimostrare di essere super anche quando si incontrano squadre inferiori.
    non farmi riportare i soliti esempi…

    che potrebbero essere lebron contro i pistons,wade contro i celtics,kobe contro i suns.
    tutta gente che quando ha avuto una piccola occasione di vincere gli incontri contro squadre nettamente più forti raramente falliva…

    poi non mi sembra che nash avesse chissà che armi per contrastare la front line gialloviola,eppure grazie soprattutto a lui,ha reso la serie molto equilibrata,che se non fosse stato per il canestro di artest chissà come sarebbero andata a finire(anche se probabilmente l’avrebbero sempre vinta i gialloviola).
    proprio in quella gara io mi ricordo l’ultimo quarto del canadese e tu te lo ricordi?

  25. sui jazz
    una rondine non fa primavera ,bell sara stato un ottimo difensore su kobe nell 2001 ma quello indossava l’8 con il 24 credo sia tutto molto piu difficile (la completezza di gioco di kobe ora lo rende molto piu immarcabile per Bell).

    cmq per ora i jazz sembrano essere riusciti a migliorare dopo la fuorouscita di Boozer ma credo che il divario sottocanestro con i lakers sia ancora troppo ,milsapin difesa diventa un buco contro gente come gasol e bynum ,okur puo diventare un rebus… ma odom credo possa risolverlo…

    cmq possono lottare per la finale di conference ma non credo per altro ,l’unica possibilita potrebbe dipendere dal ritorno di A.K.47 su livelli molto alti in questo modo forse potrebbero giocarsela perche il russo visto qualche anno fa porta con se una buona dose di rimbalzi -stoppate -intensita che potrebbero supplire a certe mancanze ..ma è un grosso “SE”.

  26. cioè sembra che qua se uno “critica” ogni tanto deron e come se lo considerasse scarso…

    su cp3 si può dire che billups l’ha distrutto o che perde ogni volta gli scontri diretti con deron.
    mentre con williams invece non si può ricordare che contro i lakers ai playoff tende a giocare tre quarti e mezzo alla grande per poi nascondersi nelle fasi decisive…

  27. situazione ovest:ecco perchè i lakers faranno le finals

    san antonio spurs: troppo deboli sotto, duncan sarà al 60%, mentre toto,bonner,splitter e blair per vari motivi non sono all’altezza..e poi la panchina è abbastanza scarsa, c’è solo hill…

    dallas: come quintetto sarebbero i migliori assieme ai lakers, però la sensazione è che abbiano perso il treno 4 anni fa…cmq chandler è il lungo che serviva, piuttosto il problema è che kidd ha quasi 40 anni e marion e butler sono in declino

    portland: hanno l’elemento giosto da contrapporre a kobe(roy), avrebbero i lunghi ideali(oden-aldridge) e avrebbero anche un play che metterebbe in croce fisher…ma sono sempre rotti, quindi miracolo se arrivano ai PO..

    jazz: sono 3 anni che escono coi lakers, manca secondo me una guardia con punti nelle mani(rip ideale) e poi tutto dipende da kirilenko, molto instabile…e cmq il reparto lunghi è abbastanza bassino

    nuggets: parlando di talento, loro forse sono i più pericolosi, però resta il fatto che hanno un reparto lunghi abbastanza scarso, nene,birdman,martin e harrington sono 4 giocatori di medio livello, contro i quali gasol banchetterebbe

    thunder: manca esperienza(durant anno scorso è stato trucidato da artest), e manca un centro decente

    hornets: manca un centro e una guardia forte

    ai suns e ai rockets mancano parecchie cose…

  28. wade contro i celtics l’anno scorso ha avuto una gara 4 mostruosa in cui gli entrava di tutto, ma si era già sul 3 a 0 ed è stata una prestazione ininfluente per il resto è stato contenuto bene, risultato della serie 4 a 1……..anzi in gara 1 miami era anche in vantaggio di 15 punti, poteva essere la svolta nella serie ma nell’ultimo quarto l’ex MArquette si eclissò. Il primo turno di Deron contro Denver ( sicuramente più forte di dei Jazz privi di Okur e AK47) fu ben altra cosa.

    Nash straordinario, ma c’era anche un certo Stoudemire poi Lopez, Frye; il pacchetto lunghi dei Suns teneva botta meglio di Fesenko e soci. Ricorderai invece la palla persa decisiva di Boozer in gara 1 allo Staples che ancora grida vendetta……Deron non è un giocatore perfetto perché la perfezione non esiste a questo mondo, adesso però non iniziare a dire che chris paul invece è perfetto eheheheh

  29. michele

    spero che scherzi.
    hai ragione,nessuno e perfetto,neanche i vari kobe,lebron e wade lo sono…

    infatti io ho detto che loro raramente falliscono quando hanno quelle occasioni per poter portare a casa una gara di playoff in equilibrio.
    ho visto kobe e lebron “nascondersi” in qualche gara contro i celtics e la cosa mi sembrava strana,non mi capita questo con tutti i giocatori…

    però quante volte abbiamo visto i lakers vincere ai playoff partite nell’ultimo quarto,un infinità,anche perchè in quel quarto kobe tende ad alzare il suo livello di gioco,cosa che non ho ancora visto da parte di deron ai playoff,almeno con continuità,questo indipendentemente se incontri squadre più forti della tua o se vinci o se perdi.
    ieri i lakers hanno perso,ma alzi la mano chi può criticare la prestazione di kobe nei minuti finali…

    quando deron dimostrerà con continuità questa leadership da possessi decisivi,probabilmente si staccherà da tutti gli altri playmaker di questa lega,ma ad oggi lo deve ancora dimostrare.
    ripeto,ad oggi questa dote appartiene ai due degli heat e al 24 gialloviola.
    anche per questo e meglio non sottovalutare gli heat per la corsa al titolo,perchè se hai due giocatori così sai che ogni partita prima di averla portata a casa te la dovrai sudare fino alla fine…

  30. sui thunder

    secondo me J.Green (giocatore che mi piace moltoe con un bel temperamento) alla lunga come PF contro i veri lunghi va in sofferenza es. lakers p.o. 2010

  31. finita di vedere ora jazz-lakers,bella bella partita,grande intensità,ottime difese,e sopratutto grandi qualità di attacchi.
    grandi deron e bryant nel’ultimo quarto,deron williams ha saputo alternare soluzioni personali e soluzione per i compagni,bryant invece ha letteralmente bombardato il canestro dei jazz in quei 2 min di ordinaria follia.
    l’unica cosa che mi dava ai nervi è quel cazzo di cronometro di 24 sec con quel grassone addetto che rideva…
    bryant la prox volta contro i jazz ne mette minimo 40… :-)

  32. Comunque Gallo, anche secondo me sopravvaluti troppo la serie di Wade contro i Celtics dell’anno passato. Grande serie, però la difesa dei Celtics non aveva la stessa intensità delle serie successive contro Cavs, Magic e soprattutto Lakers.
    Fare 33-35 punti di media nelle finals dell’anno scorso era impossibile, quelle erano battaglie da ring non partite normali.

  33. bodiroga

    forse dimentichi la battaglia di gara 1 tra quei celtics e quegli heat,dove se non sbaglio kg fu espulso nell’ultimo quarto.
    probabilmente un volta che i celtics si sono portati sul 3-0 hanno scalato le marce,però poi una gara 4 come quella di wade la devi fare lo stesso,sfido chiunque a ripeterla…

    detto questo,anche i lakers contro i jazz ai playoff di solito non giocano con la stessa intensità e concentrazione che ci possono mettere ad esempio contro i celtics.
    difatti contro i jazz tendono sempre a giocare al gatto col topo…

  34. gallo

    un po sul caxxo deron ti sta…non sarà kobe, però assolutamente è uno dei migliori 3 play della lega, e è uno dei migliori 10 giocatori in generale..e non si squaglia ai PO, e ovviamente non ha nemmeno l’istinto di kobe nel 4 quarto..tutto qui

  35. sasipunk

    cioè mi dovrebbe staro sulle palle solo perchè non lo considero al pari di un kobe o un wade?

    ho sempre detto che deron e sullo stesso livello di un cp3(anche se tra i due io mi prendo il play degli hornets) un nowitzki o un gasol,cos’altro dovrei dire…

    allora e proprio vero che non lo si può discutere in nessun aspetto,altrimenti poi può sembrare che sta antipatico alla gente.
    e pensare che io sono uno di quelli che dice che in america deron e un giocatore sottovalutato.
    però qui dentro se lo si critica e una roba che non esiste,poi critiche reali…

    mi chiedo veramente se un giorno deron diventasse quel giocatore che ti trascina in tutti i sensi,allora a quel punto verrà paragonato a micheal jordan o a magic johnson neanche a lebron james…

  36. Ho appena finito di vedere lakers-utha, bellissima partita, peccato per il finale un pò a pezzi e bocconi ma ci sta, e ci sta anche di perdere giocando così.
    Secondo me sono stati degli ottimi jazz con un deron fenomenale che ha iniziato la stagione in modo fantastico, sinceramente, come play sa fare veramente tutto con altissima qualità, direi che l’unica cosa incontestabile su deron sia che è il più completo fra tutti i play della lega!

    lakers perdenti ma positivi, hanno giocato in modo molto fluido e solo le percentuali dal campo gli hanno penalizzati, 41% da due e 28% da tre con la qualità dei tiri che sono stati presi non capitano spesso, anzi ai lakers quasi mai, per questo io ai play off spero sempre di giocare contro utha, per quanto siano forti noi con loro ci troviamo benee diamo sempre la sensazione di vincerla o perderla noi la partita, cosa che con altre squadre non succede.
    Kobe mi è piaciuto tantissimo, sempre in controllo e con pochissime forzature, ha sbagliato qualche canestro facile nel terzo quarto per lui, ma se gioca sempre così è fantastico!Oggettivamente non è bell il problema per lui, come altri giocatori è arginabile solo con un sistema solido.

    Mavs molto positivi e spurs che perdono una partita che anche se sentita era prevntivabile, non potranno vincere sempre, l’importante è vere un buon record che gli permetta di arrivare almeno seconda a ovest, se chiudono le prime due serie in tempi brevi, in finale possono mettere in difficoltà anche dei lakers col fattore campo favorevole

    thunder sempre più la squadra di westbrook, durant è un leader tecnico, ma anche mentre li vedi giocare ti accorgi che il play ha il controllo della squadra, sembra un pò la stessa situazione di billups con melo( che buzzer!!!!!!)

  37. Gallo sembra che però tu lo faccia apposta a sottolineare i limiti di deron, mentre con altri tendi a farlo meno hahahahahahahaha!!!!!!!

  38. vista jazz-lakers…che bella partia. nel prima quarto i gialloviola sembravano infermabili; quando odom gioca così non c’è nessuno che può contenerli. sinceramente non pensavo si potessero far rimontare e invece la grande intensità della panca di utah e il solito calo di tensione dei lakers ha riaperto la partita. gli ultimi 6 minuti del quarto quarto sono stati nient’altro che una sfida tra deron e kobe, con la differenza che mentre il 24 ha creato per lo più per se stesso (tenendo in considerazione anche che i compagni giocavano un po’ a nascondino) l’8 invece ha sfornato una quantità inverosimile di passaggi al limite dell’assurdo, il tutto unito ad un’abilità a fare canestro indubbiamente stratosferica. artest secondo me aveva giocato discretamente i primi 3 quarti per poi calare vistosamente nel finale. la panca gialloviola questa volta non è stata all’altezza c’è poco da fare. dall’altra parte buona prova un po’ di tutti con un raja bell che nel finale grazie ad una tripla riscatta una prestazione offensiva abbastanza sottotono.

  39. gallo

    figurati io preferisco rose tra i play, deron è il piu completo, paul il + bravo nel trovare il compagno libero, però rose è quello + trascinatore,piu atletico e segna di più, anche se a livelli di passaggi siamo su due pianeti differenti con dw,cp3,nash,kidd…

    però dire che deron nel 4 quarto si nasconde è esagerato…se si nascondesse allora non potrebbe essere messo nemmeno nella categoria dei nash, dei nowitzki ecc ecc

  40. sasipunk e gatzu83

    tende a nascondersi,non ho mica detto che lo fa sempre.
    poi comunque in regular season e diverso,io giudico da quello che ho visto nelle serie tra lakers e jazz…

    e vero,con lui sottolineo questo più spesso solo perchè ogni tanto ho la sensazione che qui dentro si esageri nel giudicare deron.
    comunque ognuno la pensa come vuole,io continuo a pensarla così e certamente non sono quello che se verrà smentito dai fatti si farà problemi a sottolinearlo,vedere il caso rondo…

    comunque rose invece mi sembra già un giocatore che nei momenti decisivi delle gare importanti tende ad emergere,infatti questo e uno dei suoi pregi migliori…

    su deron playmaker più completo posso essere d’accordo,ma anche questo non vuol dire automaticamente essere il migliore del ruolo.
    anche payton era un playmaker completo,passatore non di altissimo livello ma sapeva il fatto suo,ottimo attaccante e super difensore,ed era anche un leader.
    eppure io gli ho sempre preferito kidd…

  41. Bravi sti lakers, si, però appena trovano una squadra con mezza partita sopra il 50% perdono.
    Bà!

    Però dai, come tutte le squadre che ambiscono a fare buone le partite in primavera, meglio non tirare le somme a fine Novembre. Come sempre si inizia a fare sul serio dopo la gara delle schiacciate.

    Bene intanto la vittoria di Miami…quì si rischiava di brutto in caso di sconfitta casalinga contro la squdra più allo sbando della lega.

    • sappiamo entrambi che un utah-lakers di post season finisce con un 4-1 periodico ;)

  42. si, peccato che non esistano solo i lakers, deron ha giocato e vinto due serie contro i rockets, una contro i warriors e una contro i nuggets. poi gallo a me di paragonare williams a kobe non mi importa. ognuno ha i suoi supereroi, tu kobe, mp 84 lebron, iyw duncan , yaya howard etc etc a me basta che si rendano i giusti meriti a deron.

  43. Gallo

    Io volevo sottolineare che ci sono Primi Turni di Playoff e ci sono le Finals.

    I Celtics a mio avviso nelle gare contro gli Heat non hanno messo la metà dell’intensità che hanno messo nelle finali NBA.
    Quando ti trovi contro una difesa di squadra del genere, fare 40-50 punti è impossibile anche perchè fatichi ad arrivare a 85-90 pt di squadra, devi concentrarti su tutti gli aspetti del gioco, sono serie di dettagli.
    La serie tra Boston e Miami non rispecchiava nessuna di queste caratteristiche, era una normale serie di primo turno.

    Stesso discorso sui Lakers, se giocano contro Oklahoma con lo stesso livello di gioco mostrato in finale NBA, Durant e soci non ne portavano a casa neanche una.

    Erano nettamente le due squadre più forti e soprattutto i Lakers avevano evidenti match-up a proprio vantaggio in tutte le tre serie giocate prima della finale. Vantaggi che ti consentono di giocare anche una pallacanestro all’80% e vincere comunque.

  44. bodiroga

    mi vien da ridere a pensare che i celtics contro gli heat oggi sembra che non ci abbiamo messo chissà che intesità,quando proprio in quella serie molti dicevano che magari alla fine avrebbero vinto gli heat,ma se la sarebbero sudata…

    comunque chiedere ai compagni di wade se i celtics con loro sono stati “generosi”,ad esempio mi piacerebbe sentire cosa ne pensa di questo un jermaine o’neal…

    michele

    quando uno se ne viene con commenti come l’ultimo tuo vuol dire che non ha molti argomenti per replicare,altrimenti dimmi che cosa significa questa tua uscita dei supereroi.
    poi capisco il tuo discorso sul dare i meriti a deron,ma dimmi,uno più che dire che e un grandissimo giocatore cos’altro deve dire?

    pensiamo ad howard che fino ad oggi ha dimostrato di essere un giocatore con più impatto di deron eppure ogni volta viene criticato.
    per howard vale per deron no?

    dai accetta la realtà,deron e un gradissimo giocatore ma che ancora deve dimostrare parecchio…

  45. comunque la vera cavolata degna del tuo discorso dei supereroi e considerare ad esempio nowitzki come un giocatore del livello del miglior wade…eheh

  46. Per nowitzki parla la carriera gallo, uno che da dieci anni è regolarmente al top della lega e che continua ad avere un rendimento mostruoso, come la Germania che ai mondiali va sempre in fondo anche se magari non vince il titolo, ma lui c’è sempre, Il primo europeo a vincere uno strameritato MVP tra le altre cose. Paga solo le finals 2006, molto sfortunate. che poi le vere finals di quell’anno furono i derby texani, con quella strastosferica gara 7 vinta a S. Antonio ai supplementari. Su Williams sei liberissimo di pensarla come credi e non sto certo a fare di Deron l’apologia che un MP84 fa del suo adorato Prescelto, però non sono l’unico ad aver notato che gli fai sempre le pulci……oh lo facevo anche io con Howard fino agli scorsi playoff, non c’è nulla di male ehehehehe.

  47. :o ..DW: Un giocatore giovane che si carica la squadra sulle spalle nei PO nel ruolo forse + delicato dei 5. Direi che lo fa tutti gli anni. Direi che se qualcuno deve dimostrare qualcosa è la dirigenza Jazz, vediamo come gestisce il contrattone di AK47.
    (N.B. io fra i 2 scelgo C. Paul.. quindi direi che non son di parte)

    Wade: ha fatto 2 stagioni e una finals da alieno. Poi alti e bassi (più bassi direi).
    una partita buona in una serie persa nettamente non lo mette certo nell’ olimpo del basket.
    Per me questo, per svogliatezza e problemi fisici, ci ha privato per anni di un Hall of Famer che per me ora non è. (Dai insultatemi pure :D)

    P.s. Westbrook è fortino.. :-S Se con harden e green riescono a portarti a casa un bel 215 cm da piazzare sotto canestro.. :-O

  48. Bargnani 8 reb vs. Celtics.. ma questo prende rimbalzi solo quando ne ha voglia?? ci si dedica se non va il tiro??
    Io quest’ anno ho visto solo 2 partite dei Raps e l’ ho sempre visto disinteressato al rimbalzo, anche dopo dei bei tagliafuori.. non capisco se è un blocco caratteriale o una scelta tattica..

  49. dontrythis@home

    su wade,l’importante e crederci…

    michele

    anche con nowitzki commetti lo stesso errore di deron.
    inutile che mi parli della sua carriera,perchè la conosco benissimo,parliamo di un grande.
    semplicemente wade e più forte di lui,seppur di poco…

    comunque basta discutere,sono incazzato nero,abbiamo dominato una partita e usciamo da genova con un solo punto…

  50. su D.WADE

    cioe mo uno che nei p.o. sale sempre di livello che ha vinto le finals da sfavorito contro una corazzata come dallas che aveva buttato fuori gli spurs sarebbe un giocatorino?

    poi la serie contro i celtics 2010 la chiusa con 33.2 di media punti non solo un episodio di una partita.

    secondo questo concetto i 50 pts di kobe contro i suns del 2006 vista la difesa di phoenix non sono una grande impresa e poi sempre di un primo turno si parla…….

  51. Non ho mica detto che è un giocatorino!! Ho detto che ha fatto vedere picchi di talento incredibili.. ma ha anche avuto periodi parecchio bui..

    Ha vinto 1 finale e ha tenuto una media di 33.2 punti a partita in una serie persa al primo turno. Mi sembra un po’ poco per entrare nell’ olimpo in cui sta un certo “bistecca” che si è ripetuto più e più volte con e senza o’neal.. (n.b. cmq io “simpatizzo” per i celtici)

    Se poi mi dite che ogni anno della sua carriera ha giocato al 100% o che ho detto che è un giocatorino… Beh… almeno dopo esservi drogati non guidate.. :-P

Commenta