Per Gallinari 27 punti e 17 viaggi in lunetta nella vittoria dei suoi Knicks

Grande nottata per gli italiani, con i nostri connazionali che vincono e soprattutto convincono nelle vittorie delle proprie squadre.

Fanno sul serio anche Boston e San Antonio, mentre i Clippers sono ancora sconfitti sul filo di lana.

Phoenix Suns 96 @ Miami Heat 123
Vittoria convincente da parte di Miami, con i Suns che non ripetono la prestazione balistica con cui hanno battuto i Lakers. Gli Heat tirano complessivamente con il 54,7% dal campo e lasciano poche speranze agli avversari, soprattutto nel secondo quarto, dove con un parziale di 37 a 19 uccidono la gara.

Finalmente una prova da All Star per Chris Bosh che segna 35 punti conditi da 6 rimbalzi e 4 assist. Tripla doppia sfiorata per James con 20p, 9a e 8r e prestazione defilata di Wade con 17p, 6r e 6a.Per i Suns Nash fermato a soli 2 assist e 17 punti, comunque top scorer dei suoi, seguito da Grant Hill con 15.

Toronto Raptors 94 @ PHiladelphia 76ers 96
Finalmente una vittoria da parte dei Toronto Raptors, maturata negli ultimi 3:20 di gara grazie al Mago Bargnani che segna il canestro del sorpasso e del vantaggio in quello che sarà il parziale decisivo di 9 a 1. Mago che stavolta convince davvero e segna 30 punti con 12 su 18 e cattura 7 rimbalzi. Weems, che prende il posto di Kleiza in quintetto restituisce la fiducia di Triano con una prova da 25 punti, 3 dei quali nel parziale conclusivo.

Dall’altra parte Brand continua i suoi miglioramenti e segna 27 punti, raccogliendo 8 rimbalzi, 6 dei quali offensivi. Il rookie Turner fa registrare una doppia doppia da 11 punti e 12 rimbalzi.

Washington Wizards 83 @ Boston Celtics 114
I Wizards, ancora orfani di Wall, non possono nulla contro i Celtics del rientrante Delonte West, alla prima stagionale dopo la sospensione di 10 partite, andando sotto in ogni singolo quarto della gara anche grazie alla differenza di punti nel pitturato (56 a 28 per i verdi).

Arenas, partito nuovamente in quintetto, spara a salve e segna solamente 9 punti e l’unico a tenere un po’ botta è Young, autore di 20 punti con buone percentuali.

Boston però è troppo superiore e può vantare in questo periodo un O’Neal con percentuali surreali. Stasera per lui 6 su 7 al tiro per 13 punti totali cui aggiunge 6 rimbalzi. Rondo si tiene in media sul numero degli assist smazzandone 13, con 12 punti e +23 di plus/minus. Pierce è il top scorer dei suoi con 23 punti, mentre Garnett fa registrare un 18+7. Il rientrante West invece dimostra subito di poter contribuire alla causa, mettendo a referto 12p, 5r, 4a e 1b.

Los Angeles Lakers 103 @ Detroit Pistons 90
I Lakers scappano già ad inizio partita, quando Hamilton perde la testa e si infuria con gli arbitri dopo essersi visto fischiare un fallo su Kobe. Il doppio tecnico per Rip e la conseguente espulsione cambiano lo script della gara per i Pistons, che devono cambiare marcatura sul numero 24.

Kobe ne approfitta e con 11 su 20 al tiro realizza 33 punti, conditi da 9 rimbalzi. A dargli manforte il solito Gasol dalla doppia doppia automatica, stasera a 25 e 12. Doppia doppia anche per Odom, con 15 punti 14 rimbalzi.

Fuori Hamilton per Detroit si spegne la luce anche in attacco, con soli 3 giocatori in doppia cifra: Stuckey (18p), Prince (13p) e Dyae (12p) mentre si regista un 5 su 22 complessivo e 8 punti a testa per Villanueva e Gordon.

Los Angeles Clippers 111 @ Minnesota Timberwolves 113
I Clippers non riescono a muovere la casella delle vittorie, ferma a una. Stavolta i velieri ci provano fino alla fine, ma gli ultimi 2 possessi sono deleteri per loro, con Aminu che commette fallo in attacco e Beasley che realizza il canestro della vittoria a 2 secondi dalla fine. L’ex Miami, oltre al buzzer beater si dimostra in un momento di grazia in attacco e realizza 33 punti cui somma 7 rimbalzi, aiutato dal solito Love che ripaga i minuti che il coach gli sta concedendo con un’altra prestazione da 24 punti e 14 rimbalzi.

Per i Clippers non basta nemmeno sopraffare gli avversari nei punti nel pitturato (62 a 28 per loro alla fine), come non bastano i 26p e 17r di un Blake Griffin sempre più involato verso il ROY, o i 30 punti e 7 assist di Eric Gordon.

Dallas Mavericks 97 @ New Orleans Hornets 99
Gli Hornets si prendono la rivincita sull’unica squadra finora capace di batterli, i Mavs. La vittoria questa volta ha la faccia di David West, che negli ultimi 2,7 secondi fa un piccolo capolavoro, rubando prima palla a Nowitzki, segnando uno dei due liberi sul fallo ricevuto, e rubando nuovamente palla a Chandler, ex dell’incontro, per suggellare la vittoria finale.West decisivo molto più delle cifre che fa registrare quindi (17 punti e 7 rimbalzi).

Per le statistiche invece ci pensa Chris Paul, con una gara da 20 punti e 11 assist. Positivo anche Belinelli, ormai una garanzia, con i suoi 17 punti, frutto di 3 su 4 da oltre l’arco. Doppia doppia anche per Okafor, autore di 13 punti e 10 rimbalzi.

Per Dallas, prima di perdere la palla decisiva, ottima gara del tedesco Dirk, con 29p e 9r e solito apporto dalla panchina per Jason Terry, che segna 16 punti con 6 su 8 al tiro e aggiunge 7 assist.

Houston Rockets 99 @ Oklahoma City Thunder 116
Partita in controllo quella dei giovani Thunder della premiata coppia Westbrook-Durant. Houston perde troppi palloni (17) per poter impensierire davvero la squadra di casa, che ottiene dal suo play una prestazione da 21 punti e 12 assist e dalla sua stella altri 24 punti. Ancora di sostanza la prestazione di Ibaka, con 11 punti e 8 rimbalzi.

Per i texani Scola è uno dei pochi a tenere botta con 26p e 8r, aiutato da Kevin Martin che ne segna 19.

New Jersey Nets 88 @ Utah Jazz 98
Faticano più del previsto i Jazz per avere la meglio dei Nets, anche a causa delle scarse percentuali da oltre l’arco, dove Williams e compagni fanno registrare solamente l’8% e de mancato apporto dalla panchina, che chiude la partita con soli 10 punti complessivi.

Nonostante la gara abbia visto i Jazz sempre in vantaggio, lo scossone decisivo è arrivato solo negli ultimi minuti, con Williams e Bell sugli scudi. Il play è anche il miglior marcatore dei suoi, con 23 punti cui aggiunge 8 assist. A supportarlo Paul Millsap, ancora una volta solido con i suoi 19p e 15r, lo stesso numero di rimbalzi dell’avversario Humpries, che però segna 8 punti.

E’ Morrow il top scorer della gara e dei Nets, con i suoi 24 punti, mentre l’atteso Lopez segna 17 punti e cattura 8 rimbalzi.

Chicago Bulls 94 @ San Antonio Spurs 103
Fanno sul serio gli Spurs in questo inizio da stagione e raccolgono la loro nona vittoria contro i Bulls. E’ ancora il terzo quarto il terreno di conquista dei texani, e il parziale di 37 a 12 è quello che mette in ghiaccio la gara. A nulla vale infatti il tentativo di rimonta dei Bulls nell’ultima frazione.

Dopo qualche prestazione sottotono Duncan dimostra di essere ancora uno dei top player della lega, segnando 16 punti e catturando 18 rimbalzi, cui aggiunge anche 5 assist. Gli altri big, Ginobili e Parker, sono anche loro fondamentali per la vittoria, con prestazioni da 20p e 5a l’argentino e 21p e 7a il francese. Il più positivo di tutti, però, a giudicare dal plus/minus di +29 è il sorprendente Matt Bonner, che con 2 su 2 da tre porta la striscia di perfezione a 9 su 9.

Nei Bulls Derrick Rose si prende molte responsabilità in attacco, tirando ben 27 volte, e realizzando 33 punti. Con lui sono positivi joakim Noah con i suoi 14r e i suoi 10p e Luol Deng, con 18p e 7r, seppur impreciso al tiro con 6 su 17 complessivo.

New York Knicks 113 @ Sacramento Kings 106
I Knicks portano a casa una vittoria sudata, arrivata dopo un match dall’andamento altalenante. Il secondo quarto di New York però è molto positivo in attacco, con i 40 punti segnati che vanno a compesare i 14 dei primi 12 minuti.

Finalmente positivi per i bluarancio tutti i giocatori chiave, con Stoudemire e Gallinari che realizzano 27 punti ciascuno. Amar’è si rende utile anche sotto le plance, con i suoi 10 rimbalzi, mentre l’italiano è implacabile dalla lunetta, dove viene mandato ben 17 volte dagli avversari, sbagliando una sola conclusione. Positivo anche Felton, con i suoi 16 punti e la panchina, con Douglas e Chandler che combinano per 27 punti in due.

Sacramento invece è ben riassunta dalla dichiarazione del rookie Cousins a fine gara “Siamo una squadra giovane. Facciamo bene un’azione e poi siamo terribili nelle due successive”. A salvarsi per loro il solito Evans, con 23p 5r e 5a e Carl Landry, con 21p e 9r. Doppia doppia per il rookie Cousins a 15p e 10r, con però 5 palle perse e solo 5 su 15 al tiro.

Post By showmehow2play (46 Posts)

Website: →

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

100 thoughts on “Vincono tutti gli italiani, ancora bene Spurs e C's.

  1. Gallinari nelle ultime partite sta facendo parecchi viaggi in lunetta, sintomo che gioca un pò più vicino a canestro e attacca di più il ferro, 16/17 è un dato notevole, bravo gallino, oggi bravissimi tutti e tre, Belinelli ha proprio vinto alla lotteria andando a NO.

    Vittoria in scioltezza per i nostri, Rip cacciato dopo pochi minuti, ahahaha, Kobe stanotte ne poteva fare 50…

    • Finalmente 3 prestazioni toste dei nostri, Bargnani se avesse un pò più di cattiveria agonistica di quella giusta non sarebbe male, anche non deve esser facile per nessuno giocare in un squadra senza ritmo, idem per Gallo, se è in serata va alla grande, se la squadra non giri lui nemmeno….
      Beli…fenomenale…a trovato la sua dimensione speriamo si confermi!!!!
      Una menzione per Beasley sarà fuori come un balcone ma quest’anno ci sta mettendo le palle….
      Altra menzione per Siena….grande intensità e grande vittoria!!

  2. l’espulsione di rip ci ha condizionato al partita, perchè a marcare kobe, dato che prince spesso fa il 4…gordon e charlie sparano a salve, ma nel complesso direi che possiamo fare una buona stagione…purtroppo siamo scarsi nel reparto lunghi, maxiell è nano, villanueva è perimetrale, bigben è limitatissimo in attacco(a proposito, lui frebbe benissimo agli heat)

    io dico di lanciare titolare monroe, che sembra abbastanza bravo, e di ripartire da lui,gordon,stuckey e daye..

    cmq prince è ancora un grandissimo giocatore, farebbe comodo a parecchie squadre eh..

  3. Oggi Detroit non aveva alcuna speranza di portare a casa la partita perchè Kobe aveva il 50ello nelle mani.

  4. Nottata piena di spunti interessanti…su tutti direi il rendimento degli italiani, che proprio ieri criticavamo…tutti e 3 vincenti e decisivi…Bellinelli a N.O. potrebbe davvero aver trovato una sua collocazione, in una squadra equilibrata, in cui gli viene chiesto sostanzialmente di far pagare i raddoppi, senza dover creare e senza 160 concorrenti nello stesso ruolo come ai Warriors ed a Toronto

    Bargnani è giusto criticarlo quando gioca male, come è giusto parlarne bene quando gioca come stanotte. Ottima davvero la sua reazione dopo lo schifo di partita di ieri, 30 punti nn sono pochi, ed anche sotto P ha reso bene. Sul Gallo stupiscono i 17 viaggi in lunetta. Le sue percentuali al tiro sono ancora molto basse in stagione, ma quanto meno sembra più coinvolto nell’attacco rispetto a 2 settimane fa

    Per il resto, tutti quelli che venivano criticati ieri sul blog stanotte hanno fatto il panico. Eccellente Bosh (mi risulta difficile mettere “eccellente” e “Bosh” nella stessa frase), che ha giocato finalmente come dovrebbe fare tutte le sere. Ho visto la partita in diretta, e debbo dire che per una volta il buon Chris nn mi ha fatto venire il nervoso…quasi tutti i suoi punti sono venuti su scarichi dei compagni, o su situazioni di 1vs1 nn statiche. In più, ha anche passato bene la palla

    In generale gli Heat hanno giocato come dovrebbero giocare sempre: difesa dura, ripartenze a 3000 (sia Wade che LBJ si sono sparati dei coast to coast impressionanti), scarichi sugli esterni per il tiro da fuori…va bene che Phoenix ha collaborato giocando da schifo, comunque Miami è stata intensa dal 1° all’ultimo possesso

    Bene S.Antonio, battere Chicago nn è necessariamente facile. Da vedere e rivedere un lavoretto assurdo di Manu dietro la schiena con schiacciata seguente…spero sia la numero 1 della Top 10. Comunque ora ci sono Utah ed Orlando in sequenza, vediamo come se la cavano contro due top teams prima di incensarli troppo

  5. ho letto anche io di oden…ennesima operazione al ginocchio….a questo punto è davvero buio per lui e per i Blazers..spiace veramente

  6. Ho visto le gare di Phila e di NO.

    Felice per entrambe che hanno espresso un buon gioco.
    Toronto dopo la scoppola di Washington è rimbalzata come si dice, offrendo una buona prova al cospetto di una squadra in cerca di identità. Bargnani e Weems hanno combinato per 55 punti e sono stati difatto gli artefici della vittoria. Vittoria che ridà un minimo di fiducia in vista delle prossime 8 gare di cui 7 in casa. La mozzarella ha giocato con un minimo d’intensità (brazzz gongola) e si vedeva anni luce che voleva farsi perdonare dalla figuraccia del giorno prima.
    Fatto incontestabile è che nelle tre W ci sia sempre stato il suo zampino affiancato da Weems, oggi e da DeRozan ad Orlando. Ovviamente è quello che la dirigenza vuole da lui.
    Nota rimbalzi: su 7 due sono stati contestati. Gli altri 5 sono arrivati per inerzia….

    Phila un disastro, salvo il tanto “detestato” Brand e Turner che ha fato vedere ottimi sprazzi. Holiday bravo mentre per il resto una prestazione di contorno. Sono messi male ma hanno la carta Iguo. Hanno questa fiche che dovranno mettere sul tavolo. Vedremo se la puntata porterà frutti, ne hanno un bisogno pazzesco.

    NO si vendica della sconfitta a Dallas con una prestazione convincente. Sono stati sotto anche in doppia cifra ma hanno messo sul piatto una buona intensità difensiva e avuto punti un pò da tutti (il quintetto in doppia cifra). Squadra che distribuisce il fatturato, raramente vedi il trentello e questo a parer mio è importante. Belinelli ha giocato un’altra prova convincente e guardando le statistiche sta viaggiando nelle ultime 5 a quasi i50% dal campo. Ottima le sue difese su Kidd e su Nowizki nel finale. Incredibile ma in tre azioni consecutive si è trovato a marcare il tedescone senza pagare dazio.
    E’ presto ma il lavoro di Monty sta pagando dividendi. Sono molto disciplinati, Okafor è un fattore, West e Paul sono delle certezze, mentre gli altri a partire da Ariza, Beli… fanno il loro e sembra che siano in missione. Fino a quando il direttore d’orchestra giocherà su questi livelli le ambizioni di PO non saranno peregrine. I Mavs hanno perso una gara che hanno controllato per buona parte perdendo la chance di chiuderla nei secondi finali quando un pasticcio di Ariza aveva concesso la palla della W. Un pò come accaduto nella andata chi ha perso a ragione per mangiarsi le mani.

    Gallinari ne fa 27 sbancando gli ormai irresistibili Kings che partiti a strombattuto sono stati ricacciati indietro dai Knicks versione corro a mille. Ieri ho dato un’occhiata al secondo quarto e non c’era verso di fermare NY quando correvano. Sono bravi in campo aperto non c’è che dire e i Kings non avevano armi per limitarli. Inoltre 39 liberi a 23 e un 52% dal campo contro il 45 sono numeri che non ammettono replica.

    I vecchi Spurs sono in forma e la cosina di Gino è da stropicciarsi gli occhi.

    • Non è stata un caso la difesa del Beli su Kidd ma soprattutto su Dirk! Da come ho letto nei vari blog pro hornets, ad un momento caldo di Jasone Monty ha risposto mettendogli addosso Marco, risultato: niente + punti per Kidd. Nei minuti finali, per una strana scelta tecnica, Monty mette il Beli su Novizky per limitarne il gioco in p&r. Risultato: niente più punti per il tedesco da quel momento. E’ finito anche 3 volte in isolamento contro Marco ma niente, non è più entrato un canestro. In più le triple che l’italiano sta mettendo da posizioni siderali sono la prova della confidenza che sta acquisendo (NECESSARIA, soprattutto in questo sport).

      Lungi da me il credere che Marco possa impensierire il tedesco per più di 3 minuti (non sono matto), ma tutto ciò dimostra l’enorme fiducia che gli stanno dando.

  7. Oden

    L’unico aspetto positivo è la giovane età che consente a chi si opera di recuperare meglio rispetto ad un trentenne. Non so che pensare perchè si sta figurando la fine di una carriera NBA mai nata. Sicuramente lo recupereranno ma si rischia di vedere uno zoombie sul campo.

  8. Ragazzi, facendo 3 passi (ho visto e rivisto il video e a me sembrano proprio 3) son buoni tutti…

    • No Mailman, guarda bene, i passi sono solo 2…gli argentini certe cagate nn le fanno…

  9. Ho visto il servizio su Oden: questo a 22 anni si sottoporrà al secondo intervento chirurgico al ginocchio sinistro dopo essersi sottoposto precedentemente al destro e ad un piede. Nel servizio sottolineavano che nessuno conosce il suo vero valore e che l’unica nota positiva risiede nell’età. Incredibile.

  10. Oden per me non è giovane, basta vederlo in faccia, sembra uno di 49 anni.
    Ora anche il fisico e le sue gambe sembrano quelle di un 50enne. Peccato, tutti dovevamo ammirare il nuovo Bill Russell o il nuovo ammiraglio, invece…

    Tracy invece cosa si è fatto alla caviglia, è grave?

    “Chiedimi se sono felice”. Il Beli ha fatto 13, superenalotto e bingo!

  11. Sono rimasto spaesato anche io dalla notizia su Oden…
    Quindi aveva ripreso ad allenarsi, salvo infortunarsi di nuovo? Mamma mia che sfiga… Ma al college soffriva spesso di problemi fisici? Forse il suo corpo non regge ai carichi di lavoro da NBA, sarebbe un bel problema…

    “Fuori Hamilton per Detroit si spegne la luce anche in attacco”…
    Niente da fare, McGrady nn incide molto, eh? Speriamo che il mitico Tracy pian piano si riprenda, dovrebbe essere lui il faro, il lampione e la torcia dell’attacco di Detroit…

    Che Bosh: 35 punti, tiri di qualità dalla media-lunga distanza e ottime scorribande a canestro! Lui è un lungo molto mobile, se si mette a disposizione della squadra può aprire le difese per le penetrazione di LBJ e Wade, prendendosi un buon numero di tiri piazzati e qualche giocata in proprio. Al posto suo lavorerei duro su difesa e rimbalzi e vedi che giocatorino ne viene fuori…

  12. phila ennesima figura barbina..giocavano 2 delle squadre peggiori..almeno i sixers son giovani e han il jolly iguo da giocare..bla mozzarelle bene,ma ogni tano i 10 milioni annui bispogna anche meritarseli no?per il resto NO continua a sorprendermi,gli spurs pure in un certo senso..vedremo..

  13. T-Mac non si è fatto niente, per fortuna, bello il gesto di Kobe di andare a sincerarsi delle sue condizioni, fieri rivali.

  14. fabio

    La prima volta che l’ho visto mi sono chiesto quanti anni avesse. A parte gli scherzi questo rischia di non giocare più.

    Ho visto l’intervista a Weems: Greg Anthony gli ha chiesto se Bargnani è il leader o se ha voglia di esserlo. La risposta diplomatica è stata si, che è l’uomo franchigia. Chissà se lo pensava per davvero.
    Brazzz
    Sono a -7 dal superare il record. Dai che Olowokandi ci sforna un paio di prestazioni decenti nelle prossime 8 gare per arrivare a 5/6 W. Così a Natale Colangelo gli regalerà un bel panettone.

  15. Non ci credo. Dai, ci state pigliando per il culo, è un grande scherzo architettato da Stern e domani Greg scenderà in campo e schiafferà tutti… non si può neanche più parlare di sfiga dai. Qui evidentemente c’è un complotto, non so ancora chi l’abbia ordito ma c’è. E i Lakers sempre sani, mi raccomando!! (lo so vi sto portando sfiga ma ho bisogno di un punching ball su cui sfogarmi, portate pazienza)

  16. procionide

    Bisogna azzerare le aspettative. Si opererà, farà la riabilitazione, gli faranno aumentare i carichi di lavoro con cautela e lo testeranno al meglio, neanche fosse di cristallo. Lo terranno ai box anche più del dovuto fino a quando non saranno certi al 110% prima di farlo scendere sul parquet. Se dopo tutto ciò non ce la farà allora pazienza.

    A questo punto il tempo non deve contare e se ci vorranno due anni per ristabilirlo che siano due anni o 3 o 5.

  17. grande b-easy! anche a me è sempre piaciuto, e al tempo del draft pensavo che chicago avesse fatto una cazzata a non prenderlo (poi sono stato ampiamente smentito). è bello vedere sto pazzo scriteriato con la faccia da ganja lover (non solo la faccia) che segna a raffica e si spara le pose dopo ogni canestro. forse è questo che gli serviva, essere il go to guy in un contesta senza pressioni eccessive. a miami soffriva il confronto con wade e fonseca gli chiedeva di fare cose che non sa fare (difesa, rimbalzi, compitino e tirare solo sugli scarichi). b-easy è un matto e in quanto matto ha bisogno di esaltarsi. io fossi in new york un pensierino ce lo farei eccome. mi piacerebbe molto vedere un quinteto rubio-chandler-gallinari-b-easy-stoudemire. anche se sarebbero un po’ troppo piccoli.

    • Quoto in pieno su Beasley, continuo a proporlo come MIP per fine stagione. Se va avanti cosi…tanta roba!

  18. gli hornets sono decisamente la grande sorpresa di questo inizio di stagione con l’italiano che sembra aver trovato l’ambiente ideale per lui.

    gli spurs invece sembrano quelli di qualche anno fa quando erano una contender.la squadra non e piu di duncan ma bensi di parker e ginobili con jefferson che sta finalmente giocando sui suoi livelli dopo il disastro della stagione appena passata.

  19. noooooo!!! greg perchè??? io in oden credevo parecchio e prima dell’infortunio dell’anno scorso stava dimostrando di poter diventare un bel giocatore in prospettiva… la carriera penso sia alla fine… purtroppo…

    beasley fuori dalle luci di south beach rende davvero bene… evidentemente ha trovato l’ambiente ideale per massimizzare il proprio potenziale…

    beli che continua a sorprendere… paul migliora i compagni come pochi e marco sta cogliendo benissimo l’occasione per continuare la carriera negli states anche per i prossimi anni…

    i clippers che dimostrano di essere sempre i clippers… potenzialmente ottima squadra ma nei fatti si dimostrano di marzapane… il tempo darà ragione ai velieri (penso…)

    • I Clippers sono ad oggi una squadra futuribile e con un bel potenziale…non fosse per la sfiga epica della franchigia potrebbero essere una squadra di alto livello tra un paio di stagioni..ma si sa..i Clippers sono i Clippers..

  20. una squadra con dei rookies e sophomores seppure talentuosi non va da nessuna parte in questo ovest, se poi ci si mettono gli infortuni…

    non aspetterei tanto dai clippers quest anno, e se fossi nella dirigenza avrei tanta calma e non sconvolgo tutto ogni anno come faceva l’inter 6-7 anni fa

  21. Una cosa riguardo agli Spurs…sento sempre dire che il loro problema è l’età, che sono vecchi, etc etc…

    A mio avviso il problema proprio nn è questo. TP ha 28 anni, Jefferson 30, Manu 33 (che nn sono pochi, ma Kobe ne ha 32, e Ray Allen 35), Blair 22, TD 34 (stessa età di KG ad esempio). Si potrebbe parlare degli acciacchi, ma nel caso di Manu, questo poco ha a che fare con l’età (è dal 1° anno nella NBA che si rompe con una certa costanza), e lo stesso TD alla fine almeno 70 partite a stagione le gioca

    Come detto più volte, il vero problema è che negli anni a S.Antonio nn hanno saputo ricostruire l’ottimo supporting cast che c’era fino al 2007, con Bowen e compagnia. Questo è l’unico motivo per cui l’età degli Spurs è presa così tanto in considerazione, mentre nn si fanno gli stessi discorsi per L.A. (che al momento gioca con un quintetto con 5 giocatori di almeno 30 anni) o Boston

    KG ha le spalle coperte, perchè nel reparto lunghi in verde ci sono Shaq, Perkins, Davis, Jermaine, che nn fanno ricadere solo su di lui il compito di difendere, prendere rimbalzi, portare punti dal post. TD chi ha? Bonner, Splitter (che al momento marcisce in panca), il nano Blair e Toto. E se Gasol si deve riposare, o Bynum è rotto, ecco che dalla panca esce Odom

    Questo è l’unico motivo per cui gli Spurs nn vinceranno il titolo. Nn certo perchè i Big 3 nn siano da corsa, semplicemente perchè quello che hanno attorno nn è abbastanza

  22. Splitter perchè non gioca? Trattamento Popovich o problemi fisici… questo è forte vero

  23. BBBBBB-easy!!!!!!!!!!!!!!!!!! e domani notte sotto con l’altra sponda di Los Angeles!!!! sognare non costa nulla ragazzi!!!

  24. come ho detto nel precedente commento,da sottolineare i 17 tiri liberi tentati da gallinari.
    lo scorso anno ho sentito dire tutto e il contrario di tutto per descrivere questo giocatore,mi sorprendevo quando leggevo che lui veniva definito come un semplice tiratore.
    purtroppo se lui prende 6 tiri da 3 a partita e perchè in un certo senso in questo sistema e costretto a fare così,però il gallo e molto di più che un semplice specialista…

    onestamente 17 volte in lunetta in una partita e roba che di solito vedi fare solo dalle superstar.
    gallinari dimostra di non essere un giocatore ad una sola dimensione,tutt’altro,il meglio lo esprime quando può svariare il suo gioco,ma questo era scontato per coloro che l’avevano visto a milano…

    continuo a non capire che problemi possa aver avuto in questo inizio,però posso dire che i knicks se vogliono realizzare il sogno playoff,devono assolutamente sperare che il gallo diventi il vero leader di questa squadra…

    prima che iniziasse la stagione volevo un gallo in grado di fare anche ai knicks lo stesso salto di livello che fece ai tempi di milano tra il primo e il secondo anno.
    può ancora farcela,anche perchè siamo solo all’inizio.
    ovviamente questa gara contro i kings per lui deve essere il nuovo punto di partenza della sua stagione…

  25. Ma che Gallinari sia molto più di un semplice tiratore lo sanno anche i muri, il problema è che D’Antoni lo sfrutta sostanzialmente come tiratore dal perimetro, per me deve giocare più vicino a canestro e il dato dei liberi non è trascurabile, è proprio un trend delle ultime 5 partite, il gallo è 47/52 in lunetta nelle ultime 5 partite, roba da Kobe o Nowitzki.

    Il salto di qualità lo deve fare, ho dei dubbi lo farà con D’Antoni in panchina, e in America a differenza magari del Beli o di Bargnani la considerazione che hanno di Gallinari è molto elevata, ricordo quest’estate un articolo nella sezione yahoo america dove il gallo era inserito nella top 10 delle ali piccole della lega….

  26. mamba

    quando hai un grande talento e una grande testa e normale che parlano bene di te.
    penso che sia molto difficile che questo non diventi un giocatore speciale anche in questa lega…

    in questo inizio ha sostanzialmente deluso,poco continuo,male al tiro,però ha pur sempre medie migliori rispetto allo scorso anno in proporzione del suo minutaggio…

    a proposito di cifre,lo dico già da adesso,che per me l’anno prossimo lebron farà una stagione da tripla doppia di media,sono pronto a scommettere stile postino…eheh

    intanto kobe a 32 anni continua a migliorare il suo livello di gioco.
    ogni anno sembra sempre più forte,questo resta un mistero,soprattutto perchè parliamo di un giocatore che recentemente qualche problemino fisico l’ha avuto.
    pistons o non pistons,i suoi tre quarti al palace auburn hill sono stati pazzeschi,soprattutto per l’interio repertorio che ha messo in mostra,questo davanti al suo amico tmac,sempre più sfortunato…

    grande bosh,quando bisogna sottolinearlo e giusto farlo.
    scontato dire che con un bosh così gli heat diventano quel tipo di squadra mostruosa che quasi tutti hanno voluto far passare nell’ultima estate.
    certo,per bosh mica sempre sarà pasqua,però dimostra che ogni tanto può togliersi certe soddisfazioni individuali anche in questa sua nuova avventura con gli heat…

  27. non so che tipo di giocatore diventera il gallo pero l’anno scorso non faceva altro che tirare da 3,da li sono nate le critiche…
    poi e arrivato l’ora di smettere di dare sempre le colpe agli allenatori.con bargnani e belinelli si e usato la stessa scusa che ormai non regge.
    per me gallo non ha ne il talento ne il carattere per diventare il leader di una squadra nba.
    sara gia molto se riuscira a ragguingere il livello di un turkoglu…

    • forte quanto turkoglu mi pare che sia già… prima diciamo che non diamo la colpa agli allenatore ed il contesto non conta, e poi esaltiamo turkoglu che fuori quel contesto che erano i magic, a me pare un giocatore mediocre

  28. io se fossi un giocatore heat non mi augurerei mai un james in tripla doppia di media, perche vuol dire che l’anno prossimo non avranno preso un lungo che garantisce fisicita e rimbalzi sottocanestr… fare 10 rim di media sono tanti eh, magari 10 assist li puo fare..

  29. yaya

    Hai una considerazione dei giocatori italiani “elevatissima”. A leggerti sembra che siano passati lì per caso. Sono giovani, migliorano anno dopo anno nonostante tutto e non sappiamo fin dove possono arrivare.

    Basta vedere Belinelli: si diceva che non era adatto alla lega, che avrebbe fatto meglio a tornarsene in Europa a fare il galletto e invece a NO ha trovato la sua dimensione. Dimmi se c’era qualcuno nel forum che poteva prevedere questo. Nessuno. Questo dovrebbe dimostrarti che ci stanno benissimo e che fare bene e male è anche questione di fortuna. Io non so che carriera faranno, so che non potrò mai paragonarli ai santoni della lega ma ieri i tre ragazzotti hanno sfornato delle prestazioni notevoli. Fare il 30ello, andare in lunetta 17 volte, difendere bene su Nowitzi e Kidd e segnare canestri importanti non mi sembra poca cosa. Se pensi che solo 5 mesi fa era un auspicio.

    Può darsi che il Gallo diventi Hedo ma potrebbe anche fare una carriera brillantissima al pari di tanti altri celebrati. In fondo basta poco.

  30. alert

    tutti questi miglioramenti non li ho ancora visti a dirla tutta.
    al momento andrea e piu o meno lo stesso giocatore di un anno fa solo che quest’anno non c’e bosh quindi a livello puramente statistico avremo un incremento,per quanto riguarda l’atteggiamento e la debolezza sotto i tabelloni siamo sempre li.
    belinelli invece sembra aver trovato una sua dimensione pero e un po presto per trarre certe valutazioni…

    per quanto concerne il gallo siamo in attesa del suo salto di qualita visto che al momento la costanza non sembra il suo forte.

    • Permettimi di dissentire.
      Siamo all’inizio della stagione e il tempo ci dirà tante cose. Però non devi guardare solo le statistiche.
      L’anno scorso con Bosh fuori per infortunio i Rapt affondarono. Non c’era uno che si prendeva le responsabilità di portare avanti la baracca. C’era Turkoglu, designato per questo ruolo ma fallì.
      Quest’anno, notevolmente indeboliti dalle partenze di Bosh e Turkoglu, hanno investito Andrea del ruolo di uomo faro. Se tecnicamente lo è per atteggiamento e attributi non lo sembra. Li chi comanda è Evans. Va compreso se il ragazzo riuscirà a diventare il leader tutto tondo senza necessariamente fare bla bla bla. Ebbene ieri in tantissime occasioni Andrea andava a parlare dai compagni, lo vedevi discutere e non solo. Evidentemente ci stà provando.

      Gallinari in questo è molto più dotato e se D’Antoni lo lascia fare vedrai che non ci metterà molto ad imporsi. In quel contesto per farsi rispettare dovrà rendere moltissimo in campo e le premesse sono incoraggianti. Nelle ultime gare il suo rendimento è salito moltissimo ed è la condizione per emergere.

      Quindi, ok guardare le statistiche ma non solo. Credimi che lo scorso anno queste cose non accadevano. Non sarei così pessimista.

  31. Io credo, come già scrissi in un post precedente, che nel contesto di New York Gallinari non esploderà mai del tutto. L’articolo in cui Harrington parla di Danilo, del presunto trattamento favorevole a lui riservato della dirigenza e da coach D’antoni e delle antipatie di alcuni compagni nei suoi confronti è indicativo del fatto che i Knicks attuali non costituiscono il posto giusto in cui sviluppare a pieno le potenzialità del Gallo.
    La presenza in panchina di D’antoni, data la nota amicizia con Gallinari senior per i trascorsi all’Olimpia Milano, è deleteria per Danilo, che correrà sempre il rischio di essere percepito dai compagni come il “cocco” del coach.

  32. Ma danilo è il cocco del coach, intendiamoci in molte serate sarebbe stato ovvio far giocare chandler al posto del gallo! E questo rischia di riperquotersi su di lui, che si sente troppo sicuro del posto, anche se ora sembra ingranare! Se mantengono questo roster i clippers fra tre quattro anni saranno pronti a calciare in culo un bel pò di squadre, da quando è fuori il barone giocano tre Rookye e due che sono al terzo anno nella lega, insomma quando si dice squadra giovane!

  33. bargnani dopo le critiche fa una bella partita,poi 7 rimblazi non sono da buttare,bravo ha saputo reagire.
    ny torna a vincere finalmente,gallinari si procura più liberi,e stat piano piano ingranerà le marce alte,certo probabile che la prox partita la perdi,se tiriamo bene vinciamo sennò no.
    non sò la situazione dello spogliatoio dei knicks,però se davvero ha dei trattamenti di favore rispetto agli altri pure io non la prenderei bene,e penso che gallinari non abbia bisogno delle coccole di d’antoni.
    cmq applauso al grande b-easy che sta inanellando prestazioni di grande livello e in più sta trovando CONTINUITà roba che lui non conosceva davvero.
    è vero che gioca nei wolves,ma mi sta facendo ricredere su molte cose

  34. Datemi del masochista, però io mi son visto Toronto vs Phila. Ma come si fa a criticare Bargnani? Ha il peso dell’attacco sulle spalle, e pretendiamo anche lucidità in difesa e a rimbalzo, allora ci manca solo che porti asciugamani e borracce e siamo apposto.

    Io ho vinto un grande realizzatore, uno dei primi 20 attaccanti dell’NBA, altro che storie, questo fa canestro come e quando vuole e in 1000 modi diversi, secondo me è uno dei lunghi più fastidiosi della lega appunto perchè fa cose strane per un lungo, sulle rimesse esce da guardia, ti parte in palleggio con un primo passo pauroso e tira da dio.

    Ha 25 anni, è solo alla quinta stagione NBA, non avrà mai l’impatto di LeBron ma non è Olowokandi.
    Bogut, Kenyon Martin, Brand, Yao (gli ultimi due frenati da un infortunio) tutte prime scelte, io credo che il mago possa superarli a fine carriera.
    Il paragone con Brown, Olowokandi, Joe Smith, Oden non sussiste, tutti peggiori del Mago.
    Le prime scelte nettamente migliori del Mago degli ultimi 15 anni: Iverson, Duncan, James, Howard, Rose, Wall e Griffin.

  35. mailman

    avevo iniziato il predraft e mi avevano scelto i thunder alla 27,sono una guardia di 1,91 forte fisicamente,fortissimo in penetrazione.
    poi ora è un pò che non gioco al myplayer,certo nba 2k11 è da seghe,poche storie

  36. è vero tutti gli altri giocatori si possono criticare mentre il mago no,bella sta cosa,il bello è che io lo critico quando gioca male,gli ho fatto i complimenti per la partita,che devo fare?

  37. per me bargnani ora come ora non è tra i primi 20 attaccanti nba,forse in futuro lo diverrà

  38. tifoso knicks

    Io sono stato scelto al draft dagli Spurs al primo giro, centro 2.10, rimbalzista, atletico, però tutto da costruire in attacco.
    A suon di difesa e rimbalzi ho preso il posto in quintetto affianco a Tim Duncan, perso in finale di conference coi Lakers.
    Medie tipo: 10pt 10rb 2blk…primo quintetto rookie.
    Poi ho mollato, mi prende troppo tempo allo studio, comunque dopo un anno ero già soddisfatto, il miglior compagno di front line di Timoteo del dopo Admiral.

  39. tifoso knicks

    Non era riferito a te, Bargnani va criticato nella stessa maniera in cui vanno criticati gli altri. Io voglio solo sottolineare che è nella media delle prime scelte assolute degli ultimi 15 anni.

  40. bodiroga

    anch’io infatti voglio iniziare a fare il myplayer con un lungo come bargnani :D
    scherzo voglio creare un centro di vecchio stampo,le sfide jordan le hai fatte?

  41. bodiroga

    ma penso che nessuno lo accosti ad olowokandy o brown,quelle sono esagerazioni.
    insomma lo reputo un buon giocatore non una merda!

  42. tifoso knicks

    No, non mi piace quel tipo di modalità, io faccio 2 amichevoli e subito la modalità carriera. Adesso sto usando fantapallacestro il manageriale gratuito. Mi prende meno tempo e dà anche maggiori soddisfazioni.

  43. bodiroga

    però che figata usare le squadre del passato,ho fatto tante partit contro un mio amico old knicks vs old bulls,bellissimo!
    la modalità jordan è abbastanza difficile,mi hanno detto che se vinci tutte e 10 le sfide,sblocchi la modalità carriera con mj,insomma una sorta di my player con jordan,da rookie ha già un valore di 69

  44. ti consiglio,fai la sfida con mj,contro i blazers,gara 1 del 92,la scrollata,appena metti la 6° tripla prima del 1° tempo,ti fa proprio il gesto che fece jordan a magic in quelle finali,quando lui alza e mani e fa il gesto di non sapere nemmeno lui cosa gli sta accadendo

  45. Ragazzi, io sono il play dei Lakers e vi garantisco che giocare con Kobe Bryant è una autentica agonia… Prende dei tiri irreali e rifiuti dei canestri già fatti… Per non parlare del fatto che una volta che ho azzardato qualche tiro in più, alla conferenza, è uscito fuori che stavo sui coglioni ai compagni…

  46. the mailman

    Ahaha, certo devi tirare sugli scarichi, se ci sono. Certo che fare il play dei Lakers dev’essere proprio difficile.

  47. mailman

    ahahahahahah
    certo iniziare la carriera nei lakers e stare subito sul culo a bryant e co. non è il miglior modo di iniziare,io mi ricordo al pre-draft camp quel bastardo di wesley johnson tirare tutto quello che gli capitava,ed in più dovevo marcare turner che segnava come voleva…
    poi giocare nei thunder mi piace poco,inizierò una nuova carriera con un centro

  48. Bodiroga

    Ma tiravo sugli scarichi! Immaginati te se mi permettevo di crearmi un tiro da solo…

    Tifoso

    Mi ci son fatto cedere ai Lakers. Il problema è che in attacco Kobe è immobile, quindi o crea lui o fargli un assist è difficile. D’altra parte quando lo trovi a 4-5 metri dal canestro, se gliela passi, sta tranquillo che ci tira e ne butta dentro una marea
    ps: fare gli schemi è veramente un casino, io non c’ho più la testa per mettermici ad imparare

  49. nn gioco alla play3 dai tempi di fifa08, è bello nba 2k11?? e quanto costa?spero sotto i 60 euro

  50. Madonna ma di che cacchio state parlando? Quello gioca con Kobe, quell’altro fa il pivot…io sto ancora al commodor 64, spiegatevi cazzo!!!

  51. in your weis

    in NBA 2K11 c’è una modalità in cui ti crei un giocatore. Ti scegli tutto: altezza, peso, ruolo, tipologia etc etc…
    Successivamente devi fare alcune partite estive e, a seconda di come giochi, viene scelto al draft. Poi parte la summer league ed infine il campionato. è una carriera vera e propria.
    Inizialmente sei una sega, ma poi inizia ad avere un senso

    • mi fa piacere sapere che non sono l’unico! contro wall alla seconda partita non ho avuto problemi Bledsoe era immarcabile! Cmq secondo me il gioco è uguale all’anno scorso, ho appena finito la stagione ed ho chiuso con 27 ppg e 9 ast! Dopo venti partite sei già uno dei più forti della lega! Troppo facile!

  52. raga ke ne sapete dell’ennesimo infortuneo di oden?????…l’ho letto adesso su un gruppo di facebook

  53. lakers91

    Portland Trail Blazers center Greg Oden will undergo microfracture surgery on his left knee Friday and will miss the remainder of the 2010-11 season, the Trail Blazers announced this evening. Dr. Richard Steadman will perform the surgery with assistance from Trail Blazers orthopedic surgeon Dr. Don Roberts at the Steadman Hawkins Clinic in Vail, Colo. Oden, 22, has been sidelined since fracturing his left patella in a Dec. 5, 2009, game vs. Houston. A recent MRI showed damaged cartilage to the surface of his femur, and his current injury is unrelated to the fractured left patella. Oden previously underwent microfracture surgery on his right knee Sept. 13, 2007.

  54. che figata nba 2k11, lo prenderò per natale perchè al momento ho zero soldi!! però a leggere i vostri commenti mi intriga parecchio.. ma ci sono tutte le squadre anche del passato?

  55. comunque PURTROPPO ho visto la partita phila-toronto.. da tifoso sixers è stata un’agonia, squadra a pezzi, ma neanche squadra si può chiamare.. gli unici che salvo sono brand e holiday, il secondo sarà il futuro dei sixers per forza, migliora di partita in partita.. turner non male, ma in certi momenti deve prendersi in mano la squadra, anche se avrà tutto il tempo per farlo..
    in attacco c’è un’anarchia terribile, collins sembra che in tutto ciò che ci capisca poco, e gente come songaila non riesco proprio a vederla mi spiace, per non parlare di lou williams, solito mangiapalloni che forza ogni cosa… va beh..
    cedere iguodala per me non è la soluzione, perchè oggi senza di lui si è visto che la squadra fa poco, inoltre se cedi iguodala chi prendi? finora ho sentito deng, e credo sia solo peggio se dovesse arrivare in cambio di iguodala, e del contratto di peja stojakovic, e la vedo un’altra strada poco sensata..
    mah, a phila momenti proprio bui..

  56. se vi piacciono i videogiochi nba 2k11 è la miglior simulazione di basket,bellissimo gioco.
    in più ci sono alcune squadre degli anni passati(bulls di jordan,knicks di ewing ecc) con i rispettivi campi da gioco di quell’epoca,poi finalmente c’è jordan nel gioco.
    all’inizio sarà frustrante perchè bisogna prenderci la mano(devi giocare gli schemi,usare bene i miss-match),ma con l’andare del tempo il gioco diventa godibilissimo.
    il gioco diventa un pò una droga :-)

    mailman

    è un casino difendere,ti dò un consiglio appena uno dell’altra squadra tira,incomincia a correre in contropiede,è rischioso perchè se uno prende il rimbalzo in attacco,diminuisce la valutazione se il tuo uomo rimane solo(e se segna pure peggio),ma se uno della tua squadra prende il rimbalzo,la passerà sempre a te visto che ti troverai da solo già dall’altra parte

  57. weis

    La battuta del Commodor 64!!! Sto ancora ridendo!!!

    Nba 2k11 costa 0, o almeno chi gli scarica come me.

    lakers 91

    Niente, si vede che non recupera e dev’essere operato di nuovo.

  58. iggy

    non ci sono tutte le squadre del passato,ci sono quelle che hanno influenzato in maniera più evidente la carriera di mj

    ecco le squadre

    1985-86 Chicago Bulls
    1985-86 Boston Celtics
    1989-90 Chicago Bulls
    1989-90 Atlanta Hawks
    1989-90 Cleveland Cavaliers
    1989-90 Detroit Pistons
    1990-91 Chicago Bulls
    1990-91 Los Angeles Lakers
    1991-92 Chicago Bulls
    1991-92 Portland Trailblazers
    1994-95 Chicago Bulls
    1994-95 New York Knicks
    1995-96 Chicago Bulls
    1995-96 Seattle Supersonics
    1996-97 Chicago Bulls
    1996-97 Utah Jazz
    1997-98 Chicago Bulls
    1997-98 Utah Jazz

    penso che con il passare degli anni aggiungeranno nuovi old team(magari sull’online ne trovi da scaricare già dell’altri fatti da altre persone)

  59. tifoso knicks

    Finalmente c’è Jordan!!!

    Mi ricordo che c’era in NBA 2000 come giocatore speciale, poi ovviamente è tornato nel gioco nel biennio negli Washington Wizards, ma aveva valori (non alla Jordan), cioè io con Kobe e i Lakers, aspettavo la partita in quanto sadico e gliene piazzavo 60 apposta.

  60. io mi ricordo ad nba live 99 si chiamava n° 99 ehehehe…
    c’era anche la telecronaca di bagatta :D
    “non la mette in una vasca da bagno” “solo il fondo del secchiello” e poi sembrava spastico quando pronunciava olajuwon ahahaha

  61. Tifoso
    Sta cosa la fa sempre mio fratello ed è veramente squallida… ehehehehhe
    Sono uno che gioca ordinato, poi, siccome mi son fatto un play alla Magic (201 cm) punto spesso alla stoppata, dandone in 5 minuti a quarto, almeno un paio

    ragazzi, la cosa meglio me la feci io a NBA 06, quando feci i roster storici di tutte le squadre NBA. Quello era un vero spettacolo. Ci stavano tutti i giocatori, dagli anni 50 fino ad oggi. Ne avevo fatti a decine…

  62. mailman

    ti giuro che sta cosa la faccio quando gioco una partita di merda e per rimediare allora vado in contropiede in anticipo,per aggiustare la valutazione ehehee

  63. Wilkins, Maravich, Mutombo, Bird, Russell, McHale, Parish, Archibald, Jo jo White, Ainge, Jordan, Pippen, Rodman, Gilmore, Kukoc, Grant, LBJ, Nance, Price, Nowitzki, Aguirre, Blackman, Harper, Nash, Finley, Jamison, Mashburn, English, Vandeweghe, Antohny, Thompson, Lever, Issel, McDyess, Thomas, Hill, Dumars, Laimbeer, Big Ben, Chamberlain, Barry, Richmond, Hardaway, Olajuwon, Moses Malone, Drexler, McGrady, Francis, Horry, Tomjanovich, Miller, McGinnis, Knight, J O’Neal, Artest, McAdoo, Manning, World Free, Brand, Jabbar, Magic, Kobe, Shaq, West, Baylor, Worthy, Goodrich…
    E questi solo pochi tra le squadre fino ai Lakers

  64. tifoso knicks

    Nba 99 c’era Bagatta!!! E’vero, c’erano 3 giocatorini illegali Duncan – Shaq – Garnett, bastava prendere Spurs, Lakers o Twolves e vincevi a manetta.

    Io mi sono trovato bene anche con NBA 2003, commento di Flavio Tranquillo. La cosa figa era che avevi almeno una stella seria per franchigia. Quindi in nessun caso ti trovavi a giocare col nulla.
    Certo che prendere i Lakers del Kobe-Shaq era un pò illegale.

    Ricordate per la console SEGA, NBA Hangtime, due contro due, una figata per l’epoca.

  65. Ho giocato al 98, 2001 e poi dal 2004 al 2008, 2k9 e 2k11. Me ne son fatti diversi dal qui in là…

  66. mmail, bodiroga, tifoso,

    lo avete scaricato sul mulo? perchè ho notato che è 6 giga…come lo metto sul dvd? e poi ci giocate sulla playstation3 o sulla 2 oppure sul pc?? perchè non mi risulta abbiano fatto la modifica alla play3.

  67. cmq io ad nba 2k9 ero un mostro…mi feci il quintetto sessions-ellis-t-mac-sheed-lee….cn belinelli e chandler dalla panca…ma vincere era troppo facile

  68. sasi pc, l’ho scaricato con torrent. Serve un joystick potente con gli analogici eh perchè ci sono 6000 tasti.

    Il quintetto più forte da quando gioco a NBA, risale al 2003,

    Lakers

    G Fisher
    G Bryant
    F Stojakovic
    F Horry
    C O’Neal

    Però ho avuto grandi soddisfazioni coi Blazers con Sabonis – Sheed – Pippen ecc…

    E a NBA 2006 titolo vinto coi Nuggets

    G A.Miller
    G R.Allen
    F C.Anthony
    F K.Martin
    C M.Camby

    contro i Cavs di LeBron (con Hughes potentissimo).

    Il massimo Melo che batte LeBron storico avversario dai tempi del liceo.

    A NBA 2k9 feci un carrierone coi Thunder, potenziamento di Durant e Westbrook a manetta, scambiato Green per Bargnani, presi anche M.Gasol Beli e Gallo.

    G R.Westbrook
    G M.Belinelli
    F K.Durant
    F A.Bargnani
    C M.Gasol

    6°Uomo Danilo Gallinari.

    Titoli su titoli.

  69. Scaricati BitTorrent. Installalo.

    Vai su http://www.btjunkie.org (è un buon motore di ricerca torrent).

    Cerca il gioco che ti serve, ti uscirà un elenco ordinato per seed clicca su quello che è in cima alla lista.
    Download Torrent.

    A quel punto ti salva su Download o su Detskop un file con l’icona torrent e il nome del gioco, cliccaci sopra e il torrent parte.

  70. sasipunk

    Il bello è che puoi allenarli, quindi ho reso presentabili entrambi gli italiani, mentre Durant e Westbrook sono diventati attaccanti fenomenali e difensori di alto livello.

  71. bodiroga

    grazie per il torrent…curiosissimo di giocarci, anche se vorrei fare la follia di comprare il gioco per ps3…in hd deve essere uno spettacolo

  72. Figurati Sasi!!! Ti capisco, guarda anch’io se ho 50 euro da spendere non ci penso due volte a prendere un gioco, oppure una canotta.

  73. Sasi

    Io ho una scheda grafica della madonna ed il gioco sfiora la perfezione

    Bodiroga

    No no, non comprare le canotte. Vai a finire come me che ce ne ho tipo 15 e non so neanche di chi metterla alla fine

  74. grazie a tutti per i consigli.. ehehe… io mi sa che me le comprerò senz’altro il gioco, però intanto mi gusto l’attesa..
    con le magliette anche io ne ho tantissime, ora la prossima da prendere è quella di blake griffin..

  75. A chi ancora non ce l’ha sconsiglio di “comprarlo”.
    E’ una goduria assoluta giocarci, ma nuoce gravamente a studio/lavoro e vita sociale.
    XD

Commenta