Cinque partite nella notte con i Lakers nuovamente sconfitti dalle triple di Phoenix e San Antonio che continua il suo buon momento contro i Thunder di Durant e Westbrook.

Vediamo in dettaglio come sono andate le gare.

Minnesota TimberWolves 105 @ Atlanta Hawks 111
Atlanta ha la meglio sui TimberWolves di un caldissimo Kevin Love, che dopo la prestazione monstre dell’altra notte, realizza un’altra doppia doppia da 22 punti e 17 rimbalzi e un Beasley ispirato che realizza 25 punti con 10 su 16 al tiro.

Sono Al Horford e Josh Smith però i mattatori della gara, rispettivamente con 28 e 23 punti e catturando 10 rimbalzi a testa. Si sveglia troppo tardi Minnesota, orfana di Flynn e Ridnour e con Telfair in cabina di regia, che subisce i padroni di casa nei primi tre quarti e prova la rimonta solo negli ultimi 12 minuti, quando la precisione dalla lunetta degli Hawks li tiene a distanza.

Detroit Pistons 100 @ Sacramento Kings 94
Una bomba a 23 secondi dalla fine di uno spavaldo Ben Gordon, che a fine gara dichiara che il suo essere un clutch player è uno dei motivi per cui viene pagato così profumatamente e per cui è conosciuto, mette i chiodi nella bara dei Kings, per usare un detto caro agli statunitensi.

Il segreto del successo dei Pistons è stata la buona distribuzione dell’attacco, con 5 giocatori in doppia cifra e Stuckey top scorer con 17 punti (cui aggiunge 7 assist) seguito a ruota proprio da Gordon con 16. Minutaggio discreto anche per l’ex All Star Tracy McGrady che in 20 minuti realizza 8 punti con 4 su 5 dal campo.

A produrre per Sacramento il solito Tyreke Evans. Il freshman realizza 20 punti lasciando però gli assista a Udrih, che ne smazza 9. Tra i lunghi è Landry a dare qualcosa alla causa con 19 punti e 8 rimbalzi, mentre il rookie Cousins cattura sì 8 rimbalzi ma perde anche 6 palloni, esattamente la metà di tutta la squadra.

San Antonio Spurs 117 @ Oklahoma City Thunder 104
San Antonio porta a casa la gara nonostante un Duncan da soli 6 punti e 4 rimbalzi in 23 minuti di gioco. Chiave dell’incontro è stato l’aver limitato uno dei giocatori più caldi del momento, Russell Westbrook, concedendogli soli 5 canestri dal campo su 17 tentativi, per 19 punti totali.

Ma soprattutto un Matt Bonner formato All Star con 21 punti frutto di un perfetto 7 su 7 dalla linea del tiro da tre. Oltre all’ex messinese c’è da segnalare la prestazione di Blair che in 16 minuti di utilizzo raccoglie 11 rimbalzi e le solite prove da trascinatori di Ginobili e Parker, autori rispettivamente di 21 e 24 punti.

Fa la sua partita invece kevin Durant, che segna 23 punti con 10 su 23 al tiro e cattura 7 rimbalzi. Kevin, costretto a 5 palle perse dalla difesa segli Spurs non può nulla nell’ultimo quarto quando con un parzialino di 8 a 2 San Antonio prende 8 punti di vantaggio e non si volta più indietro.

Houston Rockets 104 @ New York Knicks 96
Ancora una sconfitta per i Knicks di D’Antoni nella notte, stavolta per mano dei Rockets di Kevin Martin e Luis Scola. Il primo pare ormai essersi integrato alla perfezione nel gioco di Houston ed ancora una volta è il top scorer dei suoi con 28 punti.

L’argentino invece si dimostra sempre più un ottimo lungo in NBA e con i suoi 24 punti scava il solco decisivo che affossa i Knicks.Buona anche la prova di Courtney Lee, finalmente efficace con 12 punti frutto di un 5 su 9 al tiro.

Per i Knicks Gallinari chiude con 14 punti e 4 su 7 al tiro in 36 minuti di utilizzo, mentre Stoudemire è quello che maggiormente cerca di scuotere l’attacco dei suoi realizzando 25 punti con 10 su 19 e catturando 8 rimbalzi. A dargli supporto Chandler, autore di 17 punti e Felton con 15. Positivo ancora una volta il rookie Fields, partito in quintetto e autore di 12 punti e 6 rimbalzi con 6 economici tiri.

Pessima prova invece di Douglas che in 18 minuti tira 11 volte realizzando un solo canestro dal campo. La prova da 30 punti contro i Bulls pare un fatto isolato.

Phoenix Suns 121 @ Los Angeles Lakers 116
Secondo stop consecutivo per i campioni in carica, questa volta tra le mura amiche ad opera dei Phoenix Suns di Steve nash, autore di 21 punti e 13 assist. Per vincere i Suns hanno dovuto tirar fuori una prestazione monstre da oltre l’arco, con 22 tiri sui 40 tentati a segno.

Il più caldo è stato Jason Richardson, che con il suo 7 su 10 da tre e i 35 punti finali ha schiantato ogni tentativo di resistenza da parte dei Lakers. Le triple di Phoenix sono state protagoniste nel secondo quarto, quando i Suns hanno realizzato un parziale di 16 a 2 frutto proprio di 4 conclusioni da oltre i 7,25 a bersaglio consecutivamente.

Per i soli pare essersi integrato anche Turkoglu, atteso a un nuovo ruolo rispetto al passato, quando aveva più palla in mano. Brother Hedo a fine gara fa registrare 17 punti, con 5 su 7 da tre. Positivo anche Frye, autori di 20 punti e 4 su 9 dalla lunga distanza.

Per i gialloviola solita ottima gara da parte di Pau Gasol, che con i suoi 28 punti e 17 rimbalzi (di cui ben 9 offensivi), tiene a galla i suoi fino alla fine, ovviamente insieme a Kobe, che segna 25 punti con un ottimo 11 su 20 e smazza 14 assist. A macchiare la sua prova però ci sono le 8 palle perse, che pesano come macigni nell’economia della partita.

Post By showmehow2play (46 Posts)

Website: →

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

119 thoughts on “Suns e Spurs vincenti contro Lakers e Thunder

  1. Finalmente una vittoria di prestigio…..Go Soli…..
    Turkoglu quindi è vivo….Steve e Jason lo sempre stati….

  2. non ho visto la partita dei lakers,però devo dire che 121 punti subiti,dopo averne subiti 120 contro i nuggets e un segnale che non mi piace molto.
    ovviamente niente di preoccupante,però questa squadra deve ritrovare la sua identità.
    comunque suns che sentono il peso dell’assenza di stoudemire,così come i knicks sentono l’impatto del suo arrivo…

    la stessa cosa dell’identità vale per i thunder,qui si che ho visto la partita.
    lo scorso anno erano di un aggressività pazzesca nella loro fase difensiva,mentre quest’anno sembrano spenti…

  3. Record sfiorato con 22 triple contro le 23 degli Orlando. Record di franchigia e successo che pesa. Questa notte però c’è Denver…

    Grande Matt Bonner. 7/7 da tre, a Messina aveva lasciato il segno prima del fallimento della società e del trasferimento negli USA.

  4. ah dimenticavo,kobe 14 assist e soli 20 tiri presi,ma i lakers perdono…

    con questo voglio solo dire che l’altra volta i lakers non hanno perso per colpa dei suoi 32 tiri.
    in queste due sconfitte i lakers non hanno difeso come una squadra bicampione del mondo deve fare.
    anche se tutti conosciamo il grandissimo potenziale offensivo di due squadre come nuggets e suns,onestamente 240 punti in due partite sono troppi…

  5. imbarazzanti i knicks… sveglia !!! e io che ero fiducioso verso la squadra all’inizio..speriamo che si riprendano.
    enorme Matt Bonner 7 su 7 da tre.

  6. Vittoria casuale dei Suns, 22 triple a bersaglio non capiteranno mai più.
    Lakers che subiscono molti punti, ma stanno giocando veramente con 2 lunghi 2! Anche col rientro di Bynum, solo 3 lunghi in rotazione mi sembrano davvero poco, rischiano di arrivare ai PO più affaticati del solito. L’anno scorso c’erano Powell e Mbenga, che sono 2 pippe, ma almeno quei 10 minuti a partita in regular, tanto per far rifiatare Odom e Gasol li facevano.. quest’anno invece nulla
    Bella vittoria San Antonio, con Duncan che si sta gestendo, eccome. Avanti così.
    Contento per Houston; peccato per i loro infortuni, perchè sarebbe una squadra davvero interessante e completa

  7. I lakers che perdono la seconda di fila dopo che il mailman ha scommesso sulle 70e passa vittorie..
    Se nei PO volessi scommettere sul terzo titolo consecutivo nn farti problemi.

  8. L’anno scorso eravamo la miglior squadra della lega nel difendere sull’arco, in due partite siamo stati sommersi di triple da Nuggets e Suns, non so, sinceramente ho visto solo gli ultimi due quarti ma non abbiamo giocato male, abbiamo fatto una buona partita, anche le cifre lo dimostrano, è che questi hanno pescato il jolly, hanno tirato con percentuali irreali dall’arco con un J.Rich ieri in versione “He Got Game”, Kobe ieri ha sfiorato la quadrupla doppia (anche 8 perse….) ma come in altre partite nell’ultimo quarto è calato molto, gioca bene soprattutto i primi tempi, non sta ancora benissimo mi sa.

    Ora ci sono tre partite di fila in trasferta, possibilmente da vincere tutte e tre, però ripeto, mentre la sconfitta coi Nuggets si poteva catalogare come la solita partita da Lakers versione scazzo questa non direi, semplicemente c’è da togliersi il cappello davanti ad una mostruosa prova dei Suns che capita una volta ogni morto di papa, queste sconfitte ci fanno bene, questa squadra per rendere al massimo ha bisogno di essere sempre motivata, lo so è un grosso limite ma ormai conosco bene i miei polli.Detto questo non me l’aspettavo questa sconfitta.

  9. Non credo che le due sconfitte siano un grosso allarme per i Lakers. Sicuramente tenere per ogni partita grande intensità non è semplice, ci sta perdere contro due avversari tosti come Denver e Phoenix.
    Di sicuro, i tifosi del forum che si aspettavano un segnale forte contro le altre pretendenti dell’ovest saranno rimasti molto delusi.
    In realtà quello che viene fuori da questi match è che i Lakers avranno anche un ottimo roster con un bel reparto lunghi, ma la difesa sul perimetro mi sembra migliorabile. Ok Artest e Barnes sulle ali piccole, ma Fisher-Blake-Brown e Kobe se nn è in serata di grande intensità possono soffrire contro gente come Billups, Richardson e Nash.
    In sostanza però ha ragione Big O: quante partite con cosi tante triple possono uscire ad una squadra in un anno? Spesso neanche una, e la percentuale nei PO scende ancora.
    Quindi Gallo puoi stare tranquillo. Aspettate Bynum, intanto concedetevi qualche sconfitta perchè siete esseri umani anche voi e appena inizieranno lunghe trasferte e back to back sarà normale calare un pò…

  10. tracymcgrady

    io sono tranquillo,ci mancherebbe.
    negli ultimi anni ho visto i lakers perdere peggiori partite di questa.
    dico solo che per una squadra come i lakers subire 240 punti in due gare sono troppi.
    in più non e l’approccio di kobe che cambia in negativo la partita dei lakers come in molti dissero dopo la gara contro i nuggets…

  11. Nottata con diverse sorprese…

    Atlanta vince, e ci mancherebbe, dopo 4 sconfitte. Di Minnesota, a me rimane l’impressione di una squadra che se solo avesse un playmaker coi fiocchi, già andrebbe ai PO. A guardarli bene, questi hanno talento, atletismo, punti nelle mani, sono coperti in ogni ruolo (pur con doppioni e tweeners). Beasley, Love, Johnson, una buona coppia di centri come Milicic e Pekovic (un lusso averli in panca), Brewer, Webster, con il problema di nn avere un regista vero (lo è Ridnour, ma senza il talento necessario per accendere tutti)

    Basterebbe uno scambio fatto bene, e questi fanno subito il salto di qualità…

    Ho visto il secondo tempo degli Spurs, bella W considerando Duncan a mezzo servizio, e Manu da 1/10 nel 1° tempo. Ovvio che Bonner a 7/7 da 3 nn capita più, più che altro ho visto una buona difesa negli ultimi due quarti, con tiri contrastati, tanta pressione sulla palla, aggressività

    Knicks imbarazzanti, a dir poco. Premetto: a differenza di altri, io nn ho mai pensato che la NY 2010-2011 fosse più forte di quella dello scorso anno, o che fosse da PO subito. Certo però è che nn si capisce cosa abbia per la testa D’Antoni. Avrò visto 10 azioni di seguito uguali: palla a Stat a 5 metri da canestro, e via di 1 vs 1. Mettiamoci la solita difesa ridicola, ed ecco un concerto di “boo” dagli spalti…

    Il pubblico giustamente si sta rompendo le palle di vedere un branco di scimmie, e la pazienza dopo 2 anni è finita. Ok, Felton nn è Nash, ma lo vogliamo provare almeno mezzo pick and roll? Vogliamo provare il Gallo come point forward, visto che cervello e mani ce le ha, invece di farlo giocare come un Korver qualunque? Vogliamo togliere la palla dalle mani di Stat, giocatore che deve ricevere palla in movimento, nn giocare da fermo?

    Spero D’Antoni abbia un piano in tutto questo, altrimenti è meglio che lo caccino

  12. discorso thunder…

    sembra impossibile pensare che una squadra in crescita come i thunder stia marciando ad un ritmo molto più lento dello scorso anno…

    tutti i giocatori sembrano migliorati,ad esempio penso ad un ibaka che fa vedere un pò più di tecnica,oppure un westbrook che e sempre più consapevole del suo incredibile potenziale,lo stesso durant mi sembra tutt’altro che involuto.
    in più se ci mettiamo a discutere se davvero un westbrook può valere un durant,allora gli avversari devono cominciare a preoccuparsi per davvero di questi thunder…

    detto questo,anche se sei in continua crescita a livello individuale non e detto che migliori la squadra se poi quegli stessi giocatori perdono tutta la loro intesità difensiva che gli fece fare un notevole salto di livello nella scorsa stagione…

    ancora oggi ricordo una loro gara di stagione regolare dove massacrarono i lakers.
    ok erano dei lakers tutt’altro che in forma,però quel giorno avevo capito che questa squadra era in prospettiva la migliore di questa lega,perchè al talento immenso dei loro giovani univa un sistema difensivo già sorprendentemente avanzato.
    ma se oggi non ritrovano quell’identità dico addirittura che rischiano seriamente di non andare ai playoff…

  13. comunque il draft del 2008 si sta rivelando uno dei draft più ricchi degli ultimi 10 anni…

  14. Cazzarola e sono 4 sconfitte di file. Ieri contro dei buono Pistons con un sorprendente Big Sleep hanno portato a casa una W meritata. Peccato per la decisione arbitrale sul 94-92 per gli ospiti che ha inopinatamente concesso un possesso ai Pistons risultato decisivo. C’era un’immagine eloquente da un’altra angolazione che evidenziava il tocco finale fosse del giocatore Pistons, di cui non ricordo il nome. Per i Kings lavori in corso.

    Godo a vedere il circo equestre a NY perdere contro una squadra rimaneggiata come lo sono ora i Rockets. Felice di vedere K. Martin giocare ai suoi livelli mentre intristito da Gallinari e dal suo utilizzo. Forse e dico forse per i Knicks mancare i PO sarebbe benefico. Così mandano a casa D’Antoni. Non so come possa pensare di giocare alla sua maniera con Felton che non è Nash e di sfruttare le doti di Stat da fermo. Sull’utilizzo di Gallinari neanche si discute. Una squadraccia al momento.

    Spurs vivi nonostante un TD sotttono. Ci pensa Bonner (7/7 da tre).

    Atlanta vince contro una squadra migliore di quanto credevamo. Siamo solo all’inizio ma potrebbero essere la sorpresa ad ovest. Non come pretendente ai PO ma come team in netta crescita e con un potenziale notevole. Se non fanno sciocchezze hanno delle basi niente male. Il solo duo Love/Beasley è notevole, Wesley è buono buono , Pekovic crescerà, Brewer ottimo back-up, insomma c’è da essere ottimisti.

    Phoenix che non finiscono di sorprendere con un redivivo Hedo e uno spaziale J-Rich. Nash il solito maestro mentre i Lakers perdono subendo una valanga di punto. Non ne farei un dramma salvo che Kobe ha mancato una quadrupla doppia per niente.

  15. Io continuo a sostenere che i Thunder sono clamorosamente sopravvalutati, e finora i fatti mi danno ragione. Ok Durant e Westbrook, ma gli altri nn mi convincono.
    Se nn girano questi due chi porta in dote una buona dose di punti?
    Solo Harden dalla panca, quando è in giornata. Green è un buon terzo violino ma gioca in un ruolo non suo e soffre quando si trova contro delle frontline di valore; Sefolosha è uno specialista difensivo; Ibaka è di prospettiva, ma nn mi sembra fisicamente e tecnicamente dominante, al momento ha dalla sua solo l’atletismo; Krstic e Collison, i lunghi teoricamente migliori, sono buoni ma nulla di più; la panchina non è particolarmente profonda e talentuosa.
    Il futuro resta dalla loro, ma per parlare di contender ci vorranno ancora almeno due anni. E qualche addizione importante di mezzo… (Bargnani e Oden? ;-))

  16. Intanto i bistrattati Rapt hanno una sola W in meno rispetto ai Knicks ed è grave che una squadra con un buon roster giochi in quel modo. Apprezzo molto di più i canadesi che almeno giocano a basket con quel poco talento di cui dispongono.
    Sono spesso ingeneroso nei confronti di Triano ma Mike in questo periodo si supera.

    Poi tra 20 partite vedremo i Knicks veleggiare e vincerne 14 su 20. Tutto può succedere.

  17. Tracy

    Oden ma sei pazzo??????? Vuoi portare sfiga in Oklahoma? Cavolo quel “vecchietto” potrebbere portare in dose una sfilza di infortuni….

  18. alert70

    probabilmente tu hai visto la partita e quindi sai cose che chi non ha visto il match tra kings e pistons non può sapere.
    però definire sorprendente la prova di mcgrady mi sembra esagerato.
    tutti sappiamo che il miglior tmac non tornerà mai più,però ancora oggi può fare ottime cose,perchè la classe immensa e sempre quella.
    quindi non ci vedo niente di sorprendente nella sua prestazione di ieri, a meno che tu non lo consideri un giocatore totalmente finito…

  19. Tracy

    I Thunders sono tutto fuorchè sopravvalutati. Questa è una squadra che lo scorso hanno ha vinto 50 partite, e fatto cagare sangue ai Lakers nei PO. Il nucleo è giovanissimo, e quindi in teoria destinato a crescere con l’esperienza, Durant e Westbrook sono usciti ingigantiti dai Mondiali, e rispetto allo scorso anno c’è una panchina più lunga, ed un anno di esperienza in più

    Il fatto che perdano qualche partita ad inizio campionato ci sta tutto, anche perchè il livello medio ad Ovest rimane bello alto. Come ha detto il Gallo, è una squadra che al momento sembra aver perso identità difensiva, ma dopo 10 partite dare un giudizio definitivo mi sembra affrettato

    Su Ibaka, questo ha iniziato a giocare da pochi anni, è del 1989, e già rispetto al 2009-2010 sembra un altro giocatore. E se nn è fisicamente dominante (lo hai guardato che struttura fisica che ha?), nn so chi potrebbe esserlo

    No, io penso che i Thunders siano buoni buoni. Restano dei problemi: la pressione di dover far meglio dello scorso anno, le molte aspettative, l’esigenza di trovare un 4 vero, e distribuire meglio le responsabilità in attacco, visto che le bocche da fuoco nn mancano, e nn ci si può ridurre ad un “palla a Kevin/Russell e pedalare”

  20. dico subito,che anche se non e arrivato ai lakers,io sono uno di quelli che tifa per mcgrady.
    se dovesse tornare a dei buoni livelli io sarei molto contento,perchè lo considero il talento cestistico per eccellenza…

    in più,cavolo,questo ha 31 anni,a questa età puoi dare ancora molto in questa lega…

  21. Sono d accordo con gallo, tracy mcgrady ‘e un talento assoluto nella lega,se non avesse avuto tanti infortuni sarebbe il numero 1!!!purtroppo ha avuto troppi infortuni….per i lakers ‘e un film gia visto, in regular season avranno un andamento positivo con qlc basso, poi nei playoffs saranno un altra squadra…mi aspettavo qlc in piu dai thunder per l’inizio stagione…

  22. Col cervello che ha, TMac nn poteva essere il numero 1 neanche a bocce…che poi gli infortuni ne abbiano minato la carriera pochi dubbi, ma anche quando era al 100% è sempre stato sostanzialmente un perdente, di lusso, come Vince, ma sempre un perdente…

  23. e bravi Spurs! a questo punto in your wais deve ingegnarsi a trovare le consuete alchimie di mercato, con qualcuna delle sue dritte popovych può tornare a pensare in grande…..

    thunder non sono sopravvalutati, hanno una piccola crisi di identità, fisiologica direi, ma la supereranno senza problemi.

  24. anche secondo me i thunder sono buoni buoni..a inizio stagione,con più pressione addosso,ci sta qualche svarione..continuo a non credere agli speroni,almeno finchè qualcuno non m i convincrà che da un anno all’altro le persone ringiovaniscano,invece di invecchiare ..i lakers..sapete tutti che LA COLPA E’ DEL POSTINO,pretende di scommettere con me..eheheh..tanto conta niente,vinceran comunque l’ovest e andranno alle finals,bene o male.
    knicks..giocando così non van da nessuna parte,questo è quanto…routine x atlanta,

  25. Quoto pienamente chi dice ke il draft 2008 è uno dei migliori del decennio. Secondo me è inferiore solo a quello del 2003. Rispetto a quel draft sono usciti più giocatori ottimi, ma anche quei giocatori che potranno dominare (rose e in parte westbrook e beasley) non raggiungeranno mai il livello del 3 e del 6. Cmq sia Alexander che Bayless hanno deluso pienamente le aspettative, soprattutto il primo ke fisicamente sembrava pronto x l’nba.
    Delle partite della notte ke dire, complice un bonner versione super, phoenix ke riskia di battere il record di triple nba, detroit ke riscopre il clutch gordon e il non gioco di d’antoni (ma xke van gundy non ritorna in panca?)mi sono ritrovato a sbagliare tutti i pronostici…

  26. Io parlavo di draft del decennio…Non metto in dubbio il fatto ke sia inferiore a quello dell’84, del ’96, ’85…

  27. x IYW

    secondo te che scambio si potrebbe fare? tenendo conto che Flynn non lo vedo come possibile play che “sposta” e Rubio non credo toccherà mai la maglia di Minnie…

  28. Secondo me x Minnie l’ideale sarebbe pescare un kyrie Irving dal prox draft, oppure un tentativo x kirk Hinrich si potrebbe fare

  29. postino

    così te le cerchi…eheh

    la stessa cosa che dissi qualche giorno fa quando si diceva che i lakers anche col freno a mano tirato potevano dominare tranquillamente l’ovest in stagione regolare.
    io continuo a ripetere che ad ovest trovi squadre che se non ti impegni te la fanno pagare cara.
    ovviamente con questo non voglio dire che i lakers contro nuggets e suns non si sono impegnati,però certamente se i lakers non si esprimono al massimo contro certe squadre rischiano sempre…

    voglio dire,siena era una delle squadre che negli ultimi anni nel nostro campionato poteva vincere qualsiasi gara anche se giocava sotto i suoi livelli abituali…

    poi il record dei bulls e francamente illegale,vincere 72 partite su 82 quando giochi 3/4 gare alla settimana mi sembra un impresa irreale.
    ma quei bulls avevano una forza mentale che questi lakers,anche se continuano a vincere titoli ed aumentare l’autostima,non avranno mai.
    pazzesco pensare che quei bulls l’anno dopo vinsero 69 partite e l’anno dopo ancora 62 nonostante pippen saltò 35 gare(24-11 senza pippen).
    e dire che quei bulls non erano neanche più così freschi…

  30. premetto che l’ho visto giocare poco…certo che se a giugno avremo la possibilità di puntare su di lui vuol dire che è stata un’altra stagione da 20 w….per Hinrich faccio lo stesso discorso di Flynn con minor margine di miglioramento!

  31. Secondo me un tentativo x Collison potevano farlo in estate…Ora come ora non so chi potrebbe arrivare a Minneapolis. Dovranno sperare nel prossimo draft di pescare uno tra Irving e (ke sarebbe xfetto) e brandon knight

  32. in effetti Telfair sembra molto maturato…però qui si sta parlando di salto di qualità da play off accennato da INW…quindi il campo di rertringe e credo che in questo momento non abbia soluzione..visto che ora come ora solo Paul e Williams potrebbero cambiar volto ad una franchigia dei bassi fondi.

    prima davo per scontato il fatto che Rubio non indosserà mai la casacca di minnesota forse un pò per scaramazia, ma credo che lui possa essere la soluzione con un draft 2011 focalizzato su un centro puro

  33. perdente e una parola grossa, ha sempre avuto compagni scadenti ai magic e quando e arrivato a houston gli infortuni hanno fatto la loro grande parte… tiro morbidissimo,atletismo come pochi, assist, un giocatore completo…non capisco la tua aggresivita nei confronti di mcgrady…

  34. i wolves hanno detto l’altroieri che non traderanno i diritti per rickion rubio….il quale magari a giocare con love e beasley potrebbe anche ripensarci…che poi il rubio visto ai mondiali nell’NBA non farebbe molto di diverso da Jose Cagnolon, giocatore sopravvalutatissimo.

    • il mondiale ha lasciato perplesso anche me…dipenderà da come si adatterà al basket d’oltre oceano…dove le cose per certi versi sono più semplici..

  35. “negli stati uniti anche se fai ogni sera a toronto 20 punti più 10 rimbalzi non ti considera nessuno”

    chi ha detto questa frase?

    cavolo,sono anni che partecipa all’all star game,ha fatto parte del team usa campione olimpico a pechino,la scorsa estate e stato più richiesto dei vari stoudemire e boozer e con wade e lebron ha fatto degli heat la squadra dei big three.
    quindi mi chiedo,ma questo cosa si pensa di aver fatto ai raptors per considerarsi così sottovalutato dalla gente.
    allora e vero che si crede il migliore della lega…

  36. ahahahahahahahah chris frosh

    sarei curioso di sapere cosa gli ha detto garnett dopo la schiacciata di rondo e tutti i canestri che gli ha messo in faccia l’altro giorno, lo avrà ucciso col trash talking.

  37. Gallo

    Ho visto la gara e i due commentatori erano estasiati e colpiti dal rendimento di T-Mac. Spesso dicevano che era tornato in vecchio T-Mac. Non ti sto dicendo che è defunto anzi, ma la differenza del Tracy di una volta e quello di oggi è la costanza di rendimento e sappiamo tutti il perchè. Se tornasse al 75% delle sue potenzialità i Pistons avrebbero fatto il colpaccio.

    Ci sono state tre azioni consecutive in cui il buon Garcia, che è un buon difensore, non ci ha capito nulla. Lo guardava neanche avesse visto un fantasma e la faccia di Westphal era tra l’ammirato e lo scocciato. Pure i compagni lo festeggiavano consci del fatto che la luce si era accesa. Se fosse costante nel rendimento figurati se saltavano in piedi ad ogni sussulto.

  38. rupaul è davvero incommentabile..per una volta sto con garnett e il suo trash talking..eh

  39. salve a tutti!!! scusate se non ho postato per parecchio ma ho avuto parecchi impegni personali…. ottimo giorno per riprendere a scrivere su play.it!!! non ho ancora visto la partita dei miei suns ma non vedo l’ora di farlo!!!!

    discorso thunder
    questi sono ad un giocatore dall’essere una squadra da titolo… mancano i cm sotto e aldrich non è ancora ai livelli che potrà raggiungere… non serve una stella ma un centro di ruolo che non si tiri indietro (ad esempio un chris kaman nei thunder ci sta benissimo, ma i clips non lo daranno mai)

  40. Vista la gara tra thunders e spurs, e devo ammettere che se per sbaglio gli speroni dovessero arrivare così ai playoffs, beh, se la possono giocare con chiunque.
    E’ vero che bonner non farà sempre 7/7 da 3, ma è anche vero che anche duncan non sarà sempre così passivo in attacco.
    Durant e westbrook tenuti benissimo dalla difesa spurs, ginobili e parker in formissima, sopratutto il francese che rimane forse il miglior giocatore della nba in entrata a canestro, il tutto senza la forza e l’elevazione i james e wade.
    Concorsdo con IYW su ibaka, questo fisicamente è la cosa più vicina ad howard, in più sta facendo dei progressi assurdi, stai a vedere che questi il lingo per cominciare a vincere sul serio c’è l’anno già a casa.

    Vittoria phoenix dovuta alla serata di grazia da 3, non credo che si rivedrà una simile prestazione sopratutto fuori casa, kobe da cinema con la giocata sulla tabella.

  41. gallo

    credo che questo sarà solo il primo di diversi sfoghi che quel demente di bosh sputerà durante questa stagione, perchè piano piano potrebbe essere visto come un normale comprimario nel contesto degli heat, cosa che per uno che si considera un papabile MVP deve essere dura…eheheh

  42. Alert

    Ahahahah, guarda che è Portland che porta sfiga, in Oklahoma magari anche Oden risorge! :-)

    inyourweis

    Attenzione, nei commenti di queste prime settimane di regular non ho mai discusso il talento dei Thunder, soprattutto di KD e Westbrook di cui mi esalta l’atletismo e la velocità, dico solo che è presto per parlare di finale ad ovest o principali antagonisti dei Lakers. Non facciamoci fuorviare dagli ultimi playoff: l’anno scorso hanno fatto una grande stagione figlia soprattutto di buona organizzazione e tanto entusiasmo. Ora stanno calando perchè aumentano le pressioni e le aspettative, ma anche perchè il roster non è sufficientemente assortito per essere competitivi ad alti livelli fin da subito. Ricorda che quegli stessi Lakers, ad esempio, si sono ancora rinforzati nonostante abbiano vinto il titolo, i Thunder no. La maturazione sportiva non è scientifica nè quantificabile, evidentemente procede un pò più a rilento del previsto e secondo me se nn si mette mano a questo roster ci vorrà ancora molto tempo per vederli combattere ai vertici.
    Detto questo rimangono una buona squadra, ma nn sono ancora affatto pronti per scalare la Western…

  43. mp84

    si,probabilmente bosh fra un pò comincerà a lamentarsi stile shaq dei primi anni 2000,come ha detto se non sbaglio buffa in telecronaca,potrebbe cominciare a dire frasi tipo:

    “se non date da mangiare al cane poi potrebbe smettere di fare la guardia”

    comunque ormai la giocata usando il tabellone come sponda si potrebbe chiamare movimento alla kobe…

  44. Non voglio difendere Bosh, ci mancherebbe altro, ma non capisco perchè le uniche due star che hanno bazzicato a Toronto se ne sono andati pieni di astio.

    Sarà che le tasse sono più alte ma Toronto è una bella città, è la più americana del Canada ma nonostante tutto sembra di parlare di un gulag. Cazzarola tra Toronto, Oklahoma City, San Antonio, Memphis, Minneapolis, Sacramento non c’è proprio paragone. E invece tutti via dal Canada neanche fosse Haiti.

    Poi se Bosh dice che stare in Canada non porta visibilità boh. In fondo i Raptors giocano nella stessa lega.

  45. Io credo che per bosh serva un trattamento speciale, un trattamento che solo una testa di cazz0 come riley può offrire, mica spolestra.
    Io davvero non c’è lo vedo spolestra che mette in riga james wade e bosh.
    Gallo
    il primo che ho visto fare la giocata sulla tabella però mi pare fosse t-mac, sia all’all star game, che in regular season, mi pare contri raptors di vince…

  46. Visto Ibaka contro Portland: forse hanno già quello che serve, i miglioramenti rispetto all’anno scorso fanno pensare ad un giocatore speciale, se avesse le stesse capacità di migliorarsi Howard sarebbero guai, invece si nota qualcosa ma… sembra ancora improgionato in quel corpo.
    E noto che adoro Tracy e spero ritorni, i Bulls sarebbero stato perfetti ma va bene lo stesso, la rotazione nel ruolo dei Pistons è persino accessiva, aspetteranno ancora un pò poi Rip potrebbe cambiare aria. Oltre che di un centro i thunder necessitano proprio di un Rip. Hamilton (d’epoca), ossia una guardia dinamica d’esperienza che difenda ma non ti penalizzi in attacco, Thabo e fonfamentale per le tanti piccole cosa che fa e per la difesa ma in attacco è un buco nero a volte…
    Squadre ancora in rodaggio comunque, qualcuno dava i Jazz per finiti…
    Credo che si aprirà una piccola crisi per LA che andrannoa in trasferìta in campi difficili senza un Kobe da urlo vanno in striscia di 4 L

  47. Voglio dire acontro i Bucks possono tranquillamente perdere se come lo scorso anno Kobe non gliala vince…

  48. julius

    a me sono sembra che ai thunders manchino le bocche da fuoco, hanno il miglior duo offensivo della lega, un terzo violino coi fiocchi come jeff green che ti può dare 18-20pts, in più harden dalla panca, insomma, una guardia realizzatrice non è che gli serva più di tanto.
    Se poi ibaka comincia a segnare pure lui allora..

  49. ovviamente sono tutte scuse.
    sinceramente da questo punto di vista ammiro più un lebron che almeno ha dichiarato di essere andato agli heat per avere più possibilità di vincere il titolo…

    invece bosh se la prende con tutti tranne che con se stesso.
    e così difficile per lui ammettere che con lui da stella principale o uomo franchigia una sua squadra non potrà mai neanche sfiorare il titolo e quindi per poterlo vincere deve semplicemente togliersi parecchie responsabilità che non era e non sarà mai in grado di assumersi…

    lo stesso discorso poteva valere per un vincer carter,che ha lasciato i raptors per andare a giocare con kidd…

  50. Anche Andre Miller ha fatto la stessa giocata di Bryant contro i thunder e guarda caso all’inizio quando si vede qual basket leggiadro e sornione da RS…

  51. Scusate quando avrebbe detto quelle cosa il genialaccio di Bosh? Certo che sarebbe uno spasso vederlo tradato per un centro neanche forte che so a Minnie. Una goduria non per i Volwes….

  52. julius

    beh,kobe mi ricordo fece anche quella giocata contro battier e sopra la testa di yao durante i playoff 2009…

    giocata di puro istinto cestistico…

  53. gallo
    Vince a confronto ha fatto tantissimo nei playoffs, ricordiamoci che ad inzio decennio era considerato il miglior eseterno della lega – poi magari non lo era – che ha messo tanti e tanti tiri decisivi, ricordo i playoffs 2000-01 contro phila, fece qualcunque cosa per vincere.
    Bosh a confronto cosa ha fatto?

  54. alert70

    non saprei,l’ho letto sulla gazzetta di oggi.
    evidentemente l’avrà detta in questi giorni,anche se era una frase che mi sembrava di aver già sentito da parte sua,certemante non mi stupisce…

  55. Scusate quando avrebbe detto quelle cose il genialaccio di Bosh? Certo che sarebbe uno spasso vederlo tradato per un centro neanche forte che so a Minnie. Una goduria non per i Wolves….

  56. Per me potenzialmente air canada poteva diventare un attaccante superiore a kobe e t-mac.
    Già dalla seconda stagione questo era nettamente il devastante atleta della lega, schiacciava in testa a chiunque, tirava da ogni posizione, ma sopratutto era un tiratore da 3 micidiale, migliore di quanto lo siano mai stati kobe e mcgrady, questo suo mix di atletismo e capacità di mettere a segno molte triple con più del 40% lo rendeva potenzialemente uno da 30 pts a partita ogni anno.
    la verità invece è che vince, una volta che ha cominciato ad essere un cecchino da 3, ha smesso di attaccare il ferro, e si è accontentato del tiro da fuori, questo quando era ancora l’atleta n.1 della nba – a mani basse.

  57. mp84

    verissimo,per un periodo ad inizio millennio carter era considerato il miglior esterno della lega,ad essere precisi il migliore tra tutti gli eredi di jordan…

    conoscendo il carattere di kobe,chissà quanto gli sarà bruciata questa cosa,anche perchè prima dell’arrivo di carter era lui il prediletto dai media per quel tipo di paragone…

    comunque carter veniva esaltato anche oltre i propri meriti.
    chiaramente era un grande giocatore,però diciamo che la sua spettacolarità tendeva a sopravvalutarlo un pò.
    onestamente non credo ci sia mai stato un momento in cui carter poteva considerarsi un giocatore migliore di kobe…

    fu proprio jordan il primo ad andare contro carter,preferendo kobe a lui, dicendo appunto che kobe a differenza di carter era anche un grande difensore…

    strano personaggio carter,non ha mai realmente voluto accettare il paragone con jordan,anzi sembrava quasi che lo infastidisse sia il paragone che jordan stesso.
    nel 2003 fu l’unico che non propose ad mj di entrare al suo posto nel quintetto di partenza dell’all star game di atlanta,l’ultimo di mj.
    alla fine però “obbligarono” proprio lui a farsi da parte…

    comunque hai ragione,tra carter e bosh non può esserci proprio paragone,seppur anche carter ha sempre avuto certi limiti a livello mentale che non l’hanno fatto diventare quel giocatore che poteva diventare…

  58. michael philips non capisci niente di nba…questa tua ultima affermazione e la prova che non capisci niente….

  59. samcassell

    non voglio fare il moderatore,ma non ti presenti nel migliore dei modi,smettila…
    ognuno esprime la sua opinione,per esempio io non condivido quello che ha detto michael ma non lo devo mica offendere.
    d’atoni non ci sta capendo un cazzo,knicks al livello dei raptors per come stabbo giocando adesso,ha ragione alert

  60. Mah…, non sono molto d’accordo, che Carter fosse l’atleta più forte della lega in quel momento nessun dubbio (mi ricordo ancora quel povero francese posterizzato a Sidney 2000 da Vincecredible…), però nel complesso come attaccante puro in quel periodo sia Iverson che T-Mac gli erano superiori, Kobe iniziò ad essere nettamente superiore dal 2002.Detto questo un giocatore come lui che basava quasi tutto sull’esplosività abbiamo visto col passare degli anni che fine ha fatto, anche per la testa che si ritrova, mentre un Kobe ancora domina, un T-Mac se non avesse la schiena a pezzi dominerebbe ancora, curioso di vedere Lebron quando supererà la trentina, sarebbe anche ora che uno col fisico alla Malone imparasse a giocare in post basso.

  61. tifoso knicks

    si che poi come dico sempre,ok non essere d’accordo su un opinione altrui,però almeno motivare il perchè…

    io ad esempio penso anch’io che carter si sia “specchiato” un pò troppo col suo tiro da fuori,anche perchè ricordiamoci tutti che questo una volta aveva il primo passo più immarcabile dell’intera lega,almeno tra quelli alti attorno ai 2m…

    a differenza di kobe o tmac aveva meno trattamento di palla e visione di gioco,però come atleta e come tiratore non aveva nulla da invidiare a loro due,anzi…

  62. sapete ai tempi chi poteva essere il chris bosh tra gli esterni…

    jerry stackhouse,esattamente come con bosh,mi ha sempre infastidito il suo credersi “the best”.
    questo già da rookie si montò la testa tanto che dean smith dovette chiamare jordan per chiedergli di dare una lezione a stackhouse e farlo ritornare sulla terra.
    stackhouse stesso che prima di entrare in nba disse che aveva già giocato contro jordan e la cosa l’aveva tutt’altro che impressionato…

    poi andò via dai sixers perchè geloso di iverson.
    giocò per anni nei pistons prendendosi 30 tiri a partita e tirando con percentuali da quasi minibasket…

    andò ai wizards a giocare con mj,poi una volta finita la stagione accusò jordan come il vero protagonista del fallimento dei wizards mentre lui fu solo incompreso…

  63. Stack avrà avuto un discreto caratterino, però di esterni che giocassero in post come lui ce n’erano davvero pochi…

  64. Carter e Mc Grady

    Carter è l’ombra del giocatore spettacolare di una volta in grado di fare cose che altri si sognavano, atleticamente parlando. Poi il voler tirare solo da fuori ne ha limitato la pericolosità; ed oggi è un mezzo zoombie. Ultimamente il suo calo fisico è stato notevole. Si vede che non ha gamebe e che di conseguenza quando va al ferro l’appoggia o si limita a schiacciarla senza saltare 80 cm.

    Mc Grady ha avuto picchi di rendimento superiori a Carter, aveva ed ha un basket totale che il cuginetto neanche si sogna ma a parte questo non è mai stato mentalmente una roccia. La furia emotiva che hanno Kobe, Garnett, Duncan sono un’altra merce. Peccato per Tracy che a 31 anni poteva dare tantissimo.

  65. sugar ray

    se per questo oggi in nba non ci sono tanti lunghi con la capacità di bosh di giocare con naturalezza fronte a canestro dai 4-5m,ma questo non vuol dire niente…

    nessuno dice che non sono due talenti,solo che si autoesaltano ben oltre le loro capacità…

    voglio dire,anche lebron o kobe spesso fanno gli arroganti,ma loro se lo possono permettere un “pochino” di più.
    certo,probabilmente il migliore di tutti resta tim duncan,un giocatore che da questo punto di vista non ha mai fatto il fenomeno,eppure se lo sarebbe potuto permettere…

  66. gallo

    è vero che stackhouse era egoista,su questo niente da dire,però a me piaceva come giocatore,mi ricordo quando giocava a dallas che era già in fase calante portare letteralmente a scuola in post basso lebron james.
    certo i suoi difetti se li è portati dietro per tutta la carriera anche se nei mavs fu parecchio importante per la squadra.
    poi sul discorso che andò via da phila perchè c’era iverson,ok,ma anche il signor allen vedeva di cattivo occhio jerry,insomma la colpa non mi sento di attribuirla solo a stackhouse

  67. poi non solo stackhouse nella storia nba si autoesaltava…è stata piena la nba di giocatori del genere

  68. mamba

    sai che jr smith si è arrabbiato con gli sviluppatori di nba 2k11 perchè gli avevano messo un livello basso nel gioco,con una twitterata ha detto che non comprerà il gioco :D

  69. samcassel
    Benvenuto!
    In questo blog c’è sempre spazio per qualche nuovo pazzoide, e credo che quel posto tu lo possa riempire.

    Gallo
    Stackhouse pure lui era un ottimo prospetto, grande atleta, forte fisicamemte, buon tiro, ma testa bacata come pochi, sì direi che il paragone con bosh rende l’idea.

  70. stack era un giocatore super egoista,grande attaccante ma poco propenso al passaggio….basta litigare che la cosa piu importante nella vita non e’ la nba, ma e’ la gnocca!!!!!
    Delonte west docet!!!

  71. Visti lakers – suns e non sono d’accordo con chi dice che la vittoria è casuale e data solo dalle tante triple entrate…. …è vero che tirare col 55% da tre è tanto ma sono percentuali che a quei livelli sono in grado di tenere se li lasci sistematicamente tirare con 3 metri di libertà…
    …direi una prestazione da RS da parte dei lakers; più interessati alle statistiche personali che a sputare sangue in difesa… …di certo non saranno così molli ai playoff…

  72. Gallo

    Vabbè ma non è normale che scommetto e le beccano per due di fila…

    Brazz

    Stai a gode, eh? Infame eheheheheh

  73. Ma cos’è parente di Lamezia Terme?

    Comunque, parliamo di basket va, non ho potuto vedere alcuna partita causa mattinata di 118 e pomeriggio di studio, comunque:

    Minnesota non è affatto male, anzi al posto di Ricky Rubio io rivaluterei i Twolves, Pekovic deve prendersi il posto di centro titolare perchè è meglio del miglior Milicic anche quando gioca male ed è un grande giocatore di post basso.
    Kevin Love va bene come ala grande, si completa con Pekovic perchè ama stare più lontano da canestro in fase offensiva ed è un grande del rimbalzo al contrario del montenegrino.
    Lo spot di ala piccola è di Michael Beasley, go to guy di questa squadra, giocatore dal talento immenso che può davvero spostare tanto in questa lega.
    Guardia Wesley Johnson, atletico, talento da svezzare ma già in grado di produrre punti.
    Playmaker Ricky Rubio, beh non c’è altro da aggiungere a quello che si è detto, è in un momento di leggera flessione ma la da via come pochi al mondo.

    Progettino niente male, non c’è il fuoriclasse alla Durant, ma vedo un bel mix alla Portland. Talento giovane da svezzare su cui puntare.

    Sui Lakers: strano vederli perdere con un Kobe da quasi tripla doppia e un Gasol simile, vabbè è la Regular Season.

  74. Avete sentito del casino tra Stonerook e il tifoso di Cantù ieri al Pianella?

    I giornali hanno scritto di un lancio di un cappotto seguito da un diverbio, beh a quanto pare non è così.

    Un amico di un mio amico che era alla partita, ha raccontato di un Stonerook super incazzato che si è arrampicato, ha sferrato due cazzotti in faccia al tifoso, e ha rischiato di essere accoltellato dal tifoso canturino. Meno male che gli altri tifosi si son messi in mezzo!!!

    Comunque dopo lo sputo a Mike Hall, adesso questo folle che lancia i cappotti, al Pianella si sta esagerando:

    Prima si parlava di “Pandemonio al Pianella”, adesso è “Delinquenza al Pianella”.

  75. Hey Hickson stiamo tutti aspettando il rientro di West per ammirare le maglie di sfottò a LeBron. Ce ne sono tantissime, ad esempio “James has chosen south but your mama is riding West”. Gli americani ci sanno davvero fare…

  76. Ma dell’infortunio di Roy si sa qualcosa?
    Brutta roba temo per R. Lopez, il ginocchio si piega nel verso sbagliato… che sfiga quando un compagno ti cade sul ginocchio così, tipo quello di Bynum ma per me più impressionante e grave temo

  77. Certo ke se a Minneapolis non distruggono come sono soliti fare questi si rirovano un bel giocattolino in mano…Se riescono a capire ke quell’incompetente di kurt Rambis questi si ritrovano un bel giocattolino x le mani. Quoto pienamente bodiroga qnd dice ke bisogna dare più minuti a pekovic. Vista la carenza dii lunghi nella lega questo puòspostare nella nba attuale dato ke è uno dei migliori interpreti del post basso. Se Rubio non dovesse deludere questi si potrebbero ritrovare con: rubio-wes johnson-beasley-love-pekovic. Dalla panca brewer,flinn,telfair,milicic,tolliver. Insomma questa squadra skifo non farebbe e non dimentikiamoci ke al prox draft potranno pescare tra le prime 7-8. C’è ki è messo peggio

  78. Minestoa invece ha bisogno si di un bel play, ma la 1a urgenza è fare ordine, chiarirsi le idee.
    play: ora c’è un reietto come Telfair, oppure un Flynn che organizzatore di gioco non è. Ridnour a me piace ma non esiste come titolare
    guardia: ci gioca uno buono come Johnson che è un’ala piccola…
    ala piccola: ci gioca un’ala grande…
    Ala grande: niente da dire, mi piacciono gli agonisti come Love
    Centro: Milicic un demente? un cerebroleso? un ritardato? 2° me non si esce da questa cerchia di sostantivi per definirlo. Pekovic, buono, potrebbe avere col tempo un impatto simile a Nesterovic. Koufos, e chi l’ha mai visto giocare? ad Ohio sembrava sapesse giocare ma non muoversi. Tolliver, bah?!? 4 centri che per tanti motivi non “assemblano i 2 che servirebbero a una squadra nba.

    Brewer, preso dopo il b2b di Florida con ben altre aspettative che diventare un difensore battezzato in partenza in attacco
    Ellington? poco tiro, poca altezza, poco tutto.
    Peggior dirigenza NBA!
    Talento ce n’è, ma il resto?

  79. a dirla tutta beasly si sta adattando a fare l’ala piccola,con discreti risultati per ora.
    certo devono essere stabilite gerarchie precise sennò non ci sarà mai chiarezza.
    cmq minnesota ha pure webster che male non è

  80. alert70

    effettivamente a giudicare da queste immagini fisicamente tmac sembra stare meglio rispetto alla precedente esperienza con i knicks,speriamo dai…

    scusate per il video con commento in cinese,ma e l’unico che ho trovato…

    • McGrady non è messo così a merda, vorrei vederlo giocare con un minutaggio più consistente, però dubito che nel casino Pistoniano possa averli.

  81. La faccia da pesce lesso è sempre la stessa(cit!!!), forza Tracy, fra qualche giorno ti facciamo visita, rivoglio un Kobe vs T-Mac old style, quanto mi manca…;(((

  82. onestamente vedo un pò troppo ottimismo nei confronti dei twolves.
    il talento sicuramente in prospettiva non manca,ma prima di paragonarli ai vari thunder o blazers io aspetterei,perchè queste due squadre hanno dimostrato di aver molto più che semplice talento…

    love mette su numeri assurdi,ma come dicevo prima,vediamo sempre il contesto.
    lo scorso anno lee cosa faceva ai knicks?
    molto probabilmente diventerà un giocatore devastante,ma prima vediamola in un contesto più serio…

    su beasley si possono fare mille discorsi,nessuno ha mai messo in dubbio il suo immenso talento,però riuscirà a maturare e diventare un fenomeno o farà la fine dei vari francis o marbury?

    pekovic e il classico esempio della differenza fiba-nba,in europa sembrava un totem,qui in nba sembra fisicamente un giocatore normale.
    può fare bene ma per la nba non vedo niente di speciale in lui per poter diventare più di un discreto giocatore.
    oh poi posso sbagliarmi…

    però,il discorso più importante e che una somma di talenti non vuol dire automaticamente avere successo,anzi si può toppare lo stesso,quanti esempi si potrebbero fare.
    ripeto,i thunder lo scorso anno mi impressionarono perchè riuscirono a unire ad un grande potenziale(soprattutto in prospettiva) uno stile di gioco già molto efficace,soprattutto grazie ad un sistema difensivo tra i migliori dell’intera lega.
    e bastato che mollassero un attimo la presa e subito pagano il conto…

    il basket vive di equilibri,chimica,organizzazione,mentalità.
    se fosse solo talento allora ad ogni general manager gli basterebbe prendere semplicemente i migliori giocatori ruolo per ruolo per vincere,invece non e così…

    i miami heat sono l’esempio perfetto,hanno wade e lebron eppure ancora oggi faticano a dominare insieme come il loro talento gli ha sempre permesso di fare.
    semplicemente perchè hanno caratteristiche simili,fanno scopa,non sono compatibili,quindi non si completano,questo almeno fino a quando uno dei due riuscirà ad avere il coraggio di snaturare il proprio gioco abituale e in pratica si metterà al servizio dell’altro.
    adesso tra i due quello più propenso a questo sembra proprio lebron,anche perchè tra i due e quello che ha più capacità di creare per gli altri…

    quindi aspettiamo di vedere qualcosa di concreto da parte di questi twolves,altrimenti sarà l’ennesima bolla di sapone che prima o poi scoppia…

  83. Secondo me basterebbe il cambio d’allenatore xkè è evidente ke il più confuso sia proprio rambis…
    Discorso heat
    E’ impossibile ke wade si cali nel ruolo di secondo o al max primo e mezzo xkè altrimenti tutti direbbero ke ha ceduto il passo al nuovo arrivato…Quindi lebron sarà costretto in un certo senso a sottomettersi al 3…Ma cosa succederà dopo ke i due avranno vinto e tutti diranno ke il trascinatore sarà stato wade? Potrà ancora regnare la pace a south beach???Coppia unitasi troppo presto e ke fra un paio danni (Io gliene do 3 al max) potrebbe esplodere

  84. Bodiroga

    Da tifoso canturino sono disgustato da quello che è accaduto. Ho assistito ad alcune partite al Pianella e l’atmosfera quando è sotto controllo è bellissima. Purtroppo c’è un gruppo di dementi che stà perdendo il controllo. Peraltro Stonerook è stato una bandiera a Cantù per anni e chiunque lo apprezza per quello che ha dato. Francamente spero che le lega punisca la società e che la dirigenza di conseguenza abbia le palle di mettere ordine.

    Gallo

    Tracy
    A turno hanno provato a mettergli la museruola ma nulla. Ovviamente si sta parlando di lampi in un buio cosmico però se si sveglia son dolori. La facilità con cui faceva le cose era sconcertante. Però capivi pure che il ragazzo è convalescente e che la paura di farsi male è sempre dietro l’angolo.

  85. King James

    Fossi in loro, l’ultima preoccupazione sarebbe a chi “intestano” le vittorie. Piuttosto: se quest’anno e l’anno prossimo non riescono a vincere? La testa di Bosh starebbe già su un piatto d’argento offerta al primo che citofona a casa Pat. E tra i due? Può succedere di tutto…

  86. Bosh

    Tutti noi parliamo male di Bosh (anch’io ovviamente), forse perchè se lo merita. Alla luce degli eventi accaduti questa estate non credo si ritenga un “prescelto” perchè la decisione di approdare agli Heat lo ridimensiona. Qui non si è trattato di cambiare franchigia dove ti pagavano di più e per giunta trattato come primo violino ma è andato in una squadra che vedeva come compagni la coppia delle meraviglie Wade James.

    Ora se il suo ego è tale da sentirsi superiore al duo allora è pazzo o drogato, altrimenti anche se dice stronxate lo fa tanto per sputare fuori aria ma di fatto ha compreso che per poter vincere un titolo ha bisogno di quei due.

  87. Secondo me in ogni caso non dureranno abbastanza, tra l’altro non hanno firmato contratti lunghissimi, io do loro massimo 4 anni, se non vincono entro due anni implodono e a quel punto non salterebbe solo la testa di Bosh…., io non penso che James voglia essere ricordato come quello che ha vinto grazie a Wade, un pò come Kobe con Shaq quindi sia che vincano sia che perdono insieme non rimarranno a lungo, mia sensazione.

  88. alert70

    ma infatti io sono stato uno dei primi a sottolineare il gesto “umile” di bosh…

    l’unica cosa che mi da “fastidio” di questa storia e che poteva dire che e andato via dei raptors perchè a toronto non aveva possibilità di vincere il titolo e non sparare altre cavolate tipo quella che negli usa veniva sottovalutato perchè giocava a toronto.
    lebron almeno e stato trasparente,ha semplicemente detto che ha scelto gli heat perchè gli davano più possibiltà di vincere rispetto ai cavs e alle altre che lo volevano.
    cosa che io non penso,visto che per me la squadra che gli dava più possibilità di vincere subito erano sicuramente i bulls…

  89. I Twolves giocano la TPO? Ah beh, un pò sgangheratina, se la vede il vecchio Tex si spaventa.

  90. mamba

    come si fa gia a stabilire gerarchie tra wade e james.finora wade e si il migliore realizzatore pero james e il migliore passatore e il vero play della squadra.
    inoltre i 3 hanno firmato per 6 anni con la possibilita di uscire dal contratto dopo 4 anni.
    ho l’impressione che tu prenda i tuoi desideri per la realta visto la tua antipatia per gli heat pero fossi in te andrei piano con le previsioni cosi disastrose.

  91. Secondo me il problema ego è un problema solo per la testa di James, perché Wade lo reputo un ragazzo intelligente e pacato che non fa troppi problemi da prima donna. James invece… è un pallone stragonfiato e lo sappiamo tutti, solo che per ora è stato accontentato, ovvero: sì non è il miglior realizzatore, ma è il play della squadra, è il giocatore che costruisce tutto ciò che riguarda la squadra, passa a chi vuole e quando vuole e porta palla da una metacampo all’altra e quando vuole va al ferro. Inoltre, e nessuno forse ne ha tenuto conto, è il giocatore che durante i tecnici va ai liberi… non è un grande realizzatore, almeno lo è quanto Wade, un buon realizzatore, ma non una sentenza… allora perché va ai liberi? Semplice, lui è la star, mi sembra lampante. Forse il giocattolo si romperà se e quando gli Heat perderanno ai playoffs, se James incolperà come al solito gli “altri”, allora sì che Wade e Bosh si incazzeranno giustamente. Comunque un grosso problema degli Heat a mio parere è appunto il fatto che James gestisca troppo il pallone, per carità è un mostro di talento ma poi si fa la fine dei Cavaliers che dipendono dalla giornata di James che certo non è costante nell’impostazione come CP3 o Rondo o gli altri grandi. Conclusione se James si intestardisce o sbarella la squadra perde, semplicemente perché gli altri, seppur fenomeni come Wade, non sono più abituati ad avere la palla in mano.

  92. Gallo

    Chicago è stata la casa di MJ, un pò difficile da digerire anche per James.

    Non voglio fare il buonista ma James ha vissuto sotto i riflettori dall’età di 15 anni ed ognuno lo paragonava come il prossimo dio del basket. Lui si è pompato al pari dell’accozzaglia di gente che lo ha circondato. Quindi se da un lato ci sono atleti più educati nel limitare le stravaganze ad altri risulta difficile farlo.

    D’altronde se raggiungi le finals con quella squadra è chiaro che non pomparsi diventa difficile. Ora da bravo cristiano ha capito che a parte Chicago Miami del suo amichetto Wade era la destinazione più giusta. Chi vivrà vedrà.

  93. Yaya

    Ragazzo guarda che io non ho nessuna antipatia per glii Heat, ho detto mia sensazione che non significa che quello che penso io sia legge, per me se non portano a casa il titolo entro due anni implodono, tu puoi pensarla come ti pare, non sto a sindacare.Per me Wade resta il leader della squadra, poi se nei playoff i ruoli si invertiranno amen.

  94. KG5
    Come puoi dire ke lebron è un individualista e ke tende a sopraffare wade? Fino a prova contraria nell’ultima sfida contro i celtics james ha dato l’anime mentre wade non ha fatto altro ke sparakkiare e permettere a ray allen di sparare triple con due metri di spazio…Doveva difenderefino alla morte e fare il play in quella circostanza nn continuare a vagare x il campo…

    • Non dico che è individualista perché invece è un grande passatore, dico solo che lui era IL GIOCO dei Cavaliers, così come degli Heat. Gli altri la palla la vedono poco, la vedono solo per gli scarichi o per qualche generosa concessione del possesso a Wade o Bosh, ma fondamentalmente IL GIOCO è LeBron James e se si inceppa gli altri sono nei guai anche se si chiamano Wade o Bosh, perché non sono poi più abituati a gestire i possessi e creare un’azione decente. Per quanto riguarda i Playoffs mi sembra davvero assurdo quello che hai detto perché tutto il mondo ha visto le ultime due prestazioni coi Celtics, tremendamente brutte e ricordo anche un incredibile palleggio sul piede con conseguente contropiede di Rondo se non sbaglio. James ha giocato bene prima ma quando ha contato ha fatto errori grossolani come 9 perse nella famosa notte del palleggio sul piede (credo 9). Wade fece qualcosa come 46 punti in una partita, uno dei punteggi più alti nella storia dei playoffs, superando Magic se non sbaglio (a 42, magari mi sbaglio) e Wade aveva una squadra notevolmente inferiore ai cavaliers.

  95. KG5
    Su dai, che ti ha fatto james?
    Parli di lui come di un j.r. smith, uno stackhouse qualsiasi, leggendo i tuoi commenti oltre a notare un odio forte nei confronti di james, pare che lebron sia una classica testa calda, i noltre scrivi cose folli tipo:
    (james)”(non è un grande realizzatore, almeno lo è quanto Wade, un buon realizzatore, ma non una sentenza…”
    Ok ora james – 27.7 pts di media in carriera, credo il terzo più alto della storia dietro a chamberlain e jordan – è solo un buon realizzatore, e tira i liberi dei falli tecnici perchè vuole essere il protagonista…ma facciamola finita!
    Senza commentare la prima cosa ridicola, palesemente contro la verita dei fatti, riguardo la seconda, i liberi li tira quasi sempre arroyo negli heat quando c’è un fallo tecnico.
    Non mi sembri in grado di giudicare serenamente un giocatore che palesemente odi.

    • Non hai capito intendevo non è un grande realizzatore di liberi. è un mostro, senza dubbio il più forte dopo Kobe in questo momento. Non hai capito bene cosa intendevo dire. Comunque sì mi sta sulle palle, da sempre. Ihihihih.

      • P.S. scusate il doppio post, ho dimenticato un paio di cose, non le ho viste tutte le partite degli Heat ma non ho mai visto Arroyo ai liberi. Ho visto 3 volte se non erro James ai liberi per tecnico, poi magari ho preso una cantonata ma non credo. Inoltre non mi trattare come un idiota, prima di sputtanarmi leggi bene il mio post, credi che non sappia che James è il due volte MVP? Credi che io sia così cretino da considerarlo solo un buon realizzatore? Intendevo che non è eccellente realizzatore di liberi. Seguo assiduamente l’NBA da 15 anni quindi non fare il supponente.

  96. Secondo me finora non abbiamo mai visto il vero lebron james…Non lo abbiamo mai visto giocare in un vero sistema di gioco, in un sistema in cui ci sia un vero play ad innescarlo e non in un contesto dove dv essere lui il play, il primo o in questa nuova realta il secondo miglior realizzatore, uno dei primi rimbalzisti. Mettetelo in un vero e proprio contesto e questi potrebbe diventare veramente inarrestabile come realizzatore senza cn questo xdere minimamente negli altri aspetti del gioco. Insomma questo l’anno scorso ha kiuso con 29+8.6 in un contesto in cui viveva di soli isolamenti

    • Sono assolutamente d’accordo, ma ci vorrebbe Riley per addomesticarlo oltre ad un team equilibrato, cosa che gli Heat per ora non sono.

  97. KG5
    “non le ho viste tutte le partite degli Heat ma non ho mai visto Arroyo ai liberi”
    ebbene sappi che ne ha tirato diversi, cosa che mi ha sorpreso, dato che pensavo li tirasse wade o james.

    Io non faccio il supponente, avevo frainteso le tue parole riguardo i liberi, ma rimane il fatto che i tuoi commenti su james sono come tu stesso hai confermato influenzati pesantemente dalla tua antipatia nei suoi riguardi.
    Nessuno ti tratta da idiota, ma non fare la vittima dopo aver fatto certe dichiarazioni un pò gratuite ci sta che qualcuno risponda a modo.
    Sappi però che sarò uno dei pochissimi nel blog a difendere james, quindi tranquillo, avrai un esercito di haters che ti daranno manforte…
    Ah, seguire la nba da 15,20, 5 anni cambia poco, nel senso che c’è chi può seguirla per decenni e non capirci comunque una sega.

  98. Non è che i liberi sui falli tecnici deve tirarli la star, di solito si preferisce un tiratore infallibile o quasi come per esempio Fisher nei Lakers, però può capitare che fino a quel momento Fisher non ne ha ancora tirato e Kobe è a 10 su 10, allora ci va Kobe.
    Stessa cosa sarà negli Heat tra Arroyo, Wade e LeBron.

    • Appunto intendevo dire che James nonostante non sia infallibile ci va lo stesso perché è il leader.

  99. Comunque Michael non hai capito cosa intendevo dire su James. Qui non si critica il suo talento, si critica il suo ego. Io non ho giudicato per il mio odio, innanzitutto perché non lo odio, per odiare qualcuno bisogna interessarsene molto, mi sta sulle balle, come mi stanno sulle balle altri giocatori, come Gasol ad esempio. Ho semplicemente detto che non sono d’accordo su chi dice che Wade è il leader solo perché è il realizzatore principale, a me sembra, dai segnali che ho elencato che il leader è James. Inoltre non dico che James è una testa calda, dovresti fare più attenzione a quello che dico, non è West che va in giro coi fucili carichi su una macchinina da golf sull’autostrada, non è Arenas che a momenti ammazza un compagno, dico che è un pallone gonfiato che si da tante arie ed è una prima donna, se James non è una prima donna scusatemi… chi lo è? Come sappiamo quando perde da la colpa ai compagni, e appunto ho detto che il rischio che il trio scoppi ci sarà se perderanno. Infine ho detto che è un accentratore di gioco… quanto l’ho insultato non è vero??? Semplicemente ne ho analizzato i difetti, se devo essere ucciso per questo uccidimi, io non sono un hater, a me sembra che tu piuttosto sia un fanboy, perché sono stato mi pare piuttosto civile e lucido. Poi se devo scrivere anche i suoi pregi non mi basterebbero 100 pagine, ma quelli li conosciamo tutti. P.S. Io non ho la verità in tasca e forse sbaglio le mie analisi tecniche, ma voglio che mi si critichi sulle singole affermazioni, non sul totale, intendo, non mi dite “sei ingeneroso con James”, o “quanto odi James” ditemi piuttosto “non sono d’accordo non è un accentratore” o cose così, sennò veramente si trasforma in un dibattito sui sostenitori e sugli haters, e si parlerebbe di nulla. Ripeto non sono un haters ma non mi copro gli occhi quando James fa una vaccata, e non me li copro nemmeno quando stoppa in contropiede a 200 Km/h.

Commenta