Pocket

Un perplesso Lebron James: seconda sua prestazione monstre contro i Celtics, ennesima sconfitta

Sole 3 partite, ma di grandissimo interesse nella notte NBA: i Celtics vincono anche il rematch con gli Heat, questa volta a Miami, mentre i Lakers perdono la prima partita della stagione a Denver.

Vediamo com’è andata.

Boston 112 – Miami 107
Ancora vittoria per i biancoverdi nella sfida con gli Heat, anche più ampia di quello che dice il punteggio: partita sostanzialmente mai in discussione e dominio della difesa Celtic, che limita ancora una volta Wade (8p con 2/12 al tiro). Bosh si ferma a 15p e 7r, così non basta la prestazione monstre di Lebron (35p 10r 9a). Per Boston, 35p di Allen, 16a di Rondo, 25p di Pierce, 16p e 13r di Garnett.

LA Lakers 112 – Denver 118
Con un parziale di 16-0 nell’ultimo quarto, i Nuggets vincono in rimonta e danno la prima sconfitta ai campioni in carica. Decisivo durante la rimonta la prestazione di Ty Lawson, 17p in 22 minuti e 11 dei 16 punti del parziale decisivo. Come al solito, i Nuggets sono stati trascinati da Anthony (32p 13r) e Billups (15p 4a). Non basta questa volta il solito grande Bryant (34p 5a) e neanche un ottimo Brown (19p in 22 minuti). Kobe in questa partita ha raggiunto la fantastica quota di 26.000 punti in carriera.

Golden State 90 – Chicago 120
Senza David Lee, fermo per infortunio, si spegne la luce per i Warriors: non c’è partita a Chicago nonostante i 24p del solito Ellis. Deng (26p 11r) e Rose (22p 13a) guidano i Bulls alla quarta vittoria stagionale.

Post By Max Giordan (984 Posts)

Max Giordan
segue l’NBA dal 1989, naviga in Internet dal 1996.
Play.it USA nasce dalla voglia di unire le 2 passioni e riunire in un’unico luogo “virtuale” i tanti appassionati di Sport Americani in Italia.
Email: giordan@playitusa.com

Connect

159 thoughts on “Boston batte ancora Miami, prima sconfitta per i Lakers

  1. Considerazioni..
    Lebron contro Boston è chiaramente a suo agio (obiettivamente nessuno di boston può marcarlo 1vs1, quindi Brum Brum James imperversa), ma 1vs5 non vincerà mai (non era andato via dai Cavs per evitare situazioni come queste?). Boston limita wade a comparsa e per Miami è notte fonda. Bosh non sposta. Se l’idea era anche in una giornata NO di uno dei 3 ci pensano gli altri due allora sono cascati male.. Se Wade e Lebron non giocano al top (o quasi) per gli Heat è dura contro tutti. Boston probabilmente faticherà nei back to back ma rimangono credo la squadra migliore ad Est, sicuramente la più profonda e quella più abituata a vincere.

    Lakers comandano per 3 quarti poi si spegne la luce. Gasol non incide come al solito in attacco e Kobe tira troppo (e male). Concordo con molti in merito all’idea che un kobe da 20/22 tiri è l’ideale per l’attacco lakers, 32 tiri li puoi prendere se ne metti 16/17 almeno, 11 sono troppo pochi, e 2 assist in un attacco come quello di LA sono una miseria per il Mamba.. Una considerazione (lampo) in merito a Odom, 1su6 dal campo per lui vuol dire si brutte percentuali, ma anche che è stato coinvolto pochino. Shannon Brown ormai una garanzia dalla panchina, questa la nota positiva. Melo fà la partita che dovrebbe fare Kobe (14su25 dal campo, super!) e Denver vince (ma in generale la squadra convince sto giro).

    Rose un uomo al comando. Poco da dire su una partita finita con 30 punti di scarto.. Si parla spesso del duo Ellis – Curry ma senza lunghi per Golden State è notte fonda.

  2. Primissima quanto parziale e superficiale conferma che i Nuggets sono una delle poche squadre che potrebbero mettere in difficoltà i Lakers quanto conterà…. Il problema è che Smith, Harrington, KMart e The Birdman non ce li vedo concentrati e coesi per una serie intera…..

    L’unico modo affinchè il progetto Heat possa funzionare è che Lebron faccia il play prendendosi max 10-12 tiri… Meglio se la metà in transizione….

    • Se Lebron deve fare il play e prendere solo 12 tiri l’attacco degli Heat segna 60 punti a partita.. perchè a quel punto Lebron andrebbe in doppia doppia fissa, ma chiedergli di non attaccare mai con la facilità che ha di mettere punti sul tabellino è un suicidio tecnico (anche se spesso si intestardisce quando magari non è in giornata). Non ci sono attaccanti puri a miami tranne lui e wade (si pensava Bosh ma senza il pallone nelle sue mani e 30 tiri a partita Bosh è un buon giocatore e nulla più, se avesse un minimo d’intelligenza cestistica potrebbe fare 20 tirando 10su12/14 tutti le partite solo con gli scarichi, ma secondo me proprio non c’arriva)..

      Concordo con la tua analisi su Denver. Il problema dei Nuggets è che a livello di talento valgono LA ma c’è una disparita di mentalità tra le due squadre che è imbarazzante.. Purtroppo..

  3. Classicissimi Lakers da trasferta, ho visto la partita, Gasol diventa un giocatore diverso lontano dallo staples e Kobe inizia a pensare: la posso vincere solo io, e forza l’inverosimile! duello spettacolare artest-melo, il più bello della partita! sconfitta che ci sta (dopo la scommessa di mail direi quasi scontata…), in più Jackson aveva detto di augurarsi di perdere per non far acquisire troppe convinzioni ai suoi in regular, direi L quasi scritta! non ho visto gli heat, ad essere franco mi aspettavo una vittoria scaccia critiche, il progetto è ancora in fase embrionale, c’è molto da lavorare! detto questo, inizio a pensare che i Celtics abbiano compreso rispetto allo sorso anno che quel fattore campo conta qualcosina, vediamo se reggono il ritmo 82 partite…!

  4. No showstopper, non credo che Denver possa mai avere la meglio in una serie a 7 partite, e francamente ad ovest vedo squadre più insidiose come accoppiamenti per i lacustri rispetto a questi…! ieri c’erano in campo i Lakers versione regular (contro chi giochiamo oggi??), e nonostante tutto si è arrivati in volata contro dei Nuggets ultramotivati!

  5. Certo che una partita così brutta di Wade è difficile da trovare.. Nulla in attacco, ti aspetti che si metta al servizio della squadra andando a rimbalzo, difendendo, facendo assist.. invece.. Mah.. decisamente una brutta giornata per lui..

  6. prima sconfitta per i lakers,giusto non strapparsi i capelli…

    a me sinceramente i record in regular season non mi interessano,l’importante sarà arrivare sani e in forma per i playoff,perchè tanto questa squadra minimo 60 partite le può vincere,ma non si deve spremere per cercare di battere dei record che alla fine non ti portano nulla,soprattutto se poi non vinci il titolo…

    lakers ottimi per tre quarti in attacco,anche se la gara da entrambe le squadre non e stata presa con un approccio da partita importante,quindi si sono viste due difese abbastanza pigre…

    nell’ultimo quarto i lakers hanno spento la luce,con il solo shannon brown che e stato capace di reagire alla sfuriata dei nuggets.
    proprio brown e la nota positiva dei lakers in questa gara,una delle poche considerando che la panchina(tranne brown) ha prodotto poco e i big three hanno sostanzialmente sbagliato partita,con gasol in versione soft,kobe a tratti inarrestabile,però troppo egoista,mentre odom che tendeva a giocare a nascondino…

    brown invece sta facendo benissimo,nei minuti in cui gioca produce tantissimo.
    giocatore in clamorosa crescita,da paragonare a davis dei celtics.
    l’atletismo lo conoscevamo tutti,ma ora ha messo nel suo arsenale un tiro da fuori a dir poco affidabile.
    se penso che la scorsa estate era destinato a lasciare i lakers…

    comunque diamo i meriti anche ai nuggets,ripeto,ad ovest la squadra più imprevedibile.
    ottimo melo contro artest,anche se pure in queste sue grandi giornate non ti lascia mai quella sensazione di avere il controllo della partita,sembra sempre che gli manchi quel pizzico di cattiveria.
    comunque a tratti e semplicemente regale…

    ma la partita l’hanno ribaltata le riserve,difatti quest’anno la panchina dei nuggets mi sembra molto più solida.
    squadra imprevedibile,perde di 30 a indianapolis e poi vince in casa contro la squadra che aveva il miglior record della lega,questi sono i nuggets…

  7. Gallo ma tu che sai del rientro del bimbo? io avevo letto non ricordo dove della vetrina della parita di Natale come data del possibile rientro

  8. heat-celtics

    sembrava il giorno della marmotta.
    in pratica stesso andamento della gara d’esordio tra queste due squadre.
    celtics che dominano l’intero match,poi mini reazione heat,ma comunque celtics sempre in controllo del match…

    da un estremo all’altro.
    da una parte abbiamo una squadra che gioca un basket meraviglioso,fluido di movimento,ogni giocatore ha il suo compito ben preciso.
    mentre dall’altra parte abbiamo una squadra spaccata che passa tutti i 48 minuti a improvvisare pallacanestro,chiamati a improvvasare due giocatori,il resto raccoglie ciò che gli viene dato…

    wade e lebron forse a livello di talento sono anche la coppia più forte di sempre che una squadra abbia mai avuto,sicuramente una delle prime 5.
    però sono molto incompatibili,semplicemente perchè tendono a giocare alla stessa maniera.
    fateci caso,se ha la palla lebron,nel 90% dei casi wade si sposta e invece di fare un movimento si ferma completamente,idem lebron se ha la palla wade.
    così non sfrutteranno mai al massimo il loro potenziale…

    onestamente questi heat mi ricordano troppo i cavs degli ultimi anni,con la differenza che almeno in quella squadra si vedeva gente più adatta a ricoprire il ruolo di comparsa.
    comunque il rientro di miller sarà fondamentale per questa squadra,hanno bisogno di altro talento attorno a quei due…

    singoli.
    mvp rondo,onestamente le chiavi della squadra appartengono a lui.
    io non ci credo che questo ha 24 anni.
    a livello mentale gioca come se ne avesse 40…

    pierce e allen ancora una volta vincono il duello con lebron e wade,avranno meno talento del duo degli heat,però dimostrano di completarsi a vicenda.
    celtics che onestamente fanno paura,vedo troppi leader in campo,troppe soluzioni,questa squadra ormai gioca a memoria,si capirebbero anche a occhi chiusi…

  9. Buona vittoria, giochiamo proprio ben. Se solo la carta d’iodentità non fosse quella…….

  10. alfredo

    durante la preseason si diceva che poteva rientrare a fine novembre,però io ricordo che bynum e sempre rientrato più tardi rispetto alla previsione iniziale…

    onestamente e uguale quando rientra,tanto l’importante sarà averlo sano e in forma a aprile/maggio/giugno,direi anche finalmente.
    negli ultimi anni l’ho quasi sempre visto in forma a gennaio e giù,molto giù,ai playoff…

    i lakers possono vincere moltissime gare anche senza il loro pivot titolare…

  11. onic76

    ti rispondo qua.
    kg sta bene,speriamo che quest’anno non avrà problemi fisici,anche se tifo lakers sono sincero…

    fisicamente mi sembra stare meglio rispetto a un anno fa,poi in campo e il solito leader.
    giocare con lui aiuterebbe chiunque,ma la stessa cosa si può dire anche per rondo,allen e pierce.
    quattro giocatori forti,generosi e altruisti,il massimo…

  12. Anche stanotte ho fatto nottata. Vedendo Miami ho come l’impressione che i Big 3, e forse anche Spoelstra (di certo nn Pat Riley), firmando a Luglio si siano detti che bastava il loro talento individuale a vincere 60 partite, anche nelle giornate storte, anche senza amalgama…4 sconfitte dovrebbero essere un campanello di allarme piuttosto rumoroso, specie per come sono avvenute

    Non lo so, vedendoli giocare vedo un nn so che di fastidiosa sufficienza. Che si trovasse la chimica in 10 partite, dopo nn aver potuto neanche fare la pre-season assieme per l’infortunio di Wade, era utopia. E’ vero anche che nel 2007, quando KG, Allen e PP si trovarono a Boston, decisero di spendere moltissimo tempo assieme, in campo ed in parte fuori, ben sapendo che la somma dei talenti nn da certezza di risultati, se la chimica è pessima

    Ieri ho visto i Cavs e gli Heat dello scorso anno: palla ad LBJ o Wade, e gli altri a guardare. Palla presa dalla rimessa di fondocampo, o dopo un blocco in attacco, e via a palleggiare. Gli altri guardano, al limite arriverà uno scarico. Ho visto una squadra che ha giocato come al minibasket, 1 vs 1 a testa bassa, ricerca del contropiede anche quando nn c’era, sfondamenti e palle perse a getto continuo. Sembravano delle scimmie impazzite, veramente fastidiosi. Ed i Celtics, grandissimi, hanno giocato al gatto col topo

    Ripeto, nn mi aspettavo di trovare chissà quale gioco corale, ma ieri hanno fatto davvero schifo, ed in questo dò tante responsabilità al coach, che nn può permettere certi spettacoli. E mi debbo ricredere anche sulla storia del play, da me sempre ritenuto superfluo. Ma se Arroyo e Chalmers sono quelli di ieri, nn si può andare avanti col solo House. Si è vista Boston, che anche se ha 3 giocatori da 20 punti a partita, è stata diretta da Rondo come un direttore di orchestra, impedendo forzature, tiri fuori ritmo, soluzioni affrettate

    Urgono rimedi, a livello di roster, ma anche a livello di panca, perchè o il filippino dimostra di avere polso, o altrimenti Pat deve scendere dal pero e dare un senso a questa squadra. Sono d’accordo con il Gallo e gli altri che dicevano che a Miami nn devono per forza vincere quest’anno, e che si sono gettate le basi per un futuro dominio, quindi meglio nn farsi prendere dal panico. Ma le pressioni sono tante, a south beach nessuno si accontenterà di 55 W ed un secondo turno, e qualche elemento per iniziare a dare una limata al roster già c’è

  13. Michele

    Comunque, al di là dei demeriti Heat, stanotte i Celtics hanno davvero fatto paura…e questo con uno Shaq a dir poco inguardabile, senza JO, senza Perkins, con il solo Big Baby in post basso…buonissima anche la difesa di Ray, PP e Daniels sugli esterni. Davvero grandi

  14. La sintesi della situazione che c’è in Florida.

    Ma Bosh fa il fotografo di mestiere? O cosa?

  15. L’avevo detto che avremmo perso ma l’abbiamo buttata via come dei fessi giocando un ultimo quarto pessimo, Kobe male, troppe forzature, a 32 anni ancora gli viene il lapsus del faccio tutto io, grosso difetto che temo non cancellerà mai, quando ti prendi più tiri di Odom e Gasol messi insieme non va mai bene al di la che Gasol fuori casa come al solito manda il fratello scemo, invece Brown benissimo, quasi ci rimetteva in partita, quanto a Miami la cosa inizia a farsi seria….

  16. weis

    Beh quando vai a prendere LeBron James per affiancarlo al signor Dwyane Wade devi puntare al bersaglio grosso e non mettere le basi per il futuro. Perchè se qualcosa va storto e non intendo per forza una sconfitta in finale, ma un’eliminazione precoce ai playoff, i due possono anche litigare e allora ciao.

    Già se arrivano all’estrema mossa di cedere Bosh, dal punto di vista morale è un brutto colpo, perchè aldilà dei ruoli in campo, Bosh è stato pubblicizzato quasi come gli altri due di fronte all’opinione pubblica, vedi le presentazioni ecc, Riley deve scendere in campo perchè altrimenti la sua creazione rischia grosso.

  17. gasol 2009/10

    gare in casa

    35,6 minuti
    18,3 punti
    10,7 rimbalzi
    3,7 assist
    54,2% dal campo

    trasferta

    38,2 minuti
    18,3 punti
    11,8 rimbalzi
    3,0 assist
    53,0% dal campo

    mah,io non vedo tutta questa grande differenza.
    poi e chiaro che in casa gioca meglio,ma non come lo si voglia far credere…

    mamba

    averne di fratelli scemi così…

    io comunque credo che questa nuova etichetta arrivi dalle scorse finals,dove giocò da dio in casa e male in trasferta.
    niente di più vero,però ora non generalizziamo,gasol,soprattutto in regular season gioca benissimo sia in casa che in trasferta…

    • secondo me non è tanto una differenza di numeri quanto d’intensità e approccio alla partita

  18. bodiroga

    vedi che avevo ragione io,le stelle in questa squadra sono due e non tre,gli heat appartengono ai due big e non ai big three…

    • Non c’è chimica di squadra. La scelta del prescelto in estate è stata pessima….Sin ceramente mi aspettavo la scelta di New York o al massimo i Bulls…

  19. Gasol 17 punti 20 rimbalzi, non sembra tanto il fratello scemo nonostante il 6 su 17 al tiro, una serata storta al tiro può capitare, ma a rimbalzo ha macinato.

    E’inutile dirlo, stavolta l’ha persa Kobe, ma a mio avviso non si tratta di egoismo o altro, vuole capire a che punto è il ginocchio, oggi ha puntato il 50ello, purtroppo non è ancora al 100% e si vede.

    Comunque solo un piccolo incidente di percorso, dopodomani si ferma anche New Orleans contro Portland.

  20. Gallo mi riferisco alle partite importanti, e non è una cosa che nasce solo dalle scorse finals, già nel 2008 si era visto, negli scorsi playoff ha dominato Amar’e allo Staple, si è fatto dominare dallo stesso nelle gare in Arizona, nelle finals non ne parliamo, in casa aveva fatto sembrare KG un ex giocatore…., è un semplice dato di fatto, Gasol è dominante allo Staple, fuori casa il suo rendimento scema di molto contro squadre del nostro livello, resta il miglior lungo della lega.

  21. Gallo

    Ma infatti, ma io credo che solo pochissimi giocatori NBA hanno lo stesso rendimento tra la partita in casa e partite di finale al Boston Garden.
    Non ne farei una colpa di Gasol che ha dimostrato di saper giocare bene anche in trasferta come dimostrano le tue cifre.

    Per quanto riguarda i big di Miami, la squadra appartiene a Wade e LeBron però un discreto Chris Bosh è fondamentale per ogni eventuale successo.

    Anche nei Celtics della prima stagione dei big three, la squadra apparteneva a Paul Pierce(Wade) la bandiera che c’era già, e Kevin Garnett la superstella arrivata per portare la squadra al titolo, il James della situazione.
    Ray Allen per quanto forte è passato un pò in secondo piano, un pò come Chris Bosh.

  22. mamba

    io ricordo invece che nelle gare di orlando delle finals 2009 fece molto bene,anche a denver…

    però ti ripeto,sono d’accordo che in casa ha un rendimento migliore rispetto alle gare in trasferta,però non esageriamo.
    in una gara a denver di regular season bisogna sorprendersi se gioca male piuttosto che se fa molto bene,perchè altrimenti sembra che lui in trasferta giochi sempre male,invece non e così…

    i commenti del solito gasol da trasferta a mio avviso in regular season non reggono…

  23. mamba

    E cosa vogliamo di più? Gasol nuovo Tim Duncan, Bynum nuovo Karim, eheheh ne pretendiamo?
    A me sta bene così.

  24. bodiroga

    infatti,accontentiamoci.
    ad esempio io sarei stato soddisfatto anche senza la riconferma di shannon brown.
    invece e rimasto ai lakers e in più sembra molto più forte rispetto agli anni scorsi,quando si dice avere “fortuna”…

    cavolo,in 18 minuti di media segna 10 punti.
    ma forse questa non e neanche la cifra più impressionante,visto che dal campo tira con il 49% e da tre addirittura con il 45%.
    altro giocatore,ci manca solo che migliora il suo trattamento di palla e poi siamo a posto…

  25. Ma no ragazzi era semplicemente una considerazione, ‘mazza oh me fate sembra un Gasol hater…;)))
    L’ho detto anch’io che Kobe stanotte ha giocato male, tra l’altro ormai è una sentenza, più di 25 tiri se non ne mette circa la metà perdiamo sicuro.

  26. sempre a proposito di brown,anche nella gara contro denver ha fatto una schiacciata pazzesca in contropiede…

    ai lakers mai visto un atleta così.
    il kobe giovane era più creativo in aria,però a livello di elevazione non era assolutamente del livello di brown…

  27. Strana sconfitta dei Lakers..vero che non conta praticamente niente..però non pensavo la perdessero..soprattutto perchè attualmente i Nuggets sotto canestro hanno Nene al 70% e poco altro.
    Cmq guardando lo starting five di Boston..5 anni fa non si giocava nemmeno.. :D

  28. Ora come ora una serie Celtics – Heat finirebbe 4 a 1 o almassimo 4 a 2…
    Bosh non sarà mai a livello mentale ma anche tecnico Garnett, in centro non hanno niente e il diesel con calma carburerà e farà tutta la differenza del mondo, P.P e Allen come coppia sono meglio dei due big di Miami. LbJ testa bassa e travolge tutto e tutti, compreso i compagni. Non mi piace niente da fare…
    Pierce è in formma strepitosa erano almeno due anni che non lo vedevo così, è chiaro che perdere un titolo a gara sette da stimoli diversi, come i Pistons di qualche anno fa…
    E poi hanno Rondo che fa letteralmente paura e l’esperienza e la profondità che non ha nessuni nell’Nba.
    Volgiono la finale e l’eventuale G7 in casa e non vedo chi possa fermarli!
    Grandissima squadra punto.

  29. Perchè temo che con Melo i Bulls sarebbero davvero illegali, in ogni caso farei notare come in tutte e 4 le sconfitte degli Heat i play che hanno affrontato sono risultati devastanti, non è solo un problema in pitturato, dipende chi li innesca i lunghi avversari….

  30. Gallo

    Brown ormai è diventato uno di quei “sidekick” che servono a tutte le squadre da titolo, giocatore che può metterti quei 10-15 punti inattesi in un secondo tempo di una partita di grande rilevanza, secondo me il posto di Fisher da quel punto di vista è ben coperto.

  31. Come volevasi dimostrare, Miami non ha molte chance di battere i Celtics, sia per la difficoltà negli accoppiamenti che per la solidità difensiva dei verdi.
    Sinceramente pensavo che l’avanzare dell’età e la dipartita di Thibodeau li avrebbe indeboliti in questo fondamentale di squadra, e invece picche.
    Devono trovare un gioco corale al più presto. Di sicuro le incertezze su questo progetto rimarranno, nn sarà facile trovare sul mercato i pezzi che mancano al roster con degli scambi e con la free agency, perchè negli anni i contratti di quei tre peseranno sempre di più. La sensazione che Bosh farà le valigie molto presto è palpabile, l’unico asset di valore che Riley può spendere visto che gli altri due sono intoccabili.

    Lakers-Nuggets partita poco indicativa.
    Solo due spunti…
    Abbiamo speso bellissime parole per Gasol che ci stanno tutte, ma ecco spiegato il motivo per cui nn sarà mai MVP: quando ci vuole carisma e leadership, le redini le prende Kobe e cosi sarà sempre finchè nn verrà in Italia a concludere la carriera… :-)
    Non so quanta intensità ci abbia messo Aretst in difesa, essendo una partita di inizio RS, ma Anthony ha dimostrato di essere uno con gli attributi. Ieri voleva vincere, e si è caricato la squadra sulle spalle contro il miglior difensore esterno della lega.

  32. Salve a tutti,
    partite ricche di spunti nella notte.

    I C’s confermano di come lo stesso progetto (Big 3) può avere diverse sfaccettature, certo poi i C’s hanno un grande Rondo, mica Arroyo… Ray si conferma come un sottovalutato difensore, lavora decentemente su Wade e Kobe, mica poco!

    Sugli Heat, penso sia presto per dare giudizi sul progetto nel complesso, però è evidente di come Bosh sia un paio di spanne sotto gli altri 2, meglio un lavoratore d’aria che lui impalato in attesa che la palla gli caschi tra le dita.

    Soliti Lakers, ogni tanto (quest’anno per ora meno delle passate stagioni) mollano psicologicamente e stanotte male sia Kobe che Pau, ma dopo 8 W ci sta.

    I Nuggets eterna incompiuta, il talento c’è ma la sensazione che il treno sia già passato (PO 2009).

  33. che gusto vedere i nuggets battere i lakers!! tutti a dire che i lakers hanno sottovalutato la partita o che giocano con il freno a mano tirato ma a me non è sembrato proprio!!
    denver viene sottovalutata troppo, senza contare che sono fuori per infortunio due giocatori come andersen e martin che sono di vitale importanza per questa squadra!!

    riguardo al fatto che è una squadra imprevedibile che vince coi lakers ma perde di 30 contro indiana: ho visto quella partita e c è da dire che intanto denver era in b2b e aveva giocato la sear prima a chicago, che non è proprio il più semplice campo dove giocare.. poi ai pacers entrava veramente tutto a partire dal 20 su 21 del terzo quarto (e il 21esimo tiro lo hanno sbagliato sulla sirena) ma anche durante tutta la partita..hanno messo forzature con mani in faccia, tiri che se un giocatore se li prendesse in una giornata qualsiasi in cui non ti entra ogni pallone che lanci per aria verrebbe sostituito immediatamente

  34. non si scappa , se kobe tira 32 volte i lakers corrono grossi rischi di perdere, è già dallo scorso anno che è così,non c’è nulla da fare, anche perchè manda fuori ritmo tutti gli altri, secondo me è palese.
    Non ho visto il match ma solo il box score, odom solo 25 minuti in campo con plus minus +10, non deve per forza segnare per essere positivo, gli altri a plus minus stavano messi molto peggio. Anche qui mi piacerebbe conoscere la motivazione.
    Gasol meno bene fuori dallo staples, ma è anche l’atteggiamento degli avversari che fuori casa, come in tutti gli sport è meno aggressivo e facilità un giocatore come gasol.
    Se kobe ha forzato per vedere se il ginocchio è a posto, è arrivato a 32 anni senza capire niente, un atleta dopo 15 anni dovrebbe avere la percezione della sua condizione psico-fisica, quindi preferisco credere che abbia solamente toppato la partita come atteggiamento, cosa che purtroppo ogni tanto ancora gli capita.
    Ai play-off è anche accettabile perchè le rotazioni sono più corte,e comunque quello è il terreno dei campioni, dove sono loro che devono decidere le sorti della squadra, in regular non ha un senso logico per me.

  35. julius

    Per me una serie giocata oggi tra Boston e Miami finirebbe 4-2 ma soltanto perchè due partite le portano a casa Wade e LeBron da soli.
    In definitiva assomiglierebbe a una specie di sweep di 6 gare, un pò come i Celtics nella finale 2008 contro i Lakers.

  36. gatzu

    Certe sensazioni te le dà la partita a mio avviso, per me lui ha visto la partita mettersi un pò così e ha detto vediamo di provare a fare da soli. E’andata male, pazienza.

  37. su kobe io comunque non sono totalmente d’accordo…

    per me kobe 30 tiri non se li deve mai prendere nelle gare in casa,dove per ovvi motivi i giocatori dei lakers si esprimono tutti al massimo,però in trasferta,nelle gare difficili,ci vuole un kobe più aggressivo…

    i lakers parecchie volte sono stati salvati da questo kobe,che si carica la squadra sulle spalle e da fiducia a tutta la squadra…

    pensiamo alle gare di denver dei playoff 2009,per non dire l’anno scorso a phoenix,oppure nelle gare di salt lake city.
    ma anche ai tempi di shaq era così…

    certo,poi quando magari vedi che non e serata e giusto calmarsi un pò,ma una delle grandezze di kobe e quella di avere sempre fiducia anche quando sbaglia l’impossibile,cosa che ad esempio non si può dire per un carmelo anthony…

  38. Celtics che sono nettamente la squadra più quadrata della lega, completi ovunque, profondi e con un talento spropositato, unico difetto l’età!
    Vero che cinque anni fa sarebbero stati illegali, ma forse neanche giocavano insieme, quindi inutile pensarci!
    La cosa che stupisce di più dei verdi è come si completano vicendevolmente, sembrano fatti e finiti per giocare insieme, e di questo va dato merito alla società e a rivers che hanno fatto un lavoro straordinario!!!

    La stessa cosa non si può dire degli heat che sembrano una squadra molto disfunzionale, magari un giorno domineranno, ma secondo me devono vincere anche alla svelta perchè altrimenti qualcuno potrebbe pensare di aver fatto scelte sbagliate.
    Wade, Lebron e Bosh mostrano i difetti che caratterizzano il 90% dei grandi giocatori usciti negli ultimi anni dal draft, e cioè che vengono immediatamente lanciati come leader della loro squadra senza prima essere inseriti in un sistema, il sistema diventano loro automaticamente e secondo me questo è il motivo principale per cui faticano a giocare insieme!

    Da questo punto di vista, i vari bryant, garnett, duncan, pierce, allen e pochi altri sono stati più fortunati, perchè il loro inserimento è stato più graduale, a pensarci bene anche shaq nei primi tempi lakers manifestava qualche problema, finchè non ha conosciuto un certo phil jackson( non credo sia un caso!)

  39. Mamma mia i Celtics, stanno facendo ora la partita su sky,fanno PAURA, hanno una sicurezza pazzesca! tranquillo a un certo punto ha detto una cosa sacrosanta: lebron non sembra giocare felice come l’anno scorso, anche se fa canestro o assist, sembra soffrire…! gallo sono perfettamente d’accordo sul discorso Kobe, i suoi tiri in trasferta ci stanno, dovrebbe solo sceglierli in modo più selettivo, alcune sue forzature sono incomprensibili!due parole sui bulls: io continuo a pensare che manchi più che il 3 (carmelo??), una guarda stile johnson, per me deng ci sta benissimo e il leader deve continuare ad essere rose!

  40. Infatti gallo tu mi parli di partite di play-off, e li anch’io ho sottolineato che ci sta, per me non ha senso in regular, e ieri brown stava facendo bene, artest era in una serata positiva e gasol e odom comunque li devi onorare, in più avresti blake e fisher che hanno già mostrato di essere utili se chiamati in causa, poi va bene essere aggressiv, ma 32 tiri sono troppi comunque, 25 ci possono anche stare, 32 rimangono troppi a priori soprattutto se fatichia raggiungere i 30%, inoltre devi considerare che con le azioni dei liberi sali a 35-40 tiri, metà attacco, troppo!

  41. Guardando le cifre della partita si capisce chiaramente che gli Heat non sono una squadra, ed essendo questo uno sport di squadra non vanno da nessuna parte!
    Il play per loro non ha nessun significato, quindi già così in attacco giocano in 4…A questo punto ci mettessero James a fare il play e un buon tiratore al suo posto, tipo Jones che già hanno nel roster…

  42. gatzu83

    però se hai visto la partita noterai subito che i lakers non hanno perso per colpa di kobe e del suo egoismo.
    anzi,tra fine del primo tempo e tutto il terzo quarto kobe ha permesso ai lakers di allungare fino al +11 credo.
    poi una volta in panchina gasol e compagni si sono fatti fare il parziale che ha ribaltato il match a favore dei nuggets.
    poi ovvio che negli ultimi minuti sarà sempre kobe che cercherà di trascinare i suoi,mi sembra il minimo…

    quindi,kobe ha preso troppi tiri,ma a mio avviso non e colpa sua se i lakers hanno perso…

  43. 4 a 1 come lo scorso anno con Wade che ne vince una da solo ma mai hai la senzazione che la serie la possano vincere gli Heat,quest’anno 4 a 2 daccordo…
    Ok è presto per tirar sentenze però è curioso: la squadra di Wade (che rimarrà tale) si arricchisce di un LeBron e un Bosh, chiede gli straordinari ad Haslem e comunque non stà in partita e le prende…
    La verità è che mi girano le palle dal giorno che “il prescelto” ha prese la scellerata decision, già detto tutto e anche troppo al riguardo, quando perdono godo non ci posso fare niente

  44. in your weis, infatti daniels è una nota molto positiva perchè può ricoprire il buco lasciato da tony allen sugli esterni, è un talento che in passato solo per vicissitudini extracestistiche e una testa matta ha deluso…per il resto io non la seguo molto la regular e non mi stupisco, so che i verdi sanno giocare a basket e lo dicevo anche nella scorsa regular quando si parlava di giocatori finiti, di progetto big three fallito e io dicevo di aspettare quantomeno a maggio prima di intonare le litanie funebri etc etc….dobbiamo arrivare ai playoff non troppo stanchi e senza infortuni e magari ci toglieremo qualche soddisfazione, però tutti a inizio stagione davano lakers-miami come finale annunciata e mi sta bene così. sono anche soddisfatto nel vedere garnett e pierce che stanno molto meglio rispetto all’anno scorso, questa è una cosa incoraggiante. però a quell’età basta veramente poco per farsi di nuovo male, quindi non mi illudo……per il resto forza celtics sempre e comunque, i’m in love with green pride!!!!!!!!

  45. esiste una motivazione alla sconfitta dei lakers..ieri io e il postino abbiam scommesso sulle 70w deim lakers,..lui ha scommesso che ne vinceran più di 70,per cui la L ieri era praticamente scontata..ahahahahah..detto questo,che è il vero e unico motivo della L..lakers da trasferta,san perfettamente che saran primi a ovest in ogni caso,per cui sconfitta che ci sta..gasol fuori rende da sempre la metà,per cui perchè stupirsi?..gli heat.ma sinceramente,come potrebbero aver trovato la quadratura in un mese?detto che il problema lunghi è strutturale,tante cose andranno a posto da qui a quando conterà..in ogni caso,rupaul non lo avrei preso,troppo stupido..celtici che di sicuro a est son i più tosti,e con meno bisogno di rodaggio..

  46. Comunque siamo tutti d’accordo nel dire che il vero miglior record è quello dei Celtics, già 3 b2b, hanno sbancato OKC, hanno battuto già due volte Miami, han perso fuori casa con Dallas all’ultimo minuto, vale molto di più il loro 7-2 che il nostro 8-1.

    Comunque quando Kobe strappa un altro record non vinciamo quasi mai eh…

  47. tra l’altro ricordiamo che deve ancora tornare perkins….e per dirla con doc rivers “our starting five has never lost a playoff series”….

  48. classica sconfitta di LA, gasol non benissimo, e kobe non molto preciso ma cmq fisicamente è al top

    miami boston: i verdi sono una squadra tremendamente organizzata, con dei meccanismi offensivi e difensivi direi perfetti, e sopratutto con giocatori funzionali, su tutti rondo che è un clamoroso direttore d’orchestra…

    a miami non hanno un briciolo di chimica…io li vedo ancora in finale contro questi celtics che credo si romperanno per la strada, però lebron e wade devono cercare di non limitarsi ma anzi innescarsi a vicenda durante una partita…poi bosh purtroppo è un pesce fuor d’acqua, riley deve fare qualcosa!

  49. Comunque aspettatevi tante partite con Kobe da 15 tiri, però ogni tanto la partita da 30 tiri la deve fare, sta nella mentalità del campione che vuole sempre nuove sfide. Ovviamente tutto ciò verrà fatto in R.S, poi una volta entrati nei playoff si inizierà a giocare sul serio.

  50. boh,io dico,dio benedica la testa di kobe.
    mi sorprende che quelli che criticano l’atteggiamento di kobe siano proprio gli stessi tifosi gialloviola(non tutti)…

    qua si parla sempre di gasol da trasferta,ma in realtà bisognerebbe estendere questo discorso per altri.
    nella serie contro i celtics io onestamente in trasferta avevo visto bene solo kobe e fisher,ma parlo di atteggiamento,gli altri mi davano la sensazione di farsi troppo intimidire da quell’ambiente.
    anche artest,difatti rimasi stupito…

    io un giocatore con la testa di kobe lo vorrei sempre avere nella mia squadra, e non sto parlando del suo talento cestistico.
    questo non si fa intimidire da niente e da nessuno.
    non penso che sia lui che toglie ritmo ai compagni,ma sono i compagni che in trasferta tendono a nascondersi.
    anzi io resto dell’idea che un kobe super aggressivo in trasferta sia più che utile alla causa,perchè e lui che così da fiducia ai compagni e toglie entusiasmo agli avversari(giocatore/pubblico)…

    poi chiaramente, un limite ogni tanto lo deve avere,ci mancherebbe.
    però preferisco un giocatore così,che ha sempre fiducia nei propri mezzi,questo nel bene e nel male,piuttosto che un giocatore che si smonta facilmente…

    si possono fare mille discorsi,ma i lakers con lui hanno la guida perfetta, il suo immenso ego per questa squadra e vitale…

  51. michele

    anche i lakers con il quintetto titolare non hanno ancora perso una serie.
    mi riferisco al quintetto fisher-kobe-artest(o ariza)-gasol-bynum…

  52. Ma certo che io gli porto una sfiga ai Lakers che è qualcosa di impressionante… E intanto Brazz esulta…

  53. si vabbè gallo il vero titolare dei lakers è odom e non bynum e tu lo sai benissimo, tanto che non più di una settimana hai giustamente tessuto un peana del grande lamar e della sua versatilità. io non ricordo un solo quarto periodo di playoff in cui bynum abbia giocato più di odom, anzi spesso non giocava per niente, magari gravato di falli…. e come dire che ginobili non era un titolare degli spurs degli anni d’oro solo perchè partiva dalla panca su….

  54. Io ve l’avevo detto che questa la perdevamo, invece ero certo della vittoria di Miami e invece…..

    [youtube=http://www.youtube.com/watch?v=vOPMEYvPcRA&fs=1&hl=it_IT]

    Che spettacolo Bosh….;)))

  55. gallo
    molto interessante l’articolo su playitusa su howard vs bynum….l’autore è un po troppo di parte(sponda bynum), però fondamentalmente ha ragione, non c’è troppa distanza tra i due..

    purtroppo bynum si rompe spesso, ma è un centro che in una squadra medio-alta ne farebbe sicuro 20+10…tecnicamente è ad un livello notevole, tira col 70% i liberi, e sopratutto a volte diventa un fattore in difesa come howard(vedi gara2 finals)….

    la testa non è quella di un leader, però c’è da dire che lui è cresciuto con kobe,odom,gasol ecc…mentre howard da subito è stato importantissimo ai magic..

    x concludere, secondo me se bynum non si rompe, e migliora in difesa, è piu o meno alla pari di dwight

  56. Michele

    Io personalmente nn ho mai pensato ad una finale Miami-L.A., nn che nn sia possibile, ma visti anche i movimenti in estate, e l’esperienza del gruppo, Boston va data come favorita ad Est. Anzi, a dire il vero quando ho visto che LBJ portava il suo talento a South Beach, mi sono chiesto come diavolo avrebbero pensato di giocare (anche se secondo me Riley è stato bravo a riempire il roster di buoni giocatori di ruolo come House, Miller, Z, Haslem). Per ora comunque nn c’è gara coi verdi

    Su Boston, ricordiamoci che ogni anno più o meno parte così (tipo 26-4), per poi calare (anche se gli infortuni hanno la loro rilevanza), però i PO del 2010 hanno dimostrato che questi viaggiano col pilota automatico. Il roster è profondissimo, ieri sera dalla panca Daniels e Nate sono stati esiziali.

    Diciamo che l’unico dubbio che mi rimane (possibili infortuni a parte), è la mancanza di Sheed. Shaq e JO rendono il front court profondissimo, ma arriverà il momento nei PO dove bisognerà giocare contro lunghi mobili come Gasol, e nn si può affidare tutto il lavoro a KG. I due O’Neal nn hanno le gambe ed in attacco pungono poco al momento, Perkins bisogna vedere come torna. Sheed servirebbe come il pane, darebbe il settore lunghi più profondo della storia, e li renderebbe quasi inarrestabili

  57. michele

    secondo me se i lakers avessero avuto un bynum sano alle finals la serie finiva prima
    e se non lo avessero avuto proprio, avreste vinto voi..

  58. iyw

    Z è un palo della luce verniciato di bianco…su house,miller e haslem son daccordo, poi non hanno nulla

  59. michele

    ma questo non vuol dire niente.
    odom e il vero titolare di questa squadra,ma resta il fatto che bynum per questa squadra e importante come perkins per voi.
    bynum porta ai lakers quella fisicità in più che anche nelle ultime finals e stata importante,nonostante fosse mezzo rotto…

    i lakers nelle finals 2008 quella fisicità non l’hanno avuta.
    avrebbero perso comunque,però resta il fatto che i lakers con bynum ai playoff non hanno mai perso una serie da quando e arrivato gasol.
    e lo stesso concetto di rivers per i suoi celtics…

  60. iyw

    si,in un eventuale finale i celtics rispetto alle scorse finals potrebbero pagare il fatto di non avere più sheed e allen,ovvero i due giocatori che più misero in difficoltà il duo kobe-gasol…

    però ricordiamoci che shaq da sempre crea enormi problemi al duo gasol-bynum…

  61. Senza Bynum la serie non tornava allo Staple…., con un Bynum al 100% non avremmo avuto bisogno di gara 7 per vincere il titolo, non scherziamo, un conto è dire che Odom gioca gli ultimi minuti delle partite e Bynum sta in panca, un altro è non averlo proprio Bynum e ridurre la rotazione dei lunghi ai due soli Gasol e Odom.Bynum fino a gara 3 aveva giocato delle finals commoventi, con una gamba sola.

  62. sasi, anche noi avevamo sheed con la schiena a pezzi ( che infatti si è ritirato subito dopo) e sai benissimo, tu che non sei fazioso, quanti falli assurdi gli hanno fischiato in quelle finals solo per la sua chiara fama eheheheh

  63. “Senza Bynum la serie non tornava allo Staple”, si vabbè e con Garnett nel 2009 noi avremmo fatto il back-to-back. Si può continuare fino a tarda serata, meglio concentrarci sul presente.

  64. Appunto, son discorsi senza senso come quello che i Celtics non hanno mai perso una serie col quintetto base…., la stessa cosa si può dire per i Lakers.

  65. E poi continuiamo all’infinito perchè se mi parli della schiena di Shedd io ti parlo di ginocchio e dita del 24 quindi meglio chiuderla qui.

  66. mamba

    però alla fine,la vera differenza tra la serie 2008 e quella 2010 si chiama ron artest.
    pierce nel 2008 giocò una grande serie finale,invece nel 2010 ha giocato discretamente bene le gare di boston,ma ha sofferto troppo artest nelle quattro gare di los angeles…

    questo succede quando passi da radmanovic ad artest…

    questo era un altro dei motivi del perchè io ero strafelice il giorno in cui artest arrivò ai lakers…

    onestamente in gara 7 ha tenuto lui in piedi i lakers,tutti parleranno dei suoi 20 punti compresa quella tripla ad un minuto dal termine,però io non mi dimenticherò mai la sua difesa su pierce,semplicemente perfetta…

  67. box score lakers

    Los Angeles Lakers (8-1)
    field goalsrebounds
    pos min fgm-a 3pm-a ftm-a +/- off def tot ast pf st to bs ba pts
    R. Artest F 41:43 7-11 1-3 3-4 -9 1 4 5 2 5 2 1 3 1 18
    L. Odom F 25:33 1-6 0-1 1-2 +10 6 6 12 3 2 0 1 0 1 3
    P. Gasol F-C 44:16 6-17 0-0 5-6 -5 5 15 20 2 3 2 3 1 1 17
    K. Bryant G 41:01 11-32 3-10 9-13 +4 1 2 3 5 4 1 2 0 2 34
    D. Fisher G 31:52 3-7 2-4 0-0 +5 0 1 1 4 1 2 0 0 0 8
    M. Barnes 13:16 3-7 0-2 0-0 -7 1 2 3 0 3 0 3 1 0 6
    S. Blake 16:08 1-3 1-2 0-0 -11 1 0 1 1 3 0 0 0 0 3
    S. Brown 22:27 7-14 2-7 3-3 -16 2 2 4 2 2 1 0 1 0 19
    D. Caracter 03:44 1-1 0-0 2-2 -1 1 0 1 0 2 0 0 0 0 4

    io rimango sempre dell’idea che 32 tiri sono troppi, poi che i tifosi lakers debbano solo e soltanto ringrziare kobe questo è scontatissimo.
    Non per questo però se una sua prestazione è negativa devo dire che è positiva, vedi gara 7 delle finals, mentre nelle prime 6 per me ha fatto benissimo!
    In un sistema come il nostro e con la qualità che abbiamo noi 32 tiri + 5-6 dei liberi sono troppi.
    Non capisca perchè questo non venga riconusciuto.
    E ribadisco ancora una volta che nei play-off lo accetto anche se mi auguro che le occasioni siano rare, in regular season per me non dovrebbe succedere

    Vorrei invece capire da chi ha visto la partita perchè odom, che a occhio aveva un impatto positivo, ha giocato solo 25 minuti, problemi di falli o fisici???

  68. Michele

    Z era un palo della luce anche a 20 anni, pensa oggi…però, specie contro squadre che nn hanno lunghi dominanti, 15-20 minuti a partita li merita tutti, il suo tiro da fuori si sposa perfettamente con le penetrazioni di Wade ed LBJ, in un paio di partite che ho visto l’attacco con lui girava molto meglio…firmato al minimo poi…

  69. Ma infatti per me avremmo perso anche con Bynum nel 2008, io ti dico che la vera differenza è stato il fattore campo, per me una gara 7 al Garden non l’avremmo mai vinta, Artest un altro che fuori casa rende molto meno.

  70. E’ meglio che non faccio pronostici perchè non ne becco uno. Ieri pronosticavo una W dei lakers è puntualmente perdono. Non che mi dispiaccia, ovviamente. Non credo che dispiaccia a P-Jack, anzi per lui è una benedizione.

    Gara col Kobe versione vinco io, Gasol con ottime statistiche totali ma solo quelle, mentre ai Nuggets è girato tutto perfettamente con il nanerottolo Lawson a fare il culo alla difesa losangelina. Un episodio. Non vedo in una serie come i Nuggets possano spaventarli.

    Miami alla 4 sconfitta ma al cospetto di una squadra rodata che gioca a basket. Gli altri sono una collezione di giocatori che deve trovare un’amalgama. Poi senza centri figuriamoci se possono vincere. Con O’Neil versione ombra e Big Baby i Celtics hanno creato problemi, figuriamoci quando la pattuglia vedrà l’altro O’Neil e Perkins.

    Godo a vedere il miticissimo CB4 sposterizzato da Rondo dimostrando pochi attributi pure nel cercare di fare finta di fermarlo. I suoi limiti di gioco sono evidenti e non capisco cosa abbiano visto in lui la dirigenza Heat. Certo che a Toronto si faceva fatica a scegliere che era più cuor di leone tra Bosh e Andrea…..

    Scherzi a parte gli Heat devono cambiare registro. Non hanno gioco, si fidano delle invenzioni del duo e delle estemporanee esibizioni degli altri. Ogni punto sembra costruito più sulla bravura che su schemi. Ovvio che il talento è dalla loro ma contro squadre vere non vanno da nessuna parte. Fossi in loro Dampier lo prenderei.

    E’ vero che non c’è fretta ma questi non possono rimanere all’asciutto per più di due anni. Si rischia l’esaurimento nervoso.

  71. in your weis

    No, dai il lituano era mobile da giovane, poi si è spaccato i piedi. Io ricordo un highlits con Z che parte in contropiede, se la fa passare dietro la schiena e va a schiacciare.
    L’ho visto da poco…

  72. gallo io sono tifoso lakers, e ringrazio ogni giorno per avermi dato kobe con pregi e difetti, però non capisco perchè non si possa sottolineare quando fa una prestazione negativa, vedi gara 7 delle finals( mentre secondo me nelle altre 6 partite ha giocato benissimo) come quella di oggi.
    11 su 32 è una prestazione negativa di suo, secondo me ancora di più se rapportata al nostro sistema e ai suoi compagni che male non sono!Senza contare i 5-6 tiri dei liberi con cui arriviamo oltre i 35 tiri in 41 minuti, praticamente ogni due azioni, quando era in campo una volta ha tirato lui! Ribadisco, che per me è troppo e la squadra ne beneficia solo se mantiene percentuali attorno il 45-50% altrimenti no, e questo penso sia evidente.

    Tornando alla partita, vorrei sapere come mai odom abbia giocato così poco nostante l’influenza positiva sulla squadra, scelta tecnica, falli o problemi fisici???

  73. appunto mamba, allora io posso dirti pierce e garnett con problemi di ginocchia in regular season tutta la scorsa stagione ( tanto che qua garnett veniva dato per finito dal 90% dell’utenza, molti dei quali – ad esempio certi tifosi dei magic tipo yaya toure che lo denigravano – nemmeno postano più dalle scorse finali di conference) e ai playoff non sono poi certo stati ai livelli del 2008.

  74. gatzu83

    ti ripeto,i lakers non hanno perso la partita per colpa di kobe…

    ti dico la verità,io preferisco questo kobe piuttosto che il kobe che in gara 4 delle finals 2008 si nasconde dietro la rimonta celtics…

    kobe contro i nuggets non ha giocato bene,io stesso l’ho sottolineato,però non possiamo discutere il suo approccio,perchè e con quello che i lakers hanno risolto le trasferte più delicate.
    a me un kobe super aggresivo in trasferta mi va benissimo,solo così possiamo colmare certe lacune a livello di personalità che in trasferta si notano eccome…

    poi che a volte sia troppo egoista e vero,però meglio uno così piuttosto di uno che tende a nascondersi.
    prendere o lasciare,io prendo…

  75. A proposito dov’è finito Yaya Tourè, poi c’era Showstopper se non sbaglio. Posta poco Lakers 91, ma lo sento su FB.

    State curiosando sulla lega che hanno fatto su yahoo alcuni di questo forum?

  76. Heat

    Con questa non amalgama non andranno lontano xke in questo momento stanno giocando 2 vs 5 e se si incappa in una giornata storta di uno dei due fuoriclasse si riskia di prenderle come stanotte.Xke i 5 punti di scarto non rendono quello ke è il divario fra le due squadre…
    Secondo me si dovrebbe cercare di scambiare Bosh(ma Davd lee faceva così schifo?) x qualche giovane ala-centro e un buon play di sistema.E visto il deteriorarsi del rapporto Oden-Portland un pensierino potrebbe essere fatto.e con il ritorno di Riley al timone, questi sono pronti ad affrontare la corazzata Celtic. Ma se si continuasse i verdi li faranno fuori al massimo in 6 gare, riskiando di anticipare la sfida alle semifinali di conference. Work in progress!

    Celtic

    L’età avanza, ma questi a mio modo di vedere sono allo stesso livello dei lacustri. Pierce è la solita garanzia, garnett è il trascinatore se in forma ed allen se becca la giornata è incontenibile. Aggiungiamo un Rondo in versione extraterrestre e il giocattolo è completo. Ah dimenticavo JO, Shaq, Perkins, Robinson, Davis, Daniels e un Bradley tutto da sgrezzare…Ai playoff suoneranno la carica. Sono all’ultimo grande tentativo e di sicuro venderanno cara la pelle…
    L’unico neo è l’età ke li porterà ad essere terzi a est e quind il riskio di beccare chicago o milwaukee già al primo turno…Tutto passa da quei tre vekkietti, se giocano come sanno non ce n’è x nessuno.

    Lakers

    Squadra fantastica ke si è rinforzata ancor di più in estate, riskiando seriamente di far crollare il record dei bulls di jordan delle 72 vittorie. La loro potrebbe essere una cavalcata trionfale, ma rischiano di fare la fine dei cavs di lebron versione 2009 e dei magic versione 2010. Tutto passa da loro e se manterranno l’intensità e la concentrazione giusta assisteremo a un grande spettacolo, ma se arriveranno alle finals pensando di avere gia al dito il terzo anello allora si che saran dolori.

    Est
    Aspettando boozer i bulls sono ad un passo dall’essere una seria contender.Korver è un sesto uomo, quindi ciò ke manca è una guardia realizzatrice (ma xkè T-Mac è andato a marcire nella Motown?) quindi bisogna aspettare ancora un pòx rivedere dei grandi bulls, sperando ke non diventino una eterna incompiuta come Utah.
    Da playoff vedo gli Hawks che usciranno di scena al primo turno, i Pacers ke si stanno sviluppando alla grande e poi una tra CLE, WA, NY, BOB(se si danno una svegliata) e PHI

    Ovest
    Come al solito sarà una grande battaglia, ma le uniche che possono dar fastidio ai Lakers sono I Blazers se recuperano Oden a pieno, Utah se completano il buco nello spot di guardia, i Thunder anke se il Durant di qst inizio regular sta sparakkiando troppo. Non dimentichiamo gli Spurs ke se valorizzano Splitter possono rimediare al gravissimo errore di aver lasciato andar via Scola. Tutto passa da Duncan e Gino. Se ne avranno ancora ci saranno.
    Poi ci sono i soliti rebus legati a ciò ke combineranno I mavs e i Nuggest…X gli ultimi due spot oltre agli Spurs se la giocano Memphis, New Orleans, Houston, Phoenix

  77. michele

    celtics cotti e serie contro i magic che anche con kg l’avrebbero vinta quelli della florida…

    le mie due battaglie,sulla prima mi ero ritrovato quasi da solo,anche tu lo scorso anno non avevi più fiducia nei celtics,o sbaglio?…

    • Senza Kg sono arrivati in gara 7 con Orlando e senza l’avrebbero persa lo stesso? Non scherziamo dai… saremmo arrivati in finale senza problemi.

  78. yaya toure è sparito dalla vergogna, per lui i magic avrebbero spazzato via i celtics anche in presenza di garnett dopo il 3 a 0 nella serie è sparito per incanto……

  79. heat,che giocano come peggio non si può.
    non sono una squadra,bosh serve a poco,mancano di fisicità ecc.

    tutti giustamente li stiamo criticando,però ora non cominciamo a darli già per spacciati,altrimenti va a finire che quest’anno inizio a dar battaglia per loro,come sostanzialmente ho fatto per i celtics lo scorso anno…

    anche per me i celtics in un eventuale serie sarebbero i favoriti,così come per me lo erano i cavs l’anno scorso.
    però,così come non ho mai dato i celtics dello scorso anno per spacciati,anzi,così inizio a fare anche per questi heat se si incomincia a dire che questi non hanno speranza…

    gli heat hanno sempre wade e lebron,quindi io la mano sul fuoco che questi non vinceranno quest’anno non ce la metterò mai…

    impressionante come qui dentro si passi dall’ottimismo al pessimismo in così poco tempo e viceversa…

  80. ma vogliamo parlare di rondo che schiaccia in faccia a bosh? ahahah garnett lo avrà poi demolito a furia di trash talking, povero ru paul!!!!!!!!!

  81. yaya toure e michele si volevano tanto bene

    cmq michele, hai ragione, mi pare fu gara7( o forse un’altra, adesso non ricordo) che a sheed fischiarono tipo 3 falli sicuro inesistenti…cmq uno dei momenti + belli è stata la bomba di sheed in gara7 che aveva riaperto quasi la gara…da brividi

    che giocatore, a 36 anni insegnare basket..

    cmq il discorso era 1 altro, volevo dire che bynum a mio avviso è stato decisivo…peccato non averlo portato ai pistons nel 2008/2009 quando magari sarebbe stato utile provare a scambiarlo con prince..

  82. bodiroga

    su yahoo c’è un fantabasket che sto facendo col nome playitusa..molto carino anche se il problema dell’nba è che questi “giochi” richiedono un impegno quotidiano che non sempre io posso attuare

  83. Gallo

    E’ vero che passare dal pessimismo all’euforia è sbagliato ma è pur vero che gli Heat sono stati costruiti in fretta. Questa fretta ha portato Bosh quando serviva un centro e non ha puntato su un play valido o se ce l’ha lo relega nella cuccia. I meccanismi si olieranno, troveranno modo di accrescere il loro potenziale offensivo cercando di creare gioco e non solo soluzioni individuali, miglioreranno in difesa ma la mancanza di un centro e di un play sono oggettivi.

    Qualcuno parla di Lee. Forse mi sbaglierò ma non mi pare che sia un difensore con i caxxi. Non mi pare un intimidatore. Quindi avere Bosh o Lee non cambiava nulla. Visto che in circolazione c’è Dampier io lo prenderei. Corpaccione da buttare nella mischia. Inoltre è uno che i PO li bazzica quindi sa a cosa andrebbe incontro.

    Michele

    Forse yayatoure scrive sotto un altro pseudomino hehehehehehehe

  84. sasi a me yaya toure nonostante tutto stava simpatico. purtroppo era il simbolo dell’odio anti celtics presente ahime in questo forum, e si faceva sovente accecare da questo odio. mi spiace solo che sia sparito pur di doversi rimangiare un anno di scemenze tipo “i celtics sono finiti, garnett è finito, senza garnett i celtics sono la stessa cosa” etc etc etc…….

  85. Bodiroga

    Guarda che io sono vivo…. Ho già postato qualche volta… Tipo il secondo commento di oggi… Commento corto e poco perchè ho poco tempo….

  86. alert70

    ma infatti hanno mille problemi,però questo non vuol dire che non potranno vincere lo stesso.
    io considero i lakers e i celtics come le due squadre più forti,ma l’unica squadra che può insidiare queste due sono proprio gli heat…

    ripeto,non scherziamo,questi hanno wade e lebron,possibilità di vittorie ne avranno sempre a prescindere dal resto.
    e pensiamo che peggio di così non potranno stare…

    michele

    non hai risposto alla mia domanda.
    il tuo pessimismo era scaramanzia o proprio non credevi a dei celtics competitivi per il titolo dello scorso anno?…

    comunque io oggi parlo alla grande di rondo,ma ricordo quando discutevo con michele e mi mettevo a ridere se si diceva che rondo valeva più di un devin harris.
    a pensarci adesso dovrei piangere…eheh

  87. C’era sicuramente molta scaramanzia gallo, poi a un certo punto dopo alcune sconfitte umilianti smisi di scrivere come ricorderai perchè dissi “ci vediamo ai playoff”. Infatti io non avevo mai perso la speranza, anzi. Ma se ricordate un anno fa a marzo c’erano concreti dubbi dal punto di vista fisico, tipo quando garnett giocava con la gamba fasciata tipo mummia, pierce che aveva una misteriosa infezione al ginocchio. Quello che ho sempre detto è che ribadisco tuttora è che questa squadra se sta bene – cosa che data la carta di identità non è affatto scontata ahime – se la gioca alla pari con tutti. Purtroppo ci sono i Lakers che sono altrettanto forti eheheh.

    Per quanto riguarda Rondo, mi ricordo bene che eri stato lucido nell cambiare idea prima che la cosa fosse troppo sospetta, già dalla serie coi bulls nel 2009. Qui c’era gente che ancora l’anno scorso diceva che era overrated eh……

  88. Boston ha giocato un primo tempo che dire a livelli altissimi è sin troppo riduttivo, pallacanestro celestiale soprattutto in attacco con soluzioni sempre giuste dei big 4 guidati da un Rondo fantastico per i tempi con cui dà via la palla e un Allen in versione gara 2 delle Finals con un Pierce eccezionale. Nel 2 tempo l’intensità dei verdi è calata anche per colpa dell’età e Miami trascinata da un Lebron che sembrava per gioco prodotto quello di Cleveland (sempre con la palla in mano a creare situazioni per sè o per gli altri con Wade e Bosh a guardare) ha tentato di guidare una rimonta mai nata per gli evidenti limiti difensivi messi in mostra dagli Heat.

    Su Miami si possono fare delle considerazioni: gli schemi che si sono visti sono gli stessi di quelli dei Cavs o Heat della stagione passata con Wade o Lebron palla in mano, quindi non c’è un gioco di squadra; Bosh sembra essere ridotto a fare l’Haslem di turno in attacco, ossia a tirare sugli scarichi e giochi per lui ce ne son stati ben pochi; manca un centro e questo è il limite evidente perchè nel pitturato sono sempre dominati da qualsiasi front line. Un altra nota è che in campo l’intensità maggiore avrebbe dovuto essere espressa dai padroni di casa che già avevano perso all’esordio contro i verdi e quindi volevano la rivincita, ma nel campo si è visto l’opposto con i Celtics che sono arrivati sempre primi sui palloni vaganti per non parlare poi dell’intensità difensiva.

    Mentre gli Heat perdono già la quarta partita, Riley intanto inizia a prendere appunti

  89. Comunque ai lacustri che considerano Bynum la “riserva” di Odom dico: datelo a noi biancoverdi dai, tanto che ve ne fate del centro più forte dell’NBA… poi i nostalgici di Sheed che decantano le grandi gesta… a parte qualche tripla cos’ha fatto? In gara 7 da titolare ha lasciato banchettare i lakers coi rimbalzi, la partita l’abbiamo persa a rimbalzo, molto meglio i celtics quest’anno con JO e Shaq. Lo dice uno che Sheed lo ama, ma quest’anno i Celtics sono molto più forti,e quando torna West sarà ancora più completa la squadra. Comunque JO lo vedo meglio di Shaq, offensivamente il diesel è inesistente ahimé, gli anni passano.

    • Sheed è quello che in tutta la serie ha difeso meglio su Gasol, molto più di Garnett o Perkins, quanto a Bynum ce lo teniamo stretto, riserva di Odom nei momenti cruciali perchè Odom ti da intensità difensiva e come disse Buffa durante le finals è il vero play della squadra, questo quando gioca seriamente, ma tra Bynum e Odom nelle finals sinceramente mi è piaciuto di più il bimbo, considerando anche le sue condizioni fisiche.

  90. Gallo

    Nessuno dice che Miami è tagliata fuori dai giochi in partenza, però secondo me hanno troppe lacune x poter battere in 7 gare boston o los angeles…Poi è normale ke se quei due trovano la giusta alchimia,se bosh trova la giusta cattiveria e se trovano un play(Jack o Chalmer stesso) e un centro decenti (un Dempier skifo non farebbe) questi si ritrovano sopra lakers e celtics. Se così nn dovesse essere tutto dipenderà esclusivamente da lebron e wade…Secondo me ne possono portare a casa una ciascuno ma non di piu.

  91. kg5

    dimmi che stai scherzando…

    cosa ha fatto sheed?

    mah,io ricordo che gasol contro di lui proprio non riusciva a muoversi…

    io mi tengo stretto bynum,però definirlo miglior pivot della lega mi sembra un esagerazione clamorosa…

    • Ha difeso bene in post basso ma se poi non prendi il rimbalzo sul tiro sbagliato quanto il ca**o, infatti i Lakers hanno tirato con percentuali basse in gara 7 ma l’hanno vinta per le seconde occasioni al tiro, Sheed è andato sotto a rimbalzo con Bynum, Gasol e pure Kobe, con un centro vero quella partita si sarebbe vinta. Per questo dico che oggi siamo più forti, poi ognuno la può pensare come vuole ma solo perché quella è l’ultima partita di Sheed non si può dimenticare l’imbarazzante gap fisico in gara 7 nell’unica partita in cui Sheed ha giocato nello starting five.

  92. Vediamo un pó….

    Heat… Io non la vedo così drastica, nel senso che, in queste prime 8, qualcosa di buono io lo ho visto…. In casa con i Jazz, nonostante la L, ci sono stati momenti in cui i 3 hanno giocato insieme… Anche vs i Nets qualcosina….. Difensivamente sugli esterni sono tosti, con Haslem acquistano anche mobilità sottocanestro…, se poi pretendete che impressionino dal punto divisa del gioco vs questi Celtics allora non ci siamo imho… È troppo presto per pretendere continuità offensiva e difensiva…. L’unica cosa che fatico a capire è il perchè Lebron e Wade non si cerchino più spesso più volte nella stessa azione… Non cerchino soluzioni che portino a cambi difensivi vantaggiosi…. Sto parlano soprattutto di p&roll, l’arma che a mio modo di vedere li renderebbe difficilmente arginabili…..

    Sono poi ancora convinto, a differenza di IYW, che un play non serva… LbJ deve creare gioco cercando di prendersi meno tiri possibili fuori ritmo stile Cavs e molti più in transizione…. E questo non vuol dire che debba portare palla sempre lui…. Imho dovrebbe riceverla in movimento e poi creare…

    Ricordiamoci poi che c’è fuori Miller che aprirá il campo non poco…. Wade-Miller-Lebron-Haslem-Bosh…. Sarà questo il quintetto nei momenti importanti….

  93. sheed nelle scorse finals ha contenuto benissimo un gasol da MVP

    come nella serie contro i magic aveva limitato tantissimo howard, tanto che van gundy, memore della serie tra miami e pistons del 2005, disse ” odio wallace, contro di me gioca sempre benissimo”.

    per non parlare della serie contro i cavs……ha fatto dei playoff grandiosi pur con una schiena a pezzi, dopo una regular season oscena ( questo sì).

    poi solo triple??? in gara 7 fece dei canestri con movimento in post basso in faccia a odom da antologia, nessuno gioca in post basso come lui nemmeno KG…..

    di bynum non abbiamo bisogno, ci basta aspettare che perk guarisca. poi si rompe sempre da solo, mentre per mandare perk in ospedale c’è stato bisogno di un bel sandwich lacustre eheheheeh

    respect for sheed! certo, speriamo che shaq faccia meglio……..

  94. Io sono cinvinto ke l’unico in grado di poter far girare quei tre sia lebron. Xkè bosh neanke a parlarne e wade ha deciso di fare lo scorer a tempo pieno. Ora fino a qnd gli entrano bene, ma qst notte non mi è piaciuto il suo atteggiamento. Continuava a prendersi tiri senza ke gliene entrasse uno. su qst ha voluto dimostrare secondo me un pò di immaturità xkè non si è messo totalmente al servizio della squadre. Doveva essere lui il play di turno stanotte. Da qst punto di vista mi ha stupito evans ke nella scorsa partita ha registrato 9 assistenze fermandosi a 1-6 dal campo senza continuare a nuocere alla squadra

  95. Comunque Lebron 4 partite nelle prime 10 forse non le aveva perse nemmeno coi Cavs, forse i primi due anni in Nba, sarebbe proprio un paradosso ma secondo me se l’è cercata, su altri forum ho passato tutta l’estate a dire che doveva andare a Chicago, ora son cazzi suoi….

  96. secondo me gli heat per quest’anno non sono da finale al massimo da finale di conference.
    secondo me per quanto bosh abbia dei limiti credo che col tempo riuscira a migliorare ,visto la mancanza di lunghi di livello CB rimane sempre un ottimo innesto il problema sta nel reparto lunghi di miami e nel riuscire a far giocare James e wade in movimento e non palla in mano.

    i nuggets sono inprevedibili ma contro i lakers in una serie p.o. vanno a casa sempre ,Artest in una partita di quelle che contano a Melo non lascia quelle cifre,i lunghi di denver contro il duo Bynum-Gasol andrebbero in serissime difficolta dal punto di vista fisico per quanto possano contrappporre molta piu intensita alla lunga li subirebbero e per finire non hanno nessun marcatore che possa dare minimamente fastidio a Kobe
    l’unico ruolo in cui i lakers potrebbero soffrire un po’ e nel confronto Billups-lowsonVSfisher-blake .

    secondo me gli unici intoppi per la finale i lakers potrebbero averli dagli spurs ma solo se affrontati al primo turno e non in perfette condizioni fisiche e da houston se riescono a trovare il modo di sfruttare il loro potenziale.
    non credo in blazers e Okc troppo inesperte a certi livelli per essere realmente un pericolo per i lacustri .
    I jazz credo che anche con una buona guardia si sposino troppo bene col modo di giocare dei lakers per essere temibili e poi i centimetri e la qualita sotto le plance la subirebbero pesantemente.

  97. show
    Parte del quintetto da te messo è il vero punto debole. Pensi che il duo Haslem/Bosh possano sbattersi alla pari contro che so Garnett/Perkins, Garnett/O’Neil o peggio Gasol/Odom, Gasol/Bynum o Odom/Bynum? Il punto è che a forza fisica e tonnellaggio sono messi male. Bosh non è un lottatore, Haslem si ma è sottodimensionato, quindi in una serie come faranno a reggere il confronto?

    I dubbi non sono nella capacità della squadra di vincere contro chiunque, figuriamoci, ma è sulle serie. Faccio fatica a vederli battere i Celtics e i Lakers. Per questo ritengo che l’acquisizione di un centro sia necessario. Poi la chimica la troveranno e anche il modo di diventare micidiali con quel duo.

  98. Allora la gara degli heat non l’ho vista perchè dopo le prime che ho visto ho pensato bene di evitare di perdere preziose ore di sonno.
    Giocano malissimo, james e wade non si cagano manco di striscio, bosh è da cacciare a pedate, arroyo, beh arroyo? ma stiamo scherzando?
    Celtics con il pilota automatico, rondo che se non fosse che tira di merda, sarebbe il n.1 tra i play a leghe di distanza da pal e deron.

    In tutto questo dare ora – dopo tipo 7-8 gare – per spacciati gli heat è pura follia, può succedere di tutto, james e wade potrebbero disgraziatamente trovare un modo di completarsi a vicenda, bosh potrebbe essere messo in riga – da pat, mica da spolestra – e anche senza dei lunghi di valore, questi potenzialmente in attacco sono inarrestabili.

    Lakers che perdono la prima, non ricordo chi aveva previsto la sconfitta contro denver con giorni e giorni di anticipo, complimenti!
    La regola è sempre quella, kobe tira 30 volte? i lakers o perdono o vincono per un pelo, non a caso, le ultime 2 gare rischiano di perdere contro minnie e kobe prende 28 tiri, e perdono contro denver con 32 tiri di kobe, poi il problema è che dei 32 ne ha messi una decina…
    Per favore la teoria che vede kobe tirare mille volte per testare la sua condizione è ridicola, a me è parso più un voler ristabilire gli equilibri nel team, dato che gasol stava giocando meglio di kobe e stava segnando anche di più.

    Rose? non so wall, che mi pare un fenomeno, ma se anche il play dei wiz gioca una regular con i fiocchi, dovesse arrivare ai playoffs la vedo dura comunque raggiungere il livello degli ultimi due playoffs di rose, questo è una cosa assurda!

  99. Brevemente, se Garnett è questo chiudiamo bottega. Sempre pensato che un esterno ti vince due partite ma ai play-off porti a casa le serie con i lunghi. Nei Celtics “l’ultimo” della rotazione è big baby (senza contare Erden) che tra l’altro si esalta sotto pressione… Ipotetica finale con i Celtics Gasol marcato a turno da kg-Shaq-JO-perkins-Davis.

    Capitolo Miami, la difesa non mi dispiace e migliorerà, ma perdurerà sempre il problema sotto, solo il campo aperto ai PO non basta. Spoelstra non so quanto viene ascoltato

  100. quindi niente 82-0, nemmeno per i lakers.

    Palo Lebron, palo.
    Diciamo che il tiro da fuori rimane rivedibile…

    A parte le sciocchezze, queste sconfitte hanno giusto il peso che vogliono dargli gli heat stessi. Per me sono normalissime, è solo l’inizio di un lungo cammino. Ma se loro (loro 3) iniziano a fare casino dal di dentro allora le cose possono cambiare davvero.
    Tutto dipende da loro. Intanto Pat però durante la partita prendeva appunti…

  101. Il problema non è che si prende 30 tiri, il problema è quando ne mette pochi, altrimenti qui bisognerebbe criticare Jordan che si prese 35 tiri in gara 6 coi Jazz nelle finals o il Kobe da 46 tiri contro i Raptors degli 81 punti, se oggi metteva 3-4 jumper in più portavamo a casa la partita, sparava il primo 40ello della stagione e se ne parlava come di un Dio, però sono d’accordo, tendenzialmente preferisco un Kobe da non più di 25 tiri ma dipende come si mette la partita, il parziale l’abbiamo preso quando erano in campo le seconde linee, soprattutto nei primi minuti del quarto quarto dove abbiamo disintegrato un vantaggio in doppia cifra che aveva visto kobe come principale artefice.

  102. Intanto il solito Phil Jackson dice che questi lakers non sono da 70 w, mentre chi può puntare a tale obbiettivo sono gli heat…
    La solita faccia da cul0.

    Sempre sugli heat, ma qualcuno davvero si immagina gli heat nei playoffs con spolestra e non con riley? Io no.

  103. Povero Spoeltra. Perchè non se ne va. Non se lo fila nessuno, ha il fiato sul collo del santone Riley ed in più gli tocca pure al limite vedere la squadra vincere il titolo dopo essere stato sostituito. Che vita di mer.a…….

  104. @ Michael Philips

    “Per favore la teoria che vede kobe tirare mille volte per testare la sua condizione è ridicola, a me è parso più un voler ristabilire gli equilibri nel team, dato che gasol stava giocando meglio di kobe e stava segnando anche di più.”

    Chi l’ha scritta questa, Bagatta?
    Scommetto che ridevi anche tu quando l’hai scritta. Per questo ti perdono, anzi applaudo :-))

    Su Kobe ha ragione Gallo=Bird. E’ da qualche anno che ormai Bryant gioca nella NBA, portanto anche di tanto in tanto qualche risultato a casa, però le critiche sono sempre le stesse…direi basta.

  105. C’è ancora gente che non perde l’occasione per sparare stronzat.e clamorose su Kobe Bryant…

  106. fabio
    grazie, grazie, troppo gentile.

    Ma io dico sul serio, kobe è quel tipo di personaggio che se provocato ti fa la gara per segnare il più possibile, non mi pare assurdo che lui, dopo le recenti prestazioni di gasol, abbia voluto chiarire le idee su chi fosse il trascinatore dei lakers, perchè va detto che gasol nelle prime fare è stato il migliore in campo.

    Alert
    Diciamo che avendo wade james e bosh, forse è più indicato un grande coach, provvisto di carisma e coglioni, spolestra lo vedo ad allenare i cavs o simili.

  107. stanotte ho dormito mezzora per vedere boston miami, ma ne è valsa decisamente la pena! allen e pierce sembrano due ragazzini, e KG sta tornando ad alti livelli! Per james non credo sia cambiato molto da quando era a Cleveland quando la squadra è in difficoltà è lui a caricarsela sulle spalle, ma stanotte non è bastato! piccola parentesi per quanto riguarda rondo, la statistica dice 15 assists per partita, ma è parecchio gonfiata, almeno sette di ieri infatti come nelle altre partite sono passaggi di 20 cm per il ray allen di turno che stanno infilando tutto o quasi! stanotte invece speriamo nella riscossa dei knicks, mentre per ill mago e soci prevedo una bella sculacciata!

  108. Situazione Heat (dopo 9 partite….dicasi NOVE!)

    Ma scusate, adesso si vuole scambiare Bosh? A me pare che a Miami abbiano perso la bussola…
    Cioè, a Wade affianchi James e Bosh ed ora ti pare ancora poco?????? Bisogna ancora migliorare? Follia pura.

    Non mi interessa se Bosh non è quel giocatore ideale da affiancare ai due gemellini capricciosi, ce l’hai e te lo tieni! Mi sembra un’affronto ed una mancanza di rispetto incredibile rispetto alle altre 29.
    Se con wade e lebron (+ bosh) non vedi il gioco, o ti pare di poter far meglio, allora levi il filippino e mettiamo Riley, tanto si sa che alla fine sarà questo l’esito della telenovela latina.
    Ma evitiamo di piangere perchè siamo deboli e gli altri ci fanno la bua, perchè si sta scadendo nel ridicolo.

    Prendiamo allora anche Paul e Howard, così forse forse siamo a posto per puntare a superare il primo turno di playoff, se ci va bene…

    Assurdo.

    Io invece credo che alla fine saranno proprio gli heat ad andare in finale perchè purtroppo i celtics hanno troppi anni sul groppone e orlando e chicago sono indietro di un tassello per diventare davvero da titolo.

  109. @ Michael Philips

    per me così si dipinge un Kobe ancora troppo immaturo, e si sbaglia. Però da quì tutto può essere.

  110. stm

    Non sono mica gonfiate per quello!
    Anzi, bravo rondo a dare il pallone alle persone giuste, lui si accorge quando uno è in palla, e lo rifornisce in continuazione.
    Ragionando così anche stockton allora aveva numeri gonfiati, la maggior parte degli assist li faceva con karl malone che sbagliava pochino sia da sotto che da fuori.

  111. michael

    Condivido l’analisi ma non capisco perchè far “provare” a quel poveraccio di Spoeltra. Insomma se hai delle stelle che non ascoltano il ragazzotto allora piuttosto che vivere in una situazione di stallo sarebbe stato preferibile che Riley si fosse messo subito alla guida del gruppo utilizzando la RS come banco di prova per i PO. Così riduci anche il tempo per ricreare determinati equilibri. Non so, forse stiamo esagerando e i Wade di questo mondo si mettono sull’attenti quando il “filippino con la faccia di Fonseca sbraita”. (fenomenale descrizione).

  112. poi magari gli heat si amalgamano e eccetera, ma l’ipotesi più romantica e illusoria alla fine probabilmente sarebbe stata la scelta giusta: James ai clippers avrebbe spaccato alla grande. con bledsoe, kaman e griffin sarebbe stato quanto di più coerente e complementare si possa immaginare per james.

    però onestamente non ho trovato tante squadre a parte i cavs in cui ci sarebbe stata complementarità tra team mates e modo di giocare di lebron.

    e diciamolo, Lebron solo così sa giocare, tanto è vero che anche in questi heat si esalta quando fa il lebron di cleveland..pensare che cambi è utopistico, e forse gli farebbe persino perdere qualcosa del suo potenziale smisurato

  113. Fabio
    Non è che si dipinge kobe come un immaturo, ma bensì come uno che ci tiene a ribadire spesso il suo status di fenomeno, guarda che anche jordan faceva così, anche a 35 anni, se per sbaglio qualcuno accennava a dire frasi tipo: “io limiterò jordan, oppure jordan ormai è vecchio” beh piovevano quarantelli come niente, e questo non perchè jordan era immaturo, ma perchè faceva e fa parte del suo carattere.
    Ma questo lo fanno in molti, ricordi qualche anno fa quando kobe fece i 61 al medison square garden? la partita dopo avrebbe giocato james a new york, risultato? 52pts e tripla doppia(poi annullata) ti pare una cosa casuale? no, james doveva dimostrare di essere in grado di rispondere alla gara di kobe, e lo avrebbe fatto a costo di portare i cavs alla sconfitta.

  114. Due paroline sulla partita di Miami.Boston ha giocato in maniera incredibile.I Celtics hanno una chimica di squadra che Miami faticherà a raggiungere.E soprattutto, rispetto allo scorso anno,ci sono Pearce e KG,che sono tornati ai loro migliori standard di rendimento.Un vecchietto come Ray Allen, che resta sempre un poeta del parquet.Ha letteralmente devastato la difesa degli Heat con le sue triple, e ha difeso egregiamente su Wade e Lebron.Vorrei anche spendere qualche parola su Rondo.In questo momento, lo considero uno dei primi 5 giocatori della lega. Ha una velocità supersonica, per qualsiasi avversario.Penetra le difese in maniera strepitosa e sforna assist in quantità industriale.Primo nella speciale classifica, con quasi 15 palloni a partita.Considerando che ai Celtics manca Perkins, che hanno un JO più fuori che dentro e uno Shaq acciaccato,credo che quando questi saranno tutti a disposizione, a est non ce ne sarà per nessuno.Un altro giocatore che sta facendo mirabilie,è Big Baby.Tirato a lucido, sempre decisivo, sia a livello score sia difensivamente.Credo che in 10 partite abbia subito qualcosa come 16 sfondamenti.Roster di una profondità incredibile.Con KriptoNate mina vagante e Daniels che, rispetto allo scorso anno, sembra un altro.E atendono il rientro imminente di Delonte West, che può aggiungere certamente grande pericolosità dal perimetro.Penso che questa sia una delle loro ultime occasioni.E con l’esperienza e la rabbia agonistica che hanno, arriveranno fino in fondo.Del resto, nella passata stagione i C’s hanno dimostrato che quando c’è da tirar fuori gli attributi, non sono secondi a nessuno.Animali da Play Off

  115. fabio

    Si discute dell’oportunità nell’aver preso Bosh. A me questa concentrazione di corazzate piace poco e come tifoso Kings posso solo ingoiare dei rospi belli grossi. Visto che in estate Miami era diventata la mecca mi stupisco della scelta Bosh. Avrei visto un centro meno talentuoso ma più funzionale, che so Chandler.

  116. Alert
    Infatti è una cosa che non capisco, cioè se james e bosh sono lì non è per merito di spolestra e neanche tanto di wade, è chiaro che c’è riley dietro, e non capisco perchè insista a rimanere fermo.
    Poi magari spolestra si dimostra un buonissimo coach, e col tempo gli heat cominciano a girar bene, ma io ripeto, vedo wade, james e bosh che “ubbidiscono” solo a riley.

  117. Voglio lanciare una piccola provocazione..secondo voi, sarebbe tanto sbagliato ritenere Rondo in corsa per il premio di MVP?..io credo che ci possa stare.

  118. calabrone

    Rondo è di diritto un serio candidato per l’mvp, no perchè se non lo so si considera tra i papabili vincitori, allora cosa dovrebbe fare altrimenti? 20+7+15?

  119. Calabrone

    Qualche tempo uscirono i nomi papabili e fu come sparare sulla folla, quindi la mia opinione personale è si. Perchè no infondo? Gli unici papabili veramente, a mio avviso, sono Bryant, Durant e uno dei due mostri sacri di Miami. Rondo, osservando i Celtics, viene subito dopo di loro.

    Michael philips

    Concordi con con cosa?

  120. Capitolo Lakers:
    sinceramente non capisco tutte queste critiche a Gasol… …in questo momento potessi togliere un giocatore ai lakers toglierei prima lui di bryant…

    Capitolo Celtics:
    da loro tifoso sono veramente estasiato di come hanno iniziato… …e alla squadra di ieri mancavano Jermaine, Perkins (sperando che rientri in forma decorosa per i playoff) e West (e shaq ha giocato in condizioni palesemente oscene)…

    Capitolo Heat:
    è evidente che per adesso non sta andando come era andata ai celtics: i giocatori si stanno un po’ pestando i piedi e sotto canestro la situazione è sconsolante… …però hanno ancora 10 anni di carriera e con un innesto buono all’anno, tra due-tre anni saranno illegali… …mi aspetto qualche nuovo arrivo invernale…

    Gli altri:
    Avevo già detto che vedo nei bulls la sorpresa della stagione e ne sono sempre più convinto… …a ovest non ho ancora le idee chiare ma ho tanta fiducia nei Jazz e nei Nuggets, quando saranno a pieno organico… …il problema delle squadra a ovest è che non ne vedo una in grado di reggere l’urto dei lunghi lakers…

    • Veramente oggi si è criticato più Bryant di Gasol sul quale solo io mi sono permesso di far notare l’evidente differenza di rendimento tra casa e trasferta che poi è un dato di fatto nulla più, che Gasol finora abbia giocato meglio di Kobe mi pare non l’abbia negato nessuno, si parlava della partita di stanotte.

  121. Comunque vero che devono trovare ancora la chimica giusta però alzi la mano chi si aspettava 4 sconfitte in questo inizio stagione, poi anche i Celtics tre anni fa erano una squadra nuova ma iniziarono subito alla grandissima, per me miglioreranno ma i problemi strutturali restano, una partita come quella che hanno perso coi Jazz non succederà più ma sono molto più indicative le sconfitte contro Celtics e Hornets, soprattutto coi Celtics contro i quali probabilmente dovranno fare i conti in post season, contro un asse pg-centro di grande livello sono andati totalmente in bambola.

    P.S. Jeff Van Gundy non si sente più….

  122. il sorriso di Ray Allen sull’ennesima tripla direi che è l’emblema della partita
    Miami deve migliorarsi e ciò richiede tempo ma vedendo la faccia di Pat in tribuna credo che Spoelstra faccia bene a sbrigarsi

  123. Mailman

    Perché auguri? Credi che, quando conterà (e per conterà intendo momenti chiave di una partita PO), giocherà Joel Anthony o Ilga? Si andrà a mio modo di vedere con il quintetto ‘piccolo’ che comprende Bosh+Haslem come pacchetto lunghi… E non sarebbe la prima volta…. gli Heat del 2006 hanno vinto il titolo giocando nei momenti chiave con Posey da 4 e Haslem da 5… gli stessi Celtic hanno vinto la gara decisiva del titolo 2008 con Posey da 4 e Garnett da 5….

    Ovvio che Chris non è Kevin, ma cavolo pensare di giudicarlo, addirittura arrivando a scambiarlo, quando mancano 73 partite alla fine mi pare quanto meno discutibile…

  124. @ michael philips

    che i giocatori alla MJ, kobe e lebron si sentano sotto i riflettori è vero, e che si comportino da “prime donne” ogni tanto ci sta ed è anche giusto. La stessa NBA si fonda su questo, e Stern ci ricava pèure due spiccioli. Io però dissentivo sul fatto che Kobe volesse fare un 40ello per ricacciare Gasol a secondo violino, tipo battaglia intera alla Shaq Style. Questo non lo credo affatto.
    Kobe è il primo ad eloggiare il catalano e volere che continui così, anche perchè il carattere di Pau è leggermente diverso (!!!) da quello di Shaq. Di quei problemi oggi non ce n’è più neanche l’ombra.

    @ alert70

    Appunto. Costruisci una corazzata (alla faccia delle Sacramento del mondo NBA) e poi ci sputi pure sopra?? E’ questo che non tollero. Se si è fatto un errore a prendere Bosh, anzichè che so, Chandler+Blake, ben venga. Una squadra con Wade + Lebron non mi dispiace annaspi un po’, i risultati arriveranno per forza. Devono ora solo avere la dignità di non piagnucolare dopo una sconfitta e lavorare sulla chimica, perchè in caso tornassero sul mercato allora darebbero il fianco a chi già adesso non li tiene proprio in simpatia…e sono in tanti.

    Poi che si debba sempre migliorare è lecito e vitale per una franchigia, ma dar via Bosh dopo un solo anno o peggio metà, sarebbe un boomerang spaventoso…

  125. “gli Heat del 2006 hanno vinto il titolo giocando nei momenti chiave con Posey da 4 e Haslem da 5”
    Io ricordo che giocava un certo Shaq, e quando mancava certa un altro di nome Mourning a sostituirlo.
    Poi io mai detto che Bosh va scambiato, per carità. Dopo 9 partite, a meno di offerte mega galattiche, sarebbe una assurdità

  126. bodiroga

    ahah sai l’abitudine, coi nickname cambia tutto!! ps al fantabasket ho ceduto per sbaglio paul!

  127. sono di ritorno dopo qualche mese di assenza e approfitto per salutare il mio amico-nemico michele che sembra avermi dimenticato per la antipatia per i celtics.

  128. sono di ritorno dopo qualche mese di assenza e approfitto per salutare il mio amico-nemico michele che non sembra avermi dimenticato per la antipatia per i celtics.

    • bargnani quest’anno senza bosh( che a detta di alcuni gli rubava i rimbalzi) ne prende ancora di meno!!! oh ma come caxxo si fa? 2.13 e prendi 3 rmb a partita?manco nate robinson..

  129. Sasi

    Non per giustificare Bargnani che a rimbalzo è tradizionalmente pigro, però nelle prime partite era una scelta dello staff tecnico dei Raptors mettere il solo Reggie Evans a sbattersi a rimbalzo.

    Secondo me Bargnani può stare sui 7 – 7,5 rimbalzi di media, che è sempre poco, ma è pur sempre meglio dei 5 rimbalzi scarsi di media che ha ad oggi.

    Se riesce a fine anno a stare su 22 pt 7,5 rm 1,5 blk e 48% dal campo, io sarò soddisfatto.

    A me preoccupa più il Gallo sinceramente, sembra involuto e incapace di fare cose che l’anno scorso gli riuscivano facili.

    Per adesso quello più positivo è Belinelli, la shooting guard titolare della squadra con il miglior record NBA.

  130. Si è parlato di kobe, jordane altri big che quando provocati, rispondono sempre pesantemente sul campo, bene, pierce su twitter pare abbia preso per il cul0 james dopo la vittoria dei celtics.
    Ora dico, non mi perderò per nessuna ragione la prossima sfida tra heat e celtics, perchè è palese che james vorrà ripondere sul campo, e si sa, non bisogna mai provocare giocatori già abbastanza motivati.
    Pierce già durante le scorse finals ha fatto una dichiarazione decisamente forzata, quando disse che non sarebbero più tornati ad los angeles, infatti…

  131. Sono su atdhe.net e dopo aver aperto il link della partita dei rap mi dice invalid player, suggerimenti???

  132. No vabbè ragazzi, ormai è ufficialmente un mito, Kevin Love, 31pts 31reb 5 ast !!!
    Questo come ho sempre detto è il miglior rimlalzista puro della lega, perchè altrimenti se non lo sei, non pui viaggiare a 19pts e quasi 19 rimbalzi per 5 gare di fila.
    Questo è un 206, 208 lento, decisamente poco atletico – non salta una cippa – pesante come un bisonte, 12okg come howard, ma riesce a prendere decine di rimbalzi, contro gente più alta atletica e forte – tanto per gradire, ne ha presi 24 in testa a gasol e odom..
    Minnesota però forse ha trovato un nuovo fenomeno, nuovo si fa per dire, questo è alla sua terza stagione, e pare davvero pronto ad esplodere per davvero, Michael beasley, uno che ha faticato e deluso nei primi due anni a miami – ma si sa affermarsi quando in squadra hai un wade è cosa impossibile – ora pare libero di sfogare un potenziale con pochi eguali, tecnica, atletismo in un mix che gli fece disputare una stagione ncaa da 26pts 12reb e percentuali dal campo risibili…forse quel giocatore è tornato, ultime due gare 42 e 35 pts…

    • Bene Love e Beasly ma fare certe cifre in una squadra senza obiettivi come i Wolves ha un senso essere funzionali in un contesto vincente ne ha un altro. I due mi sembrano due ottimi giocatori da fantabasket e al massimo dei discreti 3 violini in una squadra di vertice non mi sembrano due che spostano qualcosa ad altissimo livello NBA, senza voler nemmeno pensare a quanto poco difendano i due…
      Prime scelte al fantabasket, giocatori da buone statistiche ma parlare della coppia di ali del futuro NBA mi sembra eccessivo…
      Poi naturalmente mi sbaglierò, questa come tante altre volte…

  133. Mamma mia, Minnesota potrebbe avere la coppia di ali del prossimo decennio se le premesse sono queste.. semplicemente assurdo!

  134. E in effetti, stanotte, bargnani ha stravinto lo scontro con Howard! Ma che è, la notte dei miracoli?!

    • “stravinto” mi pare eccessivo:

      Bargnani 27 punti, 2 rimbalzi, 0 stoppate, 47% dal campo
      Howard 25 punti, 8 rimbalzi, 5 stoppate, 64% dal campo

      semmai ha stravinto il duello con Rashard Lewis, il quale comunque ha preso il triplo dei suoi rimbalzi giocando un quarto d’ora in meno

Commenta