Paul Millsap ha distrutto Bosh e gli Heat

7 partite nella notte NBA, e tanti temi caldi: fa rumore la sconfitta casalinga degli Heat, mentre Cavs e Hornets mostrano un gioco convincente.

Cleveland 93 – New Jersey 91
Bella vittoria esterna per i Cavs, che dimostrano di saper vincere anche con un Mo Williams da soli 2 punti: bastano 5 uomini in doppia cifra, con un ottimo Hickson da 18p e 10r. Non basta un Outlaw da 27p e 7r.

Denver 113 – Indiana 144
I Nuggets dimenticano la difesa nel Colorado e subiscono la bellezza di 144 in 48 minuti, inclusi 54p nel terzo periodo. 29p di Collison e 31p di DUnleavy in 24 minuti. Solo 13p per Anthony, con 5/15 al tiro.

Utah 116 – Miami 114
Clamorosa sconfitta casalinga per gli Heat che buttano via un vantaggio di oltre 20 punti per perdere nel supplementare: giocatore della partita è Millsap, al massimo in carriera con 46p oltre a 9r. E’ evidente ormai a tutti che Miami non ha risposte convincenti sotto canestro. Diventano così inutili i 39p di Wade e la tripla doppia di James (20p 11r 14a).

New York 80 – Milwaukee 107
Knicks senza grinta a Milwaukee: 19p e 4r per Stoudemire, 5p con 1/6 per Gallinari. Addirittura 7 uomini in doppia cifra per i Bucks guidati da Jennings con 19p 5r 6a.

LA Clippers 82 – New Orleans 101
Settima in fila per gli Hornets che risolvono la pratica Clippers con 6 uomini in doppia cifra e un Paul da 13p e 8a. Nei Clippers si salva solo il rookie Aminu con 20p e 8r.

Detroit 78 – Portland 100
Blazers senza problemi contro i Pistons da trasferta: bene Aldridge con 19p e 17r. Non bastano i 15p e 8r di Daye.

Minnesota 94 – LA Lakers 99
Partita non esaltante per i campioni in carica che comunque portano a casa la W con 33p di Kobe e 18p e 10r di Gasol. Losing effort per un ottimo Love da 23p e 24r.

Post By Max Giordan (984 Posts)

Max Giordan
segue l’NBA dal 1989, naviga in Internet dal 1996.
Play.it USA nasce dalla voglia di unire le 2 passioni e riunire in un’unico luogo “virtuale” i tanti appassionati di Sport Americani in Italia.
Email: giordan@playitusa.com

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

84 thoughts on “Jazz corsari a Miami, Lakers e Hornets ancora imbattuti

  1. Capitolo CAVS: direi che è abbastanza evidente che giochino meglio senza l’ex 23. Palla che si muove, giocatori più coinvolti in attacco e punti più distribuiti, nessuno che vagabonda più per il campo sapendo che la palla almeno per le prossime 10 azioni comunque non arriverà.. Avanti di questo passo se la giocano per l’ottava piazza per i playoffs.

    Capitolo MIAMI: giorno dopo giorno miami scopre quanto Bosh sia totalmente inutile, sarebbero bastate due stelle (Wade sempre più il faro e Lebron sempre più suo partner in crime) e alcuni buoni giocatori (David Lee faceva schifo? e costava meno di Bosh.. tanto per fare un nome a caso), invece ora hanno una squadra che sotto è inesistente, che vive e muore con il talento di quei due.. Playoffs complicati se sotto hai il vuoto assoluto..

    Capitolo LAKERS: questi anche nelle giornate in cui non brillano vincono, Kobe sinceramente non l’ho mai visto così fiducioso verso i suoi, Lamar Odom ha inserito la costanza di rendimento nelle sue corde, Pau sta giocando una pallacanestro celestiale (secondo me il miglior lungo Nba ad adesso), credo che almeno fino a maggio passeggeranno ma ad ovest alternative credibili non ne vedo francamente..

  2. Nn avendo sonno stanotte, avevo deciso di guardarmi Heat-Jazz. Sul +6 per Miami, e con 2 tiri liberi a loro favore (mancavano 30 secondi) ho ben deciso di andare a dormire…pessima idea…

    Cosa dire…ora, con tutto il male che si vuole a LeBron e compagnia, un minimo di sfiga bisogna ammettere che l’hanno avuta, a me Millsapp piace ma 3 bombe in 30 secondi è roba che neanche uno strafatto di crack poteva immaginare. Ne avesse sbagliata una, sarebbe stata una W. E’ anche vero che Wade e soci, a 30 secondi dalla fine, debbono essersi detti “dai ragazzi, troviamo il modo più stronzo possibile di perdere stanotte”

    Questa partita, risultato a parte, dice comunque diverse cose degli Heat

    -nei primi due quarti, sono stati capaci di mettere su una difesa superba, che partiva dagli esterni, per arrivare ai lunghi, Joel A. in particolare. Ovvio che specie nei PO, si dovrà partire da qui, specie quando l’attacco si inceppa

    -se Millsapp ed Okafor dominano nel pitturato, vuol dire che ci sono un sacco di problemi. Il pacchetto lunghi nn è neanche malvagio, almeno in attacco, ma nn si può pensare di vincere nei PO senza un 2.10 che intimidisce a centro area. Bosh lo conosciamo, Anthony è 2.05, Z un palo della luce. Sinceramente nn ho idea di quale movimento di mercato potrebbero mai fare, ma così nn vanno lontano, a meno che nn si mettano a giocare come i Suns, ai 130 punti a partita

    -e’ vero che si sono fumati 21 punti di vantaggio, come è vero che sul 81-79 Jazz, in due minuti hanno messo su un show tremendo, con LBJ in play a nutrire Bosh e Wade, ed a riportare i suoi a +8

    -ho visto già un po’ di loro partite, e lo schema è sempre lo stesso. Wade battitore libero nei primi due quarti, ad accumulare punti, LeBron che inizia a macinare tiri nel 3°, continuando comunque a fare il play

    Comunque, se perdono con Boston, mi sa che il nome di Riley inizierà a rimbombare per tutta Miami in tempi brevi…serve un direttore di orchestra vero qui

  3. Provo a dire la mia su alcuni temi, rispettando l’ordine delle partite di cui sopra:

    Continuo ad essere dell’idea che i Cavs siano una discreta squadra e che i playoff li faranno. Byron Scott è una certezza perchè ha sempre lavorato bene con le squadre che ha allenato, bisogna sottolinearlo, e può ripartire dal buon lavoro fatto negli ultimi anni da Mike Brown. Certo che però per loro non c’è molto futuro, e questo è triste. Il team è destinato a sparire dal radar NBA quando i giocatori buoni rimasti se ne andranno e nessuno più verrà a giocare in una piazza con poco appeal che ha perso probabilmente per sempre il suo Re…

    Altro team che spero faccia i Playoff è Indiana. Hanno una stella di prima grandezza e un grande attaccante quale Granger, un buon pivot in fase ascendente come Hibbert, un giovane play ancora tutto da scoprire come Collison e discreti gregari, soprattutto McRoberts. La squadra deve solo rodarsi e prendere fiducia, ma gli ingredienti ci sono tutti e qui al contrario di Cleveland ci sono ottime prospettive future. Per me hanno il potenziale per la 5-6 piazza ad Est.

    Miami non vincerà mai il titolo quest’anno.
    Ora, so che molti diranno che sono troppo frettoloso, ma ho delle valide argomentazioni a sostegno della mia tesi.
    Wade è un campionissimo, ma da solo non ha mai passato il primo turno di playoff. Quando vinse il titolo aveva al suo fianco principalmente O’Neal, quindi un uomo d’area devastante.
    Forse quello che è sempre mancato anche a LeBron, oltre ad un altro realizzatore affidabile sugli esterni.
    Questi due assoluti fenomeni ora sono insieme, e non c’è nessuna squadra, compresa quella vestita di giallo-viola, che abbia play, guardia e ala piccola in grado di tenerli.
    Sappiamo bene però che negli ultimi anni hanno vinto il titolo squadre con un reparto lunghi attrezzatissimo. Se il miglior centro della lega non è riuscito da solo a scardinare la difesa delle squadre che poi si sono rivelate vincitrici, se gli stessi Wade e James anch’essi da soli non hanno fatto meglio…anche se ora sono insieme, come possono anche solo lontanamente pensare di raggiungere le finals con quel reparto lunghi li?!?
    E vi dirò di più: per loro la stagione finisce quando trovano i Celtics, il che potrebbe accadere anche in semifinale di conference.
    Altro che anello…

  4. gli manca un play e un centro sai che novità, lampi di luce accecante con quei due che oltre tutto si passano la palla ma non può bastare, andranno su Dampier e proveranno a scambiare Chalmers ma un play valido disponibile non sarà facile portarlo a casa… forse Jack, con il tempo si trova sempre qualche squadra che vuole s-cambiare

  5. una cosa è ormai chiara: gli heat hanno 2 stelle e mezzo. bosh è volutamente o no avulso dal gioco di questa squadra e mancando peso sotto le plance sono guai e anche grossi. poi è anche vero che il potenziale realizzativo lebron-wade è immenso ma per vincere dovranno dare sempre il 110% e non credo che ci riusciranno sempre e fino a maggio..

  6. Quando tornerà Miller secondo voi Lebron giocherà da play puro con Wade e Miller esterni?Secondo me alla fine sarebbe la soluzione più conveniente.

    Quanto ai Lakers fa un pò ridere che abbiamo rischiato di perdere contro le due peggiori squadre della lega, dimostrazione che se siamo in versione scazzo ci può battere chiunque ed è questo il motivo per il quale non penso proprio che batteremo il record dei Bulls, sulla partita di stanotte c’è da dire che Kobe ha giocato un primo tempo mostruoso ma come già successo con Kings, Grizzles e Raptors nel secondo tempo si è un pò spento tant’è che alla fine ha guastato le sue percentuali al tiro, penso che da questo si possa capire che non è ancora in ottime condizioni, Barnes e Odom determinanti per portare a casa la partita.

    Quanto agli Heat faccio notare che finora sono andati in crisi contro Rondo, Paul e Williams vale a dire i 3 migliori play della lega, la sensazione è che di fronte da un 1-2 di grande livello vadano veramente in bambola anche se stanotte potevano portarla a casa se Millsap non beccava sta clamorosa serata.

  7. da tifoso lakers io aspetterei a dire che miami non arrivi nemmeno alle finali di conference. me lo auguro con tutto il cuore ma ho paura che molti dovranno ricredersi.
    hanno sempre il colpo riley in canna… ed è un attimo…

  8. millsap 46???????? assurdo…quoto in tutto iyw e aggiungo (premettendo che ho visto solo le partite trasmesse da sky) che il loro attacco a metà campo spesso risuilta estremamente prevedibile e che bosh prende troppi isolamenti dal post alto.
    new orleans continua a macinare vittorie ma credo che si fermeranno tra poco ed inizieranno a lottare per il loro vero obbiettivo che ovviamente non è vincere l’ovest ma una delle prime otto piazze, grazie però a questo 7-0 di partenza partono indubbiamente avvantaggiati.
    lakers che non fanno più notizia ma ricordiamoci che questa è una squadra a cui piace guardarsi allo specchio. su qualche sito ci s’inizia a chiedere se possono vincerne più di 72, io dico di aspettare. intendiamoci hanno tutto il potenziale per farlo, a mio modo di vedere sono i più forti, però nel pacchetto oltre ad un talento sconfinato sono comprese anche superbia e qualche pausa mentale.
    new york secondo me va aspettata. per dare un giudizio un po’ più veritero bisogna aspettare altre 15/20 partite. la squadra è nuova e il sistema, che piaccia o meno, è complesso e richiede determinate scelte sopratutto in attacco che non è facile fare proprie in così poco tempo.

  9. clamoroso, 72 punti subiti in 24 minuti sono veramente tanti per una squadra come gli heat, inoltre hanno perso contro NO per una grande prova di Okafor e contro utha per una prova epica di Millsap, forse ci sono più problemi del previsto nel reparto lunghi, magari mettere un corpaccione come quello di dampier non sarebbe male, se non sbaglio è ancora libero!

    Benissimo NO che continua a stupire per come riesce ad imporsi con autorità, veramente una bella squadretta!

    Ny, lac e detroit non so nemmeno che dire perchè sinceramente per una buona che ne fanno ne sbagliano 5, meglio non commentare.

  10. Per me agli Heat nn serve affatto un play, di play volendo ce ne sono due, anche se per ora Wade fa lo scorer puro, ed LBJ si prende carico di costruire per tutti. Con due giocatori così, serve un play che tiri essenzialmente sugli scarichi (e per questo c’è House).

    Sono molto curioso di vedere cosa succede quando torna Miller, perchè a mio avviso, per almeno 20 minuti a partita si andrà col quintetto lungo, Wade a difendere sui play avversari, Miller da 2, LBJ da finto 3. Così c’è anche un tiratore sugli scarichi, che ha i centimentri per difendere sulle guardie avversarie. In un contesto del genere, un CP3 o un Nash nn servirebbero a nulla

    Su Bosh, io davvero nn capisco questo ragazzo cosa abbia nel cervello. E’ un periodo di rodaggio, e nn mi aspettavo che iniziasse a fare il Duncan della situazione, però nn ha cambiato di una virgola il suo stile dallo scorso anno. Riceve palla in post alto, e poi 10 secondi prima di iniziare qualsiasi cosa. Molto, molto più efficace quando tira sugli scarichi, o sui tagli a canestro. Irritante, nn passa una palla, difende da schifo, se continua così questo finisce sul mercato di metà stagione

    Big Shot

    La penso come te, a metà campo è un continuo di uno contro uno, senza un minimo di circolazione. LBJ o Wade a palleggiare, poi si vede quello che viene fuori. D’altronde è anche vero che se in post hai un buco nero come Bosh, sai che la palla se va lì nn la rivedi più. Ben diverso da quello che succede ad L.A., agli Spurs, a Boston, dove i lunghi cominciano il gioco

    • come sarebbe “LBJ da finto 3”?? se c’è una cosa certa al mondo è che Lebron sia un’ala piccola, anzi più precisamente quella che negli USA chiamano point forward…comunque son convinto anch’io che l’assetto al ritorno di MM sarà quello: Wade-Miller-James-Bosh (iNUTILE!)-Anthony….è chiaro che soffriranno da matti squadre ben messe là sotto…

      • Per me intendeva dire che di fatto giocherà da playmaker, cosa che sta già facendo adesso solo che quando scarica palla la da ad Arroyo che non è propriamente una sentenza, quando tornerà Miller ne beneficeranno molto.

  11. new york dimsotar più che altro che con stat non vai da nessuna parte…le sue medie sono scesissime e quello che più preoccupa forse, non sono solo i punti, ma anche i rimbalzi…1 suqdra come new york che già non ha grandi rimbalzisti, l’unico “lungo” di un certo livello, che prenderà 5-6 rimbalzi a partita

    e dopo rompiamo il c…o a bargnani? stat all-star di cosa? x le schiacciate che fa? quello x quel poco che capisco di basket, non è pallacanetsro, è solo folklore…meglio bargnani allora nel gioco di dantoniano

  12. Ma Dampier nn era finito ai Rockets? Certo è che se diventa lui il salvatore della patria…

    Ah, comunque niente male anche la difesa ferrea dei Nuggets nel 3° quarto…54 punti subiti, sono ritornati ai tempi di Doug Moe

  13. iyw

    Josh McRoberts ha avuto anche il tempo di fare una brutta figura, i Pacers erano ad un passo dal record, infatti erano 20/20 dal campo, e 4 secondi dalla fine del quarto McRoberts ha sbagliato l’unico tiro.

  14. I lakers non vinceranno mai 72 partite, primo perchè non è necessario, secondo perchè non ne hanno voglia, terzo perchè non ci riescono, troppo faticoso e dispendioso mentalmente!
    La partita di kobe non mi è piaciuta molto, sinceramente ritengo che 28 tiri in 34 min siano veramente troppi quindi lo preferisco in versione ecumenica, secondo me il kobe più funzionale per i lakers si prende massimo 20-22 tiri, quando sfora perde di efficacia tutta la squadra, poi se fa 22 su 28 mi accontento, ma è da un pò che non si vedono prestazioni simili, quindi meglio non esagerare!

    Nonostante questo, penso che forse quest’anno sia l’anno buono in cui vincono la regular. penso che 60-62 vittorie bastino e se non le fanno loro, non vedo chi possa farle!

  15. Salve, è un pò che non scrivo ed è sempre bello poter parlare e confrontarsi su uno degli sport più belli del pianeta. Sono un tifoso dei jazz e al mio risveglio sono stato ovviamente contento, ma sorpreso per la vittoria dei jazz, sia per l’avversario, sia per l’andamento altalenante dei jazz di quest’inizio stagione. Su Milsap vorrei dire che è vero che 46 punti sono una fantastica prestazione inaspettata, però il ragazzo è fantastico, si migliora anno dopo anno, ha ampliato il suo raggio di tiro dal suo approdo in nba in modo assoluto e questa è la prima stagione da titolare dopo la partenza di boozer e quindi vediamo che media realizzativa avrà, potrebbe essere lui il secondo violino che i jazz cercavano. poi la sorpresa c’è, ma nn dimentichiamo che già ha segnato 30 punti a OKC e l’anno scorso da titolare fece 32p e 14r a boston!Sono molto fiducioso nei jazz di quest’anno, li ritengo più completi dell’anno passato, in virtu’ del fatto che non bisogna dimenticare che manca un certo okur, che può aprirti la scatola in ogni momento. Se millsap ha trovato anche il tiro da tre, diventa veramente immarcabile!

  16. Utha è come sempre la mina vagante dell’ovest, può vincere e perdere con tutti, anche se per caratteristiche soffre tremendamente i lakers, se prendessero melo, probabilmente sarebbero meglio anche di magic e thunder, vediamo come si evolve il mercato! Sinceramente un pò ci spero, per rendere i play off più interessanti!

  17. be dei problemi nel reparto lunghi dei miami heat non credo ci sia tanto da sorprendersi secondo me anche i magic potrebbero buttarli fuori in questi p.o. e sinceramente non vedo come possano trovare il modo di mettere una pezza a questa lacuna.
    dampier ?ahahhahah

    su i lakers da 72 w non è impossibile ma molto dispendioso sopratutto mentalmente e per quanto questi lakers abbiano una fiducia ed una sicurezza smodata non credo serva consumare tanta energia e non credo neanche convenga…

  18. Ak 47

    Dai, vi voglio far rosicare un po’…al momento vivo a Budapest (solo per un paio di mesi), e la notte c’è un canale dove fanno un fottio di sport americani, tra cui la NBA, con il commento originale…ma la cosa più grandiosa che i due canali successivi a quello NBA sono canali porno…aggratis…poi dici che uno resta in piedi fino alle 4…ti lascio immaginare che nottate da paura che sto passando…

    Comunque sul sito ATDHE si vedono bene le partite in streaming, molto bene direi

    Su Millsapp la penso come te, mi piace già da quando era rookie, è evidente che senza avere il talento di Booz, ha molta più testa e solidità…ed a occhio e croce nn si rompe ogni due partite

    GaG

    Point forward è ben diverso da small forward. Dico “finto 3” perchè i 3 classici sono Nique, Melo, Durant, gente che passa le serate a finalizzare, nn a costruire. LBJ al momento è il 3 nominale, ma a tutti gli effetti il play, dato che prende palla già da la rimessa da fondo

  19. Beato te, ci credo che stai svegliio fino alle 4. Su Millsap ha ragione, fortunatamente non si rompe mai, il che è un bel guadagno rispetto alla fragilità di boozer!!mi dispiace solo il fatto che sia un 2,03, che in un’ennesima serie contro i lakers è il grande problema che fa tutta la differenza del mondo!!!

  20. wais a budapest c’hai messo le tende????? beato te!!! te lo stai appuntando bene bene…

  21. AK47

    Millsap alto 2.10 non lo prendi al secondo giro alla 40 e passa!!! eheheh!!! Questo era bravo anche al college, però le sue quotazioni sono scese per via dell’altezza. Invece sta trovando una grande dimensione anche in NBA.

  22. [youtube=http://www.youtube.com/watch?v=HCiHOpNJXnc&fs=1&hl=it_IT]

    Degno del T-Mac dei 13 punti in 30 secondi.

    • La tripla del 102-103 l’ha messa tirando un metro indietro la linea e con la mano del difensore quasi in faccia!
      Però ragazzi, che Deron… Nasce tutto da lui, fantastico giocatore…

  23. grandissima performance di millsap ma la difesa heat è stat un pò dolce…. (allegra..)

  24. heat-jazz. stabilito che un finale del genere se lo rigiocano altre sessanta volte millsap non ti fa due bombe (2/22 in carriera), di cui la seconda difficilissima, e il buzzer beater perchè ha il culo di trovarsi sul cross di price, direi che ormai il problema lunghi è evidente. millsap è buono buono ma è un nano. okafor niente di che. il problema è che manca u giocatore di pura energia, che fa il lavoro sporco, che intimidice. dopo aver visto dallas boston penso che l’uomo perfetto sarebbe tyson chandler. ma come lo prendi tyson chanlder? e dove sono gli altri lunghi? mi sa che sono tutti a boston. basterebbe forse anche solo varejao, forse anche solo robin lopez. centimetri e rimbalzi e nient’altro. ma anche uno dei due russoni. chiunque insomma. peccato perchè ieri a un certo punto è stato uno spettacolo guardarli in attacco..,

  25. superlacustre

    Difesa Heat un pò dolce, però quante triple ha messo Millsap in carriera? eheheh

  26. Partita meravigliosa a Miami. E’ successo di tutto. A volte succede. Su Millsap concordo con chi dice che è migliorato tantissimo ed è uno su cui puoi puntare. Peccato che sia solo un 2.03 ma caspita quanto incide in una gara.

    Miami cambieranno in corso. Forse dirò una bestemmia: ma se Riley punta ad un centro vero sono convinto che non esiterebbe a spedire Bosh. Chris si impegna ma non c’entra nulla. Non può difendere sui lunghi avversari ed è oltretutto leggero.

    Bella W dei Bucks che spiegano basket ai fricchettoni newyorkesi incorniciando la prestazione con una stoppata di Bogut seguita da un assist sotto le gambe di Jennings e relativa schiacciata. Gallo impapabile come la squadra. Se i Knicks non andranno ai PO prevedo un’epurazione dello staff.

    52 in un quarto è troppo anche per i Nets dello scorso anno ma ci sono riusciti i Nuggets. Commentare la partita è superflo.

    Lakers distratti che vincono lo stesso. D’altronde solo se il quintetto titolare fa sciopero in toto puoi sperare di vincere se sei Minnie.

    Bella W degli Hornets che continuano a veleggiare. Ennesima bella prestazione di Beli ma della squadra nel suo complesso. Punti distribuiti col solito eccellente solista Paul. Okafor protagonista con tre stoppatine niente male. Nota dolente gli spettatori. 12 mila per una squadra che vince e diverte. E’ vero che la crisi c’è ancora ma a NO il pubblico ama il football americano. Se fossero a Seattle avremmo 20 mila fans. Poi si lamentano….

    Continua il buon momento di Cleveland che giocando di squadra si sta togliendo molte soddisfazioni. Portland batte Detroit, sai che noviità.

  27. al giochino avevo scelto Millsap, pensando che avrebbe fasto festa nell’area di Miami, ma non fino a quel punto… fortunato io a sceglierlo, bravo lui a distruggere i lunghi Heat.
    i miei Knicks imbarazzanti, onestamente speravo in qualcosa di più dalla squadra… ma A. Randolph:
    1-è regredito;
    2- ancora non entra in forma ;
    3- non si adatta al “gioco”?
    dopoi Knicks, il mio tifo va a Memphis

  28. troppo presto,dico solo questo..miami non ha lunghi decenti,si sapeva..nei po soffrirnno come bestie conbtro i celtici,si sapeva pure questo.le altre..i cavs i po per me non li faranno.l’est non è quello degli ultimi anni,questi a talento stanno a zero,appena le altre saran un pò più in condizione cominceranno a perdere..lakers di conserva,classica partita senza voglia..nuggets scandalosi,pacers che invece,secondo me i po li faran da quinti o sesti..

  29. Alert 70

    Io la penso proprio come te, se le cose si mettono male Bosh fa le valigie…tutto sommato magari neanche gli farà schifo, con quel cervello che si ritrova, forse preferisce fare 25 punti a partita in una squadra da 20 W

    Come 4 hai Haslem, che difende il doppio, va a rimbalzo, e tira benissimo sugli scarichi…e con Bosh puoi prendere il lungo di energia che ti serve…il sogno sarebbe Noah (ma nn te lo danno neanche se muori), certo che un Varejao, un Chandler, un Biedrins sarebbero perfetti in quel sistema. Certo è che così come sono nn possono vincere un titolo

  30. Al posto di Pat Riley una telefonata a Daryl Morey la farei, argomento: Luis Scola, in cambio di Chris Bosh.

    G Chalmers
    G Wade
    F James
    F Scola
    C Anthony

    Panca: Arroyo, House, Jones, Miller, Haslem, Ilgauskas, così iniziamo a ragionare.

    Scola non avrà il talento di Bosh, ma ha tutto quello che CB4 non può dare a questa squadra: cojones, intensità, rimbalzi e un punto di riferimento in post basso.

    Bisogna vedere i Rockets però……

  31. quante volte ho visto negli ultimi anni i lakers perdere partite come l’hanno persa gli heat stanotte…

    io ritengo che sia tutto piuttosto normale.
    comunque gli heat dovevano uccidere la partita nel terzo quarto,anche perchè e risaputo che i jazz sono una squadra che non molla mai…

    millsap partita della vita,però occhio che questo cresce bene.
    affarone dei jazz quello di “sostituire” boozer con millsap,non credo che ci abbiano perso.
    millsap meritava più spazio e lo sta dimostrando per l’ennesima volta…

    comunque heat difensivamente che accendono e spengono,forse si fanno anche condizionare dal loro attacco.
    detto questo,raramente vedremo un altra sconfitta degli heat di questo genere.
    certo che se ho wade e lebron mi riesce difficile pensare di perdere un supplementare,soprattutto se dall’altra parte manca deron williams…

    bosh pochi alti e moltissimi bassi.
    batman e robin hanno scelto la batgirl sbagliata,invece che bosh dovevano portarsi stoudemire…

    vittoria dei cavs a new jersey.
    squadra che come al solito mostra grande carattere.
    continuo a ripetere che lebron e immenso,ma non si vincono per due anni di fila 60 o più gare in stagione regolare solo grazie a lui.
    non ho mai pensato che questa squadra valesse zero senza di lui,altrimenti il basket non sarebbe più uno sport di squadra…

    lakers che quando giocano così ti fanno a dir poco incavolare.
    almeno avvertitemi che così evito di guardarvi.
    kobe super nel primo tempo,male nel secondo.
    forse voleva rispondere alla tripla doppia di gasol e per questo ha “esagerato”.
    kobe resta sempre kobe…

    comunque barnes ha un impatto su questa squadra quasi clamoroso,considerando che sarebbe anche un nuovo arrivato.
    con lui e artest i lakers hanno un ala piccola di alto livello per 48 minuti,non male per una squadra che ha altri tre ruoli ancora più competitivi…

    pacers 54 punti in un quarto.
    solo i nuggets,delle squadre di alto livello,potevano arrivare a concedere così tanto.
    squadra psicopatica come poche altre nella storia di questo gioco…

  32. Bodiroga

    D’accordo con te sull’idea Scola.

    Mi accodo a chi si chiede come mai Chalmers non gioca, nell’anno da rookie sembrava il classico “steal of the draft”, impatto non lontano da quello che ebbe Beasley che fu più che buono, possibile che si sia imbrocchito?
    Non gli si da fiducia solo perchè, Big Three a parte, è nettamente più giovane degli altri e ha scarsa esperienza?

    L’NBA contemporanea è rinomata per la scarsa abbondanza di centri validi. Anche sacrificando Bosh, che cmq schifo nn fa, chi prendi al suo posto?
    Io proverei con Hibbert, Indiana mi sembra l’unica squadra che possa fare la pazzia di perdere un ottimo prospetto per avere una seconda superstar in squadra e accelerare il salto di qualità. L’alternativa è Kaman con Bosh da centro di fianco a Griffin, ma poi servono 2 palloni in campo perchè il rookie in attacco è bravo davvero…

  33. Bodiroga

    Scola lo adoro ma nn è lui che serve…serve uno che stoppa e difende duro, altrimenti gli avversari arrivano al ferro troppo facilmente…a fare punti ci pensano gli altri

  34. Cmq Millsap, per quanto bravo sia, è destinato a fare il sesto uomo non appena rientrerà Okur. Non credo che in panchina si accomodi Al Jefferson…
    Potrebbe partire dalla panchina proprio il turco, ma è improbabile, Big Al e il 24 sarebbero un pò troppo sottodimensionati come front-line…

  35. bassino anche scola però, secondo me gli serve un giocatore che faccia il centro, poi che magari non sia un fenomeno è uguale, come detto da qualcuno, basta un chandler sano che dia difesa ed intimidazione e che davanti si faccia trovare pronto per scarichi ad un metro dal ferro.
    il problema è che cuban non darà mai un giocatore agli heat e in giro non si vede granchè che possa servire. Sinceramente non saprei.
    Altra domanda, ma perchè gli heat non hanno fatto un’offerta a blake? come titolare sarebbe stato perfetto in questa squadra, molto meglio di chi c’è!
    Non so, questi heat presentano veramente molte incognite, mi sembra incredibile che non possano arrivare almeno alla finale di conference con wade e james in squadra!

  36. Bella w dei jazz in una partita spettacolare piena di alti e bassi di entrambe le squadre! Ottimo Millsap, giocatore di grande energia che con tanto lavoro ha sopperito a una dose di talento non eccelso…peccato davvero sia sottodimensionato per il ruolo. Mi aspetto una buona stagione dai jazz che per me a ovest possono arrivare 2/3, ma restano decisamente inferiori a LAL. Miami come già detto da molti avrebbe bisogno di un lungo vero, cioè non di Bosh

  37. pensiamo ai bulls di jordan e pippen che avevano rodman per la difesa e kukoc per l’attacco.
    io negli heat non vedo un singolo lungo degno di questi due nelle due fasi…

    basterebbe poco per migliorarsi.
    bosh purtroppo per lui non e nato per giocare accanto ai due,ad esempio stoudemire lo sarebbe stato.
    penso ad un pick and roll lebron-stoudemire,roba da spaventare l’intera lega.
    stoudemire e un lungo che il meglio lo esprime quando riceve in movimento,mentre bosh e l’esatto opposto.
    giocatore che toglie ritmo ai compagni come pochi altri…

    comunque questi heat non hanno un singolo giocatore in grado di far male in post basso,vedo un attacco ad una sola dimensione,quindi molto più limitabile…

    fino a quando avranno questo roster dipenderanno esclusivamente dalle lune dei due fenomeni.
    anche le chiavi difensive appartengono ai due,fateci caso…

  38. Ahò ma se Riley chiamasse i Magic per proporgli lo scambio DH Bosh? Insomma vogliono un centro, chi meglio di Superman. Il ragazzo si dovrebbe spostare solo di qualche miglio. Rimarrebbe in Florida ma in compenso potrebbe fare baldoria e a Miami beach i posticini non mancano!!!! Così magari si allontana da Walt Disney…..

    Scherzo: qui si rischia l’infarto di molti.

    Sarò esagerato ma Riley testerà la squadra fino a febbraio per poi capire cosa non va. Se fosse necessario parte la trade. Arrivare ai PO senza un minimo di tenuta sotto canestro significa consegnarsi ai Celtics. Già i Magic pur con i loro limiti farebbero disastri con il numero 12.

    Non credo che Scola possa andare a Miami. Uno come Adelman non apprezzerebbe Bosh. Nei Rockets il problema punti non sussiste. Con Chris avrebbero un mollaccione scassapaxxe, tutto il contrario di Luis. Certo che se i texani vogliono farsi del male allora….

    A proposito ma Al Jeff? Impatto zero. Qualcuno sa dirmi se era infortunato o se ha toppato la gara?

    Stasera per i Magic si prevede una W contro i mormoni. Dopo una gara del genere a meno di 24 ore è impensabile per Deron e soci avere la concentrazione, le energie e la testa giusta per fare un altro colpaccio. Felice per AK47, giocatore che mi fa impazzire. Se non fosse per gli infortuni sarebbe ancor più devastante. Sa fare tutto.

    Vediamo stanotte se mister “non ho voglia” Bargnani si da una sveglia.

  39. Gli Heat non è che potessero prendere tutti, la MLE se la sono fumata per Miller, a quel punto Blake era impossibile da prendere, tra l’altro cosa curiosa prima che firmasse per Miami si era sparsa la voce di Miller vicinissimo ai Lakers poi Mitch (giustamente….) chiuse per Blake.

    A questa squadra manca un leader difensivo, non hanno un Rodman, un Garnett, un Noah, lo stesso Odom quando non è in versione scazzo totale, non so come ne verranno fuori, per me se c’è la possibilità Bosh lo spediscono volentieri ma per chi?Scola a mio avviso sarebbe perfetto, Chandler Cuban non te lo da, più facile che ti dia Haywood al limite, Varejao non penso.

  40. Potrebbero bussare ai Nuggets per Nenè e Andersen, un Bosh che va a Denver magari può favorire una firma di Melo ma non so come son messi a contratto i due.

    • Magari dico un eresia, ma Bosh è un 2.08 leggero e con buona mobilità e rapidità, oltre a un buon range di tiro.
      Con meno efficacia dall’arco ma con maggiore efficacia vicino a canestro, non è poi cosi diverso da un Rashard Lewis…
      Se foste il GM di una squadra pronta a diventare una contender, magari con un ottimo giocatore nel backcourt tipo Paul o un buon reparto lunghi tipo Smith & Horford, nn ci pensereste a prendere Bosh per impiegarlo da ala piccola?

  41. Alert,
    bisogna vedere se Millsap non ha ancora energie sufficienti per sbaragliare un altro bel mollaccione, Mr. Rashard Lewis…
    Fortuna che abbiamo Bass che, tra parentesi, è un altra PF sottodimensionata che si sbatte molto nel pitturato, anche se non ha lo stesso impatto dal perimetro che si sta costruendo il 24 dei Jazz…
    Non saprei, Utah non ha un solo giocatore in grado di contrastare Dwight, ma noi non abbiamo grandi risposte contro Williams, Kirilenko e Millsap se giocano come sanno. Inoltre mi pare che Nelson sia ancora out, e questo riduce i compiti difensivi di Deron.
    Stasera le chiavi della partita per noi sono Howard & Carter…

  42. io comunque penso che anche con riley questa squadra cambierebbe poco.
    diamo tempo a spoelstra,d’altronde tutti stiamo ripetendo che gli heat sono talentuosi ma poco quadrati…

    questa squadra e destinata a migliorarsi anno dopo anno,perchè ogni anno aggiungeranno sempre un pezzo più compatibile con i due perni.
    chiaramente riley non poteva già fare il miracolo di trovare subito la quadratura del cerchio…

    per me gli heat perfetti per completare i due,sarebbero questi:

    ovviamente senza ipotesi impossibili come una coppia stoudemire-howard,ma qualcosa di più reale.
    quindi,hinrich-wade-lebron-west-chandler…

    stessa coppia di lunghi che aveva cp3 fino a qualche anno fa.
    quintetto che sarebbe a dir poco perfetto…

  43. Immaginate Bosh se fosse scambiato per una squadretta. Poverino…… Che so: tutto sto macello per andarsene dal canada per poi finire che so a Minneapolis al posto di Pekovic + sterpaglia?

    Comunque nell’estate scorsa la soluzione Bosh è stata suggestiva ma poco percorribile. Forse stiamo correndo troppo ma non vedo CB4 fare a sportellate con Garnett che lo spaventa come se fosse l’uomo nero.

    Varejao non può venire perchè c’è James. LeBron lo prenderebbe a mani basse ma a South Beach se lo possono scordare.

    C’è Dampier in circolazione. Cestisticamente non è eccelso ma sarebbe già un passo avanti.

  44. Magari dico un eresia, ma Bosh è un 2.08 leggero e con buona mobilità e rapidità, oltre a un buon range di tiro.
    Con meno efficacia dall’arco ma con maggiore efficacia vicino a canestro, non è poi cosi diverso da un Rashard Lewis…
    Se foste il GM di una squadra pronta a diventare una contender, magari con un ottimo giocatore nel backcourt tipo Paul o un buon reparto lunghi tipo Smith & Horford, nn ci pensereste a prendere Bosh per impiegarlo da ala piccola?

  45. penso che il vero problema degli heat sia il tempo..nels enso di pazienza..devono vincere il titolo entro max 2 anni..altrimenti sai che botti..

  46. Gallo

    “stoudemire e un lungo che il meglio lo esprime quando riceve in movimento,mentre bosh e l’esatto opposto. giocatore che toglie ritmo ai compagni come pochi altri…”…amen…

    Guarda, nn dico di ricevere in movimento, ma se almeno evitasse di bloccare la palla ogni volta che gli arriva…ma possibile che nn esiste un allenatore che gli possa entrare nel cervello, e fargli capire che nn si fa? Comunque sto rivedendo la partita or ora in Tv, e ripeto, quando si è limitato a tirare sugli scarichi o a tirare nei primi 5 secondi, ha fatto bene…certo, in difesa rimane un incapace

    Nn sono d’accordo su Riley. Prima di tutto, qui parliamo di un uomo che ha un carisma irragiungibile per chiunque. Se i Big 3 stanno in Florida, la ragione è solo lui, certo nn Spoelstra. Se Riley ti convince che puoi camminare sull’acqua, tu cammini sull’acqua. Pace

    Ma soprattutto, è un tecnico capace di mettere insieme di tutto, e farlo rendere al meglio…nei Knicks, c’era uno spogliatoio con Starks, Anthony, Oakley, Mason, McDaniel, roba che San Vittore sembra un asilo nido. Agli Heat nn ci dovrebbero essere rompiballe, ma una serie di singoli che vanno assemblati.
    Ricordatevi che questo nel 2006 ha vinto un titolo mettendo assieme Posey, JWill, Payton, Shaq e The Genious Walker…roba da far star male Freud. Può creare dal nulla l’amalgama in attacco, può trasformare LBJ nel Magic del 2000, può far spezzare la schiena in difesa anche quel ritardato di Bosh

    A volte penso che sarebbe assurdo se si è fatto tutto il culo che si è fatto in estate, per vedere un filippino sosia di Daniel Fonseca che vince il titolo al posto suo. Magari li sta solo facendo amalgamare un minimo, e poi…zac!

  47. Incredibile Millsap! Gli Heat hanno un grosso problema lunghi, a quelli che si lamentano di Bosh e vorrebbero Stat, dico: vorreste scambiare un giocatore nullo difensivamente per un altro nullo difensivamente??? Gli Heat hanno bisogno di un leader difensivo ma c’è solo Dampier in giro. Il centro di cui ha bisogno Miami è il signor Bogut, altro che Anthony!!! Quello signori è un mostro e difficilmente si muoverà dai Bucks. Al posto di Bosh per me può bastare Haslem, un giocatore affidabilissimo, col quale, tra l’altro, Miami ha già vinto il titolo. Inoltre non hanno un play, chi si chiede il perché Chalmers non gioca più dovrebbe guardare alla scorsa stagione, Miami che cerca disperatamente un play, prendendo Arroyo e Alston, a mio parere c’è una frizione con l’allenatore. Miami con Bosh, Anthony e Arroyo fuori con una tra Celtics o coi Magic

  48. Gallo

    “io comunque penso che anche con riley questa squadra cambierebbe poco.”
    Parole sante!!!

    Per me Scola non cambierebbe di molto la situazione. Serve tutt’altro giocatore.
    Scusate, ma che si scopre adesso che Stoudemire è molto meglio di Bosh??

  49. in your wais

    Sul Riley “carismatico” concordo pienamente. Se è lui a dire ad LBJ “zitto e vai in panchina” quello ci va, se è Spoelstra quello gli risponde “non rompere i coglio.ni e gioco”.
    Ma sul discorso tecnico non concordo per niente: i Miami Heat del 2006 facevano schifo a livello di chimica; campavano delle giocate straordinarie dei singoli. Poi vabbè, non parliamo di quelli dell’anno dopo…

  50. Il problema di Bosh è che difensivamente va sotto con Tutti, tutti, tutti!!! Troppo leggerino per i pari altezza, zero “garra” con i tosti anche se più bassi (Horford e Millsap di questo mondo), piedi non così eccelsi per prendere un’ ala piccola, poco verticale, poco difensore in ogni caso.

    In attacco agli Heat serve poco perchè ferma SEMPRE la palla, tira solo “long 2” che è la cosa peggiore per un lungo (niente rimbalzi offensivi dove tra l’altro è notevole)

    Se lo spedissero via la figura di m… mediatica sarebbe incredibile

  51. TracyMcGrady

    Anche io mi chiedo come mai Chalmers venga impiegato col contagocce da Spoelstra, visto che possiede tutte le caratteristiche per essere un ottimo elemento di complemento (buon difensore, buon tiratore da 3, bravo anche come assistman). Evidentemente ci sono problemi di qualche genere, non solo di ordine fisico, altrimenti sarebbe strano che un giocatore come Arroyo giochi 23 minuti a partita e lui 7.

    A parte questo, ho visto solo il primo quarto della partita e non mi sarei mai aspettato che Miami avesse la peggio, dato che in quel periodo hanno difeso alla grande. Ma come già ribadito da molti altri di voi, le squadre che vincono non possono fare a meno di un lungo forte nel pitturato, che difenda e abbia un adeguato fattore di intimidazione nella fase difensiva. Bosh non è mai stato un giocatore del genere, Haslem è un ottimo elemento ma non basterebbe per contrastare i migliori lunghi avversari. Per fare il salto di qualità definitivo Miami dovrebbe cercare di scambiare CB per qualcuno con le caratteristiche citate in precedenza.

    Delle partite di questa nottata vorrei anche sottolineare la prestazione di Kevin Love. Il ragazzo ha sentito aria di casa, dato che ha sfoderato una prestazione fantastica contro la discreta frontline di LA. Questo ragazzo è veramente speciale, ha un istinto inspiegabile per i rimbalzi, mi ricorda molto il nostro Mason Rocca in questo(con tutt’altra caratura tecnica).

  52. riposto il comemnto di ieri

    ma i capelli di kirilenko..??? vabbè sorvoliamo
    cmq oggi a millsap gli entrava tutto, ma è doveroso dire che questo dall’inizio del campionato sta giocando su livelli altissimi…

    piuttosto grande prestazione di kirilenko, finalmente…vedremo se a febbraio verrà scambiato o meno…a utah servirebbe una guardia forte, tipo rip, ma anche rudy fernandez non sarebbe male…hanno il buco nello spot di guardia da anni

    sponda miami, ci sono da fare alcune considerazioni: è l’inizio, e la squadra deve ancora trovare una chimica…lebron è di fatto il play della squadra, wade il realizzatore…i problemi sono :
    -arroyo non può essere titolare, al massimo 10 minuti a partita..

    -chalmers non gioca più, ed è un peccato perchè non era cosi male

    -house è il clutch player della squadra?certi tiri devono andare o a wade o a lebron

    -joel anthony,juwan howard,ilgauskas e magloire non formano mezzo buon centro nba…e senza il n5 forte il titolo è quasi impossibile vincerlo, haslem è l’unico che si sbatte però non è un campione, ed è basso…e, diciamola tutta, anche con dampier la situazione non cambierebbe di una virgola…

  53. Miami palesa grossi problemi sotto i tabelloni con già Okafor e Millsap a far festa anche perchè supportati da due fenomeni quali CP3 e Deron
    Bosh non è cambiato di una virgola rispetto a quello di Toronto
    praticamente rallenta la manovra della squadra cercando troppo spesso isolamenti o tenendo troppo a lungo la palla in mano
    poi lo schema sull’ultima rimessa direi che è assai discutibile quindi anche Spoelstra deve darsi una mossa se non vuole che Pat torni in pista
    comunque gli Heat quando accelerano con quei due fanno paura
    nota di merito per Paul Millsap che sarà stato anche fortunato ma è un ottimo lungo ed in costante crescita

  54. IYW
    D’accordo sul 99% meno sul fatto che con Riley farebbero meglio del “filippino Fonseca”. Il carisma è dalla sua parte, l’esperienza pure, la forza di persuasione anche ma non hai un centro. Puoi invertarti di tutto ma non trasformi una checca in un macho. Bosh può migliorare ma non puoi aspettarti che faccia la voce grossa contro Garnett e Odom tanto per fare due nomi. Il punto è li. Quando si giocherà a metà campo con le difese schierate il reparto lunghi degli Heat sarà massacrato. Se anche arrivassero alle Finals ce li vedo Bosh, Anthony, Magloire e Haslem mettere in difficoltà Odom, Gasol, Artest, Bynum, come no. I Lakers non dormirebbero la notte.

    Riley secondo me ha fatto una cappellata a prendere Bosh. Se proprio non poteva prendere un centro avrebbe dovuto acquisire un play visto che Arroyo è imbarazzante. Mi sbaglierò ma andranno sul mercato.

    Sulla possibile cessione di Bosh c’è da ridere nel senso che la figuraccia sarebbe colossale come già ribadito prima da “From 0 to hero”. Certo che come pedina di scambio non sarebbe male. Io di certo un Haslem non lo cederei se non per uno forte.

  55. Alert

    Io infatti nn dico che se arriva Riley Joel Anthony mi diventa Jabbar e Bosh il nuovo KG…dico solo che può dare una chimica ed un senso al gioco di questa squadra molto più di quello che potrà mai fare Spoelstra. Rimarrebbero comunque dei buchi nel roster, ma vogliamo mettere? Che poi il filippino sia tutt’altro che uno sprovveduto nn ci piove, ma qui parliamo di uno dei 3-4 più grandi allenatori di sempre

    Sul play io continuo a nn essere d’accordo, anche se da subito mi ero chiesto il perchè di certe scelte. Tipo, ma Arroyo? Benissimo House, che fa pagare i raddoppi, ed ha esperienza. E Chalmers, davvero nn può fare 15 minuti a partita? Tirare sa tirare, in difesa meglio di Arroyo lo è di certo…boh

    Però ripeto, nn è certo quello il problema principale. Il play di Miami deve solo saper tirare sugli scarichi e difendere, ed essere pronto alla panca quando ci sarà il trio Wade-Miller-LBJ. Un Kidd o un CP3 o altri nn servirebbero a niente

  56. il play non serve, vanno benissimo miller e house…sarebbe stato utilissimo un buon difensore sugli esterni, che so tipo un barnes..chalmers ha rotto con l’allenatore

  57. ha detto bene brazz…per gli heat l’importante è vincere nel giro di 2-3 anni massimo…sennò scoppiano

  58. inyourweis

    ci mancherebbe che riley non migliorasse la squadra.
    quello che volevo dire io, e che i difetti che tutti noi abbiamo sottolineato anche con riley da coach ci sarebbero lo stesso.
    voglio dire,sempre bosh-anthony ti ritrovi sottocanestro…

    onestamente io a differenza di altri non ho visto male gli heat in questo inizio.
    a new orleans pur gocando male hanno sfiorato di vincere contro una delle squadre più in forma della lega.
    ieri hanno dominato per due quarti e mezzo,poi ci può stare ad inizio regular season una sconfitta per eccesso di rilassatezza.
    rimontare a casa di wade e lebron 22 punti di scarto sembra un impresa più unica che rara…

    contro i celtics onestamente no comment,celtics troppo forti mentre gli heat erano praticamente all’inizio.
    molto più “realistica” sarà la gara di giovedì tra heat e celtics…

    comunque mi sorprendo che solo oggi molti vedono questi difetti.
    la scorsa estate in molti davano finita la nba,eppure i lunghi degli heat sempre questi erano.
    io almeno per quest’anno non ho mai pensato a degli heat come favoriti numeri 1.
    lakers e celtics mi sembrano molto più complete e rodate,poi però ci può stare che vinceranno gli heat,d’altronde questi hanno sempre wade e lebron.
    poi nello sport sappiamo tutti che non vince sempre la più forte,guardare il campionato di formula 1 di quest’anno,dove la red bull rischia di perdere il mondiale piloti nonostante abbia nettamente la macchina migliore…

    l’ultima estate ho letto commenti troppo esagerati,ma ora si esagera forse dall’altro verso.
    questi quando troveranno l’intesa perfetta più un pivot con la p maiuscola,allora vorrà dire che saranno pronti per dominare questa lega.
    adesso possono vincere,ma non certo dominare…

  59. Forse si sta correndo un pò troppo, Bosh capirà presto che è lì per tirare sugli scarichi ( e questo sa farlo), Lebron non tirerà certo così male, Miller deve rientrare e darà un contributo, insomma sembra si stia facendo un processo troppo presto! io ieri vidi i primi 2 quarti e mi riaddormentai convinto della loro vittoria, mi davano l’idea di squadra che si sbatteva in difesa, e che francamente in attacco potrei allenare anch’io visto il talento a disposizione…! poi magari avanti di 20 ti rilassi, Millsap mette tre triple in un amen e prende un rimbalzo all’ultimo secondo convertendolo in 2 punti (è un ottimo giocatore ma era più probabile vincesse al superenalotto…) e ci sta che puoi perdere la partita, insomma è un incidente, nulla più! domani magari battono i verdi e i Lakers cadono a Denver e si diranno altre cose sulla lega e sulla finale già scritta…

  60. postino

    scherzi!
    sarà una vita che io dico che tra stoudemire e bosh non può esserci paragone,ovviamente a favore di stoudemire.
    poi che abbiano quasi la stessa testa anche questo e vero,però se parliamo di valore e soprattutto di talento vince stoudemire tutta la vita…

    kg5

    con stoudemire al posto di bosh questa squadra difensivamente cambierebbe poco,però in attacco diventerebbe inarrestabile.
    vuoi mettere wade,lebron e stoudemire nello stesso attacco.
    come puoi pensare di fermare un gioco a due tra lebron e stoudemire?

  61. gallo

    concordo,stoudemire in attacco era perfetto per gli heat,stat quando riceve dal pick ‘n’roll e sugli scarichi non lo fermi,c’è poco da fare,ed in più non è uno che ti ferma troppo il pallone.

    capitolo knicks

    non commentto nemmeno la partita non l’ho vista(menomale),ma prendere 30 pt dai bucks non ci sta proprio,aspettiamo un pò di tempo,ma quello che succede mi piace poco,se questa stagione va male i primi 2 imputati saranno walsh e d’antoni seguiti da stat e gallinari

  62. In estate si era stupefatti dalla scelta del “prescelto”. Salvo questo, la squadra mostra segni inequivocabili di debolezza nel pitturato. La partita persa è solo un dettaglio per come è avvenuta. Però è indubbio che non hanno tonnellaggio, non hanno intimidazione e non hanno punti, oltre alla profondità. Per come la vedo io proveranno a fare un colpo.

    Certo che quei due/tre se in serata (e lo sono spesso) creano comunque dolori. Ma in una serie con i verdi gli aggiustamenti difensivi degli esterni sul duo meraviglia ci sarebbero. E quelli il materiale umano per limitarli ce l’hanno.

  63. Gallo

    1) Non era riferita a te quella domanda. Lo avevi già fatto notare in precedenza, quindi aveva poco senso fartela.
    2) Se ricordi avevo stilato una lunga lista dei difetti degli Heat. a) sovrapposizione di James e Wade. 2) mancanza di rimbalzisti e difensori veri. 3) Buchi totali in 2 ruoli.
    C’è qualcosa che non si è presentato?

    • Fantastica! E invece l’hai vista la stoppata di Bogut su Stoudemire con contropiede e assist dietro e in mezzo alle gambe di Jennings per Bogut con schiacciata?

  64. Discorso Miami Heat.

    Tutti più o meno abbiamo la stessa idea su Chris Bosh, “antiritmico” in attacco, incapace in difesa, insomma non un giocatore di squadra.

    Io ho avanzato l’idea Luis Scola, però avete ragione, non è uno che protegge il ferro, Scola ok però se accompagnato da un numero 5 “possente”.

    Però chi ha proposto Biedrins…eheheh, o qualche altro pivot difensivo come Noah non ha considerato una cosa, ti trovi un attacco tutto sbilanciato su Wade e James senza un terzo violino che possa sostituirsi a uno dei due in caso di brutta serata, Mike Miller non lo è, grande tiratore, ma fatica a creare per se e per gli altri. Poi ogni squadra che si rispetti deve avere il suo punto di riferimento in post basso, Haslem non può rappresentare questo, James non ama giocare in post.

    Cioè ribadisco il concetto, adesso è una squadra con tanti punti in mano, ma con problemi in difesa, però occhio a non farla diventare una discreta squadra difensiva con problemi a fare canestro.

  65. Prendo tutti voi a testimone, io e Brazz abbiamo scommesso e chi perderà avrà un gradevole nome: “la mozzarella italica”.
    Scommetto che in molti già mi danno perdente, dati i precedenti…

  66. Miami, ogni sconfitta per loro diventa sempre più “calda”
    Siamo solamente all’inizio comunque , hanno sbagliato qualcosa questa estate, e con le loro tre star ( gli amici che con la maglia del dream team si erano dati appuntamento al 2010), si sono attirati giustamente le antipatie di tutti gli avversari e degli amanti di questo sport in generale.
    Bisognava rifirmare Wade e firmare il solo James, poi ragionarci su senza strafare e rovinare in partenza la squadra.

    Non ingaggiare Bosh, non dare via Beasley gratis ma cercando di ottenere qualche giocatore di livello in cambio sarebbe stato già un ottimo punto di partenza.

    C’era tempo per costruire una squadra attorno alle due stelle ,che assieme guadagnano al primo anno meno della coppia Gasol-Bynum senza scomodare l’ingaggio di Kobe, invece si è voluto puntare sull”effetto mediatico spropositato per poi trovarsi a raccappitare giocatori e/o ex tali giusto per completare il rooster.

    Le altre squadre spiazzate di fronte alla TV in un primo momento, ora ringraziano o almemo tirano un sospiro di solievo.

  67. Ahahahahahaha, quale sarebbe la rapina Bodi, Lavezzi e Cavani hanno superato i limiti di velocità???

  68. pazzesco wall,alla sua sesta gara nba sfiora la quadrupla doppia,19 punti,10 rimbalzi,13 assist e 6 recuperi…

    che giocatore…

  69. alfredo & Sasi

    Beh, grande azione, ma andate a vedere cos’ha fatto Aronica nel primo tempo, è calcio non pallamano, quello è rigore.

    Wall PAZZESCO, un fenomeno, questo qualche quadrupla doppia la metterà a segno. Per tutti quelli che come al sottoscritto credono nel talento di Michael Beasley, finalmente qualche segno di vita.

  70. Secondo me Bosh non andrà via. Questo ha rinunciato a parecchi soldi per andare a Miami e quindi lottare per il titolo. Non sarebbe corretto che dopo pochi mesi Miami lo mollasse a una squadra scarsa, e anche se gli affari sono affari non bisogna sottovalutare il fatto che una squadra che non tratta lealmente i suoi giocatori alla lunga la paga (si pensi ai commenti che sono stati fatti sui Bulls e la loro mancanza di lealtà verso le stelle).

    Quindi se tecnicamente ci sta di cambiare Bosh con un centro, credo che non sia una strada percorribile.

Commenta