Tante le sorprese della notte NBA, con gli Hornets vincenti sugli Heat e i Warriors che segnano solo 85 punti ma vincono con Utah.

Ecco com’è andata.

New Jersey 90 – Orlando 105
Facile vittoria per i Magic, guidati dal solito Howard (30p 16r), ben coadiuvato da Nelson (20p 6a). Dall’altra parte Lopez ha sofferto molto lo scontro diretto (3/17 al tiro, 10p 5r).

Milwaukee 94 – Indiana 90
Cominciano ad ingranare i Bucks che passano ad Indiana grazie ad un ritrovato Salmons (22p 5r 5a). Non bastano i 14p e 12r di Hibbert e 19p e 9r di Granger.

Cleveland 123 – Philadelphia 116
Alto punteggio a Philadelphia con la bella vittoria di squadra dei Cavs guidati da Williams (22p 7a) e Varejao (23p 12r). Non basta un grande Holiday da 29p e 8a. Iguodala esce dopo il primo tempo per uno stiramento dal tendine d’Achille.

Charlotte 90 – Detroit 97
Prima vittoria stagione per i Pistons, che lasciano in panca punitiva Stuckey e fanno partire in guardia Gordon e McGrady che combiano per 30p complessivi. Bene anche Hamilton dalla panchina (16p 3r). Per i Bobcats non basta un ottimo Jackson da 28p e 5r: la squadra manca di chimica, ben 22 le palle perse.

Washington 91 – New York 112
Rientro con sconfitta per Arenas, che comunque produce 18p in 26 minuti. Bene Blatche con 22p, solo 13p per Wall. Bella prova per i Knicks con 6 uomini in doppia cifra, Douglas sugli scudi con 19p 10r e 5 palle recuperate uscendo dalla panchina.

Atlanta 113 – Minnesota 103
Hawks ancora imbattuti, guidati dal solito Smith a tutto tondo (20p 8r 6a). 22p e 5r per Crawford arrivando dalla panchina. La solita coppia Beasley+Love produce molto (34p e 18r in 2), mentre stanno uscendo anche il rookie Johnson e Brewer, 18p a testa.

Chicago 105 – Boston 110
Altra vittoria in overtime per i Celtics, guidati questa volta da un ottimo Ray Allen: 25p 3r 3a. Non basta la doppia doppia di Noah (26p 12r), mentre Rose produce 18p 5r 9a).

Miami 93 – New Orleans 96
Gli Hornets fanno sul serio e sconfiggono anche i lanciatissimi Heat: CP3 sta giocando da MVP (13p e 19a), questa volta ben supportato da Okafor (26p 13r) che sfrutta l’inconsistenza dei lunghi di Miami.

Memphis 118 – Phoenix 123
Ci sono voluti 2 supplementari e 38p e 8r di Richardson per i Suns per avere la meglio dei Grizzlies, guidati dall’ottima coppia Gasol – Gay, 26p a testa.

Toronto 103 – LA Lakers 108
Altra sconfitta per Toronto, che non ha risposte allo strapotere di Gasol (30p 7r). 15p per DeRozan, 14p di Bargnani, ma con soli 3r.

LA Clippers 104 – Denver 111
Il solito Anthony da 30p assicura la vittoria casalinga alle Pepite, contro i Velieri da trasferta, ancora un po’ svagati nonostante Griffin (26p 10r) e Gordon (21p 5r 5a).

Utah 78 – Golden State 85
I Warriors sono cambiati, e quest’anno vincono anche le partite a basso punteggio: oltre al solito ventello di Ellis e Curry, impressionano i lunghi Biedrins e Lee che producono insieme 22p e 35r. Non basta il solito Deron Williams da 23p e 6a, ma anche 8 palle perse; i Jazz tirano con solo il 39% dal campo.

Post By Max Giordan (978 Posts)

Max Giordan segue l'NBA dal 1989, naviga in Internet dal 1996. Play.it USA nasce dalla voglia di unire le 2 passioni e riunire in un'unico luogo "virtuale" i tanti appassionati di Sport Americani in Italia. Email: giordan@playitusa.com

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

45 thoughts on “NBA – Hawks, Hornets e Lakers ancora imbattuti

  1. Il vento è cambiato nella Baia, si inizia a vincere a 85 punti. E’finita l’era Don Nelson.

  2. 2° vittoria di fila per i knicks,ottima prova di squadra,molto bene toney douglas,anima della panchina.
    strepitosa schiacciata di chandler in faccia a mcgee

    dwight howard scherza praticamente con il povero lopez.
    warriors che partono bene quest anno 4-1,partita mi sembra che era dal 2006 che i warriors prendevano così pochi punti,bravi loro.
    bellinizio di stagione pure per gli hornets trascinati da un grande chris paul

  3. lakers ancora imbattuti con un gasol devastante, kobe con le marcie basse e senza bynum…..

  4. Paul sui livelli del 2008, spaziale, mi piacciono molto questi Hornets, Lakers ieri notte in versione scazzo, me l’aspettavo un pò, il fatto che l’abbiamo vinta buon segno con Kobe ancora sotto i 35 minuti autore di un primo quarto celestiale, sugli scudi ancora Gasol, molto bene Blake che in poche partite ha già fatto meglio di Farmar in tutta la scorsa stagione, ora mi aspetto la prima battuta d’arresto tra Blazers in casa e trasferta in Colorado dando quasi per scontata la W contro Minnesota, queste due partite ci daranno una prima seria risposta perchè obbiettivamente il calendario finora è stato agevole.

  5. la grinta dei raptors non basta.
    comunque gialloviola che non mi sono piaciuti,a parte il finale di primo quarto quando blake ha segnato tre triple di fila.
    comunque ancora strepitoso lo spagnolo.
    sembra aver migliorato ogni aspetto,sembra immarcabile.
    ad esempio quel tiro dai 4m non l’aveva così efficace come l’ha in questo momento.
    giocatore che ha vinto,ha aumentato l’autostima,ma ha anche continuato a lavorare parecchio.
    prestazione del mago tutt’altro che indimenticabile,anche se per l’ennesima volta ha fatto vedere di essere uno dei lunghi più fastidiosi da marcare di tutta la lega,visto che odom a tratti faticava a tenerlo…

    intanto a new orleans si sono visti gli heat di lebron e wade,ma il vero fenomeno e stato cp3.
    partita dominata dall’inizio alla fine,trascinatore unico.
    dopo chandler potrebbe anche rigenerare okafor.
    mentre belinelli in questa squadra dimostra di poter essere importante anche in giornate non proprio brillanti a livello realizzativo.
    ha la fiducia di tutto l’ambiente, e si vede…

    heat che pur giocando un basket pessimo,sono rimasti in gara fino alla fine,rischiando anche di vincere.
    per l’ultima volta dico di non chiamare più questa squadra il team dei big three.
    semplicemente perchè bosh in questo contesto sembra quasi un giocatore normale.
    la squadra l’hanno in mano wade e lebron,decidono tutto loro,in più lo stile di gioco di bosh non si sposa con quello dei suoi compagni.
    per esempio vedrei meglio in questa squadra un david west di un bosh…

    knicks ancora vincenti,positivo il gallo,male invece stavolta wall,ma ci può stare.
    howard che umilia lopez,nient’altro da dire,se non che questo howard fa paura…

    a ovest forse tutti abbiamo rischiato di sottovalutare i warriors.
    sottocanestro la coppia lee-biedrins non mi sembra proprio da buttare,ma dietro il duo curry-ellis da spettacolo,con ellis che ormai e a tutti gli effetti una stella di questa lega…

    mi chiedo quanti punti hanno segnato i cavs negli ultimi 6 minuti…

    bulls che fanno soffrire i celtics,ma alla fine la spuntano i biancoverdi.
    celtics che si stanno gestendo,non vinceranno con facilità,però vincono…

  6. Lakers a scazzo scazzo, Gasol da una lezione di gioco a Bargnani, Kobe mette appena la terza, adesso Portland e Denver, due test seri per vedere il gap con la concorrenza.
    Da segnalare il ritorno di Gilbertone a quota 18, che capita “casualmente” nella partita più brutta di John Wall.

    Stanotte due belle sfide nella Western, il derby texano tra Houston e San Antonio con la sfida Duncan vs Scola, e un bel Denver vs Dallas tutto da seguire.

  7. Grandissimi hornets, eccellente paul, gli heat hanno giocato come pegio non potevano, impacciati, pareva davvero stessero improvvisando.
    Una cosa è da dire, che peccato, vedere due fenomeni come wade e james giocare la metà dei possessi a cui erano abituati, in realtà tra di loro per ora non c’è l’intesa sperata, nel senso che fanno a turno, non fanno quello che tutti temevano o speravano, ovvero innescarsi a vicenda, o comunque non è reciproco, dato che james fa il play, e wade segna.
    Un peccato non poter più assistere a prestazioni assurde dei due.
    Bosh è imbarazzante, una volta ricevuta la palla – questo avviene sempre a 5-6 metrei dal ferro – ha bisogno di alemno 4-5 secondi prima di fare qualsiasi cosa, che sia passare tirare o palleggiare, blocca completamente l’attacco, inoltre gioca come una guardia che riceve la palla e tira da 6 metri. Ridicolo.
    Intanto i cavs vincono con una gran prova corale, grandissimo varejao, lakers in scioltezza, ah più che durant, io vedo kobe come primo candidato al premio di MVP, se gioca così è durissima battere i lakers, non forza sta meglio fisicamente, difende.
    I warriors pare abbiano trovato un mix che funziona, hanno tante bocche da fuoco, giocatori piccoli che corrono e tirano, ma hanno anche due ottimi rimbazisti che giocano sotto, cosa che è sempre mancata a golden state.

  8. secondo voi quanti giocatori in questa lega spostano più di cp3?

    io ne vedo pochi…

  9. mp84

    su bosh come non quotarti.
    in questa squadra lo vedo male,per fortuna degli heat, lui non pretende niente o quasi,ma riuscirà a restare calmo per un intera stagione?

    ha uno stile di gioco troppo poco fluido.
    in più non e quel tipo di giocatore che ti aiuta a reggere l’urto fisicamente contro squadre più attrezzate da questo punto di vista…

  10. ho visto fare a paul e west 3 volte lo stesso pick & roll nella stessa identica posizione, e tutte e tre le volte bosh è andato dietro a paul ed è rimasto fermo a guardare west tirare.

  11. chi ho visto bene in difesa su cp3 e stato wade…

    comunque pur non giocando una grande gara,a me piace molto come giocatore,sto parlando di west.
    altro lungo che fai fatica a marcare,perchè ha uno stile che i lunghi avversari faticano a digerire…

    questo e un giocatore che ricordo in passato ha messo in seria difficoltà gente come duncan o odom,con quest’ultimo che non sarà il difensore più continuo del mondo,ma quando vuol difendere resta uno dei lunghi più efficaci nella propria metà campo.
    eppure contro west ha avuto i suoi seri problemi…

  12. A Miami sarebbe servito più uno come Scola che non Bosh, Scola era free agent quindi se volevano potevano firmare lui al posto di Bosh, effettivamente un pesce fuor d’acqua nel contesto di Spoelstra.

  13. probabilmente i warriors non andranno lontano, ma una coppia di guardie con più talento di curry-ellis non la vedo in giro

  14. comunque bosh a parte,ora non esagererei nei confronti degli heat.
    hanno pur sempre perso alla fine in trasferta contro una squadra in grande forma…

    io non li consideravo i favoriti numeri 1,ma neanche i numeri 2,però questo non vuol dire che non sono da titolo,tutt’altro.
    avere wade e lebron insieme,minimo arrivi tra le prime quattro ogni anno,sia che ti trovi a est o a ovest…

    questa squadra ha seri problemi sottocanestro,che se non migliorano rischiano di pagare a caro prezzo.
    con i lunghi che hanno oggi,rischiano di soffrire con chiunque da un punto di vista fisico…

    però va detto che questa squadra ha un punto di forza che nessun’altra squadra può permettersi,ovvero quello di cambiare l’inerzia di match in qualsiasi momento.
    kobe,wade e lebron vengono definiti da tutti come i tre più forti della lega,non a caso direi.
    perchè la loro caretterstica che li rende più speciali degli altri e proprio quella di potersi permettere di schiacciare quel famoso bottone e di conseguenza di spostare l’inerzia della partita.
    i lakers ne hanno uno,gli heat ne hanno due,quindi questo gli permette di poter tenere gli avversari sulle spine in ogni istante del match.
    quindi e giusto dire che un avversario degli heat non potrà mai permettersi il lusso di rilassarsi,altrimenti rischi di ritrovarti negli abissi in pochissimo tempo…

    ripeto,probabilmente non saranno i più forti,ma restano sempre i più imprevedibili…

  15. A braccio sulla nottata…

    Magic: forse che DH12 stia imparando a giocare a basket? Questa per me rimane una squadra che così com’è il titolo nn lo può vincere, per il semplice motivo che serve un giocatore capace di generare attacco anche quando la P sale e le difese si chiudono…Vince nn ha le palle, Lewis è solo un tiratore, Nelson mi piace ma nn ha abbastanza talento…Dh12 nn credo colmerà certe lacune in un anno, ma rimane il fatto che (forse) sta crescendo, cercando di darsi nn dico 1000, ma almeno 2-3 movimenti affidabili in cui rifugiarsi quando servono punti sicuri…

    Hawks: questi sono tipo 15 anni che, ogni tanto, fanno di queste partenze, me ne ricordo un paio tipo 8-0 anche ai tempi di Mutombo e Blaylock. Anche loro nn possono ambire a chissà cosa, però attorno alle 50W ci possono arrivare…considerando anche che 6 W le hanno ottenute con JJ a mezzo servizio…la chiave era e rimane J Smooth, se gioca come questi giorni è un all star fatto e finito

    Golden State: mi dispiace nn aver partecipato ai discorsi di pre-season, però debbo dire che da subito ho pensato che questa versione dei Warriors nn era male. Nn credo faranno i PO quest’anno, ma per la prima volta vedo un progetto, ed un quintetto equilibrato. Una coppia di guardie devastante, un’ala piccola vera, un 4 ed un 5 tremendi a rimbalzo. Il tutto con nessuno oltre i 27 anni. Ci si può lavorare, e far bene

    Miami: ho visto la partita stanotte, e nn mi sono piaciuti per niente. E malgrado tutto, hanno sfiorato la W. E’ evidente che hanno bisogno di trovate un’amalgama, dopo tutto nn hanno avuto tempo, con Wade infortunato in pre-season. Rimane il fatto che così come sono, parlo di chimica, hanno ancora molti punti deboli. Wade ed LBJ sono dei vincenti e sono altruisti, quindi lavoreranno per il bene della squadra, e sono pronti a sacrificare qualcosa, però stanotte l’impressione è stata pessima…tutti isolamenti, nessun gioco corale, penetra e scarica, oppure penetra e basta…ci sono 6 mesi di RS davanti, c’è tempo per migliorare, ma oggi squadre con una buona organizzazione difensiva possono assolutamente battere questi Heat

    Che, in un’estate in cui si sono mossi per bene (parlo soprattutto del supporting cast assemblato dopo i Big 3), hanno però lasciato un paio di buchi vistosi: un difensore tra i piccoli (sui playmaker al limite va Wade, ma sui 2-3 uno alla Posey o alla Barnes sarebbe servito, per nn far sfiancare LBJ), ma soprattutto un lungo efficace dietro (alla Sheed per intenderci). Se Okafor fa sfracelli nn c’è da stare molto allegri. Z è improponibile come stopper, Bosh magari si applica e migliora, ma contro i 5 fisici nn esiste, Anthony è 2.05, Magloire un ex giocatore…perchè, con Dampier disponibile, nn lo si è tirato a bordo?

  16. Cazzo hai ragione, lo volevo spezzare in 2, però stavo pure cucinando, e mi sono dimenticato…

  17. effettivamente gli heat non hanno un briciolo di gioco…cresceranno sicuramente in futuro, e cmq per adesso bosh sembra davvero inutile…come gia detto forse uno scola sarebbe stato meglio..
    hornets e hawks stanno giocando molto bene, paul è in forma ed ha un buon gruppetto di giocatori(ariza,west,okafor), mentre atlanta come al solito è da 2 turno PO da perdere rigorosamente 4-0 contro boston,miami oppure orlando..

    i lakers sono una squadra senza punti deboli, sono gia alle finals…quest’anno han preso barnes e blake che spesso erano titolari ad orlando e portland, hanno trattenuto non so in che modo shannon brown, e stanno recuperando kobe al 100%..
    spero in un miracolo dei nuggets, mi piacerebbe vederli vincitori contro i viola, con billups ed anthony mai dire mai..
    i thunder non li vedo troppo pericolosi…gasol e bynum dominerebbero contro i poveri kristic e green, e poi va bene durant ma dall’altra parte c’è bryant….discorso diverso se ai thunder andrebbe un centro stile howard o oden…allora sarebbe davvero interessante la sfida

  18. Chris Paul fa vedere cose grandissime, mamma mia che giocatore. Però, devo dirvi la verità, io nn lo vedo cosi nettamente superiore a Deron Williams…
    Al momento, loro due e Nash sono i playmaker che fanno girare nettamente come vogliono loro un intera squadra. Tutti gli altri, in primis Rondo, sono almeno un passo indetro.

    Si inizia a vedere un McGrady decente. Speriamo davvero in bene, incrocio le dita per la sua tenuta fisica…

  19. Sasipunk

    Come hanno fatto a rifirmare Brown? Ad esempio andando 32 milioni di dollari sopra il salary cup…un miracolo alla Moggi…

    Comunque ad Ovest per me due sole squadra avrebbero il potenziale per metterli in difficoltà, ma mancano di esperienza ad alto livello. I Thuders ed i Trailblazers. Giovani, atletici, profondi. Per i primi, manca qualcosa sotto canestro, Ibaka, Krstic, Collison e Aldrich nn sono male, ma forniscono pochi punti, e nn hanno esperienza. Niente da fare contro i lunghi L.A.
    Portland avrebbe tutto, manca però la salute, ed un po’ di esperienza. Al completo, nn hanno molti punti deboli. Manca il cambio del play e Miller nn convince del tutto, ma comunque è Roy il vero play. Batum difende e tira, ed il reparto lunghi sarebbe il migliore della lega, se nn fossero sempre rotti. LaMarcus ed Oden, con Camby, Pritzbilla e Pendergraph dalla panca…cm e kili. Solo che con Oden…

  20. iyw

    i nuggets hanno billups e melo, 2 stelle assolute, e sono stati la squadra che a mio avviso hanno dato più grattacapi ai lakers negli ultimi 2 anni, dopo i celtics..

    i blazers snn sfigati, oden si rompe sempre, peccato perchè davvero con aldridge sarebbe una coppia fantastica, e camby un dignitosissimo panchinaro…
    certo che amiller-roy-batum-aldridge-oden sarebbe un quintetto in grando di tenere testa a quello viola, solo che questi 5 praticamente non hanno mai giocato assieme..

  21. per quanto riguarda i miei pistons…finalmente ben e tmac!!!

    cmq le squadre effettivamente più deboli ad est sono raptors,nets che devono puntare tutto sulla coppia favors lopez, charlotte

    mentre aspettiamo tutti i bulls con boozer, anche se hanno fatto una cazzata incredibile a cedere tutti quei buoni giocatori che avevano per il nulla( miller, warrick, salmons!)

  22. Partendo dal presupposto che le rivali ad Ovest per i Lakers non esistono, quelle più vicine, ma neanche tanto, ad esserlo sono, a mio modo di vedere. Thunder e Jazz… scarto subito i Nuggets, che sarebbero l’unica squadra credibile ma a) Melo se ne va a Febbraio e b) Smith, Harrington e il Birdman nella stessa squadra si commentano da soli… i Blazers non mi hanno mai convinto: Oden povero lasciamolo stare e Aldridge per quei livelli non mi pare sposti molto.. Camby e Pryz possono contribuire difensivamente, ma nulli o quasi davanti (il primo ha anche una certa età…). Rimane Roy, giocatore maestoso ma che non può fare miracoli, Batum, all’anno della consacrazione e Miller, che imho si trova nella squadra sbagliata… dalla panca ci sarebbe Rudy, ma non mi sembra la motivazione fatta persona in Oregon….

    I Thunder e i Jazz rimangono le uniche squadre credibili…. i primi per qualità sono destinati a grandi cose, i secondo hanno sempre dato la sensazione che manchi sempre 1/5 di quintetto per essere da titolo…. aspettiamo come si muoveranno con Kirilenko che è in scadenza e poi si tireranno le somme…

    Certo è che non è colpa di queste squadre se ne esiste una che può permettersi Kobe, Artest, Gasol e Bynum in quintetto e Odom, Barnes e Blake dalla panca…

  23. Ho visto due quarti tra NY e Was per poi lasciare. Dura da vederla. Un obbrobrio di basket.
    Bellissima la W degli Hornets con un Paul pauroso. Questa squadra senza di lui sarebbe da lottery sicura. Il ragazzo fa sembrare tutti migliori. Beli benissimo. Non danneggia i compagni ha difeso in maniera decente su Wade per larghi tratti fino a quando flash ha cambiato marcia, ed ha messo due liberi importanti nel minuto finale. Ricordo anche un jumper negli ultimi 5 minuti. Per un ragazzo quasi ai margini della lega è un bel passo avanti.

    Lakers sornioni sui Rapt dove era facile vedere la caccia del gatto al topo. Due squadre e due sport diversi.

    Bucks che vincono ad Indianapolis, Phila indecente mentre se bisogna vincere segnando 2000 punti citofonare a Phoenix.

    3/17 è lo score dal campo di Lopez la dice tutta sulla forza di DH nel pitturato. Se il ragazzo migliorerà sarà il numero 1 tra i centri, senza storie.

    Orrendo ultimo attacco di Rose in quel di Boston dove non è riuscito neanche a tirare. A volte sarebbe saggio non incaponirsi nell’uno contro 5, ma si sa il buzzer vincente piace troppo.

    IYW

    Vedo tosti i Rockets. Sono deboli nel reparto pg rispetto ai losangelini ma hanno difensori competenti e una frontline competitiva, l’unica secondo me che possa reggere il confronto.

  24. Alert

    I Rockets hanno tutto il potenziale del mondo, specie in attacco, ma nn mi sembrano il max della solidità, e con Yao a mezzo servizio…certo almeno i PO sono d’obbligo…

    Sasipunk

    I Nuggets che misero in difficoltà i Lakers nn sono quelli di oggi, e neanche L.A. lo è…il settore lunghi, anche a pieno regime, cede molti cm, dietro siamo messi meglio ma JR è troppo ondivago per portarti lontano…no, per me max 50W e poi a casa presto…

    Show

    I Jazz hanno un buon quintetto, e sono abbastanza profondi, ma tu vedi qualcuno di loro, deron a parte, che può prendersi carico della squadra? Poi rimangono comunque piccoli, contro L.A. servono cm, in attacco, ma ancora di più in disesa, altrimenti ti distruggono

  25. ho letto che kobe,lebron e howard hanno dato la loro disponibiltà per londra 2012…

    dico subito che non vedo chi possa battere gli americani,anche per questo non capisco la scelta di kobe.
    nel 2012 avrà 34 anni,ha già vinto l’oro olimpico,quindi perchè dovrebbe prendersi questo impegno quando potrebbe sfruttare l’estate per riposarsi,soprattutto considerando che anche senza di lui possono vincere tranquillamente…

    detto questo,ci sarà kobe,lebron,di sicuro wade,certamente durant perchè dopo gli ultimi mondiali mi sembra il minimo portare anche lui.
    troppa abbondanza,uno come melo rischia di rimanere a casa…

  26. la verità che a ovest i più pericolosi per i lakers potrebbero essere sempre gli spurs,l’unica squadra che avrebbe una certa personalità ed esperienza per mettere in difficoltà i gialloviola.
    peccato che i big three sono sempre più vecchi,forse il solo ginobili e sempre lo stesso giocatore di qualche anno fa.
    comunque se jefferson si dovesse inserire come e sembrato in questo inizio,allora la finale di conference non la vedrei così impossibile…

    a ovest dietro i lakers regna un equilibrio pazzesco,quindi ci si può aspettare di tutto.
    dopo i lakers i più talentuosi sembrano i mavs,i più esperti ovviamente gli spurs,i più freschi i thunder,i più imprevedibili i nuggets…

  27. Kobe a parità di partite giocate l’anno scorso si era preso 52 tiri in più, si vede che quest’anno il suo minutaggio è calato….

  28. bodiroga

    si,ma chi lasci a casa,considerando che qualche lungo,qualche play e qualche tiratore lo dovranno portare…

    credo che kobe,wade,lebron e durant possano bastare,o forse porti anche melo e giochi sempre con lui o lebron come 4…

    un quintetto del genere non sarebbe male:
    williams
    kobe
    durant
    lebron
    howard

    con wade che entrando a gara in corso ha già dimostrato di poter essere devastante.
    anche cp3 lo vedo meglio nel guidare le “riserve”,deron per un quintetto del genere mi sembra più adatto,considerando che kidd non dura in eterno…

  29. Gallo

    Io vedo in quintetto: D.Williams – K.Bryant – K.Durant – L.James – D.Howard
    Second Unit: C.Paul – D.Wade – C.Anthony – A.Stoudemire – B.Lopez
    Altri due: B.Roy – C.Bosh

    Per me i convocati saranno più o meno questi.

    Adesso la mia squadra:

    Quintetto: D.Williams – K.Bryant – K.Durant – L.James – B.Lopez
    Second Unit: S.Curry – D.Wade – C.Anthony – L.Odom – D.Cousins
    Altri due: K.Korver – L.Aldridge

  30. anch’io vado con la prima squadra che ha detto bodiroga,spero che al posto di lopez ci vadi un cousins,un bynum od un oden se sta bene

  31. C’è stato il primo tentativo per gli Heat di vedere a chi andava l’ultimo tiro per pareggiare una partita: lebron o wade? Nessuno dei due. Eddie House.
    Va bene la diplomazia, però dai…

    Al momento l’intesa tra i due è davvero in alto mare, si passano pochissime volte la palla e spesso chi porta la stessa nell’altra metà campo poi conclude con un’azione personale. Mentre Bosh quella dicina di volte che si vede arrivare la palla 1 e 2 la spara subito verso il canestro senza rimpianti di nessun tipo. Proprio in stile Raptors.

    Chiariamoci, sono FORTISSIMI e ieri pur facendo schifo sono andati ad un possesso dal vincere a casa di CP3 in grande spolvero, ma è pur vero che al momento la chimica di squadra è in fase di sviluppo (eufemismo). Come centri poi non sono il massimo e si sapeva.
    Comunque aspettiamo la pausa dell’All Star Game (come minimo) per stilare un primo reso conto affidabile. Al momento mi basta che perdano più partite possibili nei confronti di boston, orlando, e perchè no, atlanta e chicago.

    Intanto “i miei” sono 6-0. Bene. Ora però arrivano le prove un po’ più impegnative…

  32. Per chi volesse e potesse permettersi di vedere la finale olimpica tra gli USA e Spagna/Lituania/.. se la può cavare al costo di 95£ in piccionania, o salire ai 425 in prima fila.
    http://www.telegraph.co.uk/sport/othersports/olympics/8066180/London-2012-Olympics-sport-by-sport-ticket-prices-guide.html

    Questo è il link dove si possono vedere i costi dei biglietti in ogni competizione a partire dai preliminari. I cosiddetti Preliminary games del basket vengono anche a 20£, un affare.

    Non capisco tanto scetticismo nei confronti dei Rockets. In fondo gli unici con gli Spurs ad avere centimetri e talento nel pitturato dove i Lakers dominano.

    Vedrei CP3 come play titolare della selezione americana. Non oso immaginare il circo a te piste che metterebbe in piedi con quei compagni.

    Kobe andrà anche perchè in Inghilterra voglio lanciare il basket NBA. Ricordo che qui la NBA è poco conosciuta e in televisione solo ESPN ne trasmette qualche gara. Il basket inglese invece è assente dai palinsesti. Kobe/James sono gli unici che suonano familiari agli inglesi, quindi la loro presenza è gradita come veicolo pubblicitario.

    Inoltre si mormora di una franchigia a Londra. Chissà se un giorno la lega vedrà 5/6 team europei. Stern ci stà pensando.

    • Se non sbaglio quest’anno una partita di regular season verrà giocata a Londra, mi pare riguardi i Raptors.

  33. paul ha fatto un ottimo inizio stagione, ma per me deron è ancora il top ( straordinario l’altro giorno contro i thunder, anche se in generale non sta brillando come in passato). nessuno mette rondo tra i migliori nonostante viaggi a 16 assist di media in questo inizio stagione, pazienza eheheh

    a proposito, anche se la regular non conta un fico secco è sempre piacevole battere i bulls coi quali c’è ancora qualche ruggine. bello che l’errore decisivo lo abbia fatto sa coitedda noah ( bodiroga sa cosa vuol dire la parola eheheh).

    ah, vedere ru paul in difesa è sempre uno spasso.

  34. Mamba

    4/5 marzo ci saranno due gare tra i Raptors e i Nets all’O2 Arena.

    Redbull

    Per squadre europee si intende franchigie vere e proprie con le scelte al draft e il salary cap. Squadre americane con qualche europeo come potrebbe essere che so i Knicks… La differenza sarà solo il fuso. Per il resto sarebbe un vantaggio notevole per le casse NBA visto che i mercati di Oklahoma City, Memphis, Sacramento, Charlotte, NO, Minneapolis e mi limito non sono da strapparsi i capelli. Avere Londra, Mosca, Berlino, Parigi, Roma/Milano, Madrid/Barcellona e Atene sarebbero ben altra cosa, non dici? Marketing alle stelle, spettatori e sponsor.

  35. alert

    il problema imho è che, già adesso ci sono troppe squadre, non oso immaginare se arrivassero 5-6 squadre nba..sarebbe un gran casino con talento ancora più sparpagliato qua e la…per me si dovrebbero ridurre le squadre a un max di 23-24, togliendo squadre come quelle che hai detto tu..si farebbe un bel salto di qualità in termini di competizione

  36. ma stern,non sa proprio che cazzo fare,ma che pensi ad altre cose invece che alle franchigie nba in europa,sarebbero qualcosa di bruttissimo,se fanno una cosa del genere spero solo che la facciano dopo che io sarò defunto :-)
    concordo con redbull,bisognerebbe diminuire le squadre(e rimettere i sonics)ma penso che non avverrà mai

  37. Vero che troppe franchigie diluirebbero ancor più il talento ma c’è anche la possibilità di avere le stesse ma localizzate in città differenti. Io tifo Kings e vederli a Madrid/Londra darebbe a loro molti più vantaggi. E questo vale per tante altre.

    L’esempio di Sacramento è lampante. Con la scusa dell’arena nuova i fratelli Maloof vogliono andare a Las Vegas dove peraltro hanno il loro business (alberghi). L’ NBA nicchia, preoccupata dalla città che potrebbe prosciugare il portafogli dei giocatori oltre che a rischiare grosso penalmente. Ma se gli incassi rimarranno bassi è chiaro che Stern dovrà trovare una soluzione. Non può ridurre le franchigie quindi l’unica alternativa sono i nuovi mercati, appunto l’europa.

  38. NBA=NATIONAL BASKETBALL ASSOCIATION

    lo dice già il nome,a parte che per me neanche le franchigie canadesi dovrebbero esserci(ma alla fine ci può stare una città come toronto),la nba in europa personalmente mi fa vomitare…

  39. non faranno mai una cosa del genere, la nba ed in generale il sistema sportivo americano in europa non ha senso,filosofie opposte.

    è utopistico secondo me

  40. Signori qui si parla di business. L’NBA è una sigla.

    tifosoknicks
    La parola national non significa nulla, national di cosa, se ci pensi. Per me vedere 4/5 franchigie in europa anzichè nei gulag delle praterie americane farebbe molto piacere. Poi non capisco: ma se Durant e compagni giocassero a Barcellona quale problema vi recherebbe? Il basket non sarebbe lo stesso? Non la vedreste perchè invece di parlare dell’arena di Memphis parleremmo di quella di Mosca? E’ sempre NBA non eurolega.

    Non mi sembra che la NFL disdegni la partita di regular season a Londra ad ottobre e non mi pare che nessuno si scandalizzi, anzi.

    A riprova della voglia di aprirsi a nuovi mercati a marzo ci saranno le prime 2 gare di RS a Londra.

    Francamente non capisco questa chiusura. Un titolo NBA sarebbe sempre lo stesso, sia se fosse vinto a Boston che a Londra. Anzi, che soddisfazione sarebbe poterli vedere dal vivo.

    Io intanto due biglietti per il 5 marzo li ho presi e mi gusterò Andrea, Lopez, DeRozan… Sono certo che sarà emozionante vederla a Londra come lo sarebbe stato se fossi andato a Toronto o a Newark.

  41. certo che gli heat giocano proprio male, è davvero un peccato vedere james e wade a “piccole dosi” proprio quando si trovano ad essere al top della loro carriera.

Commenta