A poco più di un mese dall’ inizio della stagione, NASCAR ha deciso di modificare alcune regole delle tre serie che rappresentano questa categoria, a seguito di un accordo unanime tra piloti, management e proprietari.

In presenza di Denny Hamlin, Dale Earnhardt jr, Brad Keselowski e degli ex piloti Jeff Burton e Jeff Gordon, il NASCAR Executive Vice President and Chief Racing Development Officer Steve O’Donnell ha annunciato i cambiamenti.

1)  Le gare saranno divise in tre segmenti: Fase 1, Fase 2 e fase finale.

Le prime due fasi garantiranno punti ai piloti presenti nella top ten di gara al termine di ogni fase: 10 punti al primo, 9 punti al  secondo, 8 punti al terzo e così a scendere fino ad un punto al decimo posto di tale fase; punti valevoli per la stagione regolare.

I vincitori della fase 1 e 2  prenderanno un ulteriore punto o punti bonus, mentre  i vincitori della terza fase, o meglio ancora della gara prenderanno 5  punti bonus ulteriori. Questi punti bonus conteranno all’ inizio del primo round del Chase a Chicagoland con la 27° gara della stagione. Alla fine di ogni gara si potranno  ottenere al massimo 7 punti bonus (1 punto nella fase uno, 1 punto nella fase due, 5 punti bonus come vincitore della gara stessa).

La lunghezza di ciascuna delle prime due fasi corrisponderà a circa il 25-30% dei giri da completare (percentuale che varia a seconda del numero dei giri previsti e della lunghezza del tracciato).

La terza fase sarà composta dal 50% dei giri circa e porterà la gara al risultato finale. Ad esempio, il Pocono Raceway ha già rilasciato una foto che determinerà le fasi della sue gare stagionali: 40 giri per la fase 1, 40 giri per la fase 2, 80 giri per la fase finale per un totale di 160 giri e 400 miglia da percorrere. La fine di ogni fase sarà scandita dalla bandiera a scacchi la quale ricompatterà il gruppo, in attesa della bandiera verde nei segmenti centrali.

2) I punti extra ottenuti durante le prime 26 gare stagionali faranno cumulo e non azzererano il punteggio nella post season o nella Chase, che rimane invariato: 16 piloti, 10 gare, 4 piloti eliminati ogni round fino ai Faboulous 4 di Miami Homestead, gara finale del campionato. Miami-Homestead è un eccezione, i punti bonus per la gara finale non ci saranno e vincerà chi completerà l’evento davanti ai rispettivi contendenti per il titolo.

3) Alla fine della regular season a Richmond, che coincide con la 26° gara del campionato avremo un campione della stagione regolare al quale verranno dati 15 punti bonus che si trascinerà nei playoff. Inoltre, in ogni round della Chase i punti verranno pareggiati a 2000 nel primo round, 3000 nel secondo, 4000 nel terzo, ai quali vanno aggiunti  la somma di tutti i punti bonus accumulati nelle gare precedenti dalla prima alla 35° gara.  Non ci saranno più punti extra per chi completerà un giro in testa e chi rimarrà leader per il maggior numero di giri per gara.

4) I punti a fine gara verranno distribuiti nel seguente modo: 40 punti al vincitore, 35 punti andranno al secondo, 34 punti al  terzo classificato, 33 punti al quarto fino ad un punto per chi finirà dalla 36° alla 40° posizione.

In poche parole, almeno da quanto si è capito, si è voluto “complicare” il format dei vari campionati NASCAR puntando a dar peso  non solo alle vittorie ma anche ai punti. Questo significa che verrà premiata  la costanza dei piloti oltre ai vincitori delle singole gare o segmenti.

Magari per i piloti cambierà poco fin tanto che saranno all’ interno dell’ abitacolo, ma tutti coloro che seguiranno le gare dall’ esterno dovranno usare carta e penna per fare un calcolo più che preciso per il pilota preferito.

Daytona non è lontana e il 26 di Febbraio avremo un primo test di questo format apparentemente poco convincente, ma che dovrà essere testato alla prova dei fatti.

Post By Davide Sarti (236 Posts)

Sono un grande appassionato di motori americani, che a 27 anni ha seguito le orme dei grandi campioni. Tramite la mia passione e le mie conoscenze cercherò di raccontarvi il mondo della NASCAR nel modo più dettagliato possibile. Possibilmente, cercherò di farvelo amare

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta