Nell’ ennesima gara ad eliminazione diretta a spuntare la casella delle vittorie è Joey Logano con l’ultima Ford superstite in questo Chase, davanti a Kyle Busch, Kyle Larson e Kevin Harvick nell’ ordine.

Per il pilota in forza al team Penske, 26enne del Connecticut  si tratta della  diciassettesima vittoria in carriera, la quindicesima con questo team sin dal 2013. Un risultato che gli permette di eguagliare Ryan Newman e Kasey Kahne nella lista dei vincitori della massima serie NASCAR ma soprattutto, di superare il fatidico Round e passare in finale aggregandosi a Jimmie Johnson e Carl Edwards la prossima domenica.

Se Logano può festeggiare per l’accesso alla sua seconda finale in questo nuovo formato del Chase dopo quella del 2014, Kyle Busch può fare altrettanto: difenderà infatti il titolo conquistato lo scorso anno essendosi qualificandosi come quarto ed ultimo candidato per il titolo. Il passaggio in finale di Kyle Busch, unico a farlo per punteggio, non passa di certo inosservato soprattutto all’ interno del Joe Gibbs Racing.

Nel corso della penultima ripartenza di giornata Matt Kenseth, fino a quel momento leader da 54 giri aveva in tasca la vittoria che gli avrebbe garantito la finale quando restavano soli 2 giri al termine. Kyle Busch alle spalle di Logano aveva bisogno di superare Kenseth, suo compagno di team per passare il round.  Il tamponamento avvenuto alla curva uno con Alex Bowman, autore di una gara strepitosa, ha portato la Chevrolet 88 a colpire l’auto di Kenseth finita poi a muro, costretto all’ eliminazione.

Con lui si aggregano Denny Hamlin altro pilota del Gibbs Racing ed il suo dello Stewart-Haas: Kevin Harvick campione 2014 e vice campione nel 2015 e Kurt Busch arenato o quasi per tutto il round.

Harvick, dal canto suo ha avuto la possibilità di provare a vincere la gara nel finale, senza riuscirci con una monoposto mai stata all’ altezza dei migliori. Solo la vittoria lo avrebbe salvato dall’ eliminazione.

Dunque, i finalisti per questo Chase sono i seguenti: le Toyota di Kyle Busch  che difenderà il titolo e Carl Edwards al suo terzo assalto al tanto agoniato titolo della massima serie dopo le opportunità sprecate nel 2008 e nel 2011, la Ford di Joey Logano alla sua seconda presenza in finale, nel tentativo di dare a Penske un titolo che non arriva dal 2012, e Jimmie Johnson, l’ultimo supersitite dello squadrone Chevrolet, il quale è a caccia di un appuntamento nella storia o meglio ancora, un posto tra i giganti: conquistare il settimo titolo e affiancare Dale Earnhardt e Richard Petty tra i maggiori titolati nella NASCAR, eguagliando anche Michael Schumacher ed A.J. Foyt.

L’ appuntamento è per Domenica 20 Novembre alle 21 ore italiane in cui scatterà a la Ford EcoBoost 400 sull’ ovale di Miami che sancirà il nuovo o lo stesso ( nel caso Kyle Busch vincesse) campione NASCAR per l’annata 2016

Post By Davide Sarti (201 Posts)

Sono un grande appassionato di motori americani, che a 27 anni ha seguito le orme dei grandi campioni. Tramite la mia passione e le mie conoscenze cercherò di raccontarvi il mondo della NASCAR nel modo più dettagliato possibile. Possibilmente, cercherò di farvelo amare

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta