In New Hampshire Kevin Harvick ha messo in bacheca il suo 34° successo in carriera  giocando con la strategia in mezzo alle agguerrite Toyota di Kenseth, Truex Jr  e Kyle Busch. La zampata del pilota di Bakersfield è giunta nelle battute finali di gara ed è stata vincente grazie anche all’ errore di Matt Kenseth nell’ ultimo restart.

Harvick grazie a questo undicesimo successo in 100 partenze come portacolori dello Stewart Haas, supera Fireball Roberts nella lista dei plurivincitori Nascar portandosi all’ inseguimento di Bob Isaac a quota 37. L’importanza di questa vittoria è nell’ottica della conquista del titolo: finito 20° a Chicago la scorsa settimana, il pilota si trovava in una “must win situation” essendo fuori dalla top 12. Ora, invece, si aggrega a Martin Truex Jr nella lista dei piloti che accedono al round successivo.

Tornando alla classifica di gara, il top five si completa con Kyle Busch e Brad Keselowski terzo e quarto rispettivamente, incapaci di mettere pressione a Kenseth e Harvick.  Alle loro spalle giunge un grande Kurt Busch, opaco nella prima parte di gara ma che ha preso vigore nella fase successiva grazie ad una giusta strategia.

Martin Truex Jr leader quasi indiscusso di gara con Kenseth ha chiuso al settimo posto, sopravanzato dal poleman di giornata Carl Edwards che ha fatto da elastico durante i 300 giri previsiti con una Toyota che non convince del tutto, mai finora all’ altezza di quella dei suoi compagni.

Ottavo Jimmie Johnson, protagonista di una gara solida tanto da mettere in difficoltà le Toyota con la sua strategia di gara perfetta; l’errore nell’ ultima decisione di entrare ai pit prima del rush finale lo avevano relegato intorno alla 20° posizione, ma la grinta del campione l’ha tirato fuori dai guai ancora una volta chiudendo con un valido top ten.

Fuori dai dieci  Joey Logano, visto arrancare pesantemente durante tutta la gara riuscendo perfino a perdere un giro sul leader; costretto poi a salvare il salvabile di una gara opaca e priva di spunti veloci. Tredicesimo Chase Elliott, calato nella fase finale dopo essere stato con Jimmie Johnson, la Chevrolet che ha impensierito le Toyota con una costante presenza nel top 5.

Infine, una parola per l’altro pilota del team Ganassi, Jamie McMurray che spreca un’ ottima gara nelle ultimissime fasi: costantemente nel top 13 di giornata con punte intorno alla settima posizione , ha deciso di rientrare ai box come meno di 15 giri dal termine. Alla fine chiude malamente, al 19° posto, un risultato che lo mette al momento ad una gara dal termine del round fuori dal top 12. Con lui in pericolo Tony Stewart, Austin Dillon e Chris Buescher.

Dover chiuderà il round la prossima domenica e sancirà i migliori dodici che nel prossimo round se la dovranno vedere a Charlotte, Kansas e Talladega.

Di seguito la classifica aggiornata dopo la prova svoltasi in New Hampshire questa domenica:

  1. Martin Truex Jr  2086 ( 1 vittoria)
  2. Kevin Harvick 2071  (1 vittoria)
  3. Brad Keselowski 2087
  4. Kyle Busch 2085
  5. Matt Kenseth 2078
  6. Joey Logano 2073
  7.  Denny Hamlin 2071
  8. Jimmie Johnson 2070
  9. Chase Elliott 2068
  10. Carl Edwards 2068
  11. Kurt Busch 2067
  12. Kyle Larson 2057
  13.  Jamie McMurray 2052
  14. Austin Dillon 2052
  15. Tony Stewart 2046
  16. Chris Buescher 2027

Post By Davide Sarti (201 Posts)

Sono un grande appassionato di motori americani, che a 27 anni ha seguito le orme dei grandi campioni. Tramite la mia passione e le mie conoscenze cercherò di raccontarvi il mondo della NASCAR nel modo più dettagliato possibile. Possibilmente, cercherò di farvelo amare

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta