Il maltempo, come spesso accade, è il padrone del Pocono Raceway. Un ovale maledetto che gran parte delle volte costringe gli organizzatori a posticipare l’evento NASCAR.

Anche in questo frangente, come quello svoltosi qualche mese fa in cui vide Kurt Busch vincere la gara, i piani alti hanno spostato la gara al lunedì pomeriggio con un rischio ad dir poco altissimo: 75% di pioggia il lunedì e 51% di pioggia il martedì.

Nonostante questi numeri, la gara è riuscita a partire sotto le minacciose nuvole che sovrastavano l’area di Long Pond.

Contro ogni aspettativa però il vincitore di questa gara è il giovane Chris Buescher, recente campione della Xfinity Series, il quale coglie a Pocono un successo che potrebbe sconvolgere la classifica del campionato.

Con una strategia a dir poco incredibile dopo  aver urtato le barriere  nelle fasi iniziali, Buscher insieme a Regan Smith azzardano, scommettendo sul meteo. Nel volgere di sette giri tutti i piloti tranne Smith e Buescher rientrano a box tra le 40 e le 32 fermate dal termine tenendo conto che la finestra di combustibile si aggira tra i 34 e 37 giri.

Di li a poco Smith viene superato da Keselowski decisamente più veloce di lui ma per Buescher giunge la manna dal cielo. La nebbia avvolge completamente il Pocono Raceway  e nel volgere di pochi giri le auto rientrano ai box per l’impraticabilità del ovale.

La pioggia a quel punto accompagna la nebbia e la bandiera rossa rimasta esposta  per circa un’ ora  ha portato  gli organizzatori  a decidere di relegare la vittoria a Buescher con 22 giri ancora da completare.

Il Front Row Motorsports chiude così un digiuno di vittorie di 118 gare, in cui l’ultimo vincitore fu David Ragan a Talladega nel 2013.

Buescher al momento figura 31° in classifica e ha sei punti in meno di David Ragan, posizione che  gli consentirebbe di prendere parte al Chase for the Cup.

Restano 5 gare prima dell’ inizio del Chase: Watkins Glen, Bristol. Michigan, Darlington e Richmond. Per Buescher sarà una corsa contro il tempo per agguantare il sogno di una vita.

L’ultimo ed unico pilota a  compiere questo tipo di impresa da Rookie fu un certo Denny Hamlin nel 2006, il quale vinse la sua prima gara in carriera proprio al Pocono Raceway, esattamente come Chris Buescher.

Il top ten dopo Regan Smith, terzo, viene concluso da Harvick, Stewart, Larson, Hamlin, Busch, Edwards e Kurt Busch.

Per quest’ ultimo è la giornata dei record, la giornata in cui ha concluso la 21° gara stagionale senza perdere un giro e e senza mai ritirarsi, stabilendo un record che non ha antecedenti. Kurt Busch che al momento siede al terzo posto della generale, ha ottenuto una vittoria, 6 top fives e 16 top ten in stagione.

Infine, questa volta va  male a Gordon relegato al 27° posto finale colpa di un problema, forse meccanico. Gordon continuerà a guidare la Chevrolet 88 anche a Watkins Glen e Bristol dato che Earnhardt jr non è ancora al 100% per gareggiare dopo la commozione cerebrale.

Post By Davide Sarti (201 Posts)

Sono un grande appassionato di motori americani, che a 27 anni ha seguito le orme dei grandi campioni. Tramite la mia passione e le mie conoscenze cercherò di raccontarvi il mondo della NASCAR nel modo più dettagliato possibile. Possibilmente, cercherò di farvelo amare

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta