Nel Fast Friday, ultima giornata di prove prima del weekend di qualifiche, la Chevrolet torna al top ma la Honda tiene botta. Will Power ha portato la casa americana di nuovo al vertice, girando a 232.672 mph, davanti a Josef Newgarden (232.344 mph), ma dietro di loro tutti i posti nella top 10 sono stati occupati dagli Honda, guidati da James Hinchcliffe (231.972 mph) e da quatro piloti dell’Andretti Autosport, Carlos Munoz, Marco Andretti, Townsend Bell e Ryan Hunter-Reay. Ottavo Gabby Chaves, che si conferma in grande forma fino ad ora. Ben diciotto piloti hanno girato oltre le 230 mph (370 kmh). Nella classifica dei tempi senza l’aiuto delle scie, particolarmente importante in vista delle qualifiche, la situazione ha invece visto Bell al vertice in 231.342 mph, davanti a Power (231.339 mph), Hunter-Reay (231.284 mph), Andretti (231.255 mph) e Munoz (231.187).

La situazione in vista delle qualifiche sembra quindi abbastanza fluida, ed anche nell’ultima giornata di prove, effettuate in assetto da qualifica e con l’incremento del turbo, la Honda ha dimostrato di essere competitiva e di avere concrete possibilità di giocarsi le sue chance nella corsa alla pole, almeno coi piloti dell’Andretti Autosport,dello Schmidt Peterson Motorsports e a sorpresa del Dale Coyne Racing. Tra gli Chevrolet meglio gli uomini di Penske che quelli di Ganassi, rimasti molto in ombra anche in questo venerdì, Scott Dixon a parte. Molto si giocherà anche sulle scelte aerodinamiche che effettueranno le squadre. La Chevrolet ha differente opzioni sulla parte posteriore della vettura, sulla zona delle ruote e sull’ala, con l’opzione del massimo scarico che sembra la più efficace (utilizzata da Power nei suoi migliori giri, ad esempio), mentre le opzioni principali della Honda sono su un’ala posteriore più o meno complessa.

Tra le altre annotazioni, in pista è ritornato anche Spencer Pigot, dopo l’incidente di mercoledì. Nessun incidente è stato registrato durante l’intero Fast Friday, con le uniche interruzioni causate da qualche goccia di pioggia.

Post By Marco Strazzulla (136 Posts)

Sono un grande appassionato di sport americani, in special modo di basket NBA e football NFL, ma soprattutto di automobilismo. Considero la IndyCar la migliore categoria al mondo per spettacolo, sportività e completezza dei piloti. Ho assistito di persona alla 500 Miglia di Indianapolis 2008, uno spettacolo indescrivibile.

Website: → Indycar Italy

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta